11MAR2014
stampa

Presentazione di un esposto in Procura per omissioni di atti di ufficio nei confronti della Giunta delle Elezioni che non ha ancora fatto decadere Michele Giovine

CONFERENZA STAMPA | Torino - 12:00. Durata: 12 min 17 sec

Player
Registrazione audio della conferenza stampa dal titolo "Presentazione di un esposto in Procura per omissioni di atti di ufficio nei confronti della Giunta delle Elezioni che non ha ancora fatto decadere Michele Giovine" che si è tenuta a Torino martedì 11 marzo 2014 alle 12:00.

Con Giulio Manfredi (segretario dell'Associazione Radicale Adelaide Aglietta di Torino, Radicali Italiani), Igor Boni (presidente dell'Associazione Radicale Adelaide Aglietta di Torino, Radicali Italiani), Silvio Viale (consigliere del Comune di Torino, Partito Democratico), Alberto Ventrini (avvocato, Radicali
Italiani).

La conferenza stampa è stata organizzata da Associazione Radicale "Adelaide Aglietta" di Torino.

Tra gli argomenti discussi: Anagrafe Degli Eletti, Associazioni, Berlusconi, Bresso, Brogli, Cassazione, Centro, Consiglio Di Stato, Destra, Elezioni, Enti Locali, Giovine, Giustizia, Incandidabilita', Legge, Penale, Piemonte, Politica, Radicali Italiani, Regionali 2010, Regioni, Scandali, Severino, Sinistra.

Questa conferenza stampa ha una durata di 12 minuti.

leggi tutto

riduci

12:00

Scheda a cura di

Alessio Grazioli
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Buongiorno a tutti vogliono ascoltatori di radio radicale e siamo qui davanti al Consiglio regionale della Regione Piemonte
Invitati da soluzione radicale dell'Italietta per una conferenza stampa volante su due questioni
La prima la mancata decadenza del consigliere regionale Michele Giovine
Da centodiciassette giorni la sentenza definitiva infatti di Cassazione risale
Al quattordici novembre due mila e tredici
In base alla legge sederino valida decadenza di diritto ma sono passati centodiciassette giorni e la Giunta delle elezioni del Consiglio regionale non ha ancora fatto decadere Michele Giovine
In Piemonte c'è una situazione paradossale la legge sederino vale alcun ruolo ma non vale a Torino nel senso che nel Comune di curva dove Giovine al consigliere comunale
I Comuni rigo quel primo di marzo se li unito e l'ha fatto decadere
Grazie anche all'intervento della soluzione radicale da Italietta che ha scritto al sindaco ricurvo e al prefetto
Abbiamo scritto anche al Presidente Cattaneo alla giunta elezioni del Consiglio regionale ma purtroppo
I taciuta elezioni si è riunita due volte
La poi Imam il trentuno gennaio e appunto affinato la decisione dicendo che occorre aspettare
L'ha decisa dal Consiglio di di Stato e come mischiare le patate con le banane nel senso che la sentenza penale è un conto sui Giovine la sentenza amministrativa e tutto un altro paio di maniche un altro campo
Il sei marzo si unisce nuovamente la Giunta delle elezioni e manca guarda caso il numero legale
Del centrodestra hanno presenti solo due consiglieri Maurizio Lupi Rosanna costa il centrosinistra presente quasi
Per diciotto per cento ma non è bastato quindi di fonte a tutto questo di fonte a una pretestuosa atteggiamento da parte del centrodestra del Consiglio regionale
Questa mattina l'avvocato Alberto ventenni che ci raggiungerà fa poco ed esploratori tecnicamente l'esposto ha presentato l'esposto stesso alla Procura della Repubblica
Dove ha la parola a sì il gobbo ogni Presidente della Sezione Alcadia Italietta per
Alcuna profondimento sia sul tema magari Di Giovine sia sull'anagrafe dei vitalizi
Grazie Giulio
Ma
Speriamo oggi che sia l'ultimo atto di quasi dieci anni di lotte radicali nei confronti del caso specifico di Michele Giovine ma più in generale della questione legalità elettorale in Piemonte
Lo ribadiamo tutte le volte ci tengo a ribadirlo anche oggi
Da soli per tantissimi anni abbiamo denunciato le malefatte di Michele Giovine che è stato presente per cinque anni nello scorso Consiglio regionale con
Le grazie alle firme false Daloui raccolte firme false certificate che erano
Era stato certificato che è una fase dalla magistratura
E in questa tornata elettorale di nuovo quasi da soli insieme a Marcello sbaglia esso abbiamo denunciato la falsità della della lista dei Pensionati per Cota falsità che non è stata semplicemente fine a se stessa perché ha provocato
Di fatto la vittoria di Cotta far Sando l'intero risultato elettorale ed è per questo che
Fra breve speriamo in concomitanza con le secolo per il Piemonte tornerà a votare quindi non un caso di poco conto
Speriamo dico che sia l'ultimo atto perché il centrodestra piemontese e poi diremo anche non solo il centrodestra piemontese
E c'è da saremo intesi in quest'ultima fase si è arroccato a difesa di Michele Giovine andando contro l'evidenza l'evidenza di tre gradi di giudizio che hanno
Dichiarato e certificato il falso elettorale di Michele Giovine
Arroccato a difendere l'indifendibile contro qualsiasi principio di legalità a novembre Michele Giovine è stato dichiarato in terzo grado colpevole
Doveva decadere immediatamente dal Consiglio regionale invece come Giulio ricordato poc'anzi per due volte la Giunta delle elezioni ha mancato questo obiettivo ed è per questo che noi
Sperando di compiere con oggi l'ultimo atto denunciamo con un esposto alla magistratura
La l'omissione di atti d'ufficio nei confronti del Consiglio regionale dicevo non solo la maggioranza di centrodestra perché e credo sia importante rimarcarlo i Grillini che
Sulle televisioni a più riprese mettono la questione trasparenza e legalità al centro dei loro interventi contro la casta contro la partitocrazia cosa hanno fatto qui in Piemonte B
In questi ultimi anni possiamo dire che non ha fatto sostanzialmente nulla
Per denunciare le violazioni della legge che noi
Puntualmente abbiamo denunciato in più nel ultima Giunta delle elezioni mancavano al non al numero legale oltre i consiglieri del centrodestra anche il Consigliere Grillini no che quindi
Ha contribuito a evitare che Michele Giovine decadesse del Consiglio regionale noi speriamo che in zona Cesarini in ultra zona Cesarini questo Consiglio regionale
Recuperi il tempo perduto e riconquista i almeno su questo aspetto la legalità facendo decadere Michele Giovine denunciamo una risposta inaccettabile del Presidente Cattaneo che abbiamo ricevuto sul tema
Che dice in sostanza che visto che ormai siamo in procinto delle elezioni di fatto la questione risolta no di fatto la persona risolta un cavolo perché
Per risolverla nel momento in cui
Michele Giovine condannato in via definitiva deve assolutamente decadere altrimenti stiamo scherzando e stiamo violando la legge
Giulio ricordava poi la questione della trasparenza della anagrafe pubblica dei vitalizi
Siamo qua anche per questo per dire che il modo migliore per esorcizzare quello che è accaduto in Piemonte con le spese pazze e le mutande verdi cotta che hanno
Fatto storia occorre anche qui trasparenza occorre dare conoscenze cittadini delle spese che vengono fatte
E visto che sui vitalizi questa conoscenza non c'è occorre non solo per chi oggi e Consiglio regionale ma per tutti i consigliere regionale del Piemonte da quando la Regione è stata costituita
Fino ad oggi
Si abbia conoscenza di quali sono le cifre che vengono ad oggi percepite quali sono le cifre che verranno percepito nel futuro
E occorre farlo grazie ad un'implementazione dell'anagrafe pubblica degli eletti denominati che grazie a noi e ormai patrimonio conquistato dalla Regione Piemonte disponibile
In visione ad ogni
Elettore con pochi clic
Aggiungere anche la notizia dei vitalizi tutto questo gli aspetti della trasparenza gli aspetti della legalità
Lo ribadiamo non sono un patrimonio della destra o della sinistra certamente sono un patrimonio dei radicali ma sono un patrimonio che dovrebbe essere della politica e poi da quelle basi ragionare poi sulle cose che si vogliono fare su questi temi
Con questi temi con con la nostra storia di lotte di questi anni lotte fatte qui in Piemonte noi ci presenteremo
Anche al cospetto del di chi
Ambisce ad essere l'ho Presidente la Regione Piemonte in particolare al centrosinistra per chiedere se questi temi verranno messi come obiettivi principali fondamentale del proprio agire politico se così sarà ovviamente
Daremo il nostro contributo altrimenti tutto questo
Rimarrà patrimonio solido radicali noi continueremo da soli a portarlo avanti
Grazie io ora la parola adesso a Silvio viale Presidente del Comitato nazionale di radicali italiani
Grazie noi siamo qua già stato spiegato praticamente tutto noi ribadiamo però questi e di trasparenza e legalità che
Giovine deve decadere d'altra parte la situazione del la situazioni Giovine e esattamente quella di Berlusconi
Tolga ancoraggio si è fatto di cadere Berlusconi sapendo che piove sia più potente di Berlusconi seggiovie Berlusca deve venire a lezione da giovane per capire come fa come facciata o decadere arriva da rissa e la
E non lo stante
Meno potere di fatto atto a parte le battute che avevi che tu hai su questo caso si sprecano esiste un punto fermo che è quello di un falso clamoroso
Apre quando parliamo di firme false in questo caso è meglio ripeterlo sempre
Non parliamo delle firme autenticate nel presentare la lista presentiamo dei candidati delle firme dei candidati cioè della lista Di Giovine erano falsi candidati gente candidata ha a sua insaputa
Con la firma anche la patacca perché anche la firme erano palesemente non vere come è stato ma ci avete dimostrato ecco perché noi spendiamo questa falsa finisca e che il Piemonte possa andare finalmente ad elezioni fonte
Tre anni di ritardo perché
Tutta veduta cadere nel primo anno
Però è meglio i giusti stages giustizia prevalga anche se il ritardo piuttosto noto valga mai
Grazie attendiamo adesso è appena arrivato alla manifestazione e l'avvocato Alberto ventenni
Avvocato radicale che ha curato la presentazione dell'esposto alla popolazione di Torino questa mattina
E magari che ci dirà qualcosa sul anche pubblicamente sul reato ipotizzato e appunto sulla pregnanza di questo esposto la parola al dato che in termini
Buongiorno
Esso no Roberto Venturini avvocato radicale abbiamo valutato la possibilità di configurare il reato di omissione di atti d'ufficio alla condotta del Consiglio regionale io ho della Giunta
Delle lezioni presso lo stesso Consiglio regionale in quanto
Da novembre da quattordici novembre a oggi non ancora
Deliberato la decadenza del Consigliere Michele Giovine alla carica decadenza che e Dese puntata di diritto non c'è una possibilità discrezionale da parte dell'organo a cui appartiene il Consigliere quindi l'ha fatta il Consiglio regionale della sua Giunta
In quanto la legge stabilisce e molto chiaramente la predetta legge sederino cioè il decreto legislativo
Duecentotrentacinque del due mila dodici che la porla decadenza
Al fine di diritto al momento in cui si verifica una causa di ineleggibilità come in questo caso e in questo caso la causa di ineleggibilità consiste nella condanna definitiva quindi passate in giudicato con sentenza di Cassazione
Del quattordici novembre due mila tredici sentenza di condannata a una pena superiore ai due anni in questo caso due anni e otto mesi quindi non c'è possibilità di discussione su questo aspetto nei ripeto Maggi discrezionale
Il fatto che benché a conoscenza di questa situazione non soltanto per l'evidenza giornalistica ma anche perché sia stato è stata più volte sollecitato dalla stessa
Associazione radicale torinese della Italietta di pronunciare questa decadenza il Consiglio e la Giunta non abbiano portato questo provvedimento e riteniamo che possa ecco questo ovviamente dovrà poi essere la Procura della Repubblica dire se la nostra ipotesi è fondata o meno
Possa configurare il reato di omissione d'atti d'ufficio in quanto si tratta di un provvedimento che avrebbe dovuto essere assunto che deve essere assunto ancora oggi deve essere assunto
Per ragioni di giustizia e senza ritardo senza possibilità appunto
Di ulteriore istruttoria quindi da questo punto di vista
Gli estremi per la configurazione del reato possono esserci ovviamente ripeto sarà la Procura della Repubblica che questa mattina abbiamo investito
Della questione presentando un esposto le a decidere se effettivamente di possono essere anche appunto estremi di reato oltre a quelle che sono
Le valutazioni le responsabilità di tipo politico o anche amministrativo
Ringraziamo l'avvocato Alberto Venturini la manifestazione il sit-in dei militanti all'i cali sotto il Consiglio regionale continua ma ho io la conferenza stampa finisce qua diamo per
Ricordiamo il sito la soluzione radicale di Aglietta associazione Aglietta punto it e ai prossimi appuntamenti