30LUG2014
stampa

Presentazione del IV Rapporto annuale "Gli immigrati nel mercato del lavoro in Italia"

CONFERENZA STAMPA | Roma - 12:36. Durata: 32 min 39 sec

Player
Il Rapporto, curato dalla Direzione Generale dell’immigrazione e delle politiche di integrazione del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, fornisce un ampio aggiornamento sulle presenze degli immigrati nel mercato del lavoro italiano, avvalendosi di numerose fonti statistiche e della collaborazione della Direzione Generale per le politiche dei servizi per il lavoro, dell’INPS, dell’INAIL, di UNIONCAMERE con il coordinamento di Italia Lavoro SpA.

Registrazione audio della conferenza stampa dal titolo "Presentazione del IV Rapporto annuale "Gli immigrati nel mercato del lavoro
in Italia"" che si è tenuta a Roma mercoledì 30 luglio 2014 alle 12:36.

Con Natale Forlani (direttore generale dell'immigrazione e delle politiche di integrazione del Ministero del Lavoro), Grazia Strano (direttore generale per le politiche dei servizi per il lavoro del Ministero del Lavoro), Franca Biondelli (sottosegretario di stato al ministero del lavoro, Partito Democratico), Natale Forlani (direttore generale all'Immigrazione del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali).

La conferenza stampa è stata organizzata da Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.

Tra gli argomenti discussi: Immigrazione, Italia, Lavoro, Mercato, Ministeri, Occupazione, Politica.

La registrazione audio della conferenza stampa dura 32 minuti.

leggi tutto

riduci

12:36

Scheda a cura di

Valentina Pietrosanti
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Questo
Lei sa che è sparito
Ma questo è importante
La rimette vogliono insomma
Dal quarto rapporto nel ringraziare tutti i collaboratori che hanno particolare il gruppo di Italia lavoro che ha coordinato non bello torto soggiorni mazzate
Il dottor Manni e Ricky e poi farlo dice accurato anche la relazione
Fisica dalla
Dal rapporto voglio ringraziarlo per l'ottimo lavoro svolto e soprattutto ringraziare ICI gli enti che hanno collaborato con noi
Il rapporto il quarto e l'unico rapporto istituzionale emerso dalle istituzione in materia di immigrazione periodico trattabile
Il rapporto ricordo è integrato anche di un bollettino semestrale di quindici rapporti annuali uno per ogni comunità per le prime quindici comunità
Straniere in Italia cioè la lettura viene poi declinata anche con il corredo di altri dati però ogni comunità
Nella le sette fonti statistiche sono ricordate nell'introduzione al rapporto ogni anno il rapporto sia vecchi riceve
Tutti a
Anche
Spezzoni di analisi un po'particolari quest'anno voglio mettere subito in evidenza l'analisi sull'impatto dalla crisi sulle famiglie
La lo specifico dall'analisi settoriale dedicata ai guai Giobatta ai lavori Coldiretti Bianchi per dirla all'italiana
Il lavoro e dei servizi alle persone e con una particolare evidenza per il lavoro domestico che notoriamente una settore
Di grande incidenza terrà
L'immigrazione per l'occupazione dell'immigrazione dalla lettura del principalità rimarcando la tabelle iniziale
La recuperi
Che è questa qua chiedeva la ricordo a nella realtà non era utile
Se riusciamo
Evidenziarla terrore comunque come diceva il commento di una tabella che annuncia non ce la fai
C'è una tabella che evidenziava le tendenze dell'ultimo anno che ricordo succintamente volta però ce l'avete mai alla
Menna ce l'ha detto e la la cartella ce l'ha tirate fuori la Venezia l'avete è questa qui
La seconda è il nuovo sistema
Fa grazie alla rete
Nostre si evidenziano le tendenze dalla occupazione dalle persone cerchia dagli atti Lino attesi
L'ultimo anno c'è la conferma di un sostanziale stagnazione dalla crescita dall'occupazione siamo più ventidue mila complessivamente con un'incidenza
Poco rilevante soprattutto se paragonata al fatto che negli anni due mila l'occupazione di mirati si è quadruplicata in Italia già si è moltiplicata per quattro
Metto nel contempo sembra una contraddizione ma la spieghiamo
Cresce in maniera molto più accentuata vedete come alle persone in cerca di lavoro e negli in atti
C'è una crescita esponenziale pari a tre volte quella degli italiani percentuale sia della disoccupazione delle persone in cerca sia
Del persone inattive e cioè che non non cercano lavoro sono presenti in Italia sono in età del lavoro Marrollo cerchiamo
Dal punto di vista pratico
Il questi aspirazione cioè questa apparente contraddizione con il corpo cresce l'occupazione e cresce e nel contempo la disoccupazione e le persone cerchia la cosa guardando i numeri nel rapporto si spiega intanto perché la disoccupazione che ci soprattutto per i maschi
Nei settori nei settori in crisi dalla manufatto vivere con l'edilizia in alcuni settori dei servizi
Mentre l'occupazione è cresciuta soprattutto per le femmine nel settore dei servizi alla persona quindi noi abbiamo una crescita delle persone che fanno i lavori
Mantenendo sia dei tagli a quelle che sono disoccupate e questo comporta una quota di persone in cerca di lavoro aggiuntiva a cui si aggiungono
La crescita per ricongiunzione e per i minori che entrano nel mercato del lavoro che abbiamo un fenomeno di crescita delle persone che non vengono per motivi di lavoro bello per
Ricongiunzioni familiari
Ma che poi sono effettivamente essendo in età da lavoro finiscono o nelle persone che cercano lavoro o negli inattesi e questo spiega il doppio fenomeno dalla crescita delle persone cento dagli martedì
Qui ogni anno cominciamo ad avere cinquanta sessanta mila minori ex minori o ai minori a cavallo del
Che all'età di ingresso nel mercato del lavoro che cercano lavoro sono un milione duecento mila in meno in Italia quindi c'è un una componente
Pari quasi al venti per cento dalle Corti
Equivalenti cioè mentre il la popolazione i stranieri in Italia e l'otto per cento circa la popolazione giovane rapportata I coetanee italiane ed al diciotto per cento
Questo dà una proiezione anche dalla presenza in prospettiva di stranieri al mercato del lavoro che già di per sé è significativa per questa è una componente ormai strutturale della nostra popolazione attiva
Questo è le queste inversione del ciclo la vediamo e questa è una tabella che ha una testa davanti
Che è quello della strano
Perché il tempo che ci torna attaccate
A trovare che vedrete a dai riflessi
Di tipo strutturale se vedete il brucia olio italiane
Il degli estranei solvibilità europei tra UE comune o comunitari extracomunitari
Nella lettera comunitarie c'è una componente ancora di europee la Moldavia l'Ucraina la Serbia che stanno per diventare o diventeranno
Ne ho comunitaria che hanno comportamenti più simile neocomunitari chiederei di extracomunitari
Come vedete la c'è una calo delle tendenze mette sono relativamente stabili per gli italiani cioè come vedremo poi la perdita di italiano e l'ho avuta la fuoriuscita dal mercato del lavoro
Ed è soprattutto pensione anziane e cecità in parte la disoccupazione dagli stranieri le tendenze
Dalla disoccupazione Entella dalle in attività sono molto molto più sostenute in particolare sono più sostenute per gli extracomunitari
Tenete la cifra gialle sono quelli che che all'olimpico crescono di più
Quindi abbiamo anche una differenziazione tra il fenomeno dai neo comunitari e in parte dagli europea dice Lisco poi diamo dalle tendenze comunitari e gli extracomunitari cioè l'artiglio occupazione colpisce molto di più
Le popolazioni extracomunitarie
Quelle che hanno a dominanza i maschi che lavorano
E non di rado non hanno la donna che lavora nonostante abbiano carichi familiari il particolare perché a pezzi sono marocchine tunisine albanesi
Alcune popolazione altri atti che Pakistan Bangladesh India
Dove la dominanza del ruolo maschile ed alcoli detto capo famiglia è espone poi la famiglia un rischio di disoccupazione
Mentre la dominare il la quota almeno comunitaria e la quota europea degli extracomunitari è molto più in queste quote sono molto più accentuati dalla componente al lavoro femminile
Che è stata meno esposte a rischi di un la disoccupazione anzi è cresciuta in maniera sostenuta
E ed è molto più adattabile
Cioè le la ormai il mercato la formazione del mercato al lavoro perone adatta circolarità sia Peri immigrati neocomunitari si emigrati in auto comunitari questo
Comporta degli affetti e delle analisi sul mondo dell'immigrazione che si stanno differenziando noi stiamo parlando non di un fenomeno di immigrazione
Ma dei più fenomeni che convivono
Vediamo agli affetti dal mercato dal lavoro
Durante il periodo dalla crisi e che possedevano sia pure attenuati sul versante occupati
Ferrarella gessi modo disoccupato andamento disoccupazione italiana senza gli stranieri di l'occupazione la titolazione si sarebbe raddoppiata
Cioè il calo degli occupati sarebbe il doppio di quello che è distratto già in questi anni
Gli immigrati hanno compensato in positivo
La metà esatta
Zero virgola per capirci differenza rispetto al calo dall'occupazione totale molte delle persone che sono fuoriuscite italiane sono fuoriuscite al mercato del lavoro tout court
E in parte sono negli attuate alla crescita dalla disoccupazione
Questa queste cambiamento apportato una variazione di incidenza dalla presenza dei comuni neo comunitari in moltissimi settori quell'ente in particolare
Grazie in particolare dei servizi alla persona
Ma anche nell'agricoltura e anche nei settori in crisi
Paradossalmente è cresciuto all'occupazione a fronte di un drastico calo di quella preoccupazione desta Mineo forti ondate di a fronte di un dato caldo
Vediamo nella prossima tabella come queste incidenza nei settori aumentata
In particolare in tabella successiva sia il settore più esposto
Ma i settori dal personale dei servizi alla persona per l'attività di settore domestico dove siamo arrivati allo stop dall'ottanta virgola sei per cento
Il presente agli stranieri e ha avuto un nuove questo l'ho calcolato in maniera diversa del novantadue per cento cioè l'ottanta per cento
Applicato al turnover cioè chi va a pigliare chi viene sostituito e al novantadue per cento Scamarcio sostanzialmente ormai lavoro domestico è un lavoro fatto dagli stranieri in Italia quasi totalmente mentre negli altri settori
Va avanti
Prossima
Qui vediamo l'analisi che ti serve anche per valutare le tendenze che all'ultima parte della rapporto è dedicata cosa succederà
Come vediamo la tendenza
Ormai strutturale sia queste sono le comunicazioni obbligatorie poi c'è la dottoressa
Grazie strano che la diretto eccedenti l'attore della servizi per il lavoro dal mercato del lavoro che darà il suo contributo in materia perché queste alla parte che ha occupato la sua abitazione
Come vedete per alle attivazioni il caso sta diventando strutturale precipitata la quota delle attivazione che riguardano gli sane precipitato un po'per tutti come vedete
Ma per gli stranieri fino al due mila undici soprattutto agli extracomunitari
Era stata in controtendenza
Secondo me è un dato falsato perché è falsato dalle dalla sanatoria
Nel due mila nove c'è una sanatoria che viene registrata nelle analisi dopo come vedrete nella prossima calano anche le cessazioni perché cala l'occupazione
E non c'è questo balzo
Per deve queste a queste comunque perché allo dalla
Il piano delle a delle della calo delle cessazioni
Coerente con un calo dell'occupazione rivela
Che mette per le attivazioni c'è stato il picco questo piccolo non c'è equivalente perché
Perché esce tu fai la sanatoria regolarizzi un un permesso di soggiorno e non c'è dietro un lavoro purtroppo quel giorno è capitato ebbe capiterà anche
Con gli esiti di queste sanatorie in Kosovo c'è ancora agli sgoccioli ma dei dati che abbiamo già rilevato queste conferme arrivano tuo regolarizzi permessi di soggiorno nove con la legge
Occupazione per cui all'inizio l'attivazione del nelle distratta
Nelle comunicazioni obbligatorie perché vedi depositare la domanda di assoluzione ma subito dopo si rimette il rapporto di lavoro e quindi ai una tendenza alle cessazione che è più
Lineare e guarda caso riguarda soprattutto le donne
Cioè persone che hanno partecipato al due mila nove
Alla cosiddetta sanatoria queste o dalle idee oggi la formazione al mercato sommerso poi dirà qualcosa credo in materia di sottosegretario è una formazione sì
Dove c'è un'incidenza forte degli immigrati ma sono immigrati soggiornanti regolari sono irregolari nel lavoro non sono clandestini
Capirci per usare il vecchio termine non politicamente corretta quindi c'è anche una
Ristrutturazione di questi dati
Sì questa funzione allora beh di
No alla parte finale
La cosa è evidente che c'è un cambiamento di ciclo che impone un cambiamento di politica le tre cose che sono abbastanza chiare è che nei prossimi anni
Ci sarà un'abbondanza di manodopera dequalificata in cerca di lavoro
L'idea di programmare i flussi di manodopera generica
A mio avviso scusate il termine folla una cosa in questo genere debba basterebbe la vita alle persone in difficoltà
E in persone difficoltà soprattutto sono quelle ricordo monoreddito e con famiglia carico cioè c'è la formazione se poi venisse guardata la fascia dalla povertà Anna la falce la povertà non le analisi starci evidenza
La dominanza dalla componente immigrata
Quindi
C'è una questione di fondo che va
Controparte il problema vero sono le politiche attive
Gli immigrati partecipano moltissimo le politiche passive
Per questo è una tabella pubblicata all'INPS
Che evidenzia solo la parte degli extracomunitari e vedete che le percentuali di incidenza sono superiori a quello alla partecipazione al mercato del lavoro e macchiano i neo comunitari questi sono gli extracomunitari
Se aggiungiamo i neocomunitari probabilmente arriviamo intorno al venti per cento dei partecipazione e quindi il doppio rispetto all'incidenza
Generale del mercato alla voce intorno al dieci virgola cinque piglia partecipazione di sostegno al reddito è molto più spinta anche perché ci sono i settori che hanno dei sostegni al reddito come l'edilizia l'agricoltura
Particolari e quindi
Dove c'è anche molti e molti
Immediate
Ma è bassissima e chiudo la partecipazione al
Alle politiche attive e questione indicatori partecipazione abbastanza evidente
La quota più si rivolge al servizio del listone io molto più basso di quello degli italiani
Perché è questo sto a è vero perché la il meccanismo di reclutamento gli stranieri è basato c'è un'altra tabella andrebbe considerata sul passaparola cioè il tasso di reclutamento tramite di passaparola il passaparola per gli stranieri e il doppio di quella italiana intorno al settanta per cento rispetto al trentacinque
E questo aspetto perché avere tutti lo sanno vengono perché l'amico li ha chiamati e c'è un'alta specializzazione settoriale di le chiamo all'edile la domestica che ama la mica la sorella l'apparente tre
C'è una diciamo così a un'intermediazione naturale basata sul Po passaparola
Questo meccanismo funziona quando il il mercato tira cioè funzionasse tira l'edilizia l'agricoltura e nel settore dei servizi alla persona eccetera eccetera quando il mercato non tira e c'è una crescita dell'occupazione
In questi settori non trovi più la voce di una politica attiva cioè te devi riconvertire
E questo è il punto critico dalla nella dell'approccio politica dobbiamo mettere in atto cioè
Devi portare gli immigrati a partecipare alla politica attiva e su questo credo la nostro sottosegretario dalla parte delle iniziative di rara
Dirà cosa il ministero intende fare in questa direzione
Volevo chiedere a i nostri amici dice voglio mettere anche subito tombali avevi tutto una parte l'ordine del giorno o se volevi farlo dopo
Coordinatore
La dottoressa Grazia stiano ventotto supporto e sostegno
Allora
Io volevo
Soltanto di agganciarmi a questa ultima parte
Del dottor Forlani quella sulle politiche attive su o la necessità che i servizi per l'impiego considerano questa nuova componente
Della forza lavoro anche soprattutto in merito alle classi dei giovani
E per portare dei dati che non sono compresi nel rapporto ma che secondo me sono interessanti
Al programma garanzia giovani che in corso di realizzazione
Una fetta delle di coloro che hanno aderito al programma e quindi chiesto
Alle Regioni quei servizi competenti di essere inseriti nel mercato del lavoro attraverso una delle misure del programma garanzia prevede ovvero un corso di formazione per completare il ciclo di studi un tirocinio l'apprendistato un rapporto di lavoro
Il due virgola cinque per cento sono Giovanni delle seconde generazioni di cittadini extra UE
E anche la sia la componente cittadinanza che la componente territoriale dei servizi per l'impiego e interessante poter organizzare questi servizi
Il le prime tre cittadinanze di appartenenza di questi giovani sono l'Albania il Marocco esterne Gallina quindi ci dice come veramente sono
Coloro non che si sono sì sono entrati per la prima volta in Italia ma che sono figli le seconde generazioni di genitori della prima e seconda immigrazione che sono stabili in Italia che
Frequentano le scuole italiane che sono pronti per essere inseriti nel mercato del lavoro addirittura
Piglia cinquantasei per cento di questi giovani appartiene alla classe media quindi dai diciannove ai ventiquattro quindi anche quel comunale
Percorso scolastico diverso rispetto ai quindici diciottenni che comunque mantengono la classe la classe la percentuale più basta
Omogenea con le giovani italiani perché i giovani stranieri
Che hanno chiesto di partecipare a garanzia giovani nella classe compresa tra i quindici e diciotto sono circa il quattro per cento la fetta grossa si concentra sulla classe mediana e e interessante sono le tre regioni proprio per
Organizzare all'interno delle misure previste servizi per questa tipologia di persone
Le prime tre regioni scelte dai giovani sono il Veneto l'Emilia Romagna e le Marche quindi tre regioni dove storicamente si si è consolidata
Insediata la legale generazioni di immigrazione quindi questa è una
Una riflessione che servizi per l'impiego devono fare
L'ultima cosa scrive non tanto sui dati del sistema delle comunicazioni obbligatorie perché il dottor Forlani ha ben sintetizzato e che comunque trovate nel rapporto ma anche per dire come
L'uso delle informazioni amministrative che ormai consolidata da qualche anno è utile
Per l'analisi e per l'organizzazione delle politiche quali sono i prossimi passi perché non ci fermiamo al sistema delle comunicazioni obbligatorie
Il sistema garanzia giovane ci darà informazioni precise
Sulle
Sull'attivazione dei servizi quindi per vedere quali politiche attive del lavoro vengono organizzati dei servizi per l'impiego e soprattutto l'efficacia di queste politiche perché poi le comunicazioni obbligatorie ci servono a capire se è un corso di formazione un apprendistato ha avuto poi un seguito nel mercato del lavoro
E l'altra grande
Sponda diciamo su cui stiamo lavorando e rivolta sia ai colleghi del Ministero dell'interno quindi per mettere in relazione tutti i dati dei permessi di soggiorno
Per motivi di lavoro e capire effettivamente si al di là della richiesta di permesso di soggiorno la durata effettiva del rapporto di lavoro con l'andamento delle cessazioni di cui si parlava prima e poi il mondo della scuola
Questi giovani sono
Giovani che frequentano
Un percorso di studi ordinario e quindi sarà utile integrare le banche dati del Ministero della l'università e ricerca scientifica per capire ancora prima che probabilmente ancora prima che terminò il corso di studio quali politiche offrire per l'inserimento nel mercato del lavoro
Quindi il rapporto sugli immigrati e uno dei prodotti ormai consolidati come diceva Natale il quarto
Delle Ministero del lavoro e la linea e continuare sulla raccolta delle informazioni peppola portare avere a disposizione sempre più informazioni integrate
Per la la previsione delle politiche l'organizzazione delle politiche sul territorio non non rubo più tempo agli altri nella
Compreso
Grazie sottosegretario

Grazie grazie a voi che siete qui presenti grazie agli organi di stampa grazie a coloro che hanno lavorato per questa
Questa giornata
Ma io credo dei dati che il dottor Forlani ha presentato abbiamo sicuramente
Alcune criticità che non possiamo sottovalutare
C'è un'occupazione che tiene ma comunque perde perde sicuramente di qualità abbiamo quindi lavora di meno stabili abbiamo lavori meno retribuiti
I carichi familiari per alcune diciamo quindi sono più pesanti
E sono comunque evoluzioni negative nonché e espongono comunque le famiglie a a una povertà a i ha comunque a monoreddito
Abbiamo a reti lavoro sommerso
Abbiamo sicuramente una preoccupazione per quello che è il lavoro sommerso
E dobbiamo anche aggiornare questa mappatura perché ma ripeto ripeto quello che diceva anche Forlani qui non si parla di lavoro sommerso del clandestino che arriva
Sulle nostre coste o dalle nostre o nelle nostre Regioni ma sono persone regolarmente soggiornanti
Con una rilevanza particolare proprio al settore domestico quindi piuttosto che perdere completamente il lavoro Ulan già perso lavoro hanno una famiglia piuttosto che a ritornare magari nei Paesi d'origine dove
Avrebbero magari anche delle difficoltà
A volte lavorano sicuramente in nero e con stipendi sicuramente ridotti
Che cosa diventa prioritario diventa prioritario prima di tutto investire nelle politiche attive non possono essere più politiche di tipo assistenziale
Vengo da una riunione con le Regioni appunto su su quello che era la povertà assoluta e quello che stiamo cercando di fare sulla povertà
Anche lì che sicuramente e le famiglie vanno supportati coloro che perdono il lavoro vanno scriba supportato ma anche i Comuni chiedevano non possiamo più soltanto
A dire una segno dare un'assistenza di duecento trecento euro e non aprire continuare così non è possibile non abbiamo le risorse sufficienti quindi si parla proprio di politiche attive
E gli stranieri dobbiamo quindi promuovere noi come istituzioni programmi di riqualificazione di reinserimento al lavoro sovente non fanno formazione sovente lavorano come diceva
Natale Forlani magari per chiamata tra amici no ecco olio o c'è un lavoro qui in questa ditta edile vieni anche tu lavoriamo qui poi però di fatto perdendo il lavoro non hanno alcun le foto non hanno alcuna formazione quindi hanno ancora più difficoltà
Ci rendiamo benissimo conto e non vogliamo creare lo dicevo prima la guerra dei poveri perché sappiamo benissimo che questa crisi ha colpito tantissimo anche gli italiani e quindi bisogna soltanto cercare
Di dare politiche attive formazioni il Governo su questo sta cercando di lavorare con degli interventi
Proprio di cambiamento radicale del programma per esempio dall'aiutare il PD è netta viene garantita la partecipazione anche dei giovani stranieri residenti coloro che punto che
Sono delle seconde generazioni
Abbiamo poi un dialogo in corso in corso un dialogo con le istituzioni derivi paesi di ore
Ne di queste persone che lavorano da molto tempo nel nostro Paese come il Marocco come l'Albania come la Tunisia all'Egitto
E interventi che tengono punto conto
Delle specificità poiché ogni comunità anche per poi a dire azioni congiunte con i Governi di questi paesi per favorire appunto un processo di migrazione circolare qualificata
A loro lo sottolineo ancora non è possibile pensare di di creare di dire a queste persone venite qui che tanto ci sarà
Qualcosa farete perché significa prendere in giro persone che vengono da altri a realtà in un momento difficile non solo per di crisi economica del loro Paese ma proprio di guerra e quindi veramente di enorme difficoltà quindi non si può nemmeno usare la faciloneria quindi dobbiamo se queste persone le accogliamo e dobbiamo accoglierle nel mercato del lavoro devono avvenire comunque una qualificazione una qualifica
E quindi questo soltanto con una una persona altamente qualificata sicuramente si può pensare a un mercato del lavoro e cercare appunto di dare risposte concrete
Programmi daremo poi io iniziative pubbliche nella seconda parte punto la fine anno magari
Oltre alle istituzioni appunto di dialogare con le parti sociali perché penso che anche da proprio dal sindacato possano venire delle risposte concrete su questo fenomeno quindi c'è una tanta un'attenzione particolare
Che il Governo sta rivolgendo su queste politiche e sulla
Sì colta
A dal lavoro rivolta agli emigrati ma
Sicuramente non viene messo il secondo parte sicuramente la la la difficoltà delle nostre famiglie
E si sta lavorando anche su un piano appunto di povertà che stavamo discutendo oggi in un tavolo col ministro che ha dimostrato molta sensibilità
Su queste tematiche il cui io alcune di queste temi scuole deleghe e quindi c'è un'attenzione particolare anche su l'impoverimento delle famiglie e non ultima anche delle famiglie italiane con con famiglie numerose famiglie che hanno un solo genitore quindi c'è un'attenzione particolare non assistenzialista ma
Di progettualità grazie
Ragioni ovviamente l'esposizione
Io vi chiederei scusa attorno alla povertà di la Astroni visto all'inizio controlla Paolo prego
Ascolta Paolo per ringraziare
Morte di nuove sulle comunità
Cioè trovate nella nella nel portale che matte oltre al materiale anche la relazione completa
Dal rapporto al potato dell'immigrazione
Questo deve essere
Bene riviste
Solo
Eleganza
Considerazione
No
Un errore è una equivalenza è una equivalenza psicologiche sotto lo
Questa è una scuola
No no no è quelli metà nelle tappe avesse piena chiara anche lì
Tale letta la condizione soggettiva encomiabile quindi
Specie cieca diventa
Perché ancora
Bene grazie
Grazie