15MAG2014
stampa

Un errore di stesura della riforma Fornero! Gridiamo vendetta, subito!

CONFERENZA STAMPA | Roma - 11:30. Durata: 21 min 37 sec

Player
Conferenza stampa di Giulio Marcon con i rappresentanti dei lavoratori "Quota 96 della scuola".

Registrazione video della conferenza stampa dal titolo "Un errore di stesura della riforma Fornero! Gridiamo vendetta, subito!" che si è tenuta a Roma giovedì 15 maggio 2014 alle 11:30.

Con Giulio Marcon (deputato, membro commissione bilancio, Sinistra Ecologia Libertà), Annalisa Pannarale (deputata, Sinistra Ecologia Libertà), Venere Ansaldi (docente).

La conferenza stampa è stata organizzata da Sinistra Ecologia Libertà.

Tra gli argomenti discussi: Dipendenti, Docenti, Esodati, Fornero,
Governo, Inps, Lavoro, Legge, Ministeri, Partiti, Pensioni, Politica, Previdenza, Riforme, Scuola, Sinistra Ecologia Liberta'.

La registrazione video della conferenza stampa dura 21 minuti.

La conferenza stampa è disponibile anche nel solo formato audio.

leggi tutto

riduci

11:30

Scheda a cura di

Delfina Steri
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Tardo siamo
Siamo in fase di dichiarazione di voto di
E di voto sulle credo lavoro quindi abbiamo i tempi purtroppo molto molto limitati
Però procediamo oggi a fare questa conferenza stampa con
Insieme lavoratori di quota novantasei c'è una ampia diciamo delegazione presente questa mattina
Illogico Marco nella Commissione bilanciare il bilancio della Camera al mio fianco deputato analizza banale perché è componente della
Commissione per le politiche europea che ha seguito da tempo una vicenda quanto novantasei come sapete poi Giorgio era odore capogruppo in Commissione lavoro che segue ovviamente i temi che
Ci stanno a cuore come Sinistra ecologia e Libertà abbiamo fatto molte iniziative su questo tema abbiamo anche
Vogliamo abbiamo anche
Elaborato una piccola piccolo documento emigrazione sul quello che sta avvenendo su questa vicenda perché una vicenda che dura da troppo tempo via
Quindi dilazioni diciamo di ogni genere come sapete tutti diciamo un tema che
Purtroppo all'ordine del giorno molto tempo hanno avuto ancora una soluzione pro Biondi non voglio aggiungere altro do la parola insomma narrare che interviene per sé
Sì grazie proprio buongiorno a tutti a tutti ne abbiamo sentito l'esigenza a questo punto di fare questa
Conferenza stampa perché siamo oggettivamente preoccupati
Dal tempo che continua a dilatarsi
E dalla mancanza di
Punti concreti che pongano finalmente fine ad una
Vicenda che davvero diventata paradossale
E i tra l'altro siamo davvero di fronte ad una medaglia che ha ormai chiaramente due facce di frustrazione perché
Diciamo una traccia e quella dei quattro mila
Lavoratori e lavoratrici della scuola che devono continuare a lavorare nonostante abbiano maturato tutti requisiti pensionistici è non sono più in grado oggettivamente di poter dare
A classi spesso sovraffollate quelle che dovrebbero essere le energie le potenzialità sufficienti alle quali peraltro si aggiunge la frustrazione di vedere una battaglia
Che va avanti da due anni e mezzo
Assolutamente bloccata puntualmente da ragioni esclusivamente legate diciamo così
Io direi non più
Tanto coperture finanziarie ma ad una volontà politica che si nasconde dietro diciamo così una difficoltà
Di copertura
L'altra faccia di questa medaglia sempre di frustrazione e quella di
Giovanni lavoratori lavoratrici
Che in ragione di questo errore della riforma fornirò sono bloccati in contratti anche precari e invece già da due anni e mezzo avrebbero potuto accedere
Al ruolo a posti a tempo determinato nella scuola se somma i diritti e quindi le norme fossero state rispettate
Così come è sempre accaduto perché prima della fornirò tutte le riforme che hanno riguardato il settore scuola non hanno mai messo in discussione la specificità di questo comparto e quindi diciamo la
Coincidenza dell'anno con quello scolastico e non appunto come sapete fin troppo bene con quello solare
Ora
Quello che ha sempre accompagnato questa questa vicenda e diciamo come dire il profilo della trasversalità
Di tutte le forze parlamentari come punto di forza
Di questa battaglia noi ci siamo sempre detti sin dall'inizio tutte le forze parlamentari hanno sempre riconosciuto l'errore e quindi hanno supportato
Almeno sul piano delle dichiarazioni pubblica la necessità di sanare questa situazione
Ora io credo che noi diciamo così dobbiamo pretendere che venga spogliata questa trasversalità di ogni forma di ambiguità
Cioè in questo momento il Governo e la maggioranza che sostiene questo Governo deve in maniera limpida e chiara
Assumersi la responsabilità di risolvere questa vertenza e vero
Che
Sono molti gli errori diciamo così della riforma Fornero ed è vero che ci sono i macchinisti ad esempio
Delle Ferrovie che sono costretti diciamo di un lavoro usurante in un'età avanzata e dirò che ci sono
Molti casi da risolvere e che c'è la grande partita degli e soldatini che diciamo
è stata portata ad un tavolo aperto il sette maggio
Presso il ministero o lavoro affinché si possa dare una risposta strutturale ma nel frattempo nel frattempo ci sono tutte le condizioni ci devono essere tutte le condizioni per risolvere
Delle situazioni che sono specifiche
E quella di quota novantasei lo è e che sono legate ad un errore di stesura possiamo dire così un errore di stesura
Della legge fornirò che diciamo su un punto di ignoranza rispetto a quella che era
La
Normativa precedente a determinato un punto di ingiustizia assolutamente insopportabile allora noi abbiamo fatto tutti gli sforzi possibile perché
Questo il problema potesse essere risolto
Abbiamo aperto come sapete la consultazione telematica a novembre del due mila tredici affinché i nove mila dell'INPS fossero reali e quindi abbiamo individuato i quattro mila abbiamo rivisto il testo
Unificato c'è stata la risoluzione congiunta in Commissione Bilancio e in Commissione
Lavoro abbiamo avuto la risoluzione al destra adesso noi abbiamo diciamo
La possibilità di valutare quella che è la volontà politica ribadisco di questo governo della maggioranza che lo sostiene
Attraverso un testo unificato
Che potrebbe addirittura concedere altri quindici giorni i tempi proroga e rispetto al trentuno maggio
Che ha fissato quel testo come sapete quando l'abbiamo rimodulato ancora
Ma che vede diciamo finalmente essere approvato perché la copertura finanziaria e assolutamente sostenibile rispetto ai quattro mila
Lavoratori allora questo diciamo
Giorgio devi andare via
Sì abbiamo dei tempi molto stretti
Allora io credo che a questo punto diciamo la si debba fare infinita con siamo tutti uniti e siamo tutti trasversali
Ma si debba finalmente porre un punto eh dire mettere chiaramente sul tavolo quelle che sono le responsabilità
Ci sono tutti i gruppi parlamentari che sono d'accordo il Governo Dini diresse questa situazione la vuole risolvere oppure se non c'è la volontà politica e non ci diciamo applicheremo
Rispetto all'idea che ci possono essere i nuovi decreti
Come sta un po'circolando
La voce nuovi decreti che possano accogliere
La possibilità appunto di sanare questa situazione qui insomma
In questo momento visto entrare anche
Emanuela
Con la quale abbiamo fatto insieme questo cammino è il momento di dire chiaramente come stanno
Le cose le condizioni ci sono tutte per poter risolvere questa questione le coperture finanziarie sono valide
Possono tranquillamente risolverla adesso la parola deve passare al Governo
La parola passa al Governo e noi diciamo
Questa richiesta in maniera irrevocabile la faremo in Commissione bilancio e in Commissione lavoro
Grazie al suo colto a fondo
E poi se volete se qualcuno vuole venire qui per intervenire ovviamente il
No ma è così perché siccome ascolta premonitore importante che si parli da un da un microfono e dice
Le agenzie sono affermare
Allora sono venerando esaudire il Comitato quota novantasei quindi rispetta alla ultima punto battuta dell'onorevole panna Arale appunto lo chiedere di terra
Per appunto chiedere al Governo che appunto ci sia una decisione finale rispetto alla questione in quota novantasei so del tavolo che iniziato il sette maggio dico noi rientriamo nella discussione
Relativa diciamo a questo tavolo che comunque il tema principale sono gli sui dati
Perché rispetto alla comune alla copertura degli su dati e quindi tutti diciamo le coperture che sono stati emessi esposizione ci sono dei forti risparmi addirittura non abbiamo fatto
Un calcolo
Rispetto alla relazione di Nori è Air risulterebbero almeno un miliardo di risparmi certificati sulle salvaguardie che fin da oggi sono state fatte per appunto gli esso dati
Allora noi sappiamo che questo tavolo e Stato convocato il sette maggio ed è un punto di certezza l'altro punto di certezza che al momento abbiamo e che questo tavolo non ha una nuova convocazione
E questo è un punto che io ritengo dirimente non c'è una nuova convocazione c'è l'impegno a diciamo analizzare
Maniera complessiva quella che è la situazione degli su dati
Noi abbiamo chiesto che quota novantasei venga stralciata da questo tavolo perché aspettare i tempi
Di una nuova leggete Commissione lavoro su tutta la partita grande degli sudati Sinis e a non mettere più in condizioni i lavoratori e lavoratrici di quota novantasei di poter andare in pensione dal primo settembre del due mila quattordici
Allora noi insisteremo nel richiedere lo stralcio di quota novantasei e nel richiedere sulla base
Dell'ultima risoluzione congiunta Commissione lavoro Commissione bilancio e della risoluzione Albins
Che era chiara in questo senso
Che il testo unificato
Venga portato in Aula e butta
Quindi sanata una situazione che riguarda solo quattro mila persone e che può essere risolta in pochissimi giorni
Se solo il Governo si assume questa responsabilità
Dicevo che forse nell'ultima risoluzione delle congiunta delle Commissioni Bilancio al lavoro c'è stato un po'di leggerezza nel sostituire il termine reperire
Di intimare al Governo a reperire le risorse non a riferire e questo naturalmente ha dato al Governo ambito a lasciare le cose
Che andassero a a dilatare ancora i tempi
Io voglio solo ricordare che è passato un altro anno scolastico che sta finendo uno storno scolastico perché al primo settembre comincerà un altro è il primo settembre significa per noi che ne dovremmo fare un altro intero
Perché il mondo della scuola è fatto a danni interi
Se cominciamo un giorno dovremo farne altri trecentosessantacinque
Questo ad essere chiaro a tutti forse non le persone non capiscono non si rendono conto che il mondo della scuola è assolutamente plico anche poco fa forse non è veramente chiaro questo punto
Perché io mi batto per la sola per la scuola tutte dico che è stata fatta un'ingiustizia perché non si può stare a insegnare forse dovreste venire a scuola per capire che un insegnante non può stare a questa età in classe
E mi batto per tutta la scuola perché è stata fatta una ingiustizia col con la riforma fornendo per tutta la scuola
Ma per noi è stata fatta dalla fornello ed è stata fatta dal MIUR a questo punto riteniamo scientificamente perché Newark dove emanare le circolari come sempre rispettando l'articolo cinquantanove della legge quattro del novanta che ci dà la salvaguardia
Quindi c'è stato un doppio errore quello della fornaio che riguarda tanti altri è quello del MIUR perché riguarda esclusivamente noi
E questo non è più tollerabile perché ci sta facendo veramente impazzire cioè non ci rendiamo conto di cosa si sta accadendo contro di noi
Allora io volevo
Aggiungere a queste cioè successo comunque in passato il giudizio di abrogazione del piano se non vado in persona anche durante il corso l'uomo scolastico hanno fatto un decreto dopo quindi la possibilità cioè
Il problema è la volontà se c'è il problema
Allora io volevo ricordare anche che noi dopo anticipato avremo gli stessi sono quelle sulla derivante dal MEF domani vertice parteciperemo ma dal Ministero del lavoro con protocollo avessimo controriforma forme
Quindi il discorso non è che diciamo finisce qui perché non abbiamo anche il figlio e nipote
Non è che pensiamo solo ai nostri fatti Marte e il la cosa grave per noi che una legge c'è che lo Stato nuova rispettata
Facendo un'altra legge che nega quella precedente che non rispettano l'ambiente il diritto costituzionale di non fare una legge retroattiva
Chiedo successo con la Collavini perché io sorpassarlo anche dalla riforma Dini nel novantaquattro che fu fatto una una circolare al ventotto al al dicembre bisogna fare la domanda il ventotto settembre certe cose più a sud sociosanitario
Allora il discorso è questo noi adesso comunque abbiamo scritto anche ai capigruppo di maggioranza che hanno fatto la risoluzione nel desse
Di impegnare il Governo a risolvere nostro questione non ci ha risposto nessuno ha già risposto Poletti non ci ha risposto padovana non già risposto la Gianni
Non ci hanno risposto i capigruppo di maggioranza non ci avevano risposto neanche questi Damiano Vizzolo eccetera per fortuna stando qua siamo riusciti
A riprenderli
Però il discorso è questo voi siete all'opposizione vengono date cinque stelle sono l'opposizione
Problema è come fare per per fare in modo che questo Governo capisca
Che intanto è stato leso un diritto e poiché
I i problemi così si accavallano soltanto cioè creiamo sempre situazioni ora la la proposta di legge mi pare che Necchi e quella permesso dati non mi ricordo se ne chiedo Damiano adesso mi ricordo più lì c'è un numero
E non c'entra con la proposta di zone Marzano sono due cose diverse e quindi mettere insieme queste situazioni crea solo confusione le sodali purtroppo verso mia sorella che esula dalle vostre quindi conosco benissimo anche quella situazione
Cioè c'è un'altra situazione completamente diversa se il c'è la volontà risolvere insomma che numeri molto diversi noi siamo pochissimi abbiamo fatto un censimento attraverso il blog e abbiamo un quarto dei colleghi che sono in malattia
Un quarto un quarto che c'era problemi di famiglia di genitori eccetera che deve assistere molte donne sono andato contributivo
Con trentacinque anni di servizio prende una pensione inferiore a quella che hanno i nostri colleghi sono andato in del sono quindici anni di servizio cioè siamo in un'Italia di di quaquaraquà come diceva Sciascia
Cioè questo stato così riprende
In itinere e c'è in essi principali del del suo esistere oppure veramente sta Costituzione carta straccia ceppi le cose vanno sa in un modo che che non che non ha senso c'è chi ha diritto o no non lo può
E
Ad appunto aver assolto e che e chi non ha diritto se Cervantes c'è faccio il caso Bolt della vostra collega D'della Sardegna Ugo quarantun anni di età se ne va un vitalizio cinque mila euro al mese potrebbe essere migliore su quarantuno anni di servizio
è una tendenza con mille cinquecento euro dopo che ho pagato quarantuno anni contributi c'è no veramente siamo
Ormai allora
No siamo all'azzardo io dico che siamo alla marocchina di Cesano dolce io dico che siamo alla mano
Scusate è uno sfogo e poi tra l'altro ci dispiace non è venuto nessun giornalista perché il problema nostro
è la mancanza di visibilità cioè noi siamo inesistenti dove facciamo una qualsiasi mandiamo comunicati
Però
Sì certo
No ne abbiamo avuto niente abbiamo voluto fare questa conferenza stanca stampa anche perché dopo diciamo mesi di Consiglio dire
Iniziative che sembravano coinvolgere tutti i gruppi politici parlamentari il Governo e ce la siamo resi conto è alta quello a questi stiamo questo dire una continua strategia dilatoria rispetto a decisione che potrebbe essere pesa facilmente e rapidamente
Veniva detto basta perché c'è da dire fatto che tutti ricordiamo tutti d'accordo siamo con voi eccetera eccetera sia un po'stufati di questa situazione unanimi istiga che unanime sia non è perché se c'è la volontà la soluzione si trova non servono tantissimi soldi questa questione specifica
Collega errato è andato via perché sta facendo dichiarazioni di voto mettiamo a dormire ricordandomi che Cell in Commissione lavoro ha chiesto
Poi la Commissione ha fatto propria questa richiesta impianti Damiano scritto avvento del Consiglio che entrambi questo tavolo la questione quanto lei tenga affrontata e risolta in modo specifico e siano
Posti siamo rinviati termine al trenta giugno per la deriva
La domanda quindi questa è una richiesta formale che partirà la Commissione lavoro dal presidente la mia a nome di tutti i Gruppi una proposta che ha fatto serve al Presidente del Consiglio il ramo diremo il cosa risponderà però noi
Abbiamo anche mente chiamava evadono sentito se
Sì analizzarlo sta lo ha detto una paventato anche una ulteriore proposta di risoluzione in Commissione lavoro
Che molto di stringente di quella di quella diciamo di quella ed in quella che lei citava insomma in cui si parlava di riferire noi qui diciamo
Riportate il provvedimento in Commissione lo votiamo e andiamo avanti anche perché
Sapete che per avere il primo anno serva a trentacinque milioni e poi via via fino a un totale di circa
Quali sull'ICI
Cioè le anche mandato i dati per cui adesso non
Nostra
Nostro che rimane quindi si tratta di risorse limitate di un problema specifico
Tutti dicono che
Che è stato fatto un errore che ci è stato leso il diritto a trovarci sì non si capisce il motivo per cui non si possa risolvere questa
E avevo detto basta facciamo un'iniziativa nostra come fisiologia libertà
A questo punto per per per differenziare anche le responsabilità perché noi
Non abbiamo gli strumenti che stiamo opposizione per risolve il problema chi sta al Governo e la maggioranza che sostiene questo Governo lo fa lo faccia lo faccia subito andiamo avanti quindi era questo lo scopo di questo incontro con voi
Purtroppo in una giornata particolare che stiamo discutendo oggi vedo
Lassismo circa
Buongiorno
Insomma
Viene all'attenzione
Centoventidue
Il riciclo
Gli ha detto
Va bene grazie
Antonio
Possiamo farlo ricorso al
è successo darcene
Vorrei fare un controllo possibile siamo in contatto
Andiamo a votare
Io lavoro
In realtà
No
Io sono arrivato
Benissimo