10APR2014
intervista

Intervista a Felice Casson sulla "legge 40" e sul caso del Comune di Grosseto in merito alle nozze Gay

INTERVISTA | di Claudio Landi ROMA - 00:00. Durata: 2 min 17 sec

Player
"Intervista a Felice Casson sulla "legge 40" e sul caso del Comune di Grosseto in merito alle nozze Gay" realizzata da Claudio Landi con Felice Casson (vice presidente in Commissione Giustizia del Senato, Partito Democratico).

L'intervista è stata registrata giovedì 10 aprile 2014 alle ore 00:00.

Nel corso dell'intervista sono stati discussi i seguenti temi: Associazioni, Bioetica, Comuni, Corte Costituzionale, Coscioni, Costituzione, Diritti Civili, Enti Locali, Fecondazione Assistita, Grosseto, Legge, Magistratura, Matrimonio, Omosessualita', Partiti, Politica, Procreazione, Riforme.

La
registrazione audio ha una durata di 2 minuti.

leggi tutto

riduci

00:00

Scheda a cura di

Fabio Arena
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Radio Radicale abbiamo qui con noi dell'ICE Cassazione vicepresidente della Commissione giustizia nonché esponente del PD senatore Casson di ieri mi pare in quelle decisioni e della magistratura importanti la prima la sentenza della Consulta
Con cui è stata spende all'alta un ulteriore balzo nel corso dell'ultimo della famosa legge quaranta e poi la decisione il pronunciamento del Tribunale di Grosseto che ha imposto al Comune di Grosseto di registrare insomma
Di registrare iscrivere nel registro civile un matrimonio tra persone dello stesso sesso effettuato in un altro Paese qual è il suo commento sono due decisioni molto importanti e molto positive il segnale che che là ma struttura quando interviene su questa materia e certamente più avanti della classe ma mai la magistratura secondo le più amanti tra virgolette rispetto a
Sistema politico perché più autonoma nella maniera di ragionare nell'applicare i principi della Corte costituzionale
Riviezzo all'interno del Parlamento assistiamo
A posizioni vecchie retrograda e che non hanno nulla che pare ormai col tempo che passa
Abbarbicate a posizioni oltranziste ed estremista di centro e impedendo senatore Casson quali sono le loro la logica giuridica della decisione secondo lei della magistrati di Grosseto mai dalla legge
Provvedimenti amici articolare la motivazione ovviamente però credo che sia un ragionamento molto semplice io
Ho partecipato con l'Associazione Luca Coscioni quattro associazioni un po'in tutta Italia si in particolare nel Veneto è Venezia
A incontri manifestazioni per raccogliere firme per accusare aprire questi registri da parte delle amministrazioni comunali sono o delle decisioni che la classe politica anche comunale territoriale dovrebbe assumere autonomamente
Perché così da una accolta ai cittadini nessun obbligato utilizzare per il sistema ma ampliare lo spazio di raccolta di diritti credo che si è certamente positivo
E credo che la magistratura di Grosseto ci possa essere arrivata
Dicendo che si tratta di un diritto fondamentale della persona che va riconosciuto e che va favorito non certo osteggiato chiariscono ringraziamo ringraziamo forse perché dice che a Sant'Elpidio vicepresidente in Senato e la Commissione giustizia