13 SET 1999

Intervento di Gianfranco Dell'Alba sul secondo rapporto del comitato di esperti indipendenti sul funzionamento del Parlamento Europeo e della Commissione europea

STRALCIO | - PARLAMENTO EUROPEO - 00:00 Durata: 3 min 36 sec
A cura di Andrea Maori
Player
Registrazione video di "Intervento di Gianfranco Dell'Alba sul secondo rapporto del comitato di esperti indipendenti sul funzionamento del Parlamento Europeo e della Commissione europea", registrato a Parlamento Europeo lunedì 13 settembre 1999 alle 00:00.

Sono intervenuti: Gianfranco Dell'Alba (parlamentare europeo, Lista Bonino).

Tra gli argomenti discussi: Amministrazione, Bilancio, Commissione Ue, Costi, Istituzioni, Parlamento Europeo, Polemiche, Spesa Pubblica.

La registrazione video ha una durata di 3 minuti.

Questo contenuto è disponibile anche nella sola versione
audio.

leggi tutto

riduci

  • Gianfranco Dell'Alba

    parlamentare europeo (Lista Bonino)

    Signor Presidente, onorevoli colleghi, naturalmente il rapporto dei Saggi è un ottimo rapporto, naturalmente le sue raccomandazioni dovranno essere studiate con grande attenzione e io dico che, così come per il primo rapporto, delle conseguenze importanti sono derivate per il Collegio dei Commissari; penso che anche questo secondo rapporto, se del caso, debba far derivare delle conseguenze altrettanto importanti e severe, laddove se ne reputi la necessità, a livello della struttura della Commissione. Visto però che tutti parlano della Commissione, io vorrei invece parlare anche del Parlamento europeo: un po' di autocritica ogni tanto non fa male, anche alle altre Istituzioni. Innanzitutto vorrei dire a tutti quei colleghi che a gennaio e a febbraio urlarono contro la mozione che istituiva il gruppo dei Saggi, pensando che fosse una specie di colpo di mano per annegare tutto attraverso la creazione di un comitato, che penso che si rendano conto di avere sbagliato di molto, ottica e ragionamento, e che dovrebbero ritirare, quanto meno, tutte le critiche che fecero allora a quella dinamica che è stata impressa, mi pare in modo positivo, dal Parlamento europeo, da coloro che votarono l'istituzione del gruppo dei Saggi. E poi vorrei che il nostro Parlamento traesse spunto anche lui dal rapporto dei Saggi. Cosa dice il rapporto dei Saggi? Dice che anche le Istituzioni e le autorità di bilancio non è che si siano accorte molto rapidamente di una serie di disfunzioni, non è che abbiano operato nel modo migliore e più saggio anche loro per evitare le derive che ci sono state: penso, per esempio, alla grande politica che ci ha fatto togliere i famosi minibudget . Il nostro Parlamento, lancia in resta, ha creato una politica per la quale abbiamo - e ne eravamo fieri - l'abolizione dei minibilanci. Sembrava che fosse la soluzione universale. Abolizione dei minibilanci e gelo delle risorse umane: questa era la ricetta con la quale la Commissione avrebbe dovuto eseguire infinite politiche supplementari. Naturalmente il risultato, a quattr'anni di distanza, è che coloro che urlavano contro i minibilanci adesso dicono: ah, avete dato i posti ai BAT, agli uffici di assistenza tecnica! Un po' di autocritica, dunque! Da quegli stessi pulpiti adesso viene fuori il discorso, per esempio, degli elicotteri: si parla molto di Agusta ma non si parla mai di Westland, per esempio. Bene, da quegli stessi pulpiti che parlano tanto del caso Agusta vorrei sentir parlare anche del caso Westland, visto che la Commissione è stata interessata anche a queste vicende elicotteristiche. Questo tanto per divagare un po', ma per tornare al tema, io dico quindi che il nostro Parlamento dovrebbe... (Il Presidente interrompe l'oratore)
    0:00 Durata: 3 min 36 sec