12MAR2014
rubriche

Radiomigrante - Osservatorio sul fenomeno dell'immigrazione

RUBRICA | di Andrea Billau RADIO - 18:41. Durata: 35 min 4 sec

Player
Trasmissione a cura di Shukri Said e Andrea Billau.

Puntata di "Radiomigrante - Osservatorio sul fenomeno dell'immigrazione" di mercoledì 12 marzo 2014 condotta da Andrea Billau che in questa puntata ha ospitato Shukri Said (segretaria dell'Associazione Migrare).

Tra gli argomenti discussi: Cie, Diritti Civili, Immigrazione, Integrazione, Mass Media, Permesso Di Soggiorno, Politica, Razzismo, Rifugiati, Societa'.

La registrazione audio di questa puntata ha una durata di 35 minuti.
18:41

Scheda a cura di

Valentina Pietrosanti
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Buongiorno agli ascoltatori di Radio Radicale benvenuti alla nuova puntata di radio migrante in collegamento telefonico Shukri Said
Ministro di Andrea dell'auto un giorno
Iniziamo con una notizia che riguarda il mondo dei rifugiati la prendiamo da stranieri in Italia dell'undici e marzo i titolari di protezione sussidiaria
Avranno di fatto gli stessi diritti dei rifugiati
Ad esempio il loro permesso sarà valido cinque anni non più tre e avranno facile Alzetta citazioni Peri ricongiungimenti familiari o per il riconoscimento delle qualifiche professionali dei diplomi dei certificati
E di altri titoli conseguiti all'estero
Solo le novità introdotte dal decreto legislativo del ventuno febbraio due mila quattordici numero diciotto arrivato venerdì scorso in gazzetta ufficiale che attua la direttiva
Novantacinque la direttiva europea del due mila undici
Recante le norme sull'attribuzione ai cittadini di Paesi terzi o apolidi della qualifica di beneficiario di protezione internazionale su uno Stato su uniforme per i rifugiati o per le persone aventi titolo a beneficiare della protezione sussidiaria
Nonché sul contenuto della protezione riconosciuta
Secondo il Consiglio italiano per i rifugiati il testo
è un importante passo avanti in particolare perché supera di fatto la distinzione tra status di rifugiato e protezione sussidiaria comportando così il riconoscimento degli stessi diritti per entrambe le forme di protezione internazionale
Le ricadute saranno notevoli se si considera che tre richiedenti asilo in Italia quanti poi ottengono la protezione sussidiaria sono circa il doppio di quanto tengono lo status di rifugiato
Io la CIR parla però anche di un'opportunità mancata
Perché il decreto non va ad intaccare l'aspetto di maggiore criticità che caratterizza il sistema di asilo italiano l'integrazione dei beneficiari di protezione internazionale
Allo stato attuale migliaia di stranieri una volta riconosciuto lo status di rifugiato o di protezione sussidiaria si trovano in una situazione di totale abbandono e di forte marginalità
In quanto non avendo più diritto all'accoglienza e privi di mezzi di sussistenza sono costretti a dormire per strada o in alloggi di fortuna
Purtroppo l'abbandono sociali di tanti rifugiati fortemente criticato anche dalle istanze internazionale di difesa dei diritti umani rischia così di perpetrarsi dichiara il direttore del CIR Christopher AN
è e questa è ovviamente dunque e l'altra faccia nord subito perché da una parte
Viene riconosciuto una a una diritto come da leggi europee Diritto allo stesso tipo di
Trattamento tra chi alla
La protezione sussidiaria rispetto
A agli asilanti ma
Poi di fatto nella pratica come dice il Cile come abbiamo denunciato tutti questi anni dirà di migrante
Nella pratica appunto come si dice in questo comunicato vengono abbandonati a se stessi
Ma infatti è un in realtà è che tutto questo e distinzioni e addirittura formalità burocratica
Perché rapportarmi partono tutte e due abbandonato
Il sì quindi non c'ero umbri Villecco goduto PAI che quelli che hanno tenuto
Dopo Buffetta tutte dei frutti rifugiato politico piuttosto quella di rete provano a tutti idem condizioni
Disperato infatti
Sono d'accordo con Kirch che
Che dice che è una una occasione persa perché bisognava incidere
Non solo per la formalità che barriere portando un aspetto positivo quello di
Ottenimento di cinque anni di
Bibi di permesso di soggiorno a quelli che il Governo la protezione sussidiaria ma
E al di là di questo dico lecco attende non cambia nulla non è uno nell'altro Valvitalia invece fare qualcosa tant'è vero in fieri mentre di queste persone perché veramente
Queste persone
Vengano poi interrompo lapidi questo titolo di riconoscimento fatturo
E non portano alla meno chiedere aiuto altri magliette e quindi ogni volta che tentano di uscire da noi con quel famoso premi generato Dublino due
Vengano rimpatri mandati qui da noi e non ne rimangano invariate insiste diventano patti tanti di quei piloti entrati i Patti
Io vivo lo numerico alcuni stipati eccetera quindi Betania fare qualcosa camper aiutarli veramente
Ecco tra l'altro infatti non è un caso che proprio nella giornata è di ieri una cinquantina di richiedenti asilo ospiti del centro di accoglienza allestito all'hotel concorda in contrada sta rasati a Marsala in provincia di Trapani
Hanno protestato contro i ritardi del rilascio dei permessi di soggiorno immigranti dirigere subsahariana sono scesi in strada in maniera pacifica
Mentre una decina di loro hanno protestato sul balcone al primo piano dell'albergo gli ex comunitari come vengano qui definiti hanno lamentato anche la si terza qualità del cibo le condizioni di vita nel centro nessun disagio al traffico la potestà di entrata ecco quindi appunto non a caso
Poi ci sono appunto tutte queste proteste ma ora su vi voglio segnalare un altro caso che veramente insomma
Illustra bene quello che di negativo succede nel nostro Paese su questo piano ed è
Una denuncia di senza confine dell'associazione
Studi giuridici sull'immigrazione e di laboratorio cinquantatré e riguarda il CIE di Ponte Galeria e una richiedente asilo minorenne
A diciassette anni ed è stato ritrovato in mare il quindici febbraio scorso nel corso dei pattugliamenti nel contesto dell'operazione Mare Nostrum mentre tentava la traversata del Mediterraneo diretto dalla Libia verso
Le coste italiane ora si trova in un CIE a Roma siamo venuti a conoscenza di una gravissima violazione del diritto d'asilo grazie alla segnalazione arrivata al centro operativo per il diritto all'asilo
Dichiara l'Associazione Senza confine coordinatrice del centro attivata a fine due mila tredici con il supporto di astici e di laboratorio cinquantatré
L'insieme agli altri passeggeri dell'imbarcazione sulla quale viaggiava se puntato puntato è stato trasferito a bordo
Di una nave militare che gli aveva vistati lì direttamente sottoposto a fotosegnalamento
I suoi dati sono stati in quel momento trascritti erroneamente dalle autorità di polizia e nonostante luci si fosse dichiarato più volte minore è stato emesso nei suoi confronti un decreto di respingimento
Differito a cui è seguito il suo diretto trasferimento presso il CIE di Ponte Galeria dove risulta trattenuto insieme ai connazionali con i quali stava viaggiando dal diciannove febbraio
Si tratta di violazione di fondamentali principi del diritto internazionale ed interno
Quali quelli del favore minori disse e di non refolo bontà operata da diversi attori istituzionali in primo luogo
Dalle autorità di polizia attive nel contesto dell'operazione umanitaria militare Mare Nostrum afferma l'avvocato
Salvatore fattive dell'ASL oggi risulta grave che le autorità coinvolte la questura di Ragusa che ha emesso il provvedimento la questura di Roma competente per il suo trattenimento e la competente autorità giudiziaria non abbiano spontaneamente provveduto
A riconoscere l'età dichiarata DSO il quale si trova in evidente stato di choc anche a causa dei gravissimi episodi di violenza di cui è stato vittima in Libia
Poco prima della sua fuga
Alla sollecitazione dei cali in tal senso segnalano le associazioni esse o è stato costretto a sottoporsi all'esame radiologico del POR so
Di cui è risaputa l'inesattezza del risultato di accertamento dell'età eppure al richiedente asilo è stata attribuita una alla maggiore età senza indicazione di alcun margine di errore
Grave anche l'ipotesi che l'audizione per il riconoscimento della protezione internazionale
Venga svolta direttamente all'interno del CIE questo accade da tempo in caso di gruppi nutritivi richiedenti asilo trattenuti presso il CIE di Ponte Galeria se questo succedesse concludono le associazioni
Promotrice del centro operativo per il diritto d'asilo si determinerebbe una grave violazione del diritto d'asilo venendo totalmente a mancare
Il carattere di imparzialità che deve caratterizzare l'operato delle commissioni territoriali per il riconoscimento della protezione internazionale
Senza confine ASGI elaboratore cinquantatré stanno intraprendendo azioni legali con l'obiettivo di porre immediatamente fine alle legittimo trattenimento DS o protagonista di una vicenda che getta una cattiva luce sul carattere umanitario
Dell'operazione Mare Nostrum anche per evitare il ripetersi
Di situazioni analoghe
E assolva mi pare proprio che
Come dire questa denuncia ci stia tutta insomma
Robespierre bene tutti errori viene portante denunci il tono ieri catturi IP dei fatti concrete altrimenti nel suo nuovo si Symphony
Vicende sono quelli che sono sono molto complicate completi
Cioè per noi non prendiamo misure perché vede il problema delle delle accoglienza e quelle delle migrazioni e quello del diritto del tipo stavano tutti i problemi che
Un altro legislatore va ordine FLEPAR torno sembra di rimuovere totalmente ogni volta che si fa una quarta di Montelibretti ed ente
Per quale motivo e se ha fatto questa cosa è chiamato poppa
Mancante di totale mai moria che un bando
Risolva Berketi appalto mare nostrum perché
Abbiamo fatto quell'operazione perché
Che è successo e centoundici e vedere che sono morti perché dopo lo quarantenni intimi la pensione Cretone Stati mangiate dal mare che non spettano a meno dottor la loro corpi
Poiché cap di fare un intervento per te dare una Maicol durare che questa venga PAI indimenticato otto quanto il patto manco per
Intendevo interamente il letto che non tiene conto di tutto il resto e che era a monte di questa allora
Questo punto
Un attimino bisogna veramente fare una alcuni filoni apporti tacchetti occupa che a tutti e tu con intenzioni relative a queste che si occupa e non parlo nulla Brin Marchetti capisca dove ti vuole apparati
Eh sì e allora concludiamo questa prima fase riguardante
Rifugiati e adesso siamo abbiamo affrontato la questione del CIE
E allora vogliamo proporre nostri ascoltatori la registrazione di un intervento del coordinatore generale di Medici per i diritti umani Alberto Barbieri
Che è intervenuto il cinque marzo la presentazione del film documentario
Di Alessio genovese Raffaella Cosentino e o zero tredici l'ultima frontiera proprio
Sui CE ascoltiamo questo intervento
Sì grazie buongiorno
Ma io penso appunto che
Finti di Raffaele Lessio sia
C'è un'opera importante perché
Allo stato attuale diciamo l'unico
L'unico lavoro che ha il merito di farci vedere
La realtà dei CIE decenti identificazione espulsione dal di dentro
Da chi vive il trattenimento sulla propria pelle chi soffre quotidianamente questa questa condizione di detenzione amministrativa
E quello che viene fuori dalla dal lavoro di Raffaella a mio avviso complementare al lavoro che facciamo noi come medici per i diritti umani
Anche anche noi come organizzazione umanitaria indipendente ci siamo occupati dicci copiano dice decida molti anni nell'ultimo anno e mezzo abbiamo fatto un'indagine a tappeto visitando tutte
E dice tot tutte e undici le strutture aperte sul territorio
E siamo arrivati alla conclusione che un po'secondo me la conclusione di questo fin cieche i CIE sono degli inutili luoghi di sofferenza
Perché sono degli inutili i luoghi di sofferenza i CIE
Che cosa è venuto fuori anche dall'indagine che abbiamo che abbiamo realizzato come medici per i diritti umani
Nel nel nel realizzare in questa indagine ci siamo opposti sostanzialmente due domande molto semplici
I CIE la detenzione amministrativa sono utili nel contrasto dell'immigrazione irregolare
E queste strutture garantiscono la dignità e diritti umani delle persone trattenute ecco al termine di questa indagine che abbiamo realizzato
Nel corso di più di un anno a cavallo tra due mila tredici duemila e dodici del due mila tredici le conclusioni sono state due crediamo che siano delle conclusioni
Difficilmente confutabili diciamo sono sono delle evidenze che vanno al di là di ogni ragionevole dubbio
Da una parte emerge appunto che i CIE sono delle strutture inutili nel contrasto all'immigrazione regolare questi centri sono nati si chiamano prima
CPT nel novantotto sono nati con lo scopo dichiarato di contrastare l'immigrazione irregolare rimpatriare espellere cittadini in condizione di regolarità
Ecco questo questo obiettivo è diciamo clamorosamente fallito se vogliamo diciamo vedere queste strutture da un punto di vista prettamente
Utilitaristico è ma questo a questo proposito giusto per dare un'idea
Possiamo citare i dati del due mila e tredici dei dei risultati di Circolo se l'anno due mila tredici dati due mila tredici che confermano i dati tutti gli anni precedenti
E all'interno dice nel due mila e tredici sono transitati Simira stranieri in condizione di irregolarità di questi sei mila persone che sono state trattenute meno della metà sono state effettivamente espulse il quarantacinque per cento
Quindi stiamo parlando di meno di tre mila persone se ne andiamo a vedere
E questo numero con gli stranieri in condizione di irregolarità che si stima siano presenti sul territorio che italiano attualmente
Sono circa trecento ventimila vediamo che il rapporto dello zero virgola otto zero virgola nove per cento quindi questo è il risultato concreto l'azione di circa quindici
Diciamo l'evidenza dimostra la sostanziale inutilità di questo strumento e il contrasto dell'immigrazione irregolare
Dall'altra parte l'altra domanda che poi ci riguarda più direttamente come medici come organizzazione che si occupa diritti umani riguarda appunto la garanzia
Di diritti fondamentali della vita da persone all'interno di queste strutture anche qui il film lo dimostra molto bene ma di quello che abbiamo riscontrato
Evidente che i CIE i CPT CPT prima i CIE dopo sono
Dei luoghi delle strutture congenita mente incapace di garantire i diritti umani e la dignità delle persone
Sono delle strutture e l'avete visto sono es sostanzialmente delle grandi con meno grandi gabbie
Dove le persone
Trascorrono un tempo indeterminato di tempo fino a un massimo di diciotto mesi se in un vuoto totale senza avere niente da fare
In strutture spesso fatiscenti
Con dei servizi piccoli servito con spesso i servizi presidenziali che vengono meno che mancano
Presto persone poi con storie di vita percorsi migratori completamente diversi quindi rinchiusa in uno spazio così piccolo persone appena sbarcate persone che escono dal carcere che hanno scontato la pena in carcere si devono
Si trova ad affrontare
Una pena aggiuntiva
Persone che lavoravano italiano presso il permesso di soggiorno e si trovano all'interno di queste strutture
Questo proposito a mio avviso la la la definizione più calzante quella che ha dato proprio un poliziotto o un responsabile della sicurezza dei CIE ce l'ha detto che lei sia effettivamente sono delle polveri ed è pronto ad esporsi ad esplodere questo effettivamente
Cosa succede che di fronte a questa situazione dunque risulta evidente che il prolungamento dei tempi di trattenimento è stato del tutto inutile rispetto i fini perché
Se ricordate il CIR quando nati CPT qua non a quel tempo ma se intrattenimento era di trenta giorni
L'unico cambiamento che c'è stato in questi anni l'unica diciamo iniziativa della politica è stata quella di allungare i tempi trattenimento che siamo passati da trenta giorni agli attuali diciotto mesi un anno e mezzo
Questo prolungamento evidente lo dice la matematica non produce alcun miglioramento nel nella percentuale delle espulsioni
Quello che produce ed è evidente lo vediamo lo se leggete i giornali informate e che aumenta l'attenzione all'interno di queste strutture l'invisibilità all'interno di queste strutture
E ecco di fronte a tutto questo la risposta della politica e sembra essere l'immobilità da parte del Governo del Parlamento e non cambia niente neanche di fronte i tempi di trattenimento tutti dicono tutti sanno
E gli enti gestori responsabile forse pubblica sicurezza che trattenere una persona diciotto mesi non ha alcun senso perché
Se l'identificazione ed espulsione non avviene entro il primi due-tre mesi
L'espulsione non avverrà mai quindi e è del tutto razionale del tutto incongruo trattare delle persone per un tempo maggiore di fronte a queste mobilità vediamo che il sistema dei CIE
Sta crollando sta implodendo motu proprio preso la propria iniziativa perché di fronte alla cattiva gestione dei centri di fronte tempi prolungamento
Di fronte i tagli al Budget dei servizi che già prima ne scadenti
Si sono susseguiti nell'ultimo anno rivolte proteste situazioni di cattiva gestione da parte degli enti gestori che non pagavano neanche gli stipendi
Per cui degli atti dei tredici centri che
Teoricamente dovrebbero funzionare attualmente ne funzionano non solo cinque otto sono stati chiusi
Sono stati chiusi temporaneamente si dice ma nessuno ci dice quanto temporaneamente cioè c'è una situazione
Veramente sconcertante da parte del Ministero impegna il Governo che non dicono quando aprono seria prosa non riapro questa la situazione
Io vorrei solamente ricordare anche la STU una storia perché visto che questo film racconta delle storie volevo brevemente
Che raccontare una storia che forse è meglio di altri nel meglio anche di questi dati che ho dato dimostra l'assurdità
Che si trovano a dire le persone rinchiuse in queste strutture è un caso che ne abbiamo seguito di un giovane marocchino
Si chiama Mohammed questo ragazzo si è trovato a rinchiuso amici NI nostri CE italiani per quattordici mesi una persona che è rimasta quattordici mesi all'interno dei CIE
Ha girato perché prima è stato a Gradisca quell'hanno mandato a Trapani poi è tornato di nuovo a Gradisca
Questa persona appena entrata sono dopo poche settimane entra attrezzata star male
A manifestare i sintomi di una grave depressione una grave depressione che l'ha portata a perdere i dieci chili l'ha portato a tentare il suicidio ripetutamente
Ragazzo diretto in trent'anni
Tentato il suicidio nel senso che ha è stato portato ricoverato in ospedale non atto dimostrativo stato ricoverato in ospedale gli hanno fatto la lavanda gastrica per aveva ingerito
Batterie e monete e signor medicinali eccetera quindi Arca veramente rischiato di perdere la vita ecco questa persona
Nonostante stesse così male e che fu questo fosse stato certificato dagli psichiatri dell'asilo di Gorizia all'ospedale di Gorizia
Continuava a essere trattenuto senza alcun senso perché
Dopo i primi tre mesi tutti i consolati avevano risposto non riconoscendolo quindi la possibilità del suo rimpatrio erano uguali a zero nonostante questo questa macchina infernale kafkiana continua ad andare avanti
E quindi ogni sessanta giorni si prolungava sottratte mentre la persona che stava male che rischiano anche di perdere la vita
Quindi
E questo aspetto l'altro aspetto assurdo i medici dell'ASL di psichiatri all'ospedale di Gorizia certificare una grave depressione
Incompatibile di chiedendo al le dimissioni dal CIR prima possibile perché la depressione è collegata al fattore ambientale il trattamento del Cile
E i medici all'interno del CIE non si prendono la responsabilità di dichiarare l'incompatibilità
Questo è un altro elemento assurdo il nei CIE l'ASL al Servizio sanitario nazionale non può entrare cioè uno dei pochi luoghi in Italia che diciamo gode tra virgolette di extraterritorialità sanitaria
Cioè
Personale le ASL non può entrare questo ragazzo è stato visto dai medici all'altro ma perché è stato portato fuori in medici all'interno del del CIPE non dichiaravano l'incompatibilità
Questo ragazzo ha chiesto di essere visto da un medico di sua fiducia chiesto che noi andassimo a visitare io personalmente sono andato a Gorizia per vederlo
E non mi è stato concesso di visitarlo ho potuto parlare con lui non più di venti minuti c'è stata data per una proroga di altri dieci minuti attraverso un vetro di plexiglass come se fosse
Un Totò Reina hanno on un detenuto in regime di quarantuno bis quindi questa situazione assurda e questo per
Dire che
Pre e finisco che hanno ai medici molte volte la la storia e decide ricorda la storia di un'altra istituzione
Totale
Che abbiamo vissuto in Italia che quella del manicomio che era una struttura ugualmente chiusa
Ugualmente degradante l'essere umano
è una struttura che ugualmente si pensava si riteneva fosse imprescindibile non se ne potesse fare a meno ecco in Italia abbiamo dimostrato che
Dei manicomi si può fare a meno perché non curano la follia
Ecco io mi auguro che anche il nuovo Governo affronti questa questione e che si renda conto che anche dei CIE si può fare a meno
Perché i CIE non sono diciamo una medicina contro la questione dell'immigrazione regolare ecco abbiamo sentito Berto Barbieri
Di medici per i diritti umani e per concludere questa questione dei CIE io ma anche la notizia che la Commissione diritti umani del Senato approvato una risoluzione sui Centri identificazione espulsione
In Italia nel due mila tredici sono stati sei mila sedici migranti trattenuti dei centri
Identificazione espulsione operati in Italia sul totale dei stato inutile sono stati rimpatriati solo il quarantacinque virgola sette per cento questa percentuale rappresenta appena lo zero virgola nove degli immigrati regolari stimati nel nostro Paese
Attualmente degli undici ci esistenti solo cinque sono in funzione vi sono ristrette circa quattrocentosessanta persone a fronte di costi molto alti per il mantenimento delle strutture
Linea S il Standard essenziali di tutela dei diritti fondamentali della persona sono costantemente violati la Commissione
Dopo aver visitato nei mesi scorsi centri di Bari Roma Gradisca d'Isonzo Trapani e Torino esprime un giudizio estremamente severo sono emerse numerose carenze riguarda le funzioni che si dovrebbero svolgere e ciò in ragione di rilevanti insufficienze strutturali nonché di modalità
L'esecuzione del trattenimento gravemente al di sotto degli standard di tutela
Della dignità e diritti delle persone trattenute
In sintesi si tratta di strutture inutili e afflittive che vanno superate
La Commissione propone oggi al Governo alcune misure minime da adottare subito a cominciare dalla riduzione drastica dei tempi intrattenimento in vista del definitivo superamento dei CM insomma una Commissione
Della Senato che chiede l'abolizione dei CIE in somma significativo devo dire
E ci fa piacere
Però Matteo attenere però perché assente Cicchetti delle colpe per ottenere i risultati tabaccai Beghieri no diciamo che sì sì però significativo
Che insomma una Commissione ripeto della Parlamento non è mai arrivata tanto questo bisogna dirlo non è una forza politica è una Commissione in terra quindi tutte le forze la maggioranza hanno deciso questo quindi insomma
è chiaro poi il problema è ben altro però insomma
Io sinceramente su questa direi che
Un atto positivo poi naturalmente all'importanza relativa che ha fissati da giugno in poi no però il coltello aria non è che io le sto dicendo che in Commissione intere per i piedi di chiudere non è che
Che credo e non è irrilevante è importante è un tema assolutamente positivo anche se per vivo perché per ultimo non è l'avrebbero crebbero dovevano fare subito
Appena è stato fatto qui ieri leggevo qua però
A estremamente importante anche quelle di ottenere i risultati perché come te come non parta come
Quel poco che capisco non patacche Commissione chieda ma derivano anche il dottor Borrelli la un volta dell'Aula credo no
Per poi ottenere la maggioranza io non so come funziona però penso che sia quelli non noi usiamo questo se proprio così sicuramente rispetto ad altre Commissioni questa è l'unica quella guidata da Manconi che alla fine ha tirato fuori
Almeno questo risultato della Commissione poi
Non almeno lì non dice che deve andare in Aula questa cosa quindi
Probabilmente solo consultiva la la questione quindi effettivamente poi relativamente non è così importante e importante
Il fatto che almeno in questa legislatura questa Commissione di prima era guidata da Marcenaro voi però la però capito però io quello che è bene però io non ho problema va verificata però
Io ben perché chi è una legge dello Stato charter Berardo lire chi vuole l'apporto della barca delle cartoncino che lo hanno approvato quindi ora come direbbe Tolaj iniziative di Manconi Loren punto
Validissimo peraltro voi Manconi è uno dei nostri
Che attende il combattuto fianco a noi
A anche per queste cose qui e quindi sono sicuro che
Lotterà per ottenere dei risultati
Però comunque una legge che porta empiricamente abolire in effetti vuota di nuovo un altra volta alla tua punizioni no
Sì sì sì no ma siamo d'accordo io solo però volevo segnalare che
Questa questa cosa comunque minimamente è positiva rispetto al niente e qualcosa già
Comunque invece no voglio adesso affrontare il tema
Delle dei tempi sia di cittadinanza che di permessi di soggiorno che penso in poi interessi in modo particolare quindi
Passiamo all'articolo di stranieri in Italia di al dio Pasca del quattro
Marzo che a questo titolo cittadinanze giudici ritardi ingiustificabili due anni devono bastare la legge dà al Ministero dell'interno ben due anni di tempo settecentotrenta giorni per concludere il procedimento
Di rilascio della cittadinanza italiana dal momento in cui un immigrato
Presenta la domanda è un termine abbastanza lungo da rendere ingiustificabile ogni ritardo nel completamento della procedura sinora lo diceva il buonsenso ora speriamo con più efficacia lo ha ribadito anche il TAR del Lazio i giudici hanno accolto la class action contro i ritardi
Presentata due anni fa da centonove aspiranti cittadini insieme a CGIL Inca e Federconsumatori in una sentenza depositata i pochi giorni fa
Vanno condannato il Ministero a porvi rimedio a tale situazione
Entro un anno seppur clausola inevitabile per le azioni correttive contro la pubblica amministrazione in nei limiti delle risorse strumentali finanziarie o umane a sua disposizione
Si tratta di una classe sono alla quale avrebbe potuto aderire la stragrande maggioranza degli stranieri che voglio diventare i italiani altro che settecentotrenta giorni il più delle volte la risposta arriva dopo tre
Quattro cinque anni intanto denuncia dei ricorrenti gli uffici chiedono documenti non necessari oppure la versione aggiornata dei documenti già presentati che però intanto sono scaduti proprio a causa dei loro
Ritardi
Come se non bastasse dal due mila e nove grazia la famigerata legge sulla sicurezza presentare la domanda di cittadinanza costa duecento euro
Una tassa che secondo la stessa legge servirebbe anche la copertura degli oneri connesse all'attività istruttorie ecco quindi insomma questa è un successo naturalmente
Come al solito
Devono essere applicate queste decisione dei giudici ma questa è una seconda class action sempre deve di CGIL Inter Federconsumatori che avevano già vinto un'altra class action
Che Shukri penso di colpirà non è
Avevamo parlato perché
Nell'emergenza di tutte le cose sono successe
Da a settembre ad oggi insomma non
Non avevamo avuto il tempo di lana però era era la premessa di quest'altra class action e riguardava proprio invece il tempi di permesso di concessione dei permessi di soggiorno eleggiamo
è questa è questa
Questo articolo di redattore sociale di allora
Il TAR del Lazio ha accolto il ricorso collettivo promosso da CGIL Inter Federconsumatori sui ritardi della pubblica amministrazione nel rilascio dei permessi di soggiorno
Di lungo periodo in una sentenza del nove settembre imposto al ministero Interni l'obbligo di garantire agli immigrati richiedenti
Entro novanta giorni così come prevede la legge di concludere la procedura di riconoscimento del titolo di soggiorno
E quindi anche qui si dice finalmente la sentenza censure ritardi cronici della pubblica amministrazione nel rilascio dei permessi di lungo soggiorno quanto all'anno ad attuare qua per quanto tempo devono tenere
No quanto in quanto tempo
Lo devono tenere un anno di tempo anche qui per porre rimedio a questa situazione quindi un anno di tempo da settembre per porre rimedio alla i novanta giorni di dei permessi di lungo soggiorno
E un anno di tempo da praticamente marzo per invece rispettare i settecentotrenta giorni
Per la cittadinanza queste sono le due decisioni del TAR
Insomma
Buono dal dal punto di vista delle decisioni poi bisogna vedere cosa farà l'amministrazione naturalmente
No no va bene sentenza dello Stato da vuol far rispettare due sentenze
Ne ha facoltà per comprare
E allora guarda concludiamo a questo punto con invece un'altra
Questione anche questa interessante quindi qualcosa si muove ovviamente io sono d'accordo con te non è che qui
Si muovono cose piccole però qualcosa si muove allora per esempio c'è quest'altra notizia sempre dal sito stranieri in Italia benemerito del dieci marzo
Sedato al via l'esame della testo sull'accoglienza degli stranieri vulnerabili
Estendere a tutti gli immigrati che versano in situazioni di particolare vulnerabilità come i minori anziani donne in stato di gravidanza
Genitori singoli con figli minori persone che hanno subito torture stupri o altre forme gravi di violenza le modalità di accoglienza già previste
Dei richiedenti asilo che si trovano in queste condizioni questo l'obiettivo del disegno di legge mille duecentoquarantasette modifiche al testo unico di cui al decreto legislativo venticinque luglio novantotto numero duecentottantasei
In materia di accoglienza di persone portatrici di esigenze particolari in cui la Commissione affari costituzionali del Senato ha avviato l'esame il cinque marzo come già disposto del chi richiede asilo ha spiegato il relatore Francesco Campanella del Gruppo Misto
è un ex derivino è previsto che nei centri di identificazione accoglienza siano presenti servizi speciali di accoglienza
E cura in collaborazione con l'A.S.L. competente che garantiscono misure assistenziali particolari e un supporto psicologico Sottosegretario all'interno Domenico Manzione nel dichiarare l'orientamento favorevole del Governo osservato però
Chi la prestazione di servizi assistenziali da parte delle ASL potrebbe comportare oneri aggiuntivi il seguito dell'esame è stato rinviato ed è stato fissato al tredici marzo il termine per la presentazione degli
Emendamenti anche questa una piccola cosa e poi certamente questa risposta di
Del Sottosegretario interno mansione non è molto
Felice al nostro avviso però insomma qualcosa si muove anche qui insomma Choukri
Va bene
Cariche
Oggi anziché di diamo il via internet diritto nel mio da un ateneo il peso del referto rimodulare perlomeno però io vedere dove arrivano
Va bene il suo nucleo ti ringrazio molto anche per questa puntata e allora concludiamo qui radio migrante
Agli abbonati punterebbe a riempirlo Romeo variabile tenutosi verticalmente LEA impiegherebbero mareggiate no Nardò interverranno delle donne
Ventidue qua vuol dire radio migrante infatti aveva fatto il positivo che stavolta ottobre valori torneremo a parlare infatti per le altre cose purtroppo
Va bene allora io ringrazio ripeto su Chris sei ed ricordo come si può entrare in contatto Corradi migrante attraverso sito di Radio Radicale punto it cliccando nella sezione rubriche su Radio migrante dove potete trovare anche
Le puntate precedenti oppure
Andando sul sito dell'associazione immigrare di cui Shukri segretaria
Poco Pontormo ritirare il punto è un grazie diritti