20APR2014
rubriche

Rassegna stampa vaticana

RUBRICA | di Giuseppe Di Leo RADIO - 00:00. Durata: 31 min 48 sec

Player
Puntata di "Rassegna stampa vaticana" di domenica 20 aprile 2014 , condotta da Giuseppe Di Leo .

Sono stati discussi i seguenti argomenti: Armenia, Arte, Asia, Benedetto Xvi, Bibbia, Campi Di Concentramento, Carcere, Cattolicesimo, Chiesa, Comunismo, Comunita' Di Sant'egidio, Corea Del Nord, Corea Del Sud, Cristianesimo, Cultura, Diritti Civili, Diritti Umani, Discriminazione, Ebraismo, Ebrei, Francesco, Francia, Genocidio, Geopolitica, Gerusalemme, Gesuiti, Giovani, Giovanni Paolo Ii, Giovanni Xxiii, Giustizia, Guerra Fredda, Indonesia, Integralismo, Iraq, Islam, Minoranze, Museo, Nigeria,
Obama, Pakistan, Parolin, Pasqua, Rapimenti, Rassegna Stampa, Regina Coeli, Religione, Repubblica Centrafricana, Ricci, Sacerdozio, Secolarizzazione, Siria, Storia, Stragi, Tanzania, Terrorismo Internazionale, Toaff, Turchia, Usa, Vaticano, Vietnam, Violenza.

La registrazione audio di questa puntata ha una durata di 31 minuti.

leggi tutto

riduci

00:00

Scheda a cura di

Fabio Arena
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Possa
La rassegna stampa vaticana
Di Giuseppe Di Leo
Buongiorno puntata Pasquale di rassegna stampa vaticana comincio con l'articolo dal vaticanista de La Stampa Andrea Tornielli sulla stampa
Dire il quattordici
Aprile
Dove lui
Commenta la notizia della visitabili Papa Francesco in Corea nel prossimo Ferragosto
Il viaggio in Corea prossimo Ferragosto che Papa Francesco annunciato al termine della messa delle palme che ha iniziato i ritiri la Settimana Santa in qualche modo un'eredità scrive Tornielli del pontificato precedente
Benedetto sedicesimo infatti non aveva potuto affrontare come avrebbe desiderato una lunga trasferta in Estremo Oriente o la gioia di annunciare ha detto papà Bergoglio all'ANCI lusso
Che a Dio piacendo il quindici agosto prossimo ad AIOM nella Repubblica di Corea incontrerò i giovani dell'asse nel loro grande raduno continentale
Il viaggio certamente anche una portata giù politica note vaticanista de La Stampa il Papa visita un Paese da Correa
Diviso in due Stati in uno dei quali sopravvive un esempio di socialismo reale con uno dei livelli più bassi di diritti umani
Due stati sempre sull'orlo di un conflitto che ha rischiato e rischia di assumere una portata mondiale
La sia rappresenta la grande sfida per il futuro della Chiesa cattolica oggi almeno cristiani Zadro di cinque continenti
E in alcuni dei paesi di quell'aria dove convivono civiltà culture e religioni millenarie molto lontani da quelli che hanno caratterizzato la storia dell'Occidente la fede cristiana è spesso associata all'Europa al colonialismo in Corea però
Una fede cristiana è stata introdotta degli stessi coreani alcuni letterati che ne seicento avevano conosciuto l'annuncio cristiano attraverso i libri scritti in lingua cinese dai missionari europei
La sfida per la Chiesa per un vescovo di Roma come Francesco il quale da giovane sognava di poter fare missionario in Giappone
Un Paese dove gli è stato un simile una significativa presenza dei Gesuiti
è quella di annunciare un messaggio evangelico capaci di comunicarsi valorizzando e non mortificando le più diverse culture
Come avvenga d'origine del cristianesimo è proprio come se per fare il grande gesuita Matteo Ricci ancora oggi ricordato e celebrato in Cina
Per la sua capacità di assumere culture usanze di quel grande Paese
E
Però
Occorre dire che la situazione in molti Paesi dove i cristiani soprattutto sono minoranza e arrestati difficile
Come scrive l'Osservatore romano del sedici aprile Nigeria Pakistan Indonesia Iraq Kenya Tanzania Repubblica Centrafricana in lungo l'elenco dei nuovi confini delle persecuzioni
Delle discriminazioni delle privazioni della libertà religiosa del martirio che ancora oggi subiscono i cristiani nel mondo non a casa non Akassou Papa Francesco
Durante la Messa celebrata il sì aprile due mila tredici a Santa Marta ricordo proprio che sono parole del Papa oggi nel ventunesimo secolo la nostra che se ha una che sa di Martini
Ed è in questo contesto prosegue l'Osservatore romano che la Comunità di Sant'Egidio ogni anno durante la settimana santa si riunisce in preghiera nella basilica dovuto romana di Santa Maria in Trastevere per fare memoria dei nuovi martiri cristiani
Il quindici aprile a guidare la preghiera della comunità per questi uomini e donne es è stato il cardinale Pietro Parolin Segretario di Stato commentando il brano del Vangelo di Marco programmato alla liturgia della parola
Il cardinale parolina unito nella medesima testimonianza D'Amuri cristiani che oggi non fuggono alla divisioni alla prospettiva di morte
Cui li espone la loro fede al tardivo e lo stesso Cristo che sopportava per amore del padre e la depressione e di quant'ispiravano sotto la sua croce
Ha poi citato cardinali Segretario di Stato Benedetto decimo sesto Pellegrino presso la basilica di San Bartolomeo all'Isola Tiberina memoriale di testimoni della fede del ventesimo il ventunesimo secolo
Il quale l'otto aprile due mila otto si chiedeva perché questi nostri fratelli martiri non hanno cercato di salvare a tutti i costi di beni insostituibile nella vita
Perché hanno continuato a servire la Chiesa nonostante gravi minacce intimidazioni
Una domanda ricordato ancora il Segretario di Stato dissonata nel magistero di Giovanni Paolo secondo e nella sua stessa vita spesso ricordava anche il suo sacerdozio fin dalle sue origini si è iscritto nel grande sacrificio
Di tanti uomini di tante donne della sua generazione aggiungeva i testimoni della fede non hanno considerato il proprio tornaconto il proprio benessere la propria sopravvivenza come valori più grandi e della fedeltà al Vangelo
Pur nella loro debolezze si hanno posto strenua resistenza alla male
Analisi di Andrea Riccardi sul Corriere della Sera di martedì quindici
Aprile non bisogna dimenticare che solo ancora prigionieri degli islamisti anche se non si capisce quali Franci gli islamisti vescovili all'IVA Aleppo
Margaret gloriosi Brahim Apple va IGT il gesuita Paolo Dall'Oglio e due altri sacerdoti il ventidue aprile segna un anno dal rapimento di Vesco viene non si è trovato una strada scrive ritardi per aiutarli
Come invece è avvenuto fortunatamente per le monache ortodosse Dima Lula un villaggio ormai spopolato di cristiani erano gli ultimi a parlare era mai con la lingua di Gesù
C'è poi prosegue Riccardi la disperata situazione di cristiani nelle zone controllate dei fondamentalisti molti fuggono un altro esso do di cristiani che segue quella dall'Iraq o dove la minoranza cristiana
è passata ad un milione e mezzo nel due mila e tre agli attuali trecento mila
Il nostro secolo duro per i cristiani il vaticanista americano giornale parla di una global war cioè una guerra totale globale contro di loro definendo la religione cristiana come la più perseguitata nel mondo
Basterebbe evocare la violenza del terrorismo islamico di Bo qua ramo contro i cristiani del nord Nigeria che ha insanguinato tante domeniche né richieste della Regione
Nel due mila tredici nel mondo si contano tra i caduti per la fede venti sacerdoti una religiosa mentre tre Peter parecchi sono morti in questi mesi del due mila quattordici
Ma i cristiani uccisi sono molto di più Si tratta prosegue Riccardi soprattutto di cristiani anonimi moltissimi laici si pensi alle violenze in India spesso intere comunità sono colpite
Talvolta i cristiani muoiono nel silenzio in Vietnam cattolico neo convertito attivista di diritti umani di indagini di
Si è spento in carcere qualche giorno fa per un cancro non curato
Ci sono cristiani assassinati vera solidarietà vissuta in ambienti difficili in Italia e poco tempo fa Sibari è stato ucciso Lanzaro Longobardi un prete attivo fra gli immigrati in Russia un arciprete ortodosso co
Curto dosso di psicologo un tempo imprigionato dei suoi tecnici per calunnia contro il regime è stato accoltellato da uno squilibrato che ospitava
Altre volte se non ci si sono i cristiani che contestano la violenza delle mafie
E il loro controllo sul territorio la persecuzione proseguì Riccardi non si riduce a tassi dovuti alla forte esposizione di alcuni spesso si tratta di massacri di comunità o di con l'Uppi viene da chiedersi perché questi assassini non facciano notizie un motivo notizia un motivo va ricercato spiega Riccardi nel fatto che una parte consistente dei cristiani
Vive nel sud del mondo sono poveri o abitanti di Paesi marginali l'opinione pubblica anticristiane concentrata sulle questioni del nord e atto che idea del grande fragile cristianesimo del sud
In Occidente i cristiani sentono di dover si fa perdonare da loro potere passato ma in larga parte del mondo i cristiani sono tre senza poteri
Quel quindi poco rilevanti un altro motivo dell'indifferenza e la scarsa solidarietà di cristiani verso i correligionari in difficoltà
Nonostante l'opera in Grecia di importanti organizzazioni non c'è insomma un'opinione pubblica cristiano cattolica molto sensibili a questi problemi
Per quanto riguarda in particolare la Nigeria
Paolo Alfieri sua avvenire diventano dei diciotto aprile scrive in questo momento la Nigeria sta vivendo la sua passione
Tutti questi attacchi questo sangue queste perdite innocenti stiamo celebrando riti pasquali in unione con le sofferenze di Cristo i tempi sono molto difficili ma le speranze annuncia bando un anzi ci mortifica
Ne ha Ciffo notifica sono le parole del vescovo dicano giorno ammazza Nieri inc quattro milioni di abitanti in North della Nigeria devastato appunto degli islamisti
Di Bo qua RAM avrebbe buoni motivi il vescovo meeting per parlarci solo dei problemi che affliggono la sua regione
Della povertà della corruzione e di un terrorismo che sta estendendo sui suoi ostacoli anche oltreconfine moltiplicando i contatti con altri ma Piaf Litani dagli Sabbath somali ad Al Qaeda nel Maghreb islamico eppure nell'imminenza di della Pasqua monsignor venire in mente
Affidate avvenire parole piene di fiducia nel futuro che evidenziano anche la voglia di partecipazione di questo spicchio d'Africa
All'attività della Chiesa martedì scorso afferma il vescovo abbiamo celebrato le cresime la cattedrale non riusciva a contenere tutti c'erano centinaia di persone che si accalcavano per assistere i riti
E lo stesso accaduto con la celebrazione della messa in Cina domini abbiamo ricordato le vittime degli attentati di pochi giorni fa da Bush giacché hanno fatto oltre cento morti
Ma abbiamo pregato anche per tutti morti provocati dagli attentati Ribot quarant'negli ultimi anni nei vari fino alla Federazione
Poi sul ruolo
Anche dell'Occidente del cristianesimo in Occidente riguardo a una crisi
Il il ruolo delle degli Stati Uniti soprattutto sotto la presidenza di Barack Obama Obama bene Donald Kagan
Grande storico dell'antichità
E non intervista concessa Mattia se i permessi per il foglio che il diciassette aprile
Spiega le nazioni che vogliono contribuire a mantenere la pace devono essere pronti a dispiegare una forza preponderante rispetta gli avversari dimostrare di avere la volontà di usarla se necessario
Kagan menti abituata a non soffermarsi sulle coste penultimi mette lo spettacolo poco edificante della debolezza occidentali sullo sfondo di una crisi antropologico culturale la cui chiave
E la parte soffice del cristianesimo c'è un aspetto problematico nel cristianesimo e per quanto la secolarizzazione avanzi il cristianesimo non si può sradicare dalla mentalità occidentale il punto è questo
La figura di Gesù che predica il sermone della montagna un insegnamento Cursi utopico che se non fosse così serio ammirevole sarebbe ridicolo il suo potere persuasivo enorme
Chiunque sia cresciuto nella cultura occidentale se lo ritrova da qualche parte nel cuore nella mente
è ammirevole ma è l'opposto di come le cose vanno nel mondo non si può proseguire cadano eliminare il fatto che gli uomini agiscono virtuosamente in certi casi
Ma nelle cose più importanti altre motivazioni prevalgono il potere l'egoismo tendono a dominare le consumano
Dunque cosa fanno gli uomini quando hanno questa
Promesse enorme nel cuore ma nello stesso tempo devono venire a patti con il mondo
L'Occidente ha al suo interno questa terribile affascinante contraddizione l'Islam in questo senso un vantaggio filosofico enorme perché non c'è contraddizione tra la sua visione antropologica la dominazione politica domini milite e militare
C'è sempre un senso di colpa nell'Occidente che deriva dalla sproporzione tra l'ideale enunciato nel sermone della montagna di Gesù e la realtà dei poteri che determinano l'andamento del mondo
L'ideologia comunista tratto enormi benefici della parte soffice del cristianesimo anche sera anticristiana
Poteva non sempre dire perché non hanno il tuo prossimo perché non porci l'altra guancia
Perché il fondamentalismo islamico chiede vecchio ferrarese accade hanno assunto
La stessa funzione
Storica di sveglia della coscienza dell'occidente che ha avuto la minaccia comunista
Sono passati tredici anni dall'undici settembre l'America sempre vede subito la sua forza è verissimo dice Kagan
Il comunismo era una minaccia più credibile per via del potere militare delle armi nucleari era anche una minaccia filosofica ideologica
Che tutto l'Occidente poteva riconoscere chiaramente l'idea di una vittoria dell'Unione Sovietica implicava automaticamente la scomparsa di tutto quello in cui gli americani credevano
Fra l'altro in un'ideologia profondamente antireligiosa quinti intimamente contrario all'idea prevalente in Occidente
Soltanto un idiota non avrebbe riconosciuto che danno nemici dell'Occidente la principale ragione per la quale l'Islam non è diventata una minaccia analoga credo afferma Kagan ossia nel suo potere limitato
Non è così credibile il comunismo era anche a livello popolare l'incarnazione di tutto ciò che di male ci poteva essere
Mentre la gente conosce poco la cultura islamica il politicamente corretto impedisce di muovere anche la minima critica all'Islam
Specie politicamente corretto a Parigi il Louvre rinnega i cristiani d'Oriente censura Parigi scrive il foglio del sedici aprile la decisione è stata presa dal nuovo Presidente del Musio ICI agli occhi Martini
Il lucro non celebrerà la vita e la memoria dei cristiani d'Oriente il sette gennaio due mila dieci l'allora Presidente della Repubblica Sarkozy aveva firmato l'avvio dei lavori per un padiglione
Del celebre museo parigino dedicato esclusivamente cristiani d'Oriente Alui Lower retta allora Presidente dell'UPA aveva presso un incarico il progetto sulla scia del nuovo dipartimento di arte islamica dell'urna
L'idea di un dipartimento della cristianità orientale e logica aveva spiegato la luna Presidente dell'Umbria la stampa francese
Insieme con il Ministero cultura abbiamo deciso che la creazione di questo riparto non non è più necessario invece fatto sapere il suo sostituto Martines che adduce problemi registi ICI
Questi problemi però non hanno impedito nel due mila tre la creazione di un nuovo dipartimento di arte islamica blocco come voluto dall'allora Presidente della Repubblica di Jaques Chirac
Un dipartimento finanziato lautamente dal principe saudita Al Valente Bin Talal
Dalla compagnia petrolifera Total e dai Governi di Omar Marocco e cui
Nell'inaugurarlo la curatrice dell'arte islamica Sufi Maccari aveva detto che il Dipartimento islamico avrebbe insegnato la tolleranza e la diversità
Perché allora scacciare la ricchissima storia di cristiani dal Medio Oriente del Medioriente sarà forse si chiede il foglio in cui i cristiani sono rimasti orfani mentre il mondo islamico è molto attivo culturalmente a Parigi
Libero l'articolo a firma indizi RAI Uno credo però che il dato del Consigliere della Chiesa armena Lucchini Purtuc negli anni
Ricorda il massacro cento anni fa precedente novantanove anni fa degli armeni quel mezzo milione in quel milione e mezzo di Armeni massacrati negativi dimenticati
Perché l'ordine viene rinvenne ricordato quest'anno ricorre novantanove esimo anniversario del genocidio armeno perpetrato in Turchia nel mille novecentoquindici a rimorchio entità o console americano in Turchia
è un è al primo organista out
Consoli americano in Turchia e dei periodi origini e riferisce pieno di dolore quegli eventi o sono cento
Che nell'intera storia della razza umana non c'è un episodio terribile come questo i grandi massacri e le persecuzioni del passato sembrano quasi insignificanti si paragonati con le sofferenze degli armeni nel mille novecentoquindici
Ma insieme col dolore il genocidio almeno
Il genocidio armeno riporta alla memoria anche la bellezza il segno più grandioso della presenza della bellezza sono la Chiesa armena e i martiri
Come è successo più volte nei secoli durante i massacri gli armeni cercarono rifugio fra le mura delle loro chiese e monasteri che li accolsero amorevolmente il patriarca supremo Accattoli costitutivi Armeni
Gaia Gorgo quinto su via innanzi o fu la prima autorità pubblica dalle stare gli Stati occidentali a chiedere il loro protezione la Chiesa armeno
Ecco la ragione dell'articolo annunciato dopo quattro secoli dall'ultima proclamazione l'avvio del processo di beatificazione di un milione e mezzo di Martin triplice genocidio
Processo di beatificazione verrà completato nel due mila quindici durante le celebrazioni per il centesimo anniversario del genocidio un caro amico giornalista scrive
Due volte articolisti
Renato Farina alcuni anni fa scrive scriveva che in Armenia ci sono le radici di noi europei gli armeni sono stati abbandonati da tutti ma loro non hanno a bando non l'hanno abbandonato
Nessuno Giovanni Paolo II affermava Armenia semper fidelis qui la fede in Armenia plasmato addirittura il paesaggio in appena trenta mila chilometri quadrati
Ci sono diciannove mila luoghi di culto e centinaia di migliaia di crucci di pietra stesse
Dappertutto
Sulla figura di Giovanni Paolo secondo è stato ricordato anche in questo articolo Armenia semper fidelis la ricorda intervista di n Kronos il arrabbino Elio Toaff il rabbino capo il merito di Romario tua fa
Lo riporta il fatto Quotidiano del diciannove aprile il giusto delle nazioni
Karol Wojtyla certamente un uomo destinato del dio ad assomigliare maggiormente
Alla sua immagine
Che il ricordo di giustizia di benedizione per tutti noi così il rabbino capo il merito di Roma io tua finta vistato dall'Adnkronos ricorda l'amico Papa Giovanni Paolo II alla vigilia della cerimonia di canonizzazione che si celebrerà
Insieme con quella di Giovanni ventitresimo
Il ventisette aprile in piazza San Pietro è scritto nel Talmud ogni generazione conosce l'avvicendarsi di trentasei uomini giusti dalla qui condotta dipendono i destini dell'uomo sono questi giusti delle nazioni
Che portano in sei più degli altri lascia china cioè la presenza di Dio
Spiega attuata sono i giusti che ci indicano la via del bene
Avendo dedicato una loro vita al servizio del prossimo alla gloria dell'interno nell'ebraismo come è noto non ci sono santi ma soltanto giusti
E la canonizzazione di un santo un fatto interno della chiesa Cristiana ma noi ebrei prosegue quasi in questo momento vogliamo sottolineare che niente si attaglia meglio la figura di Giovanni Paolo secondo
Della qualifica di giusto li visite simboliche di Papa Wojtyla alla sinagoga di Roma ricorda ancora attuato Falcao un po'di sterminio di Auschwitz al muro occidentale
Del Tempio a Gerusalemme hanno segnato come pietre miliari il percorso che è lì con coraggio e fermezza inteso compiere come atto di sincero affetto e comprensione nei confronti del popolo di Israele
E di riparazione per le sofferenze torti inflitti gli nel corso della storia e culminati nella tragedia della Shoah e sul processo di
Stabilizzazioni Giovanni Paolo II testimonio anche
Testimonio che Jorge Maria Bergoglio allora Cardinale arcivescovo di
Di
Buenos Aires il avvenire
Di diciassette aprile o articoli Stefania fa lasca riprende
Appunto alcuni brani della quella testimonianza depongo comincia così per scienza diretta e quindi riferirò quella che è stata la mia esperienza personale del servo di Dio Giovanni Paolo secondo
Inizia così la di posizione che Papa Francesco allora Arcivescovo di Buenos Aires
Resta in qualità di teste oculare al processo Romano per la causa di beatificazione canonizzazione di Giovanni Paolo secondo
Inchiesta diocesana istruita nel due mila cinque
A pochi mesi dalla morte di Papa Wojtyla si chiuse appena due anni più tardi il due aprile due mila sette il cardinale due anni dopo praticamente la morte il cardinale Bergoglio allora sessantanove enne
Venne chiamato a deporre dal Tribunale della Diocesi di Roma
All'inizio
Bendata processo nell'autunno due mila cinque risulta infatti il secondo dei testimoni nell'elenco dei testi interrogati così come riportato nella posizione supervisore tutti bus
L'interrogatorio segue di prassi un formulario stabilito
Che prevede domande riguardo alla conoscenza personale da parte del teste del servo di Dio riguardo alla sua vita all'esercizio dei di Visconti o locali cardinali sulla sua pietà infine sulla fama di santità in vita e morte post mortem
Seguendo questo schema il teste quindi chiamati è chiamato a circa a circostanziare la sua conoscenza del candidato agli onori degli altari
Richiesta la quale Bergoglio rispose con puntuali ricordi nessuno integralmente riportati
Conobbi personalmente quali questa sua le parole
La testimonianza di Bergoglio Giovanni Paolo II nel dicembre dell'anno in cui il cardinale Martini fu nominato arcivescovo di Milano mille novecentosettantanove
Qui bisogna notare che io la settimana scorsa ho poi ricordato che Martini era perplesso
Io sono femminismo sulla
Innalzamento agli altari Giovanni Paolo secondo quindi esce la posizione dell'altro Jessica Bergoglio
Ebbene ben diversa o questo riferimento perché non ricordo esattamente l'anno in quella circostanza per il seguente il coniglio recita il rosario guidato da seguire io ebbi la netta impressione che gli pregava sul serio
Un secondo incontro con Giovanni Paolo secondo
Diretto lo è il binomio centottantasei ottantasette in occasione del secondo viaggio che gli feci in Argentina il Nunzio folle che incontrasse servo di Dio Nunziatura con un gruppo di cristiani di varie confessioni
Ebbi un breve colloquio con il papà mi colpì particolarmente questa volta il suo sguardo che era quello di un uomo buono il mio terzo incontro con Giovanni Paolo II lo ebbi nel mille novecentonovantaquattro quanto già ero vescovo ausiliario di Buenos Aires
Io fui eletto dalla Conferenza episcopale Argentina per partecipare al Sinodo dei vescovi sulla vita consacrata tenutosi a Roma il bilancio che ha di pranzare con Lou insieme con un altro gruppo di presso unica
Mi piacque molto la sua affabilità cordialità capacità di ascoltare ogni commensale anche nei due sino di successivi a cui partecipa anche ebbi modo di apprezzare ancora la sua grande capacità di ascolto nei confronti di tutti
E questo è segno per me di vera e
Caritas
Tempo di Pasqua
Avvenire ricorda che le limousine Nieri di sua Santità venire identici diciassette aprile monsignor corrente Caraglia i dischi
Si è recato in carcere romano di Regina Coeli per consegnare oltre mille detenuti un vangelo tascabile dono squallidi Papa Francesco
è stato un incontro commovente davvero toccante riferito crei di scala Radio Vaticana alcuni hanno chiesto che il Papa possa recarsi approvarle
E a venire corda a tutta pagina
I dati detenuti presenti nelle carceri italiane trentuno marzo sono sessanta mila centonovantasette a fronte di una capienza di quarantotto mila
Quindi
E poi sono ventimila settecentoventinove detenuti di origine straniera almeno questo è il dato fino al trentuno marzo
A tutta la pagina
CE un la narrazione di tre il cappellano
Carcerari che parlano un po'di questa esperienza
Di alcune di tre storie particolari tre cappellani scrive Umberto Folena di tre carceri del nord del sud
E le loro tre storie di perdono storie di morte e resurrezione storie nate del dolore nel dolore nell'ingiustizia che poi ha poco a poco sanno aprirsi alla speranza
Percorsi mai facili spesso tortuosi sempre dolorosi perché perdonare gli altri per un cuore generoso ed educato e difficile ma non impossibile accade più ardue perdonare
Dio quando lo si predica con la preghiera straziante di chi gli urla la propria rabbia come fa il protagonista della storia narrata da don Virginio Balducchi
Perché ha il permesso che io uccide essi perché non mi ha fermato la pace assai più difficile quando devi fare i conti con il dono più meraviglioso e terribile di Dio all'uomo la libertà
Ma difficilissimo quasi impossibile che perdonare essi stessi riconciliarsi con il proprio passato
Terribile il perdono per il protagonista della storia narrata da ad un varco Pozza da negare o concedere a tua madre che che abbandonato accanto un cassonetto quindici giorni di vita
Condannare in tutti e ognuno insistenza metà da affetti amputati un cuore zoppo
è difficile a volte per le istituzioni fidarsi accettando che cosiddetti criminali incalliti decidano per un diverso futuro come i detenuti della Sezione d'alta sicurezza della storia narrata da don Raffaele Sarno
Quando però conclude Umberto Folena
Il perdono zampilla la festa e veramente immensa chiamiamola passo
Per Pasqua il pomeriggio il diciotto aprile Pedicini tristemente venerdì santo Papa Francesco ha presieduto in basilica vaticana la celebrazione della passione del Signore poi
Poi la sera c'è stata la via Crucis di
Al Colosseo tradizionale però nella Messa del diciotto aprile dopo l'approvazione del Vangelo di Giovanni il predicatore Casa pontificia tenuto l'umilia
Che ad L'Osservatore Romano pubblicato ed è interessante riproporla anche per un brano che la su cui la stampa soffermato la propria attenzione padre Raniero Cantalamessa dentro la storia di vita umana della passione di Gesù
Ci sono tante piccole storie di uomini di donne entrati nel raggio della sua luce o della sua opera la più tragica di esse è quella di judo sta rivolta
E uno dei pochi fatti acquistati con uguali rilievo da tutti e quattro i Vangeli e dal la Resto del Nuovo Testamento
Giunga fu scelto fin dalla prima ora per essere uno dei dodici nell'inserire il suo nome nella lista degli apostoli l'evangelista Lucca scrive Giuda Iscariota cioè il che divenne il traditore
Dunque giunga non era nato traditore non Lower al momento di essere scelto da Gesù
Divenne tale siamo davanti a uno dei drammi più foschi della libertà umane perché divenne traduttore
In anni in non lontani quanto era di moda la tesi del Gesù rivoluzionario si è cercato di dare al suo gesto delle motivazioni ideali
Qualcuno ha visto nel suo soprannome di scarico tutta una di formazione dissi carico taccio appartenenti al gruppo bizze lotti estremisti che agivano da sicari contro i romani
Altri hanno pensato che Giunta fosse deluso dal modo con cui Gesù portava avanti la sua idea del Regno di Dio e che volesse forza di la mano il Giuda del celebre musical Jesus Christ super stare di altri spettacoli romanzi recenti un Giuda che si avvicina un altro celebre traduttore del proprio benefattori brutto che uccise Giulio Cesare per salvare la Repubblica
Sono ricostruzioni da rispettare afferma padre Cantalamessa quando rivestono qualche dignità letteraria e artistica ma non hanno alcun fondamento storico i Vangeli parlano di un motivo molto più terra terra il danaro
Aggiunga era stata affidata la borsa comune del gruppo in occasione dell'unzione tibetani aveva protestato contro lo spreco del profumo prezioso versato da Maria
Sui piedi dice sul non perché gli importa se di poveri fa notare Giovanni ma perché era un ladro e siccome teneva la cassa prendeva quello che vi mettevano dentro
La sua proposta e capitasse sud o dei sacerdoti esplicita quanto siete disposti a darmi se io ve lo consegno e dei successivi fissavano trenta si incrina Ron cento
Cosa c'è dietro poi si chiede l'attaccamento al denaro il problema della Mammone cosa c'è dietro il commercio della droga che distrugge tante vite umane lo sfruttamento della prostituzione il fenomeno delle varie mafie
Il commercio delle armi perfino corso orribile a dirsi la vendita di organi umani tolti a bambini e la crisi finanziaria che il mondo attraversato che questo Paese sta ancora attraversando non è dovuta in buona parte alle sacralità bramosia di denaro
Da parte di pochi Giuda comincio con sottrarre qualche denaro dalla casso comune
Dice niente questo accerti amministratori del denaro pubblico
Ma senza pensare a questi modi criminali di accumulare denaro noleggia scandaloso che alcuni percepiscano stipendi e pensioni cento volte superiori a quelli di chi lavora alle loro dipendenze e che alzino la voce appena si prof
La l'eventualità di dover rinunciare a qualcosa in vista di una maggiore giustizia sociale negli anni settanta ottanta per spiegare in Italia gli improvvisi rovesciamenti politici giochi occulti di potere il terrorismo e misteri di ogni genere da cui era fu ditta la convivenza civile si andò affermando l'idea quasi mitica dell'esistenza di un grande vecchio un personaggio scaltri Simod potente che dagli trovo e quindi avrebbe non solo di fila di tutto per fini a Louis solo notti questo grande vecchio insiste davvero non è un mito si chiama
Cannavaro
è
E che
Questa omelia di padre Cantalamessa bisogna dirla con
Il discorso che fa appalti Francesco ha rivolto un
Qualche Giorgio fa a dei sacerdoti sul fatto che abbia dei vescovi giustamente che non dovrebbe esserci
Diritto voluta Silvio alla
Alla mediocrità
L'onestà
La disonestà unità
Alla mediocrità fa
Fa la crisi di una nazione la disgrazia la disgrazia di un popolo
è con questo si chiude la puntata Pasquale di rassegna stampa vaticana che lo ricordo la cui replica potete riascoltarla alle ore sedici l'appuntamento è per domenica prossima grazie dell'ascolto e umori di buona Pasqua
Allora
Prodotti
Abbiamo trasmesso la rassegna stampa vaticana dj s'il PD le