17 AGO 2005

Leadership nel centrodestra. Intervista a Sandro Bondi

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 15 min 59 sec
Organizzatori: 

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Registrazione audio di "Leadership nel centrodestra. Intervista a Sandro Bondi", registrato mercoledì 17 agosto 2005 alle 00:00.

L'evento è stato organizzato da Area radicale.

La registrazione audio ha una durata di 15 minuti.
  • Ascolta

    Roma, 17 Agosto 2005 - ''Miserevole è il tentativo condotto (non so se consapevolmente o inconsapevolmente) di logorare la leadership politica rappresentata da Silvio Berlusconi, unica possibilità che abbiamo di vincere le elezioni''. Cosi' il coordinatore di Forza Italia Sandro Bondi, in una intervista a Radio Radicale replica al leader dell'Udc Marco Follini. ''Sono solito cercare di riportare il dibattito alla ragionevolezza politica, al buonsenso politico - aggiunge Bondi - e in Forza Italia c'è molta cultura politica, molta ragionevolezza, molto buonsenso. Ma forse qualcuno pensa che abbiamo gli anelli al naso, e io dico che non e' cosi''. "Noto il fatto che Pannella disegna con grande generosita' uno schieramento - quello dell'opposizione - che dovrebbe ispirarsi a Saragat, a Blair, a Zapatero. Ma oggi nella sinistra non c'è né Saragat (e forse si evoca Saragat perche' non ci sono a sinistra interlocutori viventi), non c'è Blair, e resta solo Zapatero, resta solo Romano Prodi''. Quanto alla possibilità di un dialogo con tra Radicali e Cdl, Bondi, ricorda che ''oggi per quanto riguarda la politica dei diritti, le questioni etiche, i diritti umani, non abbiamo posizioni comuni, siamo divisi. C'è pero' tutto un campo della politica economica e della politica estera che invece ci unisce, e non dispero di riprendere un dialogo su questo terreno comune''.
    0:00 Durata: 15 min 59 sec