08APR2014
dibattiti

Una giornata per Miriam

CONVEGNO | Roma - 15:52. Durata: 1 ora 58 min

Player
Promosso sotto l'Alto Patronato del Presidente della Repubblica in collaborazione con l'Ordine dei Giornalisti del Lazio, la Federazione Nazionale Stampa Italiana, il Gruppo Editoriale L'Espresso e ActionAid.

Convegno "Una giornata per Miriam", registrato a Roma martedì 8 aprile 2014 alle 15:52.

L'evento è stato organizzato da Associazione Miriam Mafai e Associazione Stampa Romana e Comitato Pari o Dispare.

Sono intervenuti: Sara Scalia (vice presidente dell'Associazione Miriam Mafai), Luciano Scalia (presidente dell'Associazione Miriam Mafai), Alessandro Capriccioli (tesoriere
dell'Associazione Miriam Mafai), Giovanni Rossi (presidente della Federazione Nazionale della Stampa Italiana, Federazione Nazionale Stampa Italiana), Patrizia Zappa Mulas (attrice e scrittrice), Valeria Manieri (segretaria del Comitato Pari o Dispare, Radicali Italiani), Emma Bonino (presidente onoraria del Comitato Pari o Dispare), Valeria Fedeli (vice presidente del Senato della Repubblica, Partito Democratico), Myrta Merlino (giornalista de La7), Giulia Mafai (costumista e scenografa), Beatrice Curci (direttrice dell'Associazione Stampa Romana), Francesca Esposito (giornalista freelance), Rosita Fattore (studentessa), Giovanna Melandri (presidente del MAXXI (Museo nazionale delle arti del XXI secolo)).

Tra gli argomenti discussi: Antifascismo, Bioetica, Corte Costituzionale, Diritti Civili, Diritto, Disoccupazione, Divorzio, Donna, Ebraismo, Embrione, Fascismo, Fecondazione Assistita, Giornalismo, Giornalisti, Guerra, Informazione, Legge, Mafai, Mass Media, Pari Opportunita', Pci, Politica, Premio, Referendum, Resistenza, Salario, Scienza, Storia.

La registrazione video di questo convegno ha una durata di 1 ora e 47 minuti.

Il contenuto è disponibile anche nella sola versione audio.

leggi tutto

riduci

15:52

Scheda a cura di

Alessio Grazioli
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Parte
Buongiorno

Buongiorno grazie a tutti
Di essere qui stiamo per cominciare questa
Questa giornata sono molto commossa da
Da questa partecipazione
E prima di vedere un piccolo filmato che abbiamo preparato
Il ricordo di Miriam è che poi di presenterà vorrei dare la parola a mio fratello Luciano Scalia che vi leggerà una
Piccola ma molto importante lettera che abbiamo appena ricevuto faticosamente leggerò perché
Non è un po'
Come dire
La lettera è rivolta al
Dottor Paolo Butturini nel
Segretario al dell'Associazione stampa romana
Gentile signor Segretario ricevuto il suo forte l'invito a partecipare alla giornata
Organizzato dall'Associazione stampa romana in memoria di Miriam Mafai ad un anno dalla scomparsa a bordo
Purtroppo non è possibile prendere parte l'iniziativa per altri Presidenti impegni
Colgo tuttavia l'occasione per ricordare come fece il momento della scomparsa la figura di donna di antifascista di partigiana gli esponenti del movimento di emancipazione femminile della sinistra italiana
Resta di grande rilievo il contributo che Miriam Mafai ha dato con la passione sincera la qualità culturale caratterizzavano al mondo di formazione italiana come giornalista di valore come presidente della Federazione nazionale stampa italiana
Resta l'impronta originale della sua capacità di ricerche di analisi su cui si fonda la sua brillante attività di scrittrice con questo spirito nel ricordo delle antiche salve di Cinzia che ci lega
Invio alle familiare a tutti i partecipanti all'iniziativa i più cordiali saluti e auguri di buon lavoro Giorgio Napolitano
Grazie penso credo che vi presentiamo è un piccolo
Filmato che si deve essenzialmente all'opera di tre giovani donne che ci hanno lavorato moltissimo
Paola Di Pietro Maria Russo e Alessandra colonna il loro lavoro io lavoro soltanto un po'come dire supervisionato
E moltissimo si beve questo lavoro alla collaborazione delle Teche RAI quindi ringrazio moltissimo o l'azienda per la quale lavoro
E anche il presidente Anna Maria Tarantola che ci ha voluto fare la grande cortesia essere presente a questo incontro solo una parola per per quelli che mentre preparavo questo filmato insieme al queste giovani amiche
Colleghe ho pensato molto naturalmente a mia madre soprattutto quando ho visto recentissimamente questa intervista
Di Christine Lagarde al Corriere della Sera che mi ha molto colpito
Perché la Lagarde rimproverava se ricordate bene il nostro Paese di essere tra gli ultimi diciamo se non addirittura l'ultimo sicuramente tra le gli ultimi posti
Per ciò che riguarda diciamo la condizione femminile quindi pochi asili nido disparità salariale
Una enorme disoccupazione tra le donne tra le giovani donne in modo particolare poca rappresentanza politica
E queste sono naturalmente tutte le condizioni che noi conosciamo ma sulle quali credo che mai riflettiamo abbastanza e in parte perché per tanto tempo nel negli anni recenti scelte ci è sembrato ci sono sembrati quasi argomenti come dire un po'fuori moda un po'anacronistici un po'superati ma in realtà io di questo sono assolutamente convinta e mi era assolutamente convinta mia madre
Nessuna cultura della differenza
è possibile senza superare questi terribili ostacoli e di questo credo sia stata anche testimonianza la la vita di Miriam e dite e con lei naturalmente la vita
Di tante donne di quella generazione e e niente con questo spirito che vi presento o questo filmato il cui titolo tanti baci miri grazie
Assunto
è stata anche la mia fortuna in una famiglia in cui si parlava di arte di politica la cosa che ricordo a tutti una vera una famiglia vigente
Molto appassionata molto onesta forse è un filino sono Bernardo arrivata a Roma nel mille novecentoventiquattro una con l'ingiustizia sul filo sul Sole ventiquattro
Come
Subito all'Accademia
Come ebbe a mio padre
Notare
Parecchio più giovani
Cosa che naturalmente faceva fugare
Diciamo lascia una grande passione
Che Crabbe sensi agli aerei siano
Mio padre
Da se
Era benissimo piccolo di statura questo era l'unico dieci anni indicata
Terrò avvenuto la faccia molto intensa e quando mia madre proprio per ribadire che mio padre la propria benissimo diceva
Sembra Giordano il bambino
Addormentata ed economicamente tenerezza
Prescrive la mia madre aggiungere tanti
Era una bambina brutta sostegno
Grasso Terna piuttosto grassa che è stato commenta molto studiosa molto studiosa perché ha detto una madre che il
Ci spingevano siamo tre sorelle tutti a studiare
Ma
Denominatore viene nella direzione
Pone andammo a vivere
Credo gestite invece in piazza Indipendenza
Per
Nell'età
Nelle varie non attraverso
Struttura che consentivano
Antiriciclaggio
Per
Questo è un libro dirittura sul tema
Era diventato un fatto clamoroso
Io ricordo per esempio che agli auditi per affrontarla quella piazza eccetera no chiedo scusa resa
Vendola tout-court spolverato ed una polveri laddove
Debbo innalzati degli atti di intolleranza
Mio padre e mia madre decisero che se c'era in itinere a Roma non
Non ci saremmo stati
Ciccarese non lo chiedo che il ragazzino maggiore grazie ce ne andammo ad Anzio quindi questa giornata io in qualche modo laico
Un altro particolare nel settembre del mille novecentotrentotto
Io non tocco di tornare al tasso
Perché erano state promulgate l'impegno e la gerarchia
Riferito al relatore andarmi a cercare
In un appalto scuola privata mia nonna così di restarci gli alberi bionda certificato il battesimo
Noi rifiutammo ci sembra offensivo anche sulle la proposta
Nel caso del metrobus zero paradossalmente che sono e allora che dei ragazzi con Ciambetti come dire ad affermare non è nostra identità
C'è un cartelli si ricorda
A marzo in aprile del mille novecentotrentanove cioè dopo che erano state promulgate le leggi razziali
Se possibile
Moderno
Per gli aspetti gratuiti in realtà capirei ma la dichiarazione riprenderò
Trattata guidata
Odierna
Fascismo fino ad oggi che due anni senso
Dall'aggravarsi cooperazione aumenta le sue allargato
Sentimento
Diciamo antifascista la fanno spaventosa cioè c'erano
Professore e denunciare alla ripresa
Che le ragazze svegli dando
Classe i
Alla fine del quarantuno se ne vanno da imparare da me
Viene Mussolini in visita a Genova
Quindi accolto anche per da una popolazione romena festante Buonadonna assistita
Dati questa ringraziarla ebbene imponga Mussolini gli dice ma quando era sicuramente con questa guerra
Ben venga registrato e dello stesso sceniche né tanto meno all'anno in corso da un discorso disse
Un'antenna Bauman sulla non stanno né in terra quella zona d'ambito coraggio
Disabile
Per
Mari dal
Il Governo italiano
Tuttavia in tutti i tempi continuare
Lei edittali mettendo
Intranet praticamente perdita e perdendo
RPPR appalti però lei lei che per
La scelta decisiva fondamentale nella vita è stata una scelta politica quello che il Milan metri a scegliere il partito comunista
Negli anni quarantatré quarantaquattro quarantacinque i successivi non è stata tanto lui biologico ma ero Bentsen desiderio ingabbiare al corso in questo Paese
Io ho lasciato a casa paterna e abbiamo
Siamo andati via io e mia sorella si non è che all'epoca si dice siamo andati dalle far politica
Mio padre era d'accordo oggi c'è la possibilità dell'orientamento politico
Comunista come la
Però avrei preferito che lui
Artistica
Studio inerenti la Burgo
Di approfondimento intellettuale quindi va bene il fatto di lucidissimo quindi sia la strada funzionariato dibattito e qui sta il senso di una cultura che ha lasciato il minor quello che mi riguarda
Se il professore
Sergi potessi scrivere una lettera mi pare fosse il risultato
Chiedete al ritorno non aver capito intervenuta qualcosa gli arriva
Iniziative
Tutti gli altri
Piani passione politica passione
Rilevante
Chi biglietti aerei comunismo
Avrete notato
Alla sofferenza
Sofferenze
E
Carriglio presto
E questo è stato un altro motivo che il
Adeguamenti
Vorrei quattro
Per oggi già c'è dagli abusi del potere vigente in Slovenia e non solo cosa è avvenuto uomini possono immaginare da verrebbero Saudati postali
Della città di Stalingrado
Durante ultimo conflitto
Noi allora ero giovane naturalmente
Voi attenderà ogni correggendo dal fronte non sarebbe stato sconfitto intimo
Da dunque per la nostra generazione
Lo Stato durante il periodo stranamente è stato molto importante
Naturalmente la famiglia
Cinquantasei ma
La prima per le
Giunta
Serafini scelta io mi chiedo anch'io prenderei per te quel gruppo dirigente opera per lungo tempo dirigente abbastanza giovane
Dello stesso partito comunista
Ne è andato avuto il coraggio proprio il coraggio
Di Udine dura al sulle un partito adesso basta adesso basta saperlo
Definita adesso
Nell'ambito dell'Unione Sovietica non ha più
Ragione
Direttore
Verrà pagata
Dal Partito Comunista per fare attività
Però io ho lasciato il nove per contrasti anche e curioso
Spedire adesso per quanto attiene al cinquantasei farei anche una bella figura no
Mio marito venne trasferito in Francia per un lavoro diverso struttura
Io accolsi in quell'occasione comunque per cambiare mestiere
Da Parigi cominciare
La
Poi sulla
Rinunciato alla
Ad una vita familiare più serena io ero non solo ma io sono stato alla madre
Non so come dire Valerio otto distratta
Distratta dai miei impegni di partito che per anni ho passato in tutte le domeniche a fare i comizi opinioni ogni è accaduto di partire all'improvviso e per un servizio
Devo per Parisi severa una infermità o per il giornale in cui lavoravo
E
Sono sempre il partito è tranquillamente senza preoccuparmi molto
Dice con
Deve essere indecisione
Credo
Diverso la mia passione anche sulle vicende quotidiani più banali intendiamoci sia con le ditte Vacca sia quelle politiche ecco
Vanno d'accordo
Sono stati rivendicati dalle Brigate Rosse era qui in questa casa
E hanno credo nell'area del di mattina insomma
E aspettavo una comunicazione dal giornale non sapevo
Se dovevo andare a Montecitorio altre
Quando mi raggiunse una telefonata sorgente Rocca Priora allora vicedirettore
è probabile che le disse in modo molto concitate
Seduta gestionali
Andare
Corsa versante
Avevano
Gratis o Aldo Moro
Questi
Non erano previsti Valpiana consenso nel Paese
Questo va ricordato perché secondo me parte almeno Scheda anche
Allora quale poi viene affermata dall'impossibilità di una trattativa
Detti o una cosa
Può sembrare
Incredibile oggi e
Ok giorno stesso ritiri agricola
Più snella la cessazione piazza con questa indagine
Delle bandiere bianche le bandiere rosse Insiel
Scuotere superiore seicento d'attesa
Università del nord sette lotti all'ARRA più intorno
Polvere che parla
Delle comunità locali l'onorevole Paolo Romani puntiglio attraversare
Oppure
Presenti aggiunta
E
In realtà l'unica volta credo nella mia vita professionale
Che
Dante AGEA e del fatto di essere accompagnati Giancarlo Paietta e saltai sulla sua macchina
Blu
Con lui arrivammo abbia vent'anni e mi avvicinai
Alla macchina
Vi dico questo cadavere si vede appena la testa col gira campani
Avverto che se in questa coperta esultano pestaggio
Nel
Debbo dire che di emozione
Stipendi
E la media
Furlan Nuova offrivano fortissimo
Tutti sono una serie di sentenze
Che io trovo adesso
Anche divertenti nel senso che una signora che era stata trovata in macchina nel giorno più difficoltà interrotto chiudiamola
E lei si dovuta vicino venne condannata per avvertirlo mariti ho trovato più scoccare una ragazza invece no perché innanzitutto per essere condannato il professor Pandolfo leggi del Codice Rocco
Avrebbe dovuto mantenere questo sul mercato
Abbiamo assistito alla vicenda della legge che va bene
Quando già sembrava vicinissima ai sull'operazione è stata bocciata al Senato oggi dal firma alla Camera e non sappiamo se l'anno prossimo perché era una soluzione le donne oggi non sono più felici dieci anni fa
Anzi pensionato felici
Hanno ottenuto una maggiore libertà all'interno del rapporto di coppia di ogni familiare
Hanno ottenuto nuovi diritti giuridici a livello della società né dal punto di vista economico continuano a dipendere nella stragrande maggioranza dei casi dal padre
Probabilmente
La nostra vita profondamente cambiata
Impegnati nel corso della mia vita io ho visto cambiamenti
Radicale abbiamo siamo nell'alta più libere Fitto
Ribelli
Perché non già nella
Mangiato
La ragazza di oggi c'è un altro episodio
Quando la guardo passare Nicola Mazara Serenata quarant'anni dopo saltuaria
Di
Cioè
Non hanno
Né CU oggi ente una
Ai sentimenti penso che anche se non si debbano essere controllati
Una delle cose
Proprietari configurandosi ringraziarla presieduto dal signor curiosità
Nei confronti del mondo
Del mondo delle corse
Quindi questo brusco intellettuale questa voglia di andare avanti una come dire una cosa ricorrente dei rapporti fra mi ancora oggi conserva un libro che mi ha regalato a mia madre con dedica molto carina avevo dieci anni
Ed era un'antologia dalla ed è un'antologia della così italiana nella recente
La metto il mio grande amore per la Presidenza una delle cose che io devo sicuramente a mia madre
Che mia madre ha coltivato in
Per una madre il primo valore in assoluto rispetto al prodotto
La propria libertà
Per la propria indipendenza
Rete Mia madre non accetterebbe mai
Credo di essere subordinata in qualche modo
Al desiderio di qualcun altro dolosa
Non ho avuto una vita familiare
La Giunta
Sarebbe molto solenne molto critica dal punto di vista pensionamenti accolgono una certa misura rinunciato ad una parte
Do la mia vita sentimentale sessione comunque mi sono separata dal padre Gianni bambini
Che ad un'altra vicenda sentimentale che dura cambia Palumbo
Con quello che non c'è più marzo il Consigliere
Con irrompe nella vita si era
Dirigente del partito formalizzare
Ci siamo
Tenete d'amore della multinazionale che io collasso
Nelle more
Colussi spese certe attenzioni ossessive
Per mio figlio per i figli mia sorella
Fin dalla nascita
Ancora oggi
Prende questi rifiuti che sono altri due obiettivi
Delle porzioni prende permaneva riporta al cinema
Ripetuto e comunque per rispondere
Con loro di calcio che sono soliti filosofico di politiche
Di queste sta cose che fanno arrivare secondo me
Protezionistiche una persona straordinaria invece pieno
Di affetto e piena di interessi è piena di dolcezza
Almeno una volta la notte ora ancora un periodo voglio dire uscivo andavo in giro che debbo amici e così via oggi non è più così
Ecco e centri di una come dire di reimpianto
Adesso la notte di solito si fa a casa spesso con molti amici ma debbo dire che delle volte penso a queste beghe osterie romane di una volta
Dove passava ore e ore delle serate Mazzocchi adesso passano al rigore
Buona serata e anche in ogni politica la storia continua e la notte stante il Consiglio
Perché non la nominali anche la segretaria
Audizione del Sottosegretario Cento qualcosa padani sognatore sono la metà
Certo ci dice che dal causa può nascere anche una stella
In realtà io penso che da questo caso non nascerà assolutamente vigenti bene o no c'è stato un altro a fondo sulla rapida anticoncezionale disse che Alestra devastante sull'ambiente perché di Seregno passa attraverso le urne femminili rilassato nella veste di organo scusarmi se non sarà più semplice
Neanche la prima
Scoppia vorrei che
E andiamo a fare noi facciamo la domanda cattiva fanno ottimista
Variazione
Ma ve l'avevamo affrontato Paolo Cavazzana
Grazie grazie soprattutto a Paola Maria
Alessandra grazie davvero perché mi ha fatto molto piacere vedere diciamo un sorriso sulle labbra di tutti alla fine questo filmato era un po'questo le fetta o che voleva ma vere per restituire un po'
Diciamo questo quello che è stato nella il carattere lasci frana la vitalità l'Energia leggina di Miriam
E adesso proseguiamo questo nostro piccolo pomeriggio volevo anche dirvi naturalmente che alla fine di questa di questo pomeriggio
Verrà consegnato il premio della prima edizione della premio giornalistico intitolato a Miriam Mafai
Che è stato fortemente voluto oltre che da noi naturalmente come associazioni Miriam Mafai anche dall'Associazione stampa romana dall'ordine giornalisti dell'asse e della
E dalla Federazione nazionale per la stampa italiana
è un premio
A oggi appunto è stata la prima edizione che ha riservato alle giovani giornaliste italiane e per la prima volta anche alle allieve delle tante scuole di di giornalismo che esistono in Italia
Adesso dovrei chiamare Alessandro capriccio lì che ci racconterà un pochino il diciamo il senso della del sito della della nostra associazione associazioni Miriam Mafai ci illustrerà un po'anche
Quello che fa l'associazione e di che cosa si occupa il sito grazie Alessandro
Funzione
Palese ma grazie a voi questo è il sito lo vedete qua non credo che si possa muovere per cui immaginate che sotto ci sono altri riguardi così
Così si capisce quello che è quello che dobbiamo dire perfetto si muove
Dunque il sito è sostanzialmente basato su sugli articoli di Miriam ma il progetto e
Era quello di pubblicarli tutti
A un progetto diciamo al quale siamo anzi siamo andando molto vicino perché mancano mi sembra solo gli articoli su Grazia e gli articoli su Rinascita
La scelta è quella di presentare gli articoli in ordine cronologico e di presentarli tutti nel formato originale quindi significa sul sito cliccando sui singoli articoli
Per i quali fortunato caparra fatto lavoro straordinario di raccolta Rizzi di digitalizzazione appare proprio il PDF della dell'articolo Regina Rio quindi questo è il cuore del sito con tutti gli articoli che abbiamo messo su molto rapidamente compatibilmente col fatto che poi
Guardandoli uno cioè la tentazione leggerle per cui finiva spesso di notte che la vettura superasse il lavoro su un sito pedofilo ce l'abbiamo fatta quindi dal cinquantasette dalle nuove fino al agli ultimi articoli su Repubblica l'ultimo pubblicato nel due mila tredici credo addirittura
Ci sono nel sito anche poiché la parte sopra il suo quesito si trova con molta facilità delle gallerie fotografiche del materiale audio video
C'è un blog nel quale ci sono alcune collaborazioni
Ogni tanto di giornalisti persone nel mondo della cultura della
Della politica eccetera che danno il loro contributo non soltanto in termini
Come dire fra virgolette come Moratti ivi ma proprio cercando anche di
Di raccontare delle cose ovvie trattare dei temi
Attuali per rendere questo spazio uno spazio uno spazio vivo in uno spazio semplicemente di
Testimonianza abbiamo cominciato a pubblicare anche da da dal mese scorso che il primo inedito di Miriam
Credo che ce ne saranno altri sicuramente ce ne saranno altri che verranno pubblicati sul sito diciamo
Una volta una volta scoperti è una volta una volta dei deciso quali quale decideranno di pubblicare il tegola molto bello credo che se andiamo giù si chiama l'abbiate la piazza
Ed è il primo inedito che abbiamo pubblicato somme personalmente è piaciuto molto quindi vi consiglio di leggerlo no in alto a destra dalla vostra prospettiva c'è anche lo spazio per le donazioni
Che insomma
Che sottolineo nel senso che
Come dire un contributo per per un lavoro che secondo me importantissimo che è quello proprio di rendere disponibili a tutti un patrimonio di idee
Un patrimonio che attraversa la storia del Paese in modo direi unico
Fa comodo e fa piacere Pio penso definito ed aver detto tutto grazie grazie Alessandra
Fa rapidissimo leggeremo anche dei leggerà anziché persona ben più titolata di e-mail per questo o un brano dico stavo di questo testo a cui accennai nel frattempo volevo invitare un momento qui alla Presidenza se vuole dire due parole di Giovanni Rossi che Presidente Federazione nazionale la stampa
Che ringraziamo di essere qui
Grazie Presidente
Ecco ci piacerebbe che
Abbiamo qui un magnifico Gela
Innanzitutto mi scuso del ritardo
Come potete immaginare abbiamo un qualche problema di discutere in questi giorni con gli editori sia in crisi che rinnovo del contratto di lavoro quindi
Ovviamente siamo impegnati in queste ore però non ha voluto mancare perché
Da Presidente sia pure molto indegno dalla Federazione della stampa non poteva non essere presente ad un'iniziativa che ricorda una collega che è stata la prima donna Presidente della Federazione nazionale della stampa
Non essendo io giovanissimo mi ricordo anche il congresso in cui la leggemmo nel senso che è un giovane allora delegato dell'Associazione stampa dell'Emilia Romagna
Ne mi onoro di aver votato a favore
è un congresso molto contrastato infatti il voto segnò una divisione a piuttosto netta del Congresso
Mi ricordo
Marsala come questa io mi trovava esattamente dove mi hanno fermato prime contavo i voti mano a mano che arrivavano e alla fine ci fu un grande applauso liberatorio quando va
Collega Mafai raggiunse il quorum
Tutto il Congresso in piedi l'applaudire la clamorosa mi ricordo anche che il mio giornale visto che io sono stato un giornalista dell'Unità titolo proprio in prima pagina
Una comunista alla guida della Federazione nazionale della stampa che era ovviamente una cosa che era allora dirompente in qualche modo ma con grande modestia
Ricordo che la stessa cosa accade a me quando mi nominarono Presidente dell'Associazione stampa dell'Emilia Romagna con tra l'altro il sostegno dei colleghi dal Resto del Carlino che allora vollero quale lezione anche per dimostrare che era finita una discriminazione politica
Deve essere di Miriam Mafai
Più che quel senso aveva il senso appunto
Era dirompente proprio perché c'era questo segno politico macero soprattutto il fatto che una donna arrivava al vertice per sindacato unitario dei giornalisti
Credo che sia stato un grande fatto
Se ricordo bene dal mille novecentottantaquattro
Il suo mandato
Dura fino all'ottantasei però possono essere tradito dall'età e dei ricordi
Ricordo soprattutto una cosa che come era proprio nei nostri principi ed è tuttora per quanto possibile in una situazione molto diverso nei principi e la Federazione
Il suo impegno sindacale non le impedisce di proseguire l'impegno
Professionale al livello e alla qualità che sempre ha dimostrato e questo era anche un bell'esempio
Per tutti noi
Proprio il fatto di avere un impegno sindacale fermo al massimo livello e nello stesso tempo restare nel flusso delle notizie del mondo delle problematiche continuare ad interessarsi anche delle cose
Non prettamente sindacali del resto la funzione del Presidente allora oggi
Siamo costretti ad occuparsi tutti di questioni
Poi se volete di grande valore ma di poca dignità culturale cioè nel senso che ci occupiamo di cassa integrazione disoccupazione contratti di solidarietà allora grazie al cielo i Presidenti potevano ragionare sulle prospettive
Sulla professione e sul suo futuro speriamo di tornare ha un'esperienza analoga e speriamo anche visto che per un altro
Il prossimo anno sarà nostro
Nuovo congresso che
La rappresentanza femminile che all'ora raggiunse il vertice massimo dalla federazione possa che essere anche come contributo alla crescita
Di una categoria ed è quindi di un'organizzazione che sta vivendo le grandi difficoltà derivanti da una crisi davvero drammatica del settore
Parlare di mere ma fai oggi e anche parlare non solo di tempi migliori per la categoria ma anche di personalità
Che sapevano comunque affrontare difficoltà divisioni e sapevano appunto ricondurre a linee politiche
Efficaci la poi il proprio ruolo di direzione vi ringrazio di avermi dato la parola vi ringrazio dell'iniziativa e vi ringrazio di essere qui
Grazie Presidente
Chi di voi ha già comprato la Repubblica avrà visto che c'erano all'interno della pagina cultura
Il testo di una un testo diciamo che si chiama appunto la chiazza di cui parlava poco fa Alessandro capricciosi
Che adesso
Leggera grazie per la collaborazione Patrizia Zappa Mulas
E volevo soltanto insomma contestualizzare un attimo questo questo scritto perché è uno scritto effettivamente inedito nel senso che non è mai stato pubblicato come e a parte appunto alla giornata particolare di oggi
Come testo giornalistico ed è in realtà il testo di una piccola conferenza che miri a finisce nel due mila undici quindi pochi anni fa quando tratto stava già male
All'Auditorium nell'ambito di una iniziativa della Laterza in cui ad alcune persone è ai si componevano delle coppie e ad alcune coppie venivano affidate delle parole da esaminare
A lei e a Remo Bodei appunto una strana coppia venne affidata
E anzi credo che la scelse ero la parola piazza e questo è quello che scrisse Miriam grazie a Patrizia Zappa Mulas
Grazie a voi un leggio centoventinove non esageriamo no va bene okay
Ventitré giugno due mila e undici
Io sono figlia di un'epoca in cui la politica si faceva nelle sezioni
Quando non esisteva la TV e naturalmente non esisteva l'Uepe e comizi si annunciavano il Paese con il banditore un giovanotto che percorreva le strade annunciando che una donna
Allora era un avvenimento avrebbe parlato in piazza
Evitava le donne a scendere per ascoltarla non sempre questo accadeva le donne spesso ascoltavano il comizio nascoste dietro le persiane di casa
Secoli fa
Ma da allora
Io amo la piazza
Dirò dunque subito che a me piace la piazza mi piacciono tutte
Non solo quelle ricche di fonda fontane monumenti come Piazza Navona o la piazza di Siena queste dopotutto piacciono a tutti
Italiani e stranieri
Che fanno chilometri in aereo per venirle a vedere la no a me piacciono tutte le piazze degli otto mila comuni di cui è composta l'Italia
Le piccole piazze senza nome chiuse tra i gradini di una chiesa una stele che ricorda i caduti e un balcone da dove pare che una volta Sissi affacciato Garibaldi
A me piace la piazza
Le prime che ricordo
Con vera e propria commozione
Sono certe piazze dei miserabili Paesi del Fucino darcela no piscina Ortu occhio che all'alba si riempivano di contadini e delle loro donne
Che con i bambini in braccio da lì si muovevano per andare a occupare le terre del principe di Torlonia
E a imporre a un Governo ancora incerto ed esitante la riforma agraria
Che poi grazie alle loro battaglie abbiamo avuto sebbene al di sotto delle aspettative delle necessità
Così ricordo nell'immediato dopoguerra a Genova come a Torino le manifestazioni di piazza degli operai che dopo aver salvato le macchine
Sin trovavano disoccupati e chiedevano un lavoro
E ricordo naturalmente come molti di voi
Le piazze fiammate del sessantotto
Occupate da migliaia di studenti che manifestavano per cambiare l'università e i
E conquistare il diritto di studio per tutti
Ricordo anche con vere e proprie angoscia
Le piazze tragiche
Minacciose
Che alzavano la mano nel segno della P trentotto
E con le dolenti nelle quali si piangeva né si ricordavano le vittime del terrorismo delle stragi i morti della strage di Bologna di Piazza della Loggia Aldo Moro Guido Rossa
Ricordo infine con riconoscenza
Le piazze occupate dalle ragazze dalle donne del movimento femminista che alzavano il cartello per noi i più anziane quasi scandaloso il corpo e mio e lo gestisco io
La storia della Prima Repubblica a ben vedere è in gran parte segnata dalla presenza
Dall'intervento della piazza che talvolta non di rado riesce non solo a incidere sulla vicenda politica ma anche a modificare mi Iliesi ti
Valga per tutti l'esempio della piazza di Reggio Emilia permettetemi rapidamente di
Raccontare quella vicenda per la prima volta nella Repubblica italiana un Governo presieduto dal democristiano Tambroni ottiene la fiducia della Camera grazie i voti determinanti del Movimento Sociale Italiano
Che chiede e ottiene in cambio l'autorizzazione a tenere il suo congresso a Genova
Città medaglia d'oro della Resistenza antifascista in realtà quel congresso non si terrà
Sarà la piazza genovesi
Che lo impedirà
Le cito cita scende in sciopero in piazza De Ferrari si radunano decine di migliaia di persone che reagiscono all'intervento della polizia rovesciando le camionette e disarmante o gli agenti il Congresso dunque non si farà
Ma l'ondata di protesta contro Tambroni partita da Genova dalla piazza di Genova non si placa anzi si estende la polizia interviene con durezza contro tutte le manifestazioni popolari e spara a Licata a Palermo a Catania
L'episodio più drammatico si avrà a Reggio Emilia il sette luglio
Dove la polizia spara ad altezza d'uomo contro una manifestazione pacifica
Cinque giovani restano a terra sono operai
Ovidio franchi lauro Farioli affronto onde lì e migliore Verderi Marino Serri i caduti di Reggio Emilia
Che sfileranno una delle più belle canzoni popolari italiane chiudono la drammatica vicenda del luglio mille novecentosessanta la direzione della DC costringe un riluttante Tambroni
Alle dimissioni tre giorni dopo nasce sotto la presidenza di Fanfani il primo Governo di centrosinistra ha voluto da Aldo Moro allora segretario della Democrazia Cristiana
Una fase della nostra vita politica si chiude è un'altra si apre sotto la spinta e la pressione
Della
Ma la prima piazza che ricordo con emozione avevo appena quattordici anni
è stata quella straordinariamente affollata che esplode in un urlo di fiducia ed entusiasmo quando Mussolini annuncia che l'Italia finalmente ed entra in guerra
Era il giugno mille novecentoquaranta
La ricordo quella piazza perché l'ho vissuta umiliata e preoccupata dato le scelte che era stata cacciata da tutte le scuole del regno così si diceva allora perché nata da una madre ebrea
La piazza può essere infatti ed è stata
Sempre il sostegno delle dittature
Ma la piazza
Helmut
La stessa piazza e tutte le piazze d'Italia che avevano applaudito alla dichiarazione di guerra
Sono tre anni dopo nel luglio del mille novecentoquarantatré
Rovesci era hanno con rabbia dovunque i simboli tecnici
Ma
La piazza
Non è oggi
Nei nostri Paesi l'agorà dell'antica Grecia dove pare ma
Un grande storico come Luciano Canfora ne dubita
Si discutesse dei problemi della città e si prendessero maggioranza le relative decisioni no non lo è
E non può esserlo
La piazza non si identifica con la democrazia
Ma non c'è democrazia
Senza il sostegno della piazza
Un sostegno che fa efficiente
Che si concede e si rifiuta
A seconda delle scelte delle decisioni di chi governa
La democrazia e oggi nel nostro Paese una religione stanno
Ma il disincanto democratico
Può essere rivitalizzato dall'intervento della piazza siamo oggi forse
Esattamente in questa fase
La piazza è un luogo nel quale ognuno smarrisce qualcosa di sì e partecipa di un'identità
Di un sentimento collettivo
La natura dell'identità
Cito questa volta un testo di poteri non è quella di un unico filo quanto piuttosto di una corre
Lentamente pazientemente intrecciata e composta dall'avvolgimento di più uffici lì
Non credo di tradire il pensiero di potesse penso alla piazza come all'uopo uno dei luoghi nel quale le nostre identità si intrecciano
Possono intrecciarsi a formare la corda di un'identità collettiva la piazza dunque
Come il luogo nel quale si forme si definisce nel rapporto con gli altri la nostra identità in continuo divenire
Tutti noi siamo per dirla con Sigmund Baumann
Uomini e donne modulari
Sottoposti è disponibile a continui cambiamenti a seconda delle persone e degli ambienti con i quali entriamo in contatto
La piazza
Che ci confermano i nostri comportamenti
O nelle nostre scelte
Lì e sale
Ci fa sentire più sicuri del contatto con tanti altri che provano in quel momento in quella piazza
Gli stessi sentimenti
Grazie per l'edilizia grazie
Questa aggiornata in realtà non sarà l'unica giornata in cui si parlerà di queste o di Miriam e di altri temi
Ci sarà un'altra giornata importante a questo proposito a Milano
E vorrei che ce ne parlasse Valeria Manieri a Parma a nome anche dell'associazione che insieme a noi a ha promosso
Questo evento e promuoverà quello di Milano a cui anche noi parteciperemo
è l'associazione pari e dispari è molto importante grazie Valeria
Se fa
Intanto volevo ringraziarvi per la vostra presenza così in numerosa che non è scontata in un giorno codesto insomma in cui ognuno ha molto da fare
E volevo anche ringraziare la presenza di Radio radicale che sta seguendo in audio video i nostri nostro evento i nostri lavori
Proprio a Radio Radicale Miriam l'abbiamo ricordato e nel primissimo appuntamento che c'è stato di presentazione dell'associazione Miriam Mafai ha rilasciato la sua ultima intervista
Ed era l'otto marzo immaginatevi voi di che cosa
Può aver
Parlato tra l'altro con me in quella occasione tra l'altro rilasciò quella intervista contro il parere del medico un mese prima della sua nella sua scomparsa
Proprio per questo è nato diciamo la necessità la necessità di noi tutti di ricordare attivamente in modo
Attente propositivo la figura
Di donne di giornalista di Miriam Mafai
Che abbiamo ideato questo questo premio un premio in qualche misura in divenire speriamo anche
Vivace come diceva sarà Scalia l'abbiamo pensato in due tappe quella di oggi che insomma in qualche misura apre e da
Dà notizia di questa di questa iniziativa e che prevederà nella fase conclusiva di questa di questa nostra giornata in questo nostro pomeriggio insieme il Po Ennio
Giornalistico ma ci sarà anche un appuntamento che stiamo organizzando e su cui vi terremo aggiornati previsto per ottobre a Milano in cui la premiazione anche i temi che toccheremo
Saranno più vasti perché toccheranno
In qualche misura
Temi come la presenza delle donne nelle aziende quindi in ambito aziendale ed economico anche il comportamento delle aziende nei confronti delle donne per quanto concerne l'immagine che esse danno con le loro
Pubblicità e qui
Ci riallacciamo tra l'altro un tema che eravamo molto caro anche a Miriam Mafai dell'immagine femminile
Nei media e di un manifesto avevamo fatto qualche tempo fa proprio per una pubblicità responsabile e consapevole sulle donne sottoscritto da numerose aziende
Un'altra parte sarà dedicata proprio alla creatività quindi alle idee più innovative in qualche modo in positivo
Di quello che diciamo bollente in pentola sui temi di di genere una parte conclusiva di quella giornata invece sarà dedicata
Con il coinvolgimento di personalità illustre del mondo della cultura e dello spettacolo proprio
A dei modelli di riferimento che incarni no un po'un'idea di donna oltre gli stereotipi
Solo qualche ultima parola sul fatto che diciamo negli ultimi anni
In cui io ho avuto modo di conoscere di frequentare in qualche modo Miriam Mafai più che mai
Non solo nel nel periodo diciamo femminista
Miriam non ha mai smesso di insistere su
Con articoli interviste ma anche con la sua vicinanza ad alcune battaglie proprio l'Associazione pari e dispari su alcuni temi come in particolare la parte ci azione le donne al mercato del lavoro i soldi ne ricordo uno dei dei primi temi su cui ci siamo incontrate per un quel fare al femminile a proposito della
Della tematica delle pensioni dell'equiparazione le pensioni delle donne
Dell'età pensionabile delle donne tema su cui tra l'altro ma eravamo in una scuola assoluta solitudine perché sembravano aver battaglia brutte Katia invece Miriam ci aveva accompagnato e incoraggiato in questa in questa lotta e anche una strenua una strenua lotta ancora una volta contro gli stereotipi di genere ecco diciamo che questo premio in queste due giornate ci sembra il modo più
Adeguato e forse anche più positivo per riguardare attivamente appunto la figura Di Donna vi attivista e di giornalista di Miriam Mafai vi ringrazio
Grazie Valeria
Ecco adesso è arrivato il punto è stato ricordato questo anche da Valeria che in realtà il tema donne media al potere è un tema che ha sempre sotteso diciamo tutta l'attività pubblica privata di Miriam
Io di questo ma anche del loro rapporto personale commedia ma vorrei che parlassero tre persone che abbiamo invitato qui per diversi motivi
Darei per primo la parola ha una grande amica di Miriam con cui Miriam tra l'altro voglio ricordare questa mezza otto ma lo sa ha fatto una delle ultime
Vacanze più belle della sua vita
Di qui raccontava sempre con assoluto entusiasmo entusiasmo giovanile da ragazzina che Renzo mal sempre contraddistinta dopo Lettieri la parola a Emma Bonino grazie
Grazie grazie a chi ha lavorato ampi a questa questa iniziativa
Ovviamente rivedere il film è un'emozione è veramente la nostra storia
Pure lui magari di generazione un po'diverse ma insomma è veramente non però voglio rifiutarmi di fare l'amarcord anche perché mi real non l'avrebbe voluto e secondo me ci avrebbe sgridato subito
Mi piace pensare ovviamente veniamo da da culture completamente diverse che hanno però trovato un momento lungo lunghi momenti di discussione devo dire non da poco e poi di comprensione
Sui temi dei diritti civili in particolare sui diritti delle donne su cui
Evidentemente lei faceva all'inizio un pochino più fatica ma quando si è convinta era più scatenata di tutte quante diciamo che
Ha avuto una partenza più lenta in qualche modo e poi e poi ci ha molto molto trascinate
Ma mi rifiuto perché io sono convinta che se oggi miriamo fosse qua
Gioverebbe con me
Che oggi per esempio alla Corte costituzionale
Filomena Gallo l'Associazione Luca Coscioni
A discusso e dibattuto l'abrogazione del divieto di fecondazione eterologa altro appunto miliare di quella incredibile legge quaranta
Che ci siamo beccati e su cui abbiamo perso un referendum e e penso che ammiriamo agirebbe con noi io sono sicura che domani la sentenza sarà positiva
E avrebbe gioito mesi fa quando è saltato quell'altra assurdità per cui gli embrioni possono essere solo tre che non si è mai capito perché non cinque non sette non dodici non non so se qualcuno ha tirato a sorte
Così come sulla diagnosi pre-impianto insomma io credo che questa battaglia per esempio che ha scoperto uno strumento che avevamo usato sempre molto poco cioè quello
Giuridico
Noi avevamo fatto con la delle piazze abbiamo fatto quella dei referendum dal
Su questo abbiamo perso finalmente qualcuno ha messo la sua professionalità Elia scoperto la strada giuridica giurisdizionale sia in Italia che internazionale
Io credo che mi Niccol questa è
Sedi potessi dire alla nuova legge averne l'azione che viene Filomena quarant'anni sicuramente come dire le sue radici le ritroviamo tutte e quattro
E le ritroviamo nella libertà e nella responsabilità perché c'è una cosa che ci accomunava sicuramente
Miriamo M. e della assoluta incapacità di pensare alla libertà senza la responsabilità
Una libertà assentare sprona versatilità si chiama licenza che non era nulla a che vedere con quello di cui molto praticata peraltro la licenza
La libertà un po'meno diciamo così
Ma non c'entra proprio niente infine né per essere breve due cose a me piacerebbe questo filmato
Riuscissimo a farlo circolare di più
Ma non è di nuovo per l'amarcord perché
Esattamente quello che abbiamo rivisto e ci deve
E dare forza per andare avanti perché se il mondo un po'l'abbiamo potuto cambiare vuol dire che si può e se si può vuol dire che dobbiamo tentare e che forse troppo ci siamo sedute ad un certo punto
Due sole cose a livello personale dei personale di Miriam innanzitutto miriamo aveva una risata
Fantastica cioè veramente nei momenti più anche più difficili
Io in questo momento non è un po'momento molto facile per me sono sicura che l'avrei chiamate sono sicura che ma avrebbe sgridato e sono sicura che avrebbe reso
Con questa risata
Che era una risata
Diciamo di diviene di cuore di fanghi
Lei rideva tutta cioè non è che
Quando lei rideva rideva tutta Miriam non non è che uno non sa se i piedi ridono ma in qualche modo
Rideva tutta non è che rideva una parte della sulla faccia
E la sua capacità non di ironia quello s'impara no la sua capacità di autoironia che è molto più difficile molto essere ironizza in qualche modo
In qualche modo si impara pure insomma essere autoironici è veramente difficile e normalmente presuppone anche una certa sicurezza disse se no uno difficilmente si prende in giro e difficilmente
Si prospetta
Infine
Sarà l'ha già detto per me non so come non so perché a un certo punto lo trascinata nel Mar Rosso non so perché è successo l'ho non ho idea
In una specie di combinazione assolutamente strampalata che andava dalla mia amica Roberta anni Quaranta appassionata scopa dai vari
A Silvia Fendi non so per quale motivo si trovasse Silvia da quelle parti io Carmela che sta qua e non ai Lastrucci do una che è la sua amica a quella che io chiamo Lastrucci dove si chiama Maria Grazia che l'ho vista qua
E che è una mia amica di di Miriam che al contrario di ieri ma è una che non le va mai bene niente
Cioè
E quindi la chiamavamo l'aspro uccida perché mentre Miriam si fa piacere tutto pure il pesce Napoleone de del grasso Mohammed
E si butta e si mette le pinne avevo ottant'anni ragazze era la più vivace di tutti noi con le pinne sembrava veramente la papera
è e la maschera e e andava andava anche certo punto davvero bello ma eravamo un amico egiziano con noi che la riportate indietro e quella era persa intervistato vediamo l'andazzo
E all'azienda la mattina se n'è andata da visitare il Monastero di Santa Caterina sempre trascinandosi dietro l'espulsione
E posto che io l'avevo già visto venti volte era l'unica cosa di cui mi sono rifiutata ma la sua capacità di mordere la vita era impressionante
E questo mi piacerebbe che
Rimanesse con voi ha infine
L'autonomia sicuramente la vitalità l'Energia
E a curiosità
Era veramente non so l'ultima cosa lutti abbiamo fatto più o meno insieme che le interessava era questa mia attenzione alle donne arabo musulmane
E questa cosa l'appassionava la incuriosiva alla
Ma non come uno sì
Vede se qualcuno l'ozono la intellettualmente cercava di di di capire di vedere
E e di seguire di quindi lei ebrea peraltro quindi con tutta una serie anche di ricordi di versi eccetera eccetera
Io credo che da questo punto di vista
E Miriam è davvero per moltissime di noi credo insostituibile e la REM nulla ci banca e ci manca veramente molto e mi piacerebbe
Che
In qualche modo io so che per esempio parlo perché ci Anna Maria Tarantola la so che sull'idea altra avuti da altri finalmente credo rendiate vivo rendiate al presente e non alla storia
La vita l'opera di Altiero Spinelli
Che spera anche lì qualcuno che non è stato messo in un armadio che invece mai come adesso dovremmo può dire qualcosa a questa Europa persa e sperduta
E davvero se riuscirete a farlo
Per durante la presidenza italiana questa è un'idea aperti
Che ho trovato per tanto tempo e quindi sono grata ma se si potesse fare
Diciamo anche per Myriam eccetera io trovo che
Non è un'operazione amarcord forse è un'operazione per dare qualche base culturale anche alle generazioni più giovani
Che in qualche modo le vedo perse e le vedo sperdute
Forse è smarrita in qualche modo forse noi nella mia generazione se non siamo stati capaci di trasmettere bene
Come dire quello che abbiamo vissuto ottenuto patito Joy ITO non lo so trovo che molte ragazze lo danno per scontato
E soprattutto a danno per scontato che i diritti che hanno ricevuto
Saranno la per sempre non è così i diritti e i valori
Si chiamano valori
Esattamente perché valgono
E valgono la pena dico bene la pena di essere difesi
E che non sono lì per sempre come è scritto ci sono se li facciamo vivere se li curiamo e sia lì li alimentiamo altrimenti ti possiamo anche spot
Sbagliare un bel giorno improvvisamente scoprire che come come non è non ci sono più grazie questo Mirjan ce lo ricorda
In più
Come ricorderete
Quelle che hanno la mia età da queste parti rapporti comunisti radicali non è che erano sempre brillantissime diciamo
Io ricordo durante uno degli ostruzionismi sul decreto Cossiga i pentiti eccetera dalle tre di notte non so parlava Cicciomessere e il compagno di miriamo uscendo disse mi raccomando quando è finito spegne la luce
Cioè questo era un po'diciamo lo l'andazzo
è eppure io miriamo in qualche modo siamo riusciti a per la sua generosità
Ad avere ad esprimere un e a praticare
Una curiosità severa ma rispettosa sulle diversità che avevamo e di questo le sono infinitamente grata
Grazie ma mi ha fatto ricordare Emma l'altra mattina sono andato a trovare la sorella di media mia zia
E le diceva esattamente quei stavo chiacchierando o un po'di consenso margine mi raccontava qualche piccolo come dire orrore
Della della gioventù di quella generazione non si parlava di aborto in modo particolare e io accetto molto il delta
Ma insieme a voi ci avete raccontato troppo poco perché lei non c'avete raccontato di Pino
Di di di quella storia di quell'orrore
Perché questa è una conoscenza che in realtà davvero non io sento che non è stata sufficientemente trasmessa e neanche a noi e quindi neanche da noi alle donne più giovani della del la generazione delle delle trentenni
Comunque come già ci ha detto Emma e come avete visto dal filmato sicuramente forse la vuole più grande di nostra madre è stata credo insomma senz'altro alla politica
E credo che di politica parlasse molto con una mica una grande amica che Valeria Fedeli vicepresidente del Senato grazie Valeria
Grazie io intanto siccome non voglio leggervi perché per emozione avrei preferito leggere tutto ma insomma non è infrequente ne avrebbe già sgridato serie
Leggevo le cose che ho scritto per questo nostro incontro però la cosa che
Tengo molto a dire che io apprezzo molto il fatto che si faccia adesso per non ripetere alcune cose che
Già detto m che condivido io apprezzo molto che si sia fatta questa giornata per Mirjan
Pensando ha un premio giornalistico perché per la mia storia e per il mio rapporto con lei
Ma penso per la storia di tante altre
La sua capacità di stare sempre nella nell'utilizzo dell'appello e della scrittura verso gli articoli dentro al mondo reale ma per sapendolo vedere prima ancora che la politica gode di essa
E prima ancora che poi diventasse nei luoghi della politica una risposto comunque una presa di
Così di posizione di Cosenza lei riusciva descrivere già
I sommovimenti che c'erano quindi io apprezzo davvero tanto
Che si faccia questa cosa che spero di poter diciamo sostenere anche in avanti in questa cosa
La seconda cosa che mi ha molto colpito qui no non so se sarà possibile eccome ma questo filmato che è stato presentato posso dire mi se lo fa per me fino immagino per le nuove generazioni
Che rimette in moto una grandissima forza cioè io faccio i complimenti a chi ha messo insieme
Discorsi immagini musica e queste armi e neanche per la mia via atto autentica
Perché è esattamente non so come siete state capaci siete stati bravissimi tutti sopravvento bene sarebbero state promosse anche a
Da Miriam
Perché a avete esattamente trasmesso la sua grande capacità della sua grande forza cioè la cosa vera che lei ha sempre trasmesso anche io non voglio fare l'amarcord ma è difficile non farlo
è esattamente quello di essere capaci di i di essere forti di provarci di non arrendersi ma anche nello stesso tempo quelli guardare i limiti anche che poteva determinarsi su questo allora io riprendo
Tre cose prima sulla politica poi i due aspetti personali
Sulla politica la sua grande le grandi discussioni che facevo con lei che io arrivavo e ovviamente in genere mettevo in fila sta succedendo questo bisognerebbe fare quest'altro va quindi con una interlocuzione
Passatemi l'espressione
Un po'più ufficiale del dibattito ufficiale che c'era lei riusciva sempre sempre a farmi vedere un altro punto di vista nel senso nello stesso solco democratico innovativo di cambiamento ma lei riusciva sempre diciamo in questa dinamica di mostrarvi
Che le dinamiche che vedevo da un punto di vista della mia responsabilità politica non quella di adesso ma
Quella che avevo prima
Erano appunto una sindacalista italiana ed europea ma lei è riuscita sempre a scuoterlo io che mi consideravo e venivo considerata una
Riformiste innovatrice avanti diciamo aperta di mentalità Lello era comunque non solo di più ma con una grande capacità di lettura degli stessi fenomeni
Politici che affrontavamo molto forte guardate questa cosa vi dico in particolare quando mi è mancato in questo periodo prestare anche al tema di oggi
Io mi sono chiesta cosa avrebbe scritto
Miriam Mafai il giorno che è nato questo nuovo Governo con otto donne giovani
Al Governo con la responsabilità importanti ma descritte mediamente su tutti i quotidiani esattamente come altro posso dire che mi ha mancato tantissime quindi in questo senso un invito alle giovani giornaliste di
Imparare anche se volete noi lo stile la modalità con cui lei stava dentro questa discussione ecco abbiamo avuto un dibattito sui media
Mediamente che si
O si indigna va ma senza accoglierne diciamo tutti gli elementi oppure semplicemente diciamo di
Banale censuro oppure c'è stato anche chi poi lo può dire meglio di me mio nota perché l'abbiamo vissuto indiretta chi diceva ma qual è il problema no grande ironia su tutto
Soprattutto sull'immagine che credo tutti abbiate visto
Della amministra Boschini ovviamente messo su un quotidiano popolare molto diffuso in Germania esattamente falsificato ovviamente quell'immagine il giorno del suo giuramento per diventare ministro ecco
Devo dire che mi sono chiesta con come con quale pende ecco io ho avvertito su questo una grande mancanza
E questo mi richiama ovviamente al fatto che sulla carta stampata in particolare ovviamente non tocco Repubblica in quanto quotidiano però diciamo no nel senso
Però però io questa mancanza l'avverto moltissimo l'avverto perché invece di era proprio capace di cogliere sentimenti migliori che si muovevano ma anche le contraddizioni e con una capacità una lucidità diciamo di immetterle molto
Molto profonde la seconda cosa in cui lo dico perché è stato per me è davvero così proprio perché il dialogo va avanti anche se purtroppo io dette riscosso intellettualmente e culturalmente perché poi lei non c'era dialogare su questo
è stato in contemporanea né immagino cosa non avrebbe detto il giorno in cui nel Parlamento italiano nonostante fosse ed è il Parlamento compiuto nel presente con il Partito Democratico forte anche numericamente
Nel voto segreto è stata bocciata nel voto segreto per responsabilità del mio partito e quindi diciamo anche del partito atti Miria descritte ed era affezionata è stata bocciata
L'affido guardate la dico proprio sette il terzo emendamento persino sul riequilibrio della rappresentanza di genere c'è una cosa di cultura aperta non discriminatoria
Ecco io penso che anche lì quello che è mancato anche qua nella scrittura nel dibattito dei mezzi di comunicazione stato discuterne non so come dire esattamente con la capacità di incrociare sentimenti opinioni
Diffuse larghe in un rapporto che si è dimostrato molto distante tra il Paese reale
E la rappresentanza a politica ecco questi sono un po'gli elementi che mi hanno
Fatto pensare diciamo a che cosa visto che il tema di oggi media donne potere
Che per esempio
Avrebbe secondo me anche commentato invece
Nel suo filone più tipico e più forte il fatto che
Anche per le donne perché lei poi sgridava certi diceva va bene
Hai questa responsabilità ma cosa stai facendo no per cambiare e così via ecco per esempio invece in positivo io penso non solo perché in sala ma perché ha fatto una cosa straordinaria
Non più di un mese fa credo
Cosa avrebbe invece sostenuto e
A interloquito con alla nuova Presidente della RAI e che esattamente nel luogo di responsabilità il cui arrivata fatto una cosa che nella RAI non era mai capitata
Due giornate non nazionali internazionali e discussione sui cambiamenti di linguaggi gli stereotipi di cultura di obiettivi sul cambiamento e quant'è questo
Devo dire anche qui ma perché cito le due cose diciamo tra virgolette
In negativo è un'altra in positivo perché comunque non c'è nel dibattito pubblico questa discussione non in questo modo non in un po'una capacità di
Creare queste condizioni quindi in questo senso
Non voglio fare l'amarcord ma mi auguro che le nuove generazioni che cominciamo a premiare da oggi a stimolare anche nelle altre iniziative però riprendano un po'un filone di conoscenza
E anche che non ne nascano altri insomma che imparino con questa bella penna ad essere queste protagoniste su questo
Due ricordi personali uno diciamo Air personale politico che esattamente io c'ero al dibattito con lei l'ultimo dibattito che lei ha fatto purtroppo prima di andare in ospedale e poi
Da non esserci più che è stato quando lei ha tenuto una un confronto una lezione un discorso alcol al primo corso di formazione di giovani donne del Partito Democratico
Prima di lei aveva parlato una giovane costituzionalista assolutamente che si era laureata con tantissimi voti bravissima
Questa fa tutto il suo discorso sulle donne la Costituzione e così via interviene dopo di lei Miriam la massacra in tre secondi
C'è una cosa che tu dici però lo fa dessero e mandata di allora lo ha fatto ovviamente io ho usato una parola impropria che lei non avrebbe mai utilizzato ma nel senso che con la sua modalità invece
Di capacità intelligenti ero amica mai aggressiva di dire le cose però ovviamente le ha praticamente detto
Che quella parte della Costituzione che lei doveva commentare che poi erano i famosi articoli che si dice delle donne ma sono quelli che poi hanno cambiato
La cultura in generale di un Paese erano invece frutto di che cosa della determinazione della tenace non di tante donne ma di un gruppo di donne di culture diverse insomma gli ha fatto tutta una spiegazione assolutamente
Vero è giusta ma introducendo anche lì
Rispetto ad una giovane
Un elemento diciamo non di siccome sei giovane perché ve lo ricordo perché a me ha colpito perché non ha fatto l'atteggiamento ma perno o
Paternali Stano dicendo va beh siccome sei giovane non ti dico niente no ma prendendo la subito come interlocutrice quindi
Nella sua modalità di relazione era sempre stimolante non ti lasciava mai dove ti trovava diciamo e contribuiva a creare un dialogo vero ed effettivo e con questo secondo me è una delle cose più belle
Per meno a me per la mia attività e per il mio rapporto con
E creo quel nuovo Genazzano delle cose che mi è piaciuto di più
L'ultima personale io devo sempre dire perché guardate per me è stata stop grande amore di rapporto con lei mio verso di lei
Che però alla fine delle nostre grandi chiacchierate oppure di quando facevamo l'ultimo dell'anno insieme insieme anche
A Maria Grazia
A Michele Magno e alla moglie
Lei però ogni volta che finiva di discutere come di parlare con me di essere carina affettuosa di dirmi anche delle cose bellissime
Poi la fine mi diceva comunque ti deve essere sempre chiaro io preferisco tuo marito a te che mi piace tanto
Che era
E no ma lo dico perché fatta metti Francesco ovviamente un suo amico ma era anche qua la sua modalità quasi di
Perché Nieri venuto in mente le
Loro me l'hanno già sentito timonieri venuto in mente per la sua modalità anche con cui esprime i sentimenti e c'è un momento in cui
Tue entri in una relazione molto profonda poi
No come direttive di baciare quando finisce questo questo livello di
Gli appalti dicevano però io preferisco tuo marito ci so
E finiva sempre in questo modo che era anche un'altra modalità per farti ritornare più
Ci sono più dentro ad una dinamica
E però nello stesso tempo di avere un livello di autonomia oltre che di drammatizzare sempre tutto perché una come me che tende ad essere molto
Diciamo così come direbbe anche ma son pronti padre no ecco
Allora lei c'era un momento in cui con questa dinamica dice va beh adesso fermati facciamo un'altra cosa vediamo cose più divertenti parliamo d'amore parliamo di sesso parliamo d'altro anzi proposito dimmi l'ultima che hai conosciuto legata alle persone che frequenti ma in realtà non era interessa quello
Ma era una capacità secondo me di muovere dentro le relazioni
Anche una grande capacità di far ritornare dentro tra molto più Ottone indipendente in questo senso io riconosco moltissimo
In Emilia una cosa che mi ha molto dato che la capacità di tenere insieme libertà e autonomia soggettiva guardate che credo che sia quella sua grande
Caratteristica che mi ha molto
Qui manca molto e che mi ha dato molto grazie
Grazie sì sì lo avvisiamo visto che è arrivata la padrona di casa Giovanna Melandri che poi dice ce lo farà un saluto dopo otto attuata grazie quell'altro
Allora voglio dire che tra le punto tre aveva accennato qualcosa adesso Valeria tarare il caratteristiche di Milan c'era anche questa sua fatale attrazione
Come dire di amicale naturalmente e affettive intellettuale perché per le ragazze giovani ecco grande abbia
Alle rape un po'coccolate un pozzo ma lei si divertiva moltissimo a frequentare donne più giovani di lei che in qualche modo le
Le aprivano diciamo un'altra un'altra finestra sul bordo sulle cose era molto
Molto curiosa molto interessata a loro e credo che loro lo sentissero lo sentissero molto presto che io ho sempre chiamato un po'abbatter nasce sbagliando perché in realtà non considerando che si trattava esattamente di questo
Perché era un are Lamis sembra di poter dire vedendo affari che fu sulla relazione assolutamente paritaria
In cui lei dava e prendeva nella nella stessa misura però di questo vorrei che ci parlasse
E merita Merlino grazie giornalista della setta
Allora
Buon pomeriggio sono ovviamente è un po'emozionata di essere qui sono ringrazio molto fare Luciano perché io al contrario di Emma e di Valeria non è che avessi un rapporto di lunga data alcun Miriam
Non ho diviso con lei pezzi di vita però ha ragione sarà c'era una c'era stata fra noi due un'attrazione fatale cioè io la trovavo una donna mi piaceva moltissimo la trovavo
Spiritosa intelligente divertente mai retorica amavo molto la sua voce la veti da Mori sentita oggi da una voce
Strepitosa ed è una risata ragione emergeva che era
Era quasi esagerata scoppiano a ridere rideva di Busto rideva di tutto rideva di seri prima degli altri mi sfotteva molto tempo a me
Poco Mema mi sfotteva per i miei tacchi sempre troppo gli piaceva ma perché da mi diceva sempre costi partiva per i diciamo però
Se altri può emettere
Mi sfotteva Perrelli mio essere Mamma chioccia come fine ma quale e moglie di un calabrese quindi ci ha detto sì beh abbiamo fatto la rivoluzione per voi e tosta Elia fa la mamma portarli avanti e indietro li accompagna con quel calabrese sempre di cattivo MOT cioè
Faceva tutte
Mi diceva tutte le case fai vedere anche
E e però la cosa che io trovo tanta straordinaria di Miriam
Che pone nostro mestiere c'è pochissimo cioè io tra le tutte le mie colleghe tante che frequento le vedo definirne qualcuna mica faccio fatica a Milano e un'amica nel senso più
Profumato di questo termine no nel senso che era una donna che aveva sempre la mano tesa era generosa aveva sempre voglio insegnarci qualcosa di spiegarti qualcosa ti incoraggiava era curiosa ha ragione
Ha ragione Valeria puramente faceva tre mila domande voleva sapere del mio lavoro anche cose Chicco le
Certo punto volevo farle onerando intervista per La sette facevo un programma all'epoca semi notturno
Che si chiamava effetto domino mica tanto
Ti mandano sempre di notte ma forse perché sei troppo bravo intimando la mano orario decente ha già dato questo sfottò tra i tanti
E ci vedemmo molte volte del parlare di questi intervista io lessi tantissime sue cose
Quel libro stupendo vera pane nero
Non quell'altro sul sul miracolo economico in cui devo dire che se non libro meraviglioso perché infatti fa pensare che ce la possiamo fare anche questa volta non ce l'abbiamo fatta allora
è un po'è un libro ottimista e le facciate racconti meravigliosi quei capitoli quel signore che inventa la la lavatrice perché c'è il figlio in America insomma
Stupendo e parlammo molto di questa intervista PAI purtroppo la malattia fu più veloce di noi quindi fa prendevo un pari appuntamenti due volte le non stava bene non riuscimmo
A portarla a termine per me è stato un grande rammarico perché ero convinta che sarebbe venuta
Molto bene anche perché appunto lei sulle donne anche sul tema delle donne secondo me era una straordinaria perché era
Nella retorica non aveva nessuna di quelle cose l'armamentario
Femminili femminista che infatti diceva adesso sala le generazioni secondo me io mirata tramonto quarantacinque anni differenza
Però io parlavo con una ragazzina parlavo una coetanea parte che lo era anni negli occhi è appunto nella voce nella risata
Allora proprio moderna non ci aveva non c'era mai un nel suo racconto delle cose nulla di di un'altra generazione cono la sentiti mai un'altra generazione
Abbiamo visto quel pezzo stupendo con Serena Dandini quando dice
Piglia la pillola
Sconta e non fare di insomma è ancora così era così
E e anche sulle donne appunto si arrabbiava si arrabbiava che questo Paese un Paese come ha detto giustamente l'altro giorno intervista Christine Lagarde un Paese che non incoraggiare donne un paese che
Qui lavorano soltanto sette per cento delle donne non certo perché non hanno voglia di lavorare come abbiamo detto più volte anche ad incontri il pari o dispari ma perché fanno altri cinquanta lavori non sono secondi fini ridotto da sole se vuole genitori anziani tutto da sole
E su questo e sarà Biava naturalmente perché ecco mi diceva sempre che la mia generazione a proposito dei diritti che bisogna riconquista arsi continuamente la mia generazione era assolutamente convinta di avere già tutto di aver già
Somma
Di averle già dentro quei diritti acquisiti in qualche modo e invece non era così perché ha primo perché eravamo state molto fregate nuda mio genero e ne convinti di poter avere tutto i figli lavoro l'amore la carriera e invece poi questa cosa la pagavi sempre terribilmente lo sappiamo tutte così
Perché insomma nessuna riesce a
Ad avere tutto senza poi invece fare dei sacrifici enormi dover spesso
Rinunciare a quando mi chiami dice quella frase dodici nell'intervista sono stato una madre distratto io mi ricordo al matrimonio di suo figlio ma di un'ora di Milano sedemmo vicine e a un certo punto lei mi disse questa frase insomma ripeteva spesso messa io sono stato una madre
Pessima ero distratta lo sempre ritardo non riusciva a fare le cose che mi figli
Una nonna così così ma una bisnonna strepitosa daccapo anche quella trovare una casa molto intelligente perché per esso sia vero penso che mia madre per esempio l'avrà fatto meglio la nonna che la mamma perché quando poi vive in prima persona la vita fino in fondo gli anni in cui ai bambini piccoli sarà anche anni in cui fare più cose e quindi rischi vinto
Andare di fretta in Sala legni fini che voglio dirvi mi buttava terre telefonino perché giustamente tutte le volte che stavo con loro parlavo al telefono gravata rimandava in atti quindi anche in questo lei era molto molto vera ecco non ce l'ha mai
Non era non era mai stereotipata aveva sempre una una visione delle cose
Sommando appunto una sorta di permanente modernità io tutte le volte che ne parlavo e poi c'è il tema della politica nel senso che io credo ho letto un bel pezzo di Maria Teresa Meli su questo credo che chiunque di noi
Faccio questo mestiere faccia faccia giornalismo chi sulla carta stampata che in televisione come messi trova tutti i giorni a raccontare
Le cose che stiamo vivendo la fase politica beh mi chiama ci manca molto perché aveva sempre ha un suo sguardo originale sulle cose
Aveva sempre
Ha ragione Valeria quando dice che sono di qualunque cosa parla di con lei poi ci dava sempre una
Una visione in più mi ricordo anche Giovanna meno raccontava sempre negli anni della politica attiva che sa parlare con Miller era momenti no di check no sulle cose che avevi fatto io non so ma avrebbe visto questa fase politica o avrebbe visto l'avvento di Renzi ma avrebbe visto il suo partito
Così impazzito negli ultimi tempi insomma è una cosa che mi incuriosisce moltissimo sentire la sua opinione su tutto questo sono sicura come diceva vedere sarebbe
Sarebbe sarebbe incazzata da morire su quello che è successo in Parlamento alla Camera su un sul problema diciamo della
Le pari opportunità diciamo le liste che sono tuttora bloccate quindi se non metti un capolista femmina è uno maschio insomma e voglia di cinquanta per cento strumenti maschi in testa
Le donne saranno lette meno dei maschi questo è palese penso che però Miramare da molto contato sull'azione al Senato di varie fedeli che insomma adesso da fare una battaglia pazzesca vere
Per passare qualcosa di meglio al Senato su quel fronte e e penso che
Che lei però non era mai distruttiva cioè aveva sempre era era molto critica abbia un più anche con l'ultima battuta no quando diceva insomma il caos
Non nasce niente la casa è vera critica era
Però parimente dice una cosa durissima tremenda
Poi appunto scoppiava nella sua
Meravigliosa risata ci dava la sensazione che domani poteva essere meglio meglio di oggi
E quindi rete sono molto contenta di essere qui anche se insomma mi sento veramente molto molto poca poca cosa rispetto al Milan spreco nel mio piccolo per quello che potrò nel mio mestiere questo complicato lavoro che fare la televisione
Proverò a a far tesoro della concretezza più che altro di Mila perché mica ma non aveva mai nella ma è una che esprimeva
Ideale astratti era molto concreta ieri abbiamo fatto una cosa al Senato con Valeria con una donna molto interessante che Fiona Wolf che l'allora meglio cioè il la caparra sti di Londra
E questa signora ha citato una frase di Madeleine Albright che ho trovato bellissima che dice che c'è un posto speciale all'inferno per le donne che non aiutano le altre donne
è il punto le donne che arrivano ai vertici devono mandar giù un ascensore vuote far salire altre donne se ognuno di voi più che di me perché insomma io sono ancora molto lontano dei vertici però ognuno di voi lo facciate appunto anch'io ho molte speranze ma in Anna Maria Tarantola perché penso davvero che se uno arriva con una visione
Femminile intelligente nella stanza dei bottoni questa roba qui cambia le cose penso che
Miriam ma non credesse nel Paradiso ma che certamente in quella zona speciale dell'inferno non ci sarebbe mai andata
Perché lei le donne le aiutava a amava dare una mano alle donne giovani intelligenti perché mi piacevano a tutti poi appunto se non le piaceva dev'essere terribile ma se le piacevi letti tendeva sempre la mano grazie
Allora siccome adesso ci sono due
Insomma neanche io voglio andare in quel posto speciale ci sono delle ragazze giovani brillanti
Che aspettando generale la riconsegna di più sotto premio di questo premio giornalisti e credo che veramente non non si aspettassero
Che siamo molto felici di darle lì per loro e però prima di questo ha chiesto di dire una parola a Giulia Mafai che è la sorella di Miriam e naturalmente gliela diamo
Insomma le foreste
No sono felice e vi ringrazio tutte
Il documentario che abbiamo visto è molto bello
Le parole che tutti voi avete detto sono state
Più che straordinarie sono state direi con le maiuscole di e R e tesi eppure devo dirlo una cosa sola
Questa è Miriam
Io vorrei che oggi per un attimo facessimo uno maggio
A tutte le migliaia
Grazie
Ecco a questo punto e dare la parola grazie dare la parola a Beatrice Curci segretario della STU o no direttori e vedere cosa dice Brian Eno sei sia rilevabile dalle secondo badate la sublagunare allora dalla porta valichi della giornata progetti
Beh intanto grazie grazie a Sara Scalia Luciano Scalia all'Associazione Miriam Mafai a Valeria con l'Associazione pari e dispari
Beh come sindacato dei giornalisti visto che miri a mera scritta l'Associazione stampa romana e come ha ricordato il Presidente è stata la nostra Presidente federale
Beh non pensare a dedicarle un premio ci sembra veramente una cosa anomala e quindi è nata quest'idea questo premio nasce nell'al secondo anno della scomparsa di Miriam ma sarà un premio permanente
Perché se è vero quello che spesso la collega
Natalia Marra seduta in sala dice siamo un Paese in cui siamo più penne che carta perché in questo questo questo mestiere lo fanno un po'in tanti però ci sono alcune penne che vale la pena sostenere
C'abbiamo provato ci sono state tantissime le colleghe che hanno partecipato
Abbiamo anche discusso molto ma facciamo al di sotto dei quaranta eccetera beh insomma poi abbiamo messo questa da Dellai cara trentacinque anni
E all'inizio abbiamo pensato ma chissà quanti ne arriveranno non ne arriveranno e invece come il mestiere del giornalista insegna visto e Cavour diceva che
Nostro limita la fretta negli ultimi giorni sono arrivati
Una montagna di articoli quindi la giuria si è spesa molto abbiamo letto di notte perché ognuno fa il proprio lavoro
Ovviamente per chi non lo sa il premio è stato diviso in una categoria giornalista è un'altra gliele delle scuole di giornalismo hanno vinto due giovani colleghe under trentacinque ovviamente
E devo dire anche con un giudizio unanime
Prima comunque di programmare le vincitrici dargli le motivazioni eccetera permettetemi i ringraziamenti i ringraziamenti al nostro Segretario Paolo Butturini
Che in che in sala e che insieme a noi insomma ci ha messo tanto tanto lavoro
E poi a un l'edizione ensemble adesso nel caso editrice di giovanissimi
Che hanno poi di editato un libricino un pamphlet di Miriam che verrà diverrà consegnato al momento in cui vi prenderemo
Dove Miriam anticipava molte ore lontano mille novecentottantasette quello che era e che è diventato poi il nostro mestiere
E quindi fatelo opportuna delle intasca vi aiuterà molto in in questo cammino e poi a persone idee che è stata accanto a noi anche perché sapete è un'organizzazione non governativa che comunque sostiene le donne
Quindi al di là di tutte le motivazioni che poi leggeremo adesso io chiamerò la giuria qui perché tutti quanti devono venirvi
A premiare
Io mi auguro una cosa io mica me lo conosciuta l'ho conosciuta nel lontano ottantaquattro due parole inc chiunque l'abbia ricordato allontano degli amarcord sono state
Due aggettivi che la caratterizzano questa risata dirompente e la curiosità voi che avete partecipato al premio avete visto la frase ed era proprio legato alla curiosità da io l'augurio da parte mia che vi posso fare e che la risata la la vitalità la curiosità di Miriam e la penna di Miriam Ricontati grazie
Vorrei colleghi della giuria
Sono seduti in sala visto Maria dalla stampa tutti tutti perché lo dobbiamo dare tutti insieme il al premio
Ecco reciproca il criterio rende tutti quelli che ci sono
Cioè la
Ragazzi cioè
Difensori va
Allora il premio per la Sezione giornaliste va a Francesca Esposito
Con l'articolo pubblicato sul Corriere punto it viaggio negli ultimi cinema porno vermiglia ma nel leggere questo articolo si sarebbe
Invertita tantissimo adesso ti leggiamo le motivazioni
Poi magari qualcuno fa diciamo così Maria Teresa visto che è pubblicato dal Corriere viaria appositamente
Per con
No no nessuno di noi sa diceva
Vedi questo è il libricino di cui dicevo
Peraltro
Alla la motivazione originalità nella scelta delle della notizia incipit efficace ritmo narrativo che accompagna il lettore con una scrittura di ieri ed ironica assenso dell'inchiesta
Dall'altra lo vedete voi
Ovviamente
L'assegno di tre mila mila euro brava
Assolutamente
Rubo due minuti ringrazio ovviamente tutti perché questa mi sembra una festa meravigliosa piena di di rosso devo dire ho notato rosso ovunque
Quindi
Troppo lo spirito militante P.A.I. davvero davvero una festa perché i ricordi sommaria la voglia anche di
E cercare di cambiare un po'la situazione faccio una breve digressione cioè volevo raccontare come un po'nato questo articolo che sovviene interagire alla letto e
Mi sembra abbastanza ovvio
Però perché ho fatto davvero molta fatica ha pubblicato e qui si apre poi un discorso sul giornalismo e sulla sull'essere donna essere giornalista oggi perché e appunto reportage se cinema porno di di Roma e di Milano estensione andata con somma tutti che ti guardano che fa interviste eccetera eccetera poi tante varie storie per cui anche
Una una vera e propria taglia ma soprattutto la battaglia è stata quella di cercare di pubblicare questo articolo perché io ho mandato davvero tantissime redazioni o con combattuto io per questo che
Sono onorata di di di essere qui e Miriam Mafai viene ad avere un grande onore
Però è davvero stato una battaglia perché il giornalismo di oggi è questo fare la freelance è questo io vedo molti i voti sono un po'sfiduciati nel
Nelle nuove generazioni avete prato di nuove generazioni ma voi non non dovete avere paura perché noi siamo siamo donne forti siamo
Cioè io
Avesse mezzi mezzi o anche fatta la cameriera perché poi non ti pagano ti pagano di Coriano ha pagato dopo senesi per quindi doppiamente è così io lo so che così la situazione però dobbiamo
Davvero si è parlato anche di responsabilità qui dobbiamo prenderci ognuno se la prenda le proprie responsabilità me le prendo io perché quando faccio le domande quando le scrivo alcune le scrivo altre me le tengo per me perché poi c'è tutta un'etica del giornalismo particolare
Però dovete prendervela anche voi quindi l'ascensore di cui si parlava prima
Fatecelo chiamare fateci pigiare il pulsante perché le vogliamo salire fateci lavorare perché abbia abbiamo veramente voglia e siamo
Delle guerriere io certezza che più di così non
Trasferire quindi era ad approfittarne riforma comunque entro il trentuno ma sta scherzando vogliamo
Ex ante volevo dedicare poi questo premio male in essere alla gemella
Che sarà mi ha sempre appoggiato e somma comunque è sempre la festa dell'Amore qui questa una tatuaggi grazie basta perché se no
è infatti in questa giuria abbiamo scelto una giornata giovanissima freelance Custer Cassano che con le sue inchieste ha fatto chiudere
Un comune per mafia e credo che quando un pezzo attaccato cinque euro
Rischiando querele costantemente e poi insomma comunque affianca già
Anche brava Ester perché con ventitré anni sono veramente pochi
Invece per la Sezione allieve viene premiata Rosita fattore
Nelle scuole di giornalismo
Luciano
Premi alla tu
La
Motivazione
Originalità nel trattare la notizia di cronaca e dalla quale emerge anche un intero spaccato sociale scrittura narrativa priva di retorica capace di coinvolgere il lettore dal principio alla fine brava
Assegno
L'ordine e grado valutare
Vedi
A me sarà velocissima prima di tutto al grazie per aver avuto il coraggio di mettere ma fai al fattore nella stessa targa
Che entrano a far
Fai grazie ai figli e hanno scelto di condividere l'eredità di miglia me non era del tutto scontato quindi grazie e poi un aneddoto
Quando no mi sono chiesta come scrivere questa notizia che avevo già trovato
Mi sono andato a leggere la storia di mia ma è soprattutto i suoi articoli io visto che c'erano i fatti in quegli articoli c'erano
C'erano le persone si erano inclini non c'erano mai dei giudizi traccerà per la storia di quelle persone
E quindi ha scritto cercando di riprodurre la storia nella persona di cui raccontavo e quindi credo che quella che ama Bonino prima definito la capacità di mordere la vita che arriva Amiga ma
Si sta contagiando a prescindere dal tempo anche grazie a questo premio
Grazie a tutti i giurati che hanno lavorato molto che si sono resi disponibili ma permettetemi un grazie particolare che va la nostra vicedirettrice giusti Scalia
Per cui ha dato una grande mano credetemi solo nel preparare tutto il materiale e muoversi su questo non è una cosa semplice quindi grazie giusti
Il passo il microfono che non è nostra fare
Persone un'omonimia
Allora grazie a tutti voi ci tenevo particolarmente che la padrona di casa a Giovanna Melandri ci facesse un saluto la ringraziamo ancora
No ma io
Diciamo voglio semplicemente dire due parole così per chiudere questa festa intanto una una cosa proprio dal cuore grazie a Sahara e a Luciano perché
Si sono fatti carico dire
Appunto tenere viva questa questa meravigliosa Energia e quindi non solo nel primo vi voglio ringraziare ma penso che dobbiamo tutti e tutte
Continuare a sostenere a sostenere la fondazione ad aiutarli non ce lo dimentichiamo insomma di
Anche questo può contribuire a far salire e scendere quell'ascensore no
Io vorrei dire due cose anche di di di ricordo molto personale di Miriam che non ho sentito anche se mi scuso sono arrivata tardi allora pura un alla traggo proprio dalla
Dall'esperienza politica condivisa con lei adesso che guardo un po'da fuori questo mondo tanto più secondo me a un
Estremo valore c'è Miriam era severissima
Era aveva le sue idee molto chiare per esempio sulle riforme istituzionali e a questo stato una delle grandi terreni di confronto e di incontro con Miriam io personalmente ho incontrato Miriam
Politicamente su quel terreno vedo qui Claudia Mancina ed contante abbiamo
Condiviso con lei quella questione questione irrisolta ancora oggi
Però che cosa aveva miliardi l'avete detto in altri modi cosa aveva Milan di veramente assolutamente unico
Che lei poteva anche parlare della assetto istituzionale e costituzionale di questo Paese ma cominciano a dalle persone che l'ha detto una delle due ragazze che ha vinto il premio c'è
Cominciamo dalla lista delle persone dalla proiezione della vita delle persone
Le chiacchiere che io avuto il grandissimo privilegio di poter fare con lei tutti i giorni seduta accanto a lei sul banco della Camera partivano sempre da
Da fatti da da dipenda una dimensione però pro concretissima
Quasi banali no cioè che cosa che aveva detto il lattaio la mattina e che cosa il suo rapporto col parrucchiere c'era ce era una una un nutrimento diciamo di fatti di episodi che poi lei portava nelle scelte della politica e nelle scelte anche
Quelle più complicate quelle che riguardavano
A
Secche appunto istituzionali costituzionali
L'episodio che voglio raccontare questo sempre con un Claudia minimo in una stagione un sommario di un po'di anni fa a un certo punto e altre donne Franca Chiaromonte che voglio salutare che qui con noi oggi
Fulvia Bandoli ed altre avevamo
C'eravamo incamminate in questo percorso di indagine sui temi della bioetica e a un certo punto decidiamo di costruire un'associazione che
Si chiamava Madre provetta
Siamo nel novantacinque novantacinque novantasei
Non c'era traccia di una legge sulla fecondazione artificiale atti devo dire che adesso possiamo del poi mi verrebbe da dire forse meglio per quello che è successo dopo
C'era il far west e vi ricordate questo tema il far west e a un certo punto ci incontriamo la sera per decidere di fondare l'associazione mi chiamerà una delle soci fondatrici anzi Mirjan si prestò una sua casa
La la alla sede dell'associazione Madre provetta era una casa di Milan dietro Piazza Indipendenza giusto
E quindi lei diciamo conferiti in patrimonio per la nascita della fondazione della dell'associazione sono certo punto parlavamo eterologa omologa un certo punto e si parlava una sera della fecondazione
No della dell'utero in affitto allora lei li ha un certo punto mi ricordo ancora non so Claudio se ricordi questo episodio ma mi disse
Di assoluti se no
No questo non me lo chiedete
Io però in affitto no c'è fino a qui dopodiché però cosa fece
Perché si cercava di capire trova dov'era il confine dell'esito dell'illecito del giusto dell'ingiusto a un certo punto lei mi disse ma tu riconosci una che l'ha fatto
Di nuovo la persona l'esperienza alla pratica ne conosci una io non ne conoscevo nessuna però mi ricordo che ci
Adoperiamo per
Aprire un comma conversazione con una donna eccetera eccetera eccetera conosciuta quella persona anche Miriam pure su questo cambia idea questa era Miriam
Benissimo allora mai vi ringraziamo ancora tutti tutte e tutti ci diamo appuntamento a Milano al prossimo appuntamento che c'era
Indicato indicato Valeria grazie ancora e il sostegno dell'associazione sostenere il sito di Repubblica ma fare un ticket grazie
Grazie cacciare a France insomma