08MAG2014
intervista

Intervista a Igiaba Scego sul libro di cui è autrice assieme a Rino Bianchi "Roma negata. Percorsi postcoloniali nella città"

INTERVISTA | di Andrea Billau RADIO - 15:44. Durata: 22 min 47 sec

Player
"Intervista a Igiaba Scego sul libro di cui è autrice assieme a Rino Bianchi "Roma negata. Percorsi postcoloniali nella città"" realizzata da Andrea Billau con Igiaba Scego (scrittrice di origine somala).

L'intervista è stata registrata giovedì 8 maggio 2014 alle 15:44.

Nel corso dell'intervista sono stati trattati i seguenti temi: Africa, Alemanno, Antifascismo, Beni Culturali, Berlusconi, Campi Di Concentramento, Colonialismo, Cultura, Discriminazione, Esteri, Fascismo, Germania, Immigrazione, Integrazione, Libro, Mediterraneo, Mussolini, Politica, Razzismo, Roma, Sindaci, Societa',
Stranieri.

La registrazione audio ha una durata di 22 minuti.

leggi tutto

riduci

15:44

Scheda a cura di

Fabio Arena
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Si parla molto degli sbarchi di migranti sulle nostre coste e si sa che molti provengono dal Corno d'Africa Somalia Eritrea in particolare fungono da quelle terre martoriate da guerre dittatura ma quello perché se pre si dimentica che quei luoghi sono legati in modo particolare al nostro Paese perché sono i luoghi della colonialismo italiano una pagina nera della nostra storia su cui per lo più è caduto l'oblio
Ecco per ricordarla e capirne il significato che può avere questo ricordo nell'attualità che vogliamo parlare di un libro che chi ricorda questa storia nel il libro è Roma negata un riprendi brodi i Jabbar cieco con le foto di Rino Bianchi che ha come sottotitolo percorsi poi coloniali nella città edito da e DS noi abbiamo in collegamento telefonico i già Paceco che una scrittrice di origine somala e innanzitutto buonasera e Jabbar
è buona però come si dice giustamente no ma no avevo Manhattan
Benissimo ecco allora parliamo di di questo libro particolare particolare tra l'altro anche come fattura proprio è un libro rettangolare invece che normalmente quadrata anche
Anche queste simpatico perché appunto permette una migliore visualizzazione per esempio delle foto ecco dicevamo no che è un libro sulla memoria Roma del
Colonialismo italiano luoghi significativi della capitale per lo più non conosciuti tra l'altro che
Che ricorda appunto questi avvenimenti alla vogliamo partire proprio dalla perché questa scelta
Allora la scelta molto semplici allora io le rinnovo a Bianchi ICI continuiamo colture perché in questo libro La la fotografia nata prima della perfetto e in qualche modo all'inizio volevamo fare una una mostra perché quello che ci colpiva moltissimo il fatto che il tre ottobre due mila tredici
Quando sono morti trecentosessantanove eritrei
E nessuno si era accorto che quelle dei tre venivano dalle terre del della Corno d'Africa e tra pareti da quelle terre che Italia aveva colonizzato sapere anche quelle di Pescara prima colonia quindi per caratteristiche riferita alle riparabile trecentosettantanove quindi non danno all'altro ieri Roma
E questo vado un po'per la Somalia e poi cinque anni di occupazione in Etiopia
E in realtà poi trovando le persone fotografando questi conti attraversiamo tutti i giorni perché entro luoghi della nostra quotidianità perché la piazza di cinquecento a Roma perché non conosce come la piazza della Stazione Termini
E sono luoghi che attraversiamo terza capirne di più
Allora l'idea nostra e dettagliato e puntuale di aggiungere altro al quarto comma pur rossa all'immagine che sono apporti per immagini di questi luoghi con persone che provengono data o provandolo hanno un'origine che molti sono figli di immigrati le cosiddette seconde generazioni e che provengono da quelle terre del Corno d'Africa
Era un modo anche per darle a scavalcare quello che faceva il colonialismo con nelle persone del Corno d'Africa c'è quindi tutto metterne parte quella fotografia no di di fotografavano riferite agli acari
E dall'alto per farli per renderli più vasti finora ci sono questi italiani di Carpinteri tra i piccolissimi cosa che poi nella realtà non è così
Abbiamo voluto fare delle fotografie assolutamente paritarie che arrivino le ha fatte io invece ho scoperto moltissime aneddoti
La cosa che mi ha colpito in questi luoghi oltre che non essere conosciute battono del degrado oppure per esempio l'arte liquidò belliche tanti e determini Diocleziano quindi nemmeno uno dice super periferia no targhina Piazza Repubblica dalla stazione Termini
E torno lordi non ricordati gli abbattimenti Gradoli titola pace preservativi siringa battete il provvedimento intorno all'azione di locali
Perché avendo appunto ritrovo di edito istituzione o che altro no invece è un rompicapo parte che c'è l'obbligo criticano autentico e poi con questo
O questa Giunta ottocentesca dedicata ai cinquecento morti che poi non erano cinquecento Euro quattrocento però sono morte ad organi che era una battaglia in in Eritrea sì che ha visto molti italiani morire anche per per incuria dei loro generali cosa che va detta
E cui ed era un po'quando succedono le stragi e com andassi via o altre no quelli dove le ha creato in quel momento in Italia un grande dibattito
E io ho voluto un soccorso di costruire quale di questi luoghi gli aneddoti i politici che ne hanno parlato letterati italiani è un libro più quell'Italia che per l'Africa perché parla del rapporto dell'Italia con l'Africa
E non soltanto del rapporto dell'Italia fascista
Perché Mussolini e dottor Guerra dire contro l'Etiopia ben nota
Ma anche dell'Italia liberale quindi i no già dalla dopo l'Unità d'Italia
Io quello che volevo farle alcune capire agli italiani Nottola d'italiani e che lo sfruttamento delle colonie iniziato da subito che l'Italia che al teste stessa è stata colonia
Coppola scoppia ha prima con ogni dato il sud Italia
No flessibilità da Napoli Palermo la Basilicata la Calabria e poi quella quel tipo di sotto condizione costituzione uccisioni ma anche pretendere un qualcuno minore interiore no perché subito arrestato molto interiorizzato
E hanno trasportato in Africa scappellotti prove lo stesso meccanismo
E oggi oggi io penso e l'Italia tanti problemi a rapportarsi con la diversità anche perché non conosce la sua storia e vi spiegate perché sono che sono ormai inaudito centocinquant'anni
Su gli altri diverso io comunque soprattutto gli africani sono ancora in altri perché nessuna grandi mercati mai
è certo perché poi diciamo liste ottimi su gli altri nascono appunto anche da uno stereotipo su
I cosiddetti italiani brava gente e che come dire è smentito proprio dalla storia della colonizzazione i gli hanno insomma
Lo ricordiamo l'uso delle armi chimiche il gas degli stermini insomma copre esattamente ecco allora questa e attraverso la descrizione di questi luoghi a Roma tuo poiché appunto ricordo insomma questi fatti l'ora vogliamo un po'ricordare anche questi nuovi hai citato prima la stele editoriali poi c'era assediato
Una delle tante attutite vuota Congedo mette in copertina il cinema in terra Pignattara siano fatta vedere fieri crei
Sia italiani età e per la tessera la terapia di Asmara
Dal ma c'è un cinema uguale riportata Pignattara tra prendete un cinema abbandonato
Che potrebbe ritornare al quartiere sia invece come tanti luoghi elemento del Roma è piena di luoghi chiusi e abbandonati che non vengono restituite al poco nel quartiere alla vita quotidiana
E poi la palla che più di tutti a me ha meravigliato
Raffele la mancanza dell'arteria somma
E la trasferiti atto ma era un miglioramento che è stato in qualche modo portato del regime mussoliniano qui per celebrare non soltanto primo anno dell'impero ma anche il quindici rimandata alla marcia su Roma e quindi era un luogo molto importante per il fascicolo nel dopoguerra è scaduto nell'oblio Berruto era luogo di appuntamenti Lori corda corredino alibi in un film è entrato nella nella diciamo nella terribile maggio del Divino Amore perché appunto il Divino Amore cominciava da Capri Porta Capena e quindi dalla telegrafico
Però ecco poi quando è stato riportato in Etiopia perché era un bottino di guerra alle fiamme quasi ottant'anni il tante cose assolutamente rocambolesche che leggerete insomma restituirlo
Però antico faccia portò setto eccetera la pene che diciamo nella piatta quand'ero posto hanno messo
Monumento all'undici settembre
Non per altro io sono d'accordo perché quello capace per undici settembre è stato terribile ma non l'avrebbe gollismo momento anche perché è brutto intanto a Nova deportato due piccole colonne da da Montecitorio
E io prevalentemente indicano che perché erano quelle colonnine quindi intorno alla terra violato fatta la circumnavigazione alla piatto sono andata meglio al netto
E che era una persona detti porre con un'apposita aree a memoria però ecco e chi destinato alla ricordate soprappalto può ripete gli errori del passato no nella fase di quanta Ivana Gatti normalissimo ecco però che questa pratica sotto c'è la pesca per l'undici settembre
E Alemanno il Sindaco precedenti di Roma aveva detto
Questo monumento dunque tutto il completo di aiole Pino CIPE targhe era un grido contro tutte le intolleranza ecco io trovo questo molto grave perché non tipo ricordare non ricordare il proprio a proprie notoria
Cioè io al Moloch accanto al momento dell'undici settembre patriarchi l'avrei fatto meglio depurazione perché così o parenti che l'undici settembre i ma ritiene per tre che sono morte lì
E Mattia stanchi martedì del colonialismo italiano di vittime no effetto tutti set soprattutto hai creato un monumento nel monumento perché nessuna Roma fa che quelle due colonnine per l'undici settembre
Nessun'altra Roma che quel luogo significa tantissimo per il ritiro mussoliniano perché poi tanto c'è il Palazzo della FAO che eravamo appunto l'idea di Mussolini era costruire lì il nell'ambito
Il Ministero delle Colonie fatti in parte e in parte era riuscito a costruirlo quindi io racconta anche molti aneddoti no il viaggio di aiuterà alle terapie qui designer nove giorni
E quando è venuto negli anni Settanta nel novembre settanta grazie ad Aldo Moro Aldo Moro arrivavano molte interessa restituire la stele eccetto approvate tutti ma e soltanto che il protocollo il cerimoniale no perché ci doveva discutere proprio della stele che dare al richiamo che un ospedale per istituire la stele
In quei termini di parte di quel tempo Luhmann desueto da Lelio lo dico per gli operatori di grave dovrà arrivare al Colosseo
Peccato che fa molto ridere praticamente gli hanno fatto fare relativi a più onesta
E pur di non farlo passare vicino alla stele perché non volevano creare a quel problema i diplomatici del problema il cerimoniale tra chiedono aneddoti anche un po'così e purtroppo racconta di Lodi anche attraverso le canzoni dottor Dell'Erba
Ha Pedro loro prassi essi tra l'altro punto ci sono un altro esempio è il ponte Duca d'Aosta nonché dedicato appunto dovrà ossa che però come dire dietro quello c'è tutto appunto poi la sto Oria della colonizzazione apparentemente conduca cosa si vuole descrive una colonizzazione migliore che però in realtà alla fine non c'è stato
Pertanto uguale perché pareri dura realtà era contrapposta Rodolfo Graziani no rapportarli sanguinaria cannibale spero che voi Vascellari alte del pianeta
Però PAI anche lui quell'altro insomma quando addentato governa per redditi operano occhi apporto un pena la politica razzista del pacifismo
Ed è una cosa che mi meraviglia PAI cito dei nomi che tornano nel librone Graziani ecco Graziani è un problema tecnico
In Italia perché uno dico uno degli ultimi capitali edificata una cosa che non a Roma ma è vicino Roma ed affilia
Alla fine praticamente è stato costruito due anni fa sauna mausoleo dedicato a Rodolfo Graziani e fate miliardi di polemiche io detta partecipato fatto concreto alla raccolta la firme al capitolo dove poteva eccetera ho coinvolto intellettuali come amico Argos sommando le vendite e il problema è che oggi lì il finanziamento della Regione Lazio è stato interrotto
Grazie a Dio per quinto almeno è stato interrotto perché i soldi erano stati deviati dovrà trattati per
Credo che terrà bonificare un parco
E la Giunta Polverini aveva dato questi soldi che il Sindaco di Affile vivi ad invece ha votato per costruire monumento l'aggiunta di Ungaretti ventotto tanto ma posto un freno a Quetta però purtroppo il momento sta ancora lì
E è chiaro
E poi sindaco quando ha rivinto le elezioni
Lui velatamente ha fatto capire che è lì che vuole costruire la Predappio dell'acqua ecco io penso che quei credo nelle parte pericolose perché panico novanta vada affidabile che il monumento
A parte che brutto quello ritengo pertanto che ho trovato anche tanto prospetta nelle vie per qualche cosa coloniale c'è ecco il bagno il monumento sono uguali praticamente sono due cubi uno partono dovrebbe dire
Un tetto di monumento altrettanto vero della parola uguali e ed è ed è terribile perché c'erano
Piazza Don molto grande ettaro che è stato fatto per dare PAC addirittura le celebrazioni e quindi io trovo questo molto pericoloso io quel giorno alla panchina festeggiare con i ragazzi e Comitato antifascista di affine
Il venticinque aprile l'anno scorso e come è venuta la consigliera regionale
E Marta buona poni capito molto a cuore la faccenda e io ringrazio abbia di Libero che Marta oltre a per la politica regionale e la persona venti delle grande di grande
Diciamo flessibilità politica e sociale
E allora capitoletto ma come tanti altri ENI devo dire che
Queste delibere nato anche da tanti anni sì e no okay comunque ci hanno dato conto figli che ci hanno suggerito colte propalato Brancati Soro io devo ringraziare stimola Filippini che ha detto appunto che l'abbia lavorava lì interna Rodolfo Graziani innanzi alla nonna e quindi più o meno no uno ricostruisce le
Varie anche perché i piani locali persone perché Bicaku tutti gli italiani tanto abbiano a piedi African carta no
Ho bloccata parlare irrecuperabili attaccare ecco tra l'altro queste proprio in poi il problema reale l'abbiamo detto anche all'inizio no all'oblio e realtà di questa storia perché insomma propri questa campagna elettorale nove la battuta di Berlusconi sull'oblio in Germania che in realtà è un falso perché la Germania ha fatto veramente i conti con la propria storia
E invece
Come dire in Italia in particolare con il suo passato coloniale non hanno l'ha fatto per niente insomma eccetto alcuni
I e lodevoli
I esempi di
Di di insomma storici che hanno uno per tutti Del Boca insomma che hanno che sono riusciti a diciamo bucare questo mio però in realtà
Ripeto ripetiamo insomma le il cliché italiani brava gente gente che è andata apportare la civiltà invece tutto quello che
è stato fatto di veramente esitando in realtà non viene non viene ricordato
La Porta a Porta in questa e che io ricordi anche abbiamo fatto questa libero perché vorremmo creare
Delle per come buttare non nottolino nello stagno no
Abbiamo creato tariffa fruibile e speriamo che lo prendono acqua riformatore Filippini ANPI ma anche la staffetta noi e abbiamo amor nel Olanda dare io lo chiamo il tuo dalla Roma negata però ecco abbiamo anche tante scuole soprattutto al tema delle Pasquale quando riaprono le quale
Perché vogliamo proprio far capire questa quando si parla di colonialismo notifica a parlare di qualcosa vinta già allucinante che non esiste più purtroppo è legato al presente perché molti dei create per interamente artistiche utilizzano oggi che Roma
Padano emigranti proprio approvati tu grazie purtroppo questa bruttissima storia io penso per esempio a tutto quello che dice alle alle donne no nere si taglia resisterà debito ma ancor quella della faccetta nera dall'Africa Nina e io quali nel negli anni ovvero nel mio la mia indagine cita anche molta popò col tra poco più critica di canzonette e i film
E in Rete quindi però sono cose che ritornano
E non li è un libro fondamentalmente
Antirazzista avanti raffica antifascista proprio nella nell'ossatura perché la rimozione non ci permette poi di capire
Siamo nel mondo dove stiamo andando
E di capire che quelle persone che tu chiami straniero che ha minori clandestino non sono grandi né per niente perché magari Lippi nonno lavoro sono morti per l'Italia innocuità quale un po'di battaglia perché
E come dei tre sei Pio BTB fibroma lì insomma hanno hanno hanno anche morti per questo Paese morti per lo più dettagliate come dico io però insomma
Ci sono ci sono stati morti sono stati vittime e quindi non ricordare questo mi sembra allucinanti soprattutto ha detto che stanno venendo tanti dei tre tanti farmaci
Che quella palestra hanno ben presente ogni volta indagatore poggiata un'altra va detto ad acquisti che hanno con l'imputato quale apre veniamo qua
Tutti riconoscono nemmeno e a questo fatto del non riconoscimento
Ancora prima
Bene ha diritto a volte no è poi una Padania fa molto male io ho citato non a caso è il libro grane grane che ha scritto un libro e la è buono ecco quindi hanno l'editore libertà garantita rallentato punto
Arriva in Italia in altri tempi quindi a diventa è perché privati viaggiava in America no marineria dei tre non prendevano certe percorre perché il viaggio è cambiato e ogni migrante diventato un vizio ormai
E che praticamente tutti ricordando i quando cerca appunto di parte riconoscere italiani nessuno riconosce
E quindi disperato va a parlare con Giuseppe victoire imperiali anche perché l'unico che lo ricorda e poi una del io ho anche parlato della frutta parastatali somali eritrei libici ai Fori Imperiali come come i soldati coloniali
E ho citato e questo ci tengo una fotografia
Già come te Limentani che non è una grande scrittrice ebreo romana
Chi è praticamente marinate la fotografia di lei piccolissima trentasette
E perché nella ripresa carente tutto alla formali
Eritreo
Io ho pensato di queste sono quattro persone che in quell'anno tra dopo un anno soffriranno per la per le leggi razziali si sta e è ancora attuale perché le che offrono per riempire cari non sono scritte però l'antisemitismo e
Pietro all'ahimè tornando in Europa Compre protetta eccetto che che poi appunto a questa mancanza di memoria mantiene il rapporto asimmetrico tra colonizzati e colonizzatori anche in epoca post coloniale questo il punto
Che che non rende attuale insomma questo discorso sentieri Jabbar tra l'altro alla conclusione insomma di questo testo c'è anche una proposta concreta nodi creare un museo dei
Coro di sì ma a piazza Venezia Verona e magari più che l'anno e non è un anno preda di medie vino ma di Folena Pier letta perché per Renato per letta tale ci ha donato questo racconto in anteprima
Per la sua tesi di dottorato che è proprio su uno scooter applicano le accuse africano che si trovava
A via Aldo Grandi fittizie che poi è diventato
Chiediamo o quelli che ancora chiuso
Questi servizi sono tantissime materiali che oggi conta culti proprio quadri quanto maschile ma non dell'Aquila italiane cioè di come gli italiani vedevano applicate che stanno al Pigorini dall'anima gran piegati Guerini
Egli sarebbe bellissimo poter usare quel materiale per costruire un veramente delle Statte tematiche su come l'Italia che è rapportata con la diversità
Io farei anche una parte dove c'è una parte il collega Di Carlo verso il Meridione perché molto spesso lo vedo delle affinità su come era descritta Napoli no dopo l'Unità d'Italia e come poeta alla descritte creino affermare a Mogadiscio
C'era l'apartheid anche italiano delle città africane quindi quel materiale sarebbe bello portarlo
A me non pare una morta
E tentano Palazzo Venezia perché una foto che non siamo riusciti a fare e quella famosa balcone di Mussolini perché è un tabù Groppi il nord Italia le il riparto detto davanti lo guardiamo facciamo acque lo parlava Landi e però anche diciamo
Niente di strano sono più di me Tito nonostante le due bandiere una ero pelle italiana
Porterò no ed eviterebbe bello poter Lapi
E perché poi ha detto tipo perché potrebbe pure passare no mi sembra che da un po'di anni si potrebbe pure aprire Parapoti Pampero abitudine
Invece sarebbe bello non fai soltanto molte le polverose in quel luogo che invito delle mostre finanche quando Pato anche molto interessanti ma che non hanno vero legame con quel luogo allora magari bellissima la pittura veneziana ma
Forse lì io avrei fatto delle coste appunto come la Germania no che ha lavorato tantissimo tra l'altro a memoria cercherei di costruire il luogo
Farlo ritornare ai cittadini farlo adesso ritornare a Roma in modo tale che che partiamo più davanti con l'autobus pecca abbiamo quel tanto di
E di male stereo o comunque anche alcuni di compiacimento perché io ho sentito dal tre volte sull'alto buttati ci potete lui ci rimetterebbe tutto irrigati rimetterebbe tutti apporta una persona che offra il pericolo Titti me
E quindi io penso che l'Italia deve fare un lavoro o proprio partendo dai suoi luoghi e i difetti devastante di avere dei luoghi parte no pappagalli urrà
E quindi almeno i dobbiamo cominciare a out Davigo albi per quello che i luoghi che possono diretti possano regalare quindi non abbiamo sposato l'idea di Federlazio letta carne fatto tanto dall'idea di rete però magari un giorno
Tale riusciremo a farla questa benedetta morta viva l'Italia sicuramente più coraggiosa sarebbe più coraggiosa bene allora io ringrazio molto il job sharing gotico
Lino Bianchi autrice di
Questo libro edito degli esseri umani Gatta percorsi postcoloniali la città io ti ringrazio molto inizia con una buona giornata anche a voi