04MAG2014
dibattiti

Lavoro per ricostruire l'Italia

DIBATTITO | RIMINI - 19:00. Durata: 1 ora 8 min

Player
Nell'ambito delle "Giornate del Lavoro" promosse dalla Cgil.

Registrazione audio del dibattito dal titolo "Lavoro per ricostruire l'Italia", registrato a Rimini domenica 4 maggio 2014 alle 19:00.

Dibattito organizzato da Confederazione Generale Italiana del Lavoro.

Sono intervenuti: Serena Sorrentino (segretario confederale CGIL), Monica Poggio (direttore Risorse Umane Bayer Italia), Tito Boeri (responsabile Scientifico del Festival dell’Economia di Trento), Filippo Taddei (responsabile economico del Partito Democratico), Giuliano Poletti (ministro del Lavoro e delle Politiche sociali), Dario
Laruffa (giornalista Rai Tg 2).

Tra gli argomenti discussi: Ammortizzatori Sociali, Apprendistato, Bayer, Camusso, Cassa Integrazione, Cgil, Cultura, Disoccupazione, Economia, Europa, Farmacia, Finanza, Finanza Pubblica, Flessibilita', Formazione, Giovani, Governo, Importazione, Indennita', Industria, Istruzione, Lavoro, Mercato, Occupazione, Partito Democratico, Pil, Politica, Precari, Ricerca, Riforme, Sanzioni, Scuola, Sindacato, Spagna, Spesa Pubblica, Turismo, Welfare.

La registrazione audio di questo dibatto ha una durata di 1 ora e 8 minuti.

leggi tutto

riduci

19:00

Scheda a cura di

Fabio Arena
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Basterebbe vedere
Tanto vituperato più bella però ha avuto una funzione in questi anni tra l'altro ha fatto degli studi anche abbastanza interessante su quelli che sono
Gli andamenti del mercato del lavoro nel periodo di crisi
Per la caduta del PIL che noi abbiamo conosciuto nel nostro Paese avremmo dovuto avere una precipitazione ancora più forte dell'occupazione perché non c'è stata
Perché la ridistribuzione dell'orario del lavoro e gli accordi sugli ammortizzatori sociali hanno sostanzialmente protetto un milione di posti di lavoro quindi dircelo rosso realmente sembra che abbia un'isola il sindacato ha un ha avuto una funzione difensiva
Ma dimostra anche di non conoscere qual è l'evoluzione delle relazioni industriali anche
In tempi recentissimi quali sono i tentativi di rinnovamento che il sindacato sta facendo non soltanto delle forme di rappresentanza che è quello su cui la politica
Ha molta più attenzione ma anche proprio sulla funzione della contrattazione come strumento che mettiamo a disposizione
Anche di un progetto di crescita e di rilancio del Paese a proposito di relazioni in questo caso non relazione industriale cioè non relazioni con la vostra controparte imprenditoriale ma col col Governo c'è la Enzo azione ha sorpreso che o perlomeno lei ha la sensazione che il Governo questo Governo il Presidente del Consiglio possa rivedervi poco rilevanti penso leggo per esempio oggi su quella sera
Il il
L'onorevole non è onorevole il Sindaco Matteo Renzi adesso Presidente del Consiglio che che dice bensì certi sindacati disavanzi ascoltiamoci parliamo però non mi farò affermare dei sindacati
Lei ha la sensazione che lei pensa che di consideri poco rilevanti
Come si considera io non lo so perché non glielo ha mai chiesto se volesse risponderci magari acquisiamo anche qualche elemento di sostanza in più rispetto al
Acché concezione all'UPI del sindacato io mi permetterei semplicemente edili che il potere del sindacato è dato dalla rappresentanza delle lavoratrici e dei lavoratori quindi
Non si può non tenere in considerazione il fatto che noi rappresentiamo non solo interessi ma anche
L'interesse generale di un pezzo consistente della popolazione italiana
Solo la CGIL a circa sei milioni di iscritti
Dichiarare Michele avanza di un un soggetto sociale che ha una rappresentanza così forte radicata nel territorio
Forse
è una leggerezza che uno non si aspetta da la prima carica dello Stato sia dal Presidente del Consiglio ferma rimanendo il fatto che lei potrà parlare quando voi quando vuole disciplinatamente chiude con una domanda al ministro Poletti
Alla quale il ministro volete rispondere immediatamente

Presa bene dal ministro come secondo lui il decreto che è stato approvato e il disegno di legge delega sono strumenti che diminuiscono e contrastano la precarietà nel nostro Paese
E invece non saranno tristemente purtroppo per noi strumenti che non faranno altro che ulteriormente deregolamentare quel mercato del lavoro incidendo prove
Tra parentesi sui due istituti
Un po'più tutelanti nei confronti dei lavoratori che noi abbiamo che sono proprio l'apprendistato il contratto a termine visto che già oggi i contratti a termine rappresentano il settanta per cento delle nuove attivazioni
E che suo tre milioni di attivazione dell'ultimo trimestre circa un milione e mezzo avuto una durata sotto i quattro giorni vorrei capire che necessità c'era di intervenire proprio esattamente liberalizzando
Che necessità c'era
In materia sono preparato
Se non sia il ministro appunto
La risposta a parte rispetto
Al
Rispetto alla
Tesi
Scusa
La prima domanda che dovremmo farci insieme
Appunto siccome
Né gli avviamenti il settanta per cento sono avviamenti contratto a termine
Non c'era e non c'è nessun bisogno di
Liberalizzazione
C'è bisogno di qualcosa di diverso e con l'abbiamo fatto noi esattamente qualcosa di diverso perché ha prodotto attraverso la possibilità
Nell'arco dei trentasei mesi attraverso la
Proroga agilità la possibilità di stabilizzare
Almeno per il periodo di trentasei mesi
Una persona su una posizione di lavoro
Se noi guardiamo i numeri i numeri ci dicono che c'è stata un'impennata sugli avviamenti anche in forza del fatto
Che sulla stessa posizione di lavoro ci sono replicate presenze di
Persone diverse
Quindi c'è un tema
Che riguarda la durata dei contratti a termine che peraltro sono molto diverse per ragioni molto diverse barca per cause motivazione molto diverse quindi
Questo tipo di scelta guardava da una parte alla possibilità di prolungare
La presenza dalla stessa persona
Nella stessa posizione
E in secondo luogo
Quella della causale cioè
Di una situazione per la quale
Si è
Sistematicamente
Presentato una condizione di ricorso
Alla
Giustizia del lavoro perché
E questo è un elemento
Difficile da gestire problematico
Noi abbiamo pensato di intervenire su questo versante così come abbiamo pensato interviene sul versante dell'apprendistato a fronte anche qui di un numero
Dopo l'intervento della ultima regolazione dell'apprendistato che è stato una diminuzione
Dagli avviamenti
Per approvi attraverso l'apprendistato dal quattordici al dieci per cento probabilmente perché gli elementi di
Il ricevimento di questo meccanismo avevano portato un elemento di disincentivo nel momento in cui
Il Governo ha fatto le scelte che ha fatto sul piano degli investimenti sul piano
Dal pagamento dei debiti delle pubbliche amministrazioni dell'intervento sulle scuole e quindi con una volontà di accelerazione dalla dinamica economica del nostro Paese abbiamo voluto insieme a questo dire
Agli imprenditori potete assumere assumete attraverso queste forme che sono le
Più tutelanti da questo punto di vista e dire anche smettetela di usare impropriamente altri strumenti come ad esempio
Le partite IVA improprie
Quindi
Andiamo in direzione di una utilizzazione di strumenti
Più stabili
Più legali più tutelanti e
Abbandoniamo forme ingiuste e più precarie come le partite IVA quindi c'è una volontà di andare in questa direzione insieme a questo
Sulla delega
Assolutamente mi pare che il processo generale previsto dalla delega fa esattamente nella direzione di costruire un mercato del lavoro
Più semplice più definito dal punto vista contrattuale
Più diciamo così in grado di coprire
In termini generali sul piano
Delle tutele e sul piano degli ammortizzatori e in particolare e insieme a questo la costruzione di un meccanismo di uno strumento l'Agenzia nazionale per il lavoro che aiuti a passare
Vero esso le politiche attive del lavoro io credo che questi elementi sono elementi che fanno nella direzione di una semplificazione di una stabilizzazione e di una garanzia di maggiori tutele io credo che un elemento decisivo
Sul quale bisogna lavorare la semplificazione
E la definizione in termini chiare delle regole e dei loro contenuti l'incertezza
è qualche cosa che danneggia i lavoratori e le imprese agricole e aiutare la ricerca mi deve aiutare perché
Se se come io ho intenzione di proporle
Usiamo questa struttura per tutti se è vero che questo era un tema particolarmente delicato e bisognava anche entrare nei dettagli
Però magari la prossima volta sia una si se ne sta più brave guardi mi fa felice dallo sguardo corrucciato della
Dottoressa Sorrentino la sensazione che la non si ritenga particolarmente soddisfatta dalla sua risposta però le chiedo che si e così ci diranno rapidissimamente dopo perché perché nel frattempo invece vorrei chiedere
A Filippo Del Bay
Responsabile economico del partito democratico
Vi partire ed hanno fatto ma
Nelle masse riunioni nelle cioè in questa squadra in questo clima nuovo che c'è il sindacato è più una risorsa un ostacolo percepito quando parlate
C'è
Cento tre dove si verifica è ovvio che se io voglio Kennedy a Genova vogliamo
Che ho fatto la collega di
Mafiosi siamo
Noi siamo il Partito Democratico a sì ma non sono nomi per cortesia non è che sta parlando cerco scuse adesso che perché mi danno il moderatore non moderato esce fuori le ruba solo quindici se condicio allo siamo tutti abbiamo fatto tutti il militare a Cuneo non è che stiamo parlando con un inviato delle Burkina Faso con tutto rispetto ovviamente e lo dico senza scherzare per il Burkina Faso
Cioè
è naturale che il Partito Democratico abbia il sindacato con un suo scusi il gioco di parole naturale interlocutore non scopriamo l'acqua calda o certo il problema è la dinamica politica cioè se in questa fase prettamente il trovare
Nell'atteggiamento del sindacato dei sindacati un elemento di maggiore sintonia o no
Questo le stavo chiedendo però io penso io penso che le compere che le convergente siano di gran lunga superiori alle di pace
Penso che noi
In questo momento per quello che è libero dibattito pubblico in Italia enfatizziamo moltissimo il appunto il tratto di divergenza che è il decreto legge
Rettore decreto-legge Poletti di cui abbiamo appena discusso ma che
La politica economica di questo Governo la politica economica che il Partito Democratico ha cercato di applicare questo Governo
è
A ciò ha tre pilastri perlomeno avevo tre obiettivi si pone tre domande la prima è
Come affrontare il tema che il fatto che ci lamentiamo in questo Paese che è il reddito da lavoro è penalizzato da anni innumerevoli come facciamo a fare in modo che il lavoro che si crea diventi lavoro stabile e cioè
Di qualità ecco cose di questo genere e infine lo facciamo l'affrontare il vero ostacolo che alla alla creazione di posti lavoro che non è
Che non è la
La carenza di investimenti pubblici anche per amore di ormai la
Difficoltà a praticare realizzare investimenti e per
E
Come
E quali siano i veri fattori che ostacolano queste sono vendiamo a vedere questi fattori vediamo che quello in un momento di attenzione che ci ha perso questo Paese quello che osserviamo e che
Ci sono due temi
Che vengono sollevati da chi guarda caso peso come luogo per investirli per fare impresa e quei fattori solo la burocrazia tra e il suo tramite la giustizia e se voi guardate
Il decreto legge fiscale il disegno di legge delega
E
L'attività che il Governo ha aver sofferto sulla burocrazia capite che ciascuna di quell'attività ciascuno di quei provvedimenti ma esatta
E della direzione mi risponderà ciascuna di quindi lei dice che il decreto chiamiamolo Poletti perché il decreto Coletti poi più avanti
Il quello che si farà in maniera più organica sul lavoro sono
Passi per
Che lei considera importanti ma non è non esaustivi cioè diamo il discorso io dico che il lavoro io dico che l'articolato la politica economica la politica economica di questo Governo quelle che il Partito Democratico realizzati
A tre obiettivi
Molto semplice
Che sono prego fare la più grande redistribuzione a favore del lavoro in particolare di quei lavoratori che sono stati maggiormente penalizzate a nostro fisco gli ultimi anni però dovete fidarvi del Partito Democratico questi darmi del
I dati ufficiali fidarmi dell'apporto di monitoraggio del Ministero del lavoro
Che vi dice che la pressione fiscale effettiva sui laboratori che guadagnano
Meno della di la media se volete lo porto le singole che guadagna circa settanta per cento della media quella muratori in Italia non altrove ma in Italia ha visto la pressione fiscale cresce durante la crisi ora questa cosa andava completamente scardinata
E con il decreto legge fiscale li facciamo esattamente questo bel scardina diamo questo
Quel questa questo incredibile trascinamento che differenza questo Paese dagli altri sono dieci miliardi di redistribuzione io veramente vorrei
Prego capitare un dato qui con tutti giusto per capire di che cosa di che cosa stiamo parlando e quant'è difficile e costoso quello che
Il Governo anche col sostegno perché non ho capito lo Stato sta svolgendo ripetere tutti paghiamo
E circa centocinquantacinque miliardi di questa diciamo quarantacinque vengono dai lavoratori e che hanno un imponibile inserite lo dei ventisei mila euro lordi
Per
Le varie dieci miliardi di persone fiscale su base permanente a questi
è la più importante politica dei redditi a favore del lavoro di questo Paese abbia realizzato da tempo innumerevoli
Io sono certo che questo è un tratto perlomeno caratterizzante dell'attività di Governo quanto quanto il resto è un
E se non è che su
Questo rissoso incerto che c'è una convergenza centrale ci sarà molto da da lavorare e non voglio fare il percettivi però è chiaro perché poi quando quando questa cifra
Dovrà diventare invece strutturale cioè rimanere sempre ma va benissimo tra ma mai va benissimo ma ma voi ma i fatti incazzati ci su questo incartarci se noi falliremo a fare quei tagli di spesa su necessari a rendere questa riduzione fiscale permanente
Perché questo
Se e senza capacità su queste è assolutamente benvenuto ed è una cosa assolutamente sana però percepiamo quello che sta realizzando è veramente uno stravolgimento la politica dei redditi questo Paese negli ultimi
E ci vogliamo dire almeno dieci anni non mi dite quindici ma almeno dieci anni le solamente un pezzo per il Po inquadrato il contenuto del disegno legge delega
Sul lavoro e
Sul lavoro si insegna generica certo sul lavoro ora
Lei
Cioè
Se voi guardate i confronti tra tra l'Europa no perché d'Europa la Francia sono bei paesi non solamente per confronta la finanza pubblica ma anche per il confronto quella sul lavoro la vera differenza e che noi abbiamo questa difficoltà proprio a gestire la transizione
Dal
Con dal
Contratto a tempo determinato al contratto a tempo indeterminato
Ora il fatto che il disegno di legge delega si ponga chiaramente l'obiettivo si parli espressamente del l'introduzione del contralto tutte le crescenti si si ponga al centro di quel dibattito del dibattito
Il tema destabilizzazione vuol dire affrontare forse la più grande peculiarità nel mercato lavoro italiano può essere questo un tratto di divergenza tra il Partito Democratico il Governo
La CGIL allora perché abbiamo fatto il decreto
Perché è un fatto decreto abbiamo fatto il decreto abbiamo fatto il disegno di legge-delega abbiamo fatto tutte queste
Il voi la riforma dedicata al lavoro un pacco
Colletti
No
No
Alfa Romeo lei fa dire è un insieme armonia nell'insieme al collega
Proprio solo in cattiva salute ti afferra veramente riguardi alzi hanno
Le vengo incontro con una con una curiosità
Se non è una curiosità cioè è una domanda vera
Per fare tutto per fare tanto di ciò poi chissà se ne ha voglia anche Boeri su questi
Io mi chiedo qual è la vocazione
Del nostro Paese per inc ottenere questa crescita
Qual è il nostro posto nel mondo produttivo
è chiaro che nessuno qua ipotizza una deindustrializzazione
Però ci sono le risorse e il terreno da seguire qual è quello di investire su un certo tipo di industria di impresa ma aree di dirottare intelligenze e risorse verso il turismo la cultura cioè che sono giacimenti
Ho dei rossi del nostro Paese però per far questo dei cambiare interiorità devi per fare formazione diversa
Questo nuovo questa nuova dirigenza del Partito Democratico su queste cose ha ragionato e se sì in quale direzione
Dunque
Noi non possiamo
Non
Il beh siamo un Paese manifatturiero
In cui la metratura perso tantissimo i servizi possa se potenziati senza dubbio il turismo può essere migliorato senza dubbio
Ma i nostri margini di produttività la nostra capacità di Craig novazione di ristrutturare di ritrovare nostri vita produttiva non viene da lì verrà Prada manifatturiero ora
Il manifatturiero che c'è stato non tornerà più
Oltre a più uno Stato non sarà su una marea di impresa e di lavori mansioni che sono scomparsi e che non tornano più il tema è come facciamo a riattivare e a crearvi nuove
Ora
Io voglio solamente dire che noi siamo consapevoli che abbiamo una opportunità unica
Che deriva in parte da quello che abbiamo fatto in parte da condizioni canoni per onore razionali
Un'opportunità unica che data da tassi di interesse un po'più cauti ma soprattutto da un'attenzione da un interesse verso questo Paese di chi di questa massa di liquidità che c'è oggi e non c'era prima che forse non ci sarà domani però c'è oggi
Di guardare a questo Paese per poter
Creare
Creare impresa fare cose in questo Paese ora se questa è l'opportunità che ci dobbiamo dei non possa se questa la finestra e vediamo le non possiamo fare da parte quello che ci ossessione
E se volete centro anche del dell'ultimo
Per l'ultimo passaggio di governo e c'era esso sulla burocrazia e come fa il mondo che questa opportunità questa equità finisca qua e ci aiuti a ridefinire ostilità produttiva ritrovare lo sto posto nel mondo per quello che facciamo per
Ora
Cioè abbiamo questa opportunità
Noi
Non l'ho la perdere non faremo nulla perché non c'è vedete
Del possiamo attivare anche affare diciamo un miracolo facciamo cinque miliardi di investimenti pubblici zero punto tre reca di di Piva di investimenti pubblici
è la cifra gigantesca al momento difficilissima da fare facciamo finta che presumo farlo domani
E comunque una parte minima rispetto
Agli investimenti dei privati di a capitale privato che sono invece veramente attivabili questo Paese che solo chi in questo momento sono consorzi posso contare non li delle vicine prende fosse
Del del citato di miliardi in prospettiva quindi questa è la sfida questo obiettivo
E consuma concentrandoci su questo
Perché questa opportunità per l'altro una degli uno degli elementi dei anzi dei due elementi ai quali l'aveva fatto riferimento prima uno dei due era le la riforma della giustizia una e l'abuso uno e dalla burocrazia come vincoli diciamo vincoli all'ingresso di capitali
Privati dalle a incentiva richiede i capitali privati italiani a tornare a essere più attivi e incentivare i capitali dall'estero verso l'IVA
è uno degli elementi centrale quello della giustizia appunto stiamo parlando soprattutto in questo caso della giustizia civile e dei suoi tempi
E su questo ci sono delle promesse da mantenere non solo delle promesse sono ma più che per questi sono degli impegni solite sinteticamente sobrio Croazia
Alla fine questa gente ci chiede due cose ci dice cedono Spies straordinario sapete fare grandi cose e
E farete quello che avete sempre fatto per ridefinire nostro sistema produttivo
Vogliamo solo da voi non tanto semplicità ma certezza
Tempi certi la burocrazia tempi certi o sta civile e questa la svolta ed è questo l'impegno poli o meglio ripetere il Governo soprattutto la parte l'impegno del Governo che sosteneva più democratico come far sì che quei tempi certi si realizzi sa che secondo me se ci fosse un programma straordinario per esempio
Di formazione e di personale per aggredire questo Arre ingrandendo idrato non è la CGIL sarebbe d'accordo il problema sarebbe trovare i soldi
Senta dottoressa appoggio Monica Poggio e capo del personale mestiere
E di questi tempi
Tranquillo come si sente
Bene no personalmente bell'esempio però complicato
Della Bayer che una multinazionale prima chiacchieravamo chiedeva la dottoressa Gemma
Se mi
Mi dice qual è il posto più strano dove sono in una fabbrica levando guardi non abbiamo
Praticamente tutto il mondo non saprei cosa dire allora io le chiedo delle regole lei immagino fare dei vostri
Incontri magari adesso in teleconferenza per risparmiare no perché anche c'è la spende di più no più o meno anche nelle grandi multinazionali
Quando mi confrontate di quello di quello che le dicono i suoi colleghi cioè persone che vanno per il suo stesso lavoro inevase stabilimenti in giro per il mondo che cos'è che lei dice ecco
Questo mi
Si dovrebbe importare in Italia importare
Però magari non si può fare o questo sì potrebbe importare in Italia si potrebbe fare
Come meccanismi di rapporti e soprattutto come meccanico me organizzazione del lavoro che può alla fine crea più lavoro
Per la verità
Poco sentenza abbia coraggio per l'apertura ma non ho ben talmente intendo il
Prego no che non si sentiva la voce carico eccetera il microfono mentre adesso a far avere nei grossi minerale
Ma dico per la verità poco nel senso che da un quando vedo le false nel mondo buyer e nel nostro mondo internazionale ne cinquanta siamo
Per esempio una volta all'anno con il meccanismo del Comitato aziendale europeo quindi con il Bayer Orofalo Forum che i buyer esista e dal novantuno prima ancora che diventasse normativa europea quindi è il sentire consolidato e praticato in me agito in maniera molto sentita
Devo dire che la produzione in Italia né in Italia sotto tale dipendenti il trenta per cento in produzione quindi abbiamo una realtà significativa sta
Abbastanza insomma variata negli anni ma comunque che sia mantenuta ne siamo in Italia da da più di cent'anni quindi insomma buyer al di là dell'aspirina però devo dire che un'azienda
No TAV consolidare una verso i cittadini quante persone lavoro io le chiedo scusa in Italia circa due mila e cinquecento non è solo farmaceutico ovviamente viene in mente subito farmaceutico però c'era da ricordare anche la parte delle materie plastiche policarbonato il podio le taniche
La parte di protezione di agricoltura quindi il settore dell'agricoltura son tre settori molto diversi
Caratterizzati tutti comunque da da quella che è il una strategia Baia per il futuro che è l'innovazione sicuramente lavoriamo in settori ad alto valore aggiunto vogliamo essere un'azienda ad alto valore aggiunto
Che premia riconosce ricerca l'innovazione di prodotto di processo di innovazione in tutte le sue forme quindi
Venendo all'innovazione è una cosa che per esempio ci invidiano i colleghi stranieri e all'opposto do perché non posso leve vi chiedo scusa dove
Restano le
Siccome magari sarà spersi o all'inizio lì la la prima risposta della dottoressa era cioè che cosa in porterebbe era poco
Poco poco quindi non stiamo per lei no
Dal suo punto di vista non siamo tanto peggio di altri o comunque dei suoi
Io ma ripeto guarda al mondo Baia devo dire che quello che vedo
E che fanno molto benchmark scusate l'inglese ma si dice così ma lessico aziendale quindi molto confronto con noi molto confronto con la nostra
Uso un termine che poiché il golf flessibilità intendendo per flessibilità anche la capacità di risposta che abbiamo anche in term e di esigenze produttive di risposta atti chi produttive nolente non produciamo niente solo per l'Italia la produzione in Italia comunque produce anche per
Il resto del mondo quindi comunque gli standards internazionali e il e qui la l'attività italiana serve a a fornire rifornire anche altri Paesi e quindi a volte arriva il picco produttivo leggerle vigente alle emergenze c'è
Sia per rapporti sindacali sia per
Il senso di responsabilità del nostro persone c'è veramente un senso di di coinvolgimento e partecipazione al agli obiettivi aziendali che io credo che sia veramente la nostra peculiarità
Fa ed è questo che ci che vi dicevo prima ci invidiano Bindi UTG invidiano e ci dicono quanto meno ci riconoscono vengono assoluta è una cosa che viene riconosciuta senta
Dal punto di vista de dello anche possibilità di di di di di creare posti di lavoro a un ragazzo che sotto i trent'anni a un giovane giovane quindi un giovane uomo o donna sotto i trent'anni che ieri che requisiti chiede una multinazionale come la vostra
No che deve avere per poter trovare un posto da voi
Allora al di là del solito profilo voglio dire ci sono i profili tecnici e quindi certe competenze il titolo di studio sicuramente la conoscenza dell'inglese questa
Sembra banale ma ne siamo veramente un ambiente interna nominale
Conoscenza della lingua che va abbinata pari alla disponibilità muoversi quello che noi abbiamo di diverso dal dagli stranieri
Una certa strada stanzialità
Mettiamola così per cui
Sui nostri in ambito internazionale la Carla muoversi Allende service punibile a muoversi anche in altri Paesi a tutti livelli organizzativi non sto parlando soltanto di di livelli dirigenziali o di livelli
Insomma apicali è qualcosa che può capitare quindi il fatto di
Aver voglia di mettersi in un percorso anche internazionale è sicuramente un prerequisito
Lerner abilità voglia di imparare questo non vorrei che sembrasse il il decalogo della banalità ma è davvero così la voglia di imparare di mettersi in gioco di fare la differenza
Chi mangia signora cose lei lo dice vuol dire non è queste banalità cioè se lei lo dice fa questo mestiere ci sarà un motivo senta invece sia finito con i ragazzi ha finito
E e invece a una persona di oltre di ultra cinquant'anni che cosa chiede
L'invio del materiale le stesse cose devo dire che non non vedo tante differenze perché se pensa a cui abbiamo bisogno
Abbia bisogno di persone che me ne voglia di fare la differenza che sappia muoversi in un contesto internazionale o comunque rapportarsi in ambiente internazionale
Che abbia voglia di mettersi in gioco queste la fondamentalmente il
Vi ripeto sono tre cinquantenne posso pensare sicuramente una disponibilità imparare in maniera diversa imparare cose diverse rispetto a come ha sempre fatto ma per un fatto mente di signori che di esperienza chiaramente
Ha una stratificazione di competenza diversa da da un giovane che deve affacciarsi appena all'inizio del lavoro però
Alla fine il
State Stalin aziende quello quindi credo che grosse differenze
Generazionali ci sono nel punto di partenza ma in tema di richiesta da parte dell'azienda non ne vedo non ci penso siccome lei che nel settore chimico non le chiedo del rapporto con il
Con i sindacati perché lì un è un ebbe almeno un altro discorso baracca
Si fanno i contratti senza un'ora di sciopero si fanno i contratti cosa che non è sempre scontata
E allora alle chiede di fare una domanda al ministro Poletti
Una domanda ministro Matrix che abbiam parlato di giovani e noi siamo un'azienda tedesca uno dentro uno dei modelli
Di formazione inserimento mondo lavora nell'ambiente nel mondo tedesco il cosiddetto sistema duale sistema di Altenmarkt forte alternanza reale alternanza scuola lavoro cosiddetto apprendista tra tedesca che non è l'apprendistato italiano insomma un impianto una
Architettura completamente diverso la domanda è cosa potremmo fare in Italia per renderlo davvero
Un percorso scolastico con titoli di studio poi riconosciuti uscendo ovviamente trovando anche una forma contrattuale
Che possa essere allineato a questo tipo di esigenza
Ma io prego
Penso che questa sia una delle cose che dobbiamo fare troviamo un tema che è quello dell'alternanza scuola lavoro che oggi il nostro Paese non è stata praticata se non in maniera sporadico occasionale in alcune realtà in termini sperimentali
C'è oggi in essere una avvio di sperimentazione abbiamo bisogno di lavorare molto di più su questo versante proprio perché abbiamo questa esigenza
Quando noi parliamo in generale di un problema di politiche attive quindi di strumenti che aiutino la transizione la relazione vale anche per questo tipo di è il problema voi faremo presto una Bitti in un momento di confronto e discussione perché nell'ultimo incontro
Bilaterali Italia Germania io ho discusso col Ministro del lavoro tedesco di questo tema
Abbiamo deciso di sviluppare un confronto puntuale di merito per
Capire verificare valutare come questa modalità possa essere utilizzai e in maniera
Più significativa e adatta naturalmente al contesto normativo e del lavoro italiano quindi questo è dà risposte a noi siamo intenzionati a intervenire su questo versante pretesto cui e uno dei temi essenziali su cui bisogna
Fare delle cose quindi farle rapidamente incerto non possiamo immaginare di trasferire seccamente l'esperienza nella realtà italiana ma nelle contee
Italiano è un tema riproposizione c'è vogliamo affrontarlo soprattutto che rimanga quindi al netto di dire ben chiaro come fare il fatto che un'alternanza
Scuola lavoro ma la scuola rimane
E se non le prime sennò aspetti
Se
Diventa un sono in un sub per apprendistato c'è una un apprendistato e di serie B insomma che vive a Roma terrificante sommiamo parlando di alternanze
Una volta c'entra questo sarà molto specifica sequestrato esso Boeri lei
Fra
Nelle sue numerose competenze particolarmente attento legname mercato i lavori
Però
Prima una una la sfrutto come madre economista come siamo messi con la crescita secondo secondo quello che lei sarà dobbiamo essere così mica risicati
Del
Condannati alla mi craniale per lo meno nel breve uno
Innanzitutto grazie alla CGIL per questo invito e grazie per aver pensato alle giornate del lavoro che sono l'idea splendida perché l'Italia a destra si parla del lavoro
Molto spesso in modo molto sommario invece bisogna andare a fondo in queste cose comunque quando era la crescita grazie alla CGIL sulla crescita
Insomma io devo dire
Ritengo che purtroppo ci siano ci sono delle avvisaglie positivo gli ultimi dati sul manifatturiero gli ordinativi abbiamo qualche sintomo del fatto che l'economia sta ripartenza
Ma si annuncia ancora come una crescita anemica debole fiacca che va assolutamente aiutata soprattutto se vogliamo che crei maggiore occupazione e parliamo di questo perché davvero le regole del mercato del lavoro sono molto importanti
Perché proprio da come si definiscono le regole del mercato del lavoro cambia la politica
Delle aziende il modo con cui si parla spesso di capitale umano e si dice si investe nel capitale umano nella scuola nell'università mai luogo forse più importante dove si parla di investimenti in capitale umano e questo lo sanno e persone che gestiscono il personale e l'azienda
E quindi se le regole sono ben definite le aziende si mettano investire dei lavoratori
Cercano
Con la formazione con l'inserimento professionale con la motivazione
Di rendere il lavoro più produttivo meglio remunerato si innesta un processo virtuoso invece le aziende
Utilizzano il lavoro se le regole spingono
Le aziende a utilizzare lavoratori in modo diverso ed andiamo verso un modello completamente diverso
Quello che ne abbiamo avuto in Italia negli ultimi dieci anni al modello
Io credo la persona dirlo da un nome il modello di Maurizio Sacconi perché marito secolo è stata la persona che l'Italia ha di fatto gestito le politiche del lavoro negli ultimi dieci anni
Ed è un modello basato fondamentalmente su questi Deiana dobbiamo puntare sul lavoro a bassa produttività
A bassi salari estremamente
Flessibile appunto di
Modello quasi lavoro un sentimento di lavoratori usa e getta di cui si può
Liberamente disporre si possono licenziare praticamente a costo zero
Questo è stato il modello predicato e attuato con una serie di
Innovazioni normativa all'interno del nostro Paese che di fatto ha portato esattamente a questo ne abbiamo avuto questo sviluppo molto forte di questa
Fascia di lavoratori soprattutto giovani ma cominciano invecchiare che hanno esattamente queste caratteristiche che non possono avere progetti professionali abbia avuto un calo molto preoccupante
Delle
Degli investimenti delle del del numero della percentuale di lavoratori che e formati in azienda che ha riceve del verde la formazione all'interno dell'azienda
Quando ogni ho sentito per la prima volta a parlare del job sette ho detto beh finalmente siamo usciti dal modello di Maurizio Sacconi in effetti nel Giorgetti venivano dette alcune cose importanti diceva
Vogliamo puntare sulla formazione sulla stabilizzazione nell'inserimento per cui ne vogliamo farsi
Che ci sia un percorso in cui il lavoratore gradualmente trova formazione
E viene inserito noi vogliamo puntare a documentare la quota di assunzioni con contratti che non hanno una data di scadenza in partenza queste era scritto nelle prime idee sul Jobs
E poi vogliamo aumentare le coperture le tutele perché mai questi lavoratori li avevamo discriminati due volte sul lavoro perché in queste posizioni
Recentissime e poi una volta che perdevano il lavoro perché a differenza di altri lavoratori avevano accesso è succeso compassione cassa integrazione per queste cose
Non erano fatte per loro
Poi
Primo atto del Governo
Il decreto che è uscito licenziato dal
Governo perché attenzione abbiamo i decreti licenziati e poi dei decreti che vengono portati alla Camera ma perché ormai diventato un'usanza del nostro paese che il Consiglio dei Ministri si conclude non c'è un testo ancora ben definito però c'era un testo informale
Quel testo diceva fondamentalmente il primo decreto del governo Lenzi diceva fondamentalmente noi permettiamo che ci sia un contratto a tempo determinato a causale quindi senza una motivazione una ragione ce lo delle mansioni temporanee
Si possono fare tranquillamente senza nessun ha bisogno di a causalità non c'è nessuna bisogna giustificare perché si fanno e questi e non c'è un limite al numero di proroghe che si possono fare nei primi tre anni perché la durata del quindi potenzialmente uno poteva un datore di lavoro poteva assume un lavoratore per un giorno
Andare avanti per tutto l'anno un contratto che dura un giorno per trecentosessantacinque volte contro
Poi
Abbiamo denunciato la cosa
La denunciata anche la CGIL a quel punto si è arrivati a depositare un decreto in Parlamento che poneva un limite di otto proroghe possibili poi col passaggio parlamentare alla Camera si è arrivati a cinque proroghe
Qualcosina però sempre di più di quello che c'è in altri Paesi dove normalmente ci sono due proroghe con lo stesso datore di lavoro nel passaggio al Senato
Abbiamo invece avuto un'ulteriore innovazione cioè quella di rendere
Il vincolo del venti per cento di lavoratori in azienda che hanno questi contratti di fatto una cosa
Due opzionale cioè diciamo che un po'l'ipocrisia perché ci sono delle sanzioni monetari delle sanzioni basse perché attenzione
Se noi aumentiamo del venti per cento il costo di un lavoratore temporanea che viene assunto UTET al di sopra della quota
Noi non andiamo ancora coprire
Il divario retributivo perché ma improvvido vediamo i dati ci dicono che un lavoratore con un contratto a tempo determinato guadagna
Attorno al quaranta per cento in meno di un lavoratore che ha un contratto a tempo indeterminato
Che alle stesse qualifiche lo stesso livello di istruzione la stessa esperienza lavorativa perché in una posizione contrattuale più debole
Quindi un venti per cento di aumento delle
Delle sanzioni non non copre questa differenza rimane comunque più convenienti Manerbio contenente la politica di una cosa solo su un passaggio si tanto lega talmente chiaro il suo percorso mentale che la mia interruzione non la disturbo era ne sono certo
Però
Quando lei dice
Mettere ci sono sarebbe auspicabile ridurre il numero di proroghe per la stessa persona e però magari anche anche dei ragazzi quando
Discutendo di quest'anno e nel merito mi dicevano personalmente c'è sì lo so è vero c'è un percorso e precarietà però la situazione è questa se mi pongono un limite al rinnovo del contratto a me dopo dopo alterne cacciano e prendono un altro al posto mio
Il che una
Constatazione amara condannare alla non priva di fondamento vero le rispondo subito c'è un'altra c'è un altro modalità ci desse un'altra modalità per entrare nel mercato del lavoro ed ecco l'idea
Di avere dei contratti
Che
Crea nonché gradualmente delle tutele sono dei contratti che devono essere fin da subito a tempo indeterminato questo è
Qualcosa che va esattamente nella direzione di stabilizzare
Il lavoratore un datore di lavoro che si trova di fronte alla possibilità assumo con dei contratti atipici oppure con un contratto a tempo determinato come quella attuale
Ha di fronte a sé insomma due modelli molto diversi e il contratto a tempo indeterminato le scuole a non pochi rischi perché
Oggi in Italia
Il lavoratore assunto con un contratto a tempo indeterminato che giorno dopo si dovesse rilevare in qualche modo non all'altezza
Non in grado di svolgere le funzioni ci sono delle cose che uno non fece capire datore di lavoro prima di
Insomma il datore di lavoro dovrebbe
Nel caso di ci desse di licenziarlo rischierebbe di dover pagare per questo lavoratori stessi costi che paga per un lavoratore che state in azienda per vent'anni è chiaro che un lavoratore che avviene per vent'anni un lavoratore che tu conosci bene cerca valorizzata
Lavoratore che da un giorno alla cosa diverso
Quindi questa era l'idea di avere un contratto a tutte le progressivo un contratto
Che nascesse con un contratto a tempo indeterminato ma che inizialmente poneva dei costi certi e in qualche modo limitati di licenziamento per il datore di lavoro questa era l'idea del
Cioè
Qualche cosa del genere addirittura si parla che si era aperta ma quando si fa un decreto come quello che avete fatto a questo punto rende tutto non s'non c'è più la possibilità e
Lo spiazzate completamente il contratto a tutte le protesi ma non c'è nessuna non c'è nessun modo con cui il datore di lavoro che ha la possibilità di assumere così facilmente con i contratti a tempo determinato penserà mai di offrire invece un contratto a tempo indeterminato
è la entro fine onorato oggi
Oggi le assunzioni
Sappiamo dai dati delle comunicazioni obbligatorie che circa l'ottantacinque per cento dei lavoratori viene assunto con dei contratti a tempo determinato
Con il decreto
Arriveremo ben oltre il novanta per cento non solo ma le conversioni oggi circa il dieci per cento di questi lavoratori in un anno
Riesce ad avere poi un contratto a tempo indeterminato le conversioni saranno ancora minori
Lo sappiamo perché l'hanno già fatti in Spagna questa cosa e quindi abbiamo visto esattamente di quello che succede vuol dire a vere
Più contratti proprio davvero avere questi spezzatino e contrattuali avere più periodi di disoccupazione che infra Mezzano null'altro vuol dire avere meno copertura dei soci disoccupazione l'idea era che di dare più copertura ma chiaramente in un sistema contributivo se uno
Versa i contributi per poco poi alla fine non diventa neanche leggibile non prende soci disoccupazione è stato previsto dal professor Boeri perché ha fatto lui la domanda al ministro volete organo domandava dall'
Alessandra un'analoga a quella norma ma le faccio due dell'Iran
Che faccio una che che davvero mi deve rispondere con un sì o un no quindi veloce quindi non porta via tempo
E l'altra un pochettino più laborioso
La domanda di un sì o no è la è la seguente e tutto pronto al Ministero ed è tutto pronto all'INPS lo so perché abbiamo lavorato con un gruppo informale
Poco tempo fa per mandare a casa di tutti i lavoratori italiani l'estratto conto previdenziale che di coloro quanto hanno versato le carte e loro possono pensare che riceveranno i il futuro come pensione pubblica è un fatto molto importante perché darebbe tra l'altro i lavoratori
La consapevolezza importante l'informazione molto utile per organizzare
La propria vita per pianificare il proprio futuro ed è molto importante anche perché legga i contributi
A quello che uno riceverà
è un modo per abbassare le tasse senza dove landa qual è l'auto blu allora quante riesce a mandarli entro
Restate questi perché tutto pronto palestra e la seconda la sovrana normali sarò stata corrisposta per quel che riprendono Poletti sì
Ok abbiamo estorsione però c'è comprese quelle che divennero Alboino rancio entro la data non avremo altre sono molto più libertà qualche perché questa è davvero ma una battaglia di civiltà per il nostro seconda domanda è la seconda domanda
Con la Germania che dall'inizio del due mila e quindici introdurrà il suo salario minimo orario
Praticamente quasi tutti i Paesi europei credo all'area dell'euro si sono dotati di uno strumento di questo tipo d'Italia mi ha particolarmente bisogno perché l'Italia abbia un moltissima povertà tra chi lavora e abbiamo molto scrutamento
Tra gli immigrati eccetera quindi persone che hanno bisogno di essere tutelate da una legge non solo dal sindacato con un
Livello retributivo minimo
Ho letto in diverse interviste che lei si è pronunciato contro in sala però non ho capito bene le sue argomentazioni mi può spiegare se conto se invece è a favore sarei molto felice
Noi abbiamo scritto nel legge-delega
Un'ipotesi l'introduzione limo e una modalità l'introduzione che dice attraverso un confronto con le parti sociali in ragione di un fatto
Che
Oggi la situazione di fatto è figlia
Della
Storia del nostro Paese e quindi lei situazione di fatto sono
Il contratto di lavoro di riferimento quindi il meccanismo e che normalmente il trattamento economico deve essere riferibile al contratto in
Essere
A fronte di questa situazione esiste questa problematicità perché nonostante questo tipo di
Prassi
Questo non risolve il problema quindi noi abbiamo ipotizzato che si possa andare in direzione dalla istituzione del salario minimo ma siccome partiamo dalla situazione di fatto che è quella che ho appena definito la nostra intenzione
Di farlo dentro la delega dentro questo confronto perché
Sappiamo quali sono le osservazioni la più pesante delle quali è
Quando si introduce il salario minimo siccome non può essere tra virgolette
Particolarmente alto rischia di essere un elemento di
Depressione
Dalla contrattazione quindi un riferimento al ribasso per tutti i contratti questo rischio credo sia un rischio che esiste e siccome questo rischio esiste prima di dire si ok lo facciamo come viene viene io credo che ci sia giusto fare una prova di merito e
Fatta questa esplosione di merito Benton legge-delega previsto l'opportunità di fine e non c'è una chiusura
Anzi non ce l'ha chiusa in termini di principio anzi però non è faziose alta però c'era un'altra domanda implicita da parte del professor Boeri che le rifaccio io la domanda implicita è perché fate una cosa che ne contrasta un'altra
La mia opinione Anneo capito bene noi avevamo capito oscure agreste disegno di legge risposto bene questa osservazione seguo proprio primo ribadisco
E non voi abbiamo fatto questo tipo di intervento perché è connesso alle politiche di sviluppo che il nostro Governo far in termini di volontà di dare una scossa alla ripresa dell'economia e alla esigenza di dire alle imprese
Norme semplici direttamente applicabili e quindi possibilità di procedere direttamente alle soluzioni
Voi la cosa che abbiamo scritto nella norma
Se come io non ho una teoria economica e del lavoro da dimostrare abbiamo detto facciamo il MOL
Con l'atto di questa norma se come dice il professor voi avete
I numeri
Confermeranno quella situazione
La discuteremo io ho un'opinione diversa o una valutazione diversa però
Siccome loro una teoria da dimostrare solo pronto
A discuterà lealmente degli esiti che queste norme approvo condurranno allora intanto devo dire che è stato più chiaro adesso di prima
Mettiamoci d'accordo che così parliamo tutti è un merito naturalmente
Che cosa voleva dire no a solo quelli Velone invitò condivido il fatto che bisogna darle messaggi chiari imprenditori perché se no non assumano
Ma proprio per questo allora che bisogno c'era di fare un decreto
E poi un disegno di legge delega che tanto dicono delle cose molto diverse tra di loro tenendo gli imprenditori in un limbo per cui non sapranno esattamente quindi anche i possibili effetti positivi di una normativa rischiano di essere vanificati dal fatto i datori di lavoro aspetteranno di capire che cosa succede perché non si è fatto se si doveva decretare d'urgenza perché non si è agito lì
Facendo le riforme che il Governo vuole fare
Dica perché la connessione di quella tipologia di contratto è collegata ad una riflessione generale sulla semplificazione
Dalle normative contrattuali e di tutto quanto è previsto nella delega
Che sarebbe stato
Ne
Saggio dal punto di vista da dalla modalità di procedere e dal punto di vista parlamentare molto difficile inseriamo inserire in un decreto senta
Non se ne esce perché è chiaro che si trattano questioni valutazioni diverse però chiarissime nella loro esplicazione mi chiedevo chiedo sia Taddei che al dottoressa Poggi
Ma io brevissimamente come sensazione Billè sulla base della vostra esperienza diverso no perché lei pacato e personale lei studia
Queste tematiche e anche un incarico politico qual è la cosa che non viene indetta quando si parla di lavoro nel nostro Paese secondo voi
Cioè dice come osservazione come osservazione come terreno di intervento come elemento di riflessione cioè ci sono anzi si procede su e le su terreni notti no magari sui quali uno può essere d'accordo non d'accordo
Mi schiero dalla parte mischiato dall'altra ma bene o male un terreno noto c'è invece qualcosa a vostro avviso nulla basa la sua esperienza che non è
Non dico che non dico che segnalava ma magari che non è sufficientemente messo in risalto che invece ha ragione ragionando su questo elemento si potrebbe fare un passo in avanti
Do
Penso
Io penso che tratto fondamentale che noi siamo chiaramente
Schiavi dell'emergenza no del abbiam perso in un milione di posti di lavoro e pressati da questo abbiamo una reazione istintiva che quella sempre di parlare di benissimo come possiamo fluidificare il mercato del lavoro come renderlo più efficiente più efficace creare quel
Che va benissimo
Però è
Proprio stiamo so abbiamo stupro valutiamo mercato al lavoro nel senso che
Sopra valutiamo quello che ruolo il mercato ma legata lavoro però sovrastruttura è un pezzo che oggi del del dell'economia complessiva che reagisce a quello che avviene
Da polista strutturale
E quindi la domanda quando noi parliamo di di lavoro sono sempre
Lo stesso molto perplesso da come il punto di caduta immediato sia sulle regole e lo si è mai su invece l'identità produttiva che molto più importante cioè alla fine noi che cos'è che vogliamo produrre sto Paese
Che cosa che determinerà il al Landi la mansione quella da quello che c'erano dei ticket ed hanno in qualche modo timidamente nome esattamente però questo e questo secondo me ma anche per poi manca
Quindi il punto di caduta e che se vuoi fare un po'di quote di contratti di regole dei contratti
Poi c'è un un corollario rispetto a quella a quel punto di caduta che è
Benissimo dopo le regole
Gli investimenti pubblici e io vorrei veramente dire
Stiamo sopravvalutando Tano sopravvalutando questo aspetto
Io sopra il stato Statuto sopra valutando in un contesto internazionale mutato come questo dove le opportunità sono altrove allora io ho paura di questo ho paura che noi stiamo
C'è o meglio il Palio democratico in questo momento sta a dire questo
Abbiamo questo completa internazionale non possiamo permetterci di terra perché ci soffermiamo tutto quello su cui
Sull'aspetto delle regole sulla strada che sono vogliamo devo dirlo
Seconda
Siccome Susanna Camusso in prima fila mentre
Io chiedo solo eh quando Taddei diceva che cosa abbiamo avuto produrre annuiva vistosamente dicendo questo il tema
Non è che posso chiamarla che dopo deve fare la relazione cioè a dire no però
Come c'è già il piano del lavoro presentato a va beh c'è già il piano Tanda fa come nel Parlamento rimanga
Rimanda il rimanda agli atti
Va bene dottoressa Baggio
A
Due elementi pochino più concreto conoscendo di un livello rispetto
Regole sistema uno politiche attive
Io credo che ci sia già una riflessione in corso noto sugli ammortizzatori sociali e le politiche passive però c'è un dato di fatto drenano molte risorse
E dall'altra parte possono avere un'incidenza sul tasso di occupazione e disoccupazione quindi inviterei in maniera forma ancora più puntuale a riflettere noi abbiamo l'esperienza come Baiardi
Bettinsoli nutriamo ammortizzatori sociali non gestiamo Gest non abbiamo situazioni di crisi ma d'altra parte quando c'è una scelta di riorganizzazione e la scelta aziendale privilegiate sempre di trovare soluzione altre nel nostro piccolo cercando di incentivare la ricollocazione supportando
I colleghi quando successe quando somma succede anche a noi di dover ricollocare senza ricorrere ad ammortizzatori sociali
La secondo tema che e nel nostro contratto chimico e l'abbiamo accennato prima parlando di Giovanni edili e lavoratori ultracinquantenni mandando più in là è comunque la staffetta generazionale
è un tema che come in questo momento forse meno o in primo piano perché abbiamo in primo piano
Altri tipi di argomenti di contratti a termine la flessibilità
E tutto quanto già non nominato quelle per saturazione diretta
C'è una staffetta generazionale diretta cioè figlio padre libro fra Teano Attilio parla regionale dicendo capiamo bene non è guardingo sì con l'occhio sbarrato e io no non lei
Sorrentino ricordarlo
Crea non è che non è all'interno dell'ESA è successa non a è successo bei succede Cissé lei va per strada come ovviamente fa
Sanno adesso anormale credute poi facendo anche la sindacalista cioè si rende conto di tantissime persone che dicono va bene cioè io sono anche disposto a fare un passo indietro ma e quindi non è che
Se ho detto una cosa sta sulla Luna tre richiesta che c'è facente Maldini più ampie di merito certi chiamano immagazzinare anche di respiro più generale domani
Il Presidente Sanna una staffetta però altra somma creare occupazione anche liberando cioè sbloccando le uscite capisco che c'è un tema
Risorse
Cioè sistema pensionistico però un dato di fatto
Per noi che ragioniamo perimetri dei dati di organico in fatto di non potere
Lavorare sull'uscita pensionamento delle persone e far sì che non riusciamo neanche a poter assumere inserire i giovani più di tanto quindi un tema importante grazie io sono in debito con Serena Sorrentino perché l'avevo promesso che
Le avrei dato la possibilità di contro di di fare un'altra domanda un'altra riflessione la facciamo così rapidissimamente una riflessione per il ministro che poi
A quale poi chiedo di concludere con una battuta
Sì no tenente diciamo la mia espressione rispetta padri figli era semplicemente
Relativa al fatto che se nel nostro Paese si affacciasse semplicemente la discussione di uno scambio tra padri figli non sto parlando della staffetta generazionale
Però significa che noi prefiguriamo una stagione nella quale la mobilità sociale la blocchiamo completamente perché l'unica strada è quella di
No una sorta di garanzia
Quindi quello c'è anche la politica dove ci sono staffette generazionali in in alcuni quartieri espone anche avesse
Non lo so che una soluzione prima sembra che le persone fossero libere di scegliere il proprio destino e magari anche di realizzare quelle che sono le proprie aspirazioni quindi forse un Paese
Che cresce deve guardare anche a questa le competenze ma anche alle ambizioni alle aspirazioni delle persone questa forse potrebbe essere una delle politiche innovative che si introduce quando parliamo generalmente di politiche del lavoro detto questo
Due cose rispetto alle considerazioni che faceva il mio
Tanto forse diamo una diversa interpretazione della parola stabilizzazione perché
Io veramente trovo francamente difficile per le cose che diceva prima il professor Boeri
Pensare che il decreto che è stato fatto in particolar modo su misure che riguardano contratti a termine apprendistato possa andare verso una maggiore stabilizzazione dei rapporti di lavoro prendere le cose che venivano dette
Rendere a causare i contratti di lavoro per trentasei mesi cancellare qualsiasi limite ai rinnovi cinque proroghe sono già tantissime ma i rinnovi sono illimitati io veramente potrei fare contratti giornalieri o settimanali per tutta la durata dei trentasei mesi
L'idea stessa che sta io supero l'unico limite che era stato imposto cioè che contratti a termine senza dover giustificare qual è la causa per la quale viene assunto a termine non a tempo indeterminato
Il limite del venti per cento prevedeva
Come sanzione che quel contratto veniva trasformato a tempo indeterminato adesso è stata cancellata e viene sostituita con una multa con una sanzione per l'impresa o che per esempio quando parliamo di apprendistato
Diventa di nuovo debole cedevole la parte più consistente che è quella della formazione il contratto di apprendistato un contratto a causa mista c'è uno scambio
Hai degli incentivi e delle agevolazioni in relazione al fatto che
Il lavoratore ti costa un po'di meno lo paghi un po'di meno ma
Quel lavoratore a un percorso formativo che viene certificato acquisisce delle competenze che alla fine gli danno un titolo sono in una cosa
Guardi non voglio fare il mestiere di Bonetti ma mi sorge spontaneo
Cioè questo è un golpe c'è il problema è che alcune delle cose che lei ha citate
Sono state inserite all'interno del del testi di cui stiamo discutendo per esempio da una persona che è stata testé citata dal professor Boeri come elemento il per il
L'onorevole Sacconi come elemento no di
E continuità di un certo tipo di
Linea politica sul lavoro questo è un Governo
Questo è un Governo che ha questa maggioranza in cui c'è esclusi la sinistra del Partito Democratico è una cosa e siamo al nuovo centrodestra
Siamo dire che noi non condividiamo l'incerto che devo dire io e questo è il Governo
Possiamo dire che non soltanto non condividiamo l'idea ma soprattutto il messaggio devastante che noi stiamo dando in questo momento perché intervenire così
Sul mercato del lavoro significa sostanzialmente dire che questo Paese non alternativa se non quella di cancellare in maniera sempre più consistente i diritti delle persone che lavorano a partire da quelli contrattuali
Questo messaggio va Istat talmente in direzione contraria a quella che invece dovrebbe essere la filosofia che e costruita nella delega
Allora
Si può dire che questo è un decreto che viene rivendicato da una maggioranza che ha una composizione diciamo abbastanza larga nella sua intesa perfetto dopodiché non noi pensiamo per le cose che appunto venivano detti prima
Che vent'anni di teorizzazione che bisognava sempre di più liberalizzare i contratti di lavoro diminuendo il terreno dei diritti ha prodotto due cose
Da un lato un impoverimento della produttività del lavoro
E dall'altra un impoverimento del lavoro spesso perché è stata utilizzata come leva per la salute azione competitiva del nostro sistema economico ma siccome noi non abbiamo avuto un beneficio in termini di crescita da questa politica
Forse sarebbe ora che noi iniziamo a ridiscutere
Non di quali sono le deregolamentazione ulteriori che introduciamo nel mercato del lavoro
Ma come noi ricostruiamo valore attorno al contratto di lavoro che diventa fattore fondamentale di valorizzazione non soltanto per il lavoratore ma per la produttività di impresa per le cose stesse che richiamava tra dei prima
E in questo senso io penso
Che forse andrebbe fatta un'altra operazione che è quella che la CGIL chiede danni
Quarantasei tipologie di lavoro esistenti
Nel nostro mercato del lavoro più queste due ulteriori forme che intervengono ulteriormente nel modificare le condizioni di lavoro
Non sono una semplificazione sono troppe sono eccessive creano aree di abuso e di sfruttamento possiamo iniziare a dire
Visto che nella delega c'è questo titolo no riordinare attraverso un nuovo Codice del lavoro
Che iniziamo a fare un'operazione in cui facciamo pulizia delle forme del mercato del lavoro che creano abusi e che in questi anni sono state utilizzate ancora di più per mettere in competizione i lavoratori tra di loro e utilizzando tipologie contrattuali non congrue
Hanno di fatto ha aumentato le discriminazioni nel mercato del lavoro in particolar modo sulle categorie deboli che sono proprio i giovani le donne e gli over cinquanta possiamo dire che è un Paese
Che ricostruisce un profilo di sviluppo attraverso un nuovo piano straordinario del lavoro
Rende il lavoro spesso i contratti di lavoro non un elemento
Di vantaggio solo ed esclusivamente rispetta la compressione dei costi o poi vedremo che cosa succederà sui salari
Ma che ricostruisce una funzione sociale del lavoro che ricostruisce vignetta attorno ai contratti di lavoro e per questo da un messaggio diverso
In particolar modo ai giovani di questo Paese può essere per esempio quello di ragionare di un contratto che a una forma ferimento che prefigura una maggiore stabilizzazione del futuro noi non siamo indisponibili a discutere di questo vorremmo però capire insieme a questo
Di che cosa discutiamo quando parliamo di nuove politiche del lavoro si sono dette cose importantissimi relata antisimiche sono la vera priorità l'avere priorità non è come le diciamo all'imprenditore guarda che cancelliamo ancora di più
Alcune di quelle previsioni che Pertini sono oneri gravosi
Ci devono sempre spiegare perché
Indicare la causa per la quale si assume un lavoratore a termine non a tempo indeterminato
Sarebbe un'applicazione burocratica io e lei adesso ha come fa così io mi fermo però finisca una cosa rossa no sia l'avviamento Nenad entra in casa di si amministra il ministro vorrei
Pensa un ed è giusto nuove Empoli nuove politiche del lavoro
Il tema delle transizioni la riforma diversa degli ammortizzatori sociali servizi pubblici per il lavoro degni di questo nome e
Un investimento sulla competenza sulla formazione ma in particolar modo sull'apprendimento permanente perché molti dei titoli che noi abbiamo affrontato
Dovremmo forse affrontarli facendo una discussione che mette insieme come noi ricostruiamo valore attorno al lavoro come noi facciamo politica industriale ma anche come noi investiamo
Lo dico solo come titolo il tema dell'alternanza scuola lavoro se non facciamo la riforma della formazione professionale dell'istruzione tecnica e professionale
Non ha nessuno senso di come noi facciamo un grande investimento sui settori dell'istruzione della conoscenza della ricerca il nostro Paese considerando che abbiamo ventidue milioni di italiani che hanno solo il come titolo di studio la licenza media
Forse queste sono le vere priorità io onestamente ho perplessità che l'urgenza in questo momento fosse rendere un po'più debole il contratto di apprendistato il contratto a termine io penso che rispetto a quelli che sono i problemi veri
Che riguardano il mercato del lavoro il sistema produttivo del nostro Paese questo sia il continuare su un messaggio distorsivo che non ha prodotto effetti né in termini macroeconomici nei nell'economia reale né nel ricostruire dignità attorno al lavoro conclude
Giuliano Poletti al quale mi permetto sommessamente di dare un consiglio
Poi le fa quello che vuole naturalmente anche per il suo ruolo istituzionale lo di cose col massimo rispetto io non entreremo nel dettaglio perché altrimenti faremo un'altra
Quindi
Cercherei di cogliere e lei ha specialmente in grado di farlo
Lo spirito delle cose che sono state dette
Io mi mi permetto solo di chiederle una cosa solo per cominciare ma
Lei si aspettava che
Fosse così complicato far Ministro del lavoro

Io mi aspettavo che fosse così complicato devo dire la verità l'unica cosa che non mi aspettavo e che ci volesse un fisico da atleta che io come si può vedere a occhio nudo nono
Perché c'è da fare tanta di quella strada tanto di quelle ore
Tali parlavamo pacchetti
Che magari con la testa forse invece a mio padre la teste quella che
L'impegno dei meter tu allora sulla testa non troppo separando anche sull'impegno mi do da fare
Nuovo ci vuole uffici comica sempre già presi come diceva anche il quarto si finisce la notte tardi e poi si ricomincia presto di nuovo quindi insomma la cosa più complicata se vogliamo è questa
Ero convinto e consapevole vi si è aggiunto un problema fisico che non l'ho messo nel conto chi volesse così una tenace detto questo tra osservazioni molto rapide
Il contratto a termine c'era
Rappresentava il sessantotto per cento degli avviamenti gli avviamenti aumentavano come numero durata calava come
Lunghezza
Noi siamo giunto nessuna forma
Ulteriore quella era abbiamo cercato di renderla più stabile nel tempo siamo convinti non siamo convinti questi valori abbiamo fatto l'apprendistato c'era anche prima è stato regolato
C'è il quattordici per cento di avviamenti tramite l'apprendistato dopo la nuova regolazione sondaggi al dieci ce lo vogliamo fare la domanda come mai
La domanda è la risposta che ci siamo dati è che
Certo la formazione ci vuole certo le regole ci vogliono ma quando la
Promozione le regole diventano tali per cui chi deve
Decidere di prendere un apprendista non ce la fa a prenderlo perché deve passare attraverso una serie di meccanismi che li rendono la cosa impossibile tenerci quei meccanismi perché sulla carta sono più formanti ma nella sua ansa non ti consentono di prenderlo saranno posto con la coscienza perché la norma è bella ma dal punto di vista dalla sostanza la gente non andato a lavorare
Poletti
Accetta una regola che esteticamente sia un po'meno balla ma che mandi la gente a lavorare quindi sul piano dall'apprendistato io credo che noi abbiamo fatto
La conclusione finale una soluzione che produce l'esito per cui la formazione va fatta va fatta perché è un contratto a causa mista e quindi la formazione va fatta
Va certificata
Bisogna evitare che per fare sintesi Carla montiamo un castello che ammazza d'istituto quindi da questo punto di vista io mi sento sufficientemente tranquillo di non avere
Con voglio dire sconvolto nulla
Stando alla sostanza degli altri e via sono convintissimo che c'è da fare un grande lavoro sul versante dalla costruzione di una nuova condizione la legge delega l'ha fatta questo Governo qui è
Già adesso una cosa stranissima
E questo Governo pompe Cretone e presenta una legge delega
Benissimo il decreto discutiamo l'abbia
La legge delega dice
Tutte quelle cose che sono state richiesta che riguarda
La modifica
Preferibile e le contestano che lede Dossetti siano di bandi annuali abbiano dei binari molte Pagan litigano perché è una fa riferimento ad un contrasto specifico che è l'intervento in questo momento
Rispetto alle dimensioni della ripresa dell'economia e l'altro fa riferimento ad un assetto
Insomma in questo Paese cui
Abbiamo bisogno di ricordando che abbiamo di uso vati no perché possiamo anche fare una roba raffazzonata
Che riguardi quello che era
Sindacato no ma mio meno quelle non lo sto mica dicendo il sindacato cubo dicendo che al Ministro Poletti una roba dove revisioni amo
Il diritto del lavoro i contratti
Gli ammortizzatori
Scusate un attimo
Ma dove diavolo stavano tutti quelli che adesso fanno questa simpaticissima leghista delle cose che non fatte cioè lì non ciò amica portata io l'Italia cioè qualcuno avrà fatte quelle cose lì
Questa situazione che va cambiata aperture che va cambiata io sono lì per cambiarla e per cambiarla secondo la delega quindi questo è quello che noi vogliamo fa pare di fare un dato assolutamente chiaro e quindi il Governo su questo mantiene fermissimamente la propria posizione poi c'è un nuovo dato
Io credo che
Un tema essenziale di fondo stia nel passaggio
Alle politiche attive del lavoro e alla modifica bella logica degli ammortizzatori delle tutele perché non ce la siamo detta per vent'anni questa cosa ma non abbiamo mai spostato un chiodo di niente escludiamo tenerci quella roba lì
Adesso siamo partiti con la garanzia giovani abbiamo cominciato a lavorare sui servizi per l'impiego dobbiamo fare l'Agenzia nazionale per il lavoro bisogna cambiarla questa situazione bisogna cambiarla
Trovando le modalità i tempi e le connessioni e il ponte per passare da una situazione all'altra perché non possiamo rifare un'altra volta la storia è un fatto con le pensioni dove abbiamo lasciato un sacco di gente all'acqua quindi la volontà ministro del lavoro e di questo Governo è
Fare questa profonda trasformazione regole semplici regole chiare un mercato del lavoro trasparente una semplificazione le forme contrattuali un contratto a tutele progressive che è quello che è un sito in quella delega quindi questa è la volontà di questo Governo per quello che dipende da Poletti lo faremo sicuramente
Sapete e se si guardano le ultime analisi sociologiche si si guarda a che punto
Sia venga indicato quale quale problema venga indicato al primo posto dagli italiani
Non c'è l'immigrazione per alcuni dovrebbe esserci
Non c'è la criminalità per alcune potrebbe esserci non ci sono neanche le tasse per molti potrebbero esserci cioè il lavoro e io penso che il fatto che si sia disco e quindi essendo il problema
Probabilmente e assai complicato riuscire a trovare tutti assieme a meno che va in un dibattito degli elementi
Di totale convergenza il fatto che si sia parlato in maniera costruttiva e con toni assolutamente dialoganti a mio modestissimo avviso è una conquista è un dato positivo serena Sorrentino Filippo Taddei Monica Poggio Tito Boeri
Giuliano Poletti grazie grazie a voi dove