10 MAG 2001

D'Antoni: Cdl e Ulivo stanno cancellando le altre forze politiche

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 25 min 9 sec

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Catania, 10 maggio 2001, h18.00 - Democrazia Europea si candida a sfidare i due schieramenti per la presidenza della Regione Sicilia, nel panorama politico di cancellazione delle forze minoriSergio D'Antoni, nel corso di un incontro elettorale con gli elettori siciliani, ha ribadito il suo rifiuto verso "La politica supermercato", dei due grani schieramenti, i quali "hanno candidato persone di tutti i tipi", scaricando "i problemi al sud, nelle colonie", come dimostra la candidatura di "Cecchi Gori ad Acireale".

Secondo "le migliori tradizioni laurine", si "da una scarpa prima del voto e una
scarpa dopo il voto", allo stesso modo "Questi si comprano la squadra dell'Acireale prima del voto e la venderanno dopo il voto".

Tutto ciò deriva da una legge elettorale che "da un potere inaudito di nomina", mentre non si è colta l'occasione offerta dal "senatore Andreotti, che presentò l'emendamento per il sistema tedesco con lo sbarramento al 5%".

Così il paese è costretto - ha continuato Sergio D'Antoni -a vivere una "campagna elettorale che è una fiera della promesse", di fronte a una sostanziale "mancanza di programmi veri", e puntualmente "Rutelli ci ha promesso il ponte sullo Stretto", come "Tutti i ministri dagli anni Sessanta hanno fatto".

Per D'Antoni, negli ultimi dieci anni, la politica italiana ha permesso a "culture intrise di fascismo e comunismo di avere il sopravvento su culture di libertà", quindi "Chi è intriso di cultura fascista non può fare processi a chi ha vissuto anni di libertà e democrazia".

Nella comunicazione politica televisiva ciò si manifesta con il fatto che "da lunedì c'è solo la presenza dei due schieramenti, scordandosi che ci sono altre forze, tra cui Democrazia Europea".

Queste forze "hanno gli stessi titoli e gli stessi diritti in una democrazia che funziona", esse "non possono invece essere cancellate e le stanno invece cancellando, è una cosa da far riflettere".

Questo tipo di gestione dei mezzi di comunicazione "è un modo autentico di spartirsi il potere".

Se "Le nostre armi sono appellarci al Presidente della Repubblica, o protestare, e non ne abbiamo altre, […] non ci possono però togliere la nostra libertà".

leggi tutto

riduci

  • I candidati i Democrazia Europea e le loro motivazioni

    <strong>Indice degli argomenti</strong>
    0:00 Durata: 2 min 33 sec
  • La politica supermercato e la legge elettorale

    0:02 Durata: 1 min 35 sec
  • "le migliori tradizioni laurine" in atto nella campagna elettorale

    0:04 Durata: 2 min 26 sec
  • La promessa del ponte sullo Stretto

    0:06 Durata: 4 min 50 sec
  • Le candidature di Buttiglione e Castagnetti

    0:11 Durata: 2 min 18 sec
  • "Culture intrise di fascismo e comunismo hanno avuto il sopravvento su culture di libertà"

    0:13 Durata: 2 min 18 sec
  • La presidenza della regione Sicilia

    0:16 Durata: 1 min 46 sec
  • L'occupazione degli spazi televisivi da parte dei due schieramenti

    0:17 Durata: 2 min 22 sec
  • Gli indecisi

    0:20 Durata: 2 min 55 sec
  • I governi di centrosinistra e Berlusconi

    0:23 Durata: 2 min 6 sec