09 FEB 2005

CSM - Plenum del 9 febbraio 2005, seduta antimeridiana

[NON DEFINITO] | - 00:00 Durata: 2 ore 29 min

Questa registrazione non è ancora stata digitalizzata.
Per le risposte alle domande frequenti puoi leggere le FAQ.

Registrazione audio di "CSM - Plenum del 9 febbraio 2005, seduta antimeridiana", registrato mercoledì 9 febbraio 2005 alle 00:00.

La registrazione audio ha una durata di 2 ore e 29 minuti.
  • Presidente e poi Marotta, Buccico e Salvi

    <strong>Indice</strong><br>La seduta ha inizio <strong>alle 10.13</strong><br>Presidenza del vicepresidente <strong>Virginio Rognoni</strong> <strong>Ordine del giorno Speciale, sezioni A e B</strong>
    0:00 Durata: 3 min 26 sec
  • Salvi, relatore, poi Menditto e ancora il relatore

    <em>Rinviata</em> Ordine del giorno ordinario Dr. Lignola e il clan dei Casalesi
    0:03 Durata: 7 min 1 sec
  • Riello e Arbasino, alternandosi anche con Civinini;

    Altre pratiche
    0:10 Durata: 25 min 50 sec
  • Interviene Marini, poi Arbasino, Stabile, Riello, Arbasino, Lo Voi, Salmè: il Presidente si esprime

    0:36 Durata: 13 min 2 sec
  • Fici, Menditto, Mammone, Salmè, Aghina, Marini, Berlinguer, Stabile

    0:49 Durata: 46 min 23 sec
  • Civinini, Buccico, Primicerio, Meliadò, Arbasino, Menditto e Mammone

    Voto per ballottaggio: <em>approvato il dr. Baglivo</em>, proposta di minoranza
    1:35 Durata: 30 min 59 sec
  • Menditto, relatore

    <em>Approvate</em> <strong>Pubblicazione posti</strong>
    2:06 Durata: 34 sec
  • Marotta, Lo Voi, relatori, poi Tenaglia per chiarimenti, Stabile e Fici, poi Tenaglia, relatore

    <em>Approvate</em> o <em>accantonate</em> <br>Pratiche di Terza Commissione <strong>Copertura posti</strong>
    2:07 Durata: 7 min 7 sec
  • Lo Voi, relatore

    <em>Approvata</em> La seduta, segretata alle <strong>12.28</strong>, torna pubblica alle <strong>12.32</strong>
    2:14 Durata: 50 sec
  • Aghina, Meliadò, relatori, poi Aghina, intervengono Menditto e Fici sulle precedenti pratiche: il Presidente si esprime, Fici contesta il rinvio della pratica

    <em>Approvata la revoca di una prercedente delibera di pubblicazione di un posto</em><br><em>Rinviata</em> <br>Pratiche di Nona Commissione
    2:15 Durata: 11 min 46 sec
  • Civinini, Stabile e Aghina, relatori

    <em>Approvate</em> <strong>Il CSM nelle agenzie di stampa</strong> ISLAM: CSM CHIEDE SENTENZE FORLEO E SPANO' <br>PRIMO ATTO DELLA PRATICA A TUTELA DEL GUP DI MILANO (ANSA) - ROMA, 8 FEB - Il Csm acquisira' la sentenza con la quale il Gup di Milano, Clementina Forleo, ha assolto tre islamici accusati di terrorismo internazionale e la successiva decisione di segno opposto del Gup di Brescia, Roberto Spano'. La decisione e' stata presa dalla prima commissione di Palazzo dei Marescialli e costituisce il primo atto istruttorio della pratica a tutela del giudice milanese aperta su richiesta dei togati delle correnti di sinistra, dopo le ''aggressioni'' da parte di esponenti politici rivolte a Forleo a seguito del provvedimento giudiziario adottato. Proprio ieri lo stesso magistrato, tramite il proprio legale Giulia Bongiorno, aveva annunciato querele anche nei confronti di alte cariche dello Stato per le ''offese'' ricevute. CAMORRA: COMMISSIONE CSM, FASCICOLO SU INTERCETTAZIONI PM (ANSA) - ROMA, 8 FEB - Aprire un fascicolo sulla vicenda del Pm della Procura di Napoli il cui nome compare in intercettazioni poste nell'ambito dell'inchiesta sulla faida di Scampia. Questa la richiesta avanzata all'unanimita' dalla prima commissione del Csm al Comitato di presidenza di Palazzo dei Marescialli. L'iniziativa prende spunto dalle notizie pubblicate in questi giorni dalla stampa, secondo le quali non vi sarebbero magistrati iscritti nel registro degli indagati, ma i relativi atti sono stati trasmessi alla Procura di Roma. L'obiettivo e' innanzitutto compiere ''accertamenti preliminari sui fatti - riferisce il presidente della commissione Luigi Riello (Unicost) - ma anche riportare serenita' negli uffici giudiziari di Napoli ed eventualmente salvaguardare l'immagine dei magistrati interessati'' TERRORISMO: VENERDI' CIAMPI COMMEMORA BACHELET A CSM <br>CERIMONIA A 25 ANNI DAL SUO OMICIDIO DA PARTE DELLE BR (ANSA) - ROMA, 9 FEB - Una cerimonia in ricordo di Vittorio Bachelet, il vicepresidente del Csm ucciso dalle Brigate Rosse il 12 febbraio di 25 anni fa, si terra' venerdi' prossimo a Palazzo dei marescialli alla presenza del Capo dello Stato. All'appuntamento parteciperanno anche Virginio Rognoni, vicepresidente dell'organo di autogoverno dei giudici, Giovanni Conso, presidente emerito della Corte Costituzionale e Giovanni Galloni. Alla figura di Bachelet sara' anche dedicato un convegno che si terra' nello stesso giorno, nel pomeriggio, nell' Aula Magna della facolta' di Scienze politiche della Sapienza. Tra i partecipanti il presidente del tribunale di Roma, Luigi Scotti. CSM: DIVENTA CASO NOMINA CAPO GIP ROMA, NUOVO RINVIO VOTO <br>IMBARAZZO PER SCELTA CHE SMENTISCE LA PRECEDENTE DELIBERA (ANSA) - ROMA, 9 FEB - Diventa un caso la nomina del nuovo presidente della sezione gip del tribunale di Roma. Oggi il plenum avrebbe dovuto votare sul candidato proposto all' unanimita' due mesi fa dalla Commissione per gli incarichi direttivi, Carlo Figliolia, procuratore aggiunto presso il tribunale della capitale, ma ha ancora una volta deciso di rinviare la decisione. Ci sono altre nomine di cui occuparci prima, gia' rinviate piu' volte, ha spiegato il relatore Francesco Menditto (Magistratura democratica) chiedendo di soprassedere nella seduto di oggi al voto su Figliolia. Ma dietro questo rinvio, accolto senza obiezioni da tutto il plenum, ci sarebbe in realta' un certo imbarazzo del Consiglio per una nomina che di fatto smentisce una sua precedente delibera con cui era stato stabilito che nessun pm avrebbe piu' fatto il giudice nella stessa sede giudiziaria. O, secondo quanto riferisce qualcuno a Palazzo dei Marescialli, ci sarebbe addirittura un pressing del Quirinale perche' il Csm faccia marcia indietro, pena la perdita di credibilita'. Sinora al Consiglio la nomina di Figliolia e' stata contestata apertamente soltanto dal laico di Forza Italia Giuseppe Di Federico, che oggi si apprestava a chiedere il ritorno in Commissione della pratica, forse seguito da altri consiglieri della Cdl, ma non da Nicola Buccico (An), che rappresenta il gruppo nella Direttivi. Mentre fuori dal Csm ne ha fatto oggetto di polemica l'Unione delle Camere Penali. Chi a Palazzo dei marescialli smentisce l'interessamento del Quirinale al caso, spiega il rinvio di oggi con l'esigenza di rivedere le motivazioni che giustificano la scelta di Figliolia per prevenire eventuali ricorsi al Tar, da parte degli altri candidati esclusi. Si dovrebbe, in sostanza, inserire un passaggio per spiegare perche' in questo caso non trova applicazione quella delibera del Consiglio che vietava il passaggio di funzioni nella stessa sede giudiziaria. E le ragioni sarebbero in sostanza due: innanzitutto la considerazione che un conto e' esercitare direttamente le funzioni di pubblico ministero, un conto e' occuparsi dell' organizzazione della procura, come fa attualmente Figliolia nel suo ruolo di procuratore aggiunto; e poi la constatazione che l' 80 per cento della carriera di Figliolia si e' svolta nel settore giudicante. Oltretutto, fanno notare dalla Commissione Direttivi, e' il candidato piu' forte e l'unico in grado di ottenere la quasi totalita' dei consensi. <strong>Formazione decentrata</strong> <strong>Nomina dei referenti distrettuali per la formazione</strong>
    2:27 Durata: 2 min 47 sec