19MAG2014
intervista

Intervista a Gianni Dragoni sull'ex compagnia di bandiera Alitalia

INTERVISTA | di Stefano Imbruglia RADIO - 18:28. Durata: 13 min 30 sec

Player
Gianni Dragoni - giornalista del Sole 24 ore ed autore de" Capitani coraggiosi.

I 20 cavalieri che hanno privatizzato l'Alitalia e affondato il Paese"- ci parla della trattatiiva in corso tra l'Alitalia e la compagnia degli Emirati Arabi Etihad.

"Intervista a Gianni Dragoni sull'ex compagnia di bandiera Alitalia" realizzata da Stefano Imbruglia con Gianni Dragoni (giornalista de "Il Sole 24 Ore").

L'intervista è stata registrata lunedì 19 maggio 2014 alle ore 18:28.

Nel corso dell'intervista sono stati discussi i seguenti temi: Aerei, Alitalia, Arabi, Dipendenti, Economia, Etihad Airways,
Finanza Pubblica, Finanze, Globalizzazione, Governo, Infrastrutture, Italia, Lavoro, Privatizzazioni.

La registrazione audio ha una durata di 13 minuti.

leggi tutto

riduci

18:28

Scheda a cura di

Valentina Pietrosanti
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Radio radicale ci occupiamo adesso dell'Alitalia insomma questa l'ex compagnia di bandiera che sta
Da quando passata in mano ai privati insomma non sta vivendo nemmeno prima per la verità insomma nei periodi molto felici e adesso si parla di una fusione con gli arabi sul tanto altro lo cerchiamo un po'di capire quello che sta sul cedendo facciano facendo cielo raccontare da un giornalista il Sole ventiquattro Ore che qualche anno fa ha scritto anche il libro che si chiama capitani coraggiosi i venti Cavalieri che hanno privatizzato l'Alitalia e affondato il Paese e il giornalista questione si chiama Gianni demoni ed è collegato telefonicamente conoide venuto Dragoni
Buongiorno allora insomma cosa sta succedendo all'Alitalia ci sono sentiamo di perdite ricapitalizzazioni cosa che cosa sta accadendo
Sì sì c'è stato un piccolo aumento di capitale di salvataggio alla fine del due mila tredici trecento milioni di euro in quell'occasione
Sono lo Stato ed è ritornato nel capitale il Governo letta ha fatto intervenire le Poste con settantacinque milioni
E anche le banche hanno convertito parte dei crediti ma quello è stato un intervento tampone propedeutica o invece
Sì questi soldi diciamo che nell'arco dell'estate al massimo
Delle prossime fine delle scarse lo hanno finito i
La compagnia continua ad avere teoriche le elevate molto elevate pensionato e non a me pura ancora approvato il bilancio del due mila tredici il motivo vero perché
Emergeranno immaginario delle perdite così alte che provvedimenti il capitale risulterebbe di nuovo alberato lo si rimanda
Anche questo appuntamento con la fine di giugno ma perché perché intanto è stata intavolato ad da dicembre una
Trattativa con una compagnia questa voltava bar non più la fa cappelle m che sia un po'sfilata anche
Si è ancora sociale non ha più la quota che aveva il venticinque per cento è scesa al sette per cento che non ha sottoscritto l'aumento di capitale che di dicembre
E comunque rimane diciamo non solo uno spettatore ha degli accordi anche industriali con l'Italia per la nona ha una posizione
Meno importante e adesso si guarda dall'altra parte riguarda a oriente si guarda al sud tutte
E si guarda agli Emirati Arabi Ittihad perché la seconda compagnia degli Emirati Arabi la più importante la più famosa quella più in crescita e la Emirates
Questa però chi ad alla base ad Abu Dhabi ed è quella più connessa più legata direttamente alleghino al quindi al Governo degli Emirati Arabi
E nell'intenzione di questa compagnia molto ricca come tutte le compagnie del Golfo del Golfo
E quella di diventata di fatto padrona dell'Alitalia anche se i vincoli internazionali trattati
Sul trasporto aereo non non consentono a una compagnia extra euro delle extracomunitarie di avere più del quarantanove per cento altrimenti la compagnia comunitarie cioè l'Alitalia perderebbe questo status credeva di diritti di volo sia all'interno dell'Unione europea ma anche nei voli intercontinentali quindi anche smetteranno molti soldi dovrebbe dovranno fermarsi quarantanove o o forse il quaranta per cento
Questa trattativa però sta andando avanti dammeli
Spesso si parla di accordo vicino sono in molti a dirlo c'è addirittura un ministro Lupi che più
Qualche giorno
Ha detto che eravamo noi lista insomma sia da soli non era che Ministro per le opere ancora vogliono un po'imparziale anche di fatela del mercato e anche di controllo forse benché non spetti a lui
Sembra invece più un portavoce di riempire un accordo che un ministro ma forse perché
Si fa trasportare anche l'affanno di essa in campagna elettorale
Quindi tutte queste voci che spingono a favore che dicono che l'accordo è vicino anche il sottosegretario a Palazzo Chigi dell'olio un con un po'più di prudenza ha detto che entro giugno
è possibile ci sono le condizioni per un po'd'accordo quindi c'è ancora ci vuole ancora un po'di tempo
E gli arabi stanno diciamo strizzando un po'Patrick i patrioti capitani coraggiosi e le banche
Come cercano praticamente di
Occidente Volare sì perché poi il problema è sul prezzo voi fondamentalmente perché la l'Alitalia insomma
Sia stare siano trattando sul prezzo sugli esuberi o no questi sono i due punti è in discussione l'avete le ho visitate se non sono reali
Cioè toglieva i temi che vogliono che vengono tolte almeno una buona parte dei crediti si parlava di quattrocento milioni debiti finanziari che le banche secondo cancellare
Nelle un nelle ultime settimane la somma sembra finisce salita da meno cinquecentosessantacinque centosessantacinque milioni di debiti
Da cancellare le banche una parte di questi crediti vorrebbe lo almeno trasformato in capitale capitale poi una scommessa sulla risultati comunque non avrebbero potuto cancellati
E adesso e chi ha deve dire se questa controproposta che comunque va molto nelle sue nell'assume la direzione che aveva richiesto la soddisfa non lo ha ancora detto entro questa settimana
Dovrebbero dà una risposta formale
La l'altro punto che si tende a terra ateneo un po'sotto traccia probabilmente anche perché ci sono delle lezioni vicine le elezioni europee è invece il problema sociale delicato gli esuberi
Che abbiano vuole
Delle cassa integrazione a votazione o contratti di solidarietà cioè forme di esuberi temporanei che
Trasferiscono un po'su tutti il peso degli esuberi ma non riducono il numero degli occupati e che ha vuole ridurre il numero
E qui ci sono varie cifre ma quelle più attendibili sono intorno ai due mila seicento qualcuno dice forse anche tre mila lavoratori
Che dovrebbero quindi sui quattordici mila del gruppo
Essere dichiarati come esuberi tecnici crepo più uscire del tutto Cassin che si faccia obbligo più del venti per cento praticamente del
Più del venti per cento di una
Compagnia che già ridotto l'organico non solo rispetto a quella che era la vecchia Alitalia pubblica più di sette mila lavoratori furono lasciati fuori in cassa integrazione
Se poi mobilità con ammortizzatori sociali per sette anni che ancora ci sono
Ma processato dell'altra cassa integrazione ci sono tre mila lavoratori attualmente che sono o in cassa integrazione a votazione solidarietà quindi non sono del tutto usciti sono appunto esuberi temporanei
Che ha dice no io voglio che la compagnia c'è anche perché chi lavora si deve specializzare e quindi se a votazione non c'è diciamo non secondo gli arabi non ci saranno un livello
Di anche di qualità ed impegno adeguare i loro stando al ma credo che sia il loro vogliono anche ridurre avere la garanzia che i costi sono ridotti
E questo lo vorrebbero che lo facesse l'attuale compagnia prima di arrivare all'accordo definitivo che poi tutto questo a questi due mila e seicento esuberi probabilmente ci sarebbe anche da aggiungere tutti il problema dei lavoratori dell'indotto perché future
Fondendo sì con miliardo probabilmente si porteranno delle altre cose in altri punti d'Europa o del
Degli Emirati io oppure dell'indotto non dovrebbe
Avere dei problemi
Credo che il numero che peraltro di con noi cerchiamo ne parliamo
Ma non c'è mercato un'affermazione ufficiale quindi potrebbero sembra esserci delle sorprese
Completeremo positive chiaramente insomma annuale sottraete quando non te lo dicono clima difficile beffarde impositive
Si trasformano in positivo si dai vi siete fatti mi sento
Starmene ventisei siamo di fronte dico a un'intera una controparte che
Si presenta come piuttosto misteriosa forte anche
Della sua potenza finanziaria economica e anche di un diciamo della sua lontananza no quali impenetrabili questi armi anche se poi
Viverci le compagnie sono di anglosassone l'amministratore delegato è un australiano Uganda ma non diciamo non sono praticamente irraggiungibili
E almeno per noi e quindi dovrebbero comprendere gli misure di cui si parlano un po'tutto il pacchetto non non dovrebbero esserci degli affetti
Su altre realtà al di fuori della compagnia ci sono dei problemi già nell'indotto a Fiumicino in particolare ma già ci sono prima reti prima di questa operazione
Ora chiedo adesso la sua opinione lei è uno che ci ne capisce volto anche le sue cose già ma è stato profeta somma
Quando ha scritto il suo libro ma che in qualche modo probabilmente l'Alitalia non avrebbe risolto i problemi era due mila otto due mila nove adesso non ricordo bene l'anno preciso e adesso insomma con queste eventualmente riteniamo la fusione
Potrebbe risolvere problemi oppure tra qualche anno ci ritroveremo quali intervistarlo a con altri soldi pubblici i pezzi
Se non compagnia dei patrioti di capitani coraggiosi ha avuto un andamento economico
Sempre in perdita superiore aspettative che ha perso
Nei cinque anni chiudo quando invita
Più in media appeso molto spesso più di quello che era la periodica media nei vent'anni precedenti cioè gli hanno fatto avevano vorrei ben
Compagnia pubblica naturalmente avendo tutti dei bar tutti vantaggio che hanno avuto la ricostituzione del monopolio dei voli nazionali con alla e uguali quindi non più concorrente
Hanno avuto l'abbattimento dei debiti la riduzione del valore degli aerei acquisiti cioè praticamente tutto tutto sul venduto con quella procedura di fallimento pilotato della vecchia Alitalia
Cioè massima in generale la linea Verona Milano che era quella più redditizia dare veramente ne scuri hanno avuto il monopolio Ceotto intanto commentato ampolla con
Convento dello cosca anche il treno veloce come Milano ma comunque hanno avuto dei diventati ampiamente peggiori di quelli che loro stessi nel Piano Fenice fatto da Banca Intesa Corrado par c'era
Che mancavano fosse pensavano che bastava essere del cappello del privato anziché del vituperato un pubblico ma questo non bastano fatto molti errori alloggi
Cosa può succedere intanto prima che si realizzi
L'operazione con le chiavi perché equivale a una fusione anche se non poteva esserlo perché chi ha non può diventare socio più del quarantanove per cento ma sarà lo spadone se l'operazione va in porto
Prima che questo avvenga ci sarà un passaggio ancora doloroso punto degli esuberi delle riduzioni
Richieste il debito c'è un discorso di prezzo quindi ci sarà un passaggio attraverso il quale l'Alitalia e Sea rimpicciolisce anche c'è in corso anche una riduzione della flotta
Questo per il tentativo di risparmiare cioè il concetto che vola di meno allora tanto varrebbe non volare forse cambiare la loro azione un'entrata per cambiare la loro voglia questa sconfitta allora
E ti ad metteva se l'operazione si fa molti soldi della compagnia fino a cinquecentosessanta milioni di euro non è una somma enorme cioè un cocktail consente investimenti molto importanti centimetri interne nuovi aerei
Comunque è una somma che potrà consentire ognuno una ripresa io credo che se l'operazione si farà dopo quest'ulteriore fallimento di questo c'è un altro fallimento quello dei dei capitani coraggiosi
è possibile che un'Alitalia ma saranno di taglia più piccola non illudiamoci cresceva Italia più grande di quella di questi anni che lei rimpicciolita possa riuscire con questa stampella con questa podio forti di chi abbia
A reggere meglio naturalmente sarà una compagnia più sbilanciata verso l'Asia verso oriente
E se e anche chi abita giungeva come lasciano trapelare ma dicono lasciano trapelare non non possiamo ancora dire che c'è un impegno
Che ci sarà uno sviluppo di nuove destinazioni intercontinentale a lungo raggio dall'Italia verso anche il Nord America
E qualcuno verso l'Asia il grosso dell'attività sarà canalizzato traverso Abu Dhabi quindi per volare in molte destinazioni che non siano solo i voli europei o nazionali
I passeggeri italiani se prima qualcuno diceva ma li fanno passare Sissa estero l'obiezione anche berlusconiana contro l'acquisto di affari
Domani ebbene che sappiano che dovevano passare ad Abu Dhabi che poi questo si è più comodo o no io non credo che sia più questo sì lasciamo agli ascoltatori e comunque ogni passeggero potrà avere
Cade costo sarà più comodo o no dipende anche la destinazione chiaramente sede diciamo che se deve andare ad avere Buenos Aires se non viene proprio distratta ecco insomma no bene ringraziamo Gianni Dragoni già della Seveso il ventilatore grazie