14MAG2014
dibattiti

La riforma indifferibile della carcerazione preventiva - Incontro - dibattito promosso dalla Camera Penale di Napoli

DIBATTITO | Napoli - 11:14. Durata: 2 ore 58 min

Player
Registrazione audio del dibattito dal titolo "La riforma indifferibile della carcerazione preventiva - Incontro - dibattito promosso dalla Camera Penale di Napoli", registrato a Napoli mercoledì 14 maggio 2014 alle 11:14.

Dibattito organizzato da Camera Penale di Napoli.

Sono intervenuti: Marco Muscariello (avvocato e rappresentante della Camera Penale di Napoli), Francesco Caia (presidente del Consiglio dell'Ordine degli Avvocati di Napoli), Domenico Ciruzzi (presidente della Camera Penale di Napoli), Nello Palumbo (avvocato), Teresa Areniello (magistrato del Tribunale del Riesame di Napoli),
Monica Mirante (magistrato di sorveglianza), Rosa De Ruggiero (gip del Tribunale di Napoli), Cesare Sirignano (magistrato della DDA di Napoli), Giuseppe Ricciulli (avvocato), Lucio Cricrì (presidente dell'Associazione giovani avvocati di Napoli), Vincenzo Lo Monte (presidente del Tribunale del Riesame di Napoli).

Tra gli argomenti discussi: Aiga, Avvocatura, Carcerazione Preventiva, Carcere, Civile, Giustizia, Napoli, Ordini Professionali, Parlamento, Penale, Politica, Riforme, Ucpi.

La registrazione audio di questo dibatto ha una durata di 2 ore e 58 minuti.

leggi tutto

riduci

11:14

Organizzatori

Camera Penale di Napoli
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Buongiorno
Si liberano si liberano vedo due indizi di salute
Allora prego tutti di iniziare a prendere posto
Buongiorno innanzitutto a tutti grazie della vostra presenza
E oggi il convegno ovviamente il l'incontro che abbiamo organizzato si prefigge lo scopo di
Iniziare a riflettere su una riforma che è in corso di approvazione in Parlamento e che rappresenta certamente un momento fondamentale della
Della nostra ospita quotidiano professionale nella misura in cui la materia delle misure cautelari e certamente
Uno snodo essenziale diciamo del del processo
Prima di dare la parola naturalmente i relatori per gli interventi chiedo naturalmente un salutari Presidente Presidente della Camera per al Presidente del
Consiglio dell'ordine che ringrazio di essere intervenuti grazie
Per avere anzitutto ringrazio per l'invito gli amici di Camera Penale porgo il saluto del percorso dell'ordine
Sicuramente questo rapporto sinergico tra la Camera per avere
Delle ordine di Napoli
Sarò molto intenso in questi ultimi anni con la presenza del
Dell'amico la Mimmo ci Luzzi si inserisce in quel quadro e quel contesto più ampio delle tante
Idea che affrontiamo con la nazionale una trave tutta RAI Tre tante molto diciamo in cui c'è molta sensibilità tra i colleghi penalisti sud anche dalla Camera Nazionale Kuta della specializzazione quindi un Regolamento
Che Starr fra luce in cui sicuramente
C'era nessun assicurare sinergia tra ordini territoriali associa specialisti come Camera penale per la maggior qualificazione degli avvocati
Il dibattito di oggi si inserisce consentitemi in un
Un quadro più complessivo di modifica del sistema Paese dove la giustizia
Sia quella civile una penale conosce grandi criticità e sostanzialmente delle di questi ITT domande risolto purtroppo da troppi anni e i risultati disastrosi sono dinanzi agli occhi di tutti quindi
Da parte nostra c'è la massima consentita attenzione su questo tema sul dibattito in corso in Parlamento
E da parte mia l'augurio che la del tema e voi trattate oggi il tema dell'autostrada cautelare come tanti temi che affliggono giustizia tre da troppi anni perché sono temi dunque abbiamo dibattuto come avvocatura nazionale
E associazioni maggiormente rappresentative a livello nazionale avanti anni trovino una giusta soluzione
Sia per quanto riguarda giusto valore che bisogna dare a libertà personale dell'individuo sia l'altra parte il problema è questo abbiamo affrontato prove in camera da letto da qualche tempo fa
Rispetto alla situazioni gravissime delle cacce italiane in particolare per la
Del nostro carcere quindi Poggioreale che non si concilia
Mi fa piacere a questo dibattito di oggi dire parteciperanno anche rappresentanti della magistratura associata
E questo sempre stato non dava come ordine ma fin da quando faccio parte dell'Aja il dibattito aperto con la magistratura sicuramente da frutti positivi
Perché al di là del dato di giustizia c'è maggior libertà di pensiero e sicuramente il bene comune cioè il miglioramento della giurisdizione l'obiettivo comune di avvocati magistrati quindi a parte il mio augurio di buon lavoro complementi d'iniziative scusate che poi però un paragrafo semplifica
Consentitemi
Di
Salutare
Carissimo amico di ringraziarlo per essere intervenuto questo convegno io vorrei salutare che assieme a tutti voi il Presidente il solo modo
Con il quale ci siamo
Confrontati attraverso un rapporto assolutamente proficuo dialettico
Ecco queste non meno di ventilazione di cui si parla da anni che poi però non sempre si realizza io credo che qui Annapolis siamo cercando di realizzarlo
Vi prego lo dico
Poi so che Geppi Licciulli riprenderà anche questo tema prezzi
Volge lo sguardo verso altri favori perciò altri tribunali e crede di chi vi parla a sempre contrastato una retorica un po'vuota di
Noi meridionali la grande tradizione giuridica della Federico II il sud la cui me ecco sono stato sempre contrario a questa retorica quando è vuota
Ma oggi come oggi io devo dire che
Il Tribunale di Napoli
Attraverso un contributo credo serio da parte delle Camere penali e da parte di gran parte di dei giudici o di una parte dei giudici
Rappresenta un laboratorio un laboratorio
Anche giuridico che crea un'evoluzione perché se si va in giro negli altri fori per gli altri tribunali
Davvero al di là di quello che si legge magari sulle pagine dei quotidiani rispetto a processi anche eclatanti
Ma c'è una povertà rispetto alla
Alla come alla dedizione alla capacità di intuire le cose che non vanno e quindi una critica all'esistente
Che e sicuramente molto più forte
Rispetto a tanti altri tribunali italiani questo ci tengo a dirlo e lo dico al Presidente la Camera penale perché ne sono assolutamente convinto
Ciò non significa che qui le cose vanno benissimo tutt'altro ci sono tante cose che devono essere modificate ma per esempio mi riferisco
A quello che ormai
E è stato acquisito come un dato credo ineludibile
E cioè la
Valutazione autonoma che il CIPE deve averle rispetto alle richieste della Procura che ormai è stato codificato così come tanti altri suggerimenti
Che sono tutti i suggerimenti che nascono
E proprio da questo confronto da questo dibattito questa dialettica c'è molto Napoli in queste cose
Positive perché io sostanzialmente devo dire
Ci aldilà di di tutte le cose che non funzionano e che saranno evidenziate nel corso del dibattito però evidente
Sì dopo trent'anni finalmente credo che si cominci a ritenere anche dal punto di vista legislativo
Sì la carcerazione preventiva carceraria ed interamente un'eccezione deve essere veramente un'eccezione il giudice deve porsi dunque anche con una mentalità e una cultura assolutamente diversa
Non credo
E perciò invito inviterei l'auspicio che tutti gli operatori di tutti i tribunali italiani comincino a esserci citare il senso critico rispetto alle cose perché per esempio la necessità di inserire all'articolo due
Pericolo concreto e attuale oppure
Che le situazioni di concreto e attuale perito non possono essere desunte esclusivamente dalla gravità del reato
Beh dico non c'era necessità di inserirlo cioè ci saremmo dovuti arrivare il prima sono poi le distorsioni interpretative
Che hanno comportato la necessità di inserire disposizioni di questo tipo che però potevano essere già
Intuite
Già
Io non so che cosa succederà alla fine perché il provvedimento ha subito modifiche al Senato quindi
La mia è un
E il mio è un auspicio acché le cose quanto meno rimangano così per la verità non ci saremmo aspettato molto di più per esempio rispetto a un tema centrale toilette
Il potere integrativo del tribunale del riesame
Che è un tema fondamentale del quale
Mi auguro si parli e si discuta il si cerchi di trovare assieme delle
E non è ancora noi avremmo voluto per la verità come Unione camere penali come in America avremmo voluto che fosse abolito il potere legislativo
Mi rendo conto che però ci possono essere dei casi eccezionali e non voglio dilungarmi perché vi è solo un indirizzo di saluto
Il caso eccezionale può esserci all'atto dell'arresto la perquisizione si trova la prova Regina e tutto il resto i ma al di là dei casi eccezionali io dico però che è intollerabile che per esempio la Procura produca atti
Al riesame chi già
Aveva prima di richiedere l'emissione della misura
Dovrebbe essere vietato al pubblico ministero che avuto due tre anni per indagare di inondare il tribunale di del riesame e anche la difesa se mi consentite
Di una serie di atti che erano già
A conoscenza della Procura prima della richiesta dell'edizione del del ci sono una serie di cose
Che secondo me
Potrebbero anche attraverso
Un cioè il play mi permetto di dire un fair play
Essere
Abolite senza la necessità di ricorrere
Addendi imperativi legislativi
Un'ultimissima considerazione e davvero chiuso
Per quanto riguarda il discorso di esercitare il senso critico
Io
Devo dire che nel momento in cui
La Suprema Corte annulla un provvedimento del tribunale del riesame
Ora
Sì posto finalmente un correttivo parziale perché se uno è parziale cioè entro un termine breve il tribunale del riesame deve decidere altrimenti diventa inefficace il provvedimento
Ma io dico c'era necessità di giungere
A richiedere una disposizione
Cioè nel momento in cui annullata perché poi e trionfato a questa interpretazione che l'annullamento del
Della Cassazione su un provvedimento restrittivo del Riesame
Debba
Necessariamente ritornare al tribunale del riesame intanto resta in vinculis
L'imputato io lo trovo di una il nucleo sempre trovato di un illogicità quasi pazzesca francamente perché non c'è nessunissima giustificazione
Se
Diventa inizi cachet quel provvedimento perché non viene preso nei dieci giorni
No ex articolo trecentonove come è possibile
Cioè al vaglio di un
Suprema Corte la motivazione
Per esempio rispetto alla sussistenza di esigenze cautelari viene ritenuta errata io non non dico insussistente errata cioè immotivata
E quindi viene annullato quel provvedimento come è possibile che resta in vigore ecco su casi di questo tipo penso che porse la forza dei giuristi di sì opera dovrebbe riuscire
A produrre di più cioè senza necessità di attendere lo so che forse sogno però il mio augurio che questo laboratorio continui sempre
E rispetto a una situazione del genere un'interpretazione che ha trionfato sempre trionfa tuttora
E che addirittura si deve ricorrere al discorso dei dieci giorni non c'era nulla però poi il Tribunale del Riesame entro dieci giorni dovrà decidere altrimenti
SIS carceri io lo trovo veramente offensivo per chi svolge una professione intellettuale e tutto questo noi lo abbiamo sopportato finora ecco su situazioni di questo tipo vorrei
Che su questo senso critico si accentuazione sempre di più io vi ringrazio per l'attenzione
E cedo la parola all'avvocato Marco Moscariello consentitemi di dirlo
Veramente è stata all'interno del direttivo la Camera penale una vera grande scoperta una persona serissima che si impegna sempre costantemente e anche questo come io credo che vi sia la dimostrazione grazie
Grazie Presidente grazie Presidente
Cari ai io prima di dare la parola ai relatori che sicuramente forniranno degli importanti contributi alla discussione su questo tema che è fondamentale volevo spiegare il perché abbiamo ritenuto come Camera Penale di
Di pensare questo incontro perché ovviamente il tema della custodia cautelare è un tema da sempre ovviamente oggetto di dibattito e di scontro e ovviamente
Di diverse sensibilità che ci sono tra soprattutto avvocatura e magistratura o perlomeno insomma tra diverse anime e io tra gli operatori della giustizia e certamente
I nudi che questa riforma tende a risolvere sono modiche non sappiamo se poiché l'interpretazione che verrà fuori dalla
Analisi della giurisprudenza anche di queste modifiche normative saranno effettivamente sciolti certamente c'è un'esigenza impellente di verificare se c'è la possibilità di dare concreta attuazione a dei principi che in qualche modo erano già scolpiti all'interno del nostro Codice uno per tutti la necessità che la misura cautelare soprattutto
Carceraria sia da considerare un'estrema ratio effettivamente l'ultimo rimedio possibile
Il fatto che si sia tornati nuovamente due mila quattordici a discutere di quali possano essere le norme che in qualche modo consentano di
Arrivare a questo risultato che in qualche modo doveva già risultare diciamo chiaro dal tessuto normativo dell'attuale codice di rito è chiaro che impone
Delle ulteriori riflessioni
Noi abbiamo avuto una serie di modifiche normative negli anni che sono state come molte modifiche del sistema penale ondivaghi e sottoposte alle spinte le controspinte ovviamente di sì gente sicurezza securitaria rispetto ovviamente a delle esigenze alle volte anche spurie rispetto al tema della custodia cautelare come il problema del sovraffollamento carcerario che non necessariamente
Ha un riflesso immediato sulla necessità di valutare diversamente l'impatto normativo della delle modifiche Inter
Misura cautelare ma che
Soprattutto in relazione ad alcuni dati che sono di dominio pubblico quale va presenza nelle carceri italiane di un quaranta per cento circa di soggetti detenuti in attesa di giudizio impongono una riflessione che a giudizio della Camera Penale
Si presenta come necessaria e appunto indifferibile
Ovviamente i temi sono spinosi perché ci sono esigenze di natura ovviamente contrapposta ed è chiaro che
Proprio la necessità di bilanciare come sempre avviene delle esigenze diverse e assolutamente incompatibili dalla tutela
Della collettività alla necessità di evitare che la custodia cautelare soprattutto quella carceraria possa essere strumentalizzata per fini processuale che sia un'acquisizione di prove piuttosto che da racchiude rapida celebrazione dei processi sono dei momenti di oggettiva difficoltà che non è detto che questa modifica possa in qualche modo aiutare a risolvere ma certamente un primo passo che apparire
Di chi vi parla va nel senso comunque da sempre auspicato dalla
Dalla classe degli avvocati e cioè quella di o mentale il più possibile i poteri di graduazione delle misure cautelari nell'ottica di limitare ai casi eccezionali
Urso la custodia carceraria ma nello stesso tempo né impedire che automatismi sanzionatorie collegati a quelli sanzionatoria anche di natura
Cautelare possano limitare di fatto un potere discrezionale della magistratura in questo senso recependo anche una serie di indica sì ogni costituzionali sarà poiché il delle del del giudice delle leggi sarà poi il dibattito a valutare se effettivamente questa riforma
O laddove dovesse
Arrivare poi a compimento sarà in grado di superare anche questi scogli certamente ci sono delle contraddizione io penso in ordine al discorso del relativo alla esecuzione di quelle che sono una serie di sentenze della Corte costituzionale ad esempio non si comprende la Giunta al Senato dell'articolo settantaquattro tra i reati per i quali continua a persistere una presunzione
Assoluta di adeguatezza del carcere rispetto a quelle che sono chiarissime indicazioni della Corte costituzionale con una sentenza del due mila undici certamente voglio dire questo dà il senso del dibattito è iniziato certamente non si conclude qui
Io ringrazio ancora i relatori per la disponibilità manifestata nell'essere qui presenti e do la parola all'avvocato nello Palumbo che introdurrà un po'il il testo della riforma tutti noi anche alla luce diciamo della sua esclude un'esperienza parlamentare oltre che professionale
Grazie
Sì grazie
Luogo una restrizione delegata
Alla
Via pregressa esperienza come
Adesso ha detto Marco Moscariello di ricordando che
Automatico viveva oppure al Senato ricordo e novantacinque della legge otto agosto facendo trentadue
E mi sorprende il fatto
Che
Dall'altro quella intervento legislativo chili veniva attuato dopo pochi anni dall'entrata in vigore del nuovo Codice di procedura penale viene data in vigore del genere ottantanove come tutti sapete
Solo dopo
Appena pochi anni dalla applicazione di una normativa che secondo
Intendo della legislatori della riforma
Cercava di
Introdurre meccanismi volti attivare i cosiddetti di voti di Fini dispetto ai casi nei quali vi ricordate la cattura obbligatorio soprattutto
In che Casini quali sue non
Era affidata alcuna funzione processuale alla custode con la natura carcerazione preventiva
Eppure allora dopo appena pochi anni la pediatria nel
Novantaquattro novantacinque la la la legge votata otto agosto novantacinque ricordo bene Gianluca pochi anni si comincia a parlare di
Un uso indiscriminato di custodia cautelare se non addirittura di abuso
Di un uso strumentale si diceva sollevando anche qualche polemica protesta anche la parte alcune procure io ricordo che
Ricevemmo un documento di tutti i procuratori della Repubblica di Italia prima di Berlusconi recupero proprio Napolitano allora e
Perché si era detto che proveniva utilizzate in maniera impropria insomma che non
Una finalità volto a ottenere la collaborazione la confessione sul secondo il principio Zazzera
Molto affine a quello della
Odia
Anche alla carcerazione a dedurre in danno dedita tenda
Finalizzata ad ottenere la convenzione tunisino e un po'quello che era il primo effetto sulla tortura notizia
Ma voglio dire questo è tuttora il clima le quale
Fu poi affrontato il confronto sulla
Modifiche che furono apportate nella
Novantacinque agli
Istituto della custodia del fascicolo d'Aula e la mia preoccupazione predisponendo qualcosa che la domanda che voglio ma come esperienza poi quale sarà l'efficacia io capisco insomma qualche motivo di scetticismo c'è
E perché già allora si immaginava di porre riparo a un eccesso
Di custodia cautelare nella prassi applicativa dei principi introdotti dalla nuova dal dal e insomma la preoccupazione che
Come dire
Ritorni
E si attualizza si
La fase famoso di vegetali vede Falconi disciplini può deprime risalito
Affinché tutto
Nulla cambi
E il tutto tutto rimanga tutto deve rimanere come
E allora io credo
E poi d'arredo brevemente su alcuni punti di quel della della della del testo normativo credo maggiori di un'arma in mano di maggiore interesse
Io voglio partire da
Le parole
Della Presidente della Commissione giustizia della Camera dei deputati la flagranza perché oltre ad essere Presidente avvolge un ruolo politico dice accanto Magis
E
Che sicuramente la Ferrari nella sua relazione occorre una riflessione che soprattutto culturale questi il dato vero e il dato
E quant'quindi la prassi giudiziarie siete allora lo Stato è fin troppo sensibile all'ondata securitaria te non ultimo
Per loro favorendo ulteriormente l'espansione dell'uso della leva detentiva affini
Sanzionatori o cautelari e necessario di Pristina una cultura delle cautele penali fondate sul pieno rispetto della presunzione di innocenza sulla funzione strumentale a processo
Delle misure di contenimento anticipa queste
Sulla questione puntuale quelle che parta dato che
La dinamica cautelare investiti in città
Di carattere fondamenta che sono scolpiti nelle nostre carte massime a partire dalla Convenzione Roberta salvaguardia diritti dell'uomo quella colto con ciò che la libertà
Bisogna partire dalla
Lato ma l'Aula l'approccio del magistrato deve essere quello
Io ho di fronte a me nel momento nel quale decido vi chiederei di applicare di valutare se devo confermare una misura cautelare dalla più grave
A quella meno afflittiva ma che comunque incide sulla sfera di libertà del cittadino devo sempre partire dalla premessa
Io micro ho di fronte a me
Un cittadino che
Presunto innocente che non è corpi
E allora ebbe contornato ma
Insomma richiede
Alla mente come dire certa
L'esigenza che giusto equilibrio il concetto
Il PC Baghdad Arlati espressione famosa di Carla all'immoralità necessaria no dimora l'allora l'acqua
L'anticipazione delle de la sofferenza
Del del cittadino non giudicato colpevole contentezza deve dire come moralità delle sagome moralità testimone moralità cause sangue se è pur sempre una immoralità è chiaro
Che va contenuta che va contenuto armarsi allora tra l'altro questi principi sono stati poi
Di di sono stati ripresi da Presidente della Corte di Cassazione risiede la presidente Lupo sono stati e nella relazione del due mila dodici che anche qui si è parlato di una di un abuso di un eccesso di
Ricorso alle
Alle misure cautelari allora detto questo detto questi alleghiamo brevemente io gli accenno soltanto se
Si è le
Modifiche sono state introdotte dal legislatore sono
Idonee
A
Evitare diciamo
Questa
Ricorso
Debordante eccessivo alla
Alle misure cautelari in particolare quella più insieme quella carcere altro voi sapete che
Ed è da Abbado così proprio veramente
Per flash già nel
Novantacinque noi introducemmo con riferimento al pericolo
Di
Inquinamento probatorio quindi esigenze inderogabile attinente alle indagini
Introducemmo il Gianniello del novantacinque una parola magica pericolo concreto dicembre novantacinque eludendo decide questo potesse avere una efficace insomma concreta
Alla parola collega aggiungemmo l'aggettivo attuale già nel novantacinque per il resto solo concreto deve essere attuale
Oggi legislature il legislatore che cosa fa aggiunge questa termine pericolo attuale anche con riferimento alle esigenze di cura Capocci
Alla lettera c chiedo scusa dell'articolo duecentosettantaquattro e anche alla lettera b quindi sia con riferimento al pericolo di fuga sia con riferimento Alpe dicono di decretazione inattualità allora
Su questo
Come dire si può anche immaginare che difficile di tom tom trovare una
Da punisce godibile concettuale russa concettuale un pericolo concreto può non essere attuale probabilmente ci può essere però
Ci può essere immaginato presente con riferimento a pericolo di fuga si può immaginare che se io per esempio e degli amici dei parenti in un non Stato esso non buone relazioni
Una certa un pericolo
Una concretezza di pericolo Cipolla disarma se queste relazioni questi rapporti
Sono risalenti nel tempo sono intervenuti i dati da molti anni altrui si potrebbe ritenere che
L'attualità non c'è
Mi sono sforzato di immaginare immaginare come concettualmente si potesse distinguere
Il concetto di concretezza da quella di attualità per evitare che sia
Una mega come dire norma manifesto un pleonastico un'espressione del tutto inutile è del tutto irrilevante dal punto di vista della efficacia
Della nuova della nuova normativa
è anche vero che è stato aggiunto con riferimento soprattutto
Alla
Alla lettera al alla esigenza di cui alla lettera c
Che le situazioni di pericolo questo la novità secondo me più rilevante non possono essere desunte esclusivamente
Dalla gravità del titolo del reato questo probabilmente
Era come dire
Insomma per me era già e e era già
Contemplata nella Disneyland normativa nati sibila precedente perché insomma
Non ho mai visto insomma motivare dalla gravità del titolo del del del reato è molto raro questo tipo di motivazione
Probabilmente
Intende riferissi come dall'alto pare emerga dagli atti dagli atti parlamentari a delle forme
Tautologica a volte di motiva sì ho uniti fanno riferimento eccessivo alla
Gravità del reato tutto il suo profilo astratto e non tutto invece profili della sua
Concreta
Dimensione dal punto di vista sotto il profilo delle modalità del fatto
E degli elementi che hanno caratterizzato quella particolare condotta tra addebitata al al all'imputato
è un è un è un primo tempo è un aspetto lo quale credo che occorra
Riflettere
Ancora
Mi è stata questa modifica
Che
Può avere una sua rilevanza secondo me con il braccio arriva un suo impatto questo sì perché
Nel
Con la trecentotrentadue presente comunque ricorda fu introdotta
Allora il novantacinque
Il
Comma due bis dell'articolo duecentosettantacinque diceva non può essere disposta la misura cautelare qualora tre sul giudizio prognostico anticipato si ritiene che
Potesse applicata giù adesso si aggiunge raggiunge guarda
Anche nel caso in cui attraverso questa produce anticipato alla base la cognizione alla Commissione
Si ritiene che sia applicabile subito a parte l'esecuzione cioè
Uno Delli benefici previsti dall'articolo seicentocinquantasei affidamento in prova semilibertà
Non può essere quindi applica una
Misura cautelare qualora
Già nella fase di cognizione si ritiene che possa essere irrogata una pena per la quale il condannato quindi condannato il caso quindi di condanna
Potrei essere ammesso a uno dei benefici della legge la legge penitenziaria e si tenga conto si tenga conto dalla
Che questa norma qua questa norma in cui impatta anche con quella recente
Il decreto cosiddetto cura carceri che ha visto elevare a quattro anni
Il
Ha detto di piglia entro il quale è possibile essere ammesso ai benefici del ventisette dodici anni cinquantasei
Salvo che non ci è dato di alcuni reati che riguardano
Precoce Presidente proceda poi ce lo spieghi qual
Poi ce lo spiegherà poi ce lo spiegherà
Però
è chiaro che adesso si è ampliata richiamo la valutazione del giudice il momento nel quale
Ritiene di
Deve valutare se applicare una
Misura accanto alla deve tener conto non solo della prognosi con riferimento alla possibilità di commettere ulteriori reati ma ricorrendo alla possibile di essere ammesso atta a lungo di benefici penitenziari
Anch'io sui criteri di scelta della misura è intervenuto il testo diciamo attualmente all'esame
Io non so se il potere
Subire ulteriori modifiche francamente lo dico
A Moscariello che
Ha sollevato in cui la perplessità legittima sul fatto che
L'Aula del Senato non la Commissione che l'Aula del Senato
Ha aggiunto
Al quattrocentosedici bis a duecentosettantuno settanta bis anche da tempo adeguato e qua ecuadoriano sedici terra quindi anche il voto di scambio vanno fatti in Aula però
Non è stato approvato accanto
Senato decisa ad esito dalla Camera
è difficile che il sito nella quarta lettura normalmente parto sintesi di fronte a una
Errore
Clamoroso si potrebbe anche così insomma procedere ad una ulteriore
Passaggio
Parlamentare dedurrebbe ventiquattro ore comunque qual è
La
Innovazione dell'articolo duecentosettantacinque introduce la possibilità di applicare cumulativamente misure coercitive e misure interdittive
Quindi solo quando questa applicato il plurime anche di misure
Fa ritenere il
Inadeguata diciamo
Si ritiene inadeguata in quel caso si ricorrerebbe alla
Misura cautelare carceraria qui cosa di applicare misure coercitive e misure interdittive ora
Io non so se questa è la possiamo dare poi una novità francamente qualche dubbio c'è o no dovevano limitata evidenziatosi come ha fatto bene a scriverlo io lo dico più lo dica a criteri diciamo più un po'da culture della materia
Perché
La possibilità di un blocco di una politica di una di una privazione cumulativa in fondo già in via sistematica si poteva ricavare Crisanti duecentosettantasei se voi
Fate attenzione in materia di provvedimenti in casi trasgressione alle prescrizioni imposte chiave di volta la possibilità di revoca alla società la possibilità per il giudice
Di
Applicare cumulativamente con altra o il cumulo con altra più grave
Attivi duecentosettantasei secondo me questo lo dico sul per amore dell'arte non tanto perché
Mi riferisco ad una
Valutazione sulla portata innovativa o applicativa di questa norma che è chiaro che si possono applicare anche misure di natura diversa sia coercitiva che
Non sarebbe ma novità perché fino ad oggi è seduto ripreso non fosse possibile nella mia esperienza professionale non è accaduto non è accaduto estende valutato dall'uso ad applicare una sulla misura una sulla misura valutando se con
L'omicidio di gradualità io parto da quella meno afflittiva e per arrivare poi a quella massima dei radar quale di queste idonea a garantire le esigenze di cui all'articolo duecento duecento settantaquattro
E tuttavia anche questo un problema lo presenta nell'ambito solo con riferimento a caso nel quale
Per la misura interdittiva e richiesto il pre l'inter rogatorie della
Nella persona dell'imputato cioè quelle quando si tratta della sospensione dalle a pubblico ufficio servizio Blasco voi sapete
Non può essere applicata direttamente dal giudice se non vi è il premio interrogatorio Auriemma ci soprattutto per i reati contro la pubblica amministrazione
Per i quali
Normalmente
Si applica questa misura interdittiva allora mi sembra
Non so come il possono convivere diciamo misure coercitive
Che
Deve applicare il giudice senza avere sentito senza aver interrogato la persone cui confronti viene applicata
E che molte volte può essere proprio
Le
Se di
Ancorata ad una esigenza che comporta la necessità
Di non svelare diciamo che io vi sono indagini in corso con quelle invece che prevede il previo interrogatori quindi sia un problema applicativo molto serio con riferimento a questo caso specifico ovviamente questo carro esplicito
Sì alta si dilata ulteriormente la possibilità di applicare misure di non ricorrere alla custodia carceraria perché viene dilatato il termine era priva della misura interdittiva dado a dodici mesi Mendez come voi sapete
Non per la durata della misura ritiro non poteva assumere due mesi adesso dodici mesi e l'Aula aggiunto l'Aula ha aggiunto
Un'altra diciamo possibilità che non era prevista dalla Commissione François di proroga qualora sia connesse ad esigenze probatorie di dodici mesi e quindi questo
Aumenta la possibilità di non ricorrere al carcere o a misure più afflittiva
Di duecentosettantacinque abbiamo già detto ma non voglio occupare tutto il campo sulle
Presunzioni diciamo sulla presunzione assoluta
Con riferimento ai reati di mafia
Ampliato e quelli che prima erano previsti contemplati come presunzione assoluta
Ma anche qui frutto di questa legislazione
Diciamo un po'schizofrenica fisarmonica perché dopo la riforma del del novantacinque voi cambiano
Dicono
è una legislazione
Diciamo di emergenza o emozionale io la chiamo emozionale legata agli umori anche un po'popolari via
E la preoccupazione quindi che domani di fronte a un nuovo crimine dette determina allarme sociale grande ribellione popolare
Si vada a ritoccare nuovamente duecentosettantacinque è un pericolo concreto perché l'abbiamo già vissuto voglio dire comunque si è prevista comunque una
Una una declassificazione di alcune ipotesi di reato per
I quali pure è stata prevista del trentuno applicato da adesso ad Hezbollah attiva e in
Quindi in qualche modo anche normato indirizzando H inglese sentenze della Corte costituzionale che sono intervenute e a al al al riguardo
Così come il giudice
Quando applica la misura carceraria angustia novità non so come tra l'altro la prassi applicativa funzionerà
Dovrà motivare espressamente dovrà motivare espressamente per quale ragione
Le specifiche ragioni per cui non ritiene possibile soddisfare quelle esigenze comma a misura
Adesso miseria con le misure di controllo elettronico e questo è un vedremo sarà interessante come sarà messo alla
Funzionerà voglio dire un'altra ancora due cose brevissime sulla
Sulla
Sulla revoca
Viene introdotto questo concetto di
Il fatto di lieve entità con riferimento alla revoca automatico in caso di trascrizione il Consiglio non ci sarebbero più automatismi e in particolare
Questo vale anche per il caso di allontanamento dall'abitazione più arresti domiciliari perché come voi sapete la norma prevedeva l'obbligatoriamente la vedo che la sostituzione della misura carceraria
L'altra era stata abolita questa dai avrebbe per l'allontanamento cito l'allontanamento
Il comma cinque bis duecentottantaquattro
Adesso si prevede che
Ugualmente alla revoca però
Con l'eccezione del caso in cui il giudice ritenga
Che sulla base di specifici elementi che il fatto sia di identità e che le esigenze cautelari posto è soddisfatto con gli arresti domiciliari oli alla domanda che pongo agli ESU ma anche qui all'intento di del
Quando si dice
Il concetto di lieve entità in caso di
Di di di allontanarvi e riferire a che cosa ha creato per il quale si procede
O alla lieve entità alle modalità che hanno dato luogo alla
Al
A
è l'entità della potrebbe essere così
All'evasione all'evasione va bene
Sulle altre
L'altra l'altro l'altra novità l'altra novità questo qui veloci su questo poi vedremo sì
Insomma
Quale sarà esaltiamo deviazioni già che sono intervenute nelle audizioni presso
La Camera della Associazione nazionale magistrati usa dire
Quello che
E
Degli è stato autonoma valutazione
Vedo ordinanza cautelare deve godere l'autonomia valutazione
Quindi

Intenderebbe in questi banchi in questo modo come dire
Debellare
Il fenomeno il cosiddetto copia incolla questo si legge negli atti parlamentari
è
Si tenga conto che
L'inosservanza di questa disposizione
Comporta l'annullamento dei provvedimenti da parte del tribunale del riesame quindi
è una norma che
Che va valutata attentamente nessuna sua reale
Dimensione
Diciamo
Normativa e come poi si tradurrà praticamente gliela
Nella nel nell'applicazione delle sarà fatta da parte
Soprattutto della
Del giudice
Che chiamato ad emettere ad emettere la misura
Non ho capito questa
Sì questa modifica che prevede quattro chieda Presidente arenili potrà dare qualche risposta francamente io quella che introduce la facoltà dell'imputati chiede di intervenire personalmente
E
Con cui conseguì diritti ma non è che sia così domando
Ecco allora
è
Ecco ecco qua
Io sarei questa appunto vale anche per l'imputato detenuto nella situazione può ristretto
Per quel
Nelle quello dovrebbe essere quindi quindi varrebbe solo per quelli varrebbe fare varrebbe solo nel
Politicizzato
Tentare spazio
Quesito non
So allora un docente fino a chiudere slalom collettivo voglio chiudere solo come riferimento alla le perplessità che scaturiscono
Dalla
Quella che secondo me
Era ed è e la novità più significative cioè quello
Che riguarda più ma false
Diciamo procedimentale che non dico niente utili con
I connotati sostanziali che sono state dedotto in modo difforme rispetto ai quali detto io o serie
Vicende che possa funzionare
Cioè quello che prevede
La la la la il comma bis introdotto
La richiesta che deve essere formulata all'imputato perché si riferisca l'udienza
E con la possibilità anche del tribunale dico della poi riferito allora questo qua mi fa piacere che ha delle droghe introduttivo ricordo che
Quando
Nella
Nella come Commissione antimafia ci fu un'audizione
Del
Al Vicepresidente tribuna di destra né di Napoli ricorderà il presidente Ariella con alcuni colleghi primi prefetture questa omissione e questa fu una proposta etica espresse dal Presidente Carrieri mi fa piacere ricordarlo anche per
L'alta stima che io che tutti abbiano di questo magistrato
E ed è stata
Questa proposta che fu formulata allora è stata recepita in questa disposizione il comma nove bis
Ho qualche perplessità per il quindici entro due giorni dall'avviso l'imputato personalmente il detenuto presso la medesima la richiesta
Non so se questo da spazi
è insomma anche se per la verità
Non capisco poi perché
Non venga
Ha riconosciuto un diritto dell'imputato detenuto di chiedere il rinvio al quale
Conseguenti quasi la la
L'obbligo di di chiarirla perché rimane Longavita del giudice la valutazione si misura giustificati motivi di questa richiesta fra come non lo capisce
Poiché si tratta
No che si tratta di una di un dubbio di odio o di una ricca di una deroga dei termini che sono previsti ad esclusivo beneficio secondo me in votazione
Diciamo a vantaggio prevalentemente della della vexata che la decisione detenuti che la decisione
Interventi in tempi brevissimi se lo stesso imputato detenuto a chiedere un differimento
Attribuire al e poi il Tribunale quand'è che deve valutare se vi sono diciotto i giusti motivi presentarglielo che dalle
Quadro deve valutare io vedo due giorni dalla vita politica ed è il detenuto fa arrivare a me personalmente fa un una richiesta e Tribunale
Quando adeguando la deve decidere se viene
L'UDC all'udienza potete decidere prima non lo so
Come anche
E concludo veramente
Il
La Facoltà di ufficio del tribunale indice legata a situazioni particolari gustosi
Questo sì mediano
Non è richiesta dell'imputato il motivo per il quale chiede lo chiedemmo di volo al Tribunale casa posto
Invece per il Tribunale previsto il parametro Sirat acerbe cercasi particolarmente complesse durata di imputati eccetera eccetera non dico nulla sui temi deporre abolito una volta concluso guarda
Ed è questi io
Insomma avrei introdotto una sua riforma dal mio punto di vista di aver lasciato come era prima se fosse dipeso da me
Il problema vero dal mio punto di vista è il problema la
Sperequazione enorme che c'è
Dal mio punto di vista
Tra
IRAP il rapporto tra gli uffici del pubblico ministero e quello del giudice per le indagini preliminari
Che ne abbiamo che cosa finale
Abbiamo
A abbiamo
Honda ufficio della Procura
Oggi normalmente soprattutto le indagini più clamoroso un ufficio collegiale abbiamo il mura
Il pubblico e dei magistrati le richieste di misure calcolarne provvedo badate caso papà decida
Sono firmate da due o tre sostituti avallato dalla Giunta il punto sulla da produrre grandi abbiamo l'ufficio collegiale della Procura abbiamo il giudice solo
Abbiamo il gettone solo il G.I.P. solo
E
Io avrei
Indotto una sulla riforma quella di prevedere
Chi competenti
Ad emettere
Ordinanze cautelari è un giudice collegiale
Prestanome e
Sarebbe stato
Sarebbe stata la riforma decisiva un giudice collegiale
è l'argomento con tutti gli adeguamenti normativi condotte adeguati che sono necessarie quali sarebbero stati necessari di fronte a un'innovazione di questo tipo con riferimento al riesame tutte le altre alle
Però
Prima non è che voi che sapete in esame non interessa veramente argomento del quale viene applicata la misura il giudice
Il gioco il giudice delle indagini preliminari
Che da solo decide con riferimento anche a qualche motivo il condizionamento rispetto che che gli deriva da quando a Roma
Prego io francamente credo che il la la garanzia più alta dal mio punto di sanzionate quelle di prevederlo
Vedo il CIPE l'introduzione del giudice collegiale con magistrati di grande esperienza
Con la possibilità di un in un collegio di potersi confrontare sulle ragioni vere possa fondamento di una richiesta avanzata pur comizi e deve dire sarebbe stata la garanzia più alto per i cittadini di fronte a quelli che sono stati ancora oggi convenendo colgo definiti
Come
Eccessi o abusi in materia di applicazione di misure cautelari
Ringrazio ora per l'ampia analisi che ha fatto del del testo e invito a parlare il Presidente rinvia lo per quanto riguarda le modifiche in particolar modo del tribunale del riesame consentite di di ringraziarlo due volte per la sua presenza perché
So che aveva anche delle difficoltà di organizzazione della giornata di udienza
E acceso sì
Chiedo scusa alla collega che ormai forse anche all'idea che ormai fa stato messo di Enza
Per un equivoco io ho saputo di essere qui soltanto quando ha letto diciamo
I Governi sono responsabilità locandina quindi non sapevo di esserci per cui ho chiesto inizialmente l'ho detto non non possa un sarei stata presente fa invece insomma mi sembrava scortese quindi sarò presente ma parlerò pochissimo e chiedo scusa perché poi è andato via quindi non assisterò mi avrebbe fatto piacere parlare dopo l'Egitto per la verità perché lei si trovava una cosa un poco più
Perché secondo me
Un po'va beh l'avvocato
Perché c'è la no io avrei preferito ma perché hanno trovato una cosa così comunque
Fa niente dire no era soltanto perché poi c'è anche Monica insomma quindi mi mi dispiace comunque dirò delle cose non sono diciamo così se accavallerà hanno
Così come diceva l'avvocato io anche sono del parere che questa riforma al di là diciamo per alcune cose
Non riforma molto perché interviene a diciamo inserire determinati criteri
Premessa che secondo me
Il problema della custodia cautelare un problema che intanto si pone in quanto c'è nel nostro ordinamento
I processi sono troppo lunghi per cui si arriva alla sentenza di condanna troppo in là nel tempo perché secondo me se
La custodia cautelare forse quella che poi dovrebbe essere cioè
Si ponesse come quella male minore rispetto al principio della presunzione di innocenza
Ma comunque a una persona pericolose quindi anche alla tutela alla esigenza di tutelare la collettività nel caso di non so recidive cosa del genere
La custodia cautelare si ponesse come
Come dire preliminare senza soluzione di continuità con la Pinaffo intervenute in sede di condanna forse sia investirebbe di meno
La come dire
Quello che si dice
L'applicazione così a permetterebbe di meno quella che è una limitazione dei ritardi inevitabili della libertà personale in un momento
In cui non c'è una seria diciamo una certezza diciamo di responsabilità
è evidente che
Però il più delle volte
Qui non c'è la certezza ma c'è una ragionevole certezza c'è un'enorme probabilità questo dell'abuso della custodia cautelare
Io non ho statistiche quindi non ne ho idea però non penso che si possa dire che si abusa la consigliera operare perché il quaranta per cento dei detenuti sono in attesa di cautela non credo che sia questi penso che per poter dire che si era di abuso della custodia cautelare
Bisognerebbe vedere e non ce li ho questi ribadisco
Quante persone
Poi all'esito siano assolte io non lo so
E io non lo so io non ne ho idea
Non so se la percentuale supera il dieci per cento il quindici per cento
Perché che per parlare di abuso sistematica
Il con Trollo eh lo so ma è un ambito così
Se si pensa però per carità poi vedremo che cosa interne però voglio dire sicuramente questo perché
Insomma sicuramente
Comunque fatta questa premessa
Questa riforma dicevo secondo me interviene a come dire riformare poco perché
Perché quello che è stato qua c'è un po'di propaganda insomma c'è un po'di quest'uomo era comunque
Quello che sia intervenuto ad esempio molto si è appuntata l'attenzione inutile dire sull'Egitto che secondo me sintetizzo
Rimettere al centro della vicenda cautelare
Laddove
A diciamo a discapito del tribunale del riesame che secondo me invece nell'ultimo periodo io sto dal Tribunale di Savona cinque anni mi ha fatto la parte del leone
Questi sono però insomma detto questo si sono fatti delle aggiunte
Che tutto sommato sono l'altro non recepire sul piano contro ma
E legislativo quello che già era
Un'acquisizione un consolidata giurisprudenza come l'attualità del pericolo macchie che insomma qualunque ordinanza di custodia cautelare
Prevede concreto l'attuale pericolo
Così come l'eliminazione dei presunzioni in realtà insomma si inserisce nel solco della Corte costituzionale non è che
Poi certo il dover l'importatore al giudice
Sì c'è sicuramente si è voluto agire su quella che è una cosa che accade ma non è una prassi cioè dell'Agip che talvolta si appiattisce sulla la mozione cautelare
E che a sua volta si appiattisce sulla informativa di reato questo qualche volta successe quindi se ha imposto al G.I.P. ma non è un
Insomma io ne parlo
Non è una prassi proprio
Succede
Oltre tutto insomma il come dire la tecnologia aiuta perché insomma quando Biso ne ascrivere era più difficile adesso facciamo le informative sono sul dischetto piuttosto che quindi è molto più semplice però questo non significa che i
Non ci sia stato un maglio esatto non c'è dubbio poiché vogliamo ripetere dobbiamo scriveva parole nostra va bene sommate detto questo
Dicevo perché secondo me si è posto al centro dell'attenzione si è imposto al giudice di
Dovere diciamo ecco far trasparire che la valutazione della gravità indiziaria che la valutazione delle esigenze sia
Grazie
Mi sembrano
Che ho bisogno
Va beh mi sembrerebbe davvero
Casa non grazie comunque
Senza il liceo
Pensava questa cosa
Informazione
è grave fatte non capire perché circa nove grazie all'altezza
Quindi ribadisco
Quindi molto al di là insomma della mi soffermo perché per poco tempo appunto avevo detto che per poco tempo stare dei massacri e performer facile manca
Son mi soffermo su quelle che sono le modifiche che riguardano gli esatti secondo me sono quelle poi tra l'altro più uno incisive quelle più importanti
Una modifica che secondo me
Si inserisce nel solco di quello dicevo prima cioè
Mettere al centro della vicenda cautelare la figura del G.I.P. riportarlo al centro della vicenda cautelare anche a costo di ripetere cose che già c'erano un po'e nel Codice tutto sommato
Sminuendo o comunque in brillando molto il potere della tribunale del riesame che
Come dire prima
Ne abbiamo facciamo abbiamo una prassi giurisprudenziale che cinque ci ha insegnato nel corso degli anni e che il Tribunale del riesame
Poteva fa riferimento alla ordinanza integrarla come dire era un tutt'uno il provvedimento del Tribunale riesame del provvedimento del G.I.P.
Cioè Sezioni Unite sulla su tutto est perché tant'è vero che ho letto che si parlava di questa della misura cautelare come di una fattispecie a formazione progressiva
Si è detto quel sogno
è stato ritenuto che
Insomma scorretto
Io non riesco a comprendere il motivo perché mi chiedo se
Veramente la finalità è quella della garanzia del singolo cittadino ovviamente peggior tutelare un valore costituzionalmente garantito e quello della libertà personale
Che è una misura cautelare intervenga
Ad opera di un giudice collegiale all'esito di un
Diciamo di apporti della difesa
Tutto sommato non è una cosa diciamo che va a detrimento della garanzia personale viceversa
Inserire la la previsione in obbligo tutto sommato del tribunale del riesame di annullare sic et simpliciter nel caso in cui e
Nel caso in cui il G.I.P.
PAI per questa carenza di motivazione ma bisogna vedere che cosa si intende per carenza di motivazione perché voglio dire
Ci sono c'è già un articolo duecentonovantadue che ci dice quand'è che la ordinanza e nulla quindi l'esigenza di inserire
Questa previsione o il frutto di una mancato coordinamento io penso di sì perché il credito non so che le persone che hanno ci sono
Infatti questa disegni di legge non non lo so forse non ci sono ben coordinato non hanno retto bene tutto il Codice precedentemente o quanto va a fare la misura cautelare
O comunque
Che cosa si dica a colpire la motivazione apparente che cosa simile a colpire perché evidente che un al provvedimento senza una motivazione
Non abbiamo mai visto forse qualche volta abbiamo il sole ve n'è uno o due casi tra l'altro che si conoscono di e così maniere in ARSIAL non esiste tant'è vero sono casi quali sono stati eclatanti allora che cosa si mira a colpire d'altro canto dico ma
Rendere PAI questa misura cautelare una lotteria in meglio cioè
La finalità della costellate della riforma ma e quella di garantire la libertà ogni impedire tutto sommato di mettere una serie di lacci e laccioli ai giudici per impedire di applicare la misura cautelare anche quando in teoria poi ci sarebbero tutti i presupposti quindi tutto sommato la tutela della collettività imporrebbe che quella persona stesse in vincoli dico
Quel suo perché mi riallaccio la stessa motivazione
Secondo me cioè l'azionista ratio secondo me e quella che poi
Ha imposto al tribunale del riesame
Un termine così
Perentorio penna diciamo sanzionando loculi inefficace nella misura
Non perché mi riguardi direttamente però io lo trovo folle perché
Perché anche qua che cosa andiamo a colpire cioè voglio dire a parte il fatto che il tribunale del riesame ecco appunto normalmente non si limita a
Confermare o riformare la misura o annullarla e basta per la sussistenza o meno dei gravi indizi cenno voi io lo posso dire perché lo facciamo la sede della tribunale del riesame la serie riesame fino ad oggi era la sede in cui
I soprattutto nelle vicende complesse si ricostruiscono i fatti anche grazie all'apporto della difesa si riquadri ma nei fatti e posso dire che le riqualificazioni delle qualificazioni poi giuridiche fatte dal Tribunale di ESA arrivano sostanzialmente alla fine
Tutto questo dovrà avvenire meno evidentemente dovrà venire meno ma perché perché sta mi impongono un termine limitato
Ovviamente io credo che
Non potrò fare a meno di continuare a studiarmi tutte le carte perché altrimenti non riesco a decidere però questo termine influirà sulla relazione del provvedimento
Probabilmente metteremo meno giurisprudenza non ci occuperemo di riqualificare il fatto
E Matu
Su questo ancora io mi chiedo perché a chi giova
Cioè
E poi
L'inefficacia che dovrebbe intervenire come sanzione a chi deve fare ricorso in Cassazione vada magari io sono del parere che effettivamente quattro cinque mesi per il deposto in una serie di un'ordinanza
Siamo tanti e su questo non ci piove
Trenta pervenire con una provvedimento cioè con una sanzione
Di inefficacia perché perché a difesa della libertà personale ho capito a parte il fatto che farmi devono spiegare per quale motivo la stessa sanzione si applica anche nel caso dei decreti perché l'altra centoventiquattro richiama l'articolo il comma nove dieci e quindi
Non capisco quale sarebbe l'esigenza dobbiamo ma poi
Io credo che tutto sia molto motivato un poco Cemmo dall'esigenza senza cavalcando un'onda che ultimamente CEE tale esigenza diciamo tre ritratti sanzionare il giudice perché come dire il giudice
Delle
Lavorare tramite questo testé questa sanzione poi torta che il delinquente sta fuori mentre invece probabilmente dovrebbe stare in galera
E la collettività perché in tutta questa storia è vero che bisogna riformare osserverà però è pure vero che noi viviamo in una in un mondo
In cui
E non si può vivere per la delinquenza quindi dobbiamo decidere insomma delle due l'una o stiamo nel mondo strepitosa mente tranquillo e allora
Diciamo effettivamente mettiamo troppa gente dentro oppure stiamo come dire male e allora dobbiamo decidere se stiamo male perché sono tutti quelli diciamo condannati con la sentenza
Definitiva a meno di tre anni che stanno fuori o sono vigente tra voi sono persone
Che probabilmente insomma metti la prima volta da invalidare un obbligo poi
Lo violano e casomai continuano a fare i rapinatori perché
E poi veramente chiudo perché ho chiesto perché va bene in linea di massima anche applicare le misure da misure interdittive
Mi spunti e francamente per i diritti di strada sta misura interdittiva che cosa ne potremmo mai fare
Mi veniva in mente che appunto dicevo prima al Pubblico ministero ostile diciamo sospendesse no contestavo responsabilità genitoriale un imputato di cinque indagate cinquecentottantadue
Non credo che conti in questo diciamo gli basterebbe per evitare di continuare a
Maltrattare i propri familiari però voglio dire tornando diciamo a quello che dicevo prima
Il
Ho perso il filo per la verità
Anzi per il termine di trenta giorni io continuo a dire non credo che
Imporre
Quaranta ci
Tra l'altro ecco e terminiamo per
Non c'è dubbio
Sì ma infatti volevo poi tanto terminare oltretutto anche in questo caso si è fatta una riforma
Che
Miniera per l'appunto a sanzionare fondamentalmente il giudice così come nel caso dell'annullamento del G.I.P. mila sanzionare il G.I.P. perché anche l'annullamento per quanto non sia stato dentro tutto ma è comunque una causa diciamo cioè la mancanza motivazione comunque un illecito disciplinare tra legato all'illecito disciplinare però poi non incide più di tanto perché la misura
Io dico parlo adesso dell'inefficacia
Può essere rimessa per un semplice motivo perché perché noto
Credo insomma per esperienza che di questa inefficace eventualmente inc interverrà soltanto per le procedure più complesse quelle per le quali sarà più semplice dire esistono esigenze per rimetterla
Mentre per le procedure semplici trenta giorni penso che siano più che sufficienti indiani master credo questi depositi
L'ultima cosa peraltro l'inefficacia l'avvocato prima diceva poi nel concreto come si fa perché parlava di un'altra ipotesi ma anche noi nel concreto quando c'è di fare l'indagato chiede di
Fare slittare l'udienza come si fa io mi chiedo anche nel concreto inefficace va dichiarata come la dobbiamo dichiarare che nel dispositivo dobbiamo mettere come si fa nel dispositivo della
Questo provvedimento dichiarare etc diventa inefficace a partire dal trentesimo giorno dal quarantacinquesimo o no trentesimo giorno se non è stato motivi depositata la motivazione
Il Presidente del Collegio chi per esso convoca il Collegio dichiara la inefficace perché non credo che che il
No perché io non credo che il non so il direttore del carcere poiché al post carcerare e così come il problema è veramente è chiusa
Sulle differimento anche ad opera dell'indagato è un problema il differimento venne non abbiano i collegi fissi
Richiesta di slittamento dell'udienza
Potrebbe anche indurre a scegliersi il giudice a scartare il giudice non aggrada per cui io penso che così come bisognerebbe probabilmente attrezzare immediatamente le aule per la videoconferenza e che la gente che sta accusa chiede di venire non penso che stiamo tradurla
Credo presente Lomonte addirittura pensava di dover secondo cui bisognerebbe tradurlo io non lo so io insomma dovendo scegliere optare per una soluzione al potere per quella meno gravosa al quindi lo lascerei in un momento e spending review in cui non ci sono diciamo neanche gli autobus per trasferirli abili cespite farli
Prendere da Cuneo oppure bisognerebbe introdurre la norma e quando vengono arrestati a questo punto vengono in automatico tra sei mesi tradotti nel carcere di il giudice che ha emesso una misura
Distrettuale è l'unica cosa no immagino
Oppure e approvazione oggi
Dicevo l'ultima cosa è quella di riformare i collegi perché noi o dobbiamo avere collegi fissi
Per cui si slitta slitta al medesimo collegio perché presumibilmente per questo accadrà nelle procedure più complesse così allora
Sia per un motivo troppo di economia giudiziario abbiamo sui attorno a tutte le carte ma soprattutto per un problema anche di giudice natura vi ho detto per impedire che si scelga il giudice gli scarti indigena ponderata
Anche questo insomma non so come si affronterà però sono tutti problemi mi chiedo per carità poi il giudice sicuramente sarà sanzionato ma fare tutto questo diciamo la collettività né godrà molto
Ma
Io attendo
Quindi
Rimango parte adesso qualche altro minuto perché inefficace
Ringrazio ancora il presidente Areniello del suo intervento
Che certamente diciamo dà il senso di diverse sensibilità ovviamente sull'argomento come
Era lecito aspettarsi
Grazie ancora e gli cedo immediatamente la parola alla dottoressa Monica Amirante che ha avuto ovviamente esperienza in varie forme e vorrei Napoli attraverso
Il tribunale del riesame oggi all'aspetto della donna italiana è assolutamente che
Ha un'esperienza di ampio respiro
Allora anche io sembra quasi che i magistrati ha deciso mezzi d'accordo tutti fanno questa rappresentazione del lavoro che stringe stili gestiti ma è così io purtroppo avevo convocato una affidato al servizio sociale che non si sta comportando bene
Sopra e e pur non mi sono potuta vedere quindi è meno giorno di ferie perché avevo un impegno pregresso quindi purtroppo tra un pochino anche io dovrò salire almeno per un quarto d'ora
E quindi sarò breve e concisa come avevo detto ed è stata la ragione per cui non abbiamo potuto ascoltare prima ma collega De Ruggiero del G.I.P. perché oggettivamente poteva avere un senso diciamo sentire una prime considerazioni
Allora io piuttosto siccome l'avvocato Palumbo già fatto un'analisi nell'articolato non ci torno se non per fare delle considerazioni di carattere generale
Devo dire che io condivido appieno la valutazione che ha fatto prima appunto il l'avvocato Palumbo dicendoci
Che questa ancora una volta sembra rispondere a quella logica dell'emergenza della mancanza di organicità che ha contraddistinto diciamo la legislazione penale processuale
In Italia ormai siamo se non siamo tutti un po'stanchi di questa
E perché le notazioni che mi vengono sono queste che ci sia un problema oggettivo in quel riferimento alla custodia cautelare è un dato di fatto è inutile negarlo
Sappiamo benissimo quali sono state le punte di criticità
Spesso ascrivibili come dire anche al lavoro eccessivo certamente che nel sud Italia poi è particolarmente sentito siamo ancora diciamo due Italie e non c'è niente da fare diciamo il sud da un concentrato
Sia oggettivo diciamo dal disagio sociale eccetera ma di centuplicato azione diciamo di affari di lavoro è un dato statistico che torna
Questo comporta dei problemi ulteriori
Sappiamo bene che alcune diciamo ordinanze di custodia cautelare sì alcune epoche per carità degli esempi che poi sono anche usciti sui giornali quindi non dico nulla di nuovo
Si sostanziavano in un copia incolla del lavoro del pubblico ministero e
Poi interverrà il dottore si Rignano quindi posso fare una breve qualche volta anche i lavori del pubblico ministero rarissimi ovviamente
Si sostanziano in un collage del lavoro della Procura questo non perché forse non c'è un esame ci sarà anche un esame approfonditissimo dietro ci sarà un grande scrupolo nella scelta non tocca a me dirlo non farci PM non lo so
E sarebbe improprio ma di fatto il lavoro complessivo che viene fuori è un lavoro disorganico che centuplicato
La fatica di chi deve esaminare gli avvocati il tribunale del riesame l'indagato l'imputato che ha ovviamente il diritto a comprendere quali sono le ragioni
E allora è inutile che ce lo diciamo diciamo la le le le telefonate ripetute ottocento volte dei singoli capitoli perché diciamo così sono state messe quando voglio dire sarebbe opportuno riportarla una volta sola e via è un lavoro che costa una fatica enorme però diciamocelo c'è costa una fatica enorme
Io quello che trovo che e che
Che è un atteggiamento che noi dovremmo superare che stima sempre che citi magistrati e che gli avvocati talvolta si parliamo discutiamo da punti sta cultura però nella sostanza è come se non si facesse la guerra cioè il dato di fatto
E che
Il lavoro per poter venire bene deve essere fatto concerti tempi ragionevoli
C'è bisogno di mezzi e strutture che non ci vengono dati che voi lo sapete il personale amministrativo che sta andando via non viene sostituito
è chiaro cioè proprio se uno sale in un qualsiasi tipo una si ricordi vecchi Cancellieri un tempo pensa di trovarne di nuovi
Non trova nessuno
Allora questi sono problemi reali sui quali bisogna fare una battaglia congiunta inutile che ci separiamo su queste cose perché la qualità della giurisdizione siamo cittadini prima di tutto non quindi voglio dire interessa veramente tutti noi
E che cosa mi non piace di questo articolato normativo ci sono alcuni principi giusti qua ci sono alcune cose che
Competono esclusivamente
A legislazione che alla politica come quella di decidere qual è il livello di Pennac entro il quale si vuole consentire l'emissione la misura cautelare cinque anni sei anni se tali voglio dire compenso sinceramente io
Penso che andrebbe fatta una seria depenalizzazione organica che andrebbe come dire rimodulato un'unicità una storicizzazione delle vicende processuali cioè non non si possa incrementare
E questo punto faccio una brevissima parentesi al momento devo parlare un po'flash io credo che una grande colpa anche della giurisprudenza
Della Cassazione fare un caso specifico che non ho condiviso e ho contestato diciamo già all'epoca come diciamo si può in maniera civile criticando una scelta
Quando le Sezioni unite hanno ribadito con
Con molta convinzione in quel momento che per esempio le dichiarazioni del collaboratore oltre centottanta giorni in una fase cautelare si potevano usare al riesame va bene
E poi al dibattimento no
Non ha fatto nient'altro che creare una censura mostruosa che già esiste in fatto tra il cautelare il giudizio definitivo e questo è
Un un boomerang per la magistratura
Perché comporta una perdita di credibilità io arresto la gente la gente poi viene a sua volta
Allora secondo me interesse prima di tutto della magistratura
Lavorare in maniera organica non come dire Pupulin stanno mandando messaggi che sono legati né alla paura near del dover dare diciamo ragione a qualcuno di una rivisitazione diciamo che comporti
Il mantenimento del cautelare nei casi necessari che ci sono perché io faccio sempre l'esempio quando lo devo spiegare anche vado nelle scuole quindi non è il caso per voi per un esempio estremo che serve no
Se Tucciarelli ma atto diciamo con la sciabola che taglia le teste per la strada diciamo lo vogliamo tenere fuori oppure dopo trenta giorni siccome tribunale del riesame non si è pronunciato mettiamo fuori
Io non c'è penso veramente che c'è una follia né non litri ripensare organicamente a un sistema che non funziona cioè io mi ero appuntata prima mentre analizzavamo i singoli diciamo articola
Che giustamente nella prima relazione si era detto è un fatto sostanzialmente culturale e allora io mi domando e mi domando ma si può normativizzate aree la crescita culturale
O è un po'come il problema che c'è anche fuori dalle aule di giustizia in cui diciamo noi dobbiamo cominciare a preoccuparci delle scuole dell'università del modo di essere ieri sentivo una persona che sta in carcere condannata
Che devo dire però con un'aria di meraviglie che ha detto certi in Italia non c'è molta speranza diciamo si meravigliava del fatto che avendo lui svolto per molti anni funzioni
Pubblico di pubbliche funzioni può come è vero poliziotto questo signore in un certo settore
Si era poi diciamo aveva smesso di fare quel lavoro e aveva aperto un'attività di tipo diciamo commerciale esattamente nel settore
Io cercavo con garbo diciamo dispiegare i primari ha riflettuto sul fatto che forse poi questa
è come se avessi detto un'eresia cioè voglio dire l'idea del conflitto d'interessi dell'idea che questa
Ciò le acque è stato condannato quindi voglio dire evidentemente qualcosa ci sarà
Maggio ne stiamo parlando è la fase coda dopo la sentenza di condanna certo anche le sentenze ovviamente si rispettano la sentenza di condanna quindi nel caso suo era approvato che c'era stato
Questo conflitto reale
Ma a Niguarda dato degli occhi talmente meravigliati che alla fine io organizzi il sito più va bene
Torno per poi lanciare un altro paio di messaggi in modo che se posso venne assentite dibattito successivo dopo
Allora io credo appunto che una riforma culturale non si possa fare con norme che sono peraltro disorganiche che risponde
Nel al diciamo una situazione di emergenza per chi diciamo in meno ferrato nel settore dell'esecuzione tenete presente che anche questa riforma diciamo cautelare così come disegnata
Risponde essenzialmente all'esigenza di dare conto all'Europa dopo la sentenza Torregiani sapete che siamo stati condannati in sede europea con una sentenza pilota
Che aveva raccolto più ricorsi perché le nostre carceri non sono degne diciamo di un Paese civile
E quindi dovremo sborsare quantitativo anche significativo diciamo di danaro come rimborso per coloro che sono detenuti hanno fatto ricorso tra l'altro è chiaro che quelle una sentenza pilota cioè nel senso che da uno poi diventano
Miliardi oggettivamente le condizioni delle nostre carceri come sapete sono inumane per larga parte
Appunto teniamo e e però che cosa è di orrendo esce fuori che secondo Michela io ora provviste la fase delle indagini Tribunale del Riesame cura guardo che cosa succede dopo hanno esperienza devo dire bellissima questa di transitare
Che consente di sentire l'esigenza di storicizzare di legare tra loro opinioni dopo di dare una risposta che sia comprensibile
Al popolo italiano e qua stiamo attenti non è un discorso io non dico che ne dobbiamo fare le cose che piacciono al popolo però io non mi dimentico l'insegnamento di Calamandrei cioè voglio dire noi siamo qua per chi rappresentiamo un esige Enza anche il popolo italiano e la Costituzione hanno cioè non
Dobbiamo dare delle risposte che sono leggibili comprensibili ma nel nel disegno armonico non nella singola decisione o nella singola pronuncia
E allora creare queste norme fratturate due segmenti è uno dei problemi da risolvere vecchia
Ancora una volta però qui il richiamo al sei cinque sei comma cinque che faceva prima
Il relatore voi sapete che il
Attualmente l'ordine di esecuzione per persona libera di nessun SPISAL per evitare un inutile ingresso in carcere le porte girevoli perché poi tribunali di sorveglianza più e deve dare spesso misure alternative
Quindi non c'entra proprio in carcere ci si rivolge al tribunale di sorveglianza che deciderà se dare o meno una misura
L'attuale modifica diciamo del duecento per me lo ricordo ma insomma è la quella norma che prevede non può essere data la misura cautelare in caso di pena sospesa osti
Può essere invece sospeso l'ordine di esecuzione come messaggio in sé è un messaggio secondo me assolutamente condivisibile però ancora una volta mi posso permettere
è assai populista e propagandista perché perché la cautela si trova una logica e proprio in quel concetto di attualità che non c'è bisogno che ci venivano a richiamare oggi perché chi fa con coscienza questo mestiere diciamo è uno delle prime
Delle prime cose che va a guardare si e l'attualità perché insomma non puoi mettere una persona in caccia se non ci sono delle esigenze che sono attuati
Ma se ci sono
Sono attuali alloggi e questa storia anche se mi fossi quel migliore dei mondi possibili e quindi la risposta diciamo del giudizio di merito vini se ravvicinata nel tempo sarebbero comunque misti o un anno di differenza
Le cose cambiano le persone cambiano non ci dimentichiamo il saldo complessivo
Voglio dire la rieducazione la modifica del soggetto certa in custodia non è previsto il trattamento ma di fatto stanno in carcere non è che lo possono
Non lo dovrebbero dirsi educare dovrebbero comunque avviare un trattamento
Allora un anno dopo io se sono un magistrato cosciente che lavora bene che conosce le cose che fa potrei aver completamente cambiato la mia previsione no dico questo perché era anche frutto di è un interessante dibattito posso svelare l'ormai tanto non è che nelle camere di consiglio con Nicola conteranno Vannini con l'abbiamo lavorato insieme che ci interrogavamo sul senso di quale fosse il senso della norma che impedisce di applicare la misura
Quando si qual è la sospensione condizionale della pena
Perché anche lì il discorso diciamo tubo esemplificare diventi un mero autonoma e lavori in modo automatico il male o invece dire certo è un'indicazione che mi viene da legislature non mettere dentro gente che poi non ci andrà nella fase definitiva
Però è anche vero che c'è un'esigenza di immediatezza c'è una cosa che poi alla fine si riveleranno un grave pensate a vicende familiari in cui anche per uno scompenso psichico c'è uno che come dire sta tentando di ammazzare la moglie
Io mi posso solo augurare che esse quello sicura poi dopo in carcere non ci andrà no se ha per esempio solo un vizio parziale di mente quindi non parliamo di chi è totale perché se no chiaro il percorso è diverso ma conditio parziale di mente
Io opero una sentenza che mi dà una pena ridotta dopodiché x e mi curo farmacologicamente la mia pericolosità sociale può completamente scomparire
Quindi i giudizi che andrò a dare un anno dopo due anni dopo non è quello della cautela cerchiamo di ricordarci questo anche come cittadini oltre che come magistrati e come difensori
Io per il momento mi fermo qua lancio solo un'ultima provocazione che non c'entra direttamente col tema di oggi ma che mi è molto cara che appunto è nata proprio da cambiare un po'il punto di vista del tipo il punto di vista si cambiano dalla dal riesame alla sorveglianza
Noi abbiamo un'esigenza forte come magistratura di vedere la giurisprudenza sull'evasione
Perché è fatta salva la pace e di qualche magistrato particolarmente illuminato e ho letto qualche sentenza bella in tema di evasione
Noi dobbiamo ricominciare capì che cosa significa l'evasione perché questa storia che vengono condannate le sue gente trovata fuori la voce leva sensibili che io mi voglio sottrarre al controllo se io sto davanti alla porta
Io non mi sottraggo a nessun contro
è questo che significa che ci consentirà poi invece di ridare al concetto di evasione vera quella rigidità per esempio sulla quale invece pensavo che fosse giusta nel senso che quando io ho dato un'opportunità è una chance
La persona che poiché vada in senso vero guarda che è quasi giusto anche l'automatismo di legge si potrebbe accorciare il termine questo ne parlo in fase esecutiva Danut censiti da una misura tematiche tue Varma Ebadi sul serio
An posso anche capire che per un anno è previsto che chi non ha aderito ma perché dobbiamo lasciarla l'identità infatti gli agenti Danzi prende le condanne otto mesi dieci mesi due anno un anno e mezzo
Ma l'area veramente questa è una cosa che può essere oggetto di una riflessione comune magistratura avvocatura
Scriviamo facciamo una raccolta c'è perché secondo me è un tema su cui si può lavorare bene concreto non populista che comunque darebbe una grande mano
Anch'sia nella fase diciamo della cautela oggi ci dicono nell'identità ma dovremmo andare a vedere qua sia in fase esecutiva io vi ringrazio mi dovete perdonare ma
Che il dieci per un quarto d'ora venti minuti mi allontanerò poi turno
Ringrazio la dottoressa mirante passo immediatamente la parola alla dottoressa De Ruggiero per il suo intervento
Allora innanzitutto buongiorno a metà
Mi fa piacere prendere la parola dopo le colleghe perché condivido pienamente le argomentazioni che hanno espresso
Sull'ultimo punto di Monica e devo dire che ho fatto il giudice monocratico per anni e le mie sentenze di assoluzione sull'evasione sono state tantissime perché io condivido questo punto di vista cioè se viene trovata nel cortile di casa
In pigiama non è l'evasione se viene usato sul balcone di casa sul pianerottolo se non è un'azione
Devo dire che questa riforma mi ha tenuto conto che ci attanaglia affrontato villa il punto dell'evasione per la prima volta ha soppresso in particolare alcune disposizioni che prevedono l'obbligatorietà del carcere e cioè
Attiva cioè l'obbligo di un giudice di revocare gli arresti domiciliari in caso venissero violati alle stringente Asia allontanamento al domicilio oggi questo obbligo viene meno la Corte costituzionale già chiaramente arrivasse ampiamente spesso
Viene meno anche il divieto
Sì viene meno anche il divieto del giudice di darei gli arresti domiciliari antistato con altri cinque anni precedenti per evasione cosa anche questo è quello che veniva assolutamente giusta perché bisogna anche dire se quella era un'equazione seria omino
Questo per dire che cosa è di fatto identità quella che io e la collega possiamo definire un'evasione seria o meno quella che con un giudice monocratico può portare ad una condanna con un altro giudice monocratico portare una soluzione col secondo comma come sempre ad una soluzione
Quindi questi per prendere
Puntò dalle considerazioni Monica
Per quanto riguarda voi questa riforma queste la riforma della carcerazione preventiva una cosa la carcerazione preventiva una cosa sull'accorpamento delle carceri quando parliamo di decreto suo dataci quando parliamo di carcerazione preventiva sono due cose diverse
Dire che nel nostro nelle nostre carceri si vive male è vero
Dire che nelle nostre carceri un trenta per cento di detenuti e in attesa di giudizio è vero però quanti di questi sono in attesa di primo giudizio e quanti invece di questi sono in attesa di sentenza passata in giudicato
Cioè moltissimi di quelli che vengono eletti in attesa di giudizio sono persone sono già stati condannati in primo grado molto spesso anche in secondo grado
Quindi voglio dire un vaglio comunque c'è stato quindi non possiamo dire che abbiamo un trenta per cento i detenuti che sono in attesa di giudizio non solo in tutti in attesa di primo giudizio
Per molti un giudizio già c'è stato non è un giudizio definitivo ma comunque un giudizio un bando già c'è stato estendiamo questo Maglio che quello che può essere stato dato in primo grado dalla magistratura quello che c'è stato recentemente il Tribunale del riesame prima ancora il G.I.P. e prima ancora nella PN
Chiaramente ci rendiamo conto che
Insomma con una forma di garanzia c'è stata
Mi fa piacere anche parlare dopo la collega divina risale Delladio presentai diniego perché anche reale affatto a considerazioni mi è piaciuta quando ha detto che la misura cautelare
è una fattispecie la formazione progressiva che oggi in esame fa la parte del leone ed ero
Allora dire che sta in un certo collegiale purtroppo mi dispiace contraddirla però
è una cosa
Inattuabile abbiamo visto già col Collegio rifiuti che è un'esperienza che si è rivelata fallimentare comunque porterebbe ad una paralisi sostanziare il sistema perché
In quella richiesta misurata dare molto spesso una richiesta di misura cautelare che serviva per il carcere quindi anche per ogni richiesta di misura cautelare il pubblico ministero bisognerebbe di unirsi in forma collegiale è impossibile
Anche perché le dico una cosa questo fuori dalle righe l'unica cosa che ci porta Parigi per di fronte questa fonte questo carico di lavoro che veramente disumano io ma
Perché a Napoli e disumano
è la moto praticità
Piuttosto che degli stessi solo io grazie avvocato ma su quella che sarà la mia decisione comunque non facile scrivere al Tribunale del Riesame ma sicuramente lei non l'ho ritenuto però non è detto che
Non è detto che le vada meglio
Si rischia di perderli stante in Senato che un Giudice più terzo sono pienamente d'accordo quindi lasciamo il GICO monocratica lasciateci la mono praticità che lungo la cosa più bella della nostra funzione altrimenti GPA voterebbe più nessuno
è lasciamo al Tibet riesame quello è il suo compito ora un punto che mi lascia fortemente perplessa di questa riforma è lo il pubblico l'obbligo perché si parla di obbligo di riesame di annullare
L'ordinanza del G.I.P. che non sia stata motivata dato una motivazione autonoma
Ora che cosa si intende per motivazioni autonoma una motivazione diversa da quella che è spesso il pubblico ministero nella sua richiesta ma se le considerazioni del Pubblico Ministero sono pienamente condivise Agip perché Egitto non dovrebbe riportare questo Consiglio e non ci sia stato un vaglio
Peraltro il giudice del riesame tribunale del riesame a cognizioni piena del gravame come l'abbiamo della quindi l'avvio di quella che la misura cautelare di quello che tutto quello che riguarda quinti la cioè non è soltanto un giudice del gravame
Ha una cognizione piena di tutto quello che riguarda la misura cautelare
Quindi come giudice di esame tasse ed è questo che la Corte dica stazione si è spenta Sezioni unite ha il potere di integrare la motivazione e
Perché adesso non potrebbe farlo più quindi non può farlo in caso di motivazione assente può farlo in caso di altri vizi la motivazione
Da questo punto non è chiaro
Cioè in effetti il tribunale dire annullare il provvedimento impugnato siamo di azione manca un continuo autonoma valutazione delle esigenze cautelari
Degli indizi e degli elementi forniti dalla difesa giusto mentre in altri casi che però non rientrano in questi che non ho ben compreso quali sono o integrare la motivazione e quindi sa far salvo il provvedimento
Ora fatto poniamo il caso di comunque una mia ordinanza sia carente di motivazione
A questo punto però nel merito al tribunale del riesame condivide quelle che sono le argomentazioni che ha espresso il pubblico ministero che io ho fatto mie
A questo punto che cosa si basi legali mani al Tribunale di riesame il sedici il Tribunale del riesame deve annullare per forza oppure vogliamo riconoscere al tribunale del riesame quello che la Corte di Cassazione ha riconosciuto sempre cioè il potere di integrare la mia motivazione
Cioè questo è un punto di questa legge di questa riforma io non ho ben compreso per la verità
Questi per salvo appunto quello che la funzione del tribunale che sanno che e vengo io dal G.I.P. devo dire a questo punto la fa da il duo delle une o giovedì belli dell'esame perché chi dice la parola finale sulla vicenda cautelare non è neanche la castrazione quanto in esame
Quindi che il G popol sia chi materialmente firmi l'ordinanza di custodia cautelare del GPS materialmente i team come dice l'opinione pubblica manda in carcere le persone
Vero però chi sostanzialmente estive poi un giudizio finale su quella che la valutazione carne spesso in prima battuta il pubblico ministero e in seconda battuta il G.I.P. e comunque Tribunale di restare qui a questo punto un giudice collegiale che lavora seriamente c'è
Questo non a voler viene giudice monocratico lavori meno seriamente
Ma è comunque un giudice unico ma tutti i limiti che ne derivano
Però se la risposta che noi dobbiamo dare diversa una risposta anche in termini di celerità
Non possiamo prevedere il giudice collegiale in fase cautelare in fase genetica perché nella fase genetica il G.I.P. deve essere monocratico assolutamente altrimenti non ci si muove più
Soprattutto in quei proprio da un tanto per le richieste di misura cautelare particolarmente corposo che ci arriva la DDA ma ripeto che ci arrivano tutti i giorni dalla dall'ordinario per quelli che ci arrivano tutti i giorni in sede di convalida l'arresto di convalida del fermo
Cioè i tempi sono strettissimi collegio non per il bene anche il tempo a riunirsi
Può discuterne e poi come diceva giustamente
L'avvocato essendo anche all'interno del collegio tipo il materialmente venga decisa e non è non non è corretto dire che anche nel collegio di benedizione è uno
Però chi giudice estensore uno c'è chi fa suo il procedimento è vero che non ci nascondiamo dietro un dito e uno che quella decisione venga presa in maniera collegiale è vero assolutamente
Però chi fa suo il procedimento è uno c'è chi poi naturalmente scrive alla sentenza chi fa da relatore in camera di consiglio quindi questo per esprimere alcune brevi considerazioni su quello che ritengo punti che non sono troppo chiari della
Un ultimo punto la Corte costituzionale si è espressa in questi anni più di una volta sull'articolo duecentosettantacinque quindi sulla presunzione di idoneità del carcere
Non era una vecchia norma del duecentosettantacinque che dava una presunzione di non di una posizione assoluta di novità del carcere alcune fattispecie di
ATO
La scure della Corte costituzionale si è abbattuto su articolo duecentosettantacinque più di una volta quindi è stata una persona dico costituzionale di costituzionalità la solleva ma anche mia stanza aveva come avrete le civette ragione infatti la Corte
La Corte Costituzionale perché precedenti e dire
A stabilire una presunzione iuris et de iure di dominare il carcere è una follia cioè il
Banchi valutato caso per caso
Allora sì ne abbiamo avuto un duecentosettantacinque nella vecchia formulazione
Che prevedeva l'idoneità del carcere in tutta una serie di reati tipo va be manteniamolo comunque per quello che riguarda l'associazione sovversiva associazione terroristica associazione mafiosa e forse anche il settantaquattro in quella che la modifica dentro il personale
Però dire che comunque era assolutamente idonea starci anche per altri reati come l'omicidio di induzione alla prostituzione minorile la pornografia minorile il turismo sessuale violenza sessuale erano già bene tra Corti costituzionali chiaramente una follia
Sinora costituzionale ci ha dato questa indicazione che comunque noi dobbiamo seguire
Perché letterale nuovamente nella nuova formazione duecentosettantacinque questa presunzione di idoneità cioè non la vedo una cosa cioè essendo un qualcosa che va invitare comunque quella che la motivazione del G.I.P.
Cioè se tu legislature mi dici che in determinati casi Castillo durare per spostare il carcere
E poi invece c'è la Corte costituzionale che è già intervenuto in precedenza che anche sull'articolo sette lo sappiamo e ci ha detto che comunque va valutato il caso concreto reiterare nuovamente questa al tipo di di obbligo in un
In un disegno di legge ci sono meno un'astensione
C'è a questo punto lasciamo libero il allora che cosa ci che cosa mi dite da una parte da una parte dice che derivano che devo motivare autonomamente devo fornire una mia valutazione
E quel ok e stiamo tutti quanti d'accordo dall'altra parte però legislature mila stesso disegno di legge mi dice sì un attimo Today motivare utili faremo devi concretamente attualizzare il pericolo di fuga alla
Il pericolo di reiterazione del reato eccetera eccetera
Però in tutta una serie di reati
Non si fida di nicchia il legislatore fondamentalmente consigli da Dini e a questo punto non si dica neanche del riesame però
Non servirà neanche in esame nel momento in cui obbliga obbligarli standard annullando il provvedimento che non sia stato adeguatamente motivato
Allora tutelarsi
Culinari pulite la propose per i reati di pubbliche amministrazioni
Ma erano altri giudici però avvocato
Qui ci sono anche i giudici che preferiscono decidere autonomamente e prendersi voi le proprie responsabilità
Già adesso
Dottore vuole intervenire nel
La ringrazio la dottoressa De Ruggiero passo la parola cioè al dottor si rinviano che da ovviamente dal lato della Procura e la Repubblica in particolar modo della vita Direzione distrettuale ci sarà un parere ovviamente molte
Dal terrorismo il datore di lavoro di tutti
Compresi i colleghi giudici
L'argomento è un argomento di grandissima attualità io da ritengo
Innanzitutto che parlare di indifferibilità della riforma sulla carcerazione preventiva sicuramente
E giusto ma non di più di quello del processo perché
Io credo che
La custodia cautelare in carcere quindi chi ha una sua applicazione in un determinato periodo
Soprattutto quindi la fase delle indagini preliminari quando cioè inizia l'attività investigativa
Si accertano i reati
E necessariamente una fase e quindi che deve tener conto delle fasi successive però è una base nelle qua nella quale
Le esigenze
Di tutela della collettività e di acquisizione probatoria sono chiaramente molto forti e devono essere tutelati
L'indifferibilità della riforma quindi secondo il mio parere deve essere complessiva non soltanto riguardare la carcerazione preventiva perché è stato da
Dai più anche oggi ribadito
Che
Si sente si avverte molto di più l'esigenza di una riforma della custodia cautelare proprio perché i processi sono lunghi e chiaro che
Deve essere affrontato questo problema non possiamo nasconderci dietro la mancanza di una riforma complessiva del processo penale coniuge strutturato e quindi non parlare del problema della libertà personale perché
è uno dei principi sacrosanti della Costituzione
Ed è una delle libertà diciamo sacre della persona
E quindi bisogna necessariamente affrontare il tema però
La collega Monica diceva c'è una separazione tra la fase processuale e quella
Della
Le indagini preliminari a proposito delle dichiarazioni dei collaboratori ritengo che non si possa non pensare ai casi in cui una persona che non è collaboratore
Ma che con l'imputato nello stesso processo dichiari nella fase di indagini preliminari quindi chiami in correità una persona la sua chiamata in correità viene riscontrata
Si emettono le misure cautelari e poi nel processo l'Agcom lei si consente di avvalersi e la volontà di non rispondere
In questo caso venendo meno la chiamata in correità adesso la linea assolta perché il semplice e solo riscontro anche plurimo sulla dichiarazione resa determina voi
La soluzione del soggetto imputato e tutti divideremo e saremo pronti a gridare allo scandalo perché è stato detenuto per due tre anni in attesa di giudizio e poi viene assolto
In realtà questo è il nostro sistema processuale
Allora non è soltanto
Legato alla dichiarazione del collaboratore che se
Viene resa nei centottanta giorni si può utilizzare in una fase piuttosto che in un'altra
E il nostro processo che non funziona
E del nostro processo che ha delle lacune che accentuano i problemi soprattutto relativamente alla fase cautelare
Io mi rifiuto di pensare e già però parto da questo presupposto per chiarire la mia opinione che vi sia anche una diversa sensibilità tra le parti processuali tra il pubblico ministero
L'avvocatura o addirittura per certi versi anche con il giudicante
Se per diversa sensibilità noi vogliamo intendere un approccio alle principi e alla libertà della persona diverso
Motivato da un interesse personale alla conservazione di un potere come più volte è stato anche detto dalla Camera penale di conservazione dello status quo
Per conservare un potere che è quello del pubblico ministero anche perché il potere non è del pubblico ministero
Potere di emetterà la misura cautelare e del giudice
E quindi si meraviglia e mi meraviglio ancora oggi come
La critica porte che proviene dall'Avvocatura parte l'avvocatura anche di fronte a delle resistenze della magistratura legittimamente
Operate a questa riforma sia perché il pubblico ministero vuole conservare un potere in realtà il potere
E assolutamente inesistente tant'è vero
Sì il pubblico ministero e credo che questa sia ad esempio una delle
Necessità da introdurre quanto meno
Per
Evitare un'ipocrisia che tutti i giorni siamo costretti a celebrare
Potere di fermo del pubblico ministero nei casi di reati di particolare gravità nel nostro ordinamento non è previsto se non ai gravi indizi si associ il pericolo di fuga
E allora dico pare possibile che il Pubblico Ministero il pubblico ministero non la polizia giudiziaria non abbia il potere di interrompere una zia a me omicidiaria tappe
Realizzare senza motivare sul pericolo di fuga se non c'è il pericolo di fuga
Il Pubblico Ministero non può interrompere quell'attività criminale e possibile in questo non panorama che Minale in cui viviamo non consentire ad un magistrato che rappresenta in lire lo Stato di intervenire
A vantaggio a tutela di una persona che sta per essere utilizzate se non vi è il pericolo di fuga della persona
Cioè una cosa che
Ed è
è un problema quindi culturale come diceva il collega un problema di fiducia innanzitutto verso il giudizio verso il giudice a non verso il pubblico ministero
Perché l'attacco spesso dal Pubblico Ministero perché l'inizio dell'attività
Ma in realtà e anche perché è troppo facile attaccare il Pubblico Ministero una realtà il potere anche sulla libertà personale solo del giudice
Solo del giudice in tutte le varie fasi solo del giudice no ma io non è che mi associo alla critica al giudice dire nella riforma
Che c'è bisogno di un'autonoma valutazione del giudice significo spenderlo
Perché
Il problema e che il giudice
Deve
A dire una sua idea sulle
Prove sui indizi che vengono offerti dal pubblico ministero
No
Però
Mi
Mi mi faccia dire non è possibile in questo Paese riformare
A diciamo DD DD poi di delle parti importanti del nostro Codice perché c'è un giudice
Sul cinquanta o due giudici su cinquanta o dieci giudici su cinquanta che si appiattisce sulla richiesta del Pubblico Ministero
E magari scriva condividendo le motivazioni del pubblico ministero senza mettere su una motivazione che dia l'idea
Di aver ragionato autonomamente dal ragionamento che ha fatto il giudice in questa un ragionamento inaccettabile
Così come inaccettabili ragionamento che chiaramente senza alcuna
Volontà accusatorio comunque particolarmente dire così mortificante
E l'accusa del giudice che può essere influenzato dal fatto che la richiesta viene firmata dalla Giunta o da quattro pubblici ministeri voglio dire questa e davvero
Una sfiducia che se proviene dal legislatore
Io posso anche comprendere
Che possa trovare spazio ma non interessa diciamo politico ma se proviene dall'Avvocatura no
Perché significa non conoscere il meccanismo
Perché stiamo
Ancora parlando soltanto della patologia ora se esiste
Un giudice o due giudici che
Si fanno influenzare dal nome del pubblico ministero dall'importanza dell'aggiunto che lo firma o dal fatto che in alcuni casi addirittura il Procuratore della Repubblica
Che mette il visto su quella misura perché si tratta di una misura che colpisce alcuni soggetti che sono particolarmente diciamo ricoprono ruoli istituzionali
Bene allora voglio dire
Obiettivamente siamo in un caso
In cui quel giudice
Rappresenta la patologia non è la tipologia
Dei rapporti tra pubblico minibasket ebbe verificare quante di queste misure richieste dalla Procura con cinque firme sono state rigettate nel tempo per comprendere che non esiste una
No
Io contesto in radice questo ragionamento anche perché anche perché credetemi
La valutazione che il Papa un giovane magistrato a mio parere e anche più attenta di quella che può fare un magistrato più anziano che ha solo dalla sua forse l'esperienza
Ma il nostro sistema processuale però vede anche che ci sia un giudice che di all'ergastolo
In abbreviato e che sia un solo giudice
Che possa emettere una sentenza così gravosa nei confronti di una persona per un delitto grave e che quindi
Voglio dire sanzione alla fine della sua vita di relazione
Quindi io non mi
Preoccuperei di
Intervenire
Sull'onda emotiva oppure perché dice io vi sono nel nostro sistema delle patologie e vi assicuro che a me non viene diversità di sensibilità
Però c'è una
Diciamo valutazione che deve non può essere disancorata dal percorso cd poi segue il magistrato per
Giungere ad una decisione
E permettetemi di dire che il percorso del pubblico ministero che spesso viene accusato di essere troppo
Diciamo propenso alla misura carceraria e un percorso che tiene conto però di più parti sono coinvolte in quella vicenda cosa che via via nella
Nell'andare o nel tempo nelle fasi
Viene percepito sempre di meno
Perché il Pubblico Ministero in quel momento raccordato più esigenze più diritti il diritto della vittima e di lì diritto dei parenti della vittima
L'esigenza di forza di incisività della polizia giudiziaria in un territorio ad altissima densità criminale l'esigenza di garanzie della persona che deve essere colpita dal provvedimento cautelare tutto questo
Viene fatto questo ragionamento viene fatto dal Pubblico Ministero nonché questo non rilevi dopo ma il primo che deve correggere
E che deve in qualche modo raccordare gli interessi delle parti che sono coinvolte il pubblico ministero
Io non mi soffermerei neanche tanto sul fatto puramente formale che vi sia l'argine
Ma di misura cautelare che somiglia oppure è una ripetizione della informativa
Perché a mio parere così come quella del pubblico ministero che poi diventa quella del giudice
Perché a mio parere il problema non è quello formale
Il problema è sostanziale esistere una valutazione sugli elementi indiziari che poi devono essere posti a base di una misura cautelare custodiale
E lo dico anche il motivo per cui non mi scandalizzo perché il nostro Codice di procedura penale ha introdotto un potere del Pubblico Ministero di coordinamento delle forze di polizia giudiziaria che non è soltanto materiale
E un potere che implica un'osmosi tra la polizia giudiziaria e il pubblico ministero che deve aiutare tutti a crescere
E allora l'informativa della polizia giudiziaria spesso viene redatta sulla base di indicazioni già del Pubblico Ministero
E allora non bisogna meravigliarsi la richiesta cautelare poi è una ripetizione della informativa perché il pubblico ministero almeno alcuni pubblici ministeri
Quando hanno
Anni di indagini con la polizia giudiziaria al momento della redazione dell'informativa
Li chiamano e indicano la polizia giudiziaria quali sono gli elementi su cui fondare una valutazione che poi è del Pubblico Ministero ma l'informativa e già fatta per rendere chiaro al Pubblico Ministero
Il percorso argomentativo probatorio
Quindi io Andrea la sostanza
Non alla forma
Perché questo quello che si verifica pensate
Poi
Un minuto due minuti e chiudo che nel nostro ufficio si sta già ponendo il problema di una schematicità maggiore delle misure cautelari delle richieste cautelari
Perché noi dobbiamo anche raggiungere un risultato che e ulteriore dato per scontato che bisogna
Argomentare e motivare chi bisogna tener conto che stiamo incidendo sulla libertà della persona
E chi di graduare l'intervento cautelare secondo la gravità la personalità la pericolosità eccetera eccetera
Bisogna però
Anche tener conto del fatto
Che
Una volta
Affrontato
Il carico di lavoro e l'organizzazione dell'ufficio che in alcune procure e veramente disastroso per l'amore di procedimenti che anche per fatti gravi
Giacciono sulla scrivania di un magistrato di un pubblico ministero bisogna affrontare il problema della rapidità delle misure cautelari
Cioè della necessità di assicurare in tempi brevi
Il soggetto e quindi alla struttura carceraria oppure anche alla misura detentiva a casa
E
E chiaro chi la schematicità della richiesta cautelare finirà per in qualche modo incidere non lo farà ma
Sia contezza della mole di lavoro che esiste poi
Nelle procure del sud d'Italia si rende conto che veramente molto complicato
Se non fatto attraverso un'organizzazione veramente manageriale inciderà necessariamente anche sulla qualità del provvedimento
Uno giudice per le indagini preliminari che interviene su una richiesta cautelare a due anni di distanza
Che colori e di Pinga la misura cautelare soddisfacendo spesso un'esigenza propria di essere convinto ma che sarà anche conto nella
Motivazione di manifestare anche di aver
Fondato la sua valutazione su
Lo sa esperienze giurisprudenziali Cassazione eccetera ma che interviene dopo due anni dalla richiesta cautelare
Dobbiamo interrogarci sia utile
In questo territorio in cui ogni giorno vengono denunciate
Trecento rapine di cui soltanto il cinque per cento giungono poi sulle scrivanie come persone note
E allora voglio dire dobbiamo necessariamente Insiel il discorso sulla cautela personale nel discorso processuale nel discorso dei tempi del processo tempi del processo complessivo della fase cautelare
Perché parlare di attualità delle esigenze cautelari che assolutamente superfluo e ultroneo perché tutti noi e voi
Quando chi vi chiediamo una misura cautelare
Dobbiamo tener conto del fatto se esiste attualmente un pericolo di reiterazione delle condotte criminose
Però significa anche un certo qual modo non tener conto di quello che accade tutti i giorni c'è un'informativa per settanta persone giunge sul tavolo del pubblico ministero
Dopo un anno
Dalla chiusura delle intercettazioni perché sono ottanta persone per ottanta persone bisogna motivare tutti gli elementi indicati tutti gli elementi l'attualità dell'esigenza cautelare
Inevitabilmente sottile
Ma perché non la possiamo valutare del giorno in cui chiediamo
Però questo significa trova riverso fiducia nei confronti
Del pubblico ministero del sistema diciamo
Complessivo del funzionamento della macchina giudiziaria anche perché
Pensare
Ed è per questo che poi riallaccio al discorso culturale che è stato
In qualche modo la premessa costituito la premessa anche della riforma nella
Dal Presidente della Commissione
Pensare che il Pubblico Ministero eserciti davvero un potere al di là del fatto che non lo fa o che si senta
Bene non per usare un termine perché arrestare persone vi posso assicurare che questo non è assolutamente veritiero
In molte circostanze soprattutto quando si tratta di giovani ragazzi vengono
Arrestati sbattuti in carcere che devono rimanerci per vent'anni
Un pubblico ministero che ha una conoscenza ce ne sono tanti pensa anche a questi
Cioè pensa anche a come ha buttato la vita e che purtroppo però quel ragazzo dove sicuramente in carcere avrà un futuro ancora più criminale per come è strutturato il carcere
Però delinque Eva e commetteva dei reati gravi e dunque non è possibile tenerlo a casa pacca sale a San Cipriano Casavatore a Casoria
Perché sono territori dove il contatto con le persone e continuativo
Dove c'è una reciprocità dove c'è un
Una densità tale di criminalità di pensare in questi territori di ricorrere alla misura degli arresti domiciliari e davvero difficile
E non perché il pubblico ministero non abbia la cultura della libertà personale o perché ci sia uno che ama forzare il principio di libertà questa il problema
Allora perché dico che è un fatto culturale è un fatto culturale perché noi chiudo ci dobbiamo interrogare su cosa vogliamo
Noi riteniamo
Che riteniamo che
Il nostro ordinamento preveda la carcerazione preventiva per troppi reati
Preveda la carcerazione preventiva
Quella custodiale quella in carcere
Per delitti dove invece
Non è necessario
Restringere tra le mura del del delle carceri il soggetto e che quindi si può tranquillamente
Tenevo a casa oppure fare il processo a piede libero cioè noi possiamo
In questo territorio ritenere che questa
Diciamo che la disciplina della custodia cautelare sia davvero così larga da consentire
Di applicare la custodia cautelare in carcere abusando né
Io penso che
Noi dobbiamo necessariamente porre questua basi di tutti i ragionamenti perché altrimenti finiamo per
Ragionare in astratto senza porci nel concreto della vita quotidiana
Possiamo mai pensare di un rapinatore seriale sia diciamo tutelabile l'esigenza della collettività con gli arresti domiciliari
E che lo Stato abbia la forza di garantire il controllo su quella persona laddove noi decidiamo che tutti gli arresti domiciliari salvo casi eccezionale inteso dobbiamo capire
Quale
Stato quale società vogliamo aderire del futuro e allora anche il pubblico ministero
Se
Si in qualche modo si accorgerà che le persone si sentono tutelate
Anche arrestando e mantenendo in carcere solo un ristretto novero di persone che tutti gli altri vanno col braccialetto
Pubblico Ministero non avrà alcuna
Diciamo perplessità nel ricorrere così facilmente a questa misura meno gravosa
Però poi bisognerebbe spiegare perché nei casi di violenza sessuale eclatanti si sono introdotti i casi di principio di adeguatezza assoluta la custodia cautelare perché contro i neri che vengono da tutte le parti poi si applica questo principio
Come mai allora noi siamo sempre pronti a dire tutti in carcere
E poi dopo invece diciamo che non ci deve andare quasi più nessuno perché le carceri sono piene perché il pubblico ministero ha un potere conservativo
E allora
Ora affrontiamo questo tema ma affrontiamolo però partendo da questo presupposto quale società
Vogliamo
Lega la riforma assolutamente
Diciamo non innovativa per me tutto quello che c'è in questa riforma tranne questi aspetti
Del riesame che pur diciamo dilatare di pochi giorni la decisione ai tempi della decisione quando
Cioè di chi è stato d'ufficio e cioè
Cioè poche novità importanti ma credo che
Si abbiamo
Una fiducia maggiore nella magistratura possiamo possa divenire che non sono questi i problemi
Le patologie vanno affrontati in una sede giudiziaria non legislativa
I problemi sono proprio di cultura della della libertà e allora lì ci possiamo confrontare senza la riforma parlando però di quello che sarà il futuro della nostra società
Ringrazio il
Ringrazio il dottor si Rignano
Tre ovviamente
Con il suo intervento ha stimolato numerose riflessioni io ne volevo fare solo una
Devo dire insomma io non condivido il giudizio oggi generalizzato diciamo di sostanziale inutilità di questa riforma
Mi limito a rappresentare che alle volte anche fissare dei dei paletti oltre i quali il giudice non può andare pena l'inefficacia la nullità dell'atto può avere un significato proprio perché diceva il dottor si Rignano i processi molte volte
Con detenuti hanno una tempistica diversa
E allora se diciamo si deve dare una tempistica correlata
A quelli che sono le esigenze processuali di evitare decorrenza termini è chiaro che poi fissare dei limiti predeterminati entro cui devono intervenire o la decisione di esame o quella diciamo il limiti anche motivate male dei provvedimenti obblighi motivazionali rafforzati può avere un senso di stimolare una serie di ulteriori riflessioni e anche di ulteriori interventi finalizzati a velocizzare i processi io ricordo solo questo che
La prassi che è collegata a una norma eccezionale qual è il trecentoquattro secondo comma sulla possibilità di sospendere di fatto sine die i termini di custodia cautelare per la complessità del dibattimento in tutti i processi saranno pochi che ho fatto io di criminalità organizzata viene applicata in automatico e la possibilità di incidere sulla motivazione la motivazione del provvedimento è pressoché nulla
Per cui ovviamente
Oggi il tribunale del riesame di Napoli che ha dimostrato sempre grande sensibilità anche su questi aspetti che coinvolgono l'articolo tredici della nostra Costituzione per esempio si è pronunciato spesso nel ritenere che quest'termine pari al doppio collegato a tutta una serie di ulteriori sospensioni non potesse in alcun modo essere superato ma una questione pendere Sezioni unite perché evidentemente non c'è una analoga sensibilità comune da parte di tutti i magistrati allora io mi chiedo che se è tutto chiaro e non c'è bisogno di nessun intervento forse non siamo tutti d'accordo che le cose così come sono attualmente siano perfettamente accettabili certamente aspettare una sentenze definitiva dopo sette otto dieci anni di carcerazione perché la tempistica dei termini questa catena tale da poterci arrivare allo stato attuale almeno dalla posizione degli avvocati non è particolarmente soddisfacente
Invito quindi a parlare l'avvocato circa già per i giorni e poi subito dopo l'avvocato Lucio tripli grazie
Se Roberto dico faccio un intervento molto breve
Io non amo molto partecipare i convegni scusatemi la franchezza perché sono convinto che quando si parli da questi banchi sembriamo tutti quanti Di Pietro con la manderei sembriamo tutti quanti dei Cesare Beccaria
Poi nella realtà dei fatti di tutti i giorni la realtà e completamente diverso cioè con tutto il rispetto per ciò che ha detto il dottor Serina che in gran parte condivido in altra parte assolutamente no
Dobbiamo smettere di fare dell'editoria una riforma fatta bene probabilmente la potremmo fare noi attorno a un tavolo molto meglio dire il di un legislatore che a volte noi definiamo simpaticamente schizofrenico
Amico nello parlo ma è così
Sembra
Quasi che si voglia fare delle rivoluzioni esagerate sul nostro sistema modificando più alta pochi articoli dal duecentosettantadue altre centoventicinque del Codice di procedura penale stabilendo delle regole
Che tutto sommato non è che siano particolarmente innovativa qualcosa può dare fastidio ovviamente alle composizioni collegiali dei tribunali del riesame questa resta il
Non è del tempo adoperato per la motivazione
Per qualche altra cosa in relazione al trecentottantacinque Codice Penale lo abbiamo detto anche quello sembra una sorta di innovazione in realtà e incanalare un certo tipo di giuristi
Senza intelligente contro la giurisprudenza sciocca che c'è stata e che c'è fino ad oggi in tema ad esempio di trecentottantacinque e non dovrà offendersi
La dottoressa mirante perché poi
Il punto di una riforma e capire perché
C'è necessità di scrivere una norma tanto ovvia da apparire sciocca il punto è questo allora se ci capiamo trattenuti tra tecnici tra persone che fanno questo tutti i giorni
E cominciamo a fare una riflessione seria che probabilmente non abbiamo mai fatto del perché un legislatore che noi non stimiamo da un punto di vista tecnico un legislatore che non esitiamo a definire schizofrenico dice un momento fa
Scriva un principio di legge che tutto sommato è così ovvio scontato che c'è bisogno di scriverlo
E l'ora ragioniamo sul perché sia stata fatta questa norma critiche perché se facciamo un'analisi a fondo costo è tristissimo secondo me ed in altri spezza infinite
Addirittura è offensivo per alcune categorie professionale siano essi avvocati pubblici ministeri G.I.P. tribunale del riesame eccetera
Estremamente offensivo
E la norma ovviamente vale in tutta Italia che dubbio cioè la legge
Ovviamente il legislatore ignora del tutto la differenza che sussiste oggi
Tra la composizione ed il carico di lavoro di un tribunale del riesame di Napoli rispetto a quello di Firenze o quello di Trieste tanto più di una sciocchezza o probabilmente ancorché
Non lo ignori non può fare a meno di fare una legge uguale per tutti ma ciò che è una sezione una singola sezione del tribunale del riesame di Napoli fine una sola udienza
è l'equivalente di quanto Firenze fine mamma perché esattamente questo gli anni del problema
Allora non è tanto inibire dei vini nei trenta giorni depositare la motivazione o al massimo quarantacinque perché io legislature comprendo
Le due esigenze
E il problema e che noi abbiamo qui a Napoli una visione completamente diversa e Aimi anche distorta del problema
Sempre in relazione
Affatto sociale tristissimo cioè la qualità e quantità di lavoro delinquenza altissima il numero degli arresti l'esecuzione delle ordinanze di custodia cautelare
Però che sia necessario disciplinare determinati principi
Probabilmente si è reso indispensabile non mi si parli del potere del pubblico ministero inesistente rispetto al potere del Giudice sia di privare della libertà personale qualcuno perché stiamo parlando tra
Persone che fanno tutti la stessa attività con tutto il rispetto intendo di
Cioè lavoriamo tutti dello stesso campo il potere quello del Pubblico Ministero ed è zero il potere d'Egitto questo è un dato di fatto inconfutabile c'è sono completamente in disaccordo con il dottor sui vigna completamente perché invece ho potere il potere della Procura il potere della DDA ancor di più deriva dalla capacità economica dal potere economico che ha
Di poterlo gestire un processo
Di potere dice primarie le forze dell'ordine in campo nazionale di poter disporre tutti i tipi di pedinamenti intercettazioni ambientali e telefoniche che vuole e di dare una massa enorme
E
Impensabile di dati ritrovati nella sua attività ad un giudice il quale ha il compito che ha il potere dice lei non ha nessun potere
Di valutare quella che la sua attività che è di tipo infinito sostanzialmente quando una richiesta di duemila pagine
Di
Provvedimento restrittivo viene data ad un cippo su una base di accertamenti infiniti costosissimi che lei in senso lato puramente discorsi ha compiuto difficilmente il giudice
Avrà la capacità intellettuali di contrastare ciò che lei ha fatto perché lei ha il potere il giudice non ce l'ha punto primo tanto per chiarire il mio punto di vista per carità che
Molto spesso in disaccordo con quello di tanti altri
Il tribunale del riesame ho detto a Napoli il tribunale del riesame di Napoli meriterebbe da parte dei Tribunali del riesame di tutti tutt'Italia una sorta di standing ovation per quello che fa e non si capisce questo non lo si apprezza
Non lo si apprezzi addirittura si contingente il tempo a disposizione per la il deposito della motivazione noi tutti
Ma prima di noi l'indagato vivaddio che personaggio principale di questa tragedia ha diritto ad un'ordinanza scritta bene ad un'ordinanza intelligente ad un provvedimento logico non ad un provvedimento emesso nei trenta giorni
Ben venga il problema dei trenta lordi quaranta o cinquanta sessanta o di tre mesi per la motivazione purché siano ordinanza OSP va bene Excel con il famoso potere dei PM l'ordinanza è particolarmente complessa è chiaro che ci vorrà più tempo
Allora il perché di questa norma
Perché il tribunale normalmente impiegava troppo tempo non è questo perché troppo rapido l'esercizio dell'azione penale attenzioni e qui la discrasia se viene nel suo provvedimento rispettive viene seguito e io in pugno al Tribunale della Libertà
E
Nel tempo in attesa del deposito della motivazione che può impiegare tre mesi sei mesi tutto il tempo che occorre
Il pm esercita l'azione penale
Io non ho neppure la possibilità di valutare la legittimità di quell'ordinanza in Cassazione come trecentoundici proprio perché
Si fa il riesame l'ordinanza magari e di rigetto senza in appendere la motivazione viene esercitata l'azione penale cioè io vengo privato di un grado di giudizio di legittimità che con tutto rispetto importantissimo perché a volte estrema oggi con quell'esercizio quella richiesta di emanazione del decreto per esempio che dispone il giudizio abbreviato dispone il giudizio immediato e che mi impone in determinati casi la trasformazione quattrocentocinquantotto è ovvio che sia così
Ma io vengo privato del giudizio di legittimità sull'ordinanza del riesame quindi non è il tempo lungo del riesame forse la ragione la ratio di questa normativa tempo troppo breve strategicamente processualmente
Per l'esercizio dell'azione penale
Ancora si è detto un momento fa splendido stamattina
Perché poi nel nell'udienza del riesame vengono depositati nuovi atti è conosciamo la norma
Conosciamo anche la giurisprudenza della Cassazione uniforme da sempre sulla possibilità che il pm possa produrre la mattina dell'udienza anche
A di vita di indagine ottenuta attenzione tecnicamente prima dell'emanazione del provvedimento è è un fatto indiscutibile che sia così ma perché
Ci sarebbe necessità anche qui di una modifica perché si esaspera il concetto
Si va in udienza al tribunale del riesame la mattina il pm si presenta con due mila fogli
E gentilmente un Presidente dice con estremo garbo al difensore avvocato se vuole ci può dare uno sguardo e è stato le rispondo rispondo che azzerano voglio dallo sguardo e verbalizzo che non lo voglio dare lo sguardo ma la Cassazione vile atto che prima o poi la Cassazione cambierà
Perché la Cassazione che più politica di qualsiasi altro organo politico prima o poi cambiare idea
Io non voglio la cortesia di dare uno sguardo in dieci minuti a duemila pagine io voglio poter inviare tutte e due mila pagine
E lo faccio ricorso in tal senso UNIMED che me l'importo è fatto un pezzo
Questo per rispondere alle discrasie del nostro sistema
Ma dovrebbe essere vietato ma non vorrei domenica allora c'è bisogno di una norma e di un legislatore per la terza volta schizofrenico quando è esasperato il nostro sistema quando la nostra consuetudine
Diventa una sorta di abrogazione di norma quelle l'esasperazione che impone un legislatore a fare delle norme ed allora perché è stata fatta questa riforma che ripeto io ritengo assolutamente del tutto
Inutile si è detto modifica in maniera strategica il trecentottantacinque ho sentito prima l'intervento verrà dottore Stalin anche dicendo ma il giudice saggio che
Trova torneo il le limpide il detenuto agli arresti domiciliari in pigiama ecco le pantofole che scopa sull'uscio quello non va condannato e non è vero
E non è vero con tutto rispetto io posso portarvi una collezione di sentenze di condanna spetti capivo anche a lei dottoressa all'Iran specificamente alle voglio dire la sua funzione sia ben chiaro nulla di personale
Ho una collezione di sentenze per
Evasione di persone in pantofole sull'uscio di casa e chi non ce l'ha vuol dire che non fa questo mestiere punto
Ma il punto non è soltanto il giudice monocratico attenzione l'errore e anche della nella fase esecutiva per così dire dell'Ufficio di Sorveglianza quante volte ci troviamo davanti al tribunale di sorveglianza con sentenze
Di trecentottantacinque nel casellario giudiziario ci sentiamo dire a
Questa persona Rispo era stato condannato per evasione ed allora ciò impone al legislatore di valutare se le fazioni un fatto lieve ciò
Da
Se ammesso che mense e non concesso che passi integralmente perché tra l'altro cinquanta modifiche sicuramente
Se dovesse passare questo principio voi al tribunale di sorveglianza sarete costretti a valutare se quella evasione per la quale in termini
La sentenza irrevocabile sia stata un fatto dire oppure no ed allora il legislatore tanto schizofrenico probabilmente non è
Ma questa riforma a mio sommesso avviso e particolarmente triste ed è particolarmente offensiva
Proprio perché impone quel concetto che l'abbiamo detto più volte di quell'autonoma valutazione del giudice
Io se fossi G mi offenderei nel senso che la mia indipendenza culturale
Non deve essere assolutamente imposta da nessuno in
Quanto giudice otto nel mio degrado il mio bagaglio culturale quella indipendenza che mi consente di fare il giudice
Altrimenti sarebbe finito tutto e dico io
Allora
Io mi domando perché
Si deve arrivare ad un provvedimento di legge che impone una cosa tanto ovvia quanto scontata
Ed è perché probabilmente anche in questo caso ci saranno state delle piccole discrasie ci saranno state delle leggere esasperazioni
Voglio dire e parlo non per fare un pettegolezzo ma insomma credo che tutti
Sappiamo tutti che fasto lavoro di quelle famose ordinanze di custodia cautelare che con lo scanner con l'uso sapiente dello scanner iscrive io negli atti di impugnazione sono la stessa cosa la richiesta del provvedimento restrittivo
E questo a volte accade con la sentenza di primo grado e potrà dire addirittura con la sentenza di appello
Cioè insomma è il tutto di una gravità senza fare ed è questa però degenerativa che ha fatto che ha indotto probabilmente un legislatore scusatemi dando molto meno schizofrenico di quanto potrebbe apparire ad in
Vorrei con un obbligo con una norma attenzione l'autonomia del magistrato giudicante quelle il vero potere della magistratura l'autonomia di pensiero quando vogliamo fare una riforma dobbiamo cambiare la norma dobbiamo cambiare la nostra mentalità
E questo è difficilissimo perché non riusciremo mai noi a cambiare la nostra mentalità di giudici gli avvocati di pubblici ministeri
Ed allora c'è necessità probabilmente di un intervento legislativo sembra in questo momento indispensabile un intervento legislativo a causa di prassi degenerate che ci sono state per anni che tutti
Conosciamo nel nostro sistema nel nostro Tribunale del nostro distretto funziona così
Questo di una gravità senza pari e poi sentirsi dire ripeto alla Cesare Beccaria o alla
Pietro dalla manderei che in realtà la libertà ad una persona dell'individuo la cosa più importante che c'è ma questo lo sappiamo tutti questo lo sappiamo tutti o sentirsi dire che il tempo in relazione a quell'attualità che sembrerebbe
Obbligatoria con questa riforma è una qualità che costantemente viene valutato adatti non abbiamo il contrario quanti processi con cinquanta sessanta settanta cento imputati che riguardano cinquanta fatti differenti
Vengono accorpati in un unico provvedimento restrittivo quindi in un'unica ordinanza in un'unica sentenza quando poi ci sarà fase decisionale ma questo accade tutti i giorni
Scusate chi dovrei dire con molto garbo ma chi mi prega di fare così avresti dell'attualità se poteste fare in astratto tanti process pertanto le singole fattispecie
Anche la Procura piace come se fosse come il sei ipotesi al terzo vivo fosse una manifestazione di quel potere cui lei stesso lotto segnato un momento fa biasima la con lamento di più indagati nella medesima indagine per fatti completamente diversi tra loro queste in Borsa riesame questo blocca i giudici di primo grado questo induce
Altra centoquattro secondo comma questa è la vera degenerazione del sistema e parte sempre da voi non certamente da noi ed ora maggior buonsenso
Alla fine modifica non ve la norma della legge del Codice
Peggio ancora quando
Vengono
Citati una serie di attributi in questo Progetto di legge che sono spaventosi
Io sono convinto e concludo e non voglio dare più fastidio ma
Sono convinto che quando
Si diano degli aggettivi qualificativi al sostantivi nell'idea diritto sostanziale
Ci sono creati dei problemi per il passato ipotizzo
Ipotizzo modico quantitativo ingente quantitativo di sostanza stupefacente ma è una persona capace causa
Perché ovviamente ciò che in modico per un giudice ingenti addirittura per un altro tanto da prevedere pene pari al doppio al triplo al quadruplo l'una dell'altra però questo è il bello del processo penale se la pensassimo tutto allo stesso modo probabilmente
Vostra funzione sarebbe inutile e potreste addirittura esteri sostituiti da macchine in tempi brevi io grazie a Dio c'è quella autonomia di pensiero che di induce a sentenze diverse e spinge i nomi ad amare il nostro lavoro per
Che ogni causa ogni processo è un fatto nuovo ma se l'attributo lo si mette nel Codice di procedura penale e allora è un dramma allora è un dramma perché quello dovrebbe essere certa duale per tutti definire di niente intitolata
Un qualche cosa
Una norma
Diventa sbagli altissimo diventa difficile di pratica attuazione
Ed è la valutazione concreta ed attuale
Di un
Eventuale pericolo di fuga di un inquinamento delle prove diventa difficilissimo perché la valutazione soggettiva impedisce una omogeneizzazione della norma processuale questo è l'errore però va beh in mente di un legislatore che ad ogni costo vuole modificare forse legare il proprio nome ad una riforma epocale della giustizia penale qua ogni volta che che cambia Governo qualcuno si gioca la carriera sulla riforma
Del sistema penale ogni riforma è peggiore di quella di prima insuccesso annientata
Si aggiungono piccole cose ma sono estremamente banale per il resto ribadisco ed ho concluso la vera riforma e nostre intima
E personale interiori modifichiamo il nostro modo il nostro modo nostro intendo dire nostro degli avvocati nostro degli avvocati dei pubblici ministeri e giudici dei collegi dei cancellieri di chiunque
Di chiunque operatore della giustizia in senso lato modifichiamo la nostra mentalità e probabilmente avremmo fatto la migliore delle riforme grazie
Ringrazio l'avvocato
Riccioli per il suo intervento e passo la parola all'avvocato criteri
Sì buongiorno
Diciamo che
Intanto vi rassicuro veramente due battute non intendo confrontarmi con con la disciplina
L'abbiamo l'abbiamo più o meno
Compresa tutti ma
Più che altro con le idee di fondo linee generali che sono stato in qualche modo regolati in questo in questo incontro fino adesso io non ho ben capito se
La riforma piace non piace quanto piace quali spesso né interventi è facile
Ma come anche quando si scrive su
Sulle sentenze più facile fare una nota sentenza critica che ha designato
Alla alla sentenza io invece forse in questo mi trovi Solas secondo me
L'intervento normativo è un buon intervento normativo si poteva fare di meglio ma è un buon intervento e
Ed è un piccolo sicuramente un piccolo passo avanti rispetto
Ha una degenerazione delle prassi che ovviamente deve
Necessariamente orientare il legislatore è chiaro che nessuno dubita che il pericolo deve essere attuale
Lo sappiamo che ricordo essere oltre che concreto attua
Ancorché si sia dubitato anche di queste molte pronunce
Nessuno dubita con G.I.P. debba debba in jeep un giudice della cautela debba
Diciamo emette il provvedimento attraverso un'autonoma valutazione beh certo non puoi metterle attraverso la valutazione di un altro però se si è sentito
Il bisogno di scrivere questo credo che evidentemente la ragione va ricercata nelle prassi delle prassi dico non dico niente di vidi eclatante va ricercata nelle prassi distorte
Perché se è vero che
Si è detto
Spesso il legislatore
Interviene sulla base di un'onda emotiva le scelte politiche non sempre
Diciamo sono supportate da un dato tecnico dico a Corsato insomma questa riforma è figlia della delle del Progetto elaborato dalla Commissione Canzio
Qui rappresenta la Corte ha problemi al magistrato che tutti conosciamo le cui sentenze tutti
Apprezziamo ed è una parte di quel disegno Canzo avrebbe voluto fare qualche passo in più il Presidente ad Anzio
Ma voglio dire a voi
In questo la politica evidentemente deve fare delle scelte perché si deve
In qualche modo adeguare alle situazioni contingenti appunto di carattere di carattere politico che il il ricorso alla cautela ma la custodia cautelare in carcere perché mai
Una cosa è la cautela il potere cautelare o altra cosa è la custodia cautelare in carcere due cose completamente diverse nel senso che
Per quanto debba avere il trenta comuni cioè
Il la salvaguarda in qualche modo e le esigenze cautelari ben diverso il carcere l'abuso e magari in carcere gli arresti domiciliari e tutte le altre forme di dico perché
Vi sia un eccessivo ricorso alla non alla cautela ma la custodia cautelare in carcere non è che lo dicono gli avvocati l'ha detto il presidente Lupo
Va detto la Corte europea dei diritti dell'uomo la sentenza Torregiani è vero che questo intervento legislativo non deve essere ritenuto intervento finalizzato alla dei carceri Zazie ore perché non è questo magari
è il secondo fine forse il fine della politica
Però il tecnico non pensava questo Giovanni D'anzi non pensava questo però quando la Corte europea dice
La Corte
Al paragrafo novantaquattro della sentenza Torregiani la Corte molto colpita dal fatto che in Italia il quaranta per cento dei detenuti sia in attesa di giudizio
è generosa la Corte perché voi nel paragrafo ventinove ci dice che erano il quarantadue per cento non il quaranta ma sono i detenuti in carcere
Quelli che rappresentano il quaranta per cento colazione carceraria e poi c'è tutta una fascia di detenzione al di fuori del carcere che anche in attesa di giudizio perché si tratti della detenzione domiciliare e di cautela al di fuori del calcio diciamo le statistiche voi
Diciamo sui numeri
Difficilmente si può in qualche modo argomentare in maniera
Troppo difforme da no bisogna far qualità le statistiche giuste e quindi dal punto di vista delle eccessivo ricorso alla custodia cautelare in carcere credo che su questo
Nessuno possa dubitare perché c'è una ce lo dicono
Gli stessi magistrati
Dalla cui sensibilità culturale poi promanano promanano e le riforme migliori perché questa stagione
Inaugurata più o meno nel due mila dieci è ancora attuale del di sentenze della Corte costituzionali
Che hanno sonoramente bocciato la disciplina delle presunzioni assolute di adeguatezza del carcere in relazione a tutto questo catalogo di reati che la legislazione di emergenza non faceva altro che ampliare
Beh tutta questa sensibile alla Corte Costituzionale nasce dalla sensibilità dei dei tribunali di fonti di frontiera dei dei tribunale del riesame dei giudici
Della cautela che si ribellano
Molto spesso all'automatismo cautelare perché ritengono che il fatto concreto del dato fatto all'attenzione del concreto darla alla loro attenzione non in non possa imporre
Diciamo la l'adozione di un provvedimento così ristretti così invasivo come la custodia cautelare in carcere o la sua sul tema delle cautele per esempio il passo è stato fatto e delle delle presunzioni
Il passo è stato fatto un passo timido
Sono d'accordo con la dottoressa De Ruggiero in questo non c'è alcuna sfiducia verso come che si manifesta una sfiducia verso il giudice che io non condivido per niente
Ci dovrebbero completamente abolire le presunzioni ma non solo quelle assoluta anche quelle relative
Resiste quella sui reati di mafia e lasciamo quella sui reati di mafia al mare assurdo che se ancora si debba assistere a una
Lo disciplina cautelare che presuppone la presunzione di sussistenza delle esigenze cautelari
Ancorché relativa cioè superabile era presunzione di adeguatezza della custodia cautelare in carcere questa significa diciamo dal punto di vista
Culturale modificare l'approccio non soltanto sul piano tecnico
Ci sarebbero state
Tante altre modifiche da fare per esempio il problema della giudicato cautelare
La prima del riesame del giudicato cautelare dell'attualità e concretezza delle esigenze d'ora nel corso di tutta l'esecuzione della misura e non nella fase genetica né quando ci troviamo di fronte un tribunale del riesame che ha rigettato
Perché ha confermato la misura siamo competenti possiamo anche direttamente riservarci di aspettare il Magic di merito e cambiare le cose con
Quell'uomo quel novum che sarebbe rappresenta diciamo dal
Dalla lo stato di avanzamento del procedimento e nessuno valuta la concretezza attualità delle esigenze cautelari
Anche successivamente alle misure del provvedimento e durante tutto il corso del provvedimento del dell'esecuzione del provvedimento circostanza che naturalmente il Codice già prevede
Ma che purtroppo
Anche su questo re fa registrare prassi distorte e allora diciamo al di là del dato
Settoriale sui singoli sulle singole
Innovazioni normative ripeto nel complesso io una né una disciplina che tutto sommato tutto sommato condivido
E che ritengo che
Da questa del messaggio sia anche qui un problema culturale cioè l'auspicio
Io non so se è questa disciplina modificherà le prassi però mi sembra effettivamente finalizzata a modificare non tanto la norma ma la prassi distorta che che si registra su quelle disposizioni
Non credo che l'onere motivazionale più stringente possa avere l'effetto taumaturgico o modificare
In qualche modo
Sui mali diciamo sui mali sul sullo sulle sugli accessi del dell'utilizzo della custodia cautelare però se si coglie
Cioè se noi tutti
Accogliamo lo spirito dell'intervento normativo cioè lo spirito che anima l'innovazione cioè sostanzialmente quello che poi
Io su
Voglio dirlo io ho studiato solo il nuovo Codice perché quello vecchio di quello vecchio non sentito parlare però sul piano cautelare
La innovazione più significativa credo sia stata proprio quella
Della introduzione delle esigenze cautelari cioè
Rispetto al passato quello che si è voluto innovare nell'ottantanove si è detto e non è possibile prevedere un automatismo tra
Sussistenza di una sufficienza indiziaria prima era sufficienza indiziario oggi gravità indiziaria
E
Privazione della libertà personale in presenza di un ventisette comma due della Costituzione che presumo il la non colpevolezza
Allora si è detto se si vuole limitare la libertà personale nel corso di giudizio prima di procedere di un provvedimento è figlio di condanna o si deve fare perché ci sia un figlio una finalità
Che si è che deve essere carattere processuale che deve essere la tutela della prova la tutela
Del del del della effettività della
Eventuale sul futuro sanzione quindi pericolo di fuga
E poi ci sta questa lettera c sulla quale
Anche all'epoca adottino un po'sì
Interrogava
Ma se questo è il diciamo importate innovativo dell'ottantanove e credo che questa riforma ci voglia
Ricordare proprio questo cioè
La limitazione libertà personale ante iudicium intanto è consentita lasciamo stare i gravi indizi in quanto sussiste un'esigenza cautelare concreta attuale e allora da questo punto di vista il richiamo alla
Ancora una volta al giudice a valutare anche di
Con forse vero con una
Eccessivo diciamo ricorso all'aggettivazione ma valutare concretamente line adeguatezza leit inadeguatezza di altre misure cautelari cioè la valorizzazione vera della
Carattere del principio di extrema ratio collegato alla custodia cautelare questo è lo spirito della norma ci siamo altro che la custodia cautelare nel carcinoma
L'adozione del
Di qualunque provvedimento cautelare ma il provvedimento di Cusano da in carcere deve essere deve tornare ad essere
La extrema ratio il giudice deve esplorare tutte le possibili soluzioni anche quella della misura interdittiva aumentarle interdittiva dodici tu anche la
Possibili Italia di diciamo
Applicare una misura congiunta coercitiva interdittiva del dottore segnano ha fatto l'esempio di
Di di di persone che vivono in contesti diciamo socio criminali o socio culturali degradati
è adeguato il divieto di dimora
Cioè sarebbe adeguato in presenza anche di gravi indizi di colpevolezza e in assenza di una
Evidentemente di un provvedimento definitivo di condanna un divieto di dimora
Se io vado a dimorare se ci fosse evidentemente ma la disponibilità
Intendo dire che è questo il passo in più dal punto di vista culturale che ci spinge a fare questo legislature
è un pazzo di che ci porta a cogliere il senso e lo spirito della norma nella sostanziale dei PUC però del principio di estrema ratio della custodia cautelare e credo che se noi tutti orientiamo le prassi
A questi principi che evidente già c'erano prima non ce li dice oggi legislature ce li ricorda ecco se riusciamo rientrare le prassi a queste o rinnovato spirito diciamo verso queste
Principi che già esistevano credo che
Probabilmente
Un beneficio ne sarà lo trarremo tutti quanti
Prima di concludere io naturalmente saluto innanzitutto il presidente Lo Monte che molto cortesemente venuto a Inter Venuto a questo convegno e vorrei se possibile se lui da d'accordo APPA di tirare le conclusioni perché sicuramente meglio di lui forse nessun altro lo può fare
Io
Ringrazio i
I pochi presenti sono qui
Mi spiace solo dover sottolineare che
Nella
Necessita di un intervento tempestivo mentre ancora in Parlamento si discute di questa riforma non siano presenti nei la polemica nell'università ma
E devo segnalare anche che su un tema così delicato vedo pochi colleghi magistrati
Pochi avvocati molti giovani
E questo già un segnale incoraggiante a quest'ora
Devo dire
Innanzitutto grazie a Domenico ci luci per le belle parole
I il mio medico mi aveva
Assente sconsigliato di venire ma ieri sera c'è stato un evento io non come molti sanno non non sono stato molto bene
Alcuni mesi fa quindi faccio una vita più di
Riparata in questione stagione della mia esistenza ieri sera mi sono imbattuto in un flash attratto da una cosa che
Se vivessimo in quella straordinaria città di Torino ma noi viviamo Napoli non sappiamo
Valorizzare questa più straordinaria città nella quale viviamo
C'è questo Salone del libro c'era in televisione Concita De Gregorio insieme con Massimo Gramellini e ragionavano
Sulla scrittura e sul dispiace è andata via la collega
De Ruggiero perché
Egitto ma anche il pubblico ministero e anche il Tribunale riesame siamo anche scrittori scriviamo dei testi
Talvolta come dirò del tutto incomprensibili lordi ritornerò su quello che ho ascoltato ieri da a Massimo Gramellini perché credo che sia
Qualcosa che ci riguarda tutti da vicino
Anche perché
C'è un tema che mi sta particolarmente a cuore un tema che è dentro questa riforma
Sono d'accordo con quello che diceva l'avvocato criteri distinto saluto con favore il fatto che il legislatore abbia messo le mani a
A questa materia così delicata si cambia poco si è cambiato poco anche col nuovo codice se vogliamo
Perché si è cambiato poco sufficienti indizi di colpevolezza i ragazzi non nuovo non lo possono ricordare bastavano sufficienti indizi per sbattere qualcuno in carcere e quello è un provvedimento all'ordine di cattura che veniva immesso al Pubblico Ministero
Prima del nuovo Codice
Ci sono c'è voluto la riforma ma guardate che leggendo la giurisprudenza sulla gravità indiziaria non sempre la Cassazione dice qualcosa che è scolpita i molti provvedimenti il tribunale del riesame di Napoli
In sintonia col alcune decisioni della Corte di Cassazione ricordo da ultimo sentenza misteri del maggio del due mila undici
Che dice che i gravi indizi siamo riportando giurisprudenza del due mila cinque altro non sono che prova allo stato degli atti ovviamente prova senza contraddittorio le cose potranno cambiare a dibattimento
Ma
Già questo
Ci dovrebbe far riflettere sul fatto che
Quello che il pubblico ministero deve chiedere quello che il CIPE deve valutare quanto gravità indiziaria e qualcosa di molto vicino alla prova che serve poi per
Per condannare
Ma
Tornando al tema che più
C'è un pone una riflessione anche dal punto di vista di chi
Tra pochi giorni ritornerà a occuparsi
In quella
Mi fa chiaramente mi ha fatto piacere quello che ha detto l'avvocato Licciulli approccio al tribunale del riesame di Napoli
Io un po'parafrasando le cose che lui ha detto penso che molti tra noi in alcuni settori del Palazzo di Giustizia di Napoli
Meriteremmo delle medaglie al valor civile ma questo vale per per tutti per i pubblici ministeri però alcuni pubblici ministeri per alcuni colleghi dell'ufficio giro indagini penali per chi sopporta il carico
Dico un peso di un affanno che provoca
Disagi sul piano personale inevitabilmente prima o poi
Dico questo perché
Facciamo i conti mi ha molto colpito nell'intervento di dice se avessi Rignano
Al quale dirò qualcosa a proposito della necessità di dare tutela ad altre stanze ecco
Questo suo
Modo di sentire e lontano da me nonostante Cesario sia stato anche mio uditore e lontano diversi anni luce
Però
Molto lealmente abbia dato atto di questa
Di questa posizione per carità che io rispetto devo dire non rispetto però l'idea che abbiamo di un pubblico ministero o di un giudice
Che ha bisogno di avere la persona
De latitante che lo insegue
Che si fa a condurre a tutta velocità con un'auto perché deve imbattersi nella persona del corpo del suo do che insegue da anni questa è un'idea che eccentrica rispetto ai ai valori che sono dentro la giurisdizione cosa che appartiene anche all'ufficio del pubblico ministero
Mi ha colpito
Perché in qualche misura
Il pendant bella necessaria
Istanza che arriva dalla difesa e che arriva guardate badate anche dalla pubblica opinione che cosa si chiede al giudice di fare presto
Il giudice deve intervenire subito
Diceva sì Rignano io devo fare i conti anche con la polizia giudiziaria anche con
La vittima alle vittime
Per carità bisogna valorizzare le professionalità di collabora con l'ufficio del pubblico ministero non so chi lo ricordava ma è la verità
Il Pubblico Ministero a molti collaboratori a molti strumenti
Allora io ricordo che da giovane scrivevo ammainano le sentenze
E nella stazione dei Carabinieri più sperduta qualcuno aveva già l'appuntato che scriveva a macchina il verbale non abbiamo l'assistenza facciamo tutto da soli i giudici sono soli non hanno l'ufficio del giudice
I pubblici ministeri hanno chi scrive lo ha detto con grande candore chi scrive le richieste perché richieste sono il frutto l'euro Leo inglesi informative sono il frutto di una
Io mi sono occupato alla alla
Sezione misure prevenzione anche di attività investigativa absit iniuria verbis
Certamente
C'era una cosa che devo dire ho imparato e che credo dovremmo tutti imparare da quei funzionari di polizia da quei carabinieri che hanno collaborato con noi guardavano i provvedimenti del Tribunale per capire cosa servisse
Per per sottoporre a sequestro un bene o per immaginare
Poi di vedere applicato la misura di prevenzione guardavano la nostra giurisprudenza perché quello era il punto di riferimento io non credo che nel nostro distretto le cose stiano
Proprio così ritornerò su questo punto tra un minuto perché il tema che punto voglio meglio approfondire quello del tempo
I giudici non hanno tempo tutti chiedono un intervento rapido ma il tempo viene sottratto e in questa di forma al Tribunale del Riesame viene ancora di più sottratto il tempo
Allora io devo dire
In in
In astratto sul piano teorico sono d'accordissimo con l'avvocato Licciulli
C'è bisogno di tempo bisogna poter valutare con grande appunto
Profondità tutte le carte processuali ma
Mi spiace che si vada via Teresa Areniello è chiaramente
Qualcosa che non costa assolutamente nel nostro quotidiano agire pure penso che molti di noi siamo professionisti molto attenti
Non c'è il tempo perché nel momento in cui a corredo di quella
Richiesta informativa di quella ordinanza che informativa richiesta
Eccetera eccetera arrivano ottanta faldoni
Io lo coprono già confessato lo confesso pubblicamente per l'ennesima volta io non ho il tempo per esaminare un atto processuale che stia uno e se mirate in base a questa riforma un po'di tempo in più
Voglio dire è un pannicello caldo non mi serve quel tempo ne avrei avrei bisogno di tutto il tempo che probabilmente
E mi spiace doverlo sottolineare questo aspetto non ha dedicato nemmeno il G.I.P. a rileggere un'ordinanza di duemila pagine
Perché oppure
Io ho avuto un incontro oltre un anno fa con il Procuratore della Repubblica e il proprio la Repubblica fece un esempio banale
Guerra e pace ecco adesso io consegno Guerra e pace l'avvocato
Ci Luzzi Presidente la Camera penale persona perbene fra tre giorni facciamo un riesame sul Guerra e pace impossibile è umanamente impossibile il legislatore di questo non tiene assolutamente conto
Va beh abbiamo cercato io devo devo dirla questa cosa pubblicamente perché era una
Notizia in qualche modo riservata ma poi
Cominciato a circolare perché di questi tempi nei quali incredibilmente non riusciamo a stabilire un rapporto diretto con la politica abbiamo avuto un gancio ne abbiamo parlato abbiamo scritto un documento
L'abbiamo presentato qualche mese fa al Presidente della Commissione giustizia della Camera dei deputati in questo documento diciamo una cosa banale dicevamo al pari delle sentenze possiamo modulare il termine per depositare i provvedimenti
Quindici trenta sessanta novanta
I giudici che fanno anche il che compongono il tribunale monocratico
Per difficoltà organizzative legati a loro ufficio fissano questo termine però questo approccio Pent pensiamoci un attimo quindi vi stupirò adesso è un approccio che non tiene conto delle esigenze dei valori in gioco
Noi stiamo parlando della libertà personale io l'ho detto dovrebbe essere scritta alle spalle non la legge uguale per tutti ma la libertà personale è inviolabile
Mi rivolgo ai ragazzi queste parole che sono nella nostra Costituzione furono scritte nel settembre del mille novecentoquarantasette da alcuni ragazzo da un signore che aveva qualche anno in più
Il signore più grande di età si chiamava Palmiro Togliatti
E i giovani erano Aldo Moro
Giuseppe Dossetti
Allora
Avevamo all'epoca dopo la
Resistenza dopo la Seconda guerra mondiale abbiamo la capacità di scrivere quelle parole che dovrebbe essere la nostra Bucci sola ma l'abuso e anche dei pubblici ministeri
Non solo a parole
E
Probabilmente tornerò su questo punto senza enfatizzare nemmeno il dato e chiaramente leggiamo tutti della
Sigillo criminale i nostri territori ma
Tor ci tornerò da qui al momento
E allora
Se
C'è una norma che non è stata modificata nella ordinanza di custodia cautelare il fatto dice l'articolo due duecentonovantadue deve essere iscritto in modo sommario
E perché
Mi sono chiesto
Perché se vogliamo immaginare un sistema di controllo sulla inclusione nel su sulla comprensione della libertà personale abbiamo bisogno di una descrizione sia
Lapidaria sia sintetico
A queste sa parte l'intervento di si Rignano mi ha molto convinto e il procuratore pubblica sosteneva un anno e mezzo fa bisogna immaginare delle ordinanze delle quali in modo chiaro vengano indicati gli elementi di accusa per consentire alla difesa
Che
Diciamocelo
Che non protesta tanto di fronte alla bulimia investigativa di fronte alle alle ordinanze perché il Tribunale del Riesame e anche un momento
Particolarmente ambito dalla classe forense perché è un momento
Di opportunità professionale probabilmente un momento nel quale i valori in gioco sono talmente alti che forse
Salgono anche talvolta gli onorari
E ed è
Comprensibile ed è comprensibile che vi sia un'attenzione nei confronti di questo momento anche da parte dell'avvocatura e anche in questi termini diciamo meramente pratici
Ma
Il problema è di fronte
A un'ordinanza di due mila pagine io mi chiedo come fa anche il difensore che pure può dedicare da quel momento in poi può chiudere lo studio dice ok per dieci giorni quindici giorni mi dedico anime porto è un è un più ente eccellente è una persona che pagherà profumatamente non mi non mi interessa tengo molto a questa causa e quindi degli mi dedico anima e corpo al tribunale del riesame lo ha detto bene avvocato Licciulli in una realtà come quella
Napoletana
Arrivano anche trenta procedure al giorno devono essere trattate e io
Quest'anno non so se anche questo in qualche misura
Può essere stata una delle concause del dei dei miei disagi personali ho trattato in un'udienza tre distinti comici diciamo tre distinti omicidi di camorra che ognuno dei quali probabilmente era un caso Meredith una vicenda scarsi
E abbiamo avuto difficoltà non comuni nel portare a termine quell'udienza per fortuna voi siamo riusciti anche a scrivere allora
Se la descrizione deve essere sommario del fatto il controllo non può che essere sommario
Chi scrive due mila pagine e chi scrive due mila pagine in qualunque momento anche la polizia giudiziaria
Sarà coordinata la polizia giudiziaria sotto per carità lo sguardo vigile attento vinte germi magistrati del pubblico ministero ma non dimentichiamoci che la polizia giudiziaria e comunque espressione di un altro potere
E devo dire che poiché molte volte la limitazione della libertà personale passa attraverso un vaglio critico diciamo leggero
Non approfondito perché loro abbiamo verificato vi dirò anche qualcuno diceva dei dati bisogna stare attenti perché io credo che
Nel momento in cui
Viene attribuito così eccessivo potere alla polizia giudiziaria c'è un fatto questa ittico io devo dire che
Sono un cultore da tempo delle cose lo sa bene Domenico delle cose teatro di cinema
Mi piace quando il tempo mi riserva lo spazio per andare a vedere delle mostre eccetera
Però
Ci sono alcune cose che compaiono anche in televisione recentemente la vicenda Scajola
Io non devo dire l'avevo letto qualche giorno fa l'ordinanza in una
Orribile perché sono libiche trascrizioni
Perché sono piene di errori in italiano ho costretto una collega che aveva utilizzato il file per comodità mi fai la cortesia di correggere quest'che non rimangano lì erano nell'ordinanza del G.I.P. nella richiesta del Pubblico Ministero ci va il poliziotto ha scritto so con l'accento fa con l'accento che ci posso fare
Era era ENI incredibile ha detto se non altro lo devo dire se aveva
Lo dico con una una battuta se esercitiamo questo questa attenzione critica diciamo a sti ragazzi mi studiare un po'meglio l'italiano e c'è una cosa
è comparsa io non la conoscevo parentesi fonetico
Cioè fonetico poi l'ho capito significa che
Il poliziotto che ascolta ha intuito che forse quell'espressione significa quello che poi ha scritto ma chi si assumerà le usabilità di quella interpretazione il pubblico ministero lo scriva lo scriva perché in alcuni casi abbiamo ascoltato abbiamo ascoltato i file audio
Abbiamo verificato che le cose stavano come erano state rappresentate però non c'è bisogno di scrivere fonetico
E di cattivo gusto e probabilmente un ritorno
Alla alla buon gusto anche nella nostra materia e più che mai necessario
Ma allora
Di fronte alla vicenda cautelare evidente che noi non parliamo delle ordinanze di poche pagine perché in quei casi devo dire che il
Il controllo viene esercitato con uno scrupolo assolutamente
Al di fuori del dell'immaginabile il lei nostre anzi lenire anzi la mia presenza qui oggi sta a testimoniare il disagio dei confronti della necessità di decidere della sorte di un uomo
Con quel principio la libertà personale è inviolabile è un altro contenuto nell'articolo due la Repubblica garantisce i diritti inviolabili dell'uomo io in quel momento su la Repubblica
E allora
Sembra incredibile ma devo necessariamente dare due
Informazioni tribunale del riesame di Napoli a differenza del tribunale del riesame di Milano sono circolate delle statistiche recenti che dicono che il quindici per cento
Dei procedimenti riesame si risolve a favore dell'indagato
Nel nostro territorio e ovviamente quindi io non nono non ho nulla da dire nei confronti della Procura della Repubblica di Napoli e nei confronti del giudice delle indagini
Preliminare di Napoli la circoscrizione si chiama ancora così del tribunale del riesame di Napoli coincide con il territorio del distretto della Corte d'Appello erroneamente si dice tribunale distrettuale ma la legge parla di Circoscrizioni
Quindi è una circoscrizione particolarmente vasta bene negli anni due mila undici due mila dodici due mila tredici la percentuale di accoglimento
Di richieste di riesame o di riforma in senso favorevole all'indagato a Napoli è pari al quaranta per cento
Che è un dato che deve fare preoccupare perché già nel nostro ambito la diversità di approccio culturale enorme
Perché appunto è molto diversa da quella che registriamo in altre realtà
Allora questo è un altro problema perché
Se tutto il il sistema viaggia nel senso di descrivere in modo sommario il fatto chiedere al Tribunale del Riesame oggi più che mai viene chiesto al Tribunale del Riesame un controllo sommario per chi è la motivazione deve intervenire in termini particolarmente ravvicinati e credo che dovremo se passa così come
Ahimè
Passerà questa riforma
Dovremo necessariamente costruire un cappello nel quale dare atto della necessità
Che prima tra tutte le altre la necessità che il controllo sia immediato sia rapido sia tempestivo questo quello che ci chiedono il legislatore la tra l'altro la
La cosa che mi sorprende
E che questa necessità di alla rapidità
Pensate bene fa un po'a parte del corto circuito mediatico giudiziario
In quella sede sembra che le cose siano abbastanza comprensibili cioè tutto sommato tra Ballarò Porta a Porta quelli quell'altra trasmissione che si fa il lunedì
Piazza pulita Annozero hanno uno anno tre perché tutto sembra semplice tutto dire la complessità deve essere ridotta semplicità ma io dico io dico
E quindi invertendo in modo completo quello che ho
Detto fino adesso c'è necessità di un approfondimento
La libertà personale state il pubblico ministero il G.I.P. ci indichino con chiarezza quali sono gli elementi di accusa nel momento in cui questo non accade l'incomprensibilità del testo
Impone di annullare il provvedimento perché vengono a quel punto almeno i diritti che sono relative alla Carta costituzionale
Ovviamente io non so
Chi seguirà che avrà il coraggio di seguire queste indicazioni però il sistema deve necessariamente viaggiare in una direzione che consenta non voi devo fare un esempio che tratto dalla mia
Esperienza personale però prima di fare questo esempio devo dare una risposta accesa Bisignano ripeto
Le
C'è uno scrittore uscente di uno dei nostri
Diciamo al
Maestri di riferimento che Luigi ferraioli Luigi ferraioli scrive sulla soggetto debole
Certo in terra di camorra sono soggetti deboli tutti coloro che hanno contratto una malattia a cagione dell'inquinamento del suolo sono soggetti deboli tutti coloro che hanno subito l'oppressione camorrista e noi
Voglio dire non riusciamo a far presto quei processi
Perché contemporaneamente ci occupiamo
Di tante altre vicende bagatellari il tribunale del riesame il Tribunale di Napoli se oggi noi facciamo un giro a questore sono ancora tantissimi sezioni piene
Di colleghi che con grande onestà hanno detto la metà almeno nel nostro lavoro e costituito da schifezze ecco non siamo in grado di dare risposte
Ma nel momento in cui comincia il processo penale
Dice Luigi ferraioli il soggetto debole è uno solo dell'indagato
E dopo
Nel momento in cui si passa al dibattimento il soggetto debole resta ancora uno solo l'imputato in fase di esecuzione la sofferenza del si vive nelle carceri impone di pensare che il soggetto debole
Tutto il resto sa nella fase preventiva dalla fase che viene che è riservata alle forze di polizia ma il giudice in particolare deve riguardare come soggetto debole necessariamente la figura
Dell'indagato dell'imputato e della persona che sta eseguendo ma venerdì detentiva chiudo
No ma devo dire che
Grazie grazie ancora una volta alla associazione il carcere possibile io ho avuto un incontro meraviglioso per consista testimone
Con un ex detenuto che era riuscito a venire fuori
Dalla
Da quelle scelte devianti però quel ragazzo che non ha dato dello stesso anno in cui sono nato io non era nato all'Africa mediterranea e non viveva al Governo e non frequentava il San Lazzaro
E tutto questo ci appartiene come giudici non possiamo pensare che è una questione che riguarda gli altri appartiene il giudice appartiene agli avvocati
La forte diseguaglianza sociale le alcune realtà degradate sono
Assolutamente il il brodo di coltura della della debba diciamo cose banali sulle quali vero dovremmo avere più forza
Tornando
Per
Ritornare
Mi è capitato ahimè di costruire alcuni mesi fa mese fa circa il mio corpo su un tavolo nelle mani di un medico che dovrà valutare
Che cosa mi era successo quali erano le cure da praticare vi ho portato degli esami clinici e nel giro di mezz'ora quel medico quel professionista ha saputo dare una risposta ma questi animali che nella
Voglio dire complessità delle delle delle
Delle delle cose che riguardano la ma la vita organizzato nonché zia non siamo in grado di semplificare Tano torniamo a Massimo Gramellini e chiudo
Massimo Gramellini ieri sera diceva da Torino che lo scrittore dopo aver scritto però mentitore lascia
Lascio fare altre cose
Si occupa di altro poi ritorna di legge con
L'occhio e con la mente del lettore perché deve rendere comprensibile
Quello che ha scritto nel caso dello scrittore della renderlo anche accattivante non sarebbe male leggere qualcosa ogni tanto anche gli accattivante dei provvedimenti giudiziari e qualcuno è bravo anche
Ma la cosa fondamentale perché dobbiamo abbiamo tutti il dovere di rendere lo sforzo nostro è sempre stato questo il rendere comprensibile e guardate che io quando mi occupavo di
Misure di prevenzione
Ovviamente non ci fermavamo l'ordinanza di custodia tutelare per avere informazioni ma chiediamo che cosa era accaduto al riesame perché c'è stato un momento dico e chiedevamo che cosa era successo con sentenza di primo grado eccetera e
Se volevamo capire che che cosa era accaduto
Certamente il provvedimento del del tribunale del riesame dell'epoca ci illumina perché qualcuno aveva perso le immani Nova sfidandoci ad altri
Non affidandosi al pur Valenti Simo ufficiale e dei carabinieri ma facendo propria quella indagine esteri indagine la conosce a menadito se è in grado di parlarne
Anni fa con il Valente collega si rinviano perché mi è molto bravo lo sa
Portano avanti un processo che credo sia terminato il processo per fatti di droga commessi ad Ischia c'era un ex poliziotto di mezzo presso molto interessante e io
Mi chiedevo come potesse
Quel
Collega del pubblico ministero così attento
Memorizzare ricordare non solo quel processo perché mi raccontò all'epoca che in quel momento aveva trenta processa dibattimento per fatti particolarmente articolati e complessi
Io io penso che
Per restituire alla pubblico ministero
Lo spazio crea bisognerebbe immaginare che in alcuni contesti ciascuno pretenda più spazio
Quello che sta accadendo con questa riforma invece finirà quindi per
Burocratizzare e per deresponsabilizzare ancora una volta non solo il Pubblico Ministero ma addirittura il tribunale del riesame
Un passaggio nessuno ha ricordato e qui veramente termino
Presente ma è ovvio perché se tu stabilisce ed è l'unico caso nel nostro ordinamento
Che è un provvedimento del giudice Ghezzi ha depositato in ritardo il provvedimento non la decisione la motivazione deposita in ritardo
Determina l'inefficacia
Della
Misura cautelare originaria
E
Ovvia a quel punto dico ovviamente la sanzione disciplinare
Perché il fatto che tu abbia fatto scadere quel termine rimettendo sostanzialmente una persona in libertà perché salvo che sussistano
E eccezionali esigenze cautelari può essere rinnovata è evidente che la sanzione sarà una sanzione disciplinare ma che cosa volete come detto provocatoriamente un collega forse volete solamente annullamenti oppure volete motivazioni sommarie
E poi
Mi chiedo e termino veramente scusatemi
Ma nella vicenda cautelare qui ci sono delle esigenze sono scritte scritte nel codice attuale perito attuale pericolo concreto pericolo poi sulla prognosi di Perugia sarebbe interessante più soffermarsi ancora per molto tempo
Però
Questo significa
Che
Ci sono quell'esigenza che vanno soddisfatte rapidamente
Non ci sono sanzioni
Non è previsto allora assolutamente il Pubblico mistero deposita nel due mila otto nel due mila quattordici il GP oberato non ce l'ha fatta dopodiché si va all'esame il dieci giorni dobbiamo decidere ma io voglio dire faccio finta di fare il giudice o faccio il giudice
Oppure sono ben pochi devia spalleggia veri in in pochi attimi quello che
Permessi per anni hanno elaborato e la e lo la schizofrenia Maxima purtroppo
In un Paese normale il presidente Ferranti avrebbe immediatamente telefonato al Presidente coordinatore del riesame chiedendogli un incontro di liceo spiegare che cosa succede
Invece ovviamente la politica si chiude nella quella nella sua torre eburnea e lasciano inattesa di sapere come andrà a finire mi fermo qua vi ringrazio