14MAG2014
manifestazioni

Gli Amici di Marco Biagi presentano il "Manifesto per lo Stato Essenziale"

MANIFESTAZIONE | Roma - 16:03. Durata: 2 ore 24 min

Player
L'Associazione Amici di Marco Biagi (già Amici di Mario Rossi) celebra i vent'anni di attività presentando al Ministro dell'Interno Angelino Alfano il "Manifesto per lo Stato essenziale", quale contributo alla consultazione pubblica promossa dal Governo in relazione alle proposte di riforma delle Pubbliche Amministrazioni.

L'Associazione nasce nel maggio del 1993 sulla base della riforma delle PA disegnata nel decreto legislativo 29/93 e del libro manifesto "La Tesi di Mario Rossi: le regole semplici della libertà responsabile" (Marsilio) firmato da 16 personalità della dimensione
pubblica.

Assume successivamente la denominazione di "Amici di Marco Biagi" con la morte del giuslavorista bolognese che ne era socio.

Nei suoi vent'anni di attività l'Associazione si è dedicata in particolare ai temi della efficienza ed efficacia dello Stato.

leggi tutto

riduci

16:03

Scheda a cura di

Enrica Izzo
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Grazie
Grazie a tutti voi per aver accolto il nostro invito
L'accelerazione dell'associazione Amici di Marco Biagi già amici di Mario Rossi
Che compie in questi giorni il suo ventennale tra
Tra l'altro è presente in sala ho visto il
Notaio che redasse l'atto relativo
Sarà quindi molto sobria e molto concretamente legata
A un la ragione principale di attività di questa associazione
Che è nata in pratica con il decreto legislativo ventinove del mille novecentonovantatré e cioè parteciparono
Vi parteciparono fin dall'inizio molti di coloro che avevano concorso alla redazione di quella provvedimento con il quale
Si volevano porre le basi di una
Di una diversa concezione della funzione delle funzioni pubbliche quale in quel momento contemporaneamente un po'ovunque nel mondo occidentale si stava discutendo
Io ricordo sempre che quando redige ma il decreto ventinove non io utilizzo in quel utilizzammo
Una sorta di di di slogan mi ha che diceva dagli dai fatti dagli atti ai fatti volendo intendere dal procedimento al risultato e poco tempo dopo
Non dico che ci abbiano tradotto in inglese ma poco tempo dopo sottolineo non prima
L'Amministrazione americana Al Gore che per essa produsse
Un analogo un analogo documento di riforma delle amministrazioni pubbliche un solo slogan mia from red tape tu result sa che lo Strega lo stesso significato reperite il nastrino rosso della dei file
Ancora cartacei
Che contengono i documenti del procedimento quindi indicò quella stessa quello stesso orientamento della significativo che la stessa Amministrazione americana di un Paese con quella
Con quella setto
Istituzionale e giuridico
Scegliesse di lasciare il procedimento per i risultati in fondo questo concetto è molto legato alla globalizzazione cioè nel momento in cui cadono le barriere e a competere sono anche i sistemi Paese nel loro insieme si avverte il bisogno tiro riorientare le amministrazioni da una mera funzione di
Di buon andamento togliamo da una mera logica di buon andamento di imparzialità al
Come se in qualche modo si dovesse trattare di un presidio stabile
Sì sì si orienta verso invece una logica di risultati che siano funzionali alla migliore capacità competitiva del sistema pubblico perché parte fondamentale della più generale e competitività
Del sistema Paese parte anzi non secondaria della competitività più generale del sistema Paese sopravvissuto fino ad ora fino ad ora si può dire esso sia sopravvissuto perché nonostante
La produzione torrenziale
Del mio amico Franco Bassanini
Non oltre al nonostante anzi nonostante qualche sgarbo l'anno dopo del ministro Cassese
E che nonostante
La palma ininfluente devo dire come ininfluente sul pool suo passaggio
Villa la produzione ben più torrenziale consistente di Bassanini e poi quella di Renato Brunetta in fondo tutti hanno rispettato il basamento
Dico rappresentato da quel decreto alcuni suoi contenuti sono stati corretti ma quella sorta di basamento fino ad oggi non è stato messo in discussione
Oggi si riparla di un in più ma addirittura di una rivoluzione delle pubbliche amministrazioni
Si è alzato il tiro diciamo rispetto alla riformismo che era il metodo dichiarato del dei precedenti interventi
E noi abbiamo inteso quindi con celebrare i nostri vent'anni di attività con questo manifesto
Perché ci è parso e lo l'ho già detto ad Angelino Alfano che ci dovrebbero aggiungere dopo un po'sfortunatamente contemporaneo Porta a Porta o meglio una registrazione di Porta a Porta
Che avviene nello stesso momento in cui stiamo non ritenendo il nostro incontro ma dovrebbe raggiungerci
A conclusione del livello diciamo non di un intero porta a porta una registrazione nell'ambito di esso ho già avuto modo di dirgli non pur di non che non vedo
E nella diciamo nel pacchetto che è stato messo on line che è stato presentato dal Presidente del Consiglio e dal Ministro per la funzione pubblica
Non vedo cioè una ratio che non sia quella pur rilevante e non sottovalutabile della diciamo della riduzione del peso delle amministrazioni pubbliche
E noi che parta diciamo un manifesto per lo Stato essenziale non siamo
Indifferenti al concetto anche del peso del peso che significa Spesal che significa entrata
Ma
Non non ci pare di vedere una logica
Cioè una ed è importante la logica perché la logica poi può fare scelte che significhino efficienza ed efficacia
è importante quel manifesto vi dico subito dedicato alla logica c'è una logica non so se è già stato messo in a disposizione della sala
Una copia e comunque circolerà on line da un Maini anzi è già da oggi c'è stato l'anticipazione del Corriere della Sera con un bell'articolo abbastanza fedele oggi
Anche se non accolto proprio un boato diciamo un punto fondamentale che spiega poi l'invito al Ministro dell'interno
E mi fa piacere che siano presenti anche molti
Rappresentanti di questa amministrano utilizzano un rappresentanti molte persone tra l'altro hanno frequentato frequentano l'associazione Amici di Marco Biagi molte professionalità anche le vacche professionalità che
Sono
Cornuti appartengono alla al Ministero dell'interno perché la nostra proposta diciamo che fa significativamente perno anche sul Ministero dell'interno
Vorrei dire molto sul Ministero dell'interno
Perché
Qual è
E vengo al mare vengo rapidamente a dire ve le linee generali il manifesto che poi sarà subito commentato da tre
Amici frequentatori dell'associazione che sono li conoscete credo Giovanni Faveri in Segretario nazionale della funzione pubblica della CISL rappresentativo di quel lavoro
Che è ovvio che vogliamo valorizzare con
Quando ogni POR in teoria ogni qual volta si parla di si parla di forma un po'di amico Renato Brunetta forse perché diciamo
Aveva qualche intenzioni in merito a una
Tendenzialmente ma in realtà anche lui alla fine perché la o no scherza era una battuta più sul
Diciamo su alcuni istituti modi usati per imprimere perché
Svolte alla oggi si direbbe cambiamenti diverso la situazione
Il professor Giovanni tre e anche presiede la Scuola superiore di pubblica amministrazione
Dei antitesi potrebbe di
Di di voi si potrebbe dire secondo la proposta del Governo come gli ai lender alla fine ne resterà uno ma
Speriamo che questo che resterà sia che lo porta cioè che va quello buono il buono il buono Francesco Verbaro che vorrei considerare come definire come professionalità un ordinamentali vista credo
Che sia il modo giusto di intendere la sua esperienza la sua conoscenza delle pubbliche amministrazioni
E e per quanto mi riguarda mi conoscete sono un praticone della materia che non significa
Un estraneo ma non significa nemmeno fonda persona che abbia pretesa di competenza scientifica
La
Per questo
Io chiedo scusa ai soci dell'Associazione perché hanno ricevuto questo manifesto credo sabato
Vi è stato chiesto di produrre osservazioni per Lunetti per lunedì alcuni l'hanno mandato un po'fuori orario per cui noi eravamo già usciti in quel momento
Devo dire mi ha fatto piacere che le osservazioni sono state coerenti sostanzialmente con il testo potevano chiedere una specificazione maggiore ma sono state credo di poter dire tutte coerenti con il testo
Chiederò scusa se non sono state recepite tutte ci volevano anche un testo sintetico un manifesto appunto di cui fossero chiari fossero chiare le intenzioni
Questo sarà a questo testo anche alla luce della discussione odierna e di qualche altro confronto che vorremmo proporremmo produrre
Entrerà nel dibattito sulla vera e propria riforma cioè non soltanto perché
è ovvio che io non mi sto oppio e quindi per quello che sono il capogruppo al Senato di un gruppo parlamentare
E e
Ed è ovvio che come dire in qualche misura posso anticipare che sarà sussunto dalla dalla da una certa aria di Governo della maggioranza parlamentare ma ne abbiamo l'ambizione che questo documento possa venire alta un'influenza più ampia più pervasiva al di là della
Come dire di una presumibile e coincidenza di opinione per cui
è vero che ci sono anche di quelli che dicono e mia opinione che non sempre condivido ma io in genere condivido la mia opinione
Noi vediamo al manifesto il manifesto a un'affermazione prioritaria preliminare che era che ci è parsa doverosa necessaria
Non soltanto quella ovviamente per cui gli italiani vogliono uno Stato che funzioni di più i costi di meno ma quella meno meno scontata per cui
La prospettiva della e in quella prospettiva ragionevole secondo noi di evoluzione dell'integrazione europea dovrebbe
O potrebbe ragionevolmente realizzarsi in termini di confederazione di Stati sovrani
La definizione confederazione non è casuale e diverso dalla definizione di federazione
Ergo Cam maggiormente lo Stato sovrano evoca maggiormente un rapporto
Tra la tra la nazione e l'Europa che quindi a pittura viene definito qualcuno dei soci si è preoccupato che ci fosse una sorta di di di di di sottovalutazione del ruolo dell'Europa ma a ben vedere non è così
Perché si dice Europa solo quando necessaria nazione sempre quando possibile ma quel solo non è poco
Perché il solo riferendosi alla necessità investe inevitabilmente la moneta la spada e la fiducia
Cioè investe quella dimensione necessaria che è molto di più di quello che oggi ha molto di più perché riguarda la moneta
Con una banca centrale di ultima istanza dotata di tutti i poteri per difenderla e regolarne anche il rapporto di valore con le altre monete
La spada significa l'esercito e vediamo quanto ci servirebbe in un tempo come questo la diplomazia perché è la prima espressione di una politica comune detta della del nell'ambito dell'Unione
Quindi dire solo non significa dire poco
Significa solo da un lato dire di più di quello che c'è
Sulle cose che contano e dall'altro dire di meno di quello che c'è come dimensione europea rispetto a tutte le cose bagatellari nelle quali si ingerisce la Commenda comincerò per per uno come me che viene dalla terra dei gelataio artigianali che hanno si sono arricchiti in Germania e in Europa tutta
Non è detto che fosse il miglior gelato italiano era quello meglio vendute tranquillo più venduto
Ebbene il mare sia sempre irritato che ci volessimo se la pretesa di regolare il gelato artigianale
Quindi la definizione non è di mille utilità del ruolo dell'Europa ma colloca l'idea di Europa e come in in questa appunto prospettiva che abbiamo detto confederazione di Stati sovrani
Quindi Stato sovrano quindi Stato quindi stato
Qui ecco qui è il cuore di questo manifesto fatta a mano evidenziare subito il cuore di questo manifesto sta proprio nell'idea di una riproposizione dello Stato
Dello Stato unitario dello Stato che può essere poli morfologie può essere policentrico ma che alla fine è stato perché
Perché non
La l'unione dei Paesi europei può ragionevolmente essere una confederazione ma di Stati non di ragioni
Non di Comuni ma di Stati perché i patti che ci legano agli altri sono patti sottoscritti dallo Stato che non per i quali lo Stato risponde per tutte le sue articolazioni
E e quando le sue articolazioni non funzionano non richiede non rispettano il patto che non a caso di stabilità tutto interno perché funzioni il patto di stabilità tutto esterno
Sant'cioè ero stato che ne paga le conseguenze e la comunità nazionale a pagarne le conseguenze ma è lo Stato
Insomma qui c'è un forte rilancio dello Stato lo dice un Veneto lo dice uno che ha un una cultura in fondo federalista anche se
Non ha mai visto in un Paese del mondo uno Stato
A federalista a a base plurima come fu designato dal Titolo quinto cioè Comuni Province Regioni sullo stesso piano per non solo quindi il federalismo nascerebbe dall'alto ma nascerebbe dalla
Otto buttandosi su tre livelli su tre livelli di autonomia autonomia costituzionalmente rilevanti che e va bene onestamente un po'demenziale
La fa ora che abbiamo
La riforma del Titolo quinto noi stiamo discutendo tanto del Senato ma vi posso dire che stiamo prestando molta attenzione
In più in realtà la riforma di Walter al Titolo quinto di cui si sta discutendo poco quindi vorremmo
Con questa iniziativa riaprire molto la discussione sul titolo sul Titolo quinto
E questa discussione sul Titolo quinto è sostanzialmente qui da un lato vi alle Province ovviamente
Dall'altro un federalismo che ha come base sostanzialmente le regioni
Le Regioni che a a loro volta organizzano i Comuni secondo in associazioni necessarie perché ne delimitano i reticoli ne fanno il reticolo
L'ipotesi su cui non abbiamo lavorato e sostanzialmente l'area Astura
Sono i trecento trecentocinquanta mila abitanti dell'Area asilo usura come si vuol chiamare
E e al più come passaggio intermedio i cento mila del distretto ma proprio perché la dimensione sovracomunale deve essere ordinata non può essere a geometria variabile
E deve avere una massa critica e dal punto di vista anche della
Passa della diciamo della circuito democratico
Deve coincidere perché il primo grado poi determini un secondo il secondo grado non è direttamente elettivo ma il primo grado che è direttamente elettivo deve avere poi un unico riferimento superiore
Non so se spiego la in sé perché la democrazia stessa si affievolisce se ci fosse un incrocio disordinato oltre che l'efficienza
Di forme sovracomunali di gestione di tutte le funzioni fondamentali dei Comuni
Ma che cosa diciamo qui rispetto all'esperienza rispetto all'albero storto del federalismo come lo chiama Luca Antonini
Che è necessario o un controllo molto continuo
Sulla efficiente Sollai molto continuo sulla IFEL sulla
Sulle col sull'equilibrio strutturale dei bilanci delle regioni e dei Comuni
Che non ci possiamo permettere il formarsi di debito attua accumulato sommerso e poi che emerge ma comunque accumulato
Ed entrare nei circoli viziosi nel Comune di Roma o del Comune di Napoli ma non solo dico di queste due grandi realtà che potremmo anche chiamare particolari ma non sono purtroppo le uniche in questa situazione
E abbiamo bisogno invece con tempestività di avvertire
Disegnare un warning che si devastata generando debito che si sta generando debito strutturale che si sta formando uno squilibrio strutturale
E pensiamo che ciò sia possibile se le amministrazioni utilizzano la contabilità economica per centri di costo quella che
Quella che disegniamo già
Con il decreto ventinove che fu attuata solo in una micro quindi una minima parte del sistema delle amministrazioni pubbliche
Conciliata con la contabilità finanziaria ma fondamentale per il circolo virtuoso
Che vogliamo realizzare quindi diffondere la contabilità economica per centri di costo
Assumere anche i prezzi di riferimento questo lo dobbiamo dire per i molti incolti che confondono dico i costi Standard con una siringa i costi standard non sono la siringa sono i prezzi di riferimento utile alla siringa e ad altri acquisti
I costi Standard sono nella sanità l'equilibrio fra le tre voci spedalità territorio e prevenzione e l'efficienza e quando non c'è e specializzazioni inappropriata
Questa è il senso dei costi Standa ma
E la specializzazione ridotta al minimo necessario i bisogni acuti sono anche ridotti al minimo necessario
E questo
Quindi la contabilità economica consente di lavorare su costi standard e fabbisogni standardizzati solo virtuoso si crea
STU come strumenti di autocontrollo dell'efficienza da parte degli stessi amministratori degli enti ma anche come strumenti di vigilanza di controllo
Di chi di vari soggetti che se volete sono preposti a ciò dal collegio sindacale del Comune alla
All'Ispettorato di finanza della Ragioneria per altri versi alla Corte dei Conti alla sanzioni regionali della Corte dei conti ma ci deve essere un punto di sintesi che non può che essere del Ministero dell'interno
Cioè da un lato i prefetti vedremo come è organizzato in ma con un prefetto chiari che guarda alla Regione
E che e non so se sarà l'unico prefetto a regime con questo non siamo entrati per ora ma diciamo che un prefetto certamente alla responsabilità della Regione
E dall'altra parte con questi segretari di governo che sarebbero figli della tradizione dei segretari comunali
Non più gestori della quotidianità del se volete ma avendo in carico anche un complesso di Comuni assistono ove richiesti di amministratori locali per la legittimità degli atti ove richiesti
Ma ha realizzato un soprattutto una vigilanza continua di stabilita dell'Ente dell'ente locale e segnalano il prodursi dello squilibrio
L'idea che noi togliamo dai Comuni anche la vigilanza di questi funzionari dello Stato ci terrorizza Lidia l'ipotesi di Renzi di togliere definitivamente lo Stato
Do o una presenza dello Stato in prossimità a questa realtà che ha dimostrato DS terribilmente produttrice di
Di debito ed
Cicci preoccupate in o invece al contrario rilanciamo una figura vistato
Che chiamiamo segretari di governo giusto per
Perché non usare la stessa definizione nel momento in cui in qualche modo si precisa alla loro ruolo come un po'diverso da quello
Da quello che inizialmente che inizialmente che per fino ad oggi fino a ieri in parte è stato perché già i meccanismi di scelta attuali lo hanno reso un po'diverso al
E
E ritorna e vuole essere in carta costituzionale
Quel fallimento politico degli amministratori regionali e degli amministratori locali che era nella legge del federalismo fiscale che è stato bocciato dalla Corte sulla parte della
Della della Regione me che invece in Costituzione può diventare
Sostenibile e degli amministratori locali con sanzione di ineleggibilità di essi per un arco temporale a qualunque funzione pubblica immediato commissariamento degli enti finché
Non finisce il piano di rientro non commissariamento con un Gerge non piano di rientro e quindi risorse aggiuntive con un gestore democratico mi dispiace
Quando interviene il piano di rientro ci vede essere esteso il verde deve essere necessariamente un gestore
E sterno un gestore dello Stato cioè
E bisona rimettere in
Oggi io capisco perché mancando questa strumentazione può succedere ma è evidente che non è la soluzione quella che oggi registriamo
Il che vuol dire che il federalismo che qui si ipotizza è differenziato
E a geometria variabile
Non è
Non è uguale in tutto il territorio perché ci possono essere Regioni che possono aspirare ad essere speciali e ad a vere in base alla nuova Carta come già la precedente per attuale peraltro
A funzioni in più perché il loro efficienza di Bilancio ragionevolmente le consente e regioni che a tal punto vedono sfumare la loro competenza da essere da azzerarli ma
Cioè in quanto commissariate
Quindi geometria variabile
Il concetto dell'istituzione geometria variabile è un concetto che dovremo affrontare anche in Europa e che è un errore non avere affrontato quando abbiamo fatto l'allargamento maggiore in colse
A con non considerare che so io alcune geometrie variabili con la Romania o con altri Paesi e invece ad allargare con le stesse regole immediatamente o quasi
Su tutti su tutti i Paesi
Ecco qui è il cuore della proposta è questo che volevo sottolineare cioè un'idea di ritorno dello Stato
Per questo ripeto di investire e un'idea di ritorno dello Stato fondata su una un federalismo che non può che essere fortemente responsabilizzato
E fortemente vigilato e fortemente sanzionato
Altrimenti
Prosegue quella in quella situazione di
Che potremmo definire di di
Di controllo perduto sul formarsi diffusamente sul formarsi fondamento del debito e delle inefficienze perché la stesso problema
Dell'entrata come sanzione mi dispiace ma da cittadini romani come molti di voi sono esse
Sono non possiamo non dirci che non ha funzionato la deterrenza dell'aumento della pressione fiscale in presenza del debito sanitario perché stiamo pagando le tasse al massimo
Forse manco ce ne accorgiamo perché l'IRPEF non è intesa non è una
Imposta così visibile come sarebbe la benzina come noi poi ipotizziamo che di nuovo che si veda stai in una regione
Sfortunata sette gente
Permangono ma non possiamo attendere che vengono massacrati cittadini massacrate le imprese per intervenire ICE tanto
Devono pagare più tasse quindi si creerà un circolo virtuoso no
Noi dobbiamo spezzare quel circolo vizioso
Intervenire a bloccarlo ed evitare di caricare sui cittadini le inefficienza il costo dell'inefficienza sanitaria tanto qui vi diremo
Che la entrate per la sanità e per il trasporto pubblico locale
I due buchi neri in una parte del Paese l'uno in tutto il Paese e l'altro TPL
Sono entrate derivate dallo Stato non le mettiamo delle che devono corrispondere
A esigenze di diritti costituzionalmente garantiti per la mobilità e per la salute da un lato e devono corrispondere a costi e fabbisogni starà costi e fabbisogni standard per l'altro verso in modo tale che
Ci sia da un lato la provvista giusta e dall'altro però lasso Anzio l'immediata quando con quella proprio in quella provvista non è sufficiente a
Cambiare a riorganizzare quei servizi
La
Mentre come ho detto tutto il resto per tutto il resto invece vede vuol provvedere con entrate mono provvedere con entrate propria
La e le entrate e lenta nessun le entrate proprie
Così sulle entrate proprie insisto le basi scomode
Lì il Corriere oggi non aveva capito quando nel testo diciamo i carburanti piuttosto dell'IRPEF non è piuttosto che l'IRPEF no non è più e al posto dell'IRPEF
Piuttosto purtroppo mi toccherebbe dire la casa cioè alcune basi serie nelle chiamiamo scomode perché vorremmo che non venissero utilizzate queste basi imponibili
Avendo riscontrato una certa leggerezza nell'usare la base dell'IRPEF
Ovviamente questo manifesto lo dico ovviamente per la cultura che anima questa associazione
Afferma molto il principio di sussidiarietà quindi il processo di riordino deve partire da un'idea di ripensamento di tutte le funzioni pubbliche di ridisegno delle funzioni pubbliche
Di
Ridisegno che può essere aiutato essenzialmente da uno strumento e da un principio anzi due strumenti è un principio se dovessi dire
Il principio è quello della sussidiarietà della sussidiarietà orizzontale
Che non significa solo
Ritirare funzioni pubbliche laub solo obsolete e l'aumento si possono
Si possono rimettere direttamente a al cittadino alla o all'impresa
Ma sussidiarietà verso e non solo sussidiarietà verso corpi sociali che in parte praticata ma ancor più diciamo deve essere praticata pensiamo a tutte le attività di welfare
Ma sussidiarietà anche verso le professioni ordinistiche questo è un ambito
Che abbiamo cominciato ad indagare molto di grande possibilità cioè ci sono tutta una serie di funzioni di asseverazione di autorizzazione sappiamo l'azione che possono come nel caso dei notai essere già oggi
Ma non solo di loro caso anche di consulenti del lavoro e di altro già oggi essere rimesse a fonda a professioni ordinistiche in quanto professioni terze
Di cui noi riconosciamo il caratteri di terzietà
Quindi riducendo il peso il peso delle funzioni delle funzioni pubbliche
Scusate l'esperienza
Della del da di alcuni atti tratta che abbiamo trasferito anche in epoca recente dai tribunali Aiton Thai che hanno dato vantaggi in termini tempestività e di efficienza
Ma l'altra e gli altri due criteri li abbiamo vediate se questo è un principio di due strumenti fondamentali uno l'abbiamo detto e la contabilità economica l'altro è l'agenda digitale
L'altro l'agenda digitale in tutto il suo pacchetto di cui un conto di cui un un obiettivo fondamentale deve essere all'interoperabilità delle banche dati
Quelle interrompere e quei eque poi senza dimenticare l'identità digitale che ovviamente la base di tutto la a
Fatturazione elettronica
O per non dire di progetti specifici come Hillary fascicolo elettronico nella sanità
Il mio sogno di un fascicolo della vita attiva della persona di cui induce eccetera tutto nell'INPS eccetera
Ma più immaginate insomma l'agenda digitale con la contabilità economica per centri di costo ci consegna diritti che ci consentano di ridisegnare le funzioni
Allora questo è una logica ridisegniamo le usando proprio la reingegnerizzazione come dicono gli esperti
E che è conseguente alla digitalizzazione
E anche però alla contabilità economica che responsabilizza che consente
Di vedere e di confrontare di comparare le efficiente
E questa
Questi piani di di di razionalizzazione
Possono anche portare a possono portare a
Concentrare funzioni eccellenti questo dalla concentrazione delle persone eccellenti è un tema vera e non per risparmiare
Che so io il tema degli ospedali tipicamente i duecentocinquanta ospedale che si chiudessimo questa notte faremmo solo bene
Perché poi eviteremmo dei dei luoghi dove si rischia di morire andandoci con un bisogno appunto perché non sono dotati di tutto ciò che serve di fronte ad un bisogno acuto
Ma potremmo dire lo stesso delle sedi universitarie
O potremmo dire vien centri di ricerca anche se la ricerca moderna si fa diffusamente in rete
Ma insomma ci sono è necessario riflettere su su questo profilo e ridisegnare in generale
Le funzioni le funzioni pubbliche molto per esempio la loro dimensione periferica territoriale
Se il se usiamo questa se usiamo questa strumentazione
E per quanto riguarda i Comuni oltre a quello che dicevo la le associazioni obbligatoria per gestire tutte le funzioni fondamentali c'è tutto il tema delle partecipate sulle partecipate qui ci sono due paletti
Che sono uno verificare se c'è qualcosa da internalizzare perché non bisogna neanche essere ideologici al contrario e dall'altra parte
Mettere a gara tutto il possibile e senza clausola sociale mi dispiace ma
Perché dire
Dire mettere a gara con clausola sociale significa cause tali
E siccome dobbiamo mettere a gara soprattutto il trasporto pubblico locale cioè quello che non si vuol pigliare nessuno altrimenti io so che c'è chi era unicamente dice
Io ho privatizzato il trasporto pubblico locale a Firenze sì grazie alle Ferrovie dello Stato Samson buon capi ma CIPE
Perché Blair qui parliamo di privatizzazioni vere diciamo
Non è che e però si tratta di proteggere i lavoratori Malta e per i ma anche
Anche un'idea di portare gli esuberi dentro le funzioni pubbliche e meglio della situazione presente
Anche un compromesso che potesse essere realizzato in questo senso e meglio smontare la clausola sociale e internalizzare che quindi esuberi piuttosto che restare nella situazione attuale
E nel nome della clausola sociale andiamo avanti col buco bestiale del trasporto pubblico locale e se l'inefficienza anche di altre di altre gestioni e soprattutto a questa montagna di partecipate
Ormai
Uscite di controllo uscite totalmente di controllo
Finisco davvero
Con un riferimento alla
Alla dirigenza pubblica e il rapporto con i lavoratori la dirigenza pubblica noi siamo per confermare l'impostazione del ventinove non del mille novecentoventinove
Del decreto ventinove
Nel senso che
Autor separazione fra in funzione di indirizzo politico e di attuazione quando sento un certi ragionamenti sulla mobilità della dirigenza pubblica
Io l'ho detto in uno degli incontri primi livello che ho l'ho detto in uno degli incontri in cui abbiamo fatto il programma di governo
Quando sentivo una eccessiva precarizzazione Busato per un attimo uso questo termine che non amo delle tre della dirigenza pubblica ho detto sì ma gli atti telefilm miti ho detto al mio interlocutore
Perché il giorno in cui
Tu
Arrendi precario delimito meno dirigente gli atti li firmi tu
Non li ferma il dirigente
E questo è un con questo è un concetto fondamentale che ribadiremo in ogni sede noi siamo per la separazione
Tanto che nella separazione diciamo contabile responsabilità contabile per tutti ma resa più certa
Resa più certa non può essere imponderabile l'imponderabile
E per tutte le funzioni pubbliche che hanno potere di negoziato
Che hanno dovere di negoziato potere e dovere di negoziato
Cioè chi deve fare cioè poteri di concordataria anche di di pensate l'Agenzia delle entrate eccetera si risponde contabilmente solo per dolo solo per dolo altrimenti chi è che
Nel nome pure di un evidente interesse pubblico si prende la responsabilità di comporre
Il contenzioso
Quindi il tema delle responsabilità contabile che pure proponiamo di estendere a tutti anche gli unici e non ce l'hanno di fatto
Deve essere deve essere però reso ricondotto in una dimensione della certezza
E
O
Dirà
Diranno loro meglio di me insomma il ruolo unico secondo fasce non giuridiche ma di competenza ad esperienza eccetera eccetera eccetera
Ovviamente questo richiede a rispondere per un dirigente si chiede richiede la possibilità di gestire flessibilmente risorse finanziarie e risorse umane
E richiede di ridefinire anche un po'fatta devo dire lo dico anche ai lavoratori non dirigenti e dipendenti non dirigenti ripristinare un po'di rapporti il rapporto gerarchico
Non dobbiamo avere paura di gerarchia anche se la gerarchia oggi va intesa modernamente cioè va intesa in termini tali da riconoscere autonomia nell'esecuzione alla persona
Perché il l'attitudine come dicono quelli delle risorse umane era problem solving deve essere in ogni livello della persona e il premier e deve sempre prevalere il risultato sul procedimento
Finisco con una considerazione cui tengo molto anche perché da relatore della legge delega sulla
La sul lavoro lo proporrò
In facciamo finalmente incontrare in un'unica regolazione lui nulla pressoché unica regolazione pubblico e privato
Una Camp fermo restando il reclutamento secondo procedure
Particolarmente trasparenti
Quali di quel di quali o magari di tipo concorsuale migliori di quelle attuali ma
Abbiccì diamo quanto più lavoro omologhi hanno vedo Michel Martone lavoro sono discorsi siamo fatti per tanto tempo il lavoro pubblico e lavoro privato pensata in contratto a termine la prima cosa che mi viene in mente il contratto a termine non si può nel pubblico
Come dire sul
Un museo usare smodata mentre il contratto il contratto a termine che nel perché nel privato anche con la regolazione recente anche comprensibilmente in base anche una direttiva europea regolato
E altro e altro ancora che ne deriva che ne deriverebbe
Finisco con
Bene interessa molto dire perché io credo
Nei Rappone le relazioni industriali
I di prossimità che qui c'è un concetto fondamentale il futuro delle relazioni cosiddette industriali di lavoro sindacale anche nel pubblico si realizza in prossimità laddove
Dirigente i lavoratori si guardano negli occhi e sono e devono essere portati a condividere
Non
Non i dipendenti a condividere che mettono sotto il dirigente inconsciamente ma
A condividere obiettivi ma anche risultati e quel salario che non non da me e il salario non deve essere collegato al pile io onestamente statale del PIL
Non mi hanno
Sei saranno dal più non so sette lo dei parlamentari se vogliamo ma non
Alla e io penso che in sala deve essere collegato i risultati che invece si producono nella struttura di appartenenza
Che si debba quanto più favorire un dialogo di prossimo un dialogo di prossimità
Dopodiché
Last but not least ci pensa la scuola a formarsi per il mondo di domani
Nel senso che
No questo non lo so se chiamare questo una rivoluzione io chiedo che posso io credo che possa essere una evoluzione rispetto a ciò che abbiamo
In questi anni variamente scomposta mente prodotto non voglio dare giudizi sommari perché non sono neanche utile
Ma acché questa ci può essere un'evoluzione dalle migliori esperienze secondo un disegno che mi sembra ragionevole qui c'è una logica
E io mi auguro che nella scelta finale che il Governo farà dopo questa consultazione ci sia una logica può non essere questa
Ma una logica che non può essere soltanto quella di dare in pasto all'opinione pubblica
Un pezzo
Di
Un pezzo di Stato rendendolo ancora più fragile al contrario l'obiettivo e mai come ora
Di fronte al contesto anche globale nel quale siamo affermare se volete meno Stato dal punto di vista quantitativo ma più Stato dal punto di vista della capacità di servire il popolo
Grazie
Busato del vostro tempo ma c'era anche una logica
Fa in favore dell'arrivo di Angelino Conte ordine procediamo
Allora cominci male dal cominciamo dalla dirigenza ordine alfabetico all'UE forma per ultima dalla
CAI
Grazie e buonasera
Ma la la
La domanda che viene spontanea e dopo vent'anni in cui si parla di riforme dopo un ventennio di riforma distico oggi celebriamo un ventennio a domanda da porsi è quale riformato vent'anni di riforme
Perché effettivamente somma domanda eh ma allora tutto ciò che abbiamo fatto tutto ciò che abbiamo anche chiamato riforma forse impropriamente
Tale non è stato e Ponente è stato giustamente forse un'evoluzione o comunque una cerca di intervenire più volte su norme cercando di fare degli aggiustamenti ma che è uno frutti di frutto di dinamiche di rapporti di forza
Cito soltanto appunto al per un su un tema che poi tratterò dopo quello della riforme la dirigenza che l'articolo che regola il modo con cui si conferiscono gli incarichi dirigenziali
Che è l'articolo diciannove c'è trentacinque è stato modificato ben ventisette volte dal mille novecentonovantotto è soggetto di ben cinque sentenze la Corte costituzionale
Di centinaia di sentenze e e quindi ci fa capire come per esempio già soltanto il tema della riforma della dirigenza
Sia sia stato un tema come dire più volte toccato e frutto di dinamiche di rapporti non non non proprio linee non proprio chiari ma comunque rapporti di forza e palme in tutto questo ha creato insieme ad altri aspetti
Una situazione di di caos di entropia e oggi si trovano ancora volta quale riforma come questo caso quali forma della dirigenza
Certamente la pubblica bisogna dopo un ventennio in cui si parla di riforma alla fine arriva a a fare un bilancio non certamente positivo non certamente positivo nonostante le grandi eccellenze cedevoli Dio perché
Chiaramente invasiva del rischio di massa in cui appunto c'è grande incertezza la pubblicazione di fatto contribuisce all'incertezza
Cioè l'incertezza amministrativa l'incertezza legislativa l'incertezza sui tempi rispetto a alla z delle diseguaglianze la la pubblicazione delle istituzioni contribuisco mentale diseguaglianze pensiamo all'ostruendo forse pensava nostre politica non sospesa spesso rafforza gli insider sei e poco tutela gli outsider si progetti non protetti
E quindi se dovessimo fare anche un bilancio in temi dispensa basti pensare che quando nasce il decreto ventinove novantatré
Noi avevamo come obiettivo è l'articolo uno la finalità ridurre la spesa delle pubbliche amministrazioni
E noi passiamo da circa ottanta miliardi spese del personale centoventi nel due mila uno a centosettanta miliardi spesa del personale nel due mila otto
Quindi con la crescita elevate spese personale che sente molto privata la cresce il PIL Sgrò usare quindi qualche volta pure Musa lo fa sul tasso di crescere la spesa pubblica
E mentre al contempo menta la pressione fiscale lo stesso decenni hanno sovente la pressione fiscale cresce in maniera elevata e probabilmente e soprattutto a livello cioè locale senza che questo costruisca si effettivamente una una sanzione
E l'idea che sia e di una di un disordine giustamente di un Causin entropia c'è la sensazione che sia e questo è importante ecco perché importante collocava riforme una visione complessiva nel tuo riforme della pubblico se è una visione complessiva di riforma istituzionale
Perché l'arrivo l'idea che sia e che noi siamo ancora in una palude tra
Introduca tentativi di sussidiarietà diciamo così la Sicilia verticale cioè il decentramento dallo Stato alle Regioni agli enti locali che è rimasto nel limbo
Cioè che non è stato completato col turismo fiscale e chiarezza o meccanismo dove dove la cosa più incerta è la mancanza di responsabilità
Falliscono le Regioni falliscono i comuni falliscono città intere importanti non si riesce a capire di chi è la colpa
E qui anche il tema appunto della sanzione politica basti pensare poiché quando facciamo degli stadi o cento quarantanove
Sul fallimento la politica sono quasi tutte le Regioni a far ricorso la Corte uso orale per abolire acque norme sulla fallimento la politica ma questo lo mettiamo a parte
E e comunque l'altra il tema che si rimane l'incertezza perché poi come vediamo da un lato si cerca di aumentare la flessibilità e questa forse la storia di questo ventennio diventare le flessibilità d'altro lato però
Il fallimento registriamo su queste possibilità porta negli ultimi tempi ha un neo centralismo rimaniamo un po'nel guado tra decentramento e neo centralismo
L'altro suscitare quello di John tale cioè quella di Stars perire competenze funziona privato avviene in parte con forme di estremizzazioni caotiche che porta
Però chiaramente a mantenere spesso le strutture interne quindi non è un'esternalizzazione piena è come se ci sono gli opportuni riproduce ridondanze e duplicazioni
è una situazione che poi passi che le società partecipate passo dal mille novecentonovantasette
Al due mila otto da mille ottocentocinquanta a circa sette mila ottocento settantadue ma ovviamente il censimento ancora da fare non H su uno dei quarantaquattro punti dal Governo del Governo è censire le partecipate gli enti inutili cioè questo è un Paese che non sa neanche
Quanto pubblico c'è e ovviamente quanto pesa questo
E allora il tema è chiaramente in questo situazioni in questo contesto come provare a a ridare a ridare ordine
Di fronte a questi dati macro cioè amento la pressione fiscale aumento della spesa cause riduzione dei servizi certamente la reazione che che viene dalla società e quella di dire tagliamo tagliamo e quindi il taglio degli stipendi a prescindere responsabilità
Ma anche appunto l'approccio nei confronti della della pubblica amministrazione ma nonostante tre provvedimenti dispendio rinvio che nascono appunto degli ultimi anni
Due tre piani due tre libri verdi e bianchi sulla spesa pubblica amministrazione esulta due proporre un provvedimento sforbiciare Italia
Che quell'appunto il provvedimento che si vuole punto lanciare cioè un po'l'evento di Bari toccare tante cose
Ma qui vada in mente allora il tema è ricondurre la riforma della pubblica amministrazione Repubblica Missoni alla riforma istituzionale cioè non può esserci soltanto lo sport dice Italia che mantenga tutto così come
Questi risulterebbe poi sorta di taglio lineare temo un po'gli enti locali un po'ministeri un po'le regioni un po'alto ma deve essere uno di un disegno perché quello che è mancato pavimento in questi in questi anni certamente è stato un disegno perché rendesse chiare le responsabilità e le responsabilità del lotto di indirizzo politico e le responsabilità dell'Amministrazione
Perché è vero però mantenere il si applichi la distinzione tra indirizzo politico e gestione ma questo metodo in questo destinato il sistema di distinzione tra indirizzo migliore gestione ha creato non meccanismo chiaro e trasparente ma due responsabilità
Il responsabilità della politica e li responsabilità della dirigenza e quindi chiaramente il tema è come rendere responsabili entrambi i soggetti di un processo unico decisionale
E allora io prendo l'appunto con meccanismo in cui sono chiare le competenze ecco legare le riforme istituzionali riformista di una riforma istituzionale chiari compiti certamente l'entropia legislativa non aiuta e quindi certamente quei anche questo va BA
Va risolto e e chiaramente chiare le responsabilità
Dove attualmente rispetta responsabile amministrative contabili o cercare di provare a ricondurre il tema sulla responsabilità gestionale sui servizi ecco l'importanza riportare costi stata ma su tutto anche livelli di servizi che dovrebbero essere assicurati garantiti
Ragionando può su quello che è accaduto in questi anni provento abbiamo ripetere se effettivamente gli ultimi tentativi
Di intervento legislativo sono pubblici sono e siamo stati corretti e sarebbe invece provare a riprendere alcuni temi lanciati negli anni Novanta negli anni Novanta cosa abbiamo fatto abbiamo provato a
Coniugare la riforma la pubblica ammissione in termini di decentramento aumento della flessibilità no
Do ma dato maggiori competenze agli enti locali col decentramento amministrativo prima così sono impegnate per i quali come titolo quinto ma gli a questo abbiamo avvertito l'aumento della crescita della spesa degli enti locali ma ovviamente non in termini chiaramente di servizi
Ma svolto la il mancato controllo della spesa
I fallimenti regioni enti locali e l'incapacità di uscita a
Di ad come dire
Accorgerci della del di rischio default ma addirittura ci si accorge mo'stante norme sul Patto di stabilità non stante concedersi invece costante la Corte dei Conti nonostante una serie di controlli ci si accorge dei fallimenti soltanto dopo
Ritirarsi rispetta l'ottanta per cento degli enti ha dichiarato il dissesto di fatto fino all'anno prima al rispetto del patto di stabilità
Cioè si passa repentinamente aumenti in cui spetta il patto di stabilità all'anno dopo in cui dichiara il dissesto questo mostra chiaramente c'è qualcosa che non funziona il meccanismo di controllo dei bilanci e la spesa e che chiaramente prudente un sistema
Poli morte policentrico c'è uno si pubblica mi sono come quelle che sono in questi anni cioè capite centri di responsabilità forse anche troppi dal tipo di accorpamento discenti costo andrebbe fatto
E più urgenti appunto di spesa andrebbe un attimino razionalizzato e questo anche per riuscire a assicurare un controllo che non sia
Posteriore dopo a babbo morto ma che sia un controllo che intervenga in tempo utile incolte su tutto ha scarse ha scarse risorse
Il decentramento punto del Bilancio Protocol cosa un neo centralismo in termini di riduzione della spesa Lucetta sperimenti e non so neanche di Baget dei dirigenti propriamente punto chiaramente un primo risultato di questo fallimento è ridurre l'autonomia tutta
Oggi campate vigenti meno risorse non ho Budget erano nono responsabilità contabile il suo alto perché gran parte ormai sono
Risorse spese dissi obbligatori gran parte sono chiaramente fatto legislativo gran parte non mi consente che a mentire avere o un margine per
E e questo dato neppure affetto sulla contrattazione la contrattazione collettiva e di secondo livello e chiaramente ancora visto un datore di lavoro serio responsabile ha portato momento nella spesa senza una un aumento la qualità del servizio maggiore flessibilità nelle prestazioni e poi come reazione una intervento legislativo fortemente che avrà comprimere la contrattazione
Di secondo livello soprattutto e poi a bloccarla in termini di spesa alta reazione appunto in questo senso oggi si parla appunto di chiudere partecipate ma ovviamente il tema più importante e come gestire un'eccedenza di personale che cementa insieme sì
Si stima intorno ai quattrocento mila unità sul lavoro flessibile altrettanto si introduce lavoro flessibile a pubblica amministrazione si notano i fallimenti
In termini di ricorso di ricorso eccessivo al lavoro a termine e di creazione di bacini precariato la reazione al legislatore
Blocchiamo lavoro flessibile la pubblica amministrazione
E quindi come vedete il
Il la il latte al bilancio di questi anni è con cessato concedere autonomia flessibilità negli anni Novanta accorgersi di questa che questa flessibilità e questo mi è stata mal gestita
E quindi una ritornare indietro in temi di interventi legislativi fortemente invasivi colpa ma di neo centralismo
è questa forse la soluzione il tema e allora servono leggi o meno il tema è non ritornare a una centralina probabilmente provare a dire
Sì realizziamo sistema però di flessibilità gestionale decentrato ma corresponsabilità è questa la grande sfida altrimenti rischiamo chiaramente ritorna rinvio di molti anni troppi anni rispetto chiaramente
Al
Ha una Amministrazione che deve essere flessibile sponde Maria flessibili alle istanze che vengono
Dalla società
E in un altro fallimento dato che rispetto la missione ordinaria e noi abbiamo introdotto tantissime amministrazione straordinaria
E il numero dei Commissari nuotare task force il numero il numero delle Commissioni speciali e il numero dei commissari speciali
E di fronte i fallimenti ma mi sono ordinarie se abbiamo introdotto diverse volte figure straordinarie quello che serve è un'amministrazione ordinaria che sia o straordinaria in termini di qualità
E patente il tema non è quello di ricorrere a figure straordinaria task force a commissario alto ma provare a responsabilizzare la missione ordinare innanzitutto prima di rigore un eccesso di amministrazione straordinaria che poi crea una duplicazione su questo
Sui strumenti flessibilità e importante capire cosa è successo in questi anni rispetto allo strumento flessibilità contrattualizzazione del lavoro pubblico e e dirigenza sulla
L'ho incontrato il suo lavoro e sul così detto utilizzo di strumenti privatistici rapporto di lavoro che pubblico le pubbliche amministrazioni
Certamente il bilancio non è stato co come dire positivo ancora oggi facendo un questionario Morpurgo teorie confronti dirigenti alla pubblica amministrazione su se conosce la differenza tra mobilità come cessione del contratto
Esigibilità della prestazione
E due mila centotre potere datoriale compito dirigenza soltanto otto per cento di dirigenza per la differenza tra quattro strumenti che sono importanti per un datore di lavoro
E che ci fa capire come la strumento la flessibilità e quindi la figura del del datore di lavoro dirigente dove lavoro e le figura che non è decollata non è emersa
E e dove appunto al si arriva al paradosso per cui il legislatore introduce ben
Diciotto anni dopo una norma che dice si applica anche l'Appia l'esigibilità la prestazione quando invece c'era già col decreto ventinove novantatré
Non c'è neanche gli oratori Sacco orge che alcuni strumenti esistono e lire introduce ben diciotto anni dopo nel decreto legge centotrentotto due mila undici perché non c'era accorto
Che rinvio alla
Alla libro quinto del Codice Civile comprendeva anche il due mila centotre ma questo perché non è mai stato utilizzato cioè scarsamente utilizzato
Cioè che ci fa capire un po'chiaramente il tema
Sia quello di una mancanza appunto di specchio di un socio uscite a creare quel modello che sulla creare con il formaggio modello realmente manageriali che richiede competenze e coraggio
E chi chiedo la dirigenza forte e qui chiaramente andiamo al punto della riforma della dirigenza
Dicevo ricordavo prima come l'articolo o diciannove centottantacinque l'articolo che disciplina come si confisca Inca e dirigenziali solo toccato ben ventisette volte la durata la modalità di conferimento i criteri di conferimento
E quindi probabilmente il tema è ma persone dopo diciannove volte
Propriamente cosa che è successo in questi anni cosa non è andata e che tipo di dirigenza abbia bisogno nei prossimi anni
Polenta domanda da farsi questo quale dirigenza pubblica a parte la domanda iniziale quale pubblico in quanto pubblico ma certamente
A valle di quanto pubblico e quale pubblico al domanda da fare e quale dirigenza pubblica
E tutto qua la dirigenza pubblica certamente abbiamo funzioni di imparzialità
Funzione di imparzialità molto più forti molto più chiare funzioni di buon andamento di giusti no allegate le policy
Cito alcune figure che certamente per il il ruolo che hanno
Asseverare i bilanci contro e la spesa o controllare gli appalti certamente le sue figure dove chiaramente la loro imparzialità hanno è un è un bene pubblico è un valore pubblico ci sono figure di buon andamento reggimento le policy
Penso ai poli industriali poi di lavoro da porre mente chiaramente ci vuole maggiorenti diceva politico sintonia
Posto che questi si trovi sempre facile ma comunque certamente alcune figure sì questo per dire che non è capace individuare un modello tenendo conto che poi la proposta che si sta su cui si ragiona oggi e una vostra che riguarda la dirigenza e i Ministeri cioè quelli che era un ruolo unico
E che diviso non più in due fasce giuridiche ma in maniera diversa
Riguarda tre mila ottocento dirigenti su circa cento mila dirigenti
Comprendendo appunto resto del mondo quindi attenzione che poi certamente rischiamo di avere una visione ministeriale Centrica Celegato soltanto la dirigenza dei ministeri senza del conto di quello che accade nel resto del mondo
E allora il tema appunto allora quale diligenza serve maggiore flessibilità certamente sì serve precarietà ovviamente no
E il tema è quello di riuscire chiaramente introdurre alcuni strumenti di flessibilità
Senza introdurre la precarietà perché sei certamente abbiamo sforato i bilanci alcuni enti se certamente la spesa è cresciuta in certe realtà non è certamente perché il dirigente è stato poco flessibile
Poco flessibile ma che probabilmente lo è stato molto non ha saputo dire cerchino le momenti giusti
E quindi probabilmente il tema è chiaramente questa flessibilità in che cosa dei consistere
Abbia fatto un calcolo sulle durate dei contratti voi sapete che la dirigenza appunto lì la platea e qualificato in questo caso ha un contratto di servizio a tempo indeterminato un contratto di incarico a tempo determinato
La durata dei contratti di incarico nei Ministeri nel dalla due mila due a o dal due mila uno a oggi è stata circa di due anni virgola due mesi
C'è un contratto di incarico di un dirigente un ministero è durato circa due anni virgola due mesi
Ogni due anni due mesi contatto veniva di fatto perché i regolamenti di organizzazione intervenuti il taglio degli organici il cambio delle regole sul conflitto in carico portavano a cambiare a rinnovare il contratto a rifare il contratto
La cosa stupefacente che
Il fatto che venisse cambiato il contratto non ha portato a un cambio delle persone
Cioè non è stato utilizzato il il momento del rinnovo del contratto per
Cambiare spostare fa rotazione
Anzi soltanto il l'undici per cento dei dirigenti sono stati spostati quando vi è stato il Tercas la caduta del contratto il rinnovo del contratto la cessazione del contratto risoluzione anticipata o la revoca anticipata del contratto
E ci fa capire che il tema non è che poi la politica quando allo strumento la possibilità di cambiare il dirigente lo cambia ma se vediamo i posti a spoil system cioè quesiti posti di capi di parte in sede regionale neanche quelli cambiano tanto e al tema e quale flessibilità serve quale se le possibilità serve la politica per poter raggiungere gli obiettivi o meno
Di policy pavimenti flessibilità c'è probabilmente certamente una maggiore mercato della dirigenza servirebbe l
In percentuale il blocco delle percentuali della e che impedisca la mobilità tra un Ministero e un altro il fatto che vi sia un otto per cento dieci per cento tanto dirigenti e possibile prendono mista è un altro certamente un vincolo
è un vincolo e quindi chiaramente serve maggiore mobilità maggior mercato la dirigenza
Probabilmente sì ma questo sì e anche un ruolo unico potrebbe aiutare in questo senso basta che non si riprende l'esperienza del ruolo unico ante due mila due quell'esperienza lì ha visto
Molte amministrazioni collocare a disposizione dei dirigenti e prenderne altri con l'aumento di spesa
E di fatto creando poi di fatto una
Precarizzazione e non una maggiore flessibilità
Quindi certi strumenti dipendono molto come si utilizzano quindi può andar bene l'usciere maggiore flessibilità negli incarichi non è stato
Corretto bisogna dirlo lo dico da ex dirigente di Parpas passare dalla seconda fascia la prima fascia in tre anni
Se penso che un contratto a termine dopo tre anni non diventa a tempo determinato la pubblica amministrazione forse è stato un errore dire che dopo tre anni si diventava i dirigenti generali qui diciamo così per era più stabile un manager
Veniva stabilizzato un meno giorni non veniva stabilizzato un contratto a termine e questo probabilmente anche questo e su cui riflettere quello rigida che è stata introdotta di ponente non ha aiutato
E allora introdurre flessibilità senza precarietà questo è senz'altro e questo è e come dire e senz'altro uno dei dei principi dei concetti su cui dobbiamo dobbiamo intervenire
E allora una regolamentazione che aiuti veramente a far crescere un management pubblico rimane autorevole che poi mente quello che che che
Manca agricolo che abbiamo bisogno avendo tanti centri di amministrazione abbia bisogno di
Tanta Paul tanta classe dirigente politica e tanta classe dirigenze amministrativa
E e quindi serve anche riuscirà a realizzare un sistema che permetta di conoscere l'andamento dell'ente abbiamo tanti dati ma poco utilizzati mi anche le norme sulla trasparenza ci portò a pubblicare tante cose ma riusciamo a capire da queste tante cose come va un ente se un ente va bene o fa male se produce servizio o meno
E anche lì l'approccio legislativo e amministrativo ci porta chiaramente applicare anche norme interessanti
Sulla tot al discorso sulla trasparenza totale nella metà più burocratica e e peggiore del del mondo cerco di pubblicare una marea di cose che come lo pubblicare nulla come non far sapere nulla
E qui ponente la una trasparenza su come funziona negli enti su quali servizi danno
Cioè porta il pubblico sulle sue funzioni essenziale cioè capire appunto un pubblico il pubblico quanto costa e cosa produce anche per poterli aggiunge quell'obiettivo
Di costare meno che produrre e produrre di più chiudo
Ancora dicendo appunto
Ricordando che comunque e quello che bisogna cercare di invertire
E evitare è una riforma guidata
Da un malessere sociale che ovviamente forte in questo Paese chiaramente il pubblico non può non tener conto dell'alto tasso disoccupazione Del Basso crescita del PIL dei tanti su Cuba di che c'è in questo Paese
Questo mente significa anche però non fare in modo che poiché c'è una sezione di malessere dobbiamo individuare dei capri espiatori altrimenti facciamo un danno ricordiamo che il pubblica ha fatto da funzionale da persone da anche da persone che abbiamo come dire
E vediamo ogni giorno da medici poliziotti che rischiano la vita da dirigenti che chiaramente anche di fronte a norme stupide firmano atti prenotare imprese aiutare gli utenti o a dipendenti che ha pure avendo il tetto sullo straordinario timbrano e torno a lavorare ugualmente prima
Quindi attenzione a evitare quello che la mente che è una pura iconoclasta legato un malessere sociale buttiamo via tutto sarebbe il danno peggiore
Ricordiamo appunto che abbiamo tanti esempi di dipendenti pubblici e che anche Marco Biagi era un dipendente pubblico
Davvero
Giovanni ogni forma di Carlo
Grazie per l'evento soprattutto per il contributo
Che
Alla rivoluzione del Governo che almeno nel documento presentato oggi ha una direzione perché la nostra preoccupazione
Questa rivoluzione del Governo a cosa vuole portare
Nel modo in cui è stato esposto non lo chiamerei una consultazione quella del Governo ma un sondaggio il problema dopo sondaggio magari proviamo a entrare nel merito e a capire che ci sono cose che dobbiamo affrontare non con un pink quelle complesse
Neanche l'agenda digitale con un Pini ma con investimento importante informazione se vogliamo riorganizzarla la pubblica amministrazione perché il mio dubbio è l'esperienza come la cavalcata Francesco
Parlando dei provvedimenti è che ci sia stata una genialità nel non voler organizzare il lavoro pubblico in modo da poter consentire spazi enormi a tutti i livelli decentrati e centralizzati
Per non aver indicatori e consentire a ognuno di governarlo nel momento per interessino diciamo quali ma per interessi che non sono sicuramente andati verso l'obiettivo di far costare meno le tasse il cittadino
E costruire indicatori premessa l'unico Paese
Che non ragiona per indicatori un sindaco un Governatore regionale
Impone anche un ministro dovrebbe poter avere a disposizione dare i cittadini indicatori
Il suo lavoro ad esempio quello della giustizia dovesse giudicato per la durata media di processi si sono aumentati o diminuiti
Non è la battaglia che ha fatto quel magistrati sulla mortalità per incidenti stradali non quanto personale di polizia e teniamo dentro le questure oppure
Alla faccia delle domande il Governo quaranta prefetture premono e quaranta prefetture ma
Non lo dico quando arriva il fanno perché sarebbe
Un po'stupito
Però cosa farne di centonovantasei prefetti seicentonovantanove ci prefetti
Trecentosettanta prefetti aggiunti
E centocinquantatré dirigenti cioè mille quattrocentodiciotto funzioni apicali con diciannove mila quattrocento dipendenti che
Tipo di organizzazione territoriale vogliamo dare in un ambito regionale controllato dallo Stato che serva alla sicurezza
Al coordinamento dei dirigenti periferici dello Stato sono questi temi
Che dobbiamo affrontare come sarebbe semplice
Parafrasando quello che diceva Maurizio o se gli ospedali obbligare e creare un indicatore sull'appropriatezza dei ricoveri è inutile che noi costruiamo un meccanismo di
Incarico di secondo livello a un bravissimo medico chirurgo senza
Valutarlo sull'appropriatezza dei soli ricoveri un chirurgo lavora per operare di più
Senza anche indicatori scusate l'esagerazione quindi il punto che abbiamo davanti è che mi sembra che questo sia un Paese
Che si è reso conto di avere un welfare particolare
Stiamo alla vigilia anche delle europee non stiamo ragioniamo di una realtà che avrà il cinque sette per cento l'Europa degli abitanti del mondo il venticinque per cento del PIL ma tredici anni sarà il quindici e il cinquanta per cento dell'Uefa
Ora un Governo che avesse il coraggio è un primo ministro così veloce come
Il nostro Renzi dovrebbe cominciare a dire su come siamo organizzati ad esempio
La struttura del sistema pensionistico per fare un esempio molto concreto
La Fornero ha consentito un amico mio magistrato
Di andarsene in pensione col centottantacinque per cento dello stipendio perché perché accumulato il pezzo retributivo che egli ha raggiunto con il trentacinque per cento di contributi o che ha aggiunto
Di che cosa stiamo parlando quindi è vero che ci sono quaranta miliardi in più di esposizione in quella voce ma è a chi li diamo qua
E a chi non possiamo darli
E quindi
Anche nella nel rigore esistono sacche di scarso controllo che non possiamo più tollerare quindi siccome non si può decidere
Sulla sanità se vogliamo dalla tutti o no o se a qualcuno vogliamo farla pagare sulla sicurezza per citare il caso hanno fatto delle prefetture ma diciamo del mi spaventano fermo agli organici del mille novecentottantacinque sui dipendenti non sui dirigenti
Poi parliamo di multiculturalità parliamo di problemi legati all'immigrazione certe aggiorniamo senza andare a guardare cosa è successo in questi venti anni
E io credo che proprio questo il punto invece che lo dobbiamo approfondire
Non si tocca Pandi presenta tra un paio di ore te un libro
E nella legenda degli argomenti parla della sussidiarietà moralmente qualificata e questo il problema non è la sussidiarietà in sé ma se non avendo voluto indicatori a nessun livello l'esempio dei segretari comunali se parlate con sindaco vigile non servono a niente o meglio se il Segretario comunale
è uno che accetta di fare tutto quello che nel suo programma non quello che serve in quelle municipalità allora è bravo diventa direttore generale
Se invece il Segretario comunale che comincia a indicare i limiti o la direzione dello sviluppo di quella municipalità allora un problema
Quindi anche sulla dirigenza una chiosa soltanto
Renzi Governo fra la viene a dire se vuole aumentare o diminuire lo spoil-system avere coraggio di dirlo e non è inventarsi un parcheggio dorato
O dentro un ruolo unico o per dire cosa fare dopo i due anni di parcheggio del personale
E in questo caso i dirigenti allo io credo che invece noi abbiamo l'occasione finito il sondaggio del premier di entrare nel merito perché con un primo
Non si riuscirà a guarire un infartuato nel dare assistenza domiciliare
A a una persona se non vogliamo riorganizzarla e le attività il dare ai cittadini
Un indicatore di efficienza di risultato del lavoro dell'Amministrazione a cui ancorare anche una parte della dirigenza e questo mi pare un altro punto molto importante del lavoro che dobbiamo fare
Io credo che
Il pubblico impiego sia l'esempio nostro Paese di un enorme problema organizzativo se volessimo descrivere quello che è successo in questi vent'anni ho detto che a mio avviso c'è una teoria che non lo vuole organizzare perché se lo se non se lo si organizza
Potrebbe emergere
Scusate torniamo i dirigenti vogliamo diminuirli diciamo dica il preme Gregolini del trenta per cento ma faccia anche un elenco dei dirigenti che vengono dal privato e siano
Comparate rispetto alle bili tale competenza lavoro che hanno fatto se vogliamo veramente sposare un cambiamento o di livello accettabile quindi portare anche un po'di equità questo è un Paese che ha costruito una
Fare ammenda azione di competenze
Competenze giuridiche
Tra i vari livelli tra statalismo molti quali ritmo regionalismo
E quando la Cina ad esempio a appoggiato l'eliminazione dei Presidenti delle Province
Per consentire le autonomie locali di fare una nuova un cambiamento o nuovo funzionamento delle autonomia locali che in qualche caso sono anarchiche locali
Anarchiche locali no autonomie lo dico anch'io da federalista convinto
Beh se
Il provvedimento si ferma al fatto che stiamo a Roma visto che
Ci sono molti somali qua dentro che ne eliminiamo il Presidente della Provincia Zingaretti per
Pensare a un'area metropolitana
In cui il chirurgo rubato alla al lavoro il Sindaco o dovrà costruire nella complessità organizzativa
Che già non riesce a districare nel Comune atteso che è vero che spendiamo tanto ma il primo movimento che pensa di fare e tagliare il salario accessorio ai ventiquattro mila dipendenti pubblici visto che non può toccare o mette in discussione intenda settemila delle partecipate che prendono di più cioè se il risultato
Della capacità di razionalizzare questa
Noi rischiamo gravemente di studi di a vere come è successo al Comune di Roma
La gente in piazza per dire vai a toccare qualcos'altro prima allora
Il la direzione che il documento l'Armani Festo a mio avviso è molto importante anche interviste inoltre come quello del lavoro
Del lavoro pubblico in particolare noi non possiamo neanche fregiarci di armi aver diminuiti i dipendenti pubblici
Perché è vero che li abbiamo diminuiti di quattrocento mila mai abbiamo lasciati assume duecentocinquanta mila nelle partecipate quindi fatto cento il costo siamo a centodieci
Ecco che
Questo meccanismo di libertà senza controllo rispetto ai risultati io la chiamerei mancanza di organizzazione voluta improduttività occasionale
Ogni tanto bisogna misurare la produttività commesse la questione della misurazione delle attività fosse che siccome nel nostro Paese mancano
Sei mila infermieri Marisa dal momento che possiamo assumere assumiamo duemila medici
Cioè in un paradosso appunto della
Scarsa attenzione all'evoluzione in questo caso del sistema territoriale delle cure e quindi dell'accessibilità allora io credo che da questo punto di vista
Noi possiamo
Aggiungo in un Paese ho parlato di frammentazione delle competenze perché mentre le imprese la critica che giustamente ci viene fatta che le aziende soprattutto quelle volute
Si sono messi in moto per difendersi e per mantenere un certo export la pubblica amministrazione ha mantenuto il suo assetto istituzionale indipendentemente dai nuovi bisogni dell'investimento produttivo di quello o delle famiglie e delle comunità
E questo è un punto a mio avviso molto particolare noi deve avere il coraggio di dire
Quanto quali lavoro pubblico quanto serve e quanto costa
Ecco e quali sono le esperienze dell'anno organizzato meglio meglio
Non voglio citare caro sono positivo o dell'INPS ma
Nel senso buono una dose l'unica dorsale che funziona a venti otto mila dipendenti più di settemila
Che abbiamo rimesso i problemi li abbiamo nella dirigenza ma non certo nelle attività e che potrebbe diventare un primo pilastro quello che il manifesto indicano una un terminale territoriali di tutte le attività
Dell'assistenza socio sanitaria facciamo atti qui un esempio per essere concreto
Se noi parliamo di Baget sociale di questa comunità tutti diranno che ce n'è poco
Il problema e non si sa chi fa che cosa prendiamo
Una Regione
L'Emilia Romagna
La Regione sul sociale mette il tredici virgola quarantasette per cento i comuni quindici novantasette la Provincia lo sarò ottanta il fondo nazionale per le politiche sociali utero settantuno
Gli utenti compartecipano quel quattro per cento Linux trasferisce le famiglie sessantaquattro per cento dal reddito dov'è l'ordine
Dell'investimento economico e dov'è la traccia quel fascicolo personale che tiene insieme le prestazioni con i bisogni delle persone
è volutamente smembrato per evitare una rendicontazione non serve pericoloso un pubblico organizzato toglie un livello enorme agli interessi lucrativi
Legate le inefficienze e quindi alla proposta che nel manifesto giustamente si fa
Dell'investimento sulla persona quali io credo molto
Io credo che i dirigenti competenti non hanno nessuna paura misurarsi nei dipendenti competenti
Non hanno nessuna paura misurarsi con qualsivoglia cambiamento di direzione delle città che il Governo vuole imporre se vuole imporre una direzione e dei criteri
E investire sulle competenze non sulle appartenenze e non sul gioco delle tre carte
E quindi se c'è una riforma pettine insieme meno tasse da pagare
E qualità del lavoro del prodotto del risultato è creare un mercato delle competenze delle persone e delle professioni validata misurato dagli indicatori riconoscibili dai cittadini
Dall'Ufficio statistico a questo punto lo dico perché tocchiamo anche il punto uno che riguarda anche
Le persone
E il loro lavoro il loro contratto io credo che la sfida vera che non è minimamente tracciata nella nel questionario sondaggio che fa il Governo e che mi auguro che
L'associazione Marco Biagi e il Ministro Alfano o cerchino di portare avanti nel dare una direzione
A questa confusione di non proposta e di non entrare nel merito filiera per filiera
Sia proprio questa di fare una grande scommessa nelle competenze
Le imprese che si sono salvati in questo Paese sono quelle che hanno investito nelle competenze nelle tecnologie ma nelle competenze
E si sono di slegata rispetto i problemi di inerzia e di competizione con l'estero per aver investito in ricerca in competenze e quindi in evoluzione del potenziale delle persone
Il pubblico perché all'interesse a non farlo un pubblico dimagrito di quattrocento mila e ormai vista l'età destinato ad a vere un'uscita ancora molto più lunga io credo che su questo
Cioè sulla disponibilità data alle persone di scommettere
Sulle proprie competenze e quindi di creare persone che hanno una professione e voluta
Che si giocarono e sviluppare il loro potenziale che portano risultati di produttività misurata che offrono indicatori e cambiamento l'unica strada vera se ne vogliamo superare
Questo gap che abbiamo sia con l'impresa sia con la famiglia
Se vogliamo superare la frammentazione artata delle competenze tra centro e periferia
Che è un altro simulacro costruito per parlare dell'uno male dell'altro
E per evitare che nessuno controlli una volta c'erano dei carrozzoni e locali che si chiamavano Coree ecco ero lì piccoli carrozzoni ci si metteva d'accordo in dieci cinque centoventi ma almeno si faceva finta mettersi d'accordo sull'investimento che potevi fare o no
Ora neanche più quello
Perché chi arriva allo sceriffo
Eletto direttamente dal popolo
Deve decidere avere Lamacchi nella sua comunale
Provinciale e regionale asservita ai suoi obiettivi di consenso quindi la questione è la rivoluzione sì
Il consenso si ma perché dà un senso al ruolo del lavoro pubblico verso i bisogni che servono a oggi non quelli che servono a trenta mila
Direzioni della politica che in molti casi usato il Bilancio per fare qualcos'altro io credo che la scommessa sulle competenze possa essere
Verificata facendo comparazioni internazionali di alto livello e quindi investire sulle persone possa voglio dire questo e la chiudo così
Anche da un punto di vista contrattuale guardate non sappiamo che facciano del contratto nazionale che non si fa o si blocca
Abbiamo coraggio voglia investire sul livello decentrato
La prosperità non può che essere misurata a livello di singolo ente azienda ma apriamo un canale altrimenti è inutile fare paragoni con la Germania
Chi è investito sulla contrattazione decentrata dalle blocchiamo quella nazionale quella decentrata non la facciamo e casomai sale messe dice che un dirigente ha dato per Loré o perché non si è accorto o perché ha firmato ma non c'era
Dei soldi e i dipendenti si va a recuperare sulla busta paga di chi ha mille duecento euro ecco la direzione da dare a questa rivoluzione dovesse di qualità
Di sviluppo delle competenze del coraggio di farsi giudicare tutti i tutti i lavoratori degli enti puliti dai cittadini dal loro aumento dello stato di sicurezza salute e benessere
E di investimento e di insegnamento io credo che su questo noi come sempre sono pronte fa la nostra parte e spero veramente che
L'associazione
Possa fornire qualche lampadina anche a nostro Alfano per guidare magari anche con prefetti governativi
Questa direzione sbandata che il Governo sta prendendo perché non Sacchi dire non sa a quale gruppo di interesse o di popolazione dire guarda che dovremmo diminuire
Uno dei servizi o dei bisogni che tu hai
E mi pare questo un elemento di
Di scarso coraggio e pericoloso in una fase come questa dove
Riguadagnare consenso o con le persone sia estremamente importante quindi mi auguro e sono convinto ne faremo questa battaglia risponderemo anche i questionari però riteniamo appunto a partire dalla riflessione che
Fa Maurizio e ha fatto sulla l'investimento sull'informatica chiedere se per caso
Renzi è convinto che la no interoperabilità delle banche dati sia un problema che vogliono i dipendenti dell'INPS quelli comunali o quelli del reparto del Policlinico perché se per caso convinto di questo forse non ha idea potrebbe spiegarlo bene
Il nostro rappresentante di Confindustria del mondo che che viaggia sul digitale vero
Che sono gli interessi e la incapacità di mettere in competizione le aziende che corrono di più
Mantenere prevenga carrozzoni misto pubblico privati che hanno fatto dell'informatica la non comunicabilità per non consentire una migliore organizzazione cambiamento delle professioni
Che questo Paese si merita facendo pagare meno tasse ai cittadini
Rinnovando i contratti e dando un'opportunità di lavoro non giuridica ma di produttività ad ogni dipendente che se la vuole spende non a tutti ma chi se lo vuole spendere
Altre domande
Un altro Giovanni poi chiediamo ad alcuni amici del PD un'ulteriore commento
Nel frattempo credo che prego prego

Prima sono stato
Nominato per quello che riguarda la mia
Il mio compito attuale di direzione dell'ascolano azione dell'Amministrazione prima di Prà di formazione però qualche cosa
Forse vorrei fare alcune riflessioni generali su questo manifesto anche perché
Quando si parla di formazione bisogna parlare anche di
Fazione perché cosa per chi per quale pubblica amministrazione io mi ricordo che
In questi anni in cui
Anche impediscono insieme a Francesco Verbaro abbiamo rivoluzionato completamente direi i programmi della scuola sono di amministrazione
Spostando sul piano gestionale su quello che devono fare i dirigenti anche nel corso concorso preparando dirigenti
Che devono saper affrontare problemi e risolverli ci siamo pure poco posti questo problema ma non è che stiamo
Formando dei disadattati
Cioè delle per step di delle persone per una pubblica migrazione che non c'è
E questa e quindi l'importanza di partire quel quelle questioni generali
Prima di affrontarla dato che stiamo parlando di rivoluzione o di riforma signore
Partire da una cosa che ho sentito ieri ero in una in un convegno parere perciò un convegno partecipavo nel senso che stavo in sala da un convegno di ieri di giuristi e ho sentito il professori retina tengo diretti un luminare del diritto
I cui ha fatto una riflessione sulla natura del diritto si parla di altre riforme diceva che il diritto in fondo nel senso di tensione enorme e di fatto solo quello futuro
Perché di le norme attuali so solo il pretesto
Per la loro riforma esistono come norme di cui si studia la modifica continua quindi non esiste il diritto nel presente
Questa riflessione mi ha colpito perché si collega in cui quello che
Diceva prima Francesco Verbaro esserlo riflettiamo questa infezione fatta da un giurista
Ma poiché le norme dovrebbero riguardare i comportamenti da qui la riflessione derive ne deriva un'altra
Che realtà
Le norme cerca di che far capire questi orari comportamenti del domani le persone si adattano all'idea di quale sarà
Il diritto di domani e quindi le norme presenti non cambiano assolutamente i comportamenti presenti
Ora
Perché forse dobbiamo partire da del forse da questo la seconda questione generale
E che se vogliamo fare la rivoluzione la burocrazia forse da chiedere ma perché dobbiamo
Riformarla la burocrazia
Cioè diceva e ma è ovvio c'è perché è ovvio
In fondo la Puglia sezione italiana
Asse sette tante cose non è né più costosa né più ampia interno almeno di numero di addetti di quelle
Delle dei Paesi europei e gli altri principali Paesi europei dice la questione si dice sono i risultati da questo punto di vista questo manifesto indica con una strada perché
Se i risultati diciamo i suoi risultati se vogliamo sapere il problema che è inefficiente improduttiva Bice avere qualche indicatore che ci dica che misuriamo
Perché improduttiva e dove improduttiva
E questi indicatori non ci sono non ben utilizzati non abbiamo i tali indicatori di questo tipo non salgano dimmi di misurarla
E questo è un tema che è un parere è uno dei primi problemi che non ci poniamo senza voler difende la vocazione faccio parte quindi mi posso permettere di dirlo le questioni centrale e quindi senza contabilità economica per dirla in modo più diretto
Non siamo in grado di dire nulla diciamo soltanto
La burocrazia che non funziona
Ora a volte noto di scrivere leggendo la gli attacchi mediatici Abruzzo in quanto in quanto tale mi sono ricordato non so se alcuni di voi si ricordano il film il primo film di Moretti in bianco e nero io sono un autarchico fu film
E che ha una scena molto divertente in cui c'era lo studente davanti alla contribuzione di maturità di fronte alla Commissione
Gli esami dicevano parlare nostra contemporanea ricevere o parlare Bettin malgoverno democristiano è professore diceva Abel mi pari alla perché malgoverno e qui lo guardava dicembre come perché malgoverno che domande
Però ti sgranati si guardava intorno se qualcuno si ricorda la scena di altri studenti e diceva ma e malgoverno democristiano sua fisse anche svolge discutere qua a volte
Se lei non superiamo questo approccio che internet è difficile fare riforme quindi l'importanza di avere un quadro logico
Quando si fa una riforma con questo manifesto invece di andare a pure direbbe il malgoverno devo il malgoverno di cui dunque stiano
Nel poco tempo voglio richiamare alcune questioni che penso centrali ora e che affronta poi questo manifesto uno e l'acquisto del perimetro dello Stato
Perché il pm prima di definire quello che deve bisogna fare nel perimetro del pubblico bisogna definire
Il perimetro dello Stato e qui ci sono due cose da
Notare che
Se non ci riferiamo per esempio all'idea iper liberista dello Stato minimo
All'osservazione possono fare per l'Italia e che c'è troppo Stato ma c'è troppo poco Stato minimo
Nel senso che le funzioni essenziali della giustizia ad altre appunto le famose cose europee la finca regole eccetera sono le parti dello Stato che sono troppo
Che non ci sono quasi dato che ha tempi di sistema della giustizia e quasi
Per quello che dicono anche i magistrati e quasi al fallimento la seconda questione che volevo porre sulla questione delle che ma volta di Fidel perimetro cioè si pone il problema del rapporto
Tra
Il pubblico e il privato qui c'è la questione io credo che riguarda anche
Come noi vogliamo riformare la dirigenza il tipo di competenza cito no quindi anche dopo debbono avvenire i dirigenti pubblici e ci troviamo di fronte
A due mondi
Di cui essenzialmente une governato dal diritto pubblico amministrativo l'altro al diritto privato
L'invadenza dello Stato fa sì che siamo una società
Che quasi sempre governata al diritto pubblico e poco del più privato in altre società e quindi significa che quando facciamo comparazione tra le burocrazie italiane
Ho alte Borgazzi anglosassone altre società sono essenzialmente governate la civil law dal diritto privato
E questo fa una differenza per come noi organizziamo e con un sole compensi ma come si muovono i diritti dirigente si possono muovere i dirigenti pubblici
Seconda questione e chiaramente Stato posto il rapporto tra
La dirigenza il management e la politica anche qui c'è la questione importante della
Poi ci torno sopra delle competenze rapporto la geopolitica è chiaro che c'era questa quel questione dello spoil system
Però
Qual è la politica questo rapporto è l'idea è rapporto tra il dirigente
E il suo Ministro qui c'è una questione anche molto un po'più ampio che penso che sia il rapporto tra
La pubblica amministrazione
E il
Chiamiamo il potere legislativo
La parte costituzioni di altri organi costituzionali in che modo la pubblica amministrazione a quella capacità e quella trasparenza
Per far sì che per esempio il Parlamento legiferi in modo
Totalmente informato questo è un ruolo
Che
A volte a volte manca
E questo a che vedere con quel tipo di dirigenze bulloni stazione che abbiamo un ruolo che
Tra l'altro diventa molto importante questo problema proprio nei rapporti tra l'altro tra Stato nazionale ed Europa
Cioè in che mi
Perché una delle questioni per esempio per rapporto tra
Lo Stato nazionale di detto vedi democrazia si pongono vieto questo problema della pubblica amministrazione i quando parliamo di Europa
E ci si arrabatta
A
Diciamo quello che viene chiamata la fase discendente come ad attuare la
Pubbliche la legislazione italiana la prestazione alle direttive europee ma il problema è che c'è la fase ascendente cioè in che modo la pubblica amministrazione si pone
Il problema di analizzare nella fase di
Elaborazione della normativa europea
E ma non tanto per così su solo sul piano tecnico ma per poi trasmetterlo al Parlamento che si deve pronunciare questo è un'altra delle cose qui dei delle
Questioni
Il problema tra Stato minimo che deve esistere un po'diciamo si pone accanto a quello che sto posto prima Maurizio Sacconi non lo dice più Stato nazionale e però
Cosa diversa il cosiddetto stato minimo al all'Europa si ponevano erano sempre una uso di questo tipo ma nell'interazione ce l'abbiamo bisogno una pubblica amministrazione anche diversa
Che sia l'organo che riesca a elaborare e oggettivamente pone le questioni perché abbiamo
Nel nelle cose anche le scritte sul famoso
Giorgio corso richiamato dell'evoluzione delle i continui interventi c'è anche un problema di un
Di una
Capacità legislativa
Che spesso si legifera in modo informato il su questo come Amministrazione deve metterci qualcosa
Il problema è
Collegato al problema del rapporto tra maggio e politica dello spot simulcast system c'è la questione del il dirigente a tempo determinato tempo indeterminato
è chiaro che questi si pone un problema di
Garanzia per i dirigenti lo fa l'intera entrasse sottoposta ricatto ma io posso a volte un problema
Chiamiamolo logico si è parlato in tutti questi anni
Di riformare il modo con cui si fanno i Budget raccontata nel senso superare
Metodo la spesa storica
Si parlava del
Delusi Roberto budgeting fare il il bar il bilancio partendo ogni volta zero e quindi con la flessibilità di allocazione eccetera io mi chiedo come
Possa conciliarsi logicamente
Questa idea che io posso far partire progetti che nucleari o altri o spostare da una parte all'altra Bilanci quando
E diciamo gli input che si utilizza per fare delle cose fare tutto sono fissi quando il personale fisso
Nel numero ma soprattutto nelle competenze quindi io penso che immagino che debba esserci una fascia solo
Di
Diligenza
O di dipendenti in generale che possa avere contratti a tempo determinato perché servono alle continue alla parte non fissa delle attività della pubblica amministrazione
Oppure riduciamo l'attuazione pubbliche stazione solo alcune cose
Immutabili e permanenti nel tempo le competenze alle competenze io dico
Io credo che ci sia intanto un problema
Di età
Non c'è un problema questo una presso i giovani mistica c'è una questione l'invecchiamento della pubblica amministrazione e quindi e la riforma dovrebbe metterci mano ai sistemi di reclutamento
I giovani dirigenti riferendosi al problema dell'età è un problema di
Mutamento in parte delle competenze
Perché se c'è una parte della pubblica amministrazione che è stata che si è costruita sull'idea del diritto amministrativo
E diritto pubblico e non è abituata ad agire sui mercati dura pubblica questa azione opera
Sia direttamente come settore tutti o di servizi sia come regolatore e in tante mille forme sia a livello locale che a livello
Che a livello centrale forse luce percorso in bianco
A volte di più a volte anche di meno beh qui e necessario un equilibrio come in tutte le gattare organizzazione tra un flusso continuo di giovani
Con
Nuove competenze e un flusso di persone con grande esperienza che ha un aggiornamento e alla visione generale ma non meno esperienze
Esperienze specifiche
E quindi che tipo di
Di formazione che noi
Dobbiamo avere ora non entro su questo e chiaro fermare dei dirigenti che hanno
Per farcene vigenti e che quindi hanno capacità essenzialmente gestionale io non devo dire a voi perché ho scoperto da poco favolosa vedeva sempre che ci sono almeno alcuni in alcune parti d'amministrazione pubblica dirigenti
Sia di seconda fascia ma anche di genti igiene generali che dirigono quindici persone ora
Questa è una una delle questioni che forse ma questo fa parte del mondo è fisiologica ma della patologia ma accanto al
Hanno un discorso banale di formazione ma la cosiddetta manageriale la frazionale geniale serve a gestire un'organizzazione
Uno dei punti che io credo e ci tengo molto su questo uno dei punti principali eh in che modo si dice la pubblica amministrazione aiuta la crescita il business è business friendly eccetera la questione dobbiamo delle persone
Formate anche a interagire col settore privato
Che capiscano come funzionano per esempio l'impresa di costruzioni mercati non perché non sono precedente opera ARCI loro ma perché c'è un operare con loro con cui loro devono dialogare
Il costruirla la una fiducia tra privati e subire stazione contrario è una questione centrale questo problema che la scuola e sta ponendo
Allargando l'orso largo di
Di azione acque a questa a questi temi
La mobilità alla attribuita a me interessa sul fatto che evidentemente
La la scuola ha detto prima Maurizio Sacconi che dice il Länder rimane uno se fosse solo questo
Non ci piove io non mi preoccuperei tanto perché diciamo le altre mie c'è un po'un mito intonare SCO di pubblica amministrazione perché da chiudere una scuola per esempio
La scuola di
L'Ascoli statistica che sa che aveva Giovannini tre anni fa dell'Istat ora non so se serva sinceramente questa scuola ma che c'entra con la Cocco quello di cui stiamo parlando
Altre scuole sono interni agli ambiti ai Ministeri e ce n'è una che Ascoli quel finanza che
è un problema che si pone accanto a scuola nell'azione di amministrazione ora però e cioè non entro su questo ha una visione politica
Sul voi sul non voglio entrare la questione che il ruolo che deve avere la scuola nella riforma e quella di adattarsi lentamente di avere un ruolo come già le norme di danno Russo state attuate dall'ultima riforma fatta
Dal Governo precedente
Il ruolo centrale della scuola nella selezione e nel cui avvento di nuovi dirigenti
Il problema lì non è soltanto che la scuola è più brave sezioni in modo più burocratico lo fa
Ma la questione la regolarità di questo sentiero di ingresso paradossalmente la scuola uscita a
A dare una cadenza annuale poi con la riforma che dà dato più poteri che dura istituzionalizzare questo
Tutto si è bloccato perché non sarà attuato ora spero che questo canale di ricambio generazionale si mette in moto con con nuove regole
Nella mobilità
è io
Coloro che sono più esperti di cui l'amministrazione diceva il problema è come se affrontare con la mobilità sia cosa buona o cattiva io dico semplicemente che evidentemente se è vero che si crea un ruolo unico i dirigenti i quali poi debbono andare da un ministero all'altro come capita beh io credo che è un problema di formazione
Logicamente ci dovrebbe essere Cascone me stazione signore porre il problema di una formazione nel momento in cui un dirigente
Formato bene a fare sul più beni gestionali nel se uno passa dai beni culturali al MEF forse un qualcosa deve imparai prima io
Sembra il mio riferimento è ma strano ma insomma frequento molto la Cina in Cina
Quando diventa ministro fa prima sei mesi di corsi prima di prendere la carica
Va bene
Lui dice durato sei mesi non si può fare
Ma per dire che quando si spostano qualunque gradino c'è un problema di me c'è un problema di questo tipo e la Cina amministrazione influenza bene una lunga storia
Un po'come la Chiesa seleziona bene il selezione bene il ivi sui quali quadri io credo che
Ho parlato anche troppo
Grazie
Avevamo
Avrei notizie che sta arrivando Hilla almeno
Sta per finire la registrazione di Porta a Porta però nel nostro programma abbiamo ipotizzato di
Di chiedere di intervenire ad alcuni amici soci persone che in qualche modo sono anche collocano quelli che lo riterranno in ogni modo ad alcuni l'abbiamo chiesto anche prima
Innanzitutto un pass Presidente cioè al mio predecessore come presidente dell'associazione Amici di Marco Biagi che Stefano Parisi e che
è stato fino all'altro giorno il presidente di Confindustria digitale
Ma che sì sedici ma che è stato un dirigente pubblico per lungo tempo ossia presso mi pari
Per i ministeri e poi la Presidenza del Consiglio e poi direttore generale del Comune di Roma prima poi di
Raro vedere scusate scusate facciamo bene a attinente
Compatta tornano fuori Diadora saccarosio loro
Direttore generale con lembi rafforzata subappaltatori chiedo scusa
Roma lo fai tu buongiorno grazie ringrazio Rizzo di questo
Opportunità e anche di questa occasione che credo sia importante insomma del fatto che siccome siamo nati vent'anni fa proprio intorno a un libro che Maurizio voluto scrivere in cui in occasione della riforma del novantatré e proprio parlando
Di queste cose in effetti è stato già detto molte delle aspettative di allora sono state deluse
Però probabilmente molti degli strumenti introdotti o delle cose di cui si rifletteva allora erano quelli necessari erano forse erano
La base per poter fare le cose che era necessario fare dalla presenza del rapporto di lavoro al controllo di gestione alla separazione
Delle responsabilità tra politica e e dirigenza ora io credo io penso che però non ebbe un problema adesso molto più grosso di quello che il del novantatré che oggi la questione diventa molto più urgente
Diventa siamo in un ritardo pazzesco ma soprattutto credo dal punto di vista politico non solo dal punto di vista non tanto dal punto un solo dal punto di vista economico ovviamente del peso
Della pubblica amministrazione del tema del della pressione fiscale non tanto non solo dal punto di vista di quanto la inefficienza della Pubblica Amministrazione purtroppo non misurata
Impedisce impatta sulla compri da delle nostre imprese delle nostre attività economiche e a impatta in generale sulla qualità della vita di tutti noi ma soprattutto perché c'è una spinta populista drammatica che porta a spazzar via tutto e non abbiamo tempo
E io credo che sia molto negativo il fatto che di questa spinta populista anche chi non è chi dice di non essere populista cavalca quei quegli argomenti li perché
Se poi Grillo detta l'agenda politica e il Governo realizza i provvedimenti che duri che Grillo vuole non so se questa è la strada giusta per battere Grillo non sono nel mio mestiere la politica però
Mi sembra che veramente sta diventando questa cosa qua cioè non si fa la Riforma Pubblica amministrazione mettendo i tetti agli stipendi e vedendo le auto blu sui beni sono mega stupidaggini demagogiche che non servono a niente
Che servono soltanto aumentare l'arrabbiatura della gente verso la pubblica amministrazione che effettivamente non funziona
Ma che hanno il respiro cortissimo come si vede perché poi neanche se nasca bene auto blu io mi ricordo nel mille novecentonovantatré Giuliano Amato Presidente del Consiglio facemmo la riforma e facemmo la prima direttiva sull'uso dell'auto blu
Ma di che stiamo parlando cioè una roba che non impatta nulla si c'è un tema di costume bisogna togliere c'è gente che c'è lampeggiante che bene che non ce l'abbiamo a che cosa cambia che cos'è
Quella roba là io litigavo puro Cottarelli su questo che di Contarelli che Vialli siano uniti vieni qua e spiega che no però
Un segnale ma consegna quello abbiamo bisogno più di segna non c'è più tempo per la segnali ora la pubblicazione e si rivolta comunque alzino diventa una cosa efficiente oppure i segnali di segnali siamo tutti quanti morti allora io primo il primo tema è questo il secondo tema
Che voglio come premessa e che credo che non serva una riforma cioè non abbiamo tempo di fare una riforma cioè non abbiamo tempo di fare una nuova norma che ristabilisce che definisce
Non c'è tempo non possiamo parlare in passare in Parlamento con una mediazione parlamentare su quello che avviene all'interno la pubblica amministrazione
Penso che i tempi siano molto più rapidi adesso
Verrà Angelino Alfano del vice Presidente del Consiglio cioè Maurizio Sacconi Presidente del Senato del gruppo NCT del Senato credo che bisogna incalzare il Governo da questo punto di vista cioè
Fare molto di più non c'è tempo fare molto di più ma dal punto di vista della sostanza non dal punto di vista di chi la dice più grossa dal per per
Sulla demagogica allora quali sono le so io sono molto d'accordo con l'intervento con molto utili interventi fatti
Ma su con l'impostazione soprattutto data da Faveri né perché
Il tema vero è una grande enorme tema organizzativo questa è la vera questione
Che non richiede affatto norme ma richiede persone qualificate richiede un disegno strategico e persone qualificate in grado di implementarlo è una politica che non si mette in mezzo che non che c'è che eviti
Che non è lì che tutto questo si realizzi questo è il tema
A mio avviso molto importante poi una volta fatto il disegno strategico ne avremo bisogno di norme sicuramente ma saranno norme di supporto disegno strategico
Sarà necessario fare una norma importante sul sull'esodo dei del del personale la pubblica amministrazione
Dobbiamo togliere gente non c'è niente da fare con le tecnologie digitali si può fare tutto con molto meno persone questa cosa va fatta con forme intelligenti il riutilizzo delle persone
Possiamo approfondire questo tema io lo Sgorlon elaborato e studiato molto quindi penso ci siano grandissime opportunità di servizio
Richieste sul territorio alle persone ma deve essere cambiato il loro ruolo e la loro attività e anche il la tipologia di rapporti di lavoro
E la seconda più importante credo che sia il termine
Della della contabilità economica e dico io dell'abolizione della Corte dei conti abolizione dal punto di corti nonna ricco una riconversione non è riconvertibile quella gente lì e quella culturali non è riconvertito
E siccome la Corte dei conti eh purtroppo va detto sotterrati data ben fascista a qualsiasi cosa
Che aveva relatore
A scusa no ma no lasciamo la Corte dei conti
No scherzo dilatorie lavori ma no ma non perché sulla
Ma perché è una logica che non è più riconvertibile cioè non è più riconvertibile al controllo di gestione un dirigente abbisogna in qualsiasi dirigente di una qualsiasi azienda di qualsiasi attività privata che faccia ha bisogno del conto di gestione
Perché ha bisogno di sapere l'effetto l'efficacia dove l'effetto economico
E e materiale delle cose che fa ma questo è una cosa che succede in Consiglio le aziende che funzionano hanno un buon controllo di gestione
Le aziende che vanno male non hanno un buon contro di gestione mandi ed è questo il tema del controllo gestione si basa sulla misurabilità economica dei fenomeni
Non sulla misurabilità finanziaria de e di della correttezza formale
Allora queste due sono due riforme che dovrà essere fatte parallele ma sono successive a un piano a mio avviso un piano di riforma di un piano di riorganizzazione strategica
De la tecnologia è molto importante voglio essere sintetico io non sono di Confindustria digitale più no non lo sono più nel senso che ho smesso di fare il Presidente e quindi parlo anche più liberamente di questo cosa che prima dice lo stesso ma in maniera un pochino meno aperta
Però in cui ci abbia un problema grande con una casa nel senso l'opportunità è straordinaria la leva
Nori lo sa cioè la leva
Digitale dell'informatizzazione è una leva straordinarie intorno alla quale si riorganizza
Si riorganizza un qualsiasi ente economico azienda chi che sia
Perché lì e il processo che cambia completamente e tutta l'informazione i dati eccetera possono scaturire da una buona da un buon livello
Di DIA da un buon supporto
Strato di di sistemi informativi che garantiscono questo
Il tema però che non è che la pubblica amministrazione italiana oggi non ha fatto qui sforzi ha speso sei miliardi all'anno speso sei miliardi all'anno di spese per informatiche problema che tutto questo è fatto per silos
Per cui è fatto senza nessuna logica di interoperabilità senza nessuna logica di interlocuzione tra un ente è un altro per cui c'è io gustoso ad un anno fa una roba delle regioni che dicevano a chi l'aveva fatta più bella
Per cui il Molise l'ha fatto una cosa facilissima quella regione lombardi
Tranne che se uno di via un si ammala a Treviso che è una delle delle realtà in più ai più avanzate in in Italia dal punto di vista dell'efficienza e anche dell'informatizzazione portarla sui suoi dati
A Milano perché vuole grazie a Milano non si leggono
Cioè non c'è un sistema interoperabile perché le Regioni per prime con la logica dell'autonomia del federalismo su fatti ognuno i fatti loro
Non a non c'è un un allora il tema cui
Giacché sulla sono mille no i temi di questo tipo a cominciare dal Ministero interno mi dispiace che non c'è
Il il vice Presidente Alfano ma
La principale resistenza che c'è stato io ricordo ero siti manager come Milano mille novecentonovantasette venne da me Guido Rey allora Presidente dell'Aipa
E disse
Facciamo la carta d'identità elettronica ti ricordi rincaro facciali assente elettronica e lì non ci fa e non ce ne usciremo mai ma non ma perché c'era la sanità e il il Dipartimento di pubblica sicurezza che non voleva mettere insieme le informazioni che avevano
Allora oggi noi siamo il vettore dell'informazione all'interno di pubblica amministrazione noi cittadini hanno imprese perché noi prendiamo
Ed è un corso e dobbiamo fare un cambio di residenza il comune a
Chiede il certificato medico del Comune BE siamo noi che dobbiamo nell'apprendere portarglielo quando basterebbe che se parlassero
Cioè non è che c'è una roba molto complicata paesano finalmente Monti che ha rivoluzionato l'Italia e ha detto basta vi dovete parlare solo per e-mail ha fatto una legge proprio
Per cui bisogna parlarsi per e-mail le pieno potere più mandarvi le buste termometro interrogarsi dell'e-mail dovete non devono più parlai c'è devono accedere
Un ci deve essere un'unica anagrafe dei cittadini punto
E quest'unica narratrice addio Dini a cui tutti possono accedere ovviamente con livelli di sicurezza diversi detto una cosa sarà l'Agenzia delle entrate è una cosa sarà il Comune è una cosa sarà al
Il caso è esatto con livelli di sicurezza e di accesso diversi ma deve esserci un unico strato di informazioni che riguardano i cittadini delle imprese
Rispetto al quale poi da solo sopra questo stradone strato di di
Di di di informatizzazione poi si possono costruire ovviamente ognuno può costruire
Le più belle esperienze che ci sono oggi in questo momento ottomila Comuni ci sono otto mila sistemi di mille perché ogni Comune si è comprato la sua ognuno c'ha la responsabilità di informarci dovrebbe essere un siti o in Italia ce ne sono migliaia perché ognuno si occupa di questa roba qua
E talora il tema quindi è un tema di manico o non è più un problema politico è un tema di manico e quindi un problema politico
Cioè bisogna voler fare questa cosa qua altro che referendum modo do sondaggi ma di cosa bisogna chiedere bisogna fare questa cosa qua la fanno in tutto il mondo ne siamo abituati ormai
Che sente andiamo il nostro account dell'ampia ma son c'è scritto tutto uno che abbiamo fatto cosa abbiamo comprato cosa non abbiamo comprato quale dico quali sono i nostri desideri vorranno SAGAT ma di credito cosa ci ma anche ceto andiamo nel nostro cauto dell'Agenzia delle Entrate manco se hai dato il cambio di residenza sei anni fa l'hanno ancora messo dentro cioè l'ambito a saperlo fa
Bisogna far fare una cosa se no fra un po'lo farà Google lo Stato non so scherzando fra un po'lo farà Google lo Stato
Allora
Prima che lo faccia gongola qui invece CER rincorriamo cercando mentre web tax day mentre le corna perché Ugo quell'onda entra in Italia fra un po'i servizi a chi farà Google perché sarà in grado
Di prendere tutte le cose che ci servono allora oggi non siamo abituati Chietino lo usa ma sempre di più
Sarà così che in web ci dice tutto del nord di noi
Perché non me lo deve dire lo Stato italiano di me perché devo essere io che do perché mi continua a chiedere l'Agenzia delle entrate informazioni che già che già e che non può e che però i pezzi ci sono pezzi di agenzia delle entrate e nello Stato l'Agenzia l'entrata è uno dei migliori luoghi dal punto di vista anche di elaborazione di intelligenza uffici agenzie entrate che non hanno
Informazioni che non hanno accesso ARPA informazioni Diana di altri uffici agenzie entrate il sistema tributario italiano c'è stato un indagine conoscitiva due anni fa della del Senato
Che spiega quanto il sistema tributario italiano cioè le banche dati locali più le banche dati centrali eccetera non si parlano tra di loro la lotta all'evasione Marotta l'evasione si fa con inseguendo le Ferrari e lei surreale a Cortina
Ma sono
Demagogiche ridicole cioè sono cose che non hanno nessun senso quella roba si può sapere si sa cioè tutto si può sapere basta metterci conoscenza del clan gente vigenza
Dentro questo si può fare molto però ripeto lo dicevi tu e sono strumenti d'accordo c'è una volontà precisa che questo non accada
C'è una volontà precisa che questo non accada perché vuol dire che oggi un dirigente o un un burocrate o un ministro perché poi sarò perché i dirigenti
Pensa è convinto che il suo potere deriva dalla quantità di informazione di cui dispone
Non è vero il suo potere deve derivare e questo è il positivo di questo mondo un po'demagogica che c'è contro la pubblica amministrazione deve derivare dalla qualità dei servizi che da
Non dalla dalla dai poteri che ha
E quindi di quanto riesce a fare odio questo termine ma non è che non o meglio di quanto riesce a fare sistema all'interno dell'Amministrazione quindi prendere il meglio che c'è dalle varie amministrazioni potete sviluppare
Trovo Rizzo questa cosa se credo che sia una cosa importante non mi senti però credo che si avanza importante perché
O come ruolo politico giocate una partita
Che come dire pungolare per non dire scavalca pungolare la spinta rivoluzionaria tra virgolette
Mi pare che il Governo vuole imporre oppure rischiamo di finire che questa cosa finisce nel nulla perché questa grande sondaggio porterà al nulla al nulla perché porterà a quattro norme che non serviranno a nulla
Mentre invece io penso che quello bisogna preparare organizzare
A cominciare anche dal sistema della giustizia è riuscire a fare dei piani strategici operativi selezionare dirigenti che siano in grado di farlo per il contratto che se ne frega non lo so nel primo nel privato ci sono contratti
A dare di chiunque fa il manager privato sa che può essere licenziato il confronto punto
E questa cosa qua è un bello stimolo
Finita c'è poi non lo so Paride uno può e deve dire come cioè se ci fosse la misurabilità ci sarebbe anche un buon spoil system senza la misurabilità evidente che lo spoil system e lasciato in mano
Al all'invio al ministro che decidete sia per nove che si è amico mio non si è amico mio se ci fosse la misurabilità dell'azione del PIL del del manager il PIL ministro non potrà cacciare
Un manager che ha fatto funzione o una un sin da ora un ponte allacciare il si il manager che ha fatto menzione di asili punto anche se
E dell'altro partito rispetto al nuovo e la protezione della dirigenza è data da misurabilità della sua azione e non
Dal rapporto politico fondamentale però guardate io mi sono convinto che quest'oggi l'Associazione può fare una cosa importante perché abbiamo una storia
Di di pensiero in questa direzione se propone una come dire una
Una una non mi piace il termine riforma ma una a una forte riorganizzazione della pubblica amministrazione in questi termini altrimenti se ci facciamo deve prendere dall'onda
Mai troveremo fra tra oltre due anni la pubblicazione che sarà come sarà e poi dopo la farà Grillo che ha vinto le elezioni allora auguri
Grazie Stefano Marina Calderone che chiedo a lei
Presidente del CUP del Coordinamento unitario delle professioni
Nel rapido il rapporto cui abbiamo chiesto un commento per il rapporto tra
Lo Stato e le professioni ordinistiche ha proposto dalla sussidiarietà di cui abbiamo detto
Grazie e buonasera
Per devo dire che sono state dette molte cose interessanti Maurizio soprattutto io credo che poi
Il tema principale la domanda principale sia quella che poi aveva posto Francesco Barbara quando ha detto quale pubblico e quanto pubblico io personalmente penso
Meno Stato più società la penso esattamente così e nella società certamente ci merito
Gli ordini professionali e tutte quelle categorie che possono fornire un ruolo il nella
Funzione sussidiaria certamente però bisogna fare un'analisi io credo di quello che oggi lo stato dell'arte della pubblica amministrazione perché nel parlare di riforma certamente uno dei temi più importanti
E quello di recuperare la fiducia dei cittadini chi mi ha preceduto ha detto cioè ha detto delle cose molto importanti e molto vere cioè il fatto che oggi noi abbiamo una pubblica amministrazione
Che nei suoi nelle sedi sue varie emanazioni non si parla
E questo lo vediamo noi
Professionisti nei nostri ventisette ordini professionali che poi sono tutti i rami del sapere nel momento in cui siamo costretti a colloquiare con la pubblica amministrazione perché forniamo informazioni ma li acquistiamo
Io credo che lì sia veramente la sfida perché se oggi e ci sono i miei amici nota in sala un notaio che deve certificare di aver fatto
Sottoscritto un atto di transazione immobiliare nell'ambito di un'adozione internazionale deve andare in tribunale per farsi riconoscere da un funzionario di un tribunale che è un notaio io credo che veramente
Siamo molto lontani da poter parlare di una pubblica amministrazione moderna che possa anche essere valutata sotto il profilo delle performances
Qualcuno di voi diceva prima che c'è il tema delle competenze ma c'è certamente anche il problema delle appartenenze
E allora io voglio essere provocatorio dico masse
La fotografia della pubblica amministrazione attuale in parte e io non sono di quelli che pensa che c'è
Il buono e il cattivo
In determinati settori sia solo il buono e in altri solo il cattivo io penso che in tutte
Le realtà umane ci siano entrambe le facce della rete le due facce della medaglia
Però allora a questo punto mi viene da pensare che se il problema della pubblica amministrazione sin qui è stata quella delle appartenenze
Sarà molto difficile ricondurre a una corretta valutazione delle performances chi invece quella manualità non l'ha acquisita neanche nei processi di selezione per l'accesso
E credo che il tema della valutazione delle performance e sia il tema dei temi perché poi e sulla
Io da Presidente di un ordine professionale presiedo un ente pubblico non economico
E poi non per caso ma per scelta sono anche un consulente del lavoro quindi faccio la contrattazione
Con i miei dipendenti ogni qual volta devo parlare di compenso incentivante perdono volevo solo ricordare una notizia è partito con lo studio
Deviate vada ed estati Randal messo all'interno sono per
Pedone prego prego Petra io poi imitatore tranquilla no no
Nel momento in cui faccio la contrattazione la prima cosa e parliamo di compenso incentivante
La prima cosa che mi venga Miliani dettare sindacati è però Presidente non è che può
Cercare di imporre degli obiettivi e della valuta una valutazione degli obiettivi comunque tenga presente che quella è la quattordicesima dei pubblici dipendenti
Allora questo serve credo ricongiungermi a ciò che veniva detto da chi mi ha preceduto che se non liberamente vogliamo mettere in intasare interagire quelli che sono i vari settori della pubblica amministrazione
E mettere in sequenza interrelazione le informazioni abbiamo ancor anche da affrontare il tema
Del fatto che pur cercando di programmare poi alla fine non si programma nulla perché ognuno c'ha i suoi fornitori ognuno faccia chi da R gestire e che e chi deve beneficiare e poi tutte le varie situazioni non si parlano
Ma lo abbiamo affrontato perché noi
Esponenti del mondo delle professioni noi professionisti due milioni trecento mila soggetti
Siamo stati i primi soggetti obbligati ad avere la posta elettronica certificata quindi tutti quanti noi avevamo la macchina da scrivere peccato che la pubblica amministrazione tutta quanta
Avesse all'epoca ottomila indirizzi di
Posta elettronica certificata caselle di posta elettronica questo vuol dire che noi avevamo
La modalità per poter scrivere ma non sapevamo chi scrivere e questo credo che debba essere un tema che ci deve portare a dire che forse invece la soluzione quella di ridurre quanto più possibile
La presenza del Po
Con in tutti quei settori che possono invece vedere una competizione Pupo una sana competizione pubblico-privata soprattutto sul tema della sussidiarietà quello che però noi non accettiamo come
Professionisti e che quando si parla di sussidiarietà sia solo ed esclusivamente una individuazione di funzioni da appaltare all'esterno
Che però abbiano come unico punto di riferimento la gratuità della prestazione
Io credo che non sia questo il modo in cui noi potremmo far crescere questo Paese
Credo invece che nel momento in cui
E cerchiamo di disegnare un modello competitivo che faccia crescere la pubblica amministrazione e anche la fiducia dei cittadini
Nella qualità dei servizi resi dalla pubblica amministrazione dobbiamo saper valorizzare
Anche tutte quelle funzioni che oggi i professionisti svolgono e che consentono la pubblica amministrazione di raggiungere i suoi scopi perché non è certo la pubblica amministrazione tradizionale che procede all'incasso dei contributi e delle tasse
Ho a garantire per esempio la certezza della proprietà immobiliare in Italia quello lo fanno i professionisti in questo caso dell'aria giuridico economica attraverso l'attività che vanno a svolge allora
Se noi dobbiamo ragionare su quelle che sono anche le competenze che devono rimanere in capo allo Stato e quello che invece deve essere
La traslazione in regime sussidiario delle funzioni dobbiamo però anche domandare al PCI
Se poi tutto questo federalismo abbia fatto veramente il bene degli italiani perché io che mi occupo
Del mondo del lavoro del mercato del lavoro su so perfettamente che non esiste un mercato del lavoro in Italia ma ne esistono venti o cento sei quante sono le nostre Province che questo vuol dire
Che un cittadino italiano a parità di condizioni ha una possibilità di lavoro o non c'era a seconda di dove nasce e di dove risiede
Io credo che invece in questo momento forse il tema sia quello
Sembra una parola brutta ma di un neo centralismo su quelle che poi sono le funzioni che vanno a innestarsi su quelle che poi sono i principi costituzionali fondamentali
Nel mio caso ovviamente per la mia sensibilità
Il tema è quello del lavoro che deve essere a questo punto
Rivisitato ma io credo che il tema della salute il tema della giustizia parlino certamente la stessa lingua poi noi non siamo noi professionisti immuni da errori perché per esempio sulla materia
Della mediazione civile commerciale noi abbiamo secondo me commesso un gravissimo errore avremmo dovuto costituire tutti quanti insieme
L'unico organismo di mediazione delle professioni italiane allora veramente avremmo dato la dimensione del nostro impegno
E anche una dimostrazione di come far funzionare veramente la giustizia in modo certamente alternativo a quello esistente
Ma più efficace io credo nella collaborazione e credo anche però
Che se si vuol riformare la pubblica amministrazione oltre a parlare
Di una seria valutazione performances però bisogna anche avere la consapevolezza che quel mondo che non è basato sulla competizione la sana competizione
E quindi anche l'accesso che sia basato sulla
Sulla certamente sulla vincita di un concorso ma prima abbiamo detto anche sulle appartenenze talvolta rigetta ciò che i dirigenti cercano di somministrare come valutazione delle performances SAP sappiamo perfettamente in taluni casi anche dei tentativi
Di riorganizzazione forse sono falliti perché sono stati intesi dalle strutture come le mappe dei modi che alla dirigenza per cercare di mettere il Grande Fratello a controllare che cosa si fa
Allora se vogliamo veramente cambiare probabilmente dobbiamo cercare di creare un sistema che ci consenta di mettere in relazione le informazioni di valorizzare l'esterno e quindi l'apporto esterno
Dei soggetti che fanno sussidiarietà infatti io dico non solo quale pubblico ma quale privato
E soprattutto non mettere in competizione
Negativa quei soggetti che invece potrebbero dare un contributo in questo caso ma anche
In termini di recupero di efficienza alla pubblica amministrazione tante volte si dice che gli ordini professionali non sono parte sociale
Noi una volta per tutte diciamo noi non vogliamo essere parte sociale
Perché riteniamo invece di essere attori sociali e istituzionali e stanno a fianco dello Stato perché sanno di essere una costola importante del nostro Paese e vogliono una giusta valorizzazione di questa loro funzione
Grazie grazie Maurizio grazie a tutti
Grazie modifica dopo
Baruffato nel programma della Presidente quell'associazione del gioco del dirigente
A Verona presso il più discusso sono confuso
Grazie buonasera una vista l'Unione Nazionale dei dirigenti dello Stato e rappresenta sia i dirigenti dei ministeri sia della Presidenza del Consiglio dei Ministri che delle agenzie fiscali e sempre come dirigenti siamo in Rete con i dirigenti
Della direbbe la dire alle della Federsanità quindi i dirigenti delle regioni degli enti locali gli amministrativi della
Della sanità autonomi non confederali il Colle noi abbiamo già presentato una un documento di risposta alla lettera del Governo la lettera Renzi media I quarantaquattro punti in una conferenza stampa di due giorni fa
E e siamo andati anche oltre perché sono anni che rispetto alla pubblica amministrazione che dirigiamo abbiamo delle proposte di miglioramento dei livelli di efficacia ed efficienza ci siamo dentro
Abbiamo segnalato ipotesi di di tagli di revisione della spesa proprio perché vediamo che ci sono e del degli sprechi che si possono evitare abbiamo segnalato come migliorare dei profili
Quindi in questa linea di di pensiero ci siamo sentiti di dare delle prime risposte
Diciamo che a slogan abbiamo risposto un po'con slogan con riserva di approfondimento di queste cose di questi temi nel mese che viene
E e quindi prima risposta e poi alcuni temi che vanno oltre perché comunque il campo di gioco per la riforma della pubblica amministrazione non si ferma
A quelle tre macro aree a quei quarantaquattro punti che ha dato il Governo e quindi ne abbiamo indicati altri dieci
Tra questi ce ne sono alcuni che sono già stati trattati qui ci troviamo in in sintonia in sinergia per quanto riguarda il tema della corresponsabilità tra politica e amministra in gestione
Nella tra politiche dirigenza nella gestione della
Macchina amministrativa perché questo tema quello di aree ripete pensare su quello che è successo vent'anni fa e sui modi corretti per avere una distinzione tra l'indirizzo politico e la gestione dando reale autonomia il dirigente creando altresì
Una corresponsabilità comunque una forma di controllo diffusa su più qua dotta agli atti è un tema che è molto alla nostra attenzione
E quindi su questo e abbiamo fatto delle proposte abbiamo fatto delle proposte precise per quanto riguarda la valutazione che deve essere assolutamente
Diverso da quella che c'è oggi in essere nelle amministrazioni per rendere e veramente sfidante il sistema
E su questo ci vogliamo confrontare con il Governo in realtà rispetto a tutti quei punti noi
Su
Abbiamo voluto dare una
Un credito una fiducia a quella che è il a quello che il premier quello che il Governo perché ci sembra importante poter dare un contributo fattivo quindi abbiamo detto
Due no decisi ma su quarantaquattro multiplo quarantadue
Favorevoli ma favorevoli con queste precisazioni
I i no sono
A due argomenti che pare riguardano il cuore della nostro ruolo di dirigenti di classe dirigente del Paese
Sono due no a quella che è una concezione che sembra una concezione proprietaria della pubblica amministrazione questo non lo potremo mai accettare la pubblica amministrazione non è del Governo
è di tutti i cittadini noi siamo al servizio della nazione quindi un no al punto che dice licenzia abbellita anche rimane senza incarico perché
Quale motivo ne siamo già licenziati certamente se commettiamo reati cioè la responsabilità dirigenziale se non raggiungiamo l'obiettivo ma l'incarico qual è il criterio per cui viene dato l'incarico se il criterio non è indicato in modo serio oggettivo e meritocratico
La parola merito manca in quarantaquattro punti ma se il criterio fossero appartenenza politica non mi licenzi perché non ho una tessera perché non è questo che interessa i cittadini quindi su questo abbiamo delle forti riserve l'altro no e all'abolizione
è scritto proprio abolizione alla figura del Segretario comunale
Perché ci sembra come è stato detto anche autorevolmente prima di una figura importante un ruolo
Significativo del dello stato dell'un rappresentante delle istituzioni nell'ente locale che va rivisto perché le riforme che sono state fatte recentemente assolutamente sminuisce Conoco la figura
Ma assolutamente non può essere a Polito su altre cose abbiamo anche un po'spiazzato perché voglio dire un punto di quarantaquattro dove si dice
Censimento degli enti pubblici quindi deduciamo che il Governo non li conoscano lo so un altro punto che dice
Applicazione rigorosa delle norme sul tetto retributivo ma le norme per dei dirigenti si applicano punto per poi dire applicazione rigorosa la legge si applica quindi alcune cose effettivamente
E non non li abbiamo neanche ben comprese al treno altre dichiarazioni così di di di principio
Come fanno a non trovare favorevole la classe di noi dirigenti pubblici quando si dice conciliazione dei tempi evita lavoro passiamo da anni impegnati in tutti i CUB lavoriamo sulle pari opportunità ci impegna
Quindi assolutamente su questo sì ma vanno declinati con delle asso delle procedure di dettaglio
Sollevo Alloni per sulla valutazione
Per aprire una vera
Di una vera dirigenza autonome competente ecco su questo abbiamo fatto proposte precise uno dei dieci punti infatti Maria la validazione continua delle competenze su questo chiama in gioco quello che ha detto anche
Il il collega fa rima anche il il Presidente ha rispetto a quello che può essere poi il ruolo della scuola su questo
A me non preoccupa stare in un ruolo unico non è di un problema stare in una casa più grande o poco più più piccola come dirigenti
Quello che è importante sono i criteri di accesso a questo ruolo unico e i criteri di scelta dal ruolo unico e allora se i criteri di scelta e ruolo unico di quindici anni fa non ha funzionato quindi abbiamo scritto chiaramente di non replicare cose che non hanno funzionato
Ma non ha funzionato perché c'era una gestione monocratiche accentrata in Presidenza di questo ruolo se noi immaginassimo una gestione di questo polo fatta da
Un organo terzo indipendente lungi da me in questo momento dispendi di immaginare nuove Autority o agenzie basta una piccola Commissione
Conte magistrati della Corte dei Conti magistrati e Consiglio di Stato che veda anche la presenza
Dei dirigenti sicuramente ci sarebbe un modo di
A vivere una gestione del ruolo e che sia
Funzionale purché in quel ruolo ci sia una validazione noi tutti i dirigenti possiamo starci come il nostro curriculum ma con un
Un'indicazione delle competenze di quello che noi siamo e di come cresciamo continuamente perché non dobbiamo mai
Mettere poi un percorso
Un po'un discorso una indicazione di di questo genere e poi un punto sulla valutazione ne abbiamo proposto la valutazione per performances di struttura
Vogliamo una valutazione non solo di noi come dirigenti ma di tutta la struttura che dirige amo
Se avessimo un Budget da poter dividere con i collaboratori si sentirebbero anche più motivati a lavorare con noi perché tante volte i colleghi del comparto dicono sì mi impegno ma poi a me che me ne viene tua il risultato Maio
E allora veramente forse mi scorso più ampio di una valutazione
Misurabile per obiettivi più chiari di quelli che abbiamo adesso perché oggi non sono
Assolutamente sfidanti sarebbe importante un'ultima cosa che mi quindi vi ringrazio il documento assolutamente ci vede favorevole e siamo a disposizione per continuare a collaborare grazie
Grazie proprio
Due minuti altro scuro ma dopo il suo padrino
La soluzione dirigenti pubblici egli stesso Segretario comunale mi pare e e a Marco villani direttore del Formez proprio due battute conclusive
Sì grazie Presidente grazie dell'invito
Io questo incontro Presidente questo manifesto lo
Lo lo auspicavo sia come presidente dell'associazione dei dirigenti pubblici ma in questa parte come veste del signor Segretario comunale siamo sentite un po'abbandonati
Cioè quando il Presidente Renzetti dice soppresso abolizione segretari comunali e il nostro ministro di riferimento
Non ha detto alcuna una posizione mi fa piacere che con questo manifesto ovviamente che da un ruolo e un significato
E poi a quella alla figura del Segretario comunale che negli anni è stato sempre un presidio di legalità all'interno della pubblica amministrazione dei Comuni ben venga
Detto questo sulla logica che diceva lei
La legge è importante perché nei feti questi quarantaquattro punti alcune cose sono ovvietà cioè non possiamo dire no non siamo d'accordo ma non un disegno a sistema non c'ha una logica come diceva lei Presidente
Su quale Pubblica amministrazione vogliamo dove vogliamo andare cosa vogliamo fare di questa pubblicamente stime amministrazione
Ora su questa base
Diciamo appunto come di dice lei Presidente
Una maggiore Stato c'è uno Stato centrale che controlla tranne due figure il prefetto e il segretario di Governo come l'avete
Voi chiamando
A presidio delle strutture periferiche perché vedete
Quando poi si dice che le società municipalizzate sono otto mila di cui mille cinquecento erano nella Prima Repubblica la tanto
Dei prezzi depauperata Prima Repubblica e siamo arrivati a otto mila società municipalizzate che sono state servite su banalmente a eludere il principio del concorso pubblico per assunzioni e gli appalti pubblici
Perché che cosa sono e non ci va di Zarate solo tecnicamente cessione di ramo di azienda del Comune o della Provincia della Regione che vengono messi e alcune società
Ora quando c'è tecnicamente un privato fa una cessione di azienda trasferisce le risorse economiche e umane in questa azienda invece noi no abbiamo ceduto la giuria aziende ramo d'azienda il Comune x
E abbiamo invece di CEDU aver ceduto sia alle le risorse economiche che quello ma ne abbiamo fatto assunzioni
E altre assunzione e abbiamo dato altri soldi per gestirsi autonomamente queste società Società chiede la gran parte e io
Livello da quel mondo
L'otto il sessanta per cento non servono
Il sessanta per cento non servono sessanta per cento non servono il sessanta per cento ripeto sono solo storture di un sistema politico perché se dobbiamo andare a fare un'analisi
No un'indagine i consigli d'amministrazione di queste otto mila società gran parte sono ex assessori ex Sindaci ex consigliere comunale o candidati che non ci sono e non voglio fare populismo perché poi diventa populismo
Però a
No no la però è un dato di fatto allora quando Renzi ci dice ok la politica
Deve avere un ruolo e il dirigente deve deve seguire l'indirizzo dalla politica ma non siamo ben certi sul ventinove non lo approva lo affermiamo il lorde abbiamo la separazione tra indirizzo e gestione
Però attenzione l'indirizzo gestione come dice lei Presidente o noi facciamo veramente gestione succhiare i indirizzi della politica e non fumosi nebulosi e non si capisce
Cosa vogliono o che allora su quella base noi facciamo i gestione ma senza ingerenza
Perché come dice lei che siamo noi il tramite della gestione per conto di terzi in questo caso della politica noi diciamo no a questo non ci stiamo se invece altre riaffermiamo il principe vado via a chiudere Presidente
Riaffermiamo il principio netto di separazione tra indirizzò e e gestione a questa partita noi ci stiamo ci vogliamo stare nell'interezza veramente del sistema Paese grazie grazie al direttore del Formez solo una battuta di più non gliele posso dare solo una battuta finale pro
è decisamente troppo onore avere la battuta finale quindi permettete ringrazio potrò dire tanto e non solo l'altezza innanzitutto ringrazio Maurizio fra importante iniziativa
E a titolo personale sottoscrivo tutto quanto è stato dette quanto è stato scritto principalmente
Voglio fare una riflessione velocissima un proprio immagina
Scriveva Seneca dopo l'altro ieri
Che la misura del necessario e l'utile
Adesso qui si parla di spending review e tutto quanto necessario ma si dimentica qual è la contropartita dello per delle
Attività che si vanno a compiere
Un taglio è indolore se veramente si esclude un'attività
Che
Superfluo
E la domanda pleonastica sono superflui superflui segretari comunali come diceva prima il collega Savarino che sono responsabili tanta corruzione una regione dall'altro ieri penso di no
Ma tanto più forte la domanda sono superflui sono diventati improvvisamente superflui prefetti dopo una storia italiana che si è retto si prefetti
Quanto c'è
Di innovativo in queste scelte di spending review
Fatte con l'accetta
Per quanto mi riguarda vedo un ventennio ma anche più lungo perché parliamo dal
Dal cittadino come utente del dei servizi pubblici prefigurato da Massimo Giannini che poi ha camminato in tante riforme la riforma la realizzazione del pubblico impiego che esso va beh solo da Maurizio Sacconi che poi
Fu tentato di realizzare data Cassese Bassanini fino arrivare a centocinquanta c'è bisogno un'altra legge
Ho basterebbe applicare quello che c'è o basterebbe dare responsabilità manageriale veramente quella che si pensava nel novantadue che in realtà non ha mai attecchito una pubblica amministrazione sicuramente una ticket pienamente la forse ma ti chiedo per niente
Forse questo il punto chiedere conto di ciò che ognuno di noi fa
Il nostro istituto
Per esempio nel suo piccolo
Ogni anno garantisce a questo Paese un volano di quaranta milioni di programmi comunitari quaranta milioni di euro
Hanno sono un moltiplicatore che cade nel territorio accade nei territori più il ritardo era nostra del nostro Paese sono qui del Mezzogiorno mi sembra che da questo bisogna parlare per ragionare su persone
Ruoli istituzione ed enti mi sembra che questo qua che manca adesso
Una scarsa attenzione alla formazione una scarsa tensione all'innovazione che che se ne dica perché l'innovazione soltanto sulle buttato dei giornali
Ma non è a non è atterrata in nulla non la vediamo nel quotidiano non la vediamo un nell'interfaccia nostra con la pubblica amministrazione e questo lo scatto dobbiamo fare
E ci vuole poco basta aprire gli occhi e imparare dei nostri figli perché
Sono loro che mancano sono i giovani che manca in questa pubblica amministrazione solo i tre brevi segnarsi come si fa
Con internet ormai a realizzare tutti i desideri e tutti i bisogni di interconnessione spero di essere stato nei due minuti
Grazie grazie
Allora
Visivi devo dire che or ora mi ha chiamato e che dà proprio l'altro appuntata si è protratta oltre la registrazione la puntata si è protratta oltre il previsto e deve passare direttamente ad un altro impegno anche perché fra poco votiamo la fiducia al Senato
Io o avuto da dal fanno un impegno cioè mi ha proposto lui una cosa che in questi giorni ci volete anche in relazione al clima elettorale ma il clima elettorale qualche volta induce
A apprendere ca a prender posizione che poi pesa nei comportamenti
Farà una conferenza stampa proprio sul pacchetto Pubblica amministrazione
Indicando le linee del del del suo movimento politico che come sapete anche mia come ho detto io condivido le mie opinioni normalmente e
E quindi potete immaginare quale sarà l'apposizione cioè la posizione
Tv forte riaffermazione dello Stato anzi dello Stato unitario
Proprio nel momento in cui per un verso si avvertono forti sollecitazioni al ridimensionamento peso e si porrebbe nel momento in cui
Si vorrebbe a ridisegnare con il titolo nuovo Titolo quinto il rapporto col di esso con le Regioni e le autonomie e si vorrebbe magari liberare le autonomie locali
Io ogni presidio di ogni presidio di legalità e di economicità delle gestioni quindi
La posizione e al probabilmente sarà quella in questi giorni è probabilmente il proprio credo nell'arco di pochi giorni ci sarà questa presa di posizione per altro verso
L'associazione Amici di Marco Biagi formalizzo vediamo in che forme ma sarei tentato di promuovere un sito che muove da quel manifesto e che cerca di raccogliere elementi per corroborare quelle tesi
In modo davamo determinare in parallelo al processo vi ascolto ma però anche poi di decisione
Della del Consiglio dei Ministri un diciamo un un canale di
Oppure di disse di di di di mobilitazione anche di opinioni
Intorno ha un'idea guida che è quella che ho detto a un'idea guida che
Quella per cui meno Stato non significa peggiore Stato significa deve significare migliore è stato se non ci sotto certi profili contemporaneamente anche più Stato
Questo e questa è la ragione della
Della dell'iniziativa di oggi che abbiamo voluto collocare a pochi giorni dalla manifesto dalla dalla proposta del Presidente del Consiglio
Dell'associazione si muoverà in modo terzo rispetto a partiti a
A a movimenti seria o e a organizzazioni rappresentative anche se una certa sintonia registrata
Con il Segretario della CISL Funzione pubblica con amici della dirigenza e con altri
Credo che ci mette in condizione come associazione di poter fare un buon lavoro
Una buona
Legittima pressione affinché il non affinché il clima
Non determini un'ennesima spallata sulla effigia sulla capacità dello Stato di servire come ho detto il popolo credo sia questa la sua funzione
Vi ringrazio molto mi spiace per l'assenza