28 FEB 2006

Notiziario del 28 febbraio 2006

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 32 min 10 sec

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Notiziario di martedì 28 febbraio 2006 In studio Giovanna Reanda.

Puntata di "Notiziario del 28 febbraio 2006" di martedì 28 febbraio 2006 .

La registrazione audio di questa puntata ha una durata di 32 minuti.
  • Daniele Capezzone, segretario di Radicali Italiani (intervista di Alessio Falconio)

    <br><strong>Indice</strong><p><strong>Presentazione ufficiale ieri a Roma delle liste della Rosa nel Pugno</strong>. Non c'era Marco Pannella, assente per un imprevisto. ma c'erano tutti gli altri dirigenti, da Emma Bonino ad Enrico Boselli, da Daniele Capezzone a Roberto Villetti. Sentiamo intanto il segretario di Radicali Italiani
    0:00 Durata: 1 min 46 sec
  • Emma Bonino

    <br>Ricordiamo agli ascoltatori che <strong>oggi Notizie radicali pubblica un articolo di Marco Pannella dedicato al rischio che l'Unione - se non corregge la sua campagna elettorale- vada dritta alla sconfitta - </strong>lo trovate su <strong>www.radicali.it</strong> Sentiamo ora Emma Bonino
    0:02 Durata: 53 sec
  • Sergio Stanzani, presidente del PRT

    <br><strong>Ha partecipato alla conferenza stampa anche il presidente del Partito Radicale Transnazionale Sergio Stanzani </strong>
    0:03 Durata: 1 min 59 sec
  • Roberto Villetti (Misto-RosanelPugno)

    <br><strong>Sentiamo ora Roberto Villetti</strong>, deputato della Rosa nel Pugno
    0:05 Durata: 2 min 33 sec
  • Biagio De Giovanni, filosofo

    <br><strong>Infine sentiamo la voce del professor Biagio De Giovanni</strong>, sempre alla conferenza stampa di ieri
    0:08 Durata: 1 min 11 sec
  • Maria Gigliola Toniollo, responsabile per il dipartimento diritti civili della Cgil (intervista di Alessio Falconio)

    <br><strong>Si candida nelle liste della Rosa nel Pugno anche Maria Gigliola Toniollo</strong>, che è responsabile per il dipartimento diritti civili della Cgil - sentiamola, al microfono di Alessio Falconio.
    0:09 Durata: 2 min
  • Bruno Tabacci (UDC) (intervista di Alessio Falconio)

    <br><strong>La vicenda Enel e la fusione tra gas de France e Suez saranno temi al centro dei colloqui tra il ministro dell'economia Tremonti e i commissari alla concorrenza Kroes e al mercato interno Mc Greevy, a Bruxelles.</strong> Ieri infatti il governo francese ha fatto ulteriori passi nella sua intenzione di procedere alla fusione tra le due compagnie per evitare l'offerta di acquisto Enel, e questa mossa è stata considerata il segno di una deriva protezionista anche dal commissario Mc Greevy, oltre che da tutta la stampa italiana e da buona parte di quella francese. Ieri Emma Bonino ha rimproverato il governo italiano di non aver partecipato al consiglio degli affari generali di ieri, dove c'era all'ordine del giorno proprio il tema dell'economia e della competitività dell'Europa.<br>«Siamo al paradosso», ha detto la Bonino. «Già sulla Bolkestein c'era stato un chiaro e forte campanello d'allarme aliberale, o addirittura anti-liberale. Adesso, dopo la difesa dell'italianità delle banche, gli stessi attori della politica italiana invocano a gran voce il libero mercato e il ministro per le attività produttive, al grido di "non ci faremo calpestare dalla Francia", chiede un intervento sanzionatorio da parte di Bruxelles». Secondo la Bonino in Europa gli Stati continuano a «tutelare rendite e privilegi nazionali indifendibili» e «se a Bruxelles si continuano a difendere interessi corporativi e a mettere la sordina a qualsiasi concetto legato all'apertura dei mercati si mette a rischio il processo d'integrazione europeo». Su questa vicenda ieri abbiamo interpellato Bruno Tabacci, dell'Udc, presidente della commissione attività produttive di Montecitorio.
    0:13 Durata: 4 min 25 sec
  • Benedetto Della Vedova, radicale, leader dei Riformatori Liberali (intervista di Claudio Landi)

    <br><strong>Sentiamo ora il giudizio di Benedetto Della Vedova, radicale, leader dei Riformatori Liberali</strong>, schierato con il centrodestra alle elezioni del 9 e 10 aprile - lo ha intervistato Claudio Landi. Della Vedova parte da quella sorta di «patto di reciprocità» siglato tra Roma e Parigi al momento dell'acquisizione da parte di Edf della azienda italiana Edison.
    0:17 Durata: 2 min 59 sec
  • La nota sull'Europa di Gianfranco Dell'Alba

    <br>
    0:21 Durata: 14 min 24 sec