31MAG2013
dibattiti

La dottrina Obama e il governo della globalizzazione

DIBATTITO | TRENTO - 16:00. Durata: 1 ora 10 min

Player
Nell'ambito dell'8ª Edizione del Festival dell'Economia, in programma dal 30 maggio al 2 giugno 2013 dal titolo: "Sovranità in conflitto".

Registrazione video del dibattito dal titolo "La dottrina Obama e il governo della globalizzazione", registrato a Trento venerdì 31 maggio 2013 alle ore 16:00.

Dibattito organizzato da Comune di Trento e Provincia Autonoma di Trento e Università degli Studi di Trento.

Sono intervenuti: Patricia Thomas (giornalista), Federico Rampini (giornalista).

Tra gli argomenti discussi: Ambiente, Arabia Saudita, Banche, Cina, Commercio, Copenaghen, Crisi, Debito
Pubblico, Digitale, Economia, Energia, Esportazione, Euro, Europa, Fallimento, Finanza, Finanziamenti, Fonti Rinnovabili, Fotografia, G8, Gas, Germania, Giappone, Globalizzazione, Golfo Persico, Hollande, Importazione, India, Industria, Inquinamento, Italia, Lavoro, Liberalizzazione, Medio Oriente, Mercato, Merkel, Monti, Napolitano, Obama, Petrolio, Privato, Ricerca, Russia, Stipendi, Tecnologia, Titoli Di Stato, Ue, Universita', Usa.

La registrazione video di questo dibatto ha una durata di 1 ora e 10 minuti.

Il contenuto è disponibile anche nella sola versione audio.

leggi tutto

riduci

16:00

Scheda a cura di

Enrica Izzo
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Buongiorno ai miei figli ma anche
Il microfono
Farvela nove province autonome direttore eletto oggi
E degli utenti edicolanti
Rispetto a quanto ha detto la diamo
Studiare questo uomo deve di iscriverlo preferiva ancora oggi a trenta cenni norme cartellone con lui io mi sono reso conto che
Federico era
Tardi questo fette volle
Voi la conoscete tutti comunque
Sono contenta nonostante quella di introdurlo
è oggi Federico parlerà della dottrina Obama
E al Governo dalla globalizzazione
Lui è unicamente qualificate di parlare di questo perché
Lui adesso sta al corrispondente la Repubblica a New York infatti
Segue anche carta bianca la Casa Bianca in questo momento mi stava raccontando un poi viaggi che fa con Obama
Ma ecco che sull'Air Force One con voi no Air Force su e a questo alla
Comunque
Poi giù
Allora ma prima di ieri stare a New York per lui da due mila e qualcosa di quei due due mila e nove era la corrispondente a decimo Pechino come come vuoi dire
E prima di quello aveva un durissimo lavoro dal due mila due mila nelle quattro a Wescott corrispondente per la ripubblica ha sempre il fisco la città difficile per noi deve fare l'attività
Voi ha lavorato anche molto in Europa a Bruxelles Parigi Milano vorrei conosce bene anche anche in Europa
Allora ha scritto anche qualche vecchio visto già fuori tantissimi libri citerò solo una un paio di più recente
Riceventi a noi abbiamo gli orologi in quelle che il tempo manifesto generazionale non rinunciare al futuro
Mondadori duemila e tredici che
Ho visto proprio palla sulla tavola e anche noi ci possiamo permettere lo stato sociale
Alza
Ma ce ne siamo più permettere non ci possiamo più permettere lo stato sociale falsa alto anche quale tali guarirla tette duemila e dodici
E mozioni io sono una grande fanghi sui editoriali settimanale di di di donna della ripubblica che sono veramente ben fatte Chiarini
E niente anche sugli articoli Salieri infatti era questo sulla direttrice Italia italiana Stati Uniti Cina fra poco che ci sarà negli Stati Uniti
Come diceva lui e i unicamente qualificato di parlare dalla alcune mie nel mondo globale perché perché capisci la Cina capisce gli Stati Uniti
E soprattutto a capisce Europa che potrà Polato in mezzo questi giganti vedi e capace non solo di a raccontarci la notizia di dell'economia ma vedere tutto il possibile sfumature
Poiché oggi io lascerò all'UE a parlare questo sperando che vuole fatte un sacco di domande perché io non sono icone mista non sono esperti di economia sano e americana posso fare i tanti domande sull'America
Ma sto contando alcuni Boemi pari tante domande a Federico dopo che lui ci ha spiegato questa
Obama da apprendisti
Grazie dell'introduzione interferisce
Dato comincio comincio con lo stesso firme intanto per creare un po'di eccitazione
Il microfono
è una poi e poi
Scordato di dire come fa la spogliarello che prima
Si sente si gettonato amico questi e non so da voi in sala ma questi microfoni scaldano parecchio poi lancio un appello se c'è qualche anima buona dell'organizzazione che può portare una bottiglia d'acqua quarti che abbiamo due bicchieri lo dico prima di tutto per preferisce abbiamo due bicchieri e una caraffa vuota disperatamente vuol
Potrebbe essercene bisogno se qualcuno ha sentito questa appello spero che apparirà magicamente dell'acqua grande vedove da decenni la dieta Fitto ebbene sì la provvidenza esiste allora
La dottrina Obama
Potrebbe sembrare una un po'una forzatura tipica da da
Da giornalista di parlare di una dottrina Obama è chiaro che Obama non è un teorico non è un economista
Non ha creato una sua teoria però cercherò di dimostrare che nei fatti facendo il suo mestiere che non è e lo del teorico ma di Presidente degli Stati Uniti si può discernere la costruzione nel tempo di una sorta di dottrina Obama
Relativa alla globalizzazione
E ciò in mente anche delle date la prima importante è il
Il G venti il vertice G venti che si tiene in un momento terribile di crisi mondiale
Nel nell'autunno del due mila nove sotto la presidenza americana a Pittsburgh
E Obama era Presidente da pochi mesi era diventato Presidente nel gennaio di quell'anno
Si trova ad affrontare la più grave crisi economica dei tempi della grande depressione e e fa un discorso molto interessanti in quel G venti che poi diventerà una specie di leit motiv della della sua
Dei suoi interventi
In quel tipo di vertici internazionali cui
Dice
Bello quello che assumo ovviamente con parole mie semplificando dice
Questa crisi è nata in America
E dietro questa crisi c'è anche un problema di macro squilibrati tra le aree del mondo
La mia ricca per troppo tempo e vissuto al di sopra dei suoi mezzi ha speso più di quanto
Guadagnava e che lo diceva quindi accumulato dei disavanzi con l'estero dei deficit commerciali dei debiti
Si è indebitata moltissimo
Dall'altra parte ci sono stati invece Paesi come la Cina Giappone la Germania
Che hanno vissuto al di sotto dei documenti nel senso che hanno sempre spostato molto più di quanto importavano hanno accumulato degli avanzi commerciali e sono diventati dei creditori del mondo la Cina
Prima prima fra tutti non a caso la Cina in questo momento la Banca centrale cinese ha nelle sue riserve mille duecentocinquanta miliardi di dollari di titoli del Tesoro americano
Obama ha detto non c'è dubbio che l'America deve fare la sua parte per aggiustare questi squilibri che sono una delle cause della crisi questi questi grandi squilibri strutturali l'America deve imparare a vivere
Più
Proporzionalmente a alle sue capacità quindi noi dobbiamo indebitarci meno
Però siccome l'economia mondiale è un sistema chiuso se si deve aggiustare una parte si deve anche aggiustare l'altra e quindi quei Paesi
Che sono stati abituati ad accumulare dei grossi attivi commerciali con l'estero
Adesso devono spendere di più devono consumare di più devono diventare a loro volta delle locomotive della crescita mondiale quel ruolo che era stato tradizionalmente degli Stati Uniti perché essendo dei grandi importatori
Acquistando merci da tutto il resto del mondo aiutavano gli altri a crescere
E questo è un discorso importante perché poi ha delle ricadute che arrivano molto molto vicine a noi
E a questa crisi perché
Il messaggio di Obama che lui comincio a lanciare in quel G venti di Pittsburgh nell'autunno del due mila nove
In qualche modo si può dire che è stato accolto positivamente dalla Cina cioè almeno su questo fronte la Cina si è comportata secondo le aspettative di Obama alla Cina ha cominciato a
Consumare di più
E a importare di più continua ad essere una gigantesca
Macchina da esportazione continua ad avere un'economia molto rivolta verso le esportazioni però
Si è attenuato lo squilibrio il la l'avanzo commerciale cinese sia un pochino ridimensionato e con il
L'aumento del benessere i consumatori cinesi stanno comprando sempre di più anche dall'estero
Qualche Paese invece questo aggiustamento non lo ha fatto la Germania la Germania non è un Paese che si stava assegnando a dover essere più locomotiva
Non sta consumando abbastanza non sta importando abbastanza in particolare dei Paesi vicini che invece
L'Italia in primis avrebbero un gran bisogno di una locomotiva tedesca
Se la Germania consumasse di più se spendesse di più se importa se di più sarebbe un traino prezioso per la nostra industria
Quindi questo è un primo tassello della dottrina Obama cioè
Rendersi conto che c'è
Un responsabilità grave e primaria dell'America nello scatenamento della crisi del due mila otto
E tuttavia deve aggiustare i fattori strutturali di questa crisi ciascuno deve fare la sua parte e la frugalità la parsimonia non è sempre una dote ecco nel caso della Germania
Essere troppo bravi a esportare va bene è una qualità però bisogna anche
Prendersi delle responsabilità verso l'economia quando si ha un'economia di quelle dimensioni bisogna rendersi conto di quanto i propri comportamenti influiscono sui Paesi vicini
Poi c'è un altro elemento della dottrina Obama e comincio
è arrivata l'acqua fantastica
Un altro elemento della dottrina Obama che ha cominciato ahimè ragione più di recente
E che riguarda proprio la globalizzazione qua quando noi parliamo di globalizzazione ci riferiamo soprattutto
Al alle regole del gioco del commercio mondiale
Obama a ha cominciato a teorizzare in in molte sedi in particolare nei grandi vertici internazionali che
Bisogna aprire una nuova fase nella globalizzazione bisogna cominciare a ripensare le regole del gioco
E
Questo significa secondo lui introdurre
Nella libertà degli scambi internazionali nel commercio mondiale nei nella circolazione di di capitali dell'apertura delle frontiere degli elementi
Di tutela dei diritti dei lavoratori
E anche degli elementi di tutela dell'ambiente
E questo non è un discorso soltanto vago teorico di buone intenzioni di valori queste cose le hanno dette e tanti altri prima di lui non non è particolarmente originale posso soltanto
Citare un esempio molto importante un precedente molto importante perché fu quello di Sciacca Dolo
All'epoca in cui chiacchiera socialista francese socialiste cattolico francese
Fu al Ministro dell'economia sotto il Presidente Mita e Roma poi fu soprattutto Presidente dalla Commissione europea in una fase importante in cui si creava il mercato unico europeo e poi
Dal il mercato unico europeo fu uno di quei momenti di liberalizzazione degli scambi all'interno di un'area poi seguirono altri sia vivo per esempio alla creazione dell'Organizzazione del commercio mondiale l'ingresso della Cina
Dovrò era stato uno dei primi a dire la globalizzazione avrebbe bisogno di una carta sociale
Quello che Obama però sta facendo è porta un passo più avanti cioè
Queste cose comincia a mettere in pratica e e c'è stato un piccolo testo molto piccolo ma significativo come esperimento quando a firmato un trattato di libero scambio bilaterale tra gli Stati Uniti e la Colombia
è stato il primo caso di un trattato di libero scambio che includeva proprio delle clausole a protezione dei diritti dei lavoratori colombiani per promuovere diciamo un miglioramento di queste tutele
E anche con degli elementi di tutela dell'ambiente quindi
è l'idea che il commercio mondiale deve essere libero sì però al tempo stesso bisogna usare la leva
Del commercio internazionale per promuovere questo tipo di diritti kora
Su una scala molto ma molto più ampia Obama sta cercando di proporre lo stesso tipo di operazione con il nuovo trattato di liberalizzazione che ha cominciato a negoziare con noi con l'Unione europea
Cioè questo progetto di un grande nuovo trattato Stati Uniti Unione europea
Tra patto transatlantico per far fare un altro passo avanti alla apertura delle frontiere
E lì dentro Obama volete provare a inserire questi elementi è sono temi su sui quali peraltro lui sa che può esserci una convergenza con noi europei che abbiamo un modello sociale avanzato
L'idea sottostante anche se questa rimane
Espressa in modo molto cauto e molto diplomatico per non
Perché non suoni troppo bellicosa nei confronti dei cinesi però Obama alla affacciata più volte presente nel dibattito della campagna elettorale dell'anno scorso e che se gli Stati Uniti e l'Unione europea riescono tra loro a mettere insieme un nuovo sistema di regole
Che sia favorevole agli scambi alla liberalizzazione ma al tempo stesso includa più diritti per i lavoratori e più protezione per l'ambiente questo poi ci darebbe a noi tutti insieme a noi occidente
Un
Rapporto di forza un potere contrattuale più forte per andare a negoziare qualcosa di simile con la Cina
E questo sarebbe molto interessante cioè apparire una nuova stagione di nego
Gli atti con la Cina per di vedere i nostri rapporti con la Cina e costringere anche la Cina ad accettare delle clausole di tutela del lavoro e di tutela dell'ambiente
Tutto questo si inserisce poi in un'idea
Che ci interessa molto da vicino e quella che la globalizzazione non debba essere una corsa al ribasso che per essere competitivi nell'economia globale non si debba essere costretti
A rincorrere chi sta molto peggio di noi
Ha rinunciato dei nostri diritti alle nostre conquiste
A elementi di civiltà avanzatissimi come il modello sociale europeo
E a questa idea poi se ne aggancia subito un'altra che è strettamente legata che Obama sta mettendo in pratica negli Stati Uniti cioè che sia possibile addirittura cominciare a invertire la tendenza alle delocalizzazioni
Noi siamo vissuti ormai da più di vent'anni in un mondo dove si delocalizza a senso unico cioè si chiudono delle fabbriche qui da noi per andare ad aprirle
In Cina dove il costo del lavoro inferiore o magari adesso nel Bangladesh dove ancora più basso che in Cina
E come fa ma da tempo va dicendo che
è possibile avendo sterilizzare l'America
E questo in effetti sta avvenendo
Sta avvenendo quindi è molto interessante ma ci sono dei segnali ci sono delle prove che ha cominciato a
Ricostruire l'America una sua vocazione manifatturiera dei pezzi d'industria che erano scomparsi stanno ritornando in America
E allora vi voglio raccontare una storia precisa così usciamo dal terreno delle delle dottrine troppo generali e così dentro i in una
L'esempio molto concreto
Che
Può dare qualche spunto di riflessione a noi in Italia per dei problemi che sono di un'attualità drammatica per noi perché la deindustrializzazione italiana è una cosa gravissima i cui costi sociali abbiamo davanti tutti i giorni
Allora vi voglio raccontare una storia
Che davvero non è banale la storia della coda
Per quelli che hanno un po'di capelli bianchi sulla testa come me
Ci fu un'epoca in cui la coda che era un marchio universale che era quasi sinonimo di fotografia
Perché producevano le macchinette fotografiche per le foto istantanee poiché anche le macchine usa e getta e soprattutto soprattutto costruite riuscirono praticamente a diventare il monopolista mondiale delle pellicole
Per per le foto
La Kodak
Al
Intorno al passaggio del millennio fece un errore strategico dei divisione
Clamoroso e fatale non capi non intuito non avvertite l'avvento del digitale
Credete che avrebbe potuto continuare a prosperare continuando a produrre macchinette fotografiche usa e getta e e soprattutto pellicole
Di colpo fra le tante rivoluzioni tecnologiche del nostro tempo abbiamo tutti cominciato usare solo apparecchi digitali cui addirittura i nostri telefonini con gli spot ma le foto si fanno con gli smartphone sono di qualità eccezionale
Non è che il consumo di fotografia sia diminuito anzi è esploso in modo vertiginoso c'è stato una
Une un'esplosione del del del fare fotografie negli nervi facciamo e ne consumiamo una quantità che un multiplo di quello che facevamo quando bisognava avere la macchinette la pellicola però questa rivoluzione arricchito altrui
So pertanto per fare un nome la insista grammo una start-up che si è inventata queste applicazioni per il telefonino in cui uno oltre a fare la foto fa un po'di
Editing e soprattutto la in me istantaneamente la manda gli amici
Ecco c'è un
Tante tante aziende che hanno capito la rivoluzione digitale si sono arricchite con il nuovo modo di fare fotografie la coda no la coda che è entrata in una crisi
Finale
Crisi spaventosa pensate che meditate e poco fallita letteralmente nel senso giuridico la con la legge charter rilevante in America cioè ha dichiarato bancarotta
E
La Kodak
Aveva un insediamento industriale molto preciso nella città di roccia sterno allo Stato di New York in uno stato molto grande New York da dall'estremo opposto rispetto alla città di New York quindi ai confini col cada col Canada il lago Ontario c'è questa cittadina la loro celeste l'OSCE sta perché era praticamente una città il mondo industriale cioè era la città della coda
La coda nel momento del suo massimo
Splendore aveva sessantacinque mila dipendenti solo all'occhio esterno poi c'erano dipendenti nel mondo intero ma solo ad oggi la dava lavoro a sessantacinque mila persone quindi
Finanziava tutto poi alla era veramente una monocultura industriale un po'come nei tempi dopo la FIAT a Torino
Fosse perfino di più
E
Oggi la coda che a
Sei mila cinquecento dipendenti a Rochester da sessantacinque mila sei mila cinquecento ebbene io sono andato a Roma c'è stata poche settimane fa
è una città che scoppia di salute sta
Vivendo una rinascita
Come è stato possibile come succede in una città che normalmente uno si aspetterebbe di vedere come una specie di
Costanti città fantasma con
Fabbriche chiuse disoccupazione alle stelle invece non sono mai stati così bene
Ecco ve lo spiego perché poi arriverò all'allora la dottrina Obama e ma sto cercando di di di di calare di in una realtà concreta e di vedere come
Dalla de industrializzazione si può passare alla industrializzazione
è successo che mentre la coda che era costretta a licenziare licenziare licenziare al tempo stesso
Una serie di interventi della stessa Kodak
Degli enti locali la comune lo Stato dell'Amministrazione federale Obama
E di altre istituzioni molto molto importanti e poi tra tutte
Vi spiegherò l'importanza dell'università di Rochester hanno lavorato per far sì che tutti quelli che uscivano dalla Kodak
Potessero fare qualcos'altro mettersi in proprio
Perché la coda che era diventata tra l'altro a fianco la coda c'era anche un importante stabilimento della
Ferro Hawks macchine fotocopiatrici in America si pronuncia lesiva Hawks
E anche quella era diventata quasi una mono un un monopolio per addirittura è diventato il verbo il
In America per dire fare una fotocopia c'è il verbo to così Rockets diventato sinonimo
Allora loro si sono detti ma noi qui abbiamo
Ha avuto grazie alla alla Kodak finché le cose andavano bene un accumulo di conoscenze nel campo dell'ottica
Che non vanno disperse
Ci deve essere un altro modo per usare bene
Dobbiamo riuscire a far parte queste capitale umano lasciamo perdere la vicenda di una società come la coda che costretto a portare i libri in tribunale va in fallimento inizia la procedura fallimentare ma qui esistono dei talenti
Come si fa a hanno una a non mandare sprecati questi talenti e bene rocce sta si è trasformata nel giro di relativamente pochi anni nella Silicon belli mondiale dell'ottica avanzata
Usando quel capitale umano dandogli la possibilità i mezzi finanziari l'organizzazione le strutture
Sul cadavere
In quel dinosauro che era la Kodak costretto a alla scomparsa perché non aveva capito la rivoluzione che arrivava su quel cadavere sono fiorite
Centinaia di start-up di piccole imprese
Con gli ex ingegneri della Kodak che si mettevano a fare cose nuove
Hanno trovato i capitali
Hanno potuto appoggiarsi nell'università di rocce stecche era diventata il Politecnico d'eccellenza dell'ottica avanzata
E badate oggi oggi allora Chester il primo datore di lavoro il più grosso datore di lavoro della città
Quel ruolo che un tempo era della Kodak oggi è
L'università
Il Politecnico di rocce sta è diventato la più grossa azienda cittadina ma lì intorno sono genuinamente tutte queste start-up che fanno dei mestieri straordinariamente avanzati per farvi
Un esempio
Tutti gli schermi ai Max
Quelli delle grandi sale cinematografiche che adesso proiettano i firmatari di trading con la tecnologia tridimensionale
è ormai a Hollywood sta sfornando sempre più finti tredici l'ultimo è il grande Gatsby ma prima laico PAI soprattutto tutti i nuovi film quasi sempre cercano di farli in tre D tutti questi schermi adesso si producono lanchester
Hanno
Un altro monopolio non c'è più la Kodak ma gli schermi in tre D vengono tutti da lì
Altre attività spaziano dai laser ottici usati nell'industria biomedica per le operazioni chirurgiche e così via al punto che
Proprio io in virtù
Di questo straordinario capitale umano della qualità delle conoscenze che ci sono lì
Rocce estero sta attivando investimenti dall'estero ci sono delle multinazionali tedesche che sono nell'ottica avanzata che vanno a creare delle fabbriche avevo ciste perché gli conviene stare lì così vicini
A un'università di quel livello
Giapponesi anche perché anche i giapponesi nell'ottica ovviamente hanno delle grandi multinazionali vanno a investire a rocce step apparire laboratori di ricerca centri studi e perfino fabbriche
Allora ecco un esempio queste questo che volevo darvi un esempio concreto di cosa sta succedendo quando si parla di reindustrializzazione dell'America un Paese come la meta che era stato quello che aveva inventato le delocalizzazioni cominciarono
Proprio TALATO nell'altra Silicon belle quella dal della California testato lì uno uno dei
Dei momenti di avvio del processo delle delocalizzazioni quando
I colossi dell'informatica californiani cominciarono a dire ma noi siamo i più bravi del mondo a non c'è mica bisogno che produciamo qui computer qui teniamo gli uffici studi
Qui teniamo i centri quartieri generali qui teniamo le cabine di regia strategica fu l'operazione che hanno fatto un po'tutti
Dalla Microsoft d'a Apple
A chiude Packard di conto di di avere in California gli ingegneri ma le fabbriche in Cina no perché le le delocalizzazioni sono cominciate in grande stile soprattutto in America
E adesso stanno invertendo questo processo e l'America sta tornando ad essere il paese che attirerà investimenti addirittura nel manifatturiero
Questa è una cosa a cui Obama ha creduto fin dall'inizio tutta
Tutto il suo primo mandato anche dei momenti più bui della recessione
Non ha mai smesso di dire nel possiamo e dobbiamo difendere anche una vocazione manifatturiera di questo Paese dobbiamo farcene dobbiamo tornare anche a produrre cose
Non soltanto essere il Paese della finanza e dei servizi dobbiamo anche fabbricare le cose
E ci sta riuscendo ecco il caso il caso di o Chester
Merita attenzione perché vedete quando quando parlo della Silicon belli californiana se va a ripagare di un altro pianeta sono talmente avanti a tutti
Che è un modello ci hanno provato in tanti a copiare la Silicon belli californiana e pochi
Civici sono riusciti non so aperti in una città
Una città-stato avanzatissima come Singapore
Che ha tentato di ricostruire lì una la Silicon belli
C'è riuscita solo molto ma molto parzialmente degli ingredienti della Silicon belli californiana sono così tanti c'è stato un tale accumulo nel tempo che e piuttosto difficile replicato altrove
Per questo preferisco l'esempio di rocce estere perché e e meno nella strato sferra è un caso molto più simile a certe nostre crisi industriali perché non sta nascendo una Silicon belli del design automobilistico a Torino
Dove c'era la FIAT dico c'era perché quel che resta della FIAT è poca cosa
E perché dove c'era la Olivetti Alitalia nel Canavese non è nata una piccola Silicon belli europea di riforma potute con queste operazioni non sono così difficili da immaginare cioè gli ingredienti di rocce est
Sono relativamente più semplici rispetto alla Silicon Valley California
E poi concludo sull'ultimo aspetto della dottrina Obama
Perché ovviamente quello che ci riguarda ancora più da vicino in questa fase cioè
E anche qui ci sono delle date precise che posso ricordare
L'America è uscita dalla sua crisi già nel due mila nove di fatto la recessione americana è finita nel due mila nove
E
Negli ultimi tre anni poi dal due mila dieci a oggi
Questa ripresa americana è una ripresa che crea lavoro cioè genera
Mediamente duecento mila posti di lavoro aggiuntivi netti al mese questa è la media di creazione del lavoro
Non basta non basta la disoccupazione ancora al sette e mezzo per cento che è elevata
Più bassa che da noi ma comunque
La gli strascichi della crisi sono ancora tanti
Le scorie che ha lasciato una crisi di questa gravità sono ancora molte quindi
Di problemi da risolvere ce ne sono ancora moltissime però è chiaro che ne sono usciti
Ne sono usciti perché
Ma non ha mai accettato la dottrina Merkel per riferirsi all'altra dottrina in questo momento ci preoccupa non ha mai accettato il dogma dell'austerity
è stato chiarissimo nella consapevolezza di Obama che di fronte a una crisi di questa gravità bisognava recuperare la lezione
Migliore degli anni trenta cioè quando si è in una fase di vera e propria depressione quindi non c'è più potere d'acquisto nelle famiglie i consumatori non comprano più
Non c'è più fiducia nell'INPS nell'impresa anche quelle imprese che avrebbero
Risorse da investire non investono perché non vedono la domanda non vedono un mercato che tratti tira in quel momento e lo Stato che deve
Riempire il vuoto di domanda e lo Stato deve fare la sua parte ci vuole
Una mano pubblica forte che tira fuori dalla depressione e Obama non ha esitato a usare la leva degli investimenti pubblici in infrastrutture in nuove tecnologie ricerca energie rinnovabili
Fino a far schizzare il deficit pubblico americano oltre il dieci per cento del PIL
Dopodiché adesso questo deficit pubblico americano è sceso da P distintamente
Siamo ormai al due Nezzo per cento del PIL è sceso rapidissimamente ma non
A furia di lacrime e sangue non con una una cura di rigore dalle conseguenze sociali drammatiche sceso grazie alla ripresa
Cioè lui ha invertito completamente l'ordine della dottrina Merkel prima l'economia deve ripartire e attraverso la crescita
Anche rimettere ordine nelle finanze pubbliche poi diventa molto più facile e qua in parte quasi automatico perché a ritornano ad aumentare l'occupazione di rendite aumento del gettito fiscale le entrate dello Stato
Aumentano e il riequilibrio
Nei nel bilancio parzialmente automatico quindi
E la dottrina Obama Luini
La l'acqua dedicata anche a noi oltre ad dopo averla applicata in casa sua con dei risultati che sono ben visibili sotto gli occhi di tutti
E io ricordo anche qui delle date delle fasi precise perché per ben due volte
Obama ha temuto che la crisi dell'euro zona facesse deragliare anche la ripresa americana la primavera del due mila dieci e la primavera del due mila undici
I provini forti scossoni di crisi dell'euro zona hanno avuto un esteta intanto l'euro zona e
Il più grosso partner commerciale degli Stati Uniti quindi se noi calcoliamo
Loro non sono immuni dalle conseguenze
Ma poi c'è stato un effetto panico un effetto di sfiducia che si stava propagando sui mercati finanziari anche Wall Street ne risentiva
Quindi lui ha avuto molta paura di un contati o negativo dall'Europa e per ben due volte nella primavera del due mila dieci la primavera del due mila undici che ha cominciato a praticare una sorta di interventismo quasi
Ma ai limiti dell'ingerenza ai limiti dell'ingerenza negli affari europei nel senso che io ricordo degli episodi in cui si riuniva un vertice Ecofin un vertice dei ministri economici dell'euro zona e Obama praticamente imponeva che invitassero anche il suo Ministro del Tesoro Tim Geithner perché lui venisse a portare il punto di vista americano c'è proprio sinti sinti si intrufolava un esterno perché loro non fanno certo parte dell'eurozona
Proprio perché Obama voleva continuamente martellare il suo messaggio non potete uscire da questa crisi con l'austerity
You don'fatti io lo quei auto o questa chance cioè non vi
Non vi costruite una strada fuori dalla recessione a botte di tagli non funziona
E francamente avuto ragione lui oggi oggi guardate nel
Nella
Maggioranza del pensiero economico americano cioè mi riferisco alla maggioranza dei premi Nobel dell'economia che ci sono in America da Paul Krugman a Joseph Stiglitz Sen solo
Tutti sono
Convinti alci convinti che questa crisi europea questa recessione non è più semplicemente la figlia della pallina recessione questa feconda recessione è stata fabbricati in Europa
E c'è c'è c'è c'è un Ciccio un primo capitolo c'è un secondo capitolo nella crisi
Non c'è dubbio che il primo capitolo è made in degli UE seri cioè la prima crisi quella del due mila sette due mila otto nasce con i mutui saprai nasce per colpa
Di Wall Street per colpa dell'America più in generale e noi ne abbiamo subito il contadino
Ha poi c'è un secondo capitolo che in questo secondo capitolo e la storia di una ricaduta nella recessione in Europa
Che è stata fabbricata cui
è stata fabbricata perché l'Europa a seguito le terapie sbagliate questo è veramente un messaggio che Obama non si è
Stancato di martellare agli occhi degli euro alle orecchie seppellire dei suoi interlocutori europei con un lavoro anche defatigante nel senso che ricordo dei momenti più
Acuti di sfiducia dell'euro zona il
Continuo ripetersi di di telefonate di incontri ma spesso popoli le telefonate si attacca al telefono chiamava la Merkel chiamava Hall onde prima violoncello Sarkozy
Chiamava Monti non poteva chiamare Berlusconi quindi chiamava Napolitano adesso non è vero è vero
Cercando proprio di di fare una come dire una terapia della persuasione
E dicendo guardate la vostra la vostra politica economica non vi sta portando da nessuna parte
è un'altra la strada da seguire
Lo ha fatto con stile perché non è un cowboy Obama non ha mai dato la sensazione di essere arrogante o prepotente però ha tentato di usare questa pedagogia purtroppo con scarso risultato tra
Quindici giorni io seguivo allo nuovamente il privilegio di seguire Preside degli Stati Uniti in uno dei suoi viaggi all'estero sarà il G otto il prossimo G otto che si tiene
Io l'anno del nord sotto la presidenza inglese e non c'è dubbio è facile prevedere che Obama tornerà a usare lo stesso tipo di linguaggio non mi faccio molte illusioni sul
Ascolto che riceverà dalla Merkel però
Se non altro importante per quei leader europei perché vogliono tentare di cambiare le politiche economiche
Dell'eurozona e penso affossò l'olio ma penso anche al nuovo Presidente del Consiglio letta
è importante aveva una sponda Washington somma comunque si tratta pur sempre della prima potenza mondiale
Io
Mi fermerei qui pronto a rispondere
Io comincerei con due domande che ho io può e apriamo a tutti perché c'è il microfono a qualche parte
La mia prima domanda è questa ascoltando ti dà americana dicembre bellissimo mi sembra che io c'è un Presidente fantastico con questa grande visione che chi mi fa piacere
Da Meridiana anch'io come tutti era ho tirato molto suo collettivo a Obama di Obama la carta bianca
Ma può e quando è diventato Presidente sembrava sulle icone iniettava non so neanche a Borgo giusto in italiano notching da scadendo quali da un criterio anatroccoli con Emilia prima cosa ha salvato Wall Street può etnie
Un criterio quarantotto molto difficile fino all'ultima campagna elettorale quando la disoccupazione è talmente alto pene americani che per troppo lui rischiava di di perdere anni Trombini
A così mi sembra stranamente vilmente di parlare il che veramente Obama sempre avuto questo grande visione c'è qualcuno dietro di lui che lei che l'ha creato la sta spingendo veramente e
Lassù guanti
Chi li ha mandati
Secondo le domande i soldi ovunque un avremmo problemi di gradimento è una mia domanda complessa può McVeigh rispondo uno alla volta lo sanno
Perché è una domanda molto giusta tra l'altro qualche volta mi rendo conto che
è proprio vero quello che hai appena detto sulla pelle ci diamo del tu semplicemente perché non non ci siamo conosciuti cinque minuti fa e ma è una consuetudine professionale tra giornalisti da circa un panino anche qui nelle
No non c'è non non prendetelo come un segno di di complicità semplicemente così se si fa tra colleghi tariffe come funziona l'audio in sala perché ogni tanto l'impressione che vada via questo
Ed è vero qualche volta me ne rendo conto anch'io che
La popolarità di Obama nel resto del mondo è sempre molto più alta che in America anche se comunque non bisogna dimenticare che ha vinto le elezioni per il secondo ma quando quando quando contava ha vinto lui
E e tuttora
Per essere un presidente al secondo mandato i suoi gli americani sono molto severi con il Presidente del secondo mandato di solito le e l'inizio di un declino di popolarità in cui
è un momento proprio gli ultimissimi sondaggi vi danno il cinquantatré per cento di consensi che ha un livello storicamente molto alto
Per un Presidente al secondo mandato
Quindi non se la cava troppo male neanche in America però è vero che più uno
Più uno lo guarda da vicino più vede anche i problemi le difficoltà
Non bisogna mai dimenticare che è un Presidente che ha governato solo per due anni con una vera maggioranza al Congresso solo i primi due anni del suo primo mandato lui ha avuto
Il suo partito Partito Democratico che aveva la maggioranza sia al Senato che alla Camera dopodiché ci sono state le solite lezioni di metterlo a quel
Elezioni legislative che sono sempre a metà
Delle delle elezioni presidenziali e i democratici hanno perso la Camera quindi in questo momento e da dal dicembre due mila dieci
Lui a costantemente un'ala del congresso che io in acconto e una maggioranza repubblicana che cerca di bocciare qualunque cosa Obama
Approvi questo effettivamente da quella sensazione che dicevi tu che vera cioè se non Presidente spesso che arranca che non riesce a fare quello che vorrebbe la visione invece c'è la visione quella guardate
Proprio in virtù di de dei capelli bianchi io
Beh e del mestiere anche che faccio perché ho fatto soprattutto il corrispondente l'inviato all'estero divide internazionali nella mia carriera ne ho visti tanti anche da vicino non tutti da vicino ma anche da vicino
Non credo
Che
Ce ne sarà che ce ne sia mai stato nella mia generazione o che ce ne sarà un altro di quella statura
Davvero lo dico perché c'è una cosa di Obama che prima di tutto che mi colpisce
La lucidità
Cioè
Pochi leader che arrivano a quel livello di potere Presidente degli Stati Uniti d'America
Hanno mai avuto una consapevolezza così chiara che il mondo sta cambiando e quando dico il mondo sta cambiando alludo anche al declino dell'America
Cioè lui ha un Presidente che ha chiarissimo
Il fatto che il baricentro della storia si sta spostando verso l'Asia e Pacifico lo hanno lo hanno definito il Presidente dell'Asia Pacifico non solo
Ragioni biografiche perché è nato alle Hawaii e da ragazzino è cresciuto in Indonesia quindi in quella parte là del mondo
Ma anche perché uno che guarda a quella parte del è uno che ha capito la storia questo è molto raro in un
In un leader che ha delle responsabilità operative altra altra cosa sono gli intellettuali quelli che scrivono libri come me
Ma in un leader che a quel livello di responsabilità
E avessimo trovare una simile lucidità nell'analisi della storia
Io credo che più passeranno gli anni e più la statura di Obama si ingigantire la adesso è vero quello che dice se uno lo guarda molto da vicino può trovare cento cose che avrebbe potuto fare meglio
Però poi alla fine vi passerà alla storia non solo come il primo presidente nero degli Stati Uniti e non è poco
Per di più rieletto per un secondo mandato
Cosa che a nessun altro democratico con l'eccezione di Clinton era riuscito dal dopoguerra perché Chennedy fu ammazzato Carter fece una pessima fine di un solo mandato quindi anche qui
E Presidente
Che passerà alla storia come l'unico dopo Franklin Delano Roosevelt che
A presieduto l'America mentre usciva da una crisi di questa gravità
Poi dopo si può discutere se è merito suo il merito suo è solo parziale l'economia non obbedisce
Ha la bacchetta magica dei governanti neanche negli Stati Uniti d'America non è un Presidente che decide quando comincia quando finiscono lì che tuttavia lui rimarrà associato per sempre a questo
E poi ci sono altre cose c'è una tetto dato domanda che mi ha colpito su cui voglio soffermarmi un attimo tu hai ricordato che lui ha salvato Wall Street è vero beveva cominciato Buscè perché a no di salvataggio delle banche parte come piano Paulson si quindi ancora nell'autunno del due mila otto quando c'era ancora l'Amministrazione Bush
Obama lunedì Peluffo a suo anche preso qualche in buoni propria che era con voto una parola come il senatore come sempre accade in a me
Erika c'è sempre un passaggio di personaggi che dalle banche vanno nell'amministrazione e viceversa taxi fa sentire
E ci sono state tante polemiche anche in America sul trattamento che molti hanno considerato che eccessivamente generoso verso le banche i banchieri
è costato salvare le banche anche se nel caso degli Stati Uniti si può dire che oggi come oggi il tesoro degli Stati Uniti ha recuperato gran parte di quello che era stata il salvataggio delle banche costo la
Prima operazione si dell'ordine di settecento miliardi di dollari
Di quelli ne hanno recuperati probabilmente più di seicentocinquanta quindi ormai il costo netto al momento si stima intorno e cinquanta miliardi che è molto meno
Detto questo però voglio aggiungere io condivido anche delle critiche che sono state fatte per esempio
Obama non ha avuto il coraggio di portare fino in fondo la battaglia
Sugli stipendi dei banchieri per tante ragioni probabilmente i repubblicani non gliel'avrebbero comunque lasciato fare ma insomma non è stata una battaglia che ha portato avanti fino in fondo quella per limitare lo scandalo delle super paghe dei banchieri
Però c'è una cosa su cui
Anche qui la differenza tra l'America l'Europa mi colpisce molto
Gli americani non molti americani
Hanno retrospettivamente ancora tanto da ancora nei confronti di Wall Street banche tuttavia
Dopo quel salvataggio le banche americane hanno ricominciato a fare credito all'economia reale
è proprio quello che non succede qui in Europa oggi in America c'è credito per chi ne ha bisogno
Per chi chiede immobile le famiglie che hanno bisogno di un mutuo per la casa lo ottengono
Le piccole imprese che hanno bisogno di credito per investire per assumere lo ottengono adesso ha ricominciato a funzionare in quello che deve essere la sua fund c'è un'essenziale il sistema bancario americano cioè
Proprio quello che invece non sta succedendo qui in Europa e che viene denunciato nientemeno che da Mario Draghi cioè Mario Draghi
Ha detto più volte in Europa si è rotta la cinghia di trasmissione
Che ASPI quello che significa molto chiaro cioè
Luini lui inteso come la vicine fornisce liquidità le banche e quella sera attingono
E non avranno nessun altro cioè non non funziona più il si il passaggio successivo le banche europee non stanno facendo credito all'economia reale chi ha bisogno di credito non lo trova soprattutto nei paesi più in crisi come l'Italia la Spagna
E invece in America
Lo stanno facendo stanno facendo il mestiere che devono fare quindi
Si possono criticare e si debbono criticare tanti aspetti del salvataggio di Wall Street
Però almeno lì in questo momento le banche sono un
Settore di supporto della ripresa non di freno
Ok molto interessante l'altra domanda
Obama come diceva prima entrato c'era tanti ideali tante cose chiedo noi abbiamo
Pensate che lui avrebbe fatto
Per esempio chiudere Guantanamo che non riuscite a fare l'altra cosa e essere in Presidente per l'ambiente cioè toccato su questa cosa adesso sta operando molto di questo
Scelga che aiuterà le nostre icone mia ma lui sarà Presidente della ripetei canonica anche pensando è veramente all'ambiente
Questo probabilmente è uno dei dei temi su cui
Lui ha deluso di più ha deluso noi europei ha deluso gli ambientalisti in America
Cieco rapidamente di di ricostruire anche perché Obama
Crede profondamente ai temi del cambiamento climatico
E tra l'altro sotto la sua Presidenza nel primo mandato ci sono stati due eventi drammatici veramente drammatici
Uno è stato il gravissimo incidente la piattaforma petrolifera della BP nel Golfo del Messico che ha creato una marea nera spaventosa
E un altro è stato l'uragano senti di New York che
Molti scienziati considerano come uno di quei fenomeni
Climatologi ciclista remi
A cui dove con cui dovremo convivere sempre più spesso proprio in conseguenza del cambiamento climatico e ha dimostrato l'uragano Sendi la fragilità di una metropoli come New York e che per certi aspetti
è una specie di Venezia cioè c'è tutta una parte di New York
Che a livello dell'acqua ed è
E e uno neanche uno Tsunami ma una una folte Maria può provocare dei danni enormi
Obama ha sempre sostenuto che il cambiamento climatico è un'emergenza e che l'America deve assumersi le sue responsabilità che deve interessi investire nelle energie rinnovabili che deve contrastare le emissioni di CO due
Si è scontrato con una serie di ostacoli non soltanto interni voglio ricordare l'ho anche ricordato di recente in un articolo su Repubblica poco quello quello lì sul vertice che tra poco
Da poco vana riceverà tra una settimana riceverà in California per la prima volta il nuovo presidente cinese Shi gin Ping sarà il primo vertice da quando ci è diventato Presidente
Ecco voglio ricordare che una delle
Delle prime batoste Obama se l'è presa dalla Cina
Perché io mi ricordo che io ero andato a seguire il vertice di Copenaghen del dicembre due mila nove che doveva essere
Poteva essere teoricamente l'inizio di Kyoto due cioè un nuovo trattato internazionale per la riduzione delle emissioni di CO due
E Obama ci è arrivato speranzoso è fiducioso di poter trovare un accordo non solo con l'Unione europea che era relativamente facile che l'Unione europea su questo delle posizioni molto avanzate ma anche con gli altri due colossi cioè Cina e India
La Cina ormai da
Giacca e anni è diventata numero uno mondiale per le emissioni di CO due ci ha sorpassato addirittura gli Stati Uniti ha sempre stati gli Stati Uniti l'economia che
In cui Nava di più adesso e la Cina
Quindi un accordo senza la Cina e e quasi inutile
Inoltre
Trovare un'intesa con cinghiali con Cina e India
Avrebbe consentito Obama di avere molto più forza politica al suo interno sapendo che in America c'è un partito repubblicano che fino a ieri praticamente addirittura negato il cambiamento climatico
Ancora ancora mi from in campagna elettorale svincolata non c'è tutta la corrente negazionista
Mia che rappresenta dal del nella comunità scientifica cioè uno di recente un'inchiesta dell'economista una
Nella comunità scientifica gli scienziati che negano che il cambiamento climatico sia provocato dall'uomo attraverso le emissioni di CO due non arrivano all'un per cento degli scienziati
Ebbene il Partito repubblicano che rappresenta quasi la metà dello spettro politico americano è stato detta valgono nel negare
In più dietro c'è ovviamente la lobby carbonica ovvi carbonica che ha dei nomi e cognomi che sono interessanti perché che per esempio
Una dinastia industriale americana che poco conosciuta perché hanno l'accortezza sono i fratelli colto
Si scrive K voci Kakà
Come non è il no è la Coca Cola e o ribadito K OC h i fratelli Koch sono
La
Terza famiglia più ricca d'America sono pochissimo notti perché hanno avuto l'accortezza di non quotarsi mai in Borsa quindi hanno un'azienda gigantesca
Che però non è nei termini americani Sicet faida cioè nel senso che non è pubbliche se non è quotata in borsa e quindi non ha obblighi di trasparenza di bilancio
Quindi è un gigante opaco
Il conglomerato dei corpi sono sostanzialmente il più grosso soggetto del dell'industria petrolchimica americano soprattutto nel nella chimica
Sono tra i massimi inquinatori d'America
Hanno su hanno finanziato l'iradiddio di centri studi farneticanti che negano l'esistenza del cambiamento climatico
Finanziano le campagne elettorali di tutti i candidati della destra che promettono di opporsi a qualunque legge di riforma ambientalista
Per la la potenza di quella lobby è veramente notevole io ricordo in campagna elettorale c'erano dei momenti in cui se accendevo televisori ogni cinque minuti c'è uno spot
Ricitare io che diceva Obama manderà sul lastrico cinque milioni di lavoratori con le sue politiche ambientalisti saranno licenziamenti di massa
Una cosa
Proprio da da da propagandata lavaggio del cervello
Queste sono le resistenze interne se lui avesse avuto un in cui una un input un'intesa a Copenhagen dicembre due mila nove con la Cina e l'India la storia poteva seguire un corso
Diverso la Cina gli voltò le spalle in modo abbastanza brutale e Obama se lo un po'legata a un dito c'è da quel momento è diventato molto più diffidente nei
Sperava di avere un rapporto più collaborativo con i dirigenti cinesi il modo in cui hanno improvvisamente
Si sono defilati dall'accordo di Copenaghen per lui è stato veramente una doccia fredda
E poi
Ripeto su questo lo si potrebbe sicuramente criticare di più
Al tempo stesso l'America e in una fase magica
Perché sta arrivando all'autosufficienza energetica questo è un tema quella più gigantesco che avrà delle ripercussioni sul mondo intero di cui si parla ancora troppo poco perché poi
Purtroppo in Europa siete talmente immersi sui vostri problemi giustamente perché
L'emergenza quotidiana è forte ma
Sta cadendo una vera rivoluzione nel panorama mondiale dell'energia
Cioè
Per effetto di di
Tanti fenomeni diversi concomitanti uno è che Obama comunque ha investito tantissimo nella green economy
Una parte considerevole della grande manovra antico eccessiva che lui varo nel a fine gennaio del due mila nove fu dedicata finanziamenti alle energie rinnovabili
E basta andare in California vedere i miracoli come teste la l'automobile tutta elettrica che ormai una capitalizzazione di borsa che supera quella della FIAT
Si stanno muovendo tante cose né investimenti nella green economy accanto a questo però
Ci sono stati dei
Delle innovazioni tecnologiche dal Horizonte al Giurì venga la
Trivellazione orizzontale a chi
Al trekking che è molto contestato dagli ambientalisti perché una tecnica che consiste nel pompare oggetti potentissimi di acqua e sul venti chimici per separare dalle rocce il petrolio e il gas
Tutte queste cose messe insieme fanno sì che l'America a rapidissimamente superato la Russia come primo produttore mondiale di gas naturale
E nell'arco di dieci quindici anni supererà l'Arabia Saudita come produttore di petrolio
L'autosufficienza energetica e praticamente già via gli americani anche in questi sono sono cose clamorose se uno pensa al mondo in cui abbiamo vissuto negli ultimi cinquant'anni eppure
Pochi lo sanno gli americani hanno già smesso di importare una
Una sola goccia di petrolio arabo
Non c'è più una sola petroliera che va dal Golfo Persico in America tra il petrolio che hanno in casa loro e e quello che importano dal Canada e dal Messico e tutto un commercio energetico all'interno delle delle Americhe
Questo cambierà il mondo è guardate sta sta per succedere qualcosa cioè il fatto che gli americani non abbiano più bisogno del Golfo Persico
E del Medioriente come soggetto poi continueranno ad avere la Sesta Flotta e la Quinta Flotta tra il Mediterraneo il Golfo Persico per motivi strategici
Finché vogliono essere leader mondiale
Ma ma non è più perché hanno bisogno di quel petrolio lì non ne hanno più bisogno loro
Il gas naturale talmente abbondante
Che stanno convertendo e questo è positivo per l'ambiente anche se gli ambientalisti
Hanno mille riserve su quelle due tecnologie che citavo prima tuttavia gli americani stanno rapidamente convertendo quelle centrali a carbone che ancora avevano in centrali a gas questo abbatte moltissimo le emissioni di CO due
Quindi è positivo per l'ambiente
Inoltre per la prima volta da decenni
Obama ha deciso
La fine dell'autarchia sul gas cioè l'America per motivi strategici non voleva esportare su gas se lo voleva voleva a vere una riserva strategica adesso ne hanno una tale sovrabbondanza
Che lui ha cominciato autorizzare dei terminali per la liquefazione l'esportazione via nave anche verso l'Europa
Il costo dell'energia è crollato in America livelli tali che si calcola che per un'impresa americani in questo momento o qualunque impresa americana ha una bolletta energetica che è un terzo di un'impresa europea
Questo mi dà un vantaggio competitivo incredibile oltre a tutte le ripercussioni geopolitiche appunto il Medioriente tutto quello che noi credevamo di sapere
Le sul mondo cambierà molto per effetto di di della nuova mappa energetica perché poi
Oltre all'America il Canada al mese siccome c'è il Brasile che ha delle enormi giacimenti off-shore insomma tutto il l'equilibrio energetico si sta spostando verso le Americhe
E è un è un tema che di cui converrà discutere molto in futuro per do purtroppo l'Europa in questo momento invece e ancora stritolato
Va da costi energetici altissimi e questo è un ulteriore penalizzazione della competitività europea cioè produrre nel anche questo è un elemento che favorisce
La reindustrializzazione americana perché andare a produrre la significa che godeva e di una di uno sconto energetico favoloso
No io voglio tornare in ambito
Bensì Pentenero narrata paritaria io c'ho un volo domani ma prendo proposte preventiva
Allora io apro a a voi per le domande c'è qualcuno con microfono siamo senza microfono allora isole ricalcola somme signorina Laviola italiano ad Amanda c'è uno in merito a quanto a capirci Chianca
Quale cinque quinto Finlandia
Cavalli
Grazie buonasera entrambi chiarisse esiste ancora il problema del fisco atipiche ultimamente non se ne parla più basta così il problema feticista
Il il peso fiscale gli Stati Uniti del smaltiti al turista ho capito bene
Hanno cambiato nome
No il fiscal CRIF è stata quell'emergenza fiscale che c'era la fine dell'anno scorso quando si rischiava una paralisi del bilancio federale
Perché non riuscivano a mettersi d'accordo democrazia ancora una volta democratici e repubblicani tra i due rami del Congresso
Adesso con quell'emergenza è stata risolta grazie a quell'accordo importante dire che Obama a negoziato il famoso accordo di gennaio
Anzi di Capodanno proprio perché è arrivato a ridosso della notte del veglione di Capodanno
In cui Obama è riuscito a strappare ai repubblicani un aumento delle imposte sui più ricchi
Sacrilegio ce l'ha fatta e ed era un punto fondamentale su cui aveva fatto campagna elettorale cioè miri a lui aveva detto io mi rifiuto
Di negoziare qualunque te taglio alle spese sociali se prima
I più ricchi non fanno qualche sacrificio in questo Paese
E e su quello a a incassato una prima vittoria Capodanno
Il l'emergenza il fiscal clinica è stata superata adesso siamo in un'altra fase quella che viene definita il se queste
Cioè per una serie di di compromessi sempre perché bisogna comunque negoziale sono in in un sistema stranamente che che evoca le larghe intese italiane c'è o o si mettono d'accordo
Qui parlo delle leggi esclusivamente delle leggi di entrate di Spesal su quelle sulle quali il Congresso onnipotente il Presidente non può
Da solo ignorare il parere del Congresso quando si tratta di leggi di bilancio o di tasse o di spesa
Siccome il congresso è diviso una
Senato stamane democratici la Camera I Repubblicani o si trovano le larghe intese oppure si ferma tutto allo
Uno dei tanti compromessi ha prodotto questa legge chiamata se queste non vi sto a fare la storia della parola di quello che significa ma insomma siamo in una fase in cui ci sono
Dei tagli di spesa automatici
Che stanno pian piano riducendo la spesa in alcuni settori dell'Amministrazione federale
Non è un austero riti di tipo europeo non è una cosa drammatica però è un è un diciamo così o è un freno alla spesa pubblica che anche qualche effetto di rallentamento della ripresa cioè la ripresa americana sarebbe ancora più forte se non ci fosse quest'
O meccanismo di tagli automatici altalenante tanti all'attentato Anna come i risultati ecco ripresi queste positivo sicilianità in
Elena ma questo però Losine da Obama è un merito di Obama cioè quando negoziano quell'accordo banali in uscita imporre che
Il Pentagono cioè
I militari fossero sottoposti gli stessi tagli e questo sta producendo per la prima volta da
Dalla seconda guerra mondiale una vera riduzione del bilancio militare degli Stati Uniti
Allora altri
Mani alzate Decimomannu Cannavaro
Al questa sarà l'ottimo Dalanna ma c'è il microfono per lui
Quel
A matrone ancora rimanere indietro allora
Quota ce lo chiamano
Scusa alla facciamo questi attimi dove scusi
Posso si va in mi direttamente no io mi rifaccio quel bellissimo esempio che ha fatto sul processo
Per la storia di successo e
E poi all'aggancio che lei ha fatto che sulle possibilità che anche voglio di anche noi che viviamo una situazione di
Disastro dal punto di vista industriale ci fosse
Però ecco io la speranza qui non la vedo tanto perché operazioni di quel tipo
Voglio dire presuppongono
Tutto una diciamo una base
Di supporto lei ha fatto riferimento prevalentemente al sistema unico all'Università di Roma certe e quali tutte alle istituzioni locali
Se io guardo per un attimo ENI ecco vuole trovare una parte ecco faccio la domanda per provare magari anche una parola di speranza perché io in questo momento non riesco a vedere gli agganci
Se faccio riferimento un po'la situazione italiana e avrei riproporre esempi di questo tipo io mi guardo in giro e vedo che la nostra sistema universitario
Voglio dire è stato molto pena diciamo penalizzato
Il sistema industriale e in modo specifico la Confindustria nostra Kinsey vorrei mensile al Governo ridurre costi dovrebbe guardarsi invece proprio dentro perché i costi della Confindustria italiana sono
Dieci volte di più di qualità Confindustria inglesi o eccetera eccetera con la burocrazia incredibili
A livello di burocrazia voglio dire siamo messi è inutile parlare
A livello di politica
Eccetera allora io dico e si
Trasferimento di esempi così belli
In una situazione come la nostra sezione
A me io lascio a lei
Trovare
E limitati i diritti disperati
Rispondo ieri si è all'ultimo nodo che Guido Salerno Napoli a un voto dopo allora
Ogni cercherò di essere rapido perché quell'altro signore che si è avvicinato sussurrare allo vecchi
Io di Patricia chiaramente stava dicendo che stiamo sforando nei tempi giusto ho indovinato nido ai telefoni e vecchi ai persone più allora
Dunque
è vero è vero quello che lei ha detto in in apparenza un'operazione come quella di Rochester sembra molto difficile da riprodurre in Italia però attenzione io in veri
Io le do proprio una risposta di fiducia e di speranza perché
Prima di tutto un la prima cosa che voglio osservare questa nel
Nel giudicare il sistema universitario italiano io vi dico una cosa proprio perché sto negli Stati Uniti
Che sono la principale destinazione dei cervelli in fuga dall'Italia
Io mi posso testimoniare che avete ancora un gran sistema università avete perlomeno
Tante facoltà eccellenti che formano dei giovani così bravi che quando arrivano in America se la battono alla pari con i migliori studenti americani o quelli venuti dalla Cina o dall'India o dalla Germania
Quindi c'è ancora
Ci sono ancora delle eccellenze universitarie che fanno sì che
Non a caso poi quei talenti vanno là e hanno successo ma perché una formazione di base l'hanno ricevuta cui
L'operazione o c'est se uno la guarda bene da vicino però non è un'operazione dove ha fatto tutto Obama
Lì c'è la convergenza di tante forze e oserei dire che prevalentemente quello che poi
Stupisce sorprende tante volte dell'America e quante cose vengono dal basso dalla società civile
Senza aspettare che sia al Governo a intervenire a risolvere
E nella società civile ci metto anche gli imprenditori
è vero quello che ha
Se i nostri facesse un po'meno di convegni della Confindustria e facessero quello che ha fatto la coda perché anche il comportamento della coda che piuttosto esemplare un'azienda che stava sostanzialmente morendo
Ha tentato di pensare e comunque al futuro dei propri dipendenti e di agevolare anziché dare semplicemente fare semplicemente i licenziamenti di massa
O da come si fa da noi Lushi volo verso la pensione la mentalità del management coda che è stato proviamo a dare gli uno scivolo verso l'imprenditorialità
Cioè nel spingere i propri ingegneri verso l'uscita perché la Codazzi stava rimpicciolire Lido
Gli davano non
Una
Un ponte verso il il il pensionamento monco ma degli strumenti anche finanziari per crearsi una piccola impresa una start-up
Allora quell'operazione come voce osserva studiata perché è un fatto che ha messo insieme energie e di una università
Di un input di una grossa impresa che stava morendo ma voleva in qualche modo lasciare in eredità qualcosa di positivo al territorio
Non sono cose impossibili ecco non è tutto no non non è stato Obama a salvare lo placca contribuito anche l'Amministrazione federale
Con i sussidi alla ricerca però guardate anche le la ricerca universitaria in America in gran parte finanziata dai privati bisogna dirselo
Obama fa del suo meglio per aumentare i fondi alla ricerca per esempio per le energie rinnovabili ma il grosso orfani privati
Allora queste uno so che è uno dei tabù
In Italia soprattutto a sinistra a parlare
Se si il fantasma oltre lo spettro della privatizzazione dell'Università sistema americano però è così ricco di risorse per fare ricerca anche perché i privati danno tanto tante
Con sgravi fiscali ovviamente tutto detto deducibile
Dall'imponibile fiscale
Studiamo un po'più da vicino perché siccome noi avremo a che fare però molto molto tempo con uno Stato povero
E allora le risorse dobbiamo trovare da qualche altra parte stiamo meno dogmatici nell'esaminare che cosa funziona così bene del mecenatismo privato in America per troppo neanche un'ottima davanti a qualche anno a fine grazie
Grazie