14MAR2014
dibattiti

Le misure deflattive della detenzione

CONVEGNO | Nola - 10:23. Durata: 6 ore 12 min

Player
Convegno "Le misure deflattive della detenzione", registrato a Nola venerdì 14 marzo 2014 alle ore 10:23.

L'evento è stato organizzato da Associazione Nazionale Magistrati e Ordine degli Avvocati di Nola e Scuola Bruniana - Fondazione Forense di Nola.

Sono intervenuti: Mario Papa (direttore generale della Fondazione Forense di Nola), Francesco Urraro (presidente del Consiglio dell'Ordine degli Avvocati di Nola), Giuseppe Visone (presidente ANM di Nola), Domenico Ciruzzi (presidente della Camera Penale di Napoli), Raffaele Barela (sostituto procuratore della Repubblica presso il Tribunale di
Nola), Carlo Sarro (vice presidente Commissione Giustizia della Camera dei Deputati, Forza Italia), Michele Cerabona (avvocato, Foro di Napoli), Paolo Mancuso (procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Nola), Guido Calvi (membro del Consiglio Superiore della Magistratura, Partito Democratico), Anna Rossomando (deputato, componente della Commissione Giustizia, Partito Democratico), Carla Pansini (professore associato di Diritto processuale penale nell'Università degli Studi di Napoli Parthenope), Bruno D'urso (presidente aggiunto dell'Ufficio GIP presso il Tribunale di Napoli), Guido Calvi (componente CSM), Lucio Barbato (avvocato del foro di Nola), Giuseppe Guida (avvocato del foro di Nola), Giorgio Spangher (preside Facoltà di Giurisprudenza Università "La Sapienza" di Roma), Erasmo Fuschillo, Maurizio Carbone (segretario generale dell'Associazione Nazionale Magistrati), Giuseppe Guida (avvocato, foro di Nola), Cosimo Ferri (sottosegretario alla Giustizia).

Tra gli argomenti discussi: Avvocatura, Carcere, Corte Europea Dei Diritti Dell'uomo, Custodia Cautelare, Diritti Umani, Diritto, Giustizia, Magistratura, Penale, Procedura.

La registrazione audio di questo convegno ha una durata di 6 ore e 12 minuti.

leggi tutto

riduci

10:23

Scheda a cura di

Valentina Pietrosanti
Visualizza la trascrizione automatica Nascondi la trascrizione automatica

Il problema fondamentale la sentenza della Corte giustizia la sentenza Torregiani l'Italia è sotto una
Minaccia incombente quella deve risolvere il problema del sovraffollamento carcerario meglio ancora delle condizioni inumane con cui sono trattati i detenuti nel nostro Paese problema vecchio
Che noi facciamo finta di trascurare di non venire ma che esiste deve essere devono essere le che deve essere la Corte di giustizia metterci di fronte alla a una dura realtà del nostro Paese
Ecco con queste due iniziative con queste due giornate di lavoro noi vogliamo approfondire sotto l'ala profilo soprattutto tecnico giuridico
Cioè quello della misura cautelare quello delle misure di esecuzione
La problematica sul tappeto
Io non mi dilungo oltre siamo in attesa di
Calvi
Sarro pro suonando il Panzini che stanno però per arrivare ne hanno tutti confermato che sono pervenuti dalla stazione
Di Napoli per cui passerei la parola alle ai due interventi di saluto del Presidente del Consiglio dell'ordine il Presidente l'associazione magistrati grazie grazie
Avvocato Pata direttore papà buongiorno e benvenuti a tutti
Solamente un brevissimo saluto prima di dare i signori un saluto ma anche
Non è come dire un ringraziamento agli ospiti e agli illustri relatori che oggi arricchiranno
Questo momento di riflessione questo momento di dibattito su un tema così rilevante così delicato
Ed ancora una volta l'ordine degli avvocati la scuola Bruni Anna su un tema sui temi
Al
Ordine del giorno del dibattito non solo locale ma anche nazionale come vedrete dagli interventi che si SSIS che si susseguiranno
Nel corso della giornata
è un tema rilevante oggi parliamo nello specifico abbiamo proprio nella nel merito dei temi dell'attività parlamentare con
Non solo c'è con
I parlamentari dei deputati e senatori che interverranno no l'approccio mi fa piacere arrivati dopo disse tecnico-scientifico illustri Magistrate
E gli avvocati oggi presente parliamo di una riforma importante che fa riferimento a garanzie umanitaria esigenze di sicurezza
Ma è chiaro che
A me è sembrata una carta da giocare soprattutto in sede europea dopo questa
Benedetta sentenze Torregiani
E dopo le
Distinte varie procedure di infrazione che si sono susseguite i dati ultimi che leggevo in occasione dell'inaugurazione dell'anno giudiziario
Due mila quattordici del Consiglio nazionale forense al desiderino screening
Faceva riferimento a nove milioni di processi pendenti il desk Borso solamente per l'anno due mila e tredici di trecentottantasette milioni di euro per l'iter già rimotivare di del processo per ingiusta detenzione quindi i dati
Veramente raccapriccianti veramente rilevante in un momento di grandissima difficoltà per le risorse
Economiche del Paese sembra però al di là del merito meritevole per certi aspetti perché parliamo di garanzie
Umanitari ed esigenze di sicurezza in primis che ancora una volta si si procede con misure estemporanee e interventi scelti
Interventi tampone quando lo Stato deve intervenire per pagare disfunzione dello Stato stesso
Parliamo di alcune contraddizioni contraddittorietà ed incongruenze che sulle quali bisogna intervenire
E importante quindi l'intero
Impianto che oggi anche alla luce di queste notizie deve passare
Ricordo questo presunto accordo bipartisan anche al Senato vedremo nel corso delle prossime ore conservasse le settimane
Cosa emergerà quindi vi ringrazio per l'attenzione passo la parola al dottor visone del presidente dell'Associazione nazionale magistrati di Nola
Grazie grazie
Un addetto ai lavori Pubblico Ministero seduto Procuratore presso
La Procura della Repubblica di Nola
Allora innanzitutto ringrazio tutti i presenti non posso che compiacermi della qualità del dell'incontro che è stato imbastito attraverso quella che è ormai una costante
John dentro dalla scuola Bruni Ana il Consiglio e l'ordine e l'Associazione nazionali magistrati sezione di Nola
Il prodotto che stiamo cercando di proporre insieme
è un prodotto sempre di maggiore qualità e soprattutto di grande attualità perché riusciamo sempre ad affrontare in tempo reale quelle che sono questioni che afferiscono
Agli alla vita degli operatori del diritto ma soprattutto alla vita di cittadini perché il tema
Di oggi è un tema
è un tema assolutamente delicato perché tocca questioni e valori di rilievo costituzionale
Attiene alla necessario contemperamento tra quelle che sono le esigenze di libertà di dignità e tenuta
Adeguata dei delle nostre carceri ma ci sono anche i temi della sicurezza e i temi della tutela
Delle vittime dei reati ora
Io ritengo che
Questo intervengo purtroppo sì
In quadri in quello che ormai un solco abbastanza delineato negli ultimi anni della legislazione dell'emergenza cioè il nostro Parlamento
La nostra politica interviene sempre e comunque in presenza di situazioni emergenziali o di spinte provenienti dall'estero
è una volta è la questione ne siamo partiti ve lo ricorderete dalla questione della
Della famosa estate delle violenze sessuali che aveva portato all'intervento poi bocciato dalla Corte costituzionale sulla appreso sulla presunzione inadeguatezza della custodia in carcere in tema di violenza sessuale
Siamo poi passati alla legislazione sul femminicidio siamo passati a legislazione sulla terra dei fuochi adesso in su l'intervento sulla sulla sulle misure cautelari senza comprendere
Che ormai gli interventi settoriali gli interventi chirurgici non sono più
Adeguati per fronteggiare la vera emergenza
Il vero malato in questo momento e il processo penale il sistema penale
Se non si pone una
Non si mette mano ad una riforma complessiva e sistematica di quello che il processo penale saremo sconfitti tutti noi operatori del diritto
Le i cittadini e voglio dire chi ha spetta giustizia che ovviamente non sono soltanto gli imputati ma sono anche le persone offese
Perché dico questo
Perché il dato allarmante che ci dobbiamo o su cui ci dobbiamo confrontare non è soltanto
Su quello relativo alla situazione le carceri e quello che la situazione dei detenuti
Ma è la situazione complessiva del sistema
In una recente tavola rotonda mi confrontavo con alcuni colleghi della Corte d'Appello di Napoli
Il quale l'abbiamo presente che allo Stato
I processi non con detenuti me processi a piede libero
Vengono esclusivamente fissati non decisi ma fissati adesso i processi giunti nel due mila dieci
Se questa è una risposta adeguata che lo Stato può dare a quella che una
Esigenza di giustizia complessiva vuol dire che è una situazione assolutamente deficitaria che ci porterà ovviamente al collasso il sistema quindi
Vanno bene gli interventi ma gli interventi devono riguardare il professo perché il vero tema è la tutela del processo penale e garantire un servizio giustizia che sia più rispondente alle esigenze complessive anche quelle delle
Delle vittime
Inoltre dato
Dato
Che riguarda strettamente le previsioni normative contenute nel disegno di legge anche qui mi sembra che gli interventi vengano fatti non tenendo conto di quelli che sono le problematiche inerenti agli operatori del diritto a quella che era la realtà effettiva che avviene quotidianamente con cui ci confrontiamo quotidianamente nelle aule di giustizia
C'è una norma
Che prevede
La modifica all'articolo
Trecentonove e trecentodieci
Che impongono praticamente ai giudici del Tribunale riesame
Di
Che porrebbe Genertel Bari esame di depositare le motivazioni entro trenta giorni
Ricordi vivaddio io può però i dati
Del effettive il tribunale riesame
Tenuto conto delle tribune riesame di Napoli
Tra sopra delle sopravvenienze tra
Appelli e
Procedimenti di riesame per il solo anno due mila e tredici
Da cui risulta che per trenta magistrati
Sono
Intervenute come nuove procedure diecimila procedure tra
Misure tra gli esami e appelli allora io mi chiedo va bene la
Motivazione entro trenta giorni ma
Poniamoci anche il problema di quelle che sono le realtà numeriche con cui ci dobbiamo confrontare il quotidiano e
Va bene la misura beh va bene la motivazione entro trenta giorni ma poniamoci anche il problema di riformare istituto riesame trasformiamolo in un vero o strumento di impugnazione perché nel momento in cui si chiede
Al tribunale riesame di fungere da
Organo devoluti Ivo dell'intera procedura cautelare e quindi si riversa tutta la questione relativa alla cautela secondo me si chiede poi una condotte inesigibile quella di parola produrre una V l'azione adeguata che tenga conto effettivamente di quella che la realtà emersa il corso le indagini entro trenta giorni allora va bene la misura riforma
E che impone la motivazione trenta giorni ma riformiamo l'istituto della del dell'impugnazione dinanzi al riesame trasformiamo l'inverno strumento di impugnazione vincolato i motivi allora mi sta bene questo punto la motivazione trenta giorni ma se vogliamo esclusivamente al sistema bloccato
Chiedere un qualcosa che
Per quali quelli che sono i dati del tribunale del riesame mi sembra una condotta assolutamente inesigibile che porterà ad
Una vera situazione di di sfascio in quel in quel settore del mondo
Detto questo ovviamente ci saranno i relatori che mi seguiranno che affronteranno gli aspetti specifici e ringrazio tutti e auguro buon lavoro grazie
Grazie come vedete non sbagliavo dicendo il saluto del presidente dell'Anm di Nola il saluto di una ha detto saluto anche il l'onorevole Sarro che invito al tavolo a prendere posto
Buongiorno
Benvenuto voluto inserire volto buongiorno
Sì sì sì sì
Io volevo a questo punto invertendo un po'anche l'ordine dei lavori dare la parola Mimmo Filouzi al Presidente della Camera Penale di Nola che di Napoli scusate mi
Tempo fare subito da contraltare l'alcune a affermazioni e osservazioni
Immediatamente pertinenti nel Presidente visone

Cioè ricordava il presidente risone che
Correttamente il carico della Corte d'Appello di Napoli è un carico che pressoché ingestibile
Ricordo bene che la stessa Corte d'appello che ha avuto necessità che si redigeste un protocollo con la Camera Penale di Napoli per stabilire che le udienze alle nove e mezza cominciassero veramente alle nove e mezza
Il tribunale del riesame che pure ha quel carico a cui faceva riferimento il Presidente risone lo stesso tribunale del riesame che evidentemente vede il G.I.P. del distretto
Evidentemente emettere con una certa forse disinvoltura posso permettermi questo termine ordinanza che poi necessariamente finiscono per gravare sul tribunale cioè si può vedere il problema anche dall'altro versante c'è anche l'altra faccia della medaglia e cioè quale finto effettivo
Svolgono gli uffici G.I.P. sulle richieste cautelari della Procura della Repubblica
Mimmo della domanda assolutamente pertinente voglio però
Davvero ringraziare per questo invito per formulare davvero i miei complimenti perché credo che
Soltanto le scuole di formazione
Possono restituire al avvocatura una
Credibilità e professionalità che purtroppo
Le università le scuole e quant'altro sappiamo
Stentano a creare allora queste questi corsi di formazione io ritengo che sono questi incontri culturali suono estremamente
Necessari per l'Avvocatura non solo dell'avvocatura e credo anche della magistratura ma la magistratura in questo negli anni devo dire si è saputo organizzare sicuramente molto meglio perché i corsi del CSM
E quant'altro i corsi di formazione sorvolare
Volevo
Documento
La seduta
Nell'ambito
Se serve devo dire
Devo dire
Salvatore ovvero quello del SISP nell'esperienza che ho avuto a Firenze presso la scuola della magistratura
Per una lezione sul
Controesame sulla cross examination è stata un'esperienza
Ma davvero interessante
Informativa vorrei che appunto queste scuole di formazione così come questa Bruni Anna Di Nola diretta da Mario Papa fosse presente davvero in tantissimi favori
Io
Dico subito
Va bene
Perché
Ecco
Dico subito che concordo con il Presidente Lissone
Quando
Ci riferisce che
Il processo penale oggi vive una stagione
Di cui io totale
Che vi sono leggi dell'emergenza che si susseguono
Che vi è un uso improprio assolutamente improprio del diritto penale
Perché io credo che c'è un'incapacità
Cella politica che viene spesso nascosta attraverso una
Promulgazione di leggi penali al fine di ottenere un consenso
Immediato invece di formulare una serie di piani e dire distribuzioni educazionale che però non durerebbe era una legislatura e quindi l'effetto immediato
All'interno dei quattro cinque anni sicuramente lo si capta in maniera a mio parere assolutamente improprio utilizzando il diritto penale di infatti ogni qualvolta c'è emerge
Dai media e dalla Società un'emergenza un'emergenza sociale di qualsiasi tipo o appunto ricordava il presidente visone lo stupro avvenuto a Roma immediatamente
Si dice Lino il giudice al giudice deve essere sottratto il potere il vaglio discrezionale quindi obbligatorietà del carcere non è possibile avere gli arresti domiciliari
Penso che questo utilizzo queste scorciatoie del consenso
Attraverso lo l'uso improprio del processo penale siano divenuti ormai credo davvero intollerabili per cui degli intellettuali come gli avvocati i magistrati
E i cittadini che cominciano a capire la grande truffa è forse dovrebbero farsi sentire dire che abbiamo capito che il diritto penale per avere un senso in uno Stato democratico
Deve essere un diritto penale minimo
Un diritto penale residuale per il quale
Appunto l'organizzazione della giustizia potrebbe porre farlo funzionare sei dei c'è e
Un coacervo di disposizioni alla fine è evidente che c'è un caos totale
Venendo
In particolare al tema
Che è quello della custodia cautelare
Io credo che vi sia
Un dato
Ed una cultura
Della carcerazione preventiva che deve
Essere assolutamente modificata nel nostro Paese nei Paesi europei sì
Fa ricorso la custodia cautelare in meno
In una misura assolutamente residuale rispetto a quella presente nel nostro Paese sì di già
Che nel nostro Paese il tasso di
Delinquenza e molto più alto ma io non credo che sia questo il vero problema
Il vero problema è che c'è un residuo di Stato autoritario attraverso cui siti ritiene ancora che la custodia detentivi
Da nel carcere possa essere uno strumento lo funzionale al processo e questa mentalità
Che secondo me deve essere radicalmente cambiata in questa legge nel buio nel buio
Attuale della
Di una cultura del brano sesso comunque rappresenta un piccolissimo passo avanti assolutamente
Non esaustivo assolutamente insoddisfacente però un piccolissimo passo avanti
Rispetto alla
Cultura della garanzia soprattutto
Del
Della curva della custodia cautelare a vista come estrema ratio sicuramente
Lo rappresenta
Io vorrei
Direi che
Nel mondo dei sogni
Vedete noi viviamo in un Paese che
Ha una cultura straordinaria ma anche delle grandi schizofrenia cioè noi veniamo da un Paese che fino a vent'anni fa riteneva che è un pubblico ministero mi riferisco alla figura del Pretore
Che poi alla fine proprio perché così
Gravato tale dati impegni schizofrenici alla file i pretori sono stati anche dei grandi magistrati ma proprio perché così gravati
E un Paese nel quale fino a vent'anni fa ritenevamo che un grosso oggetto potesse essere accusatore e nello stesso tempo giudice
Allora io credo che forse noi dobbiamo cominciare ad alzare la testa cominciare a vedere
Il
Processa i problemi in maniera assolutamente
Complessiva creare delle collezioni perché è un Paese alquanto strano nel momento in cui
Pretende
Di
Potere instaurare un contraddittorio serio nel momento in cui il pubblico ministero a due tre quattro anni per investigare alla fine
Questi riversa tutti questi atti su un G.I.P. il quale a tutto il tempo per poter edificare pesci dite di emettere una misura e poi si pretende che c'è un contraddittorio perché difensore va all'interrogatorio
è evidente che dei nostri interrogatori sono degli interrogatori falsa perché l'avvocato il più dirigente di noi non potrà mai davvero avere una conoscenza degli atti proporre una tesi difensiva alternativa
E allora mi rendo conto che siamo nel mondo dei sogni ma correttamente se non vogliamo cadere in quei disastri
Culturali Fitto rappresentati ripeto dalla figura dell'accusatore e del giudice non dovremmo ipotizzare un contraddittorio anticipato
Cioè la misura dovrebbe essere emessa da un giudice terzo solo e soltanto all'esito di un ti urna contraddittorio tra le parti mi rendo conto che questo è il libro dei sogni nell'attualità ma io mi auguro che questo libro dei sogni pur presente in Francia e in altri Paesi europei possa col tempo
Magari eliminando alcuni casi residuali essere coltivato nel nostro Paese perché soltanto così si può instaurare davvero un contraddittorio rispetto bene quale la privazione della libertà personale
Veniamo
Alle cose positive di questo ripeto in questo buio
Certamente sono stati è stato rafforzato il momento
Dei valutazione del G.I.P. perché sono stati inseriti poi gli aggettivi che esse restano soltanto aggettivi ovviamente
Lasceranno il tempo che trovano però io credo che
Avere ancorato all'attualità il pericolo concreto e averlo ribadito più volte possa essere comunque un segnale
Da un punto di vista semantico e poi anche per quanto riguarda
Eventuali fuorvianti interpretazioni giurisprudenziali possa essere un segnale
Un altro segnale e quello ovviamente che non si può desumere
La
Pericolosità soltanto balla gravità del reato in contestazione io parlo anche a giovani avvocati invece ci sono a volte delle formule
Diceva Massimo Nobili che forse ogni tanto il giurista
Dovrebbe risciacquare nell'Arno delle formule dei termini giuridici che utilizza qui vedete un attimo perché noi c'era c'è una sorta di assuefazione per cui a me sembra
E dovrebbe sembrare credo a tutti una banalità dire che la pericolosità non si deve ricavare esclusivamente dalla contestazione perché quella contestazione deve essere ancora approvata e allora come faccio a desumere ecco allora
Invito alzare la testa su queste valutazioni che oggi voglio dire oggi sono delle valutazioni che noi diamo per scontate però per anni purtroppo
La necessità
Di soffermarci su tutto questo così come l'introduzione del seicentocinquantasei comma cinque cioè la possibilità che se un giudice
Prevede che la sospensione condizionale della pena sarà concessa e poi anche l'affidamento in prova e quindi il fatto che quella pena non sarà in concreto scontata
Credo che sia stato un dato positivo inserirlo mi fanno segno l'autonoma valutazione che è un altro dato importante devo però soffermarmi su davvero brevissimamente su due questioni la prima
E invito super ripeto soprattutto i giovani perché
Voglio dire spesso sono rimasto quasi in Cantando tra membri
A non riuscire a comprendere quale potesse essere la ratio secondo la quale un provvedimento confermato di misura cautelare confermato dal riesame
Ricorso in Cassazione annullamento con rinvio
Noi sappiamo che perché la custodia cautelare possa essere efficace occorrono due elementi la gravità indiziaria le esigenze cautelari nel momento in cui la Cassazione dice
Soltanto se sussistono questi due presupposti può essere efficace nel momento in cui la Cassazione annulla spediti dice che le esigenze cautelari è il ragionamento sulle esigenze cautelari
E
Assolutamente insussistente non ho mai capito per quale motivo
L'incolpato resta inc galera
Eppure sembrava quasi una no tutte le volte che mi sono meravigliato devo dire soltanto trovavo soltanto colleghi perché
Ma condividevano questa meraviglia io penso che sia davvero contro contro ogni razionalità il guaio è che quella ma anche allo stesso collegio del tribunale del riesame
Che ha emesso l'ordinanza annullata in sede rescissoria infedele scindendo per cui questo correttivo esattamente questo correttivo che comunque è stato trovato perché voglio dire potevano passare i mezzi potevano passare mezzi
Perché con una sentenza monca ci viene detto che occorrono i due elementi uno e due elementi e che
Detassato però si resta in galera fino a un nuovo giudizio quindi passavano tre-quattro mesi ma
Le nuove disposizioni perlomeno perlomeno stabiliscono dei termini entro dieci giorni dal ricevimento degli atti la Sezione del Riesame
Dovrà valutare altrimenti inefficace così come in efficace se non viene depositata la motivazione nei
Trenta giorni successivi davvero un'ultima considerazione che spero possa consentire anche al dibattito
Continuo a non capire nel momento in cui si chiede da parte dell'imputato la possibilità di esame di avere dei giorni in più
Sulla questione del riesame avrei proposte da fare per esempio vietare pubblici ministeri
Ci hanno avuto due tre anni per investigare non di produrre l'elemento nuovo perché essendo un elemento nuovo
Nasce in quei giorni nessuno è così folle da dire che deve essere precluso ma vietare ai pubblici ministeri
Di investire i difensori e soprattutto il Tribunale del Riesame di una serie infinita di atti
Che
Sono precedenti alle missioni che solo in ragione della Discovery hanno evitato di inserire di porre a base della richiesta di custodia cautelare
E poi però tutto quel materiale vi riferisco per esempio a dichiarazioni di collaboratori di giustizia quant'altro altre indagini riversarle come elemento nuovo
Al sulla Tribunale del Riesame ecco io penso che questo dovrebbe essere vietato perché altrimenti si crea una confusione
Si lede il diritto di difesa e soprattutto si creano il Tribunale del Riesame un'impossibilità concreta per cui
La possibilità che l'imputato chieda il quindi io
Io credo che sia un'apertura positiva però mi chiedo pecche entro due giorni dalla notifica quando noi sappiamo che la realtà
Perché dobbiamo essere concreti perciò credo che
Può avere un senso positivo questo confronto tra il legislatore e chi opera
In realtà che cosa accade che la decisione sulla necessità di rinviare probabilmente
Avviene il giorno in cui c'è l'udienza anche perché il pubblico ministero riversa nuovi atti e in quell'asse vede
Che il difensore deve avere la possibilità di chiedere un rinvio nel sia davvero costruttivo ma non
Entro il secondo giorno dalla notifica dell'avviso
Perché questo è un dato concreto l'ultimo presente in relazione a questo fatto
Vi sono sforzando
Non sono riuscito anche a capire per quale motivo
Il rinvio si può chiedere per non meno di cinque giorni e fino a tredici fino a dieci lo comprendo
Ma non meno di cinque giorni che cosa accade che rispetto alla libertà personale prevale uno Statuto organizzativo del tribunale del riesame cioè noi barra apriamo un difensore che ha necessità di avere ventiquattro ore
Ho solo guarda o o quarantotto ore o ventiquattro ore sa che se chiede il rinvio costringerà il proprio assistito a una detenzione che può essere di cinque più il doppio dieci giorni di detenzione in più pente questa limitazione
Dei cinque giorni
Se il difensore ha necessità soltanto di ventiquattro
Perché è obbligato ad avere un termine di cinque giorni ecco che la mentalità a mio parere affiora io così l'ho letta ma aspetto spiegazioni che un ragionamento di tipo organizzativo
Prende il sopravvento sulla difesa della libertà personale io vi ringrazio volevo dare degli spunti a Natale grazie
Per riequilibrare da diamo subito la parola a al Pubblico Ministero io volevo ringraziare consigliere dell'ordine Maioni che penalizzava il Consigliere Segretario boccia
Permettetemi di salutare soprattutto il presidente Bruno Russo che è stato presidente la Sezione a Nola ecco a causa delle fontane dovrete
Perché ha lasciato un bellissimo ricordo disse qui hanno la
Dottor Barrera
Grazie innanzitutto dell'invito grazie alla scuola Tognana alla Associazione magistrati a consiglieri l'ordine per questa opportunità di riflessione di confronto e sicuramente anche di
Apprendimento
Io ho un po'studiato tutto l'articolato che adesso all'esame del Senato
Però il mio intervento su aspetti abbastanza
Tecnici su un'analisi insomma ben poche norme che vengono
Che si intendono cambiare
Una premessa
Diciamo per contestualizzare un poco il discorso è chiaro che questo intervento normativo nasce in un contesto particolare
Nasce mentre pende come una spada di Damocle sullo Stato italiano la sentenza Torregiani che registra
Le condizioni di
Sovraffollamento carcerario che
Comporta un
Pena sostanzialmente inumano e degradante in quindi pone lo Stato italiano fuori della legalità costituzionale e internazionale il dato del sovraffollamento
Consistente ed è associato a quello di un'elevata percentuale di detenuti in
Forza di titolo custodiale cautelare non in forza di sentenza definitiva dato che oscilla nelle rilevazioni statistiche degli ultimi anni tra un trentotto è un quaranta per cento
Che comunque deve essere diciamo
Letto più analiticamente perché in realtà viene definito in attesa di giudizio detenuto
Anche se ha riportato condanne in primo grado in appello diciamo che i detenuti ancora in attesa di sentenza di primo grado sono circa il diciotto per cento
Numero che parrebbe più fisiologico Marche tendenzialmente sempre opportuno diminuire ovviamente visto che nella Costituzione presume non colpevole l'imputato fino a sentenza definitiva
In questo contesto nell'ottica quindi di diminuire il sovraffollamento carcerario si colloca l'opzione del legislatore di intervento sulla custodia cautelare
In carcere chiaramente l'articolato in esame tende a ostacolare il ricorso alla custodia in carcere a valorizzare
Le misure alternative ad essa a rafforzare quello che già un requisito sancito chiaramente nel testo normativo del Codice di procedura penale del requisito di estrema sussidiarietà di estrema ratio con il quale si può fare ricorso alla custodia cautelare in carcere
Devo dire che
Ovviamente
La la finalità condivisibile anche se rispetto al problema messo a fuoco e che si tenta di fronteggiare ci sono anche altre componenti ante altre cause senz'altro a mio avviso preponderanti
Che sono quella della durata dei procedimenti penali quello del sistema delle impugnazioni quello di una Pampena Lizza azione che
Associata l'obbligatorio all'obbligatorietà dell'azione penale che ritengo comunque un valore
Obbliga comunque il giudice penale italiano a confrontarsi con una
Quantità di questioni assolutamente abnorme rispetto a quella che e all'attenzione del suoi omologhi
Europei quanto meno
Per di più
Parliamo di sovraffollamento e dobbiamo assolutamente eliminare l'attuale nel tasso di sovraffollamento però teniamo presente che la percentuale di
Popolazione detenuta rispetto alla popolazione residente in Italia e al di sotto abbastanza nettamente rispetto alla media dei paesi del dell'Unione europea
Detto questo a mo'di premessa dico subito che a mio avviso ci sono norme che effettivamente in questo pro
Progetto di legge in questo questa proposta di legge non è che sicuramente
Possono incidere efficacemente sul ricorso alla custodia cautelare nel senso di diminuirlo
Nome che invece a mio avviso nonno sposteranno granché i termini della questione non avranno un impatto tragico sostanziale ed effettivo
Partendo da quelle che ritengo possono avere un un efficace rispetto al fine che si propone la legge credo che sia importante notare che
Con un intervento
Abbastanza incidentale sull'articolo duecentosettantacinque sul comma terzo si ammette positivamente la possibilità di applicare congiuntamente diverse misure cautelari sia con il CTR che interdittiva coercitiva
Questa possibilità era stata oggetto di dibattito di contrasto anche giurisprudenziale in seno alla Cassazione ed era stato questo contrasto sostanzialmente risolto dalle Sezioni Unite del due mila sei che avevano
Privilegiato il criterio di tassatività
Che governa la materia della custodia cautelare
E delle misure cautelari e quindi escluso la possibilità che il giudice potesse applicare in prima battuta e quindi non nei casi di aggravamento a seguito di trasgressione della misura imposta e non nei casi di
La scarcerazione per decorrenza dei termini
Più misure congiuntamente allo stesso soggetto
Questa possibilità ritenute precipuo praticabile da quanti sostenevano che comunque ove l'alternativa fosse stata applicare una misura più afflittiva
Un principio immanente nel sistema di fa vorrei avrebbe comunque giustificato l'applicazione cumulativa di che so obbligo di dimora con obbligo di firma quando l'alternativa
Si fosse ride rivelata più afflittiva per i soggetti e quindi arresti domiciliari o carcere
In questo momento il legislatore
Supera questo
Nel dibattito e diciamo contrariamente a quello che era stato l'approdo delle Sezioni unite intervenendo sul testo come duecentosettantacinque dalla possibilità seppure con un obiter dictum di applicare congiuntamente
Diverse misure quel CTO interdittive allo stesso soggetto
Questa possibilità questo potenziamento di misure cautelari che non solo la custodia in carcere dovrebbe logicamente costituire uno strumento in più
Per fronteggiare le medesime esigenze cautelari e quindi scongiurare in una qualche misura il ricorso alla custodia in carcere un analogo ragionamento è alla base della dell'intervento sulle misure interdittive che
Unanimemente erano ricchi ritenute riconosciute come poco utilizzate perché effettivamente aveva una durata massima di due mesi
Troppo beve e tale da renderle sostanzialmente inefficaci questo termine
Di durata della misura interdittiva viene allungato ad un anno e quindi potenzia questo strumento alternativo a misure più più afflittive un'altra norma che può
Comportare un diminuzione del ricorso alla custodia in carcere e poi la
Indicazione di uno specifico onde motivazionale
In punto di scelta della misura
Nella misura in cui si chiede al giudice di si impone al Giudice di specificare le ragioni concrete per le quali ritiene non idonea ad assolvere le esigenze cautelari
La misura degli arresti domiciliari anche associati ai sistemi di controllo a distanza così detto braccialetto elettronico
Ora è vero questa norma quali votare ma la condizione che sia operativo questo sistema alternativo di controllo monitoraggio h ventiquattro del soggetto agli arresti domiciliari effettivamente
è un presidio di
Cautela sufficiente
Comunque diverso rispetto all'affidamento dei controlli sporadici episodici delle forze dell'ordine in questo senso se la norma viene supportata da una concreta operatività
Dei sistemi di controllo a distanza potrebbe esserci un aspetto di riduzione sulla custodia cautelare in carcere
Vengono poi abrogate due disposizioni che comportavano automaticamente il passaggio alla custodia cautelare in carcere da una misura gravata come gli arresti domiciliari ripeto centosettantasei comma uno ter
E un'altra norma che prevedeva diciamo un divieto di concessione degli arresti domiciliari al soggetto che fosse stato condannato
Per il diritto di evasione nel quinquennio precedente all'applicazione della misura alla Commissione fatto per il quale si si procederà in questo caso
Torna a prevalere il criterio dell'adeguatezza e della proporzionalità della misura su un meccanismo sanzionatorio
Che poteva effettivamente portare all'applicazione concreta del carcere in presenza di fatti non particolarmente gravi
O comunque di esigenze cautelari affrontati sicuramente in altro modo meno sacrificando e per la libertà personale
Un altro intervento ok dovrebbe diminuire di cosa la custodia in carcere è quello che viene ad essere operato sull'articolo duecentosettantacinque con il comma due bis che prevede
La non concedibilità degli arresti domiciliari non solo il divieto di applicazione del carcere ma anche
Degli arresti domiciliari al soggetto che
E si prevede possa ottenere la sospensione della pena all'esito del giudizio di cognizione
O addirittura
La sospensione dell'ordine di esecuzione in sede di
Esecuzione della pena definitiva mi scuserà il dottor Barrera se saluto il professore Guido Calvi
L'onorevole Anna Rossomando
La professoressa Carla Panzini
Per un ritardo del treno c'hanno raggiunto con un
Piccolo contrattempo prego dottor Valerio
Dicevo la Lazio la medesima sottesa all'attuale norma cioè evitare la carcerazione abbiamo come sede cautelare a una persona che
Inserirlo
Esecuzione labile definitiva non sarà assoggettata alla detenzione
Tuttavia in questo caso si introduce un elemento di contraddizione che è stato accolto anche dall'Ufficio studi del Senato ed è stato evidenziato nella relazione di accompagnamento alla proposta di legge e cioè
Il divieto di custodia cautelare in carcere in questo caso esteso anche agli arresti domiciliari
Non solo quando potrà essere sospesa la pena l'esito del giudizio di cognizione ma anche quando
Potrà essere sospeso l'ordine di carcerazione
Il che significa che il soggetto potranno mandare in carcere all'esito della condanna definitiva ma comunque accedere a una pena alternativa quali la detenzione domiciliare e quindi se fondato
Ci sono fondate ragioni per evitare il carcere in sede cautelare a chi non andrà in carcere in sede il definitivo non altrettanto logico appare evitare i domiciliari a chi in sede di Fini dico comunque sconterà in detenzione domiciliare la pena che gli sarà comminata
Queste sono a mio avviso le norme che possono avere effettivamente
Capacità di ridurre il ricorso alla custodia cautelare in carcere non giudico altrettanto efficaci gli interventi che sono stati operati sull'articolo duecentosettantaquattro e sull'articolo duecentosettantadue
In particolare la Giunta del requisito dell'attualità a quello di concretezza in relazione sia al pericolo di fuga che al pericolo di reiterazione del reato
A mio avviso poco sposta perché riesco
O obiettivamente immaginare un pericolo che sia concreto ma non si anche attuale così come se
Vedo nella prassi diciamo applicativa e tutti i giorni non credo che situazioni nelle quali il Pubblico Ministero si determina chiede una misura cautelare ravvisando un pericolo attuale potrebbero essere diverse da quelle in cui
A legislazione mutata si determinerà alla stessa richiesta ravvisando il pericolo non solo concreto ma anche attuale d'altra parte la Cassazione nell'affrontare i requisiti del pericolo e quindi nell'affrontare
Il contenuto l'interpretazione da dare a duecentosettantaquattro lettera c spesso richiama pure non essendoci il requisito dell'attualità nella norma lo richiama come India lì inscindibili inscindibile con la con quello della concretezza
Ci sono massime in tal senso così come altre sentenze che pure tentano di differenziare attualità dà concretezza in realtà poi dando
Attribuirà concretezza non tanto al pericolo quanto agli elementi
Fra i quali il giudice deve
Desumere l'esistenza di questo pericolo
L'unico spazio applicativo forse
Che si può intravedere per questa Novella
E quello di ritenere non attuale il pericolo di reiterazione del reato di fuga un soggetto che è già stia soffrendo una custodia cautelare per altro titolo ossia addirittura in espiazione di condanna definitiva per altro titolo
Anche se in questo caso mi sembra comunque d'intervento non rientrante siamo degli obiettivi del legislatore posto che la finalità
Anch'io diciamo di alleggerimento del
Del del tasso di sovraffollamento carcerario non lo sarebbe minimamente intaccata dal divieto di notificare in carcere lo stesso natura tra l'altro titolo un'ulteriore titolo cautelare ulteriore provvedimento cautelare
Anche l'intervento su duecentonovantadue l'obbligo di autonoma motivazione di autonoma valutazione all'interno e la motivazione che il giudice deve deve vendere
è chiaro che in questo caso si vuole positivi Zane la censura che già comunque arrivata dall'elaborazione della Cassazione in tema di
Così
In tema di
Motivazione per relationem sostanzialmente deve lasciar traccia questo il senso di questo di questo intervento deve lasciar tracce del giudice di quella che è la sua valutazione di quello che è stato il suo percorso motivazionale anche se
Non è
Patologico anzi è del tutto fisiologico che il percorso motivazionale del giudice coincidere se fatto sulla base di stessi elementi e su sono gli stessi quelli che portano il PM che nella misura di giudice ad emettere
E fisiologico che possa coincidere anche al cento per cento con le motivazioni
Del Pubblico Ministero quindi in questo caso questo obbligo di esplicitare un'autonoma valutazione potrebbe anche risolversi in un esercizio di stile una parafrasi
Di quanto già argomentato al Pubblico Ministero ha però un contrappeso importante questa
Nuova questo obbligo che si va ad aggiungere a quelli già esistenti e duecentonovantadue perché
In mancanza di autonoma valutazione e dei gravi indizi di colpevolezza e delle esigenze cautelari
E dei motivi per i quali non si è dato rilievo decisivo alle deduzioni difensive
Comporta la annullamento della misura cautelare in sede di esame cioè
La totale devoluzione del materiale probatorio giudice del riesame trova qui una deroga perché quando la motivazione non reca questa
Autonoma valutazione si incorre in una causa di annullamento
Causa di annullamento che ovviamente diciamo tendere
Da evitare così come da evitare la nulla la declaratoria di inefficace per decorrenza dei trenta giorni concessi al tribunale del riesame per il deposito delle motivazioni anche se in questo caso va evidenziato che
Il legislatore non impone al Tribunale del Riesame l'autonoma valutazione quindi in questo caso siccome la legge dove non vuole tace si potrebbe anche desumere
Che
Quella obbligo di esplicitare un'autonoma valutazione venga meno un po'provocatorio questo discorso però a mio avviso quando si mette per iscritto qualcosa che e immanente nel sistema e cioè che il giudice deve scrivere quello che effettivamente pensa e non deve copiare con il copia incolla quello ho scritto il Pubblico Ministero senza effetti anche farsi carico
Di quella di quella decisione poi si giunge effetti paradossali perché se si chiede l'autonoma valutazione solo in sede di
Ordinanza cautelare
Si deve ritenere che questa valutazione non si è richiesta e che la motivazione di qualsiasi altro provvedimento giurisdizionale cosa che ovviamente paradossale
Non può preparato nessun tipo di di chiusura quindi visto che o anche un po'sforato i tempi vi ringrazio grazie grazie al dottor Scalera
Due interventi questa mattina avevate entrambi un compito molto arduo io vorrei adesso
E quindi ringrazio in maniera particolare all'avvocato Filouzi Presidente della Camera Penale di Napoli al dottor barella Sostituto Procuratore
Qui a Nola
Io vorrei adesso dare la parola a alla parte politica in particolar modo all'onorevole Sarro dopo sentiremo anche l'onorevole Rossomando l'onorevole Sarro Forza Italia all'epoca
Del della proposta di legge esaminata in Commissione giustizia di maggioranza insomma P.D.L. se non mi ricordo male consumo rimase e lo è rimasto dopo non
E e quindi diciamo una sorta di due relatori di maggioranza all'epoca se ho ben capito che hanno
Portato portato avanti la proposta di legge e d'altra parte
Di commenti positivi che anche sto ascoltando a questo tavolo sono la dimostrazione che evidentemente la Commissione giustizia ma non voglio anticipare temi la Commissione giustizia della Camera a lavorato bene
Ripeto stamattina ieri ma non stamattina si ieri o ieri mattina abbiamo letto sul Sole ventiquattro Ore di una sorta di accordo bipartisan anche al al Senato per cui si annuncia un percorso piuttosto rapido dovrebbe andare in porto insomma questa riforma
Ecco quello che vorrei ascoltare dal dall'onorevole Sarro è
Più o meno quali sono state le problematiche la linea seguita in Commissione giustizia della Camera e quali sono state le problematiche che essi
Onorevoli hanno dovuto affrontare anche perché
Ci sono state diverse e numerose audizioni che sono state credo fruttuose per poter affinare poi un prodotto finale che potesse incontrare il favore l'apprezzamento
Come al solito dei pratici del diritto della dottrina e
Diciamo in anche nel mondo politico perché poi la riforma bisogna portarla definizione
Sì grazie io saluto i ringraziamenti nell'esigenza di concentrazione di tempo ma mi associo naturalmente gli apprezzamenti che sono stati precedentemente espressi entro subito nel punto in questione
Entro subito nel vivo della questione rispondo un po'alla sollecitazione
Del nostro autorevole moderatore
Volendo rimarcare in primo luogo la circostanza che questo provvedimento licenziato dalla Camera dei deputati e un provvedimento di iniziativa parlamentare
Questo è molto importante soprattutto innalzare devono più da parecchio tempo
E
Credo che questo elemento sia significativo per una serie di ragioni innanzitutto come segnale politico dell'attenzione del Parlamento rispetto a temi che poi
Investono la vita quotidiana dei cittadini
Ma anche da un punto di vista metodologico perché un percorso parlamentare relativo ad un provvedimento ordinario consente una fase di preparazione di studio di approfondimento e di verifica
Molto più attento ed articolato rispetto al percorso che indice
Siamo in tempi contingentati costretti ad osservare quando esaminiamo i decreti legge in sede di conversione
Voi sapete sappiamo tutti che
C'è un termine previsto dalla Costituzione dei sessanta giorni per la conversione
E quindi c'è
Inevitabilmente un restringimento
Dei tempi parlamentari
Questo tempo a disposizione non lo abbiamo speso credo abbastanza bene dando corso ad un ciclo di
Audizioni molto articolato i contributi che ci sono stati dati dalla Fondo della dell'Accademia innanzitutto dalle Associazioni Forensi dalle associazioni
Della di magistrati anche dalle associazioni delle vittime della giustizia o della cattiva giustizia hanno rappresentato un patrimonio di informazioni di sollecitazioni di critiche di valutazioni che sicuramente ci hanno aiutato nel lavoro
Lavoro che non è stato semplice anche perché io ho ascoltato con attenzione gli interventi che mi hanno preceduto e a proposito anche di una riflessione che faceva il Presidente ci russi prima
Noi partiamo rispetto ad un tema quello della di best a personale che è un tema centrale nella vita di uno Stato democratico
Avendo ancora sulle nostre spalle il peso di un forte retaggio culturale che risale all'ordinamento fascista
E che vedeva la misura custodiale come una misura ordinaria rimessa la fase dell'istruttoria rispetto alla quale il giudice non era tenuto neanche a fornire particolari motivazioni
Questo perché in quella visione dell'ordinamento statuale le esigenze pubbliche dello Stato della collettività
Della collettività organizzata erano intese sicuramente come prevalenti rispetto
Alle esigenze individuali naturalmente
Con
L'avvento del sistema democratico e quindi con la nostra Costituzione questa logica è stata giustamente ribaltata e significativamente noi già nel Codice vigente
Abbiamo per esempio l'articolo duecentosettantadue che già nella rubrica non parla di libertà della persona parla delle libertà personali tre estende proprio il concetto
Non solo alla libertà fisica ma anche ovviamente alla sfera giuridica in tutta la sua latitudine tutte le sue declinazioni proprio a rimarcare come
Questo sia un elemento centrato
Partendo da questa valutazione non potevamo non considerare come nella realtà poi il principio della libertà personale non ha trovato sempre
Spesso purtroppo una adeguata tutela
L'uso improprio come è stato anche riferito in alcuni degli interventi che mi hanno preceduto dell'istituto della custodia cautelare questa dilatazione nella sua applicazione
E questo voglio dirlo esula completamente dalla dialettica politica non è detto per spirito di partigianeria noi abbiamo lo diceva prima il consigliere richiamava la sentenza Torregiani la sentenza Torregiani censura
L'Italia per quanto riguarda le condizioni della detenzione ma reca dei passaggi significativi proprio su questo uso improprio della custodia cautelare nel nostro Paese
E ci sono state significative emblematiche le parole del Primo Presidente della Corte di Cassazione in occasione della inaugurazione dell'anno giudiziario scorso Presidente Gruppo
Il quale a riferito un come con parole anche abbastanza
Pesanti per così dire ha richiamato i giudici ad una più risponda ad un più responsabili ricorso alla misura carceraria segnalando come già il sistema vigente imponga di considerare realisticamente le esigenze cautelari
E di saggiare mi prudentemente l'effettiva attualità
Spingendosi poi rispetto ai dati sconcertanti
Della popolazione carceraria a denunciare un vero e proprio uso improprio di questo istituto quindi parliamo di un'analisi che condotta proprio dalla vertice dell'ordinamento giudiziario
Del resto i dati riferiti quella relazione purtroppo non sono molto dissimili da quelli che
Ho chiesto proprio in visione l'altro giorno alla competente Direzione del Ministero della popolazione carceraria noi su una capienza effettiva degli istituti
Di pongo più di quarantacinque mila quarantasette mila posti abbiamo una popolazione carceraria che supera le sessanta mila unità
E di queste
Una percentuale significativa e inattesa ancora del primo grado di giudizio parliamo di oltre quindici mila unità circa quindici mila unità
E
Molte altre sono in attesa della consumazione gli altri gradi di giudizio
E comunque secondo i dati statistici che sono stati elaborati dagli uffici la Camera almeno il venti per cento di queste persone poi non saranno mai condannate nel senso che non riporteranno ma è una condanna pur avendo dovuto scontare
Di più io dico intenzione quindi questo
E il quadro nel quale
Dal quale noi siamo partiti e per il quale ci siamo mossi e quindi abbiamo cercato di improntare il nostro lavoro fondamentalmente rispetto ad altri direttrici la prima l'esigenza di superare
Un sistema che al suo interno a dei vigili automatismi per quanto riguarda la presunzione di colpevolezza e quindi sono stati apportati
Dei correttivi ritenuti naturalmente
Compatibili con l'insieme del sistema io non voglio ripetere perché appunto è stata fatta prima una puntuale illustrazione del contenuto del provvedimento dal dottor barella
Volevo solo aggiungere per esempio anche la modifica delle disposizioni relative alla
L'obbligo che oggi accomuni Codice vigente esiste per l'ipotesi in cui c'è stato nei cinque anni precedenti una fuga da parte del soggetto che è stato
Appunto nel rispetto al quale viene applicata la misura coercitiva in questo caso obbligatoriamente carceraria e se c'è l'infrazione rispetto al regime degli arresti domiciliari c'è l'obbligo
Invece poi di comminare subito dopo la sanzione carceraria oggi questo una volta che il provvedimento diventa definitivo
E superato perché e centrale l'apprezzamento rispetto a quello che il caso concreto
Il secondo criterio al quale noi ci siamo ispirati è stato quello di accentuare
Una attenta valutazione sulla specificità delle singole vicende e qui abbiamo l'ampliamento dell'obbligo motivazionale come riflesso abbiamo anche un sistema
Più stringente rispetto a quelli che sono i tempi anche per il deposito delle motivazioni quindi per consentire poi un esercizio
Pieno della diritto di difesa
E il terzo criterio ispiratore è stato quello di circoscrivere così come del resto già vorrebbe il Codice vigente l'ambito di applicazione
Della custodia cautelare in carcere ai casi di assoluta è stretta necessità
Contro l'osservanza dei criteri di proporzionalità inadeguatezza anche per rendere naturalmente l'applicazione di questo istituto conforme al dettato costituzionale
Sono criteri ai quali ci siamo ispirati che abbiamo mutuato in parte dalla giurisprudenza distante Corte costituzionale ma
Che abbiamo anche osservato per rendere coerente il sistema perché nel frattempo in funzione deflattiva ma non solo
Sono stati portati ad
Ti degli altri provvedimenti io voglio qui ricordare
La legge novantaquattro dell'agosto due mila tredici con la quale si è operato un aumento dei limiti e minimo del massimo edittale di reati per cui è possibile la carcerazione preventiva portandolo da quattro cinque anni
E anche il provvedimento il decreto del dicembre
Due mila tredici che ha previsto una estensione un rafforzamento
Dei procedimenti di controllo elettronico per quanto riguarda appunto gli arresti domiciliari e quindi la possibilità di utilizzazione di questa altra misura coercitiva alternativa al carcere
Questo sforzo di sintesi questo lavoro di conduciamo di dare coerenza al sistema spero che sia stato raggiunto
Certamente ci sono molte altre cose da fare però se mai si comincia mai si inverte la tendenza
Io sono del Paride che la politica non dei piccoli passi ma di un sano realismo nell'affrontare i problemi anche perché insomma è innegabile che questo è un tema
Ad alto tasso di scontro politico perché ci sono visioni contrapposte quindi ricercare la sintesi
In questa materia e davvero difficile io credo che
Il livello di compromesso raggiunto sia un livello accettabile e mi auguro che al Senato non intervengano stravolgimenti profondi
Devo segnalare che per esempio in un altro percorso normativo
Noi abbiamo votato il mi dispiace che non ci sia questo tavolo almeno non so se poi ci raggiungerà il dottore Cantone noi abbiamo votato una misura
Quella del quattrocentosedici ter il pratica il cosiddetto scambio elettorale politico mafioso un testo di assoluto equilibrio e di assoluto buonsenso che al Senato è stato profondamente e rimaneggiato ritoccato rivisto con l'introduzione a mio sommesso avviso di una serie di previsioni che francamente lasciano piuttosto
Disorientati e preoccupati quindi mi auguro che
L'esperienza del percorso senatoriale del provvedimento non sia
Non produca e senti analoghi anche su questo provvedimento di si possa
Arrivare ad una
Entrata in vigore di questa misura con l'auspicio anche che da parte
Della magistratura ci sia un approccio per così dire più laico rispetto a questi temi quindi un'applicazione degli istituti secondo quello che è lo spirito
Delle gite durature e credo che questo consentirebbe al nostro Paese finalmente
Di entrare in una stagione nuova che una stagione di normalità
Una stagione ordinaria della quale davvero tutti avvertiamo il bisogno chiudo con un'annotazione a proposito del meccanismo che
Si diceva del relatore di maggioranza e minoranza
Quando il provvedimento del partito io da vicepresidente ma comunque da componente della Commissione sono stato
Individuato assieme alla collega Rossomando come relatore del provvedimento durante il percorso legislativo e mutato lo scenario politico
La mia formazione politica non era in maggioranza ciò nonostante in cui abbiamo continuato a lavorare io ho conservato
La funzione di relatore e quando il provvedimento è approdato in Aula abbiamo condotto il lavoro insieme e devo dire anche da parte di tutte le forze politiche compreso il Movimento cinque Stelle c'è stato un apporto dal punto di vista
Proprio collaborativo rispetto all'andamento dei lavori al contenuto del provvedimento che io spero possa rappresentare
Un modello da ripetere anche in altre occasioni perché questo valorizza il lavoro del Parlamento ma soprattutto rende
Il nostro servizio utile alla collettività
Grazie
Realtà si parla di almeno due maggioranze in questo momento nel nostro Paese e quindi ci auguriamo a maggioranza variabile esatto perfettamente incarnato da questo provvedimento B però quando le cose poi si fanno soprattutto se si riescono a fare bene
Questo è naturalmente preferito da e auspicabile
L'onorevole sacro citava il primo Presidente la Corte di Cassazione evidentemente l'ultima relazione all'ultima inaugurazione dell'anno giudiziario
La prima ecco la la la penultima
Il Primo Presidente la Cassazione nella relazione invece della
Dell'anno giudiziario ha anche detto qualcosa in più nel senso che ha messo il dito sulla vera Piaf probabilmente quando ha detto che c'è uno squilibrio non più sopportabile vedete termini forti
Per chi
A stava parlando per
La relazione scritta che poi è stata consegnata
C'è uno squilibrio non più sopportabile fra quanto ci si sofferma nelle ordinanze cautelari sulla gravità
E quanto poco o per nulla sulla personalità e sugli elementi che debbono essere considerate
Per valutarla pericolosa
è beh detto dal
Primo magistrato insomma questo un
è un grido d'allarme di non poco conto
Noi dobbiamo verificare e lo chiedo a Michele Cerabona dall'alto della sua esperienza di avvocato
Noi dobbiamo verificare soprattutto sei dopo tanti rimaneggiamenti sull'istituto della custodia cautelare
E ormai e è sempre lì che si interviene ecco se tutti questi rimaneggiamenti non abbiano per caso un comune denominatore
E cioè
Che il giudice spesso viene meno in qualche maniera dalla sua prerogativa principale cioè quella di essere autonomo nella valutazione
E quello di essere sono getto che fa una valutazione critica della richiesta e del materiale che il Pubblico Ministero gli trasmette
Ecco la domanda che può sembrare semplice quasi ai limiti della banalità eh
Questa sfiducia che sia nei confronti del giudice del G.I.P.
E questo recupero che si vuole fare di una certa responsabilizzazione d'Egitto
Poi in qualche maniera essere conseguenza possiamo aspettarci ero dopo questa riforma che si approssima essere definitivamente approvata dal Senato e quindi a diventare legge
Avvocato Cerabona

Dunque consentimi esordire con una espressione Carra al nostro Presidente del Consiglio
Renzi
Mi piacerebbe poterlo dire quel che lui dice e cioè che noi stiamo facendo quello che è necessario fare non perché ci viene imposto dall'Europa ma per rispetto verso i nostri figli
Lo dice a proposito della tenuta dei conti
Ebbene
A me piacerebbe dire che noi siamo procedendo ad affrontare i problemi carcerari libero permettano storia cautelare dei problemi della detenzione
Perché lo dobbiamo
Al
Risulta in per la nostra giuridica
Non so se dico il vero certo mi
Come dire mi ha fatto piacere apprendere
Che questa
Iniziative ed è una iniziativa
Del Parlamento così come ci ricordava
L'onorevole
Sacro
Fatto certo è che noi siamo in presenza di
Una serie di momenti assai deludente
Con riferimento alle problematiche oggetto della nostra conversazione di oggi vedete io ricordo nel mille novecento ottantotto non tantissimo tempo fa ma nemmeno l'altro ieri
Venni invitato da un ordine di Napoli
A attenere trova una conversazione sulla
Problematica relativa alle misure cautelari così come ci sarebbero state affrontate di lì a poco dal nuovo codice che come tutti sapete entra in vigore nell'ottantanove
E io ricordo che con grande entusiasmo
Rappresentava ottimi ascoltava
Che finalmente avremmo posto fine
Quello obbrobrio del prestampati perché chi ha fatto
Con l'avvocato il magistrato
In quel periodo ricorderà perché
O
Ormai pochi sopravvissuti ricorderà che
Veniva risposto o arresti o di un cittadino sulla base di un prestampato fatta in questo momento
Fatto gli ordini i mandati di cattura
Vistava gravità reato e
Di precedenti penali dell'imputato ammonta sbarra
Voi
Non ci si faceva nemmeno caso
Puntini puntini puntini si metteva il nome venga
Soggetto interessando nel senso che sarebbe stato via popolare è stato
Ne siete disponendo ad essere questo così così si provvedeva ad arrestare cittadino nel nostro Paese fino prima dell'avvento del nuovo Codice di procedura penale
Sono cambiate le cose
Per
Qualcosa è cambiato
Ma di fatto che il risultato non era quello che noi tutti auspicava
Perché si diceva finalmente avremo delle motivazioni debbo all'interno hanno conto di tutti questi principi che sono stati introdotti proporzionalità adeguatezza e quant'altro
Ebbene abbiamo lasciato il prestampato ma spesso ci troviamo in presenza del
Pre concepito
Vale a dire
Di quei
Provvedimenti ai quali si fa ricorso premendo un pulsante il discorso del cosiddetto
Tranfaglia in Congo copia in contrasto spesso oramai
Vi sono i files dei quali ci propongono delle problematiche
Le problematiche sono più o meno sempre le stesse quindi
Si fa ricorso Faiza e quindi a prendere in mano il fatto è grave che dava gravità del fatto discende la pericolosità del soggetto di pericolo di reiterazione della condotta
Peraltro va detto che c'è stato momento di saggezza nella quale
Nel quale la Cassazione ha ritenuto di censurare
Questi provvedimenti ma poiché subito ritornata sui propri passi
Perché pochi giorni fa una mia esperienza professionale
Di un
Provvedimento non fatto col taglia e incolla ma solo o meglio col copia e incolla Bazzolo con copia perché era stata briciola
Completamente non solo solo la firma era cambiata grazie a Dio del Pubblico Ministero è stato ma nemmeno da come mi sembra che
La la la sequenza è quella che adesso vi rappresento noi abbiamo un'informativa normalmente
Della polizia giudiziaria che viene convertita
E richiesta applicativa di misura cautelare che viene convertita in ordinanza priva di misura cautelare e udite udite che viene mai convertita laddove si fa il ricorso al rito abbreviato Bergonzoni rito abbreviato
Della sentenza
Inutile dire che
Avevo messo molto me l'ha ricordato il passaggio all'esame perché spesso anche il riesame e anzi di sovente riesame fa ricorso questo tipo di sistema quindi questo pulsantino magico che introduce introduce queste le motivazioni risalgono
Alla polizia giudiziaria e poi vengono ad essere inserita all'interno di un'ordinanza applicata in misura cautelare
Ma non è tutto
Perché come vi dicevo poco fa e sostanzialmente il
La privazione della libertà personale il cittadino spesso e i sostenuta da una motivazione la come fa riferimento
Quasi esclusivamente
Alla gravità del fatto
Benché esito è commesso un fatto grave evidentemente sei portatore di durata pericolosità o la quale determina diversi la reiterazione dalla condotta quella valuterà vitale di fatto
Che era spinta in un foglio solo forse era più sinteticamente leggibile che oggi va operativo capire che poi si dicono le stesse cose siamo costretti a leggere decine di indagine quando quel concetto che si esprima è sempre benissimo
E coerente
Io non dico tutto questo per sminuire o per togliere l'odore alla iniziativa parlamentare e assolutamente meritevole di plauso ci mancherebbe altro
Ma lo dico per riprendere un po'al discorso fatto dal minimo Chinook io non so se ancora prima non a caso
Sia essi si vede che apparteniamo alla stessa scuola le scuola la scuola delle Camere penali ed inseriamo che il problema sia un problema di carattere culturale e soprattutto
Perché non è il primo intervento che si fa sul tema
Il legislatore è già intervenuto diverse volte ricordo l'intervento del due mila uno sul duecentosettantatré
Del mille novecentocinquantacinque su duecentosettantaquattro
Si è inserito il concreto oggi si inserisce l'attuale domani non so che cosa direi mobile risultato non cambia il risultato è sempre quello
Il risultato sostanzialmente determina il ritorno quello famoso concetto il prestampato per cui la gravità del sostanzialmente sufficiente a a determinare la privazione della libertà personale di un cittadino ha ragione il minimo ci luci quando mi dici
E che il processo penale ancora una volta soprattutto le norme
Del Regolamento dovrebbero tutelare la libertà personale del cittadino rappresentano uno lo strumento di tutela
Del della dell'ordine pubblico delle esigenze di insicurezza
Questa è la prospettiva nella quale naturalmente si devono leggere questi provvedimenti
Allora
Che fare di fronte a tutto questo che fare di fronte ad un problema di ordine culturale ebbe cominciamo un pochettino a ricordare e novità che cosa veniamo fuori ricordavo l'onorevole Sarro del del
Delle
Ventennio
Passato io voglio avvicinarmi nella
Negli anni
Percentuale attenta e vigile di quello nel passato remoto
Io vorrei viceversa
Avvicinarvi per l'appunto a alla a periodi più lunghi noti a noi tutti da molti di voi vissuti
Viviamo o abbiamo alle spalle per esempio il periodo di Mani pulite
Quello un periodo che ha profondamente inciso negativamente sulla promozione culturale di vento gli
Perché abbiamo avuto un momento nel quale
Vi è stata qua devastazione di quelli che erano i principi e di quelli che erano i principi a tutela dei mille libertà fondamentali
E vediamo
Purtroppo dalla legislazione conseguita e i tragici fatti siciliani
E quindi a quella legislazione dell'emergenza
La quale si Bali è stata ben poi divenuta alla nostra legislazione
Delle due l'una o diciamo che siamo in una emergenza permanente o prendiamo atto del fatto che quella legislazione d'emergenza la emergenza comunque dei nostri tempi
Ma avviciniamoci ancor di più ad oggi
Non dimentichiamoci i pazienti sicurezza
C'è stato un momento in cui la sicurezza passi concepiva sfuso pacchetti mai invaso sostanzialmente alla nostra legislazione
Non dimentichiamoci che siamo sempre e comunque alla ricerca di nuove figure di reato
Invece come dire
Di cercare di arrivare alla depenalizzazione quindi
A diminuire le fattispecie in reati perseguibili e via discorrendo noi siamo sempre alla ricerca di nuove forme di reato
Non solo ma siamo sempre
Pronti tale a combattere virgolette lacrime aiutavano intanto le pene
Questa è un'altra caratteristica che ha contraddistinto gli ultimi decenni della nostra registrazione
E non si è ancora compreso turchi volesse per un attimo soffermarsi su questo aspetto comprenderebbe come l'aumento dell'Aquila non è assolutamente momento in centotre bravata per terra basta pensare qui
E però questa è la realtà con la quale noi
Oggi
Dobbiamo confrontarci questo
Il solo turco e il percorso che stiamo seguendo e voi comprenderete che di fronte a questo
Lai iniziativa parlamentare meritevole di plauso vi gode e quant'altro Cippone di fronte alla preoccupazione che questo fenomeno possa ancora andare avanti quindi un fenomeno cultura
Che fare
Diceva Mario Papa
Il giudice
Chiedere contezza giudice
Chiedere al giudice di recuperare se stesso
E io credo che il giudice sia stato troppo distratto in questi tempi dalla
Problema delle supplenze
Che dovrebbe rientrare in se stesso
Ricoprire appieno il proprio ruolo
Svolgevo compiutamente
E credo che dovremmo restituire fiducia al giudice la deve meritare naturalmente
E la dobbiamo restituire proprio attraverso una legislazione che non è limiti gli spazi
Perché gli automezzi
è certo che non è il limite gli spazi perché arriveremo altrimenti avevo ad una giustizia cosa dalla quale non siamo molto lontani
Meccanica
Automatica da giù box mettiamolo monetina ci lascia la sanzione l'erogazione della sanzione con la determinazione della sanzione noi oggi siamo in presenza
Proprio per limitare gli spazi discrezionali da del giudice
Ha già di fronte ad obbrobri ma pensate per un attimo non so quanti di voi abbiano maturato questa esperienza temo prodotto pari
Alle vere alle quali si il giudice costretto cioè il giudico sembra di trovare delle pene incredibile nel nostro Paese nella ipotesi di una della così detta recidivo obbligatori
Etichette comporta spesso uno ad uno mentre l'obbligo di omento per la continuazione di un terzo dalla pena base
Sia riconobbe ebbene
Obbrobriosa incredibili assai lontane da quelle che sarebbero a realtà e il giudice non ha la possibilità
Quindi di andare a verificare caso non a caso
Perché la sera automatico già è una recidiva obbligatoria l'aumento è quello si procede per un certo reato o l'aumento per la continuazione di un terzo della pena base io mi son trovato talvolta
O meglio io il mio assistito
Meglio precisarlo e di fronte a condanna trent'anni di reclusione
Di troppe attraverso
Il ricorso a questo tipo di sistema
E nel nostro Paese vi sono delle pene del quale
Sud ovvero sostanzialmente
Lontane da qualsiasi
Aspetto degli indirizzi di umanità di comprensione di tolleranza
Vedete io sento spesso parlare per i diritti delle persone offese della tutela delle persone offese ci mancherebbe
Fatto certo è che anche sotto questo aspetto una contestazione dobbiamo fare
Se io non ricordo male ma credo di non ricordare male c'era Pisapia l'avvocato Pisapia ARPA vero dell'attuale
Sindaco di Milano
E quale proprio in occasione dello nuovo Codice di procedura penale
Riteneva fosse inopportuno che l'azione civile venisse esercitata al di fuori del processo penale
Come avviene oppure
Qui viceversa adesso abbiamo posso dirlo lo dico la invasione delle parti civili
Nascono quotidianamente associazioni a tutela di tutti
Allora ti trovi l'associazione a tutela dei consumatori che invece di andare a verificare se nella marmellata c'è un ingrediente riuscivano si viene a costituire parte civile in un processo di criminalità organizzata o magari perché noi in un processo di corruzione
Solo perché
Capo tanto abilitava FAS o meno ho sbattuto di nuovo sostanzialmente inserito che tra i propri compiti anche economico sentirsi parte civile e questo autorizza
Naturalmente deve queste associazioni a venire a costituirsi parte civile
A voglio dire il noi abbiamo dei
Seri problemi il numero dalle pendenze si diceva da parte di qualcuno io posso anche comprenderlo
Assai difficile naturalmente rispettare l'obbligo di motivazione adeguata in termini di trenta giorni quando ci sono come
Civico erogava ed il magistrato a Napoli pendenza innanzi al Tribunale del riesame
Risale che possono essere
Rapportate hanno numeri spaventosi si faceva riferimento a dieci mila le procedure
Alle quali bisogna far fronte innanzi al Tribunale ed riesame e noi viceversa continuiamo ad appesantire non do procediamo a questa depenalizzazione
Talvolta
Da tutti noi capita di dover
Attendere causa innanzi al magistrato qualche giorno fa ero a Napoli innanzi annunci
Per il giudice monocratico stava celebrando un processo assai impegnativo
C'era un verbalizzato escluso che siamo in controesame più di un'ora
C'erano altri due orecchie notevolmente andavo di fretta e speravo che questo processo finisse presto ma non finiva mai
Quando viene
Licenziato primo verbalizzanti dico scusate ma sardi che si sta trattando c'ero avvocato questa è una legge speciale che prevede duecento euro
Nei confronti della guardia giurata alla quale a sua volta Consi uno poco
Valutare
Insomma in poche parole si stava celebrando un processo
Che ove si fosse concluso con la sentenza vivo
Avrebbe emesso il giudice poteri locali è una sanzione massima riducendole
Il vi erano tre funzionari di polizia quali erano stati sottratti ai loro compiti pensavo di tutta la mattinata Veltroni assistere o per dover partecipare meglio alla celebrazione di questo processo
Era un giudice un cancelliere tutti fermi tutti bloccati notifiche e quant'altro per non dire sterlina ex zero lire stenotipia e spese per affrontare questo problema
E non ci vogliamo rendere conto che se noi andiamo avanti di questo passo è chiaro che poi ci troviamo in presenza di
Attese di tre o quattro anni per celebrare un processo innanzi alla Corte d'appello mare il legislatore pare che abbia trovato la soluzione che non è quella di depenalizzare ma quello di aumentare i termini della prescrizione sapere qual è il problema
Qui si prescriverebbe nel suo insieme non so dagli avvocati nuove iscrizioni se nessuno si faranno più ma va bene anche l'aumento dei termini di prescrizione porterà un prolungamento dei tempi di celebrazione del processo
Perché oggi il magistrato quando deve fare riferimento o a una come dire una
Qualcosa che il mondo deve indurre a celebrare entro certi termini quel processo fa riferimento alla prescrizione
Se la eliminiamo muoviamo i processi decisionali dieci anni come durano oggi dureranno qui
Vedranno mentali questa è la realtà di fronte alla quale ci troviamo
Allora diceva bene prima il magistrato non possiamo far ricorso a provvedimenti tampone
è necessario che vi siano abbiamo la sentenza do Regiani anche se noi non
Agiamo per la in posizione europea mangiamo per e
Vogliamo come dire rispettare la nostra cultura giuridica ma al di là di tutto questo
Dobbiamo affrontare quelle che sono i problemi della giustizia
Attraverso urna radicale riforma che tenga conto di questa situazione che si proceda e che provveda ad una sostanziale depenalizzazione
E che tenga anche conto di
Un momento per cento e undici della Costituzione che viene spesso dimenticato
Diciamolo con franchezza perché qui siamo tutti Brindisi
A dover celebrare i processi in tempi brevi la
Celerità del processo in un principio costituzionale ormai è una regola costituzionale
Ma spesso si dimentica quell'altro passaggio del centododici
Per quello nel quale si dice che l'accusato deve essere messo in condizione
Di difendersi e quindi deve essere assicurato il tempo e la possibilità di a prestare la propria difesa
Io non vi dico quello che sta accadendo con
E i immediati cautela
Per cui noi ci troviamo con processi qualcuno diceva prima il problemi serva anni di indagini
Poi dopo arriva cinici portava centoventi centoquaranta fascicoli io celebrato un processo al buio il mio cliente ha fatto una richiesta di rito abbreviato non sapendo nulla gli atti del processo
Perché gli atti del processo erano rappresentate da centoventi faldoni
E noi avevamo quindici giorni di tempo nel poter stabilire se fare il
Il rito abbreviato mi ma come concepibile tutto questo
E come
Pur non rispettarsi il diritto a difendersi perché nel momento in cui tu mi poni dei termini immediati come accade spesso sovente nel giudizio immediato
O lei prende il cittadino di fronte ad un'accusa che viene conosciuta forse soltanto attraverso la lettura del capo di imputazione
Nel processo che mi ha occupato era anche difficile conoscere
Soltanto le imputazioni perché costruirà chiamata risponde liberi ottanta capi di imputazione quindi soltanto la ventuno costituita di imputazione avrebbe probabilmente impegnato giorni e giorni
E allora ben venga questo
Nuovo come dire
Momento di tutela
Delle libertà fondamentali del cittadino
Ben venga questo provvedimento e adesso sarà come abbiamo appreso rapidamente esaminato dal Senato ma facciamo una seria riflessione
Restituiamo fiducia al giudice
Deve però meritarsi allora diciamolo subito diciamolo con franchezza
Viviamo allora giudice novità
Di adeguare al caso concreto va bene quindi di procedere con una valutazione che non sia
Il il
Risultato di una mera logica matematica
Riformiamo sostanzialmente finalmente fare bensì faccia una riforma un mese e quindi a giugno pratica primo la riforma della giustizia
Noi auspichiamo che questo accada
Viviamo nella speranza che questa situazione si modifica grazie
La riforma della giustizia è stata sempre molto evocata ma a i fatti
I fatti si fanno attendere avvocato Cerabona lanciato una precisa Cusa nei confronti del banco del pubblico ministero
Quindi a dare la parola la
O la proposta al Procuratore della Repubblica di Nola il dottor Mancuso ma veramente per un flash perché siamo un po'in ritardo sulla tabella di marcia per ogni volta a condizione Marotta mai maltrattato violate Presidente del
Prego senza
Ma ne abbiamo parecchi al tavolo difensori quindi io no no questo problema
Questo negoziato
Però devo dire anche procuratore Mancuso è riuscito l'avvocato Cerabona può essere un evento questo
Richiamando anche la esperienza di camere penali la sua origine di camere penali
E riuscito a rivendicare autonomia giudizio autonomo per il giudice critico per il giudice senza invocare la separazione delle carriere perché nell'indice
Ci stavo pensando
Come si accende
Argento
Stava pensando a questo evento c'è
Ma
Non impedisce però di
Mantenere un sostanziale
Disaccordo con gran parte del analisi pure suggestive che
L'avvocato c'era ma questo fa parte del nostro confronto che è sempre stato molto
Frequente molto ricco
Fu una cosa sono assolutamente d'accordo con lui e cioè che se non risolviamo un gatto
Culturale
Madre
Del cittadino nei confronti di quello che oggi il processo penale di conoscenze e di sensibilità
è difficile che la politica trasformi seriamente quello che non funziona oggi nella
Nel servizio giustizia io voglio rapidissimamente
Riportare un un dato
La e l'etichetta con cui nasce questa norma Adnkronos carceri stoppa manette facili
Agenzia parlamentare stoppa le manette facili la Repubblica più difficile il carcere o i domiciliari
Le reazioni che io ho letto solo sui Twitter sono riportate tutte perché sono impressionanti
Su questa sulla prese la Repubblica
Che schifo bravi tutti fuori
Ma da un Parlamento di nominati molti pregiudicati altri truffatori che cosa ci si può aspettare un'altra presa per i fondelli forse farebbero meglio a rinchiudersi in carcere le vittime e così via sono tutti così
Tutti così essere breve
E cioè sembra quasi che ci sia nonostante i progressi solitamente una politica migliore orde Dedej dei parlamentari espressi da un
Elettorato che una un po'
O dai parlamentari migliori dell'elettorato che esprime se così posso dire abbiamo sempre detto il contrario invece
Probabilmente in questa materia avvenuto il contrario però devo dire
Che c'è qualcosa che al
A prescindere
Dal dato che
Secondo me si comincia dalla coda del problema se affrontiamo
Il
Il funzionamento delle della detenzione e
Nella la procedura delle misure cautelari rispetto a quello che è il grande malato lo ricordava
Lo ricordava Giuseppe visone il il processo penale
Perché poi succedono anche dei pasticci nella mi sembra che il due bis duecentottantacinque sia in contraddizione quattrocentocinque tre comma nove mi sembra tre di avere compreso c'è c'è un una situazione che sicuramente da chiarire che avviene quando le riforme non sono organi
Rispondo alla richiesta di rapidità
C'è un aspetto che mi convince veramente poco di questa riforma ed è forse quello che invece
Riscuote più consensi
Una gran parte di questo tavolo ed è
Il divieto di utilizzare
Nella valutazione sulla sussistenza delle esigenze cautelari
La gravità del reato
Vedete cioè congresso per esempio con la Fini-Giovanardi ma è così ma non solo
Certo esclusivamente
Esclusivamente
Cioè con la Fini-Giovanardi accordi regionali ha avuto la massima espressione poi c'è stata un'abrogazione della Corte Costituzionale per motivi formali
Che sia salvato da una norma che secondo noi ha riempito le carceri di emarginazione sociale ma
C'è stato un
Percorso che ci ha portato
Passo dopo passo verso
La previsione della sanzione d'autore
Del diritto d'autore della sanzione dottore bene secondo me questo questo passaggio è un passaggio negativo per questo motivo perché se noi non possiamo
Ricavare dalla condotta del reato
Dalla coda alla dalla condotta che ha integrato il reato per il quale si procede gli elementi di pericolosità di una persona noi avremo che Veron incensurato non sarà mai possibile la misura cautelare
Ovviamente a misura cautelare detentiva
Mi sembra giriamo serie portiamo questa volta nata quotidiana vediamo che
Un sindaco che riceve una
Tangente colto nella flagranza di reato non potrà mai essere
Di soggetto misura cautelare anche se
Esigiamo la sua presenza nell'amministrazione anche la sua sola presenza fisica nell'amministrazione
Con
Contribuisce a recare pericolo funzionamento corretto di quell'amministrazione
E i casi potrebbero continuare deperita
Mi astengo dalla dalla
Procedere su questo su questo versante sostanzialmente noi stiamo andando a
Sanzionare con le misure cautelari un detto ad una determinata tipologia di indagati che sono quelli da sempre
Prevalentemente presi presi
Di Mila dalle dalla sanzione penale
Non mi
Convince che in questo sia
Un passaggio che razionalizza e in qualche maniera
Ci garantisce dalla dalla inflazione della della
Riguarda la badante il provvedimento è molto ricco
Provento richiede anche
Prevede anche la necessita di motivare anche quando
Reati si procede per reati gravissimi quelli dell'elenco di cui al SerT il duecentosettantacinque quindi eliminando quella previsione
Di obbligatorietà della della custodia cautelare in carcere che un sicuramente
Un passaggio che auspicavamo da tempo che fissa consolato sulla strada che la Corte Costituzionale ha da tempo ha da tempo intrapreso
L'annullamento per l'autonomia la per la mancanza all'autonoma valutazione è sicuramente un momento di civiltà del nostro processo penale
Noi ricorso del pm contro la doppia conforme che ha respinto
E la propria richiesta mi sembra una cosa sensata che ingolfata la necessità di non ingolfare la Cassazione con ricorsi che noi stessi qualche volta facciamo
Più per difendere le nostre idee
Che per un'aspettativa che concreta e seria di un risultato
Ci sono poi
Anche interventi che hanno un per la verità una valenza opposta per esempio è obbligatorio il carcere
Dotano Sottana sei comma uno ter per inosservanza la misura od è obbligatorio il carcere per i ragazzi negli ultimi cinque anni
Credo cioè che sia un provvedimento molto ricco ci sono alcune parti che a mio parere sono poco convincenti
De fanno parte di una a mio parere sempre
Non
Nuovo comune che si deve in qualche maniera sfatare e cioè che
Il sistema carcerario pre preveda oggi un eccesso di
Detenuti provvisori rispetto a quelli definitivi
Prima della riforma del codice che evocava l'avvocato Cerabona se lo ricorda bene la percentuale era sfiorava il sessanta per cento dei detenuti queste si chiamavano in attesa di giudizio se non vado se non vado errato
Alla fine alla la fine del all'inizio del due mila erano cinquanta e cinquanta oggi sono il trentasei per cento detenuti in custodia cautelare
Rispetto al totale
Ma più
Sono molti io non lo so se rapportati agli altri agli altri Paesi europei sicuramente no perché per gli altri Paesi europei dopo la prima sentenza di condanna sono di sono detenuti definitivi
Quindi le le percentuali i confronti parametrato
Devono tenere conto di questa e se tengo
Io conto di questa rispetto a Paesi come il siccome l'Inghilterra come la Francia come la Spagna siamo estremamente più garantiti
La questione è che il il meccanismo è inceppato a rilento le miglia e del funzionamento del nostro processo sono impossibili
Rispetto a un anno di media di Puglia motivi dieci mesi un anno per un procedimento medio di
Indagini preliminari stiamo parlando di procedimenti più snelli e venga tormenti quelli che vanno con la richiesta dei udienza
Monocratica
Abbiamo una testa di un po'di un anno e due mesi fare la fissazione della prima udienza poi c'è il protocollo che prevede ovviamente un ottimo risultato slittamento diciamo che ci sono due anni due anni e mezzo nella migliore delle ipotesi
Per un reato per Lorna arrivare una sentenza di primo grado
Perlomeno quattro anni per la fissazione in appello ma alla fine che speranze abbiamo che un reato anche importante con una come erano
Una contravvenzione edilizia non è parliamo
Ma anche come uno rapimento importanza
O di grande anche di grande rilievo come quelli che io in questo momento sono molto purtroppo
Se questi anzi forse per fortuna redigere Francia e nei finalmente una esplosione
Dal punto di sei denunce come quelli relativi alle violenze sulle donne rischiamo veramente di diventare procedimenti inutili e uno sforzo di una macchina che gira voce ormai
Con la frizione sballata
Credo che
Occuparsi
Del sistema del carcere del sistema di misure cautelari senza curare il malato principale ripeto l'espressione Giuseppe vi sono sia
Da oggi una un errore della politica che speriamo a giugno venga sanato capito bene
Vediamo che a giugno dunque a basta dovrà aspettare fino grazie procuratore Mancuso
Mi permetto di dire che
Non è che il trentasei per cento di detenuti che sono in stato di custodia cautelare quindi secondo la Costituzione
Presunti non colpevoli non è che questo è il dato che fa più scandalo
E deve essere scandaloso indipendentemente dal fatto se pari alla media europea o meno perché poi le medie europee vengono doganiere possa derogare
L'ottanta per cento di questo
Entrate per cento viene dalla arresti e fermi in flagranza di reato sì che che e dura quindi la famosa poi nonostante le riforme recentissime durante il tempo della porta girevole
Quindi vuol dire che siamo in presenza è un fenomeno che ha il suo buon cuore
Nell'attività della polizia giudiziaria più che quella del pubblico ministero quali ove non ci sono più deve riusciremo a spiegarci naturalmente fino ad
Quando siamo uno Stato di diritto e non stanno di Gorizia viene controllare innanzitutto dal Pubblico Ministero naturalmente la polizia giudiziaria quindi l'arresto in flagranza riceve come primo momento di verifica proprio quella parte del pubblico ministero e poi il giudice
Ora dicevo il vero scandalo
Non è nemmeno sarebbe già in sé come dato assoluto indipendentemente dalle medie europee
Uno scandalo avere il trentasei per cento di soggetti che noi stessi per la nostra Costituzione che sempre viene invocata
Preso sono presunti non colpevoli non
Il problema principale che poi la
Stragrande maggioranza di queste persone vengono a salute quando il processo finalmente poi viene definito
è questo il vero scandalo offerta cioè di un sistema eh ma notare che e questo il vero problema noi abbiamo la certezza già nel momento in cui queste persone entrano nel carcere una misura cautelare grazie
Tra le maggioranze sono questa è una politica nazionale naturalmente diversi da quelli previsti dal ovviamente la mia incartamenti riparazione
Anche la prescrizione è un istituto che libera naturalmente
Tutti la io volevo chiedere invece a Guido Calvi visto che il procuratore Mancuso ha ho risposto all'avvocato Cerabona su alcune cose ecco al di là della questione
Delle percentuali di soggetti che sono come si diceva una volta in attesa di giudizio per i quali vi è una misura detentiva che dovrebbe essere l'extrema ratio
E che evidentemente come estrema ratio non viene non viene utilizzata ecco però quando il procuratore Mancuso con una certa sicurezza dice
Beh non non mi pare corretto
Quello che è stato inserito nella riforma di cui oggi stiamo discutendo e cioè che non si può trarre esclusivamente dalla modalità del fatto dal reato per cui si procede la gravità del fatto e quindi per questo ritenere necessaria la misura custodiale
Perché non è giusto questo il succo del suo discorso non poter arrestare un sindaco che ha preso una tangente ecco io sono del parere proprio diametralmente opposto cioè non credo perché il Sindaco ha preso una tangente deve essere probabilmente se questo poi verrà accertato nel processo condannato ma non capisco perché c'è questo automatismo che debba poi essere anche arrestato
Ma riguardano l'impressione che qui siamo arabe allocando su un qualche equivoco e su una certa dimenticanza perché
Perché in realtà questo è il vecchio sistema
Il vero nuova legge credo che sia completamente diversa perché l'attenzione il
E mi piace polemizzare un attimo con il mio carissimo amico
Bene è un amico che tra l'altro a cui voglio molto bene è un enorme stigma presso il procuratore Mancuso ma del programma uso dimenticava che
La lite è stato modificato proprio all'articolo uno prevede dice le situazioni di concreto attuale pericolo non possono essere desunte esclusivamente
Dalla gravità commissariato per cui si sta facendo quindi a questo punto
Si è fatto un passo avanti molto forte e la cosa importante di questo nome e la parola esclusivamente cioè non si può dire il reato è grave e di arresto come si diceva con il mandato di cattura e che ricordava
E il collega Cera buone oggi bisogna che ci sia qualche spot di più e Diliberto la seconda questione
Censurato
Incensurato giusta e ci saranno ci saranno
Al momento ho capito un omicidio gravissimo come lo sono gli altri elementi
Mai ci sono anche altri elementi la legge dice che soltanto
Non si può utilizzare
Il reato soltanto esclusivamente esclusiva Miotto personale Faber con un ideale ci sono
Non non non è non facciamo ipotesi però c'è un altro punto sul quale volevo interloquire con nella
Dottor Mancurti
Ed è a proposito proprio bella
Del cosiddetto
In via di figli in qualche modo un sorta di il delitto d'autore
Cioè per alcuni reati per alcuni reati e possibili applicare direttamente la custodia cautelare la custodia cautelare si legge l'articolo sei mi sembra della riforma
In carcere può essere disposta soltanto quando le altre misure coercitive interdittive anche per quello che avete in mente e si aggiunge con una lunga serie di norme e si dice
E applicate la custodia cautelare in carcere salvo che siano acquisiti elementi dei quali risulta che non sussistono esigenze cautelari o che in relazione al caso concreto esigenze che aver possono essere soddisfatte con altre misure cioè c'è un rovesciamento c'è un rovescio
Per tutta questa serie di reati per cui prima era obbligatorio quasi adesso invece si dice sì puoi farlo a prescindere al dall'assenza di altri elementi quindi
Duecentosettanta seicento per quattro cinquecentosettantacinque e via dicendo
Però a questo punto Toumi devi verificare se ci sono esigenze
Per pere per emettere provvede i reali esigenze cautelari se a questo punto se uno siano acquisiti elementi dai quali risulti che non sussistono esigenze quindi se in qualche modo rovesciate sia ampliato come dire
La frontiera delle garanzie
E su questo vorrei un attimo ritornare a quanto diceva il collega
C'era buona quale si domandata giustamente si domanda
Beh dal mandato di cattura la custodia cautelare che cosa e quanto è cambiato e se è cambiato certo non c'è dubbio che
Ci sarà stato un cambiamento profondo una modifica profonda altri di questi di questi istituti
Io ricordo soltanto quando
Negli anni settanta settantuno settantadue ci fu o l'arresto di due notissimi attori che per l'articolo sei della legge sulla tossicodipendenza chiara il mandato di cattura obbligatorio
Ci fu una legge che tratto fra richiamata anche legge Andreotti che consentiva di passare da un sistema di obbligatorietà a un sistema di valutazione
Da parte della magistratura quindi
Passi in avanti sono stati fatti nel settantuno poi c'è stato il Codice dell'ottantanove poi nel novantacinque sia giunto il concreto alle due e il due e nel due mila quattordici che oggi si è aggiunto anche il problema dell'attualità della verifica
Quindi passi avanti sono stati fatti
Ciò che dobbiamo domandarci e qui ha ragione l'onorevole Satta profondamente ragione quando ricordava un qualche modo la storia che o non è la storia dalla costola parare la storia della crescita di garanzia
E questo il punto e sì noi siamo passati non soltanto in fasi storiche
Ventenni e eccetera ma
In sistemi organizzativi diversi la siamo passati da un sistema inquisitorio a un sistema misto e alla fine o a un sistema tendenzialmente accusatorio
Non gli avvocati
Credo che tutti quanti convergiamo nel fatto
Fino a quando non avremo un sistema accusatorio pieno questi problemi sul sistema adesso
Io sul suo molte riserve sulla separazione delle carriere o meno possiamo discuterne a lungo però il problema è quello di creare un sistema accusatorio che dia
Quelle garanzie che noi chiediamo
Sfugga stiamo attenti siamo attenti a confrontarci con Paesi
Altri Paesi
Ma io molte difficoltà io come membro del Consiglio Superiore partecipa a tutte le riunioni in Europa di tutti i Consigli superiori europea
Ma
Debbo dire
Non a caso qui a Napoli Giannola dico già abbiamo gli esempi massimi della nostra cultura garantista cominciare da Pagano bene
L'Europa indietro rispetto a noi di duecentocinquanta e difficile confrontarsi con questi Paesi
La Germania e pochi riflettono su questo in Germania non c'è un Consiglio Superiore della Magistratura il controllo sulla magistratura non c'è i pubblici ministeri sono mie nominati dai Presidenti della Regione
Dei Länder
In Francia il pubblico ministero è un funzionario un puntino di Prefettura
Cioè voglio dire quando danno Hui pagano e poi Zanardelli nel quando introdusse proprio il Consiglio supremo di si discuteva dell'autonomia dell'indipendenza della magistratura noi siamo avanti di due secoli rispetto a questi Paesi
Non faccio l'esempio che sarebbe
Angoscioso con gli Stati Uniti o l'Inghilterra basta pensare che come da nota delle leggi speciali
Quando si parla di leggi speciali nostro Paese bisogna ricordare qualcuno leggi speciali quindi dico noi guardiamo alla nostra cultura e giusto guardare alla nostra storia
Tenendo conto che altri Paesi civilissimi e democratici certamente come Stati Uniti o l'Inghilterra la Germania o Francia sono indietro di secoli rispetto
Dal punto di vista ordinamentale e però da noi qua il processo funzionerà e questo è il tema su cui
Noi dobbiamo confrontarci e come dire allora qui
C'è un problema che e di carattere squisitamente politico in questo debbo dire va apprezzato questa iniziativa parlamentare d'iniziativa parlamentare e l'iniziativa su questo tema così delicato perché quella della della libertà
Dei cittadini
Che io credo che giusto sottolineare come ho fatto
L'onorevole Sarno che una volta c'era un'esigenza
Prevalente
Dello stato del delle mento pubblico esigenza che permane secondo me il rispetto
Prevale rispetto ai diritti dei singoli Gruppi diritti di singoli cittadini spesso sono erano almeno considerati secondo me subalterni rispetto a quella esigenza
Beh
Il sistema inquisito e il sistema accusatorio proprio questo è
Ribaltare questo rapporto importare la tutela del singolo del cittadino con le garanzie che gli competono in uno stato di diritto ad un grato tale che
Quelli aberrazioni che noi abbiamo conosciuto ma abbiamo conosciuto anche oggi
Perché vero ha ragione il dottor Mancuso quando ci dice si poi processo vedremo come va certamente sarà così però quando abbiamo visto di recente processi come
Il l'amministratore delegato di Fastweb che dopo mesi e ministri mesi e mesi di detenzione vede
Una soluzione perché il fatto non sussiste
Dobbiamo pur domandarci come sono stati valutati allora quegli elementi che hanno determinato quei provvedimenti di custodia cautelare dobbiamo valutare come quel magistrato quel G.I.P. quel CUP
Quel tribunale hanno consentito Tribunale riesame il mantenimento quando poi alla verifica dibattimentale sia accertato che quegli enti elementi non sussisteva ed io credo che qui
C'è un problema di carattere culturale indubbiamente è così
Io credo che per quanti sforzi legislature possa fare
C'è un problema di carattere culturale ma dirò di più secondo me c'è anche un problema di confronto tra
La giurisprudenza e la volontà parlamentari
Su questo credo non ci sono dubbi perché quando
Dobbiamo constatare che soltanto
Il due per cento la Cassazione esso soltanto che il due per cento due punto tre
Dei provvedimenti cautelari viene annullato senza rinvio
Lascia qualche dubbio qualche perplessità di una rigidezza del sistema e io credo che il Parlamento ha fatto bene ad intervenire perché una volta
Tanto altro che supplenza qui c'è una compattezza rigida da parte della giurisprudenza che
Mantiene le sue posizioni nessuno non voglio discutere però è giusto che il Parlamento
Che rispetta non quelle
Quelle aberranti affermazioni che abbiamo poco fa ha sentito che non rappresentano l'opinione pubblica nel nostro Paese ben diverso poi
Come dire i parlamentari poi sono le
Devo dire c'è una scelta una volontà di muoversi diversamente comunque il Parlamento che è sovrano ha deciso di modificare perché quella situazione
E quella cultura giurisprudenziale non funziona non fa
Non è tollerabile più
E e io credo che anche oggi di fronte a problemi che abbiamo quotidiana
Sovrabbondante
Ladra sovrabbondanza dalla presenza nelle carceri è un problema che fa certamente risolto fino a quando
Come dire dobbiamo mantenere malgrado
L'intervento della Corte costituzionale
Quelle norme sulla tossicodipendenza io ero in Senato quando fu approvata
Quella norma ricorderanno tutti che non dopo aver discusso per un anno ascoltando test di
I migliori professori per un anno abbiamo discusso in Senato può improvvisamente
Quando arrivò la legge sulla
Sulle Olimpiadi di Torino
Fu infine inserita in quel provvedimento veramente eludendo ogni forma di confronto con il Parlamento questa volta il Parlamento ha preso una posizione molto forte lasciatemi dire anche un'ultima cosa cui
Si faceva cenno il collega Cera pone il problema è anche quello delle sanzioni e io sono convinto che
La depenalizzazione sarà molto importante
Per me è fondamentale che
Si riesca
Da un sistema delle sanzioni vi invito a leggere la riforma che fu prevede che fu preparato soltanto nel primo rigo del Codice penale da Carlo Federico Grosso
E dove ha affrontato questo tema oggi abbiamo lo dicevo poco fa a dottor Mancuso non è vero che le spettrali era la la la la Giovanardi Fini dove
Come dire soltanto una cultura così fortemente repressiva poteva prevedere una pena minima fino a otto anni ma perché questo perché solitamente essendo una forbice molto ampia nella sanzione che cosa accade
Che il magistrato tendenzialmente da la pena minore la pena più bassa la pena che indica la sanzione mi più più mite poi si aggiungono le attenuanti generiche e quindi a questo punto la sanzione penale perde completamente il su Buffalora di contrapposizione alla spinta criminale come
Diceva qualcuno anche qui due secoli fa nel nostro Paese quindi a questo punto non solo va affrontato il problema della depenalizzazione ma anche una revisione
Della forbice dell'arco delle sanzioni che si possono irroga irrorare irrogare
E tenendo conto che a questo punto le attenuanti generiche non possono essere più concesse sempre e comunque
Perché a questo punto la pena non ha più senso e allora meglio una sanzione amministrativa che certamente più afflittiva e quindi ha una
Po una un potenziale alla potenziale capacità
Di essere contrario contrasti di contrastare la spinta criminale rispetto al processo
Non so se interrompendo citato una cosa che secondo me estremamente importante la rete la proposta di riforma grosso sì quella riproposta che conteneva una cosa rivoluzionaria che secondo me metterebbe ordine in un sistema che sta diventando sempre più caotico anarchico quello sì dell'erogazione della quantità e qualità della sanzione
Perché prevedeva la
Differenziazione del momento in cui c'era un po'come il sistema anglosassone in cui
Dove ci sono una serie di altre barbare che non si avvia
Ha elencato
Però prevede una cosa molto importante la differenziazione è la separazione nel momento in cui si riconosceva la responsabilità come di cui si erogava la sanzione nel secondo momento si decideva la qualità e la quantità della sanzione
è una maniera estremamente più razionale da parte di un giudice che aveva la possibilità di avere studiato la personalità della
Dell'imputato durante un processo durante l'esame dei debiti testimoni
E che quindi aveva una conoscenza molto approfondita della necessitati prevenzione
Speciale già cioè non era soltanto in quella prima riforma perché poi ce ne sono state altre due la riforma
Che era quella di Pisapia e poi quella di Nordio
Che in qualche modo avevano recepito sia pure in forme diverse e questo questa tendenza
Naturalmente il Parlamento non è stato in grado di approvare nessuna delle tre
Ipotesi che siamo ancora oggi di fronte alla necessità lodevolissima di questo di questo Parlamento di intervenire in modo settoriale però attenzione non è così che si può fare una riforma della giustizia con un intervento complessivo
Risento complessivo non è neppure così difficile perché mi riforme complessive ci sono sono state elaborate ci sono le documentazioni
Ci sono state commissioni parlamentari che hanno lavorato anni hanno prodotto un lavoro assolutamente pregevole
Concludo ma io
Da avvocato ormai io da quattro anni e non
Non faccio più professione perché sono al CSM però
Ho l'impressione che in qualche modo
Il processo stiamo muovendo ma
Morendo vuol dire che si perdono le garanzie non vuol dire che gli
E i processi non si fanno e quindi ben venga
Per l'imputato al esattamente il contrario oggi il processo non si fa perché perché abbiamo un'istruttoria
Una fase istruttoria spesso lunga e talvolta inutile con richieste
Di rinnovo della fase istruttoria e poi un dibattimento che muore statuti sanno che Morra in sede d'appello perché lì è l'imbuto che con una prescrizione breve
Storia lunga prescrizione breve il processo e finito il processo e mo'questo non basta
Non va perché il Paese ha bisogno di
Certezza nel processo e questa certezza non c'è più nell'un caso e nell'altro per la lunghezza spesso dell'istruttoria e per
La
Come dire la riduzione
Di un prescrizione che a questo punto fa morire il processo io questo credo
Che da avvocato
Da avvocato
Difensore di imputati difensore di Parte Civile come sia io son d'accordo che la parte civile dovrebbe essere estromessa dal processo penale
Come avviene in tante altre in tanti altri Paesi ci sono altri strumenti con cui la parte civile fa valere i suoi diritti risarcitori e ha ragione ed era buono io ho avuto ho avuto un po'
Uno dei pochi gli ultimi processi che feci fu per blu la gara dei telefoni in cui si costituire una trentina di associazioni delle più disparate
Formazione ma assurda addirittura uno ecologico che sostenevano che
Si sarebbero sarebbero stati danneggiati il fatto che se quei soldi fossero entrati forse il Governo li ha vorrebbe devoluti
E sono stati mantenuti dopodiché alla fine alla fine si sia riservato il giudice dipendenti erano fino alla fine
Assolto l'imputato è eliminato queste parti ma il processo avuto venti avvocati in più di tutto appesantito in modo inutile questo che cosa vuol dire vuol dire che a questo punto occorre un intervento più complessivo intervento più
Generale posso solo voglio dire soltanto una cosa a proposito di questa riforma che
Ovviamente Colletto ho apprezzato ho apprezzato
Per la qualità
Giuridica oltre che per alla qualità politica
Fatemi dire due cose brevissime la prima mi aveva colpito in qualche modo il fatto che l'articolo uno fosse stato
Eliminato il riferimento alla persona rimasta soltanto riferimento la persona sottoposta ad indagini lasciando in tali previsioni esclusivamente
Il riferimento alla figura dell'imputato
Secondo me anche questo è un atto di grande intelligenza e giuridica
Poi da parte del Parlamento perché
Perché finalmente ha ricordato che l'articolo sessantuno del codice quindi ne duecentosettantaquattro non era necessario citare l'articolo sessantuno del Codice e stabilisce che i diritti e le garanzie dell'imputato si estendono una persona sottoposta alle indagini preliminari quindi
Non c'era necessità dei diritti di reiterare
Questa questa reali imputato e persona sotto e persona sottoposta ad indagini preme perché così è perché il sistema questo pretese
Molto bene richiamo all'attuali come
Sì certo cioè molto bene richiamo all'attualità sperando che poi non arrivi una giurisprudenza che in qualche modo cercherà dirute da speriamo di no ed infine un'ultima cosa che veniva citata
Dalla
Dal dottor Mancuso e questo riferimento alla
In alla inapplicabilità da parte
Del giudice di misure cautelari l'applicabilità di misure cautelari relazione soltanto ad alcuni ad alcuni quattrocentosedici bis tanto per essere chiaro
Ma anche qui
Un grande apprezzamento va fatto al Parlamento tenendo qua allattando lasciatemelo dire
Da ex senatore che conosco le difficoltà del sistema picnic
E perché
Perché in realtà ha richiamato la sentenza cinquantasette del due mila tredici della Corte costituzionale
E che ha riconosciuto la perdurante pericolosità dell'indagato dell'imputato il delitto previsto per quattrocentosedici bis illegittimo presumere sposi scrive la Corte costituzionale
Che la custodia cautelare in carcere solo la custodia cautelare in carcere sia di idonea a contrastarle efficacemente
Ci sono altre osservazioni che peraltro immagino siano state già fatte però lasciatemi dire io auguro che questa norma sia rapidamente approvata anche se
Viste le ultime vicende relative
Alla
Norma che citava poco fa il
L'onorevole Sanna che la collega Anna Rossomando mi aveva ricordato il viaggio venendo a Nola
Che è veramente sconcertante il fatto che
A questo punto sulla quella norma
Il Senato abbia sempre quei senatori non
Presentatore della Commissione giustizia abbiano posto ostacoli che sono veramente
Di difficile comprensione quando c'era stata una comunità di intenti da parte da parte dei parlamentari della Camera dei deputati mi auguro che questo non avvenga non avvenga nella
Per questa norma richiesta sia rapidamente approvata perché perlomeno diamo un piccolo ma decisivo rafforzamento alle garanzie del cittadino e alle libertà grazie
Grazie io
Onorevole Saro deve lasciarci perché mi aveva già preavvisato che doveva allontanarsi dal procuratore va a procurare lavoro agli avvocati e quindi a giustificatissime o nel doversi allontanare
Io passerei la parola all'onorevole
Rossomando e ringrazio veramente con molto affetto per aver accettato il nostro il nostro invito
Ho visto dai resoconto dai resoconti della del delle delle audizioni in Commissione giustizia alla Camera che è stato attivissima nel porre domande i vari
Intervento Oriana tutti coloro i quali sono stati sentiti in audizione
Certo non ho trovato un solo soggetto che si esprimesse per esempio a favore degli automatismi
Perfino l'Anm correggimi se sbaglio mi pare che sia stata sia e si sia espressa contraria in maniera contraria agli automatismi
Nel senso che l'automatismo è sempre un vincolo mi riferisco naturalmente a duecentotrenta dal duecentosettantacinque
E è sempre l'automatismo qualcosa che lega le mani al giudice che agisce come una sorta di sfiducia nei confronti del giudice
L'altro aspetto che fino a questo momento non è emerso nel corso della nostra discussione della nostra chiacchierata riguarda i controlli continui cioè
Duecentonovantanove ecco se dovessi porre il dito visto che fino adesso ci sono state tutte parole di
Di lode verso la riforma ma tocca anche un po'a me fare
Mettere il dito nella piaga e cercare di essere un po'critico insomma ecco una delle
Cose incompiute o che sarebbero state auspicabile però non è passata è proprio quello della possibilità della necessità
Di un controllo continuo cioè nel corso delle audizioni mi pare che tutti più o meno si siano espressi nel senso che la durata massima della custodia cautelare ecco giusto per scendere anche un po'nel tecnico se mi è consentito una durata massima della custodia cautelare con una sistema in cui ci sono interruzioni sospensioni che vengono date a larghe mani sostanzialmente nessuno dove di noi più o meno ha esperienza di sospensione che non siano state concesse
A un pubblico ministero dei termini di custodia cautelare nel corso di un dibattimento quando ci sono i famosi centoventi faldoni a cui faceva riferimento prima per l'avvocato Cerabona per cui voi avete questa contraddizione questa sorta di paradosso di un giudizio che si chiama immediato ma di immediato cioè sul fatto che
Evita l'udienza preliminare che per noi di fatto si viene viene totalmente ritardato
Nel corso della istruzione dibattimentale quindi i termini di custodia cautelare sono termini assolutamente inutili inutili nel senso che non servono a
Dare la libertà consentire la libertà
Dopo un certo periodo che sia ragionevole di custodia
Ora se questo è vero si è detto in Commissione giustizia da parte di coloro i quali sono stati auditi
Se questo è vero allora bisognerebbe creare un sistema di controllo automatico nel senso che indipendentemente dalla Difesa e questo mi sembrava un gesto di grande civiltà soprattutto per i più deboli per
I meno abbienti
Chi cioè non riesce ad avere una difesa che sia una difesa sagace una difesa che si fa sentire che sempre presente
Ecco il giudice non può dimenticarsi del soggetto che è in stato custodiale il giudice ha il dovere di monitorare Dubuffet in ciò
Sei le condizioni che lo hanno indotto prima emettere e poi a mantenere una misura cautelare e questo indipendentemente da quella sorta di Parlamento che sono
I oggi i termini di custodia il dovere di monitorare se sussistono ancora quei presupposti
E se quei presupposti possono essere ritenuti Anna superati non da un fatto nuovo ma da ragioni nuove come pure mi pare lodevolmente sia stato
Affrontato questo tema ecco questo è uno degli elementi che non erano fino a questo momento emersi e che mi sembrano meritevoli di attenzione
Tanto garanzie arriverò coi rapidamente a rispondere a questa domanda più più puntuale ma mi consentirà e di dire alcune cose che mi sono state
Come dire esso sta suscitata se le citate dagli interventi che mi hanno preceduto
Intanto c'era bisogno di intervenire sulla disciplina della custodia cautelare posto che
Come
Tutti noi sappiamo la normativa vigente già
Mette dei parametri sulla concretezza del pericolosi presupposti sui controlli
E la risposta e si
Non soltanto perché
Banalmente nella prassi questi principi spesso vengono disattesi allora naturalmente ci si può chiedere
Se bisogna per forza intervenire normativamente per come dire
Influenzare dirigerà anche una
La cultura giuridica di chi opera voi sul campo però
Io penso che non sia risolutivo l'intervento di questo tipo però era evidente almeno apparso ma non è evidente che c'erano dei punti critici
Se e quali sì
Annidavano se mi danno le insidie che portano a
Un uso non di rado per norme di questa misura perché adesso noi possiamo discutere se il trentasei il quaranta per cento a me
Risulta il quaranta per cento circa e sono dati
Che ormai diamo sotto mano come dire con una certa frequenza assiduità perché siamo stati chiamati a intervenire su tema che è collegato ma non ritengo sovrapponibile anche in quello
Del sovraffollamento delle carceri e noi come Commissione giustizia della Camera
Abbiamo discusso anche sui punti che erano stati esposti del messaggio del Presidente La Repubblica Napolitano abbiamo provato una Risoluzione in Aula e per fare questo Halimo fatto realmente un'indagine conoscitiva
Su la composizione della popolazione carceraria non soltanto nelle percentuali che riguardano se Sensi fatto di costi ad accoltellare umano ma anche sulla tipologia
Dei reati perché pensiamo io penso che sia giusto che quel di interventi devono conseguire a individuazione concreta di quale la situazione per essere efficaci
Ma appunto quindi non soltanto perché numericamente e numero non così non trascurabile quello delle persone tenute in stato di custodia
Cautelare ma perché c'è una questione quindi non è un problema soltanto di sovraffollamento delle carceri quello è
Importante cioè
Un proprio prima di civiltà giuridica del rapporto tra
La sicurezza dei cittadini che deve essere ovviamente tutelata e le libertà
Individuali ma direi che nella mattinata quello che emerge con molta chiarezza che sullo sfondo di questo c'è
Un tema
Che rimasto non affrontato in questi ultimi anni di discussione di dibattito sulla giustizia oppure
è stato affrontato male
Con i pacchetti sicurezza dal mio punto di vista e cioè quello della pena
Di come affronti in un sistema moderno il la questione della efficacia
Della pena e della sua effettività
Perché o perché nel non affrontare questo evidentemente ci sono una serie di conseguenze perché se la questione e questo è emerso anche
Da appare esempio
Anche l'intervento procuratore Mancuso se la questione eh
Che altrimenti non si riesce altrimenti si rischia sul sottinteso meno sottinteso cioè che se non si possano mettere in carcere si rischia
Che poi in carcere non ci vanno non ci vanno mai dopo ecco allora
Questo non funziona
Non va bene c'è un po'la prima obiettivo che ci siamo posti è quello di restituire la funzione originaria questo istituto cioè quella di essere un istituto
Cautelare però è evidente che va affrontato contemporaneamente il tema dell'efficacia della pena c'è quando c'è una pronuncia di responsabilità
Deve conseguire una pena in tempi
Rapidi perché se no perde la sua funzione
è
L'altro tema fondamentale quello dei tempi del processo
Perché è evidente che se una pena
Qualora
Intervenga interviene in tempi molto lontani
Non va bene anche perché appunto la riscriva esige un collegamento con la stessa persona che ha commesso
Eventualmente il reato è perché naturalmente allora uno a a quel punto c'è c'è una c'è un'anticipazione della pena che non deve essere
E oltretutto c'è come dire una durata della custodia cautelare eccessiva perché non non va a conclusione il processo con una pronuncia l'altra questione che
Voglio affrontare con una battuta perché mi sembra molte importante
E che qui è stata enunciata anche dal Procuratore con Couto e la la questione della separazione tra la pronuncia tra la accertamento della responsabilità
E l'irrogazione della pena ecco io penso che questo sia approccio molto corretta in questo senso noi stiamo cercando di operare con una serie di provvedimenti che abbiamo approvato in Parlamento in particolar modo alla Camera
Dall'inizio di questa legislatura ma io amo approvato venticinque
Grossi provvedimenti su questa parte
Ci sono anche i decreti legge ma alcuni provvedimenti un po'di iniziativa parlamentare che hanno a che vedere
Con un approccio completamente diverso che attinge molto i lavori per esempio della Commissione grosso altre che appunto sta nel principio del carcere estrema ratio e quindi porre in questo caso
Sì separa davvero il trattamento da quello che l'accertamento responsabilità quindi arresti domiciliari lavori di pubblica utilità
E quant'altro allora
Con questo voglio dire
Che il
Secondo me l'aspetto positivo di questo intervento sulla questo gliela cautelare innanzitutto come è stato detto e importante che sia una
Riforma di iniziativa parlamentare la seconda cosa la seconda questione che anche da punti di vista diversi
Però io vedo anche un ritorno un po'della cultura giuridica
Che non è così scontato che sia centrale quando si parla di giustizia in questi ultimi anni la giustizia è stato molto spesso un terreno di scontro
Politico e questo non ha fatto bene alla giustizia tra l'altro
La cultura giuridica un qualcosa che
Unisce di più anche magari appartenendo a diversi schieramenti in questo io ne sono convinta pura anche con alcune concezioni che giustamente devono essere diverse
Allora
Innanzitutto una questione di metodo che è stata ricordata che anche questa non è di poco conto
E cioè il fatto che si è attinto a i lavori che sono stati fatti ancora e che erano ancora in corso di Commissioni importanti per esempio la Commissione presieduta dal Consigliere
Canzio della quale Commissione fanno parte diverse realtà per esempio anche le camere penali hanno partecipato a questo nella persona del loro Presidente è una sedia altri soggetti importantissimi
La Commissione giostra nonché una serie di associazioni impegnate anche sul fronte delle vittime del reato così come sui
Diritti dei detenuti oltre ovviamente le associazione e altre città tra i magistrati le avvocature e e quant'altro quindi sono e ovviamente
Non per ultima
Tutta la la la la migliore dottrina che si è espressa su questi temi
è
Questo ha fatto sì che venissero proposte non solo criticano anche proposte emendative con introduzione di alcuni temi dei quali remote molto conto così come delle proposte
Dei dei vari esponenti di tutte le forze politiche con un lavoro che ha consentito di arrivare in Aula
Con quegli emendamenti molto ridotti perché le diamo affrontati tutti in Commissione con una tecnica che quella della riformulazione da parte dei relatori
Che appunto quando riesce è anche un momento diciamo così vorrei quasi dire esaltante dell'attività parlamentare Dida anche un buon senso dell'utilità
E questo io lo ritengo importante in questa fase in cui siamo un po'in difficoltà spesso con la rappresentanza e il ruolo del Parlamento
Invece per quanto riguarda all'impianto sont tre questioni secondo me centrali è importante la prima la questione del carcere come estrema
Ratio in quell'equilibrio tra la libertà individuale e le esigenze di sicurezza della collettività
La seconda questione il perno su cui già si è detto è quello dell'obbligo di motivazione le due questioni sono ovviamente collegate tra di loro
Perché nel momento in cui introduco dei
O meglio specifico i limiti e i presupposti in presenza dei quali può essere innanzitutto erogato la misura cautelare e in sé l'oncologo la più grave dal punto di vista la restrizione delle libertà cioè quella dell'attenzione
In carcere
E questo poi molto collegato all'obbligo di motivazione della centralità della motivazione che deve tenere conto di quei presupposti più stringenti che ho introdotto
E quindi e qui si è andato a sicuramente incidere su uno delle lacune che c'erano sicuramente che ci sono a normativa vigente e che sono anche tra i motivi anche della disfunzione dell'istituto in alcune ipotesi
Allora innanzitutto c'è prevista una
Un'autonomia motivazione del giudice che da la misura cautelare
Se non c'è questa autonoma AV motivazione e considerato una mancanza di motivazione e il tribunale del riesame la
Annulla
Il quale Tribunale del riesame non può come attualmente potrebbe ancora fare supplire a questo integrando
La motivazione
è questo a molto a che vede con un tema importantissimo che è quello della centralità della giurisdizione
è non tanto di un'autonomia astratta del giudice ma di un recuperò
Di una dell'elemento di della giurisdizione della discrezionalità che però non è senza controllo perché se poi non è motivato ce la nullità del provvedimento
E che e queste in alternativa agli automatismi che ovviamente non vanno
Assolutamente bene che invece si sono sovrapposti nella nostra legislazione in questi ultimi anni posso fare una domanda su questo perché
E chi ha seguito il percorso può darci dei lumini importantissimi perché
Conosciamo il l'orientamento della Cassazione a proposito della possibilità da parte del tribunale del riesame di colmare la motivazione
Non lacunosa del G.I.P. ma assolutamente la la motivazione del G.I.P. quando è lacunosa già attualmente la giurisprudenza si espresse nel senso che non la può colmare se la motivazione è da ritenersi totalmente mancante
Quindi quello che io non ho capito e che
Se avete in qualche maniera recepito l'orientamento della Cassazione e cioè attualmente anche con il col avete
Esso anzi al mente reso normativo il principio già dettato dalla Cassazione dunque motivazione ritenuta mancante tutori bucare del riesame non ti voi sostituire al G.I.P.
E emettendo sostanzialmente un provvedimento che diventa genetico in fase di riesame oppure la devo interpretare in senso più estensivo è nel senso cioè che
Quando la motivazione della custodi era dello dell'ordinanza genetica
è una motivazione lacunosa ampiamente lacunosa quindi che non può essere ritenuta mancante ma lacunosa se il tribunale del riesame può ancora intervenire dopo la modifica legislativa
Motivando diversamente da quando non abbia fatto oggetto per mantenere la misura cautelare
Ecco
Queste ero un dubbio che mi è sorto perché fondamentalmente se il problema è semplicemente di motivazione mancante dell'ordinanza genetica io riesame non posso Colmar va è chiaro io non posso mettere uno dov'era c'era c'era zero cioè se c'è zero frana tutte come si possa una sorta di
Nullità e sulla novità non puoi costruire niente
E però queste rogne Rizzo che le la Cassazione in qualche maniera aveva dettato dove io ho qualche perplessità esse col nuovo sistema noi cos'invece andare ritenere che Saint città motivato in una maniera contraddittoria motivato in una maniera ma ad uno lacunosa
Il tribunale del riesame non può colmare quella lacuna e quindi non può
Colmare la lacuna motivare diversamente cioè rammentare un'ordinanza che è nata monca in alcuni aspetti ecco
Beh
Colmare la lacuna
A
Amo differiamo fatto non lo può fare sicuramente poi nelle pieghe motivazione come sempre
Voglio dire è ovvio che è il pensionamento dei problemi ed quindi come sempre giustamente si dice ma tanto se non cambia la cultura che sta dietro non cambia niente è verissimo questo però
Intanto dai un segnale e comunque ai degli strumenti
Sicuramente sicuramente in più
Però penso che poi ci torniamo su questo quindi io dicevo questo nulla
Questo intervento sulla motivazione e molto importante per i motivi che ho detto e soprattutto se lo colleghi al al fatto che ha introdotto
Degli elementi più restrittivi che quindi non sono un'enunciazione di principio hanno poi
Quelle quel tipo di riscontro
L'altra questione è quella per esempio questa un'altra novità vera dell'accumulo attività delle misure cautelari naturalmente non quelle di famiglie diverse
Ma la come per esempio l'accumulo attività delle misure interdittive
In questo modo
Sì affidate le alternative al giudice quando c'è una situazione di una certa gravità ma
Se la vuoi come di ritenere grave non è che l'unica possibilità che ai è quella
Del carcere anche perché in alcune situazioni per esempio
Tutti reati idee di tipo diciamo così che riguardano le professioni o altre cose le misure interdittive
Hanno anche delinquente dico ci sarà voi
Ci saranno discussioni poi nel caso nel caso concreto specularmente a queste la misura interdittiva è stata aumentata cioè può essere irrogata in misura maggiore
Vi dico questo perché tutto questo nasce
Anche da un confronto da seminari che avevamo tenuto
Nell'elaborazione di questo testo di legge da cui lui per esempio si apprendeva che in Francia il giudice a monte a un ventaglio molto ampio di possibilità di misure cautelari
E quindi questo ovviamente consente di evitare
Altre introduzione importante che viene aggiunta alla misura già esistente per cui se si ritiene che possa essere erogata la sospensione condizionale della pena non deve essere a tra misura cautelare in carcere
è stato aggiunto che questo non può essere fatto anche quando qui è un passo in avanti è un passo avanti cioè di cui poi si vedano i risultati cioè
Notevole grosso anche quando si ritenga che potrebbe essere irrogata potrebbe essere sospenda la l'esecuzione della pena
In fase di esecuzione teniamo conto che non abbiamo aumentato
Il il la pena in concreto da tre anni a quattro anni sussistendo la quale può essere appunto sospesa dato una misura alternativa di tensione
Addirittura non può essere data neanche gli arresti domiciliari se si ritiene che appunto possa essere fondamentale come
Ha qui veramente questo è veramente ma
Protti ciò molto diverso al al al tema appunto della custodia cautelare quindi dell'incidenza sulla libertà personale
In assenza ancora di una pronunciati responsabilità voglio
Arrivare ma non
Prendo ancora moltissimo tempo al tema sollevato sulla lettera c dell'articolo duecentosettantaquattro ovvero le modifiche che ne abbiamo introdotto
Sulla misura cautelare in presenza del pericolo di reiterazione di reati della stessa indole allora intanto è vero
Come ha detto l'avvocato Calvi che tra l'altro ringrazio anche per le come dire riusciti illuminato su
Cui il percorso della nostra cultura giuridica perché dico per inciso
Che tra l'altro ricorrono adesso i duecentocinquanta anni dalla pubblicazione dei delitti delle pene di Beccaria quindi
Insomma non è così fuori luogo anche lui discutere di affrontare
Questi temi duecento cinquant'anni liste di strada ne abbiamo fatta e e a volte parola interrompiamo un po'questo percorso
Allora teniamo conto come voi sapete avete addirittura sono state raccolte le firme per un referendum che intendeva abolire la lettera c
Perché
Perché qualcuno ritiene che
Dato che stiamo discutendo
Di una misura cautelare cioè quindi ancora in assenza di un accertamento di responsabilità
Mettere tra i criteri il pericolo di reiterazione dei reati della stessa indole vuol dire che tu preso e in un certo qual modo e una stravolgimento della presunzione di non colpevolezza
Cioè ci sia in misura e Cuesta per dar conto anche delle domande che riceve facevi prima tu su quali sono stati gli argomenti perché alcune cose stata accolta o no c'è queste era astrale proposte che sono emerse in corso di audizione naturalmente
Proprio per quell'equilibrio tra la sicurezza dei cittadini a ripetervi duale non è stata accolta diciamo così questa però però si è ritenuto
Che questo giudizio non può basarsi esclusivamente sulla gravità del reato inteso come titolo del reato infatti
Di dico che al Senato hanno addirittura ulteriormente aggiunto oltreché gravità del reato dal titolo del reato in modo che si capisca
Che la fattispecie astratta che può
Non dettare nella formulazione che era uscita dalla Commissione giustizia e tra la Commissione e l'Aula
Si è ancora laboratorio sul sul proprio per evitare ogni dubbio che poteva sorgere interpretativo eliminando anche quella parte dove noi
Si era messa non può essere desunte esclusi esclusivamente dalla gravità del reato
E dalle modalità e circostanze è stata tolta modalità e circostanze proprio per rendere
Chiaro e inequivocabile che invece il complesso degli elementi in concreto
Che devono giustificare e fondare il il fatto di una misura cautelare ribadisco in carcere ovviamente
Nelle aule di giurisprudenza quindi fuori diciamo anche un po'dalla
Emotività giusta che checché c'è invece in altri luoghi l'esempio che viene sempre fatto ma ricordi che io ho
E quello anche del del caso più grave dell'omicidio
Magari di impeto eccetera dove e possibile non avere una misura cautelare in carcere anche in un caso di omicidio se che deve ovviamente sarà accertato se
Non c'è quel pericolo perché magari anche nell'ipotesi è un qualcosa di
Assolutamente minatori sunnita no ecco io penso che anche rispetto I Twitter
è ovvio che non non dobbiamo non possiamo rimanere indifferenti e infatti rispetto anche
A quella che mi esigenza di sicurezza anche percepita almeno io mi sento molto attente vincolata e e quindi questa questa proposta questa legge
è veramente un punto di equilibrio che non fa fughe in avanti anche perché a me interessa
Come legislatore che poi le leggi abbiano approdi ci abitano poiché io un esito positivo possano uscire dal Parlamento ed essere applicate senza grossi pericoli diciamo così di
Ritorni direi né di passi indietro mi interessa fare dei passi avanti attestare mi su quei passi avanti e prenderle come come delle conquiste però questi Twitter sono anche frutto
Di una gestione un po'il responsabile di questi temi sicuramente anche da parte dei media in quei in tutti questi in tutti questi anni e quindi un arretramento
Della della cultura giuridica certo la questione dei tempi dell'efficacia dell'effettività della pena e ineludibile perché
I cittadini hanno ragione da quel punto di vista se a quel punto tendono anche a sovrapporre
La cautelare con appunto
L'entità della pena
è stato giustamente enunciata la questione degli automatismi in particolar modo che cosa era successa o come
Tutti noi sappiamo che una norma di natura diciamo così eccezionale che riguarda un fenomeno di cui noi deteniamo il primato Marche adesso condividiamo diciamo con l'Occidente voluto cioè quello della criminalità organizzata
Con livelli di organizzazione di tipo aziendale molto sofisticato
E quindi stiamo parlando di quattrocentosedici bis
In quel caso lì soltanto era stata
In tradotta una inversione dell'onere della prova c'è
Una presunzione di adeguatezza
Della misura cautelare sa in carcere senza alternativa di fronte alla presunzione relativa invece di esigenze cautelari
Successivamente con i pacchetti sicurezza e quant'altro non sente aggiunto in questi a questo reato una serie di altri reati su queste reati e si è pronunciata più volte la Corte costituzionale
A c'è stato un dibattito anche qui abbastanza a intenso con varie proposte la scelta che non abbiamo fatto come Commissione è stata quella di stare
Sulla strada indicata dalla Corte costituzionale quindi limitare
Al quattrocentosedici disse reati di di che di associazione per terrorismo su stando alla motivazione della Corte che non motiva
In
Sulla gravità del reato motiva sul vincolo associativo che non può essere interrotto se non
Dalla custodia cautelare ingaggia su questo ovviamente si può discutere ma questa è una
Non è che non scritte che che regge negli altri casi abbiamo praticamente ha riformulato la norma quindi i casi di violenza sessuale gravi domicilio eccetera sulle pronunce
Nella Corte costituzionale e quindi cioè non c'è più questa presunzione
Della della custodia cautelare ma si può dare spinta arciere soltanto se ogni altra misura
Risultati assolve assolutamente inadeguata
La domanda che di fatto molto più puntuale sugli automatismi questa era un'ipotesi che stava
In campo però così sono state molte obiezioni anche da parte della dell'Avvocatura perché alla fine la formulazione che che
Scheletriche che veniva fuori la sentono posta rischiava di essere un limite proprio per
La riproposizione
Dell'esame della situazione e quindici c'erano una serie inconvenienti che abbiamo preferito a questo punto
Evitare mentre invece noi avevamo tolto e mi risulta che al Senato da questo punto di vista si è fatto in cui vivono
Si discute o modificato avevamo tolto quell'automatismo per cui qualsiasi violazione
Degli arresti domiciliari e senza possibilità di valutare la situazione comportasse il ripristino della misura cautelare in carcere perché nella pratica
Quello che emergeva che molto spesso quando si agli arresti domiciliari basta una violazione minima che viene revocata questa misura noi restituivamo
Al giudice la possibilità di valutare se effettivamente era stata una violazione assolutamente minima e che quindi non dovrà comportare questo
O no
Un'altra cosa un'altra questione che era stata affrontata per rispondere alla domanda che facevo all'inizio e che però abbiamo accanto agli amici di accantonare in questa fase era quella della cauzione
Voglio spendere mezza parola su questo perché
Perché è stata accantonata perché sette ancora interessante discussione però
Le formulazioni che vengono proposte in realtà avevo nel titolo ma non c'entravano niente con questo istituto che
Misti due vero che c'era anche in passato nel nostro Veneto però
è un istituto sostanzialmente di common law che bisognerebbe sempre io dico
Quando guardiamo le esperienze di altri Paesi sempre molto interessanti però guardarle modo sistemico perché molto spesso noi
Prendiamo
Un pezzo di vita è un pezzo di là senza
Appunto guardare al sistema eh
Bisogna domandarsi cioè l'interrogativo è a che cosa serve la cauzione su anche cosa è finalizzata allora nei paesi di common law la cauzione finalizzata
Non
Alla una sostituzione della misura restrittiva della libertà con denaro è finalizzata a garantire la presenza dell'imputato al processo
Cioè in questo modo qua ecco cosa che da noi non c'è anche perché abbiamo un sistema prevede che può essere processato anche in tua assenza come è noto
Quindi tutta una serie di soluzioni che venivano proposte avevano come dire il presentavano il dubbio
Di creare una forte discriminazione seppur con le dovute differenziazioni tra chi e più abbiente chi è meno abbiente quindi a questo punto abbiamo pensato che
C'era bisogno di un supplemento
Di di discussione che può sempre essere ripresa e la questione di stupefacenti ecco noi avevamo inserito
Una parte anche su questo perché in numeri di cui parlavo prima
Ci dicono questo prima che intervenisse la Corte costituzionale con la recente sentenza e ci dicono che la gran parte di persone detenute in carcere e in carcere per reati legati al agli stupefacenti
Magari appunto quelli che una volta erano considerate tono ma mente di minore gravità e quindi quando discutiamo di questo sappiamo che parliamo di quelli
Di quel tipo di reati e quindi noi
Avevamo anche inserito in in questa
Normativa un un pezzo su questo barese intervenuta la Corte e soprattutto ne abbiamo in discussione già avanza
A da va in Commissione alla Camera una NAU provvedimento che riesamina tutta la normativa sugli consumo degli stupefacenti quindi pensiamo di intervenire insomma
Compiutamente anche
Anche su questo
Ora che fate stiamo in Senato
è stata liberato il testo per Laura
Con alcune piccole modifiche per esempio
Gli atti dell'udienza
Locat casa quella modifica Cancano era sembrata opportuna sulla il mio l'azione distinzione tra imputato sono stato sembra che sia saltata però diciamo che l'impianto fondamentale rimasto intatto e quindi io insomma
Ecco io confido che la settimana prossima dovrebbe appunto andare in Aula ma so che oggi pomeriggio dovrebbe esserci qua il Presidente anche della Commissione del Senato e quindi sarà saprà dare
Più indicazioni e o rassicurazioni di meglio credo che
Questa norma questa riforma quando sarà approvata sarà un significativo passo avanti per le ragioni
Che che dicevo mettere finalmente un po'di ordine in un uso non sempre appropriato degli istituti avanzati che noi abbiamo
Nel nostro ordinamento certamente
Tutto questo non sarà pienamente utile se non si procede a una riforma
Complessiva
Del sistema penale anche metta di nuovo molto l'attenzione sulla pena rispetto alla quale
Siamo stati invece disattenti in tutti questi anni e sui tempi del processo per
Restituire la centralità al processo perché nel processo io non mi stancherò mai di dirlo nel processo penale ci sta l'esercizio delle garanzie oltre che ovviamente dell'accertamento della responsabilità
Non dimentichiamocelo mai una sentenza viene pronunciata nel nome del popolo italiano quindi
Il momento più alto
Perché il processo il pubblico eh soltanto lo Stato a il diritto l'onere diretta accertare responsabilità
E di irrogare una pena nell'interesse di tutta la collettività qua ci stanno le persone offese ovviamente ci stanno
Anche di imputati insomma io penso che possa possiamo dire che sta iniziando io credo una nuova stagione
Sui temi della giustizia ed nella centralità della giurisdizione e qui davvero concludo io penso che ci sta anche il tema molto importante della terzietà del giudice
E ci aiuta anche dal avvicinarsi avvicinarci ai temi e le esigenze che non soltanto di non disc non disconosco materie puto
Comunque importanti sollevati da chi sostiene la separazione delle carriere io non ritengo che debba essere attuata intervenendo sulla Costituzione però i temi che sono posti
Non sono eludibili e spesso
Si rischiano provvedimenti sbagliati
Quando non si affrontano le ragioni
Delle proposte che vengono avanzate che magari non sono condivisibili ma le ragioni sono sempre molto degna enti attenzione grazie grazie all'onorevole Rossomando
Questa panoramica c'era veramente necessaria io do la parola alla professoressa Panzini che e la padrona di casa qui per le conclusioni sono veramente cinque minuti mi ha promesso e poi abbiamo la pausa di pranzo
Grazie Presidente sarò brevissima veramente telegrafica anche perché quando c'è ci sono questi incontri quando nei relatori di così alto spessore diciamo poi dopo
Veramente sono stati toccati tutti i punti più importanti è veramente argomentati in maniera brillante e quindi diciamo mi resta soltanto veramente
Un attimo laddove fare il di di di tirare le fila Dell'Anna della situazione e devo dire che a titolo veramente personale ritengo che questo o quest'che vada sicuramente salutata positivamente la direzione
In cui va il testo che attualmente al Senato quindi il contenimento per il contenimento dei ricorsa
Custodia cautelare della della custodia in carcere in funzione cautelare anche perché rispetto a tutti i progetti che erano stati
Ai primi disegni di legge quindi mi riferisco al progetto di legge Ferranti al progetto di legge Gozzini mi sembra molto meglio congegnato molto meglio o meglio
Molto più meditato e molto meno timido anche perché come ricordava l'onorevole Rossomando ha sicuramente recepito
Tutta una serie di stimoli suggerimenti che provenivano dall'Amia per età per esempio dalla Commissione ministeriale di studio in tema di ordinamento penitenziario misure alternative presieduta dal professore giostra nonché
Dalla Commissione ministeriale di studio in tema di processo penale presieduta dalla dalla dal dottore Canzio
Allora soltanto veramente mi sembra poi e dover sottolineare sotto soltanto questo questa impostazione di fondo che mi sembra che tra l'altro e condivisa emerge diciamo una con il
Una condivisione su questa impostazione di fondo
Della riforma c'è la riforma la finalità di questo intervento normativo non debba essere quella di mirare alla sopra
La me all'OPA allo diciamo allo sfoltimento della problemi della popolazione carceraria cioè di porre rimedio
A quella che è pure un'emergenza che noi stiamo vivendo del sovraffollamento carcerario il risposta tra l'altro ha i moniti che ci vengono da nulla da Strasburgo dalla Corte europea
La finalità proceda prioritaria di questo intervento secondo me deve essere necessariamente quella di riaffermare il principio per cui la custodia cautelare in carcere deve essere l'extrema ratio
E il sovraffollamento carcerario non è altro che una spia di questo fatto che oggi non è non è così
Queste impostazioni di fondo vanno diffusa come ricordava puntualmente anche l'avvocato Cerabona a livello giudiziario e mediatico perché guardate così insiti potrebbe anche a superare quella funzione distorta che a oggi la funzione la la custodia cautelare perché come tutti gli operatori sanno oggi la custodia appellare in carcere viene applicata e vissuta
Con dall'opinione pubblica come una sorta di anticipazione di un della pena
Cioè le le esigenze cautelari fungono quasi da copertura formale per far scontare ad un soggetto
Una una pena che probabilmente verosimilmente poi dopo non nonno non verrà scontata al termine del processo
In una della dell'ultimo convegno dell'Associazione degli studiosi del processo penale che si è tenuto a Trento allo quello ottobre nell'ottobre scorso
La collega Presutti era ha fatto un passaggio secondo me che i castigo diciamo rappresentativo della situazione attuale ha parlato proprio di io fragilità nella fase esecutiva in confronto alla robustezza della fase cautelare perché c'è proprio un'esigenza oggi di anticipare quello che poi non si sa se sarà mai
Se sarà mai applicato e quindi perciò dicevo ribadivo questa necessita di di lavorare per una cultura mento in questa direzione un ripristinare la cultura una cultura delle cautele penali
Come felicemente tra l'altro si legge nei primi disegni di legge che sono stati proposti che validi il ridimensionamento
Dell'ambito di applicabilità delle misure della misura cautelare più gravosa comporta diciamo come effetto riflesso
Quello di dare una boccata d'ossigeno anche alla situazione carceraria congestionata diciamo delle carceri italiane questo è un'altra cosa
Però non illudiamoci secondo me che con questo provvedimento risolveremo il il problema del sovraffollamento carcerario perché sicuramente un problema strutturale
E che come ci ha ricordato anche in toni piuttosto severi la Corte di Strasburgo strambo Strasburgo ci bacchetta in continuazione in ultimo con la sentenza
Torregiani Geffen si fa proprio diciamo distrutto
E e quindi probabilmente gli effetti positivi di una riforma che io sto
Ero sia approvata in tempi brevi si potranno registrare soltanto a lungo termine soltanto metabolizzando sia a livello giudiziario lo ripeto giudiziario mediatico
Sociale
La eccezionalità della restrizione della libertà personale anticipata rispetto alla sentenza definitiva di condanna allora soltanto due minuti
Rubo ancora perché volevo soltanto al anche per diciamo sottolineare secondo me forse due
Aspetti che non sono stati toccati o che non ho trovato in questo progetto
Progetto di legge
E perché ritengo che sia molto positivo il all'allungamento a dodici mesi della durata massima delle misure interdittive
Vi si è fatto notare come la scarsa applicabilità anche per una
Corretta applicazione del principio di proporzionalità e di adeguatezza delle misure cautelari diciamo la possibilità di ricorrere a misure diverse da quelle più fortemente restrittive è un dato sicuramente positivo ed una forse delle
Ragioni della scarsa applicabilità
Delle misure interdittive stava proprio nel fatto che era sono previsti attualmente dei tempi di durata piuttosto Blair e quindi questo allungamento io lo lo lo lo vedo
Positivo ecco quello che forse si potrebbe fare o si potrebbe pensare di fare che questo allungamento dovrebbe essere secondo me compensato dal corrispondente allargamento della del previo interrogatorio
Quindi non più un l'interrogatorio preventivo circoscritto ai soli reati contro la pubblica amministrazione a carico del pubblico ufficiale
Ma diciamo come modalità generalizzata quindi un contraddittorio anticipato perché e gliene e se è vero che la misura interdittiva e meno
Sicuramente penalizzante della missione in carcere però quando per esempio mi Inter dicono dodici mesi dall'esercizio della
Simone io campo di professione voglio dire devo forse potermi difendere prima e non la e non e e non dopo
Mi fa piacere apprendere perché era una delle delle parti che mi ero annotata che il
Nella e che forse diciamo per mia superficialità non avevo inteso in questi termini e il fatto che oggi che il la modifica del trecentonove nono comma
Comporti che oggi il Tribunale possa annullare quindi il il tribunale del riesame annulli il provvedimento impugnato
Perché così diciamo che vedo che con questa modifica anche se qui si cela molto se la motivazione manca o non contiene l'autonoma valutazione delle esigenze cautelari degli indizi degli elementi forniti dalla difesa
Perché così finalmente si dà anche concretezza a quella sanzione che prevista a livello di ordinanza cautelare che poi dopo diciamo
Normalmente quotidianamente veniva posta nel nulla dalla dal da questo supplire della della del tribunale del riesame che praticamente rifarlo riscriva la
La la motivazione
Un'ultima riflessione braccialetto elettronico io sono d'accordissimo ma siamo sicuri che che riusciamo a correggere l'impatto c'è questa
Grande diffusione del braccialetto elettronico che comporta costi comporta costi sia di personale che anche proprio costi
Diciamo un costo economico e che forse in questo non so se in questo momento riusciamo a me Alitalia diciamo riesce a seguire leggevo e devo dire mi sono molto turni sono molto stupita leggevo proprio ieri una notizia che i braccialetti elettronici i braccialetti elettronici sono passati dai quindici nel che sono stati quindici credo per dieci anni
Hanno vanta quindi diciamo prima il braccialetto elettronico non era mai stato
Usato oggi forse c'è un incremento di questo braccialetto elettronico però ripeto
Braccialetto elettronico va bene ma chi controlla
Ci sono dei costi veramente pazzeschi vi ricordo che c'era una battuta che
Fatta dalla dal vice capo della polizia
Tempo fa un'audizione parlamentare che proprio a proposito dei costi braccialetto elettronico diceva se fossimo andati da Bulgari avremmo speso sino voglio interrompere ma solo perché fetente ed è una come dire è un tormentone questo precetto il tonico perché
Già nella precedente legislatura si era tentato di introdurlo e c'era stato un problema proprio di costi per cui non era mai decollato adesso
è stato come dire rivisitato
Questo fa e più il ministro dell'interno ovviamente anch'voi mista la giustizia che viene ne ne vede le conseguenze
E per appunto riproporlo in termini alternativi e tanto è stato ulteriormente come dire potenziato anche verso tutte le misure che riguardano l'avvio la cosiddetta violenza di genere ad esempio ecco perché è stato molto quindi e ho io che c'è un'attenzione molto forte per per le appunto per via dei costi un'alternativa suggestiva perché consente di avere minori limitazioni della libertà anche un uso diverso Miola del carcere
E se applicato correttamente ancora maggiore sicurezza per per le vittime insomma dovrebbe agire notizie positiva la cui ci dicono
Sicuramente molto monitorato perché le interrogazioni dei nostra dei colleghi in tutte le forze politiche sono
A Rafah tende infatti a essere mi fa piacere apprendono perché poi tra l'altro c'è un
Passaggio per cui il giudice nella nella
Nella riforma c'è un passaggio per cui poi il giudice deve puntualmente motivare il perché non ha disposto misure alternative
Quali appunto gli arresti domiciliari col pranzo letto elettronico braccialetto elettronico ripeto che io ieri ho appreso che abbiamo avuto questo PIT corpo di di di diciamo
E niente credo che diciamo ai tavoli che ringraziamo moltissimo veramente della della
Grazie a tutti riprendiamo alle ore quindici si meno un quarto insomma
Fuori dall'Europa
A
Terminare i lavori
Nei tempi previsti
Dovreste venire avanti per favore non mette veramente
Barbato prenda posto
Unirsi straniere pubbliche
Grandi riforme
Va bene evitiamo fuori
Allora riprendiamo i lavori su
Ci sono stati una escludiamo stamattina
Affrontato una serie di temi alcuni per la verità sono rimasti anche irrisolti perché li abbiamo solo accennati mi riferisco soprattutto alla questione duecentonovantanove alla questione della
Della nullità dell'ordinanza genetica e della possibilità per il Tribunale del riesame di colmare la lacuna o di motivare diversamente
Io però vorrei aprire anche
Passando la parola al presidente D'Urso tra le altre cose che egli affronterà
Vorrei avvalermi della presenza del presidente D'Urso per avere Daloui una sorta di valutazione
Del tribunale collegiale Presidente non so ha fatto parte del tribunale collegiale che si è occupato di emissione delle misure cautelari parlo naturalmente di quella Collegio di quella tribunale
Che si occupano della materia dei rifiuti e credo che quell'esperienza che gli ha fatto al tribunale di Napoli possa esserci di grande aiuto anche perché
Su questo sicuramente meglio ancora potrà dirci meglio ancora di me potrà dirci il
Professore Spangher ci sono alcune proposte di sostituire il giudice
GP giudice unico con un giudice collegiale
In sede di emissione delle ordinanze custodiali dei provvedimenti custodiali quindi questa particolare esperienza che il presidente D'Urso Po tra le altre cose trasferirci oggi pomeriggio
Bene
Senza
Voglia voleva sforare i limiti che il
Ruolo di interventore programmato mi riserva che poi ha un ruolo anche comodo perché mi ha dato
La possibilità di ascoltare con attenzione le
Vi qualificatissime interventi che hanno articolato i lavori questa di questa mattina
Io
Ovviamente nella qualità non ho preparato una relazione perché mi premeva soprattutto ascoltare capire riflettere
Sulle cose che hanno detto i relatori per di questo incontro
Quello che c'è
Sono concetti chiari ci russi ha parlato di questa legge come un piccolissimo passo avanti ed effetti
è un passo piccolo se mi è consentita se è consentita una riflessione anche a me
Perché la
Vediamo che lo scorso del legislatore e focalizzato su su due obiettivi comma precisamente quello
Di
Richiamare l'attenzione del giudice che deve mettere la misura cautelare
E semmai anche del pubblico ministero chi la richiede sulla concretezza ed attualità
Delle
Delle delle esigenze cautelari cautelari e quello quasi ossessivo il richiamo quasi ossessivo sull'autonoma valutazione
Sono dati questi che come dire recepiscono una giurisprudenza abbondante che si è creata sul punto voglio dire l'autonoma valutazione
Anche se oggi consacrata espressamente
Nella nell'articolato di questa legge e una è un dato sul quale si sono soffermati spesso i Tribunali del Riesame
Dando luogo talvolta addirittura
A procedimenti disciplinari nei confronti del del G.I.P. del gruppo del CIPE che ha messo la misura cautelare il
L'avvocato Cerabona
Sa mattina ha evocato nella la tecnica del del taglia e incolla che è una tecnica che
Deve essere visto necessariamente e scusate messi mi come dire
Mi legittimo per l'osservatorio privilegiato che è costituito dall'ufficio dalla funzione che attualmente ricopro ormai da da cinque anni che mi ha consentito di
Leggere verificare gli esiti analizzare i contenuti di
Migliaia di misure cautelari a appurò titolo informativo
Vi dico che renda dal due mila e undici ad oggi il all'ufficio G.I.P. del Tribunale di Napoli hai messo duemilacinquecento ottantadue misure cautelari
Inteso per il numero delle misure e tralasciando il dato che
Perlomeno il quindici venti per cento di queste misure hanno avuto come Obiettivo
Centinaia ciascuno centinaia di imputati
E quindi voglio dire l'ufficio G.I.P. G.U.P. di Napoli che il
Più grande d'Italia il quello numericamente più più abbondante è un osservatorio assolutamente privilegiato per capire
A che cosa questa legge questo disegno di legge può servire quali possono essere i rimedi la il progresso che la giurisdizione della cautela deve fare per rispettare
Ed è un dato che non è stato evocato ma che ovviamente era implicito nella discussione per rispettare quel principio costituzionalmente garantito che la libertà personale articolo tredici della Costituzione
Dice che la libertà personale
è inviolabile e rimanda alla legge che quella del Codice di procedura penale con tutte le sue regole la legittimazione del pubblico ministero di chiedere del G.I.P. di irrogare una misura cautelare
Ebbene
Questa autonoma valutazione dicevo è un dato che qualche volta surge
E che surge soprattutto né per la deriva
Che negli ultimi anni anche a causa o
Per l'utilizzo dei mezzi e degli strumenti informatici si è questa deriva che si è avviata di misure cautelari Omnia contenenti oramai la misura cautelare non è più un'esposizione dei MOT dei dati
Schema anticamente indicati
Del sui quali sia del sì si fonda la scherma azione della responsabilità ma la misura cautelare
Quindi vi assicuro che
Ne sono state tante ce ne sono state tante in questi anni sono tutto il processo tant'è vero che il cinquanta sessanta cento faldoni
Che passano dall'ufficio del pm a quello del del G.I.P. e che poi transitano ahimè in coppia con tutto quello do tutto il dispendio anche economico che ne deriva al
Riesame
Spesso non sono nemmeno aperti dalla riesame perché poi
Andremmo a a a discutere sui tempi del riesame sulla assurdità che processi le la cui acquisizione delle prove si è
Si è protratta per due tre quattro anni dove la riflessione del pur dell'Agip è stata sedici sei otto dieci
Messi un anno o due debba essere valutata da un tribunale che si deve muovere angosciosamente in tempi limitatissimi
Dicevo il la misura cautelare si è trasformata nel processo nel quale viene inserito tutto e allora e difficile probabilmente umanamente difficile che il G.I.P. riesca ad analizzare partitamente posizione per posizione se ma in un processo in cui la richiesta
Di misura e per cento centoventi centocinquanta persone la
Nella valutare un soggetto per soggetto la sussistenza di indizi
E la la esigenti la sussistenza di esigenze cautelari
Parliamo quindi se di passi a se il i passi avanti devono essere più decisi più forti dovremmo immaginare
Un qualcosa che nella legge non è contenuto
Ma
Io ritengo con l'esperienza che prima ha fatto qualche altro inciso in verità
Di lodevole ma lo è spezzato già questi dati sono stati in maniera
Chiara esposti dal collega Pubblico Ministero stamattina che è intervenuto
Vado una delle una delle cose che ho apprezzato nel nel dare un nel nel nell'analizzare questo disegno di legge è quello sulla
Sulla riduzione
Del del catalogo dei reati a custodia cautelare obbligata con
Necessità di verificare l'assenza delle esigenze cautelari per non emette la misura e con
La deriva
Introdotta da alcune sentenze della Corte costituzionale che pure sono state citate che hanno
Indotto il legislatore a modificare correttamente
Il contenuto dell'articolo del comma tre dell'articolo duecentosettantacinque dove l'unica vera innovazione e che nel catalogo dei reati per i quali le esigenze cautelari sono presunte
è stata aggiunta la possibilità che tali esigenze siano soddisfatte con misure diverse cioè
La una in questi anni con l'aumento progressivo dei reati introdotti nel catalogo della custodia della custodia in carcere obbligata cessato uno sforzo
Del gruppo uno sforzo interpretativo del G.I.P. per ridurre la portata che in alcuni casi questo sforzo è stato premiato dal dai di riconoscimenti e la Corte della corte costituzionale
Per cui
Quel sito ultimo comma dell'articolo duecentosettantacinque
Che dice
è applicata la custodia cautelare in carcere salvo che siano acquisiti elementi dei quali risulti che non ci sono esigenze cautelari ok in relazione al caso concreto le esigenze cautelari possono essere soddisfatte con altre misure e quella che
All'occhio del del G.I.P.
Ad uso quotidianamente a confrontarsi con queste problematiche
Risulta come la modifica più importante tanto per il portarvi
Per portarvi la
Mia esperienza personale quale Presidente come ha detto l'avvocato papà del parte del dello speciale collegio unico nel panorama
Giurisdizionali italiano di organo collegiale che Rogato una misura cautelare personale o reale
Un con questo tipo di norma ci siamo dovuti confrontare nel momento in cui l'articolo duecentosessanta del della testo unico del sulla sull'ambiente
Centocinquantadue del due mila sei è stato inserito
Né in questo caso ha avuto del duecentosettantacinque chi è responsabile chi è riconosciuto responsabile o nella persona nei confronti dei quali viene ritenuta la sussistenza di gravi indizi per il reato
Di traffico illecito di rifiuti
Questo l'attuale duecentosettantacinque prevede la che la cattura le il carcere in maniera obbligatoria questa modifica consente invece di applicare per questo tipo di reato
La anche misura diversa da quella della custodia in carcere
Parlando di queste ore in sostanza introduco il tema della esperienza secondo me sottovalutati Sima
Costituita dalla esistenza di questo collegio che nasce
Per
Per esigenze
Diverse una volta tanto l'applicazione
Della legge a migliorato l'intenzione del legislatore perché dobbiamo ricordare che questa
Norma del due mila e otto questa leggerla due tre uno del due mila otto
Nasce nel periodo della dell'emergenza rifiuti in Campania periodo in cui si succedevano i commissari per la gestione dell'emergenza
E è il periodo in cui il
Governo di allora
Vedeva ogni giorno una sommossa popolare per il tentativo di aprire una discarica e il Pubblico Ministero del luogo dove era situata la discarica disponeva il sequestro
Con
Aderendo a una spinta sociale
Sentita sul territorio e quindi bloccava le iniziative del Commissario straordinario all'epoca quel Governo ritenne che per ovviare a questa problematica era più
Come dire era più utile creare un punto centrale di competenza che era la della direzione distrettuale
E il il Procuratore della Repubblica del della Direzione distrettuale antimafia e creare questo G.I.P. collegiale
Che cioè e questo organo collegiale che solo l'Inter Peter azione del
Della Presidenza del Tribunale di Napoli localizzato nella figura del G.I.P. collegiale perché la legge
Prevedeva un organo collegiale ma non un chip collegiale e bene nel due mila otto nasce nel firmamento della giurisdizione italiana il G.I.P. collegiale cioè
Per i reati
Legati alla emergenza dei rifiuti in Campania e quindi non solo per quelli
Indicati dal Codice dell'ambiente ma anche per quelli connessi cessata questa competenza
Che a al
Anche a sé all'esito dell'applicazione che se è stata fatta di tre giudici applicazione extradistrettuale prevista dalla legge che è stata fatta
All'ufficio G.I.P. ha consentito la creazione di un collegio del quale poi
Alla fine della applicazione di questi tre colleghi
Dalla quindi dal due mila e nove io ne sono il Presidente ed è tuttora funzionante è un collegio tanto per Expo per
E si porne la efficacia di applicazione che ha emerso
In questi in questi anni
Solo trentadue misure cautelari personali alcune delle quali però
Di notevole importanza ricordo ricordo quelle connesse alla responsabilità riconosciuta di più di
Commissari straordinari di prefetti
Siamo stati costretti
A
A mettere agli arresti domiciliari perché quando l'abbiamo fatto il duecentosessanta non era entrato ancora nel catalogo dei reati per i quali era obbligatorio il carcere ed è un collegio che
Hai messo in questi anni ben cinquecentoventotto provvedimenti di sequestro ricordo l'ultimo
Chi forse del quale avete avuto anche voi conoscenza che è stato quello di Bagnoli Futura
Che si è dovuto per il collegio che si è dovuto prendere questo arduo compito di
Porre interrompere una iniziativa che doveva doveva avere miglior seguito ma per la quale
Tanto per come dire
Esorcizzare il discorso dei rifiuti dalla esistenza dappertutto della della camorra e della criminalità organizzata abbiamo dovuto verificare
La
La la cattiva il cattivo uso dei mezzi leciti che la legge arriva affidato a chi Bagnoli Futura doveva
Doveva bonificare
Ebbene io da
Da magistrato che ha fatto tanti processi a dibattimento che ha fatto il CIPE che ha fatto anche il gruppo non posso non testimoniare
Ed in maniera veramente sentita la bontà di questa esperienza
Vorrei raccontarvi le ore di camera di consiglio
Che il collegio che doveva erogare la misura cautelare da me presieduto avuto con un giudice relatore che aveva studiato in maniera approfondita agli atti e che li comunicava
Cari ha studiato assieme al Presidente
E che li comunicava all'altro all'altro componente del Collegio
E vorrei raccontarvi di come tante conclusioni alle quali tante conclusioni che proponeva il giudice relatore sono state poi modificate dalla discussione
E allora
Se questa esperienza può servire
Secondo me deve servire a dare coraggio h ad un disegno di legge che faccia
Pasti più decisi
Disegno di legge che impedisca di scoprire solamente a dibattimento come sia stata malamente sacrificata per esempio la vita professionale di un prefetto
è aspettare un dibattimento tanto
Per citare senza fare nomi ma ricordando processi da me celebrati non per sé un collegio si interessi s.a.s. di arrestare o meno una persona probabilmente non dovremmo arrivare alla fine di un dibattimento per scoprire che
Prefetto di questa Repubblica
è stato arrestato sulla base
Di una misura cautelare emessa in maniera come dire troppo entusiastica da un CIPE che ha aderito in maniera altrettanto entusiastica la richiesta del Pubblico Ministero a me è capitato
Capitato e ho visto carriere di
Politici carriere di
Prefetti di questori
Troncata e da un uso della da un uso di misure cautelari non adeguatamente garantito e voglio dire
Quando e questa garanzia quando ritorniamo al discorso dei processi con duemila pagine di richieste del Pubblico Ministero e con due con duemila pagine di misura cautelare sono garanzie che
Voglio dire e difficoltoso immaginare sempre
Tenute in maniera adeguata da un giudice che si trova solo a confrontarsi con questo sistema e quindi
Io metto a disposizione questa esperienza che
Potrebbe essere un viatico necessario ed utile per dare un contenuto concreto al rispetto di quella norma costituzionale che ho citato in premessa brutale sì
Perché nell'immaginario collettivo soprattutto della della difesa probabilmente cioè mi dici se è vero e se il falso l'idea che probabilmente in qualche caso quelle duemila pagine che sono troppe per un genitore solo per un giudice solo
Possono essere di disse in un collegio per tre e quindi c'è una maggiore attenzione ma nell'immaginario della difesa probabilmente cioè l'idea che invece alla fine
Saranno sempre lette da una sola persona quando così chiude in camera di consiglio insomma naturalmente devo rispondere portando è una vocazione naturale meno no l'abrogazione il assolutamente legittima
Che induce o una riflessione sul ruolo
Dei dei capi degli uffici anche in questo caso del Presidente del collegio
Il Presidente del Collegio deve sottoscrivere la misura cautelare accede al giudice relatore e la può anche firmare il giudice che non erano ne hanno e che non è il relatore come per una sentenza
Io non ho mai firmato una sentenza redatta dal collega a latere
Senza condividerne il contenuto ovviamente e quello del dispositivo deciso prima della motivazione dalle misure cautelari in questo caso ovviamente
Il mio discorso fa affidamento sulla professionalità e sul senso della propria funzione che il Presidente di quel collegio potrebbe avere e voglio aggiungere
Il senso della funzione di responsabilità particolarmente importanti addirittura nell'adozione delle misure cautelari reali
Oggi come si suol dire
Specialmente quando bisogna fare spot per la gente che la cautela reale sta assumendo un rilievo maggiore della cautela personale no
Ci si riempie la bocca citando Falcone riceve l'aggressione ai patrimoni mafiosi ribadita in maniera più dolorosa dalla criminalità organizzata che quella della che il perché il il vulnus della detenzione in carcere è vero oggi
Il il tema della cautela reale è un tema assolutamente sottovalutato nella valutazione dell'economia della giurisdizione
Il tribunale collegiale ha emesso come ho detto cinquecentoventi misure cautelari reali tra le quali Bagnoli Futura ma ricordo per esempio la centrale idroelettrica di Capri che mi ha tenuto impegnato quell'estate intera
E
Francamente
Se
Se è possibile
E passare sarei molto contento di potere e semplificare questa mia affermazione
Probabilmente i danni che procura il cattivo uso della cautela reale sono maggiori di quelli che procura la cautela personale oggi
Combattiamo perché combattiamo verifichiamo la
Una una tendenza come dire esasperata
Verso il sequestro dei patrimoni che I venti come
Ha anche accennato prima come essa ma dell'avvocato Cerabona parlando della informativa di P.G.T. bar nella richiesta del Pubblico Ministero
Che talvolta talvolta perché avvocato Cerabona non bisogna generalizzare perché io posso testimoniare
In maniera dirette responsabile dell'impegno che tanti G.I.P.
Tanti G.I.P. mettono nel valutare e
Come dire radiografare in maniera adeguata alla richiesta del Pubblico Ministero vedere oggi siamo per le misure cautelari reali
Inventario della Guardia di Finanza passaggio di questo inventario la richiesta del Pubblico Ministero e sequestri
Penso che uno degli sport preferiti nelle prime pagine dei TG è niente dieci miliardi cinque miliardi tre miliardi di beni sequestrati sui quali
Sui quali
Si avvia un'attività disperata
Ma voi governate da con strumenti poco come dire poco protocollati di amministrazione di beni e di impresse
Che vengono gestiti con
Gli strumenti che la legge attuale
Consente che sono un albo degli amministratori giudiziari non ancora attuato il decreto è stato emesso qualche il decreto attuativo è stato messo qualche mese fa
Con complicazioni interpretative sulle quali
Questa non è la sede per dilungarsi con una tabella per i compensi per gli amministratori giudiziari che non è che
Che ancora in itinere
Presso il Ministero di giustizia
E quindi con una autoreferenzialità e il termine non viene usato voglio dire
In in una direzione negativa con un'autoreferenzialità che affidata ai singoli giudici che si confrontano con il problema tanto che all'ufficio G.I.P. di Napoli che
Come ripeto e il più grande d'Italia che come voi non immaginate governa la massima parte dei patrimoni e delle aziende sequestrate tra Puglia Calabria Sicilia e Campania
Sì c'è si è avviato un protocollo che tenti di regolare
Come che come dire in maniera condivisa la materia questo per dire
Quanto importante sarebbe anche per l'approccio alla misura cautelare reale un una competenza collegiale con poi le derivazioni del caso
Perché se il legislatore avesse il coraggio
Di intraprendere questa strada
Che ovviamente
Sarebbe Malpensa osteggiata da tutti i chip d'Italia perché ogni G.I.P. del ritiene si riterrebbe offeso
Da una iniziativa che nodo riconoscesse la sua professionalità nell'approccio questo ve lo De Simone non non ci sarebbe
G.I.P. del dell'ufficio di Napoli che non si ribelle Rebeh a questa ipotesi dovrebbe a cascata seguire si dovrebbero a cascata seguire altre
Come dire altre
Modifiche per esempio ripensare al tribunale riesame per esempio
Capovolgere il rapporto tra giudici che si interessano del riesame quelli che si interessano in prima analisi della cautela entropia su questo grazie al presidente D'Urso
Saluto il procuratore Fausto Zuccarelli che ci ha raggiunto e che ci onora della sua presenza siamo inattesa sempre di del professore Spangaro che bloccato sull'autostrada credo verso Pomigliano non del Sottosegretario Ferri che mi ha confermato che sarà più tardi fra di noi
A Guido Calvi vorrei proprio brucia bene gira a bruciapelo girare la ultima battuta di Bruno D'Urso saresti d'accordo con una
Totale rivisitazione se non addirittura abolizione del tribunale del riesame e da una giudice collegiale che avrebbe invece l'onere di emettere di
La misura cautelare c'è qualcosa che garantisce di più rispetto all'attuale sistema o di meno ma io credo di no
Credo di non
Non credo che ci sia una maggiore garanzia con questo sistema a me sembra che noi dobbiamo
Come dire continuare a seguire quel percorso di cui parlammo anche questa mattina vi ho parlato questa mattina
Che un po'la storia del nostro Paese la nostra cultura giuridica che è una storia molto lunga che
Segnata
Dal il rafforzamento delle garanzie delle e della tutela della persona
Percorso molto difficile percorso molto
Arduo però però debbo dire che il nostro Paese
Punto data
Dai tempi di verrei
Fino a pagammo fino ad oggi tutto l'Ottocento debbo dire basta leggere
Il libro di Luigi ferraioli sulla garantismo sulla storia del garantismo per
Percorrere questo lungo cammino
Per capire come
Nulli
Come dire l'Italia la cultura italiana e sicuramente straordinariamente avanti rispetto ad altri Paesi
Che hanno pure istituti molto importanti penso ha l'habeas corpus ad altre cose che a sfuggono anche al nostro sistema però
Io ricordo
Che
Ci fu hub quando io ero Capogruppo al Senato dalla Commissione giustizia
La presentazione da parte
Di uno dei migliori magistrati e forse da uno dei
Più raffinati giuristi che sono stati in Senato che era il più Fazzone
Magistrato di primissima qualità di Torino il quale mi propose un disegno di legge
Sulla
Sostituzione appunto di cui ne parlavo adesso il dottor D'Urso
Del sistema PM G.I.P. tribunali esame Cassazione con un tribunale che valutava la possibilità di emettere provvedimenti di custodia cautelare
In teoria era un'ispirazione molto garantista perché si diceva B invece di una persona sarà mentre
A giudicare la necessità di questo provvedimento
Io devo dire non non
Non ero d'accordo non lo firmai e poi la cosa rimase lì però naturalmente bisogna dire che
Questa questa idea questo sistema nasce proprio da un tentativo di rendere ancor
Più efficace un sistema di garanzie e non invece un problema di carattere soltanto sistematico
Perché avevo delle riserve perché in realtà devo dire che quando un provvedimento di custodia cautelare viene immesso da un tribunale
è difficile pensare che questo possa essere ripensato
Rivalutato
In modo
Come dire
Più radicale di come possa fare invece
La sequenza di cui abbiamo parlato
A me sembrava che un situazioni di questo genere fosse in qualche modo un arretramento sul terreno delle garanzie io credo che quando il Pubblico Ministero intanto chiede
E anche qui bisogna sfatare questo mito per qui tutte le responsabilità gravose presso un pubblico ministero quanto
Sappiamo invece che il Pubblico Ministero forse il magistrato
Come dire meno potente perché realtà poi non ha nessun potere perché deve sempre chiedere
E il G.I.P. poi problema sarà quello del controllo la carenza di controllo secondo me il problema esige che spesso IGP giudice
E operante ondata punto da quelle pur mila pagine di richiesta quei venti faldoni con cui su cui si fonda quella richiesta
E quindi decine e decine di richieste per cui alla fine spesso riesce a guardare soltanto in modo superficiale si adegua la richiesta del Pubblico Ministero però
Rimaniamo nel sistema il G.I.P. valuta e
Proponente
Pro o contro la richiesta del Pubblico Ministero
Ma poi abbiamo un tribunale del riesame quindi l'organo
Di tre giudici ce l'abbiamo comunque
Forse credo che a questo punto occorre un rafforzamento
Un rafforzamento del tribunale del riesame parlo anche in termini personali di numero di magistrati che non vi sono
E poi naturalmente il ricorso per Cassazione questo a me sembra che ci sia
Come dire un sistema che consente
Una maggiore efficacia nel controllo del provvedimento
E naturalmente anche una maggiore garanzia la verità qual è la verità è che poi
Gli avvocati spesso reiterano
Volte a questo punto si ricomincia il giro si ricomincia nel riformulare una richiesta al G.I.P. e poi andare in Cassazione voglio dire
Io credo
Che
Noi abbiamo il nostro sistema ha un vizio di furto quando è stato fatto il il nuovo Codice ottantanove
In realtà
Si sono sovrapposte le garanzie dei due sistemi di sistema inquisitorio del sistema tendenzialmente accusatorio senza fare una scelta vera e propria
L'aumento di garanzie secondo me e una debolezza
Nella tutela dell'individuo quando ci sono troppi sistemi di garanzia significa poiché alla fine vengono in qualche modo svuotati la reiterazione poi ancor più rende debole la
La funzione del Difensore e quindi
Il problema qual è
Quale problema si pone beh io debbo dire mi ha fatto sempre molto riflettere il problema della
Che da molto è stato sostenuto diciamo
Facciamo un processo veloce la esecutività della sentenza di primo grado
Come avviene in altri Paesi di common law per esempio cioè la sentenza di primo grado e siccome da noi avviene nel sistema cioè il processo civile con
Una volta che si stabilisce un sistema nel quale nel quale
Lasciatemi salutare proprio sotto l'amico professor Spangher
E
Dicevo nel momento in cui
Nel momento in cui
Il processo civile nei sistemi di common law si stabilisce che la sentenza di primo grado diventa esecutiva
In qualche modo i processi si accorgevano a questo punto si
Eliminato il fatto questa mattina abbiamo parlato
Secondo cui alla fine
La custodia cautelare diventa una sorta di anticipazione della condanna e naturalmente questo punto
Giungendo spesse volte in prescrizione la condanna avviene
Ma non conta nulla un avviene per prescrizione a questo punto
La tendenza è quella comunque di far scontare qualche cosa che si ritiene effettivamente colpevoli bugiarda alla custodia cautelare bene
Io credo che
Anche questo non sia accettabile perché poi nei sistemi di common law le garanzie
Che alla difesa nel processo angloamericano sono molto più forti per cui a questo punto
è vero che si può
Dare esecutività la sentenza di primo però io credo
Come dire che invece sia giusto dire lei un sistema come il nostro
Mi ha colpito molto il fatto
Che in un recente processo
Processo di Perugia
Chi sia stato una disattenzione
E soprattutto forzature da parte
Della stampa americana
A tutela di una cittadina americana che era stata condannata e dimenticando un piccolo particolare ed è vero quel processo è durato troppo quei giri di
Di sentenza di primo grado appello Cassazione rito
Forse eccessivo ma io volevo soltanto ricordare che negli Stati Uniti quella ragazza sarebbe rimasta con un solo grado di giudizio anche magari condannata a morte
Ecco quindi non facciamo paragoni assurdi gli Stati Uniti devono devono devono prendere con grande attenzione
Atte a fare grande attenzione
Attenta a queste garanzie che non hanno non c'è l'appello è un appello molto modesto quindi a Busto punto
Il
I meccanismi di garanzia vanno qui certo noi processo eccessivamente lungo però io preferisco un processo più garantito
Rispetto a un processo più breve
Altro processo che mi viene in mente è quella del mio omonimo banchiere di cui non sono parente
E che quando quando io resti agli atti di quel processo
Credo che duro due giorni e immediatamente fu tutto archiviato quand'era evidente che si trattava di un omicidio
Processi fatti fretta superficiali
Veramente e inaccettabili in un sistema
Civile come potrebbe essere il nostro la qual è il problema vero
Secondo me il passaggio sul quale noi dobbiamo riflettere e
E il sistema delle impugnazioni
Cioè a questo punto se vogliamo aprire un sistema di garanzie
Cioè tre gradi di giudizio con tutte le garanzie che possono esserci nei momenti in cui
Si priva della libertà un cittadino allora bisogna in qualche modo risedere rileggere
Il nostro sistema delle impugnazioni e non riusciamo perché
Naturalmente il sei luglio che pretendono i tre gradi di giudizio
Tutti e tre i pieni altri che invece giuristi o magistrati che vorrebbero
Ridurre l'appello la verità è che noi non riusciamo a farti funzionare un sistema
Che vede per esempio l'imbuto dove i processi muoiono nell'appello cioè al momento dell'appello dove i processi si prescrivono e moglie
Non parliamo della Cassazione
Io ormai
La Cassazione e incapace impossibilitata ahimè a fare quella che la funzione nomofilattica propria della Cassazione io non ho visto giurisprudenza
Innovativa come c'era
Tanti tanti nei tanti anni fa non c'è più perché quando ogni mattina si fanno cinquanta processi è chiaro che a questo punto è difficile riflettere studiare far funzionare la tassazione
C'è il problema anche del bosco degli avvocati attenzione anche il problema degli avvocati non è pensabile che in Italia ci siano circa duecentocinquanta mila avvocati in cui novantamila cassa azionisti
In Francia sono novanta
I casi gli avvocati cassazionista che fanno soltanto tassazione
Quindi
Anche su questo bisogna riflettere però a questo punto noi abbiamo un sistema che si trova in qualche modo coartato da meccanismi che si sono sovrapposti che sono sì di garanzia ma che la fine
Non riescono a dare nessuna giustizia
E sul quale bisogna io credo che
Francamente uno dei punti sui quali
Bisognerà riflettere con attenzione proprio il sistema delle impugnazioni
La mia opinione personale che
I tre gradi vanno mantenuti però certo che non si può
Voglio dire è possibile mai è possibile mai che si faccia che si faccia ricorso per Cassazione contro una sentenza di patteggiamento
Ecco perché si patteggia e poi si va in Cassazione è chiaro che a questo punto e sono un sistema per far scritti prescrivere il reato
Quindi questo non è accettabile una sistema democratico non può accettare amministrativo di questo genere intervenire per
Governare meglio il sistema delle impugnazioni
Non voglio dire che bisogna dire che l'appello non ci deve essere però l'appello certamente deve essere un momento limitato magari
Per la presenza o di nuove proprio di nuovi elementi o di nuove argomentazioni o di nuove considerazione e non la reiterazione china di un giudizio di primo grado che naturalmente e molto più sommaria
Pensate soltanto all'assurdo della Corte d'Assise la Corte d'assise di appello
Credo che sia l'esempio più clamoroso di Brindisi
La Corte d'Assise d'Appello ma il primo grado c'è una platea fatta da due togati e poi da giudici popolari quali perlomeno vedono i testimoni di ascoltarlo
Vivono il processo in appello niente di tutto questo avviene soltanto carta faccio in un processo di centinaia di migliaia o di milioni
Diffusa di pagine e chiaro che nessuno leggerà il tutto sarà demandato quei due giudici i quali decideranno in piena libertà e quel controllo popolare che dovrebbe esserci non c'è più quindi a questo punto quel sistema
Che pure fu fu avuto allora
Dada grandi giuristi ma
Uno per esempio per tutti leone Giovanni leone si oppose dicendo che più garantiti i cittadini contro i giudici togati piuttosto che aprire la presenza
Così come si diceva allora del popolo nel
In realtà era un'aspirazione giusto ma poi in realtà non ha funzionato la questo punto
Concludo subito e il problema è quello di in qualche modo di ritrovare
Nello spirito tutto nostro tutto della nostra cultura
Ricordarsi quello che scriveva e pagano quello che scriveva per errori quello che ha scritto tutta la storia nell'ottocento per esempio nell'Ottocento
Ci sono grandi giuristi che hanno
Vetrato giuristi politici da Zanardelli in poi che hanno scritto detto hanno fatto il Consiglio Superiore della Magistratura nasce allora
Ecco altri Paesi non hanno avuto questa esperienza stamattina ricordavo tra Germania la Francia la Spagna
Noi abbiamo avuto un percorso nobile molto alto bisogna ritrovare però un modo per conciliare il fatto che abbiamo sicuramente un sistema ordinamentale
Di grande qualità e un sistema processuale molto scadenti parlo del penale e civile
è un po'diverso però nel penale apriamo un sistema processuale che crea problemi infiniti cioè il processo non c'è più
Processo non c'è più non si fa più muore quanto meno muore in sede di appello
Quindi a questo punto giustizia non si fa
In tutti i sensi insomma lo a questo punto credo che
Una riflessione complessiva una riduzione complessiva su l'intero sistema
Ci consentirà di dire che stamattina abbiamo a lungo discusso sulla legge sul benissimo io l'ho apprezzata sia pure con qualche riserva di cui non ho fatto cenno perché
Come dire marginale però apprezzato l'intervento del Parlamento finalmente del Parlamento su un tema così delicato come quello dalla libertà
Passi in avanti piccoli se volete ma è sempre meglio avere piccoli passi piuttosto che nulla piccoli passi sono stati fatti io credo non solo non si non sia un piccolo passo però a questo punto
Credo che sia il momento di fare una riflessione più complessiva sull'intero sistema processuale
Questo Codice sicuramente aveva un'aspirazione molto alte tendenzialmente accusatorio me allora bisogna fare quello sforzo che ci possa consentire di uscire definitivamente da una cultura
Che è rimasta ancora inquisitorio se volete mista com'era
Nell'ultima fase di quel sistema ma che non è ancora accusatorio perché i i sistemi si sono contrapposte sovrapposti abbiamo garanzie che si sovrappongono e quindi spesso si eludono si elidono l'un con l'altro e a questo punto bisognerà
Intervenire per una rivisitazione complessiva del sistema processuale che lo renda certamente sempre più garantista ma anche più efficace per cui il processo si fa e la giustizia si rende
Grazie grazie
Nel caso di
Avvocato Barbato per un
Riflessione circoscritta
Molto circoscritta molto sì grazie
Sto stringata no io mi ricollego subito a quanto diceva poc'anzi il senatore Calvi governare meglio il sistema delle impugnazioni probabilmente significa anche
Rivedere il sistema delle sanzioni processuali che mancano del tutto almeno nella fase della cautela
Il problema ritornando al testo
Prima il dottor Russo parlava della introduzione dell'aggettivo attuale perché questo è stato uno dei più grossi problemi che si è sempre posto alla base la cautela
Una domanda era necessario introdurre l'aggettivo attuale dal momento che già il verbo sussiste forse in se contiene l'attualità o era forse necessario introdurre un sistema di sanzioni che appunto prevedesse in caso di mancato rispetto dell'attualità
Una sanzione adeguata e lo stesso problema a mio giudizio è la seconda riflessione che voglio consegnare alla platea
Riguarda la mancanza di sanzioni che sono state previste mi ricollego subito all'articolo
Trecentonove poteri del tribunale del riesame anche questo purificato attuale scusami nel attuale non potrebbe essere un modo per recepire poi tutto sommato anche l'indirizzo della giurisprudenza diversi siamo d'accordo però dico
Quando molte quando illecita perdoni Lucio ma molte cose che sono state trasfusa in questo testo mi sono il frutto della giurisprudenza siamo d'accordo Corte Costituzionale con delega
Stazione insomma recentemente sì siamo d'accordo ma quando si dice
Prima si diceva sussiste un concreto pericolo oggi oltre al concreto pericolo sussiste un pericolo concreto ed attuale
Quando si dice sussistere tempo presente indicativo evidentemente l'attualità già è contenuta nel sussiste mi pare allora se invece non è prevista una sanzione nel caso in cui non venga rispettata questa attualità prima sottovaluti sotto varie
Signor
Del tribunale
Appunto del tribunale del riesame o se lo sono tra l'altro non solo a chi aveva annullato l'ordinanza è questo il problema sul quale ecco che ci sarà arrivato di qui ad un attimo
Viene annullato ma se non ci mettiamo d'accordo sulla funzione del tribunale del riesame che non ha soltanto il potere di annullare
Ma anche il potere di integrare quello è il punto e allora laddove è prevista la sanzione come si è fatto anche con questa con questo nuovo disegno di legge per esempio
Dice il trecentonove oggi
Nel disegno di legge annulla il provvedimento impugnato se la motivazione ma ancora un contiene autonoma valutazione a norma dell'articolo duecentonovantadue delle esigenze cautelari degli indizi degli elementi forniti dalla difesa in questi casi mi pare evidente che viene bloccato il potere d'integrazione del tribunale del riesame
Perché non può integrare laddove invece come ha fatto prima non è sanzionata la mancata considerazione della in attualità del pericolo concreto mi pare evidente che il Tribunale del riesame può integrare e questo è un aspetto
E poi c'è l'altro aspetto stai dicendo che secondo te perché il tema emerso stamattina cioè che è assente ma giustificato più o meno che il Tribunale del riesame verrebbe ad assumere una funzione meramente rescissoria
Come non lasci in mente varie mi ha mia mi attengo al dato il tribunale del riesame fu per ragioni anche diverse annullare confermare questa il potere di detrazione che al tribunale del riesame
Quindi da questo punto di vista credo che la semplice indicazione dell'attualità non comporti alcunché
E lo stesso ragionamento a mio giudizio può essere fatto per le altre aggiunte meritoria indubbiamente
Quelle che sono previste invece all'articolo duecentosettantaquattro a proposito delle esigenze cautelari
A proposito del pericolo di fuga ma soprattutto a proposito del pericolo di reiterazione del reato in modo particolare aggiunto le situazioni di concreto
Quale pericolo anche in relazione alla personalità dell'imputato non possono essere desunte esclusivamente dalla gravità del reato per cui si procede bene
Anche in questo caso questa mancanza non è sanzionata come invece sono sanzionate le altre ad esempio quella del duecentonovantadue lettera c ter
Le l'esposizione delle delle ragioni della difesa in quel caso il tribunale del riesame pur soltanto prendere atto del fatto che non sono state valutate e deve annullare il provvedimento
In questo caso cioè nel caso in cui il giudice della misura effettivamente abbia definito la pericolosità soltanto dalla gravità del reato
Torniamo al problema di prima il tribunale del riesame tu integrare con una propria in questo caso bisognerebbe dire con una propria autonoma valutazione
Integrare e quindi eludere ancora una volta lo sforzo del legislatore che andare in quella direzione perciò mi ricollego a quanto diceva prima il senatore Calvi
Il sistema delle impugnazioni probabilmente passa attraverso una rivisitazione del sistema
Delle nullità processuale
Che possono mettere in condizione il tribunale del riesame effettivamente di svolgere quasi esclusiva
Della funzione di controllo cui è chiamata e quindi garantire meglio noi poveri difensore soprattutto gli imputati queste erano le
Vocato papà sia distratto concluso grazie infette incarna grazie
Grazie
No come al solito avvocato guida vuole
Mettere negli anni dunque non io
No perché poi vorrei passare la la la parola al dottor Carbone al al professor Spangher sul su questi aspetti perché mi sembrano affetti
Preponderanti tecnici forse sarebbe opportuno che ci dessero un chiarimento io
Però
Vorrei partire dal tema
Da una condizione forse accennata dal professor Calvi
Partiamo dal presupposto essenziale e noi non possiamo pretendere di modificare un sistema parcellizzando lo non possiamo assolutamente pensare che un sistema processuale
Ingente ma non vivente venga modificato attraverso una
Legislazione emergenziale una legislazione che interviene volta per volta
Assecondo di quelle che sono le esigenze che la piazza
Questa è una premessa fondamentale
A questa premessa va appoggiata voi quella che
Io credo
Il
Volano attorno al quale può deve votare
Un intento serio di modifica del processo perché non possiamo parlare di modifica della Systema cautelare senza
Parlare
Di modifica del processo penale
Avendo però il coraggio di una scelta
Oggi i dove stare si stare
In una
Mistificazione dell'inquisitorio o una mistificazione dell'accusatorio scegliere
Se intraprendere quella che nell'ottantotto fu la strada tracciata e che poi si è persa per la sua
Allora la proposta di legge il disegno di legge io credo che sia un appiattimento acritico sulla giurisprudenza recente
Non c'è assolutamente alcuno elemento di novità
Sono
Come dire un mutuo soccorso reso alla Cassazione che di volta in volta è intervenuta
Con una serie di sentenze come ha detto il dottor
Non apportando elementi di novità ma intervenendo su quella che è la capacità del legislatore di dover fare le leggi
Allora
Se dobbiamo trarre stile questa proposta di legge come una trasformazione di quella che è la volontà della giurisprudenza della Suprema Corte beh io credo che ci troviamo in una posizione estremamente critica
Allora dove porre l'accento
Da una premessa fondamentale signori miei
La cultura della giurisdizione
Perché se noi non partiamo dalla cultura della giurisdizione non la collochiamo
Nel momento storico in cui viviamo e nel momento in cui
Questa cultura viene percepita dalla collettività
Fra intendendo il senso del processo e del procedimento incidentale cautelare che poi il cuore del processo
Perché quello che incide sulla persona
Allora noi avremo sempre un approccio sbagliato
Devo dire la riprova purché ci sia un'errata cultura della giurisdizione e dalla proprio da quell'inciso sull'autonoma valutazione
Signori io mi sono spaventato
Quando ha un legislatore
Viene dato il compito di aggiungere un inciso l'autonoma valutazione del PCI
Io letture mi pongo il dubbio il problema ma scusatemi allora il G.I.P. fino ad oggi ha operato senza un'autonoma valutazione
Allora c'era necessità o c'è bisogno per assicurare la garanzia
Di libere
Nella norma che il G.I.P. un giudice terzo solo varano del momento giurisdizionale principale
Cioè l'anticipazione del momento giurisdizionale proprio
Debba essere gli detto guarda Today di fare il giudice
E poi devi fare il giudice terzo con autonoma venuto valutazione io sinceramente rimango non vorrei dire basito ma spaventato
Assessore il legislatore che dice al giudice guardare le misure cautelari non puoi fare più come fatto prima so benissimo che non è così
Leggo nella relazione il timore dell'appiattimento
Timore dell'appiattimento
Per cui il giudice terzo
Sino adesso in vent'anni di applicazione in un processo che noi credevamo accusatorio
Ma
Identico accusatorio misto professor caldi è diventato mistifica
Perché noi oggi viviamo un processo mi significato dove il contraddittorio è l'accusatorie da proprio del processo delle parti è un incidenter tantum
è una situazione marginale
Perché anche in dibattimento disapplica contraddittorio è tradito sistematicamente
Dipende
Dipende
Ed allora
Cioè
Allora dicevo
Ma siamo tanto sicuri che questo disegno di legge possa rappresentare quel momento di innovazione che non ci aspettavamo
Io sinceramente non lo credo
Credo che la norma abbia deluso quelle che potevano essere le aspettative
E soprattutto abbia circoscritto quello che è l'intervento perdendo di vista quello che
Barbato
Mi interrompi
Quello che è un dato essenziale
Innanzitutto l'equilibrio
So che dico una parola forte
So di assumere un concetto difficile da digerire la gestione delle misure cautelari deve avvenire una condizione di equilibrio da parte di chi richiede e da parte di via
C'è poco da dire
Non si può pensare dottor D'Urso diceva io vi sto carriere dei prefetti distrutte e io ho visto carriere create sulle carriere distrutte dei prefetti
E ho visto la violenza con la quale fino ad oggi la giurisprudenza
è intervenuto sul sistema della cautela
Una una per tutti il tempo non ho trovato una parola sul tempo in detenzione in questo disegno di legge
Mi
Capita spesso di sentito dire per iscritto
Il tempo trascorso in detenzione Nodar solo non è sufficiente a giustificare una modifica mi domando allora la carcerazione di per sé stesso
Non ha una capacità emendativa non poco modificare da un mese all'altro
La condizione cautelare
Che incide sul soggetto
Proprio perché si fonda sul fattore temporale nono
Sentito parola su quel concetto anomalo del giudicato cautelare
è un mostro che mi viene obiettato
Pur non avendo io mai rinvenuto alcuna norma del Codice che vi facesse riferimento almeno per quanto attiene al sistema della cautela
Vi è stato posto spesso no sia informato sul punto il giudicato cautelare allora mi domando se il giudicato cautelare a cosa si è formato a cosa serva il processo
Ed allora un coacervo di considerazioni che mi porta a me mi spingono a dire guardate io mi ero proposto di intervenire prendendo spunto da un bellissimo scritto del professor Spangher
Uno scritto su Giuliano Vassalli
Che
Tra l'altro è alle uniche gli ultimi interventi pubblici presi da Giuliano Vassalli sono stati fatti proprio qui a nulla la sua ultima uscita pubblica è stata qui al nord
Dove
Devo dire in un articolo
Per quanto
Semplice nella scrittura pregno di concetti che traggono spunto dalla descrizione della figura del vino Giuliano Vassalli
Il professor Spangher conclude
Infine
Nell'intimo profondo
Alla Sacra radice del suo pensiero stava considerazione di un legame forte tra modello processuale e democrazia di un Paese
Per questo anche per questo bisogna che considerare che nel processo
è un imputato che prima di essere tale soprattutto un uomo
Bene professor Spangher io credo
Che i due concetti
Prorompente i
Che lei ha illustrato in questo articolo rapporto tra modello processuale democrazia del di un Paese il rapporto
Che il sistema cautelare punto la persona umana e con i diritti fondamentali sia stato sistematicamente disatteso
Risolvendosi in una
In un appiattimento
Farisaico acritico
Della giurisprudenza che si è succeduto in questo tempo senza
Senza
Apporto serio e concreto verso la necessità di aprire
Alla modello accusatorio il sistema delle cautele che più
Di ogni altro necessitava grazie
Grazie
è stato chiamato in causa
Io mi chiedo se la scalata qualificato facendo tuttora
Dove
Sto facendo tutto sto facendo tutta una serie di cose che quando le facevano gli altri ricavo cioè arrivo parto purtroppo è così detenuti purtroppo la vita ti presenta il conto di quello che noi
Che è criticato quesito carenza di fare
Velocemente
Innanzitutto quello che stiamo discutendo a quello che state analizzando tanto per essere chiari e nel disegno di legge che ha origine nella scorsa
Legislatura e che arriva nella
Ma non c'entra niente
Con i lavori della Commissione Canzio di cui facevo parte perché
I lavori della Commissione Canzio sulle misure cautelari non sono questa
Era altro abbiamo no grazie
Abbiamo
Scritto altre cose ne abbiamo scritta di più mi riferisco all'eliminazione duecentosettantasei abbiamo scritto automatismo dell'aprile
L'eliminazione duecentosettantacinque comma uno bis due ter applicazione a misura cautelare con le sentenze di condanna di primo di secondo grado abbiamo scritto altre cose
Questo è un disegno di legge che ripeto parte dai dalla scorsa legislatura o comunque io avevo fatto l'audizione
Progetto Ferrati insomma sostanzialmente che non c'entra assolutamente niente con i lavori della Commissione garanzia vi erano molto più ampi in tema di misure cautelari
Io su questo disegno sono critico ma perché con su un punto che considero molto pericoloso ma è l'ultima cosa che dirò
I lavori la Commissione Canzio comunque anche ampliando il tema delle cautele parlano solo di quello dove ci siamo abbiamo affrontato anche il tema delle impugnazioni ma non nei termini nei quali lo si vuole
Affrontare oggi cioè un po'tanto giudizio d'appello
Oppure addirittura inserendo il divieto del della della riforma sempre cioè eliminando il divieto della le fondazioni Berlusca cosa che è stata bocciata Firenze dalla di lavorazione delle Camere penali tanto per essere chiari
Perché il disegno di legge Canzio sulle misure cautelari è stato recepito dal Governo ma quello ci avevano attaccato alcuni va concimi tossici
Cioè c'era questo aspetto delle misure cautelari ma c'era qualcos'altro che era veramente in
In digeribile l'eliminazione cinquecentoventicinque comma due principio di immediatezza e il divieto della le formazioni beh io sovvenzione
Bastava che il Pubblico Ministero anche con una memorietta
Con un altro intervento nel corso dell'udienza l'appello formulasse una
Un'impugnazione una richiesta di un atto ma gravante per far venir meno il divieto state attenti queste cose tornano non muoiono mai
Perché navigano dentro i ministeri questo progetto di iniziativa parlamentare che recupera alcune cose ma
Poche della del lavoro della Commissione grazie
Io non vorrei devo essere sincero che tutto sommato questo sia un ennesimo provvedimento che si inserisce nel clima
E belli l'Europa ci condanna svuotiamo le carceri come se avessimo avuto bisogno di una sentenza Torregiani bisogna bastava quella del bosniaco per quella quella non ci metteva Imola quella ci diceva chi se ne frega ma non perché era bosniaco perché tanto loro Panucci sanzionato quando l'Europa ha già detto guarda questa sentenza pilota cioè di un anno per mettersi in regola allora improvvisamente svuota svuota perché
Altrimenti qua su un cavo negli anni perché si comincia a pagare soldi pecore spending review appalto che spending review son soldi enormi
Tanto è vero che mi pare che in vigore della legge cento giorni cento euro al giorno se non si riesce a dare esecuzione i provvedimenti eccetera eccetera ci siamo capiti
Quindi si inserisce in quello schema
E quindi tutto sommato si trasparenti devo dire che anche lasciato il prodotto a guardarle c'è una cosa divertente questi ma neanche non le
Va beh la dottrina
Fa testo l'avvocatura fa meno
Tanto per parlarci chiaro voi contate ancora meno di quanto pensate di contare lui mi diceva ma qui ci sono due avvocati ci sono
Calunnia
Vorrei vedere quanto contano i due avvocati in quanto condurre camere penali senza offesa Aquino nel dibattito culturale del Parlamento
Cosa voglio dire ma voi avete letto l'articolo divieto di non allontanarsi non riescono neanche a Coppet cioè avevano già sbagliato
Gli abbiamo spiegato che era sbagliato non si sono neanche corretti
La violazione del divieto di allontanarsi non di non allontanarsi provate a leggerlo provate a leggerlo e il divieto di non allontanarsi Cerchiaro ragionamento
Culturalmente debole perché per esempio si sono presi una giurisprudenza sulla sospensione condizionale che già l'altra giacché oggi è tranquilla e hanno dovuto metterli arresti domiciliari a far dal carcere per una cosa che era assolutamente scontata creando anche problemi di Gemma seguito dicono la vuol dire che dall'altra parte
Mila mila la distinzione no non esista
Facciamo tardi
Io sto riflettendo su una
L'altra cosa che mi ha fatto riflettere l'appello ma in un altro senso
Quindi potrei ma è come si riesce a far passare i messaggi allora l'appello non serve del sistema accusatorio scusami
Io
Ho scritto insomma abbiate pazienza passato sei anni dall'appello adesione dottor Comin cavolo già avviate scusatemi anche spostato tutto questo nella vita e come uno che riportano giocato
Ma non è questo il discorso è nove sistema accusatorio neanche l'appello no perché le carte questo o quell'altro anch'io
Sì certo località la scrittura le memorie il verbale
Poi scopro che però arriva l'Europa che mi spiega che quando nel fronte una sentenza di assoluzione si vuole condannare si deve rinnovare allora l'appello ed all'innovazione e l'oralità ha un significato anche nel giudizio di secondo grado
Non lo so se deve essere ciò io non non mi spingo mai oltre non faccio passi più lunghi
è passato il concetto che va beh non serve perché tanto c'è il giudizio di primo grado perché non si può fare due volte il processo non si può fare due volte panel l'Europa ci ha detto e l'ha detto la Moldavia che l'ha detto lui Romania
Dobbiamo prendere anche noi che se uno è prosciolto in primo grado e si vuole condannarli appena bisogna risentirlo di fare le prove
E quindi l'appello se lo conserviamo e dobbiamo conservarlo ci provo guardate ci prova il fascismo eliminare l'appello ci può dal fascismo mentre il divieto delle formazioni peius appena in
Ad imitarlo introducendo l'appello incidentale ci provo ma non ci riuscì perché
Anche Rocco scoprì che l'appello che fa parte della cultura di questo Paese
Una cultura democratica come la nostra
Nella quale sentenze vengono messe
In nome del popolo non come negli Stati Uniti dal popolo devono essere controllate da altri giudici
Questo il problema di fondo la differenza sta qui che il popolo che decide non può essere controllato dal popolo
Tv sedere ad un altro soggetto giudice per conto mio ho diritto di controllato attraverso una struttura piramidale perché io non mi gioco la mia libertà davanti al giudice singolo
Ma veniamo al punto dove la questione rovesciando dall'appello alla cautela Katrina io sono andata in Aula a parlare agli studenti dicendo
Siamo passati da carcerazione preventiva custodia cautelare
Non è vero
Questa e carcerazione presenti
Non ci sono
E carcerazione preventiva come impostazione e ve ne posso dare ampia dimostrazione
C'è un principio di proporzionalità aggiunge
C'è un principio di proporzionalità e non è attuata
La
Proporzionale alla pena e alla gravità del proporzionale non è vero da il tempo
Stai in custodia se c'è la gravità indiziaria tutto il tempo del processo tutto il tempo in cui si celebra il segmento processuale
Certo ci sono le esigenze mai la gravità che come
Che condizione
La gravità di quel fatto che determina il tempo la gravità di quel fatto che determina la protrazione la gravità di questi fatto ti condiziona tutto lo sviluppo
Voi sapete che abbiamo una norma del Codice di procedura penale che dice che se io vengo archiviato vengo liberato a domandare come possa arrivare in stato di idee
Azione
Di fronte a un'archiviazione cioè come siccome si fa portare ristretto e poi si archivia come lo si fa portare ristretto e si fanno un luogo come mi si fa portare ristretto e poi si dice assolve com'è possibile che si arrivi a un risultato di questo genere ma dirò di più
Come è possibile che addirittura io sconto in in custodia più tempo della pena
Come è possibile ma lo dice il codice crescerli varato pratichiamo pochi soldi e via
Questo non funziona perché veramente c'è si allunga il tempo scusate si allunga il tempo del processo quattrocentoquindici bis si allunga la carcerazione se chiede la rimessione si allunga la carcerazione e che cos'è questo carcerazione custodia cautelare e carcerazione
Cioè mi pare che
Ogni tanto si mandano dei messaggi io stesso rimando dopo alla fin fine grattando sotto nelle norme leggendo bene il discorso non torna
Cioè mi pare che
In realtà quello che cento resta il concetto della vorranno del processo educata nelle stazioni
Rifaccio due esempi ma perché bisogna neutralizzare il tempo in cui il giudice scrive la sentenza
Perché bisogna cui sapete già duecentonovantasette congelamento congelamento dell'asse
Vale per il trecentotre ma non vale per il segmento duecentonovantasette comma quattro perché il tempo in cui si giudice scrive una sentenza io che colpa ne ho mica glielo chiedo mica mica sono io che faccio allungare il tempo del processo
No non sono io che faccio non dare il tempo del processo segmento sarebbe in questo bel tempo nomi conta io Presidente
I giochi delle udienze appeso dentro neutralizzazione congelamento mi contano solo per la durata finale ammesso che ci arrivo alla durata finale perché potrei c'era anche prima per decorrenza dei termini chiaro
Bene mi pare una cosa ragionevole e perché come dire determinate iniziative difensive devono scontare la carcerazione
E veniamo al punto detti chiaro quel ragionamento ecco io credo veramente che nel sottofondo delle scelte resti la logica della carcerazione cioè io ti tengo dentro ai fini dello sconto di pena e trovare presentando risultano in pericolo di fuga
Che ragione c'è pericoli fu una pena superiore a due anni e la pena di esecuzione non è una pena di altro genere
Dove il problema questo mi interessa questo veramente mi interessa perché lo trovo molto pericoloso mi sono battuto nella Commissione Canzio e tra parentesi questa è l'unica cosa che della Commissione Attanzio il progetto recupera
I trenta giorni della motivazione del procedimento che l'esame
Ma perché
Io mi sono domandato perché e ho cercato di convincere spero che Valerio qualcuno glielo spiego
Perché gliel'ho detto
Io dico ho cercato di parlarne anche con Gianni Cazzola perché trenta giorni viatico
Centoventotto
Procedimento in Camera di Consiglio cinque giorni
Motivazione la sentenza quindici giorni
La motivazione dell'ordinanza cautelare in esame trenta giorni
Si dice massima c'era per l'efficacia misura ma che se ne frega no d'azione non perché la considero irrilevante
Ma stiamo ci bene attenti a cosa significa processualmente dare trenta giorni per un riesame
Stiate bene attenti
Perché già fra di voi fra di voi io non faccio l'avvocato io non faccio
Ma già fra di voi molti incominciano a porsi il problema se fare il riesame
Perché attenzione fare il riesame vuol dire blindare un provvedimento cautelare ci siete
Da con la motivazione
Ebbene io do giudice a un collegio state attenti a un collegio trenta giorni per motivare
Ma non è fine a quella da non è così perché attenzione trenta giorni per motivare
Il
No e io sono veramente su questo vorrei che non passasse questa perché asistematica c'è una sentenza a sezioni unite dell'uomo che dice che si deve fare in cinque giorni
Preferisco che si prenda più tempo rischi disciplinare piuttosto che avere la garanzia della parità di efficacia della misura lo dico con molta serenità e vi spiego anche perché
State attenti a quello che mi succede con i trenta giorni della motivazione
Perché me l'hanno anche spiegato
Oggi i procedimenti non sono solo a soggetto singolo sono gruppettino
Eccettua in trenta giorni poi motivare benissimo l'intero qua c'erano delle responsabilità
In un pacchetto motivazionale molto articolato che arriva alla fine del gruppo momento delle indagini e che ti fa uscire inutili immediato custodiale
Con la l'intera ricostruzione di un fatto compiuto
Questo vale soprattutto attenzione a Milano dove la Sezione del Tribunale del riesame è una sezione autonoma
Che quindi in grado di valutare l'intera situazione processuale
è chiaro
Quindi io vi invito caldamente a rifletterci a non guardare la perdita di efficacia della misura ma guardare quelli che possono essere implicazioni di quella comma
Perché quel comma che recupera
Discorso di Canzio nel nome dell'efficienza nel nome dell'autonomia cosiddetta della
E la valutazione discorso è molto chiaro cui si è voluto sanzionare dando seguito a motivazione per
Zone con una previsione espressa superando la giurisprudenza che la consente quindi come dire discorso e sufficientemente preciso si vuole
Bertero di un
Una cosa devo
Della e cioè questo l'esperienza nostra quotidiana appunto tufaceo di la di
Prima hai fatto un'annotazione io non faccio l'avvocato ecco ecco da avvocato però devo dirti questo che
Oggi la difesa protesta per il fatto che avendo solo il dispositivo e non avendo la motivazione che a volte arriva dopo sette mesi dunque nemmeno fare il ricorso per Cassazione posso dire una cosa allora se ho capito male la giurisprudenza pirati Dardanello malato senza che da una Posta Perotti dando un un certo tipo di rispetto
E la risposta è se a un certo punto dose ce l'hai favorevole se già fuori se non c'era i favorevoli sei dentro e la domanda è comunque si riferisce a monte per cortesia e differisce una motivazione
Però come dire tutto comunque tante volte fare poi la domanda di revoca
E se non hai la motivazione è più facile follemente fare la domanda di revoca che se invece li trovi una motivazione collegiale ben blindata dopo trenta giorni motivazione
Perché considera che il gesto che ha messo la
La propria pronuncia si trova di fronte a una motivazione molto ampia stretta
Emessa dopo trenta giorni mi e toni fai la domanda di revoca per non fare ricorso per Cassazione e voglio vedere come fa a metà al di fuori e allora il discorso è bisogna fare delle scelte
Io se devo scegliere l'idea
Fondo la norma che prevede depositò entro cinque giorni centoventotto esistente rinforzi è
Ovvero per certe volte
Complici
Non lo so cosa preferite le io vengo io
L'ordine logico il rischio che inviterei
A valutare con attenzione
Con attenzione
Perché per me
Allora per attenzione perché non vorrei che confonde i inoltre la carcerazione
Rispetto alla condanna non vorrei che confonde essi fondi la motivazione nel merito con la condanna nel merito perché attenzione alle sovrapposizioni
Allora quel a quel punto basterebbe dire che se la Difesa dieci giorni per impugnare una motivazione con un ricorso per Cassazione tanti se ne diano anche al giudice al Tribunale del Riesame cadere
Avere una motivazione mi pare
Una cosa in particolare le pongo una delle proposte infatti ho detto e a sistematico trenta cinque quindici improvvisamente da questo
C'è e non può essere che il fatto della perdita di efficacia della misura mi vale a bilanciare il rischio i rischi che vi sto sottolineando comunque diciamo e sta bene teneteveli
A me non è che mentre i benefici l'ultima cosa che vorrei dire
Modelli processuali
In questo Paese prima o dopo dovremo introdurre l'adozione ce lo dice la sentenza Torregiani ce lo dice l'articolo sei della Convenzione europea si potranno fare delle differenza delle distinzioni i reati di criminalità organizzata certamente no
Ma l'istituto della cauzione con l'obbligo della presenza dell'imputato nell'ambito nel procedimento penale né più né meno come Pistorius Sudafrica come altri
Anche lì giovane cantante che ho avuto la la cauzione perché guidava in stato di droga cedibile quello come si chiama non lo so chi sia
Mi pare che sia una scelta che si potrebbe fare sanzionare quindi colui il quale non si presenta nel processo
A seguito della presentazione locazione
Quello che mi pare però sostanzialmente che andrebbe fatto e riscrivere la materia cautelare però riscriverla sotto il profilo della cautela e non è possibile sotto il profilo dell'anticipazione della condanna grazie
Grazie grazie
Grazie professione Spangher io vorrei dare la parola all'avvocato Fuschi lo invece che
Un'annualità
Cacciatori anch'io sarò tornare a casa scusate gli ha detto che faccia le cose che non avrei mai
Non sono arrivato in ritardo perché già allora blocco sulla sull'accordo
E purtroppo grazie
Giocando grandiosa avvertiamo lo stesso trend
Esami
Ma Erasmo
Ragazzi ho la fortuna di fare l'esame senza docente stanno andando via quindi strategicamente non potranno bugie
Però
Altri potrebbe sanzionare meno sul nostro
Presidente D'Urso
Presso il quale pensavo e speravo sia allontanarsi invece
Vuole andare alla
Io lo spero che gli altri abbiano
Meglio che mi preparato questo intervento perché tra me Lucio Barbato non si sapeva chi dovesse intervenire
Alla fine finiamo per intervenire tutti e due
Uno dei quesiti che mi ponevo degli interventi che ho sentito e cosa c'entrassero quegli interventi col tema perché io avevo letto la norma
E mi pareva che gli interventi fossero del tessuto generale di esperienza del vissuto poi riflettendo soprattutto l'intervento del dottor D'Urso ma ha fatto capire che forse è una tematica collaterale ci sarebbe stata
Quale il problema che poneva il presidente D'Urso dice noi abbiamo creato nel sistema voi che la novella di cui si parlava che io pensavo fosse nel testo che dovevo studia
Riguardasse la creazione di questo famigerato organo collegiale della misura quando ho letto la stesura dico forse Mario ma ha dato qualche foglio in meno
Invece questa novella che poi non è una novella
Come hanno detto quelli che ma hanno preceduto e semplicemente un introdurre puntualmente qualche dato che la giurisprudenza cerca di non rispettare e la norma cerca di imporre tipo autonomia decisione
Qualche inefficacia dei trenta giorni
Mi sono chiesto
Allora praticamente quello cui ero giunto l'inutilità della misura cautelare non mono ma collegiale
Era perfettamente inutile tant'è che non l'hanno in serenità
Il Presidente russo non me l'Abn in intenzione ostile quando sentii parlare della misura cautelare non mono ma collegiale mi posi un quesito
La funzione collegiale attuale del riesame rispetto all'intervento molto soggettivo è di controllo collegiale e di integrazione
Immaginate per un attimo che la misura sia collegiale
La funzione del controllo collegiale perderebbe ogni valenza dovrebbe così sala sembrava questa la risposta esatta poi affinando
Ho capito che una fetta di controllo collegiale
Sui emissione collegiale persisteva ed è quella che attualmente il mono posti interrogatorio due nove quattro non pratica ma
Mi è stato costantemente detto
E qualche volta ovvio ho avuto vergogna quando ero più giovane
Devi dire dopo l'interrogatorio per cortesia mi revoca della misura mi è stato risposto ottantotto a volte succede la complessità ed io
Revoco o annullo la misura che io stesso ho emesso
Dimenticando che uno dei commi e una delle condizioni generali di sistema
è la partizione fra condizioni di emissione della misura e condizioni di permanenza dell'Abruzzo
Sì che praticamente quell'atto istruttorio necessario nei cinque giorni l'interrogatorio
Che dovrebbe introdurre la verità ex ante verso la contrario di ciò che reputava mi scusi dottor visone reputo lo reputiamo che voi
Pensate male voi reputate che noi ci difendiamo volendo eluderebbe comunque il problema rimane
Per cui la condizione di permanenza che dopo l'interrogatorio costantemente non è considerata per cui la disamina finisce per rimanere sulle condizioni di emissione
Di sarebbe diventato oggetto del controllo postumo collegiale di seguito all'interrogatorio
Per cui una fetta di quello che sembrava il controllo ex ante dell'organo tra i Lattero diciamo collegiale finiva per avere un controllo sulla fetta di permanenza in sede diversa
Per cui praticamente forse avremmo recuperato la valenza di quel comma del duecentonovantaquattro che tutti quanti o non pratico o non hanno letto o non hanno mai
Vi è stato detto dal problema ecco io non faccio altro quindi avrebbe un significato quello che reputavo inutile avrebbe ancora un significato una misura ove ci giunge
Alla conclusione che la misura debba essere emessa tre lateralmente collegio
Peccato però Erasmo che chi propone che erano
La valutazione la richiesta del Pubblico Ministero da parte di un collegio di tre giudici e anche lo stesso che poi propone di abolire a quel punto il riesame
Quindi quella fetta alla quale tu fai riferimento del posto duecentonovantaquattro non è stato assolutamente presa in considerazione per mantenere Mario
Io cercavo di individuare una significazione ancora possibile nell'attuale organo collegiale di emissione
Allorché si Vargas annessi e nella
Io pensavo che in queste norme ci fosse l'organo collegiale sistemico che poi non c'è
Secondo problema
è stato detto dal professor Calvi
E da altri colleghi che praticamente in questa norma o è inutile o a delle aggiunzioni superflue
Io nella lettura del primo articolo di questo testo peccato che voi non lo abbiate
Ho trovato che quello che mi pare
Irrazionale in questo sistema
è persino l'abolizione di una frazione del comma introdotto
Quale sarebbe
Dice
Che va abolita
Le situazioni concrete l'attuale pericolo non possono indica essere individuate nel rifiuto dalla persona sottoposta all'indagine
O dell'imputato cioè loro dicono
Noi dobbiamo abolire la dizione persone sottoposte ad indagine
Lasciando integra perché onnicomprensiva Lazio la sola formulazione imputato
Perché lo dicono
Vedete come volendo diventare sistematici finiscono per diventare fuor di sistema
Lo dicono perché secondo loro l'articolo sessantasei volitiva sessantuno
Dice le garanzie dell'imputato sono estese all'indagato
Innanzitutto
Le garanzie sono una cosa e il nome né del soggetto garantito cioè la soggettività delle garantito la garanzie un'oggettività relativa ad un soggetto
Non solo ma quando dice che sono omologate significa che non sono la stessa cosa
Il vero errore
è
O uno nel non aver attuato originariamente la direttiva che poneva quest'anno
Due nell'orrende in conto questo è il primo dato vero non Visco certe accettati amico un compiacenza dice ma questo che vuole questo
Ma hanno costretto a venire lei io in questo modo posso fornirvi accessibili
Ma noi siamo una serie strutture Bonera ma
Dice la direttiva trentasei vedete come già il Codice fu errato
Assunzione della qualità di imputato da parte della persona cui attribuito un reato nella richiesta e incisiva
Nel giudizio immediato ovvero vedete di uguaglianza nella richiesta di misura coercitiva reale o persone cioè praticamente la direttiva che cosa dice
Chiamate imputato
Perché dice assunzione della qualità di imputa
Persino li riceve la misura di coercizione anche nella fase delle indagini cioè praticamente in virtù
Dell'attribuzione della soggezione
Diceva persino reale per cui si porrebbe il problema ove venissero ponevano il problema quindi diventerebbero importanti
Purtroppo avendo così in una fase di indagato perché praticamente le misure normalmente vengono emesse in fase di indagine
La norma diceva questo sorge la direttiva diceva queste o soggetto nel momento in cui diventa destinatario della misura di coercizione reale o personale non si chiama più indagato si chiama immutabile
Nel testo quando andarono a traslocare questa direttiva nella norma
Nel sessanta del siero acquista la qualità di imputato nel momento in cui viene rinviato a giudizio utili due lari acquista in sede di revisione si dimenticarlo di tradurre il terzo come imputata la sorge anziché uno è in fase arretrata del soggetto sottoposto a misura di coercizione personale per reati
A questo punto oggi dicono poi
Questa norma è pleonastica questa dizione una
Noi intelligentemente per renderla sistematica ne togliamo la dizione inutili
Uno questa norma è incompleta non è pleonastico nella dizione perché dimenticano
Che è il soggetto indagato sottoposto all'indagine poiché duecentosettantaquattro lettera c si dirige vuoi alle misure personale
Voi alle misure reali ardono alle reale alle interdittive
La dizione o persona sottoposta ad indagine si rivolge ai Giorgetti sottoposti a misure interdittive
Per cui l'audizione necessita ancora perché quelli là
Non diventeranno mai imputato come perché la norma non li ha presentato ma non li potete rendere perché la direttiva si rivolgeva alle misure cautelari del personale e non alle interdetti
E duecentosettantaquattro nella sua coloritura soggettiva doveva agganciare chiudere
Voi soggetti diventati imputata vere equipollenza del sessanta vuoi Giorgetti non tali giovani praticamente gli indagati
Sto quasi per concludere perché
Uno poi si rende conto che
Trascinare le persone proprio discorsi non è corretto
Non è neppure perché praticamente se l'avessimo dato maggio di contrastare uno si sarebbe alzato avrebbe detto studiato ma tocca incavolata mi stai dicendo
Invece voi in piedi questo è un modo di aggredirli senza dare villaggio
Ho ritenuto di chiarire due cose un'ultima cosa questa norma si può sintetizzare in quattro principi
Questo articolato uno
Per cui se potessi fare mentalmente rammentare quando leggerete semmai diventerà norma
Potreste sinteticamente risolvere tutte le problematiche perché ne pone uno molto interessante
Una forma di patologia traslata l'organo di controllo piuttosto che all'atto
O uno
Il primo problema introduzioni vini efficace poltrone e sarebbe di trenta giorni dei Comuni gli ha parlato il professor Carlo
La Spagna rancore soltanto il fatto è avvenuto
Spengler
Delle edizioni ma possiamo giocare
Ed è inutile almeno riuscite a sorridere piuttosto che dormire noi legata ad Atene
Simonelli provocata non sarà l'iter per un prossimo comprendo ciò possiamo giocare come Bottura non è mai
Va bene vi chiedo se
No ma chi è in Italia non si può dire per
Chi erano meno tiene chiede
Chi è
Va be'Renzo chi è
Arrivando
Dovrebbe fuori normativo che ero contrario
Designazioni perfettamente inutile come mi hanno detto i colleghi attuale in presenza di un presente
E autonoma in presenza di un'esigenza sul piano logico necessario
A me quello che interessa le cose e che hanno introdotto una sequela di nullità
Vi ricordate duecentonovantadue due Ciclobby sopportato anche del dottor D'Urso in effetti a un certo punto il sistema cercato di difendersi in questo dice ed è stata la prima introduzione io rendo sanzione formale Mercury nulla la misura
L'omissione di un dato motivazione
O di un danno atto debito
Qual è stata la prima introduzione fatta all'unica attuale
Se tu aumenti di motivare su argomenti difensivi in emissioni di misura la patologia è formale per cui sia un duecentonovantadue due dici con una nullità testualmente per cui questo è il primo dato
Mi riferiva il collega
Lucio
Si traduce in un blocco della funzione integrativa per cui il riesame la vera patologia oltre a generare era nullità genera un blocco dell'intervento di controllo interno
Per cui praticamente è la patologia si traduce
In un blocco di e migrazione motivazione
Quindi è una patologia sui generis che non si traduce tanto in una patologia dell'atto in sé con caduta dell'atto
Ma con un blocco dell'intervento ulteriore vedete come è stato operato in questo sistema questo
Ognuno
Si son dette si son posto e quindi dell'efficacia sia operato in un sistema parallelo al duecentonovantadue due uccisi
Quando praticamente manca la motivazione sull'autonomia
Per cui
Omologa Ando le situazioni di duecentonovantadue due e cinque alla patologia dello continuazione omessa sull'autonomia si era creato un'altra patologia dell'atto
E qui buona c'è il problema era patologia di tipo relativo
Perché non vivendo del sistema del centosettantotto nelle nei intermedia non essendo testualmente assoluta per cui bisogna farla valere
Ma la
Con il vantaggio della rilevabilità ex ufficio perché praticamente il riesame
Quando interviene
Opera con il suo blocco inefficaci
Per cui la vera novità che io ho trovato eh questa novella forma di patologia non autoreggente ma etero intervenire
Cioè praticamente mentre duecentonovantadue due e cinque
Ti riconosco
Duecentonovantadue due voci era una nullità dell'atto che ricadeva sull'atto credere ai sensi ex ante
Nullo ove eccepito
Oggi qual è la conseguenza rispetto all'autonomia non in città all'autonomia motivazionale non eccetera
Ho la fortuna di una rilevante differenza ufficio
Non ve lo sognate non accadrà mai alleghiamo riguarda proprio
Oppure
Per cui hanno costruito una patologia della nullità il rischio che si è in corso sapete qual è
Ho visto che hanno necessità una nullità immediatamente nulla in altre l'hanno detto e annulla il rischio uguale
Noi dall'ottantotto in poi ci siamo o meglio dal trenta in poi abbiamo cercato di eludere
Lei nullità testuale perché il vecchio Codice del trenta dicevo o le trovate nell'articolo o non c'è niente
Hanno introdotto il sistema di vecchio centottantasette poi centosettantotto delle nullità del sistema
Il problema che correva quest'intervento era di creare tante situazioni di nullità precipua lei per ognuna delle situazioni di carenza motivazionale
E poiché noi scappiamo da tutto ciò che è stato il trenta
Hanno voluto creare questa patologia che è la stessa in termini operativi
Ma non è una nullità relativa di tipo testuale ma in cui la patologia nel due citerò concluse non vi spaventate nel voi qua ne voglia
La patologia del due G è una patologia classica dell'atto in sé
Le patologie introdotto qua sono una patologia di riflesso in quanto non ci andarono tanto la nullità dell'atto quanto il blocco della integrazione
Ho concluso e richiede
Grazie grazie
Questo discorso
Insieme
La mia domanda era ma credete veramente che abbiano si siano posti questi problemi nella nella nella predisposizione
E io ho delle serie difficoltà
Io credo che sappia io vedo
Due questioni non le abbiamo ancora risolto è da stamattina tra l'altro
Il segretario dell'Associazione nazionale magistrati Maurizio carbone che io
Ringrazio bisognerà particolari affettuosa per
Essere stato qui con noi oggi per aver aderito al nostro invito
Ecco
Dall'audizione che l'Anm ha fatto in una Commissione giustizia alla Camera io ho visto che alcuni rilievi
Che alcune osservazioni critiche
Sono state avanzate in particolar modo quella sulla quale poi stamattina è tornato il procuratore Mancuso e cioè del duecentosettantaquattro l'ultima parte l'ultimo periodo del duecentosettantaquattro lettera c
E qui cioè
Questa sorta di diatriba se
Quella dicitura ridicolo secondo cui le situazioni di concreto e attuale pericolo
Non possono essere desunte esclusivamente dalla gravità del reato per cui si procede possa questa dicitura insomma essere di ostacolo per il pubblico ministero a richiedere la misura
Nei casi di un incensurato diceva stamattina il procuratore Mancuso
Ora la la alla fine nonostante l'opposizione dell'Associazione nazionale magistrati la norma è passata in questa
In questa accezione
Mi chiedo se
I rilievi critici sono stati in qualche maniera superate se sono
Stati assopiti oppure se il problema permane quindi sotto questo profilo si può anche intravedere una sorta di problema di costituzionalità
Buonasera e grazie prima di tutto invece alle AA di avermi qui ha invitato per la l'ANM un'occasione importante un confronto importante con rappresentanti della
Dell'avvocatura e anche della della della politica
Ringrazio in particolare il il presidente l'avvocato Mario Papa è stato per me va anche occasione di rivederci dopo una seduta di Laura fatta insieme diciamo la reati nella stessa seduta ieri praticamente
All'Università di Napoli
La lavoro ormai da
Diciotto diciannove anni alla Procura di Taranto ma sono sono a porre napoletano e quindi mi sono laureato quel giorno insieme con Mario favola sessanta ed altri
La NM come
Come si ricordava a stata invitata ha partecipato alla
Ha formulato il proprio parere in sede di audizione
In Commissione giustizia alla Camera
La devo dire mi spiace che non ci sia oggi il Presidente Nitto Palma evidenziare come l'Anm tolto in quell'occasione c'erano anche evidentemente la rappresentante dell'avvocatura signor Presidente Spigarelli
Siamo come Associazione nazionale magistrati chiamati continuamente dalla in audizione alla Commissione giustizia alla Camera per esprimere i nostri pareri devo dire che ultimamente
Ormai da più di un anno non sta avvenendo altrettanto con la Commissione giustizia al Senato sarà
Un un problema che speriamo transitorio
Ma ci auguriamo che insomma che il nostro parere possa essere ascoltato e dato anche in Commissione Giustizia del detto al Senato con l'avrei detto già presente detto Palma non c'è magari qualcuno glielo
Glielo glielo riferirà adempiere un po'il contrario in Commissione giustizia al Senato invece si andava con una certa frequenza quando c'era Guido Calvi dipende
Alle presidenze probabilmente non lo so vediamo che si va da sé che se ripeto un problema transitorio che speriamo l'auspicio è che al più presto venga separavano peraltro che credo che il confronto
Ripeto in questa sede stanno emergendo
Tante cose tante cose interessanti e non sarei così tra l'altro drastico come prima il professor spranga norma dove abbiamo ribattezzato e sulla assoluta irrilevanza dei pareri che sia l'Avvocatura sia la magistratura
Possono evidentemente fornire c'è sempre invece la speranza che la nostra voce venga ascoltata voi
Non solo in Commissione ma poi nella in tutto l'iter per procedimentale in quella sede noi esprimemmo dicevo stavo dicendo un parere
Diciamo così o meglio non negativo generale della
Volendo usare questa formula sulla sul disegno di legge ma
Esprimemmo però particolare preoccupazione
Sulla la proposta di modifica con riferimento appunto alla duecentosettantaquattro lettera c che attenzione addirittura nella originario disegno di legge era ancora più drastico di quello che e poi
Passato alla alla al successivo esame
Perché prevedeva lo leggo nei casi di cui alla lettera c del medesimo comma uno la sussistenza della situazione di pericolo non può essere desunta esclusivamente dalle modalità del fatto per cui si procede
E la personalità della persona sottoposta alle indagini o dell'imputato non può essere desunta unicamente alle circostanze del fatto addebitato
Sapere che invece nella formulazione poi successiva qua come diciamo un passaggio con un migliorativo per quanto riguarda nostro il nostro parere è stato fatto e che ha si fa riferimento sono la gravità del fatto
Lasciando quindi la possibilità di motivare il pericolo di reiterazione in ordine alle modalità di realizzazione del circostanze del fatto
Cosa segnalammo quale fu la nostra preoccupazione
Che evidentemente questa questa questa formulazione
Rendeva praticamente difficilissimo devo dire quasi impossibile il ricorso attenzione non solo la custodia cautelare in carcere ma qualsiasi misura cautelare quindi anche
Ma al di là evidentemente a quelle
Più gradatamente
Nei confronti di soggetti evidentemente completamente incensurati o comunque privi di
Precedenti giudiziari o personali significativi pur di fronte a fatti
Non solo che la dizione commessi con non modalità molto efferate
E ritenere che in circostanze del genere pensano sono anche a anche un omicidio commesso da un da un incensurato
Non poter motivare il pericolo di reiterazione dalle modalità di realizzazione del fatto dalle circostanze fatto addebitato
Avrebbe reso questo fu il nostro campanello d'allarme la l'impossibilità incassi gravissimi di poter ricorrere
A provvedimenti di tipo di tipo cautelare con tutte le conseguenze che ciò che ciò comporta
La variazione il passaggio successivo appunto la il testo attuale le situazioni concrete attuale pericolo anche reazione passione dall'importo non possono essere desunta esclusivamente alla gravità del reato per cui si procede
Dicevo prima rappresentano sicuramente un miglioramento rispetto a quello che il testo
Originaria e che quindi in qualche modo sembrerebbe che i nostri rilievi attenzione non fumo rilievi sollevati solo l'Associazione nazionale magistrati punto ma da da più parti
Siano stati in qualche modo seguiti
Non solo non ero presente stamattina alla
Obiezioni che assumerò allora il procuratore Mancuso resta il fatto che l'aver voluto specificare come fa adesso il la legge
Che la la situazione di concreto pericolo non possa essere desunta sicuramente alla gravità del reato che tipo di interpretazione poi verrà data nell'attuazione concreta in sede di giurisprudenza
Perché è un'aggiunta in più che sembra in qualche modo che potrebbe riportare il problema di della possibilità di adottare delle misure cautelari in in casi ai quali ho fatto evidentemente riferimento riferimento prima
Devo dire che questo approdo questa norma è questo appunto nei consente di introdurre cioè di per fare un ragionamento riflessione riflessione più ampia
E che in parte è stata aperta anche dall'intervento precedente della dell'avvocato dell'avvocato vita cioè cosa dico
Che troppo spesso molto spesso non solo la discussione su un tema così delicato quale appunto quelle misure cautelari
Viene calata nel dibattito più ampio sia su quanto riguarda la situazione cacciare devo dire qui e l'unico aspetto del quale mi trovo d'accordo sull'intervento prima e l'avvocato spalancare codice
Il la sensazione e che anche questa norma sia un tentativo una scorciatoia da parte del legislatore di cercare di
Superare la questione carceraria di fronte dall'alto alla scadenze ormai imminente indica che la sentenza Torregiani
Una scorciatoia che come tale evidentemente non può invece risolvere un problema quello carcerario che molto più
Grosso che richiede del delle evidente lo diciamo da tempo come Associazione nazionale magistrati gli interventi strutturali di altro tipo che non possono essere quelle di una
Riforma fatta
Più o meno bene in materia di di custodia cautelare ma l'altro aspetto che purtroppo secondo me troppo spesso mina il dibattito su una materia così delicata
E quella dell'accusa che periodicamente e per non dire quotidianamente viene mossa alla alla alla magistratura di un abuso della custodia cautelare
Accusa che devo dire diventa in alcuni casi da sedeva quasi ossessionante anche nei deliberati dell'Unione Camere penali non la non lo nascondiamo ma anche nella nel dibattito nel dibattito politico
E realtà e tanto ripetuta questa affermazione quando in realtà molto spesso non
Sostenuta da dati reali
E consentitemi non voglio tediarvi ma solo brevissime possono essere di aiuto alla riflessione invece dare qualche dato
Faccio riferimento ai dati quanto comunicato al Ministro della giustizia nell'audizione alla Camera dei deputati alla tredici ottobre due mila il tredici
In quella data erano presenti le duecentosei istituti carcerari italiani sessantaquattro mila cinquecentosessantaquattro detenuti a fronte di una capienza regolamentare di quarantasette mila cinquecentonovantanove unità
Di questi detenuti ventiquattro mila settecentoquarantaquattro so perfettamente indagati o imputati in custodia cautelare dei quali circa la metà in attesa di primo giudizio
Allora sono dati già al di là della loro nudità in realtà non sono on o comunque dai quali non emerge una
è evidente o come si vuol far credere sproporzione tra detenuti definitivi e detenuti il regime in regime cautelare soprattutto siamo nella media di quelli che sono gli altri Paesi europei
Attenzione che i dati vanno letti con tenendo conto della diversità dei nostri sistemi processuali si ricordava prima appunto dei sistemi di common law particolare
La la sentenza di primo grado e già definitiva e quindi evidentemente tutta una serie di detenuti che risultano detenuti definitivi in quei paesi risultano invece in cautelare nella nostro sistema processuale
E quindi facendo invece un'analisi di questi dati tener conto di queste differenze siamo in realtà nella media degli altri degli altri Paesi Paesi europei
Va aggiunto tra l'altro
Che dite
Evidenziare quelli che sono poi la la tipologia dei reati per i quali il vi è carcerazione detentiva con riferimento a quei dati in particolare
Si evidenzia appunto sempre dai dati fornite da quella relazione ma credo sia stato detto anche degli interventi di stamattina che impatto ha scontato ben diciannove mila centodiciannove dei detenuti
Cautelari sono Perra reati legati allo spaccio di sostanze stupefacenti articolo settantatré
Mentre limitato per non dire limitatissimo il numero di detenuti per reati finanziari e contro la pubblica amministrazione all'epoca il dato ottobre due mila tredici era di trentuno unità
Aggiungiamo inoltre
Che
Sono in studio sempre con riferendo tipologia dei reati
Tre mila cinquecentosessantaquattro persone in stato di custodia cautelare per il reato di rapina e il mille ottocentocinquantadue i detenuti per il reato di furto
Attenzione che poi non c'è il dato disaggregato ma sappiamo bene che spesso il titolo custodiale rapina sono anche rientrano anche le rapine impropria per capirci quelle della furto al supermercato con uno strattone alla al vigilante
Tutto questo
Per evidenziare
Che le polemiche che vengono sollevate e attenzione non possiamo negarlo vengono si parla spesso troppo spesso di abuso della custodia cautelare proprio quando ci sono del
Magari misure cautelari provvedimenti eclatanti nei confronti dei colletti bianchi
In quel caso si rileva cioè la levata di scudi dell'abuso della custodia cautelare i dati in realtà parlano di trentuno detenuti
Possiamo aggiornarlo ieri a Taranto c'è stato un arresto in flagranza di reato per concussione saranno trentadue
Ma il dato è evidentemente assolutamente problemi oserei dire irrisorio
E non può essere giustificato
Dalla dalla in un Paese dove sappiamo che il tasso di corruzione
Come stimato sia dalla Corte dei conti sia da tutte le
Classifica in materia di percezione
Della corruzione del nostro Paese evidentemente evidentemente elevatissimo allora più di abuso riconoscere di custodia cautelare da questi dati sembra poter in realtà emergere che ci siano evidentemente gli effetti discorsi
Cioè nel senso che la custodia cautelare sembra funzionare soltanto nei confronti di certe tipologie di reati verrebbe da dire nei confronti di razza di tipologie di detenuti e di imputati chiedo scusa
Effetto distorsivo che
Devo dare atto che nel tempo non l'avvocatura si è un po'ricreduta per esempio sugli affetti perversi ahimè della legge ex Cirielli
Chi ha creato delle evidente distorsioni in materia
Cioè rafforzando la custodia cautelare particolare la custodia cautelare in carcere soprattutto legata alla sono personalità dell'indagato
Rettore quindi il sulla recidivi tali comportamenti
Sulla sullo Stato sulla sulla sulla recidiva
E sempre meno su quella che invece sono le esigenze cautelari legate alla modalità di realizzazione legate alla esigenza di tutela probatoria per
Che pure va evidentemente a fondamento di provvedimenti di provvedimenti cautelari
Se questa ripeto il questi dati da questi dati emerge questo tipo di distorsione dell'affetto della sistema attuale della custodia della custodia cautelare questo disegno di legge
A.N. non non ci aiuta
Ne danno proprio quella lettera quella lettera la modifica alla lettera c dell'articolo duecentosettantaquattro nel momento in cui va anche se adesso più a attenuata rispetto al testo principale
Al testo precedente evidentemente incidendo ancor i il impedendo la possibilità di
Motivare la il pericolo di reiterazione dalla gravità del fatto ancora una volta va ad individuare un sistema cautelare che si fonda principalmente sulla personalità della
Dell'indagato quasi al una sorta di cautelare d'autore
Piuttosto che sulla effettiva sussistenza di concrete esigenze esigenze cautelari
Altro aspetto
Di criticità che
Abbiamo abbiamo sollevato è quello relativo all'articolo quattro del disegno di legge che ha sostituito
Il comma due bis dell'articolo duecentosettantacinque non so se ne avete discusso anche di questo aspetto di questo assetto aspetto stamattina
Il testo prevede che non può essere applicata la misura della custodia cautelare in carcere o quella degli arresti domiciliari se il giudice ritiene che con la sentenza possa essere concessa la sospensione condizionale della pena
O se ritiene che all'esito del giudizio l'esecuzione della pena possa essere sospesa Ai sensi dell'articolo cento cinquantasei comma quinto
Nulla di nuovo devo dire con riferimento sospensione condizionale della pena perché va in realtà anche nell'attuazione pratica la giurisprudenza era stata estesa la norma non solo alla Consob regolare in carcere ma di fatto avete arresti agli arresti agli arresti domiciliari
Qualche
Ripeto riflessione secondo voi delle criticità vanno invece
Emergono vanno dette con riferimento appunto alla sospensione sensi articolo duecentocinquantasei comma quinto questo perché
Perché ci sembra che tale norma chiarezza una confusione tra istituti misure cautelari e sanzione penale ontologicamente diversi
Appartenenti a fasi procedimentali ben distinte una dall'altra rispondenti a di a differenti finalità
E devo dire avvalorando in maniera ingiustificata quello che
Noi noi spesso respingiamo cioè l'idea di una misura cautelare che non è altro che un'anticipazione della pena
Cosa che noi stessi magistrati respingiamo l'accusa che viene
Che viene fatta un uso distorto della della misura cautelare ma questa norma se ci riflettete sembra quasi avvalorare questa idea nel momento in cui prevede che
Già nella fase cautelare cioè in fase di indagine preliminare il il giudice debba fare una valutazione prognostica sulla possibile esecuzione
In in sede sospensione della pena in sede di esecuzione confusione tra istituti sembra quasi appunto avvalorare l'idea che la custodia cautelare sia nient'altro che l'anticipazione della pena
Tra l'altro anche qui
La indenne osservato nel parere espresso sulla riforma
Che questa norma rischia di spostare notevolmente il punto di equilibrio tra il necessario rigore sotteso ogni libertà della libertà l'ogni limitazione libertà personale a tutela della sicurezza a detrimento di quest'ultima ricordo infatti
E la soglia di pena prevista per la sospensione dell'esecuzione di tre anni e quindi una una soglia decisamente alta che potrebbe in futuro essere perfino aumentata consigliata l'estensione operata dal decreto carcere sull'affidamento sull'affidamento in prova
E quindi tale disposizione potrebbe produrre largamente su ipotesi di corruzione siamo sempre lì sul reato di natura societaria frodi e altre uno ulteriore ostacolo all'applicazione all'applicazione di misure cautelari oltre che
Consentitemi onestamente
Appare difficile davvero conciliare una prognosi di pericolosità sociale un pericolo attuale e concreto nel corso delle indagini e quindi di reiterazione di fatti
Con una una prognosi di accesso alle misure alternative ai sensi degli articoli quarantasette quarantasette ordinamento fai fare la sentenza di anticipare la stare
La D'Anna ancorché la quantificazione della pena
Questo voglio dire
E noi è molto direttiva l'ASP è morto nel modo di vedere grazie
Un se
Cinque anni ultima un'ultima considerazione
Per
Devo dire che un e qui dobbiamo
Credo le dobbiamo e possiamo essere tutti d'accordo nel nulla nella riflessione magistrati avvocatura uno dei difetti della legislazione e la custodia cautelare
Secondo me nuvole sempre i massimi e Chatterley troppo spesso il legislatore agisce sull'onda emotiva di singoli fatti di singoli episodi
Sì legifera per deve rispondere all'opinione pubblica e all'emotività di certi di certi fatti
L'esempio credo più eclatante che si possa fare sono state proprio le introduzioni di meccanismi
Limitativi della discrezionalità del del giudice nell'applicazione delle misure di custodia cautelare cosa della quale noi siamo assolutamente contrarie le tant'è vero poco questo a dimostrazione
Come che non c'è
Che tutti tesi magistrati non vogliono assolutamente abusare della misura che non c'è l'abuso dove la misura cautelare che poi
Interventi che hanno posto rimedio a queste storture dalla Corte costituzionale sono state sollevate proprio dalla dalla magistratura
Per respingere questa è un punto nelle ipotesi di
Vi custodia cautelare obbligatoria è giustissimo infatti non mi ha meravigliato la posizione dell'Anm in Commissione giustizia alla Camera contraria agli automatismi perché ogni automatismo
Da un potere al legislatore di legare le mani al giudice prima il giudice di quell'autonomia di giudizio questo è fuori discussione mi chiedo e ti chiedo se
Non vedi per caso in questo un occasione persa nel momento in cui però quell'articolo quattrocentosedici bis è rimasto
Proprio a proposito delle osservazioni che correttamente facevi cioè che spesso si legifera sotto una sorta di info norma sorta proprio un'influenza spesso anche ma l'Inter per tratta dell'opinione pubblica
Anche perché
Si lascia lì un quattrocentosedici bis come presunzione relativa inadeguatezza assoluta della custodia carceraria ma intanto però la Corte Costituzionale ha demolito l'articolo sette
Sigle vero è stato fatto salvo il quattrocentosedici bis
Ma il concorso esterno è una figura molto più vicina all'arte all'aggravante dell'articolo sette anziché a quella del quattrocentosedici bis come partecipe
Romano che
Nel mentre quelle un'occasione mancata ribadisco che siamo gli automatismi ovvero se i fatti lo hanno dimostrato non sono un bene
Positivo a questo punto anche devo dirti la l'aver eliminato lo ha
La l'obbligatorietà la custodia cautelare in carcere in caso di evasione
è stata eliminata dalla dal disegno di legge che li costringeva ad applicare questo legato a quel punto non applicare nessuna misura cautelare per fatti per fatti di modestissima gravità identità
E come anche positiva non obbligatorietà della inasprimento della della della misura cautelare in caso
Di di violazione della dei misura più
Più più gradata
Chiudo
No
Insufficienza di questo
Di questo intervento ed altro non è io non sono
Critico sul fatto gli abbia recepito come si diceva prima ce l'ha recepito la giurisprudenza quello fosse un fatto della giurisprudenza per l'abbiamo creata insieme insomma tra nelle aule tra noi avvocati
E magistrati sollevando sollevando le varie questioni magari si può dire alcune cose erano superflue visto che ormai gialli applicavamo
Ma non non mi sembra un dato diverse evidentemente evidentemente negativo anzi forse apprezzamento per quello per quello che se
Per quello che si è fatto
è però l'ennesima dimostrazione che in realtà certe questioni ed
Quella custodia cautelare assolutamente delicata richiedono degli interventi strutturali sull'efficienza del processo
Perché quello evidentemente il vero problema io prima o ho ascoltato anche la le le questioni
Della giudice collegiale
Olio giudice del giudice monocratico non o delle mie certezze devo dire che non credo che però questo sia sia sia il vero problema
D'altronde il il giudice sappiamo benissimo giudice dell'udienza preliminare oggi come oggi commina in abbreviato anche la pena dell'ergastolo comminare quindi non può benissimo emettere e atta a l'altro a tutto il tempo per valutare
Le le richieste che gli vengono dalla dalle Procure più problematico secondo me sono i i giudici tra l'altro i tempi ristrettissimi in cui il tribunale del riesame
Deve poi valutare quella massa di carte che il libro dei crediti edilizi si perviene
Devo dire poi il ragionamento che ha fatto Spangaro poi se qualcuno l'ha capito che lo spiega perché
Porre l'accento sul fatto che venga dato un
Che sia un problema che il giù il Tribunale del Riesame abbia un po'più di tempo per scrivere meglio le motivazioni devo dire che ragionamento davvero incomprensibile
A me sembra che il problema sia spesso purtroppo il contrario perché è una materia del tempo esattamente il tempo per decidere che poche le possa essere tre quattro cinque dieci giudici ma è il tempo per sia
Al
La la questione la questione più importante a si potrebbero non ho delle idee chiare
Valutare allora magari che sia un giudice
Per carità tre giudici un giudice collegiale emettere l'ordinanza ma questo farebbe poi secondo me rendere superfluo il riesame io sono d'accordo due collegi non non non aiuterebbero
E quindi la la la questione sicuramente
Con l'Avvocatura confrontarci seriamente superare certe certi secondo me pregiudizi
Confrontarci seriamente su questi temi confrontarci sulla efficienza della
Del processo non c'è oggi non ha ancora avuto il Sottosegretario Ferri noi l'altro a a settimana siamo andati dal ministro
Notavamo come fatto oggettivo e da due anni che c'è questa Giunta della Associazione nazionale magistrati noi abbiamo incontrato in due anni il terzo Ministro della Giustizia
Ed è obiettivamente difficile ottenere chiedere continuità che
E siamo andati lì ahimè a chiedere più o meno sempre le stesse cose perché non è punto cambiato quasi nulla contre questi due anni e quelle anziché erano delle nostre richieste urgenti adesso sono diventate delle vere e proprie emergenze per tutti
A partire lo sappiamo bene al personale di cancelleria che tra un anno e mezzo nei prossimi prepensionamenti altro che stare qui a parlare di di di dieci giorni o dei trenta giorni della motivazione negozi
Sarà saremo al collasso al collasso al collasso totale nostra direttamente
Da la situazione carceraria Ottava Civile nuovo so so evidentemente divagando
All'olimpico e concludo anche in questa sede ne approfitto e
Trovare invece
Su temi così delicati delle intese con l'avvocatura insieme possiamo evidentemente
Lavorare e cercare cercare sperare di ottenere qualche risultato in più grazie grazie Carbone
Io chiamo in causa immediatamente un autorevole esponente dell'Unione Camere penali quale Michele Cerabona perché
Il dottor Carbone sì fa tende la mano nella parte finale del suo del suo intervento chiarissimo
è utilissimo per noi tutti però ci sono due affermazioni avvocato Cerabona che non possono passare inosservato
Intanto cioè una visione una
Concezione precisa che il dottor Carbone a illustrato e cioè secondo l'Associazione nazionale magistrati
Non c'è un abuso della custodia cautelare tanto meno un abuso della custodia cautelare in carcere
Siamo nella totale media europea anzi nel in alcuni Paesi occidentali la sentenza di primo grado diventa già sentenza definitiva per cui non sarebbe manco più custodia cautelare ma sarebbe l'esecuzione
Della della della pena e dulcis in fundo tutto sommato anche l'opinione pubblica anche voi stessi avvocati vi lamentate del problema fate affiorare questo problema quando si sbatte in galera qualche colletto bianco qualche persona eccellente
Ecco è questa la fotografia della situazione chiedo alla all'avvocato Cerabona e soprattutto
Se le posizioni se la posizione di camere penali dovesse dell'avvocatura
Dovesse essere diametralmente opposta quali margini per ricucire vi sono anche perché giustamente tra qualche minuto avremo qui il Sottosegretario Ferri
Che costituisce un po'la linea di continuità con il precedente Governo essendo
Gli stato sottosegretario anche nel precedente Governo e quindi cambiate nessuna giustizia fortunatamente c'è una linea di continuità almeno a livello di Sottosegretario
Da questo punto di vista è chiaro che anche con l'avvicendamento di soggetti diverso alla
A di aree Lula
Diventa difficile poi
Inter penetrare il volere o comunque i desiderata della della magistratura associata e dell'Avvocatura associato no
Se sia
Che io stamattina sono venuto qui con le idee chiare
Verlato quelle vedo un futuro lo dico con grande e non per l'Aglianico pennello offerto a Fazio
Beh qualche intervento pomeridiano mi ha turbato
Non ho compreso onestamente alcune affermazioni io però sono un testardo
E quindi ribadisco un giudizio positivo sull'intervento legislativo del quale ci siamo occupati
Me lo ribadisco nei limiti in cui l'ho affermato stamani
Perché ho detto che non è sicuramente un intervento risolutivo del problema
Ho anche letto
Che molto probabilmente non sono autorizzato a dire come Renzi giusto per ricordare
Un passaggio del mio intervento stamattina che
Noi lo facciamo non perché ce lo impone l'Europa invece sembrerebbe di sì perché la sentenza Torregiani pare che ce lo imponga ma mi sarebbe piaciuto dire che lo facciamo per come dire nel rispetto della nostra cultura giuridica della natura giuridica dei nostri Pato
L'ho ribadisco ritengo che sia un intervento positivo
Ed è un intervento con il quale il sostanzialmente si vuole dire al giudice perché questo è il messaggio è un messaggio quel questo provvedimento
Si vuole dire al giudice ancora una volta quel che si tentato di dire da sempre
Perlomeno Aldo ad Alda holding dall'entrata in vigore il nuovo Codice che la carcerazione preventiva è la estrema ratio alla quale fare dunque
Se c'è un attuale in più era necessario e non è necessario è stato messo
Ma era necessario forse scrivere in un antico nel nostro Codice
Che quando non c'è
Nell'idea che la soluzione via viene interviene ogniqualvolta esuberi
Il ragionevole dubbio
Intuitivo la condanna comporta una certezza quindi devi superare qualsiasi sia ragionevole dubbio cioè noi abbiamo assistito in questi ultimi
E loro l'ho detto e lo ribadisco ad una serie di interventi con i quali il legislatore ha cercato di ribadire alcuni concetti fondamentali rispetto ai quali fare fare
Culturalmente non ci sia stata un'acquisizione
Da parte della magistratura diciamolo con franchezza e poi verificheremo i numeri
Poiché
Non sono trentuno
Dovrebbe io sono intervenuto nel dovrebbe ma non è mai non è positiva dal dottor Carbone sulla se gli imputati istituzioni soggetti che rispondano di concussione sono dati che si riferiscono al ritenne sì punti-vendita una nave nomina quelle cautela sole perciò dicevo
Ma allora mi sono preso in mano al servizio dello fossero dentro un'operazione che vede e per concussione ma dell'Aula cosa una cosa singolare perché qui stiamo parlando solo probabilmente qui siamo dicendo ma anche i percorsi sessantamila determinatosi
Però il solo ventisei mila sono in questo solo venti sei mila e solo ventitré mila per cento Sesa allora guardi non lo so quanti sono adesso modo siamo lì
Con i numeri ma ma scherziamo ventisei mila persone quindi da questo che conta
Vi sembrano pochi si va in Inghilterra saranno trenta mila mai
Chiede diceva stamattina che siamo duecento anni avanti o dovremmo essere duecento anni avanti cultura giuridica rispetto agli altri Paesi
Spesso diciamo ma
Quindi negli Stati Uniti si fa così dimenticandosi che negli Stati Uniti sono seimila anni indietro
Dietro nostra cultura sono
Esaurisce la pena di morte ma di che vogliamo farlo vari che voglio
E allora non dobbiamo guardare all'estero dobbiamo guardare all'interno nel nostro Paese dobbiamo guardare
A alla nostra storia e i nostri principi
Alla tutela dei diritti fondamentali ad una cultura giuridica che pare purtroppo sia degradando perché per questo
è l'aspetto del problema che più ci interessa a ora vedete la
Valutazione positiva di questo
Di questo provvedimento
Io dicevo stamattina
Perché ho lasciato il vecchio Codice con soddisfazione nel vecchio codice c'era quella formuletta pigra Consiglio
La definitivo vista la gravità del fatto di precedenti penali se si arrestano del sud
Abbiamo cercato di superare
Salutiamo il Sottosegretario ferrei diciamo sia
Attraversa
Dicevo
Deve rispondere a un sacco di domande ma era per le appunto di riceve formulate assoluta
E soprattutto chiarire gli aspetti che ci resta verrà così
Dubbi
Qui si aggirava
Sul
Un saluto
Dicevo rispetto rispetto io sono rapido nella conclusione così diamo
A Roma
Sociologico
Dicevo problema dell'Italia il problema sostanziale
E non possiamo fare a meno di di di considerare
Che da un lato
Ci troviamo in presenza di un
Disegno e di un comunque di una proposta di legge la quale
Supera quelle obiezioni che stamattina rappresentava
Cioè nel momento in cui sostanzialmente
Si fa riferimento alla necessità di un giudizio autonomo e quindi all'autonomia del giudizio
Voi ricordate che
La critica che veniva da questo difensore da questo avvocato era passata affatto che spesso si faceva ricorso a quel taglia incolla quindi
Sostanzialmente ad una sorta
Di recupero del pensiero di altri che poi
Si spacciava come pensiero proprio ma in realtà
Era un pensiero il quale nasceva in una caserma dei Carabinieri per poi
Come dire andare avanti attraverso
Sostanzialmente la richiesta applicativa di misura cautelare l'applicazione della misura cautelare
Ragione guida quando dice
Se non c'è nessun riferimento al tempo ecco questo per esempio ricevuto retto
Si potrebbe migliorare
Perché anche sulla giudicato cautelare conserva detto guida per la verità che sul giudicato cautelare
Adesso c'è una giurisprudenza piuttosto consolidata nella quale se esiste il novum
Evidentemente il giudicato proprio in ragione d'essere sul tempo il sud però ci sono su su questo c'era una interessantissima proposta che è stata fatta in sede di audizione
Dire dell'Anm delle Camere penali
E tentava di modificare il fatto nuovo con le ragioni nuove emergente giudici credo che quella sia una rivoluzione copernicana problemi mi pare però alla fine insomma
Assolutamente perciò legavo anche alla
Rilievo correttamente fatto dal collega guida
Sul passaggio del tempo che non non riceve all'interno di questo messaggio perché glielo dirò loro lo concepisco come messaggio
Alla Magistratura nel ribadire quelli che dovrebbero essere i principi informatori del nostro nuovo Codice di procedura penale e allora sostanzialmente
Nel momento in cui
Sì sostiene ad esempio con riferimento
Alla gravità del fatto con riferimento alla circostanza secondo la quale
La sulla gravità del fatto non può essere tant'è che ci aiuta la espressione esclusivamente
Ragione della
Emissione di un'ordinanza applicativa di misura cautelare
Perché equivarrebbe a a a ritornare alla formula secondo la quale per certi tipi di reati vi è l'obbligatorietà televisione dall'ordinanza precari
Mi pare chiaro questo ed è anche vero che esiste purtroppo giurisprudenza dalla Corte suprema che sembra accreditare questa soluzione quindi nel momento in cui in una norma di legge si scrive espressamente che non è possibile fare ricorso all'applicazione di misura cautelare
Esclusivamente sulla base della gravità del fatto si cerca di arginare quella giurisprudenza ma qualcun resiste non so se quindi è un provvedimento che sotto questo aspetto a mio modo di vedere
Merita la nostra approvazione il nostro plauso anche se va detto perché se no ci prendiamo in giro che sicuramente non è
Sufficiente a risolvere le problematiche nei solleviamo perché dobbiamo incidere attraverso un momento di formazione culturale diverso
Abbiamo detto diciamolo con franchezza e questo e io lo dico dottor Carbone laddove gli diceva cerchiamo di trovare un'intesa
Noi siamo ben lieti
Di restituire al giudice maggiore discrezionalità rispetto a quello
Che gli viene conferita dal legislatore evidentemente il legislatore comunque i provvedimenti ha mostrato non tanta fiducia
Dobbiamo fare vergognoso limitare ecco però ancora non è certo questo il vostro dovrebbe essere allora
Si e dovessimo andare avanti su questa strada
E dovremmo rivedere quella normativa alla quale pure lei faceva riferimento della recidiva obbligatoria che determina quelle bene astronomica rispetto a fatti che poi non possono essere valutati dal Giudice
Comportano necessariamente
Il ricorso a quelle bene che sono veramente sproporzionate rispetto poi alla reale entità del fatto
Guardi gli ordini grazie filastrocca grazie Michele
Era
Cresce dell'avvocatura
Fra celebrare giustissimo
Io voglio lanciare una provocazione
Oltre quella che verrà virtuosa ed è chiamato per questo
D'Ambrosio De
Possiamo parata solamente dire che se riuscissimo a
Normativizzate un concetto quale l'equilibrio
Probabilmente tutti questi problemi sull'abuso e il discorso della custodia cautelare lo risolveremo
Cosa voglio dire
Ma scherziamo poco convinti che forse la custodia cautelare talvolta è uno strumento
Che viene adottato con discrezionalità eccessiva
Nella misura in cui
Si cerca di risolvere il problema
Che la collettività pone
Attraverso
Una applicazione al caso specifico di natura esemplare
è forte come concetto
Ma per paradossale che sia si potrebbe risolvere il problema
Della ulteriore rivalutazione della ulteriore motivazione dell'attualità e del pericolo e di tutte queste cose di cui noi oggi abbiamo discusso
Con la parola semplicissimo
Applicazione delle regole che ci sono rispetto delle regole
I cui libri o nel rispetto delle regole da parte di tutti
Sul punto
Abbiamo parlato di tempi tempi per la motivazione abbiamo parlato di tempi nell'applicazione la cosa che
Mi preoccupa di questo diversi disegni di legge perché non si parla di tempi della difesa
Io purtroppo ero assente
L'interrogatorio di garanzia si tiene i cinque giorni
Di solito si deve affrontare venti faldoni
Dato che è studiare quando il Pubblico Ministero che ha condotto l'indagine ha avuto un anno un anno e mezzo
Il G.I.P. veramente la custodia cautelare o altra misurava studiata per un altrettanto anni
Il difensore ha e costretto vedo obbligato in quei cinque giorni
Non solo ad articolare ma suggerire una difesa
E spesso gli viene detto avvocato se avvalso della facoltà di non rispondere
Poi che
Il non dispongo che non è più un diritto
Legittimamente riconosciuto all'indagato o all'imputato che sia
Quasi come se fosse una ragione di censura ulteriore
Ricordo che proprio Vassalli Giuliano Vassalli parlava del diritto di difendersi tacendo o del diritto di difendersi nei campi spostiamo il tempo sul riesame
Si discute sui trenta giorni della motivazione sulla possibilità io potrei farne anche a meno della inefficace
Perché può essere un sistema contorto sue
La necessità di dare una motivazione per evitare
Di incorrere nella sanzione e qui entriamo in un discorso ulteriormente più grave il concetto di efficientismo della giustizia
Vi è la vera catastrofe del processo che noi viviamo
Noi non viviamo un momento in cui
La cultura della giurisdizione ci porta da vere
La sensibilità verso la giurisdizione noi siamo vittime
Vittime sacrificali della cultura dell'efficientismo
E scusate il mio da avvocato
Nicola nel momento in cui si applica una misura e ho dovuto tacere perché non potevo far fronte potevo articolare una difesa in sede di interrogatorio
Ho altrettanto dieci giorni per la fissazione del riesame e in questo va incluso il tempo che si perde per ottenere materialmente le carte per poterle studiare
E un intervento in tal senso io nella
Disegni ragion lo vedo
Allora
Quando ritorno al discorso dell'autonoma valuto un lotto valutazione quando mi si dice che al G.I.P. è richiesta un'autonoma di valutazione con tutti i dubbi che io vi ho sollevato
E deve quei quali rimango estremamente convinto non mi si dice come
Come faccio a censurare la mancata autonoma valutazione cioè dove io verifico il riscontro che il G.I.P. non ha operato
Non ha operato un'autonoma valutazione Maglionico
Ma non ho la possibilità
Io non avevo la materiale possibilità la alla possibilità tangibile allora come si dice guarda tu hai Luigi può può
Sentire i testi che il Pubblico Ministero Seasons escluso in sede di indagine o il G.I.P. prima di emettere la custodia cautelare può disporre una perizia delle intercettazioni telefoniche spesso fondate sui brogliacci
E sappiamo benissimo come vengono interpretate omessi dice il G.I.P. fa un potere autonomo di intende integrazione delle indagini nel momento in cui ricette
Il carteggio
O altrimenti eh un nato morto l'autonoma valutazione
Perché e io difensore non ho la possibilità di vagliarla e diceva
No però è sul posto nel senso che Dubai diede valuti il provvedimento che mette in CIPE quindi ex post dovresti verificare qual è il parametro e impreparato valutativo qual è Peppe che io penso che il legislatore sempre su l'ascolto di quello abbiamo detto all'inizio cioè che si è limitato a recepire i principi stabiliti dalla Cassazione negli ultimi quantomeno negli ultimi due anni abbiamo se vogliamo poi parlare non possa essere l'unico rilievo che tutti abbiamo fame azionisti però capitoli io credo che legislatore
Abbia pensato a quel fenomeno che un fenomeno veramente
Deleterio che non dovrebbe ma anche essere sanzionata attraverso una norma
E cioè di un G.I.P. che acriticamente a recettive fatto confluire nell'ordinanza custodiale la richiesta del Pubblico Ministero
Tra l'altro la stessa Corte di Cassazione riconosce questo per il titolo cautelare personale ma non per il titolo da operare reale ne ho fatto rispettare oramai mai il correttivo verbale
è semplice io ritengo che per poter valutare un'autonoma valutazione da parte del CIPE io non posso andare a censurare quello che può essere un artificio verbale
Perché sai benissimo che lo stesso concetto se lo vogliono recepire acriticamente posso utilizzare una formula è una costruzione verbale o logica che me lo conferma dicendo cose apparentemente è diverso
Io devo avere dei dati emergenziali concreti
Che mi consentono
Di censura l'omessa volo valutazione io parlo ancora di omessa motivazione perché
Se
Nel momento in cui
Acquisisce la riga se il Pubblico Ministero è una e strumenti pungitopo quale giudice terzo e perché io mi preoccupo Mario perché il giudice il giudice per le indagini preliminari all'atto dell'emissione dell'ordinanza di custodia cautelare
è il momento iniziale principale di un fenomeno che sia una terzietà
E non cambiasse in fase di indagine o in fase di dibattimento anzi in quel momento la sua terzietà
Oggi siamo in tema di terzietà soggettive terzietà oggettiva visto che parliamo di giurisprudenza europea no
Rispondenza europea ha messo sul campo ha parlato ha differenziato il concetto di soggettività EUR di obiettività né la terzietà cosa che
Concetto che hanno rimane estraneo nel momento in cui interviene ed interviene sulla cautela sulla persona interviene nella sua forma più alta di giudice terzo
Se esprime una terzietà e deve essere una garanzia
Per l'imputato e per la collettività in nome della misura che accoglie da parte del proposta dal Pubblico Ministero deve avere dei parametri
è una operatività l'ambito di operatività che io difensore posso anche censura non può essere un artificio verbale
Noi rischiamo di pettinare le bambole come diceva avvocato dello
Non si addormenti promossa ostentare no no l'altra la domanda è questa così impossibile giudicare se
Il provvedimento che ha esitato il G.I.P. è un provvedimento che si è appiattito totalmente fino a perdere di autonomia critica
Nei confronti del pubblico ministero del richiedente è così inviamo disponevo un altro problema Mario mi ponevo il problema che pone Peppe in questi due innanzitutto perché scusami
Un enunciato normativo in cui ci dica va equilibrato alla denunciato dell'Egitto è una norma che non significa niente praticamente abbiamo detto buco è una di quelle affermazioni
Proprio di principio che ho fatto comodo a chi deve motivare perché tanto dovremmo prima interpretando la norma Empoli aumentarlo e poiché la norma in cui civica con equilibrio e Commissioni non significa niente
Il secondo dato
L'anomalia di questa autonomia che tutti ci deve essere necessario sai qual è l'effetto perverso attuale
Che se il G.I.P. volesse recepire la motivazione perché logica e coerente del PM dovrebbe introdurre un terzo da otto nell'autonomia assoluto cioè se tu ricerche un dato di diversità
Ciò è praticamente noi oggi passiamo da un eccesso di motivazione per relazione
In cui ci si attesta sul già scritto ad un obbligo di motivazione diversa anche non condivisa perché praticamente noi diremmo tu hai usato la stessa terminologica
A me il problema è scusatemi io stavo quasi dormendo qualche queste cose non è che mi piacciono
Pure perché son venuto impreparati qua ci vuole una sola no
Che io ho conosciuto
Le motivazioni Egitto vanno scritte con inchiostro e con la pietra voi direte perché
Perché e
Quando ho visto nelle motivazioni scritte a casa con l'inchiostro e con l'APEM erano costretti a pensare già quello che scrivevano nel momento in cui lo descrive
Oggi il dramma sostanzialmente perché la vettura senza descrivere non ha alcun significato la possibilità di leggere traslare elettronicamente il periodale
Determina un'assenza immediata della lettura rispetto alle
Per
Lui è inutile che giriamo intorno gli enunciati normativi riequilibra un significato
L'enunciato di autonomia che giudici non sanzionato testualmente sanzionati
Porta un effetto perverso con cui il CIPE per trincerarsi direbbe il PM ha detto no
Io dico che era quasi notte perché se tu dici che ha detto che è nota non è auto
E poi in assenza di problemi l'autonomia rispetto a per unità di persone perché qua la la il sindacato di esigenze poste cumulativamente abbiamo
Se vedete riguarda Tiberi incensi si ritiene che la gravità del re qua il problema vari era venti e la coscienza è inutile che giriamo intorno al problema
Anche perché io prendo atto che tumori venti giorni
Ma può avere un riesame dei dieci giorni deve leggersi il vero problema è che non c'è tempo
Se il paradosso è che noi pensiamo agli atti debbo fare eco ma qua non si legge altro che la misura se si legge e molte volte leggiamo le pagine che ci riguardano figurativo
Sì ma
Cioè il problema è l'ordine
Sei convinto Erasmo che una richiesta di cautela aree e e successivamente un titolo cautelare debba per forza di cose formarsi di mille mille duecento pagine voglio dire se c'è un arrivo guastato snaturato il fondamento il processo di oggi se leggi la relazione
Era costruito per unità soggettive no era rifiutata la connessione h quell'atto al pronto non pagando seppur scusi presentano la
Per un attimo non subirà una sua autonomia mai mai mai non ha mai subito avvocato Fusco
No però sempre con garbo lo riconosco
è il problema è che qua l'amore per il cumulo l'amore per i maxiprocessi l'amore perché bisogna e uscire sul giornale
Io hanno arrestato un mafioso ma che cavolo a ciò significa
Hanno fatto è una retata San Giuseppe a spiegherò più avanti e il problema nasce dopo la retata
Per loro puri esame Burgin il problema il Codice si era posto testualmente rifiutata discredito
Ed alla votazione hanno creato economicamente conclusivo interferenza prova ad oggi capisce più niente per cui si va alla e oggi sceglie salta affatto Aramis ovvero mila pagine ma chi l'ha letto
Ma chi l'ha letto e noi oggi però opinione ma collazionato i carabinieri uno dopo l'altro lì sarà rivolta tesi e hanno io così faccio un altro di venti pagine che mi riguarda
Cresce ma insomma io credo che il CIPE non ha letto
Marrali circa
Grazie zero grazie al
Legge eventualmente cumulative no credo che uno scotto processo telematico è stato distrutto nel suo intervento
Anni di convegni sul processo verso le prospettive al processo che aveva
Io credo che noi dobbiamo
Si Erasmo cercarmi io non riesco a seguire
Cerca figurativamente di di di di provocare
Infatti il senso è questo guardate
Io sono d'accordo con Michele cioè l'aborto personalmente concordo con i garage Cerabona sulla bontà del del provvedimento
Costituisce inevitabilmente anche se solo dovesse mai limitarsi a recepire come ho detto più volte i principi stabiliti dalla giurisprudenza anche a correzione di una serie di
Esagerazione della disputò abusi dalla giurisprudenza
Di merito ma comunque è un pazzo in avanti anche se dovessimo ritenere che si è limitato solamente a recepire quei principi
Ecco però ci sono degli aspetti che riguardano inevitabilmente le è stato detto a chiare lettere stamattina riguardano la cultura giuridica che purtroppo Erasmo traduce in questi termini
Esasperando ricerca bisogna costringere a scrivere con l'inchiostro perché è chiaro che nel momento in cui dico tu sei costretto a scrivere con l'inchiostro e non fa in un taglio in Colon copia incolla sei costretto anche a riflettere
Ecco però forse e qui i capi degli ufficio le dico questo perché io abbiamo il piacere di avere con noi il sottosegretario Sottosegretario Ferri i capi degli uffici e forse anche una serie di controlli in più dovrebbero funzionare
Nel senso che
Vedete
Io
Immagino che di fronte alla quando una degli elementi quando una degli indizi
Che devono essere gravi per poter chiedere un titolo custodiale
Deve fare una cosa che è di una semplicità enorme ho letto prima quel passaggio della inaugurazione dell'anno giudiziario da parte del Primo Presidente la Corte di Cassazione deve non tanto motivare
L'indizio l'indizio se tale si motiva da solo non è quello che deve arrivare tu Pubblico Ministero innanzitutto e poi tutti
Ma devi motivare soprattutto perché
Ci sono delle esigenze per cui deve essere erogata una misura cautelare
Quello quella è la motivazione perché il totale diventa pericoloso per la collettività fosse una lettera c del duecentosettantaquattro la motivazione dei deve svolgersi tutto su quella parametro e su quel profilo
Un po'la mia esperienza mi insegna che raramente ma veramente raramente io mi sono trovata al cospetto di ordinanze custodiali
Che avevano bisogno di dilungarsi per più di una pagina per spiegare quello aspetto che il Primo Presidente della Corte di Cassazione ha detto essere il perno del titolo custodiale
Perché per motivare le esigenze di tutela
Beh
Due pagine bastano che avanzano il problema è che spesso il titolo custodiale ancor prima la richiesta custodiale fatta di mille mille duecento pagine duemila pagine quello che volete ma nel senso che infarcita di una serie di intercettazione di trascrizione perché come se proprio si volesse fare come quando qualcuno faceva la tesi di laurea e cercava di scrivere in carattere sempre più grande oppure ma infarcita di una serie di
Di cose che venivano strazio copiate
è come se poi giustamente diceva Erasmo Fuschi grosse l'ordinanza non è di duemila pagine non è una grande ordinanza invece le ordinanze di titoli custodiali ma io dico ancor prima il la richiesta del Pubblico Ministero quella
Di particolare pregio di particolare qualità è quella che è più difficile da smontare quello che si muove su una su degli assi cartesiani cioè quella quanto
Che io dico integra la griglia degli elementi richiesti dal Codice punto insomma non è che ci si può divagare oltre ecco
Noi quasi mai ci troviamo al cospetto di
Provvedimenti richieste di provvedimenti del genere e questo guardate una
Un qualcosa che ha effetti negativi che sono prorompente e a cascata
Perché è chiaro che nel momento in cui il Pubblico ministero potrebbe sintetizzare sempre facesse il suo lavoro Maurizio con ordine però dovrebbe avere tempo per farlo questo lo riconosco io per primo
Ma
Nel mettere ordine a me capita spesso di dover fare memoria al riesame la prima cosa che faccio io cerco di mettere ordine nell'ordinanza di oggi scusate la presunzione ma nel momento in cui mi e ne è riconosciuto io dico che a quel punto l'ordinanza custodiale innanzitutto per il punto di vista dell'accusa era confusa quindi io cerco innanzitutto di mettere in ordine al punto di vista dell'accusa e significa che tale non era
Dopodiché riesci in qualche maniera il Pubblico Ministero nel momento in cui riuscisse a
Formulare una richiesta ordinata metterebbe tutti in condizione di poter procedere più celermente innanzitutto il G.I.P. e poi la difesa quei famosi
Pochissimi giorni a cui faceva riferimento prima l'avvocato Guida
Dieci giorni per richiedere il riesame pochissimi giorni per poter studiare quello che il Pubblico Ministero magari ha collazionato in anni di indagine che il G.I.P. ha avuto tutto il tempo mesi senza nessuna scadenza per esaminare e valutare a sua volta ecco se tutto ricade se in questa maniera più ordinata certamente il compito sarebbe più facile per tutti
Sicura
Se posso eccetera siamo passando però adesso ha un problema di professionalità cioè di qualità dei provvedimenti questo evidentemente come fa parte
Del del dell'impegno della professionalità del del magistrato non è può iscrivere duemila pagine del nulla
Né può scrivere duemila fatte benissimo duecento fatte benissimo io tra l'altro devo dire
Sono dare attivamente ponderale dell'assenza degli accusati perché io rilanciare sento come come ditta tradurre anche io sono da reati non avere un attimo la parola io cioè l'iraniano io sono relativamente relativamente poco e magistratura circa vent'anni però onestamente c'è un GP in Aula non credo che ci sia da est però nostalgici dei provvedimenti di una volta scritti in cui con poche righe di motivazione in cui le per magari
Ci deve l'arresto si procedeva all'arresto e le imponendo Agata neanche sapeva perché era stato arrestato
Qualcuno magari che c'ha un po'qualche anno più di me e di di
Di professione potrà potrà potrà confermarlo venendo alla risposta alla risposta di prima
E chiaro che la la la lo l'ordinanza deve essere confezionata in maniera ordinata professionale ma questo non stiamo cambiando tema io non credo che ci sia un
Come come sa ho detto prima un un livello così scadente di professionalità dei magistrati tutt'altro
Onestamente e comunque se è questo è il vostro problema evidentemente non è che lo risolve legislatore può mettere gli aggettivi che vuole anzi magari complica soltanto ulteriormente ulteriormente la vita
Però stiamo cambiando cambiando un attimo un attimo tematica anzi io credo che il da su cui su questo punto sul per le misure cautelari sul piano e la professionalità dell'impegno e la risorsa di fatti settore grazie tantissimi passi avanti
Però noi ripeto davvero non credo che si possa essere nostalgici di un
Del passato a volte c'è un eccesso di motivazione ma chi è che si è creata anche
Per effetto magari di certi orientamenti giurisprudenziali che a volte impongono anche al giudice su richiesta voi del le stesse difensore
In motivare di tutto di più e a volte possano esserci degli degli sconfinamenti e posso di fatto con
Pur con le migliori intenzione creare quella confusione magari al quale faceva riferimento prima
Prima l'avvocato Pava però mi sento di escludere che ci sia uno scadimento
Della qualità la qualità dei provvedimenti che comunque rientreremmo diretto in un altro il nostro campo ma giustamente passo la parola Presidente ha presente Dusan solo se il livello velocissimamente dall'allora per
Dare
Ho dovuto ospitalità ma
Al nostro sottosegretario
Ha detto bene Frustillo questo codice nasceva
Mi spiace cadere nel rituale della citazione di Giovanni Falcone nasceva per grandi indagini collegate e per piccoli processi il processo accusatorio
Quale quello immaginato
Prevede l'oralità del dibattimento e piccoli processi tant'è vero che i grandi processi oggi almeno a Napoli
Si risolvono prevalentemente in abbreviato con un massacro del giudice dell'udienza preliminare che è costretto a fare abbreviati per
Cinquanta sessanta settanta indagato degli imputati e
E talvolta degli imputati è massacro talvolta degli imputati
è ovvio
La non era stato pensato per questo l'abbreviato era una modalità per
Allora
Per ridurre la durata dei processi
Oggi esclusivamente una modalità per tentare di ridurre il danno al minimo da parte di quelli che vedono percepiscono la propria responsabilità migrazione dei processi il
A io sono delegato dal Presidente del Tribunale come giudice economo però purtroppo il polso della situazione delle della carta che si consuma per fare gli stralci
Per processi con cento imputati dei quali dieci
Vanno a dibattimento e novanta restano in udienza fanno l'abbreviato l'autonomia della valutazione
è
Un ritornello no ne abbiamo parlato a iosa a Napoli ufficio G.I.P. circolava una leggenda metropolitana della grandezza interpretativa del proprio ruolo di un giudice
Ammiratissimo e stimatissimo dei pubblici ministeri ma di un giudice le indagini preliminari che marcava l'autonomia della propria valutazione scegliendo un paio di
Imputati per i quali è stata richiesta la misura cautelare dicendo in difformità alle richieste del Pubblico Ministero questi due imputati no i suoi provvedimenti che erano
Di accoglimento al novantotto per cento delle gli altri guai passavano all'esame perché riconoscevano l'autonoma valutazione
La verità è che questa questa legge come voglio dire tutto il contesto giudiziario
Alla ricerca disperata del giudice che ritrovi se stesso un giudice che spesso si perde per una serie di motivi che non sono
Volgarmente l'esigenza di andare sul giornale no perché il giudice che riceva e la la richiesta di misure continue mila pagine
Se è un giudice che vuole ritrovare se stesso e quello che rischia di andare in disciplinare il procedimento disciplinare perché semmai si tiene la
Misura un anno un anno e mezzo come purtroppo io sono costretto a verificare io ciò
Nell'ufficio nel quale io lavoro ci sono stati e ci sono giudici che io stimo moltissimo che sarei più lenti perché perché si espongono ad un'auto
Uno ma valutazioni e allora come io ho tentato di fare arrivando al Tribunale di Napoli
Martellante come dire Inter penetrando una modalità non esemplificata del mio ruolo e lavoro parte addirittura dalla polizia giudiziaria quanti incontri pomeridiani
Vi confesso sono fuori dal mio profilo funzionale
Io ho fatto con capi della squadra mobile o responsabile del rosso o Comandanti provinciali dei carabinieri incitando lì a chiudere quei processi che io seguivo attraverso gli atti che passano quotidianamente cioè
Intercettazioni richieste richieste dissequestri che eccetera di chiudere i pezzi dei processi e quante volte ahimè mi sono sentito rispondere non lo faremmo volentieri
Ma la tendenza
Come dire accusatoria e verso la formazione di
Processi di una certa consistenza
Perché gratificano di più la polizia giudiziaria cannoni capi della polizia giudiziaria gratificano di più il pubblico ministero quindi
è una discussione questa che probabilmente bisognerebbe trasferire alla Scuola nazionale alla nostra scuola nazionale dalla magistratura
Che bisognerebbe trasferire costantemente a martello
Per
I MOT i magistrati in in tirocinio che iniziano la loro attività
Perché un cultura che bisogna riformare che non è indotta soltanto dal dalla dall'uso dei sistemi informatici io per esempio non riesco più a scrivere
Se non con il computer davanti anche se appartengo a una vecchia generazione il computer e una modalità eccellente per fare il negozio fa è stata una modalità per trasformare il concetto della dell'ordinanza il concetto della richiesta di misura cautelare perché ricordo quando dal G.I.P. quando da redigevo le sentenze poi le motivazioni delle sentenze
Io facevo riferimento alla telefonata a paginata otto della trascrizione esserne riportava semmai
La sintesi oggi è più comodo prenderla e portarla come dire integralmente in motivazione della sentenza o della misura cautelare
Voglio dire è una cultura che deve cioè è uno sforzo
Che non so da dove avviare ma probabilmente dal dalle radio dal dal tirocinio dei magistrati dal dalle dalle scuole di polizia dei carabinieri
è un un è una come dire uno sforzo collettivo per riportare la giurisdizione ad una credibilità ad una riconoscibilità condivisa però se un capo dell'ufficio sente l'esigenza corretta
Di un richiamo verso la Polizia giudiziaria o chi per essa chiudere le richieste che ha in sospeso queste finestre
Perché c'è un'esigenza appunto di definizione
E mi chiedo lo stesso discorso potrebbe essere formulato dal punto di vista della Procura e quindi faccio riferimento ai capi degli uffici giudiziari della Procura I Carpino al campo
I quali dovrebbero seguire in maniera forse più attenta anche i tempi di gestione dei processi sono ancora più esplicito
Fisiologico e normale che un procedimento che reca ancora le regie NR del due mila sette no venga ripete tenuto aperto sicché il pubblico ministero
Prende a piene mani da quel procedimento stralciate e richiede misure cautelari e poi magari i giudizi immediati
Stralciato e manda avanti quindi c'è un procedimento che è sempre avere tra l'altro con tutto quello che ne consegue perché l'Egitto e sarà sempre lo stesso quindi tu hai in qualche maniera un ciclo effetti che tieni designato lì
E non allora fare stiamo siamo addentrando addentrando in un campo complicatissimo che non so in quali termini possa interessare l'uditorio
La alla il come dire gli interrogativi sono assolutamente legittimi
Non sono Pubblico Ministero e non
Sicuramente non voglio
A invadere il campo di un autore autorevolissimo Pubblico ministero peraltro
Puro Procuratore della Repubblica
Di Napoli qui presente che la che il collega Zuccarelli
è un problema sicuramente reale
Che
Va a investire la enorme complessità dei rapporti tra i capi procuratore o procuratore aggiunto che sia
E i sostituti
Voi non riuscite ad immaginare quanto sono complessi questi rapporti come io non immaginavo fossero complessi ma i rapporti di colleganza leale che mi legano a alcuni due procuratori aggiunti ad alcuni procuratori
Della Repubblica se mai non più in servizio
Hanno fatto mi hanno partecipato della complessità del rapporto nei sensi che tutto avvocato papà come dire a auspicabili
Difficoltà che pensavo fossero proprie solamente di un ufficio spurio
Cioè di un rabbino ufficio spurio come quello del la sezione del giudice le indagini preliminari dove ci sta
è una sezione ma ci saranno quarantacinque giudici a Napoli ognuno dei quali e legittimato ed ha il diritto di ragionare con la propria testa e di raggiungere le conclusioni cui ritiene
Di arrivare un'immagine alla Procura della Repubblica come
Un un come dire uno un corpo coeso dove
Tutti si ritengono
Componenti di una squadra
Questo può accadere ma non accade sempre per cui quell'attiva e poi per passare al
A al discorso del controllo della qualità delle modalità eccetera se questo
è una è una è un argomento che dal punto di vista del giudice quindi del di uno che
Ed è legato a coordinare i quarantacinque giudice le diede da Linate l'altri se non altro Presidente no perché siamo due Presidenti io sono il Presidente aggiunto c'è un altro Presidente
Se dovessimo garantire un controllo c'è un controllo nel senso di poi valutazione per progressioni eccetera
Noi dovremmo fare soltanto questo per cinque giorni alla settimana considerata la quantità della produzione che un ufficio tipo quello di Napoli
è in grado di garantire
Grazie grazie al Presidente russo io
Vorrei passare la parola per le conclusioni al sottosegretario Ferri questo fondamentalmente posso introdurre le sue conclusioni dicendo questo nel corso della giornata
C'è stato un generale apprezzamento abbiamo già detto del
Proposta di legge
E che tra l'altro abbiamo appreso loro detto più volte dalla dalla stampa che vi sarebbe un accorto bivacchi un accordo bipartisan per cui dovrebbe
Facilmente rapidamente essere approvata anche dal Senato
Abbiamo però sentito anche due cose sulle quali credo egli possa darci dei lumi maggiori di quelli che non abbiamo potuto noi sedare stamattina la prima che il professore Spangher che fa parte anche di una Commissione ministeriale ci diceva
Lanciava un monito un avvertimento all'Avvocatura dicendo guardate che ci sono alcune cose che sono estremamente pericolose per le garanzie e alcune di queste si annidano per il Ministero e quindi fate attenzione pericolose proposte di riforme che
Potrebbero essere in questo momento attraverso dei varie commissioni ministeriali ritornare diciamo
In auge
Forse pensava o penso io limitazioni per l'appello riformazione in peius cosa che pure lui ci ha indicato
E quindi forse nessuno meglio del Sottosegretario Ferri poi info darci dei lumi su su questi aspetti se ci deve dobbiamo cioè preoccupare oppure non c'è nulla di questo all'orizzonte
L'altra cosa che pure stamattina serpeggiata molte volte
Da un lato questo poi un tormento continuo per la verità per chi fa politica associativa da un lato accontentarsi dei piccoli passi perché senza i piccoli passi una sorta di migliori istmo forse non si porta a casa mai nulla e quindi le cose rimangono così come sono cioè
Non certamente soddisfacenti e quindi il plauso per una riforma anche diciamo non di grandi che non ha
Grandi aspirazioni grandi ambizioni come quella
Che il Senato dovrebbe portare a definizione
Dall'altra però continuamente ci ha detto la necessità che si intervenga sul processo nella sua globalità quello che è sempre noi sentiamo dire da vent'anni e cioè la necessità di riforme
Sistematiche
Di sistema del nostro del del pianeta giustizia ora
Io naturalmente non pretendo di avere la notizia dal Sottosegretario Ferri
Non pretendo questo però almeno quali sono gli indizi di massima
In che termini ci si vuole muovere non pretendo anticipazioni su quello che sarà il mese della giustizia in Italia il mese di giugno sarà il mese della giustizia in Italia però almeno come il Ministero della giustizia
Ritiene di dover procedere per quel che competa allo dallo stesso allo strettissimo al Ministero questo forse potrebbe
Su questo per lo meno potrebbe darci qualche accenno
Grazie tanto
Mi scuso del ritardo devo dire seguito questi ultimi interventi subito compreso non solo
La vivacità del dibattito ma anche l'importanza del del convegno organizzato saluto anche l'amico carbone l'ANM insieme alla scuola buriana dall'ordine avvocati di Nola e per questo ringrazio
L'avvocato Mario Papa per questo per questo invito
Devo dire chi mi ha preceduto
Ma
Focalizzato tanti punti son d'accordo con me
Il Segretario Generale dell'Anm quando diceva un conto
Sono gli aspetti che riguardano la professionalità del magistrato un conto sono gli aspetti tecnici che riguardano la custodia cautelare in carcere
E il disegno di legge che il Senato dovrebbe approvare in Aula tra pochi giorni e che quindi poi in terza lettura perché ci sono certamente delle modifiche
Tornerà
Alla Camera tra l'altro oggi che si parla tanto di
Riforma
Anche
Non solo elettorale ma anche del Titolo quinto in questo caso devo dire
è uno di quegli aspetti vero dove ci sono tanti passaggi perché si andrà sicuramente in terza lettura però ogni passaggio ci sono poi delle modifiche no perché anche in meglio e quindi hanno modo grazie anche
A questi dibattiti
E al contributo di un'avvocatura degli studiosi dell'accademia e della magistratura di migliorarlo però due dati abbiamo
Di fronte quali dobbiamo confrontarci e uno è stato detto e ridetto ho visto anche
Interventi scritti che ci sono stati
In queste giornate in questa giornata
E quello del sovraffollamento carcerario noi oggi
Mi si collega poi anche all'ultimo stimolo che ha dato l'amico Mario Papa Loiodice i confronti ci dobbiamo confrontare con una situazione carceraria che è quella che conosciamo
E però se andiamo a vedere i dati su sessantaquattro mila
Detenuti
Ventiquattro mila sono in attesa del primo giudizio poi ci sono quelli che e sono inattesa scusate sono sottoposti alla misura di custodia cautelare in carcere
Poi vanno distinti dove ci sono quelli in attesa di giudizio dette di primo grado quelli già condannati in primo grado e quindi in attesa del secondo e quelli che ha spento l'esito del ricorso in Cassazione però anche andando a vedere i dati
Vedi quelli in attesa del primo giudizio sono dati significativi su cui occorre riflettere poi dentro questi dati
E quindi l'unica diciamo novità attualità
Di oggi forse quella
Del provvedimento del Governo a seguito della sentenza della Corte costituzionale che è intervenuta sulla Fini-Giovanardi perché se poi andiamo a vedere quell'inattesa del primo giudei in attesa del primo giudice comunque chi
è detenuto sia per bere definitive che
In attesa di giudizio comunque
La fa da padrone scusate l'espressione poco tecnica anche quelli sottoposti quelli legati a
I reati in materia di sostanze stupefacenti il DPR tra tutti noto perché sapete che sono pene altissime e quindi alla fine sono quelli che poi
La maggior parte data da questi soggetti quindi anche su questi occorrerebbe aprire una riflessione non è questo il tema però è collegato droghe pesanti e droghe leggeri
Come intervenire e come occorre comunque adeguarci alla sentenza della Corte costituzionale questo comunque un primo dato che ha posto l'attenzione del legislatore sulla custodia cautelare in carcere l'altro dato
E mi collego a quello che dice vite pocanzi e quello del
La durata dei processi
Perché oggi ed è questo e lo dico sia da magistrato che da esponente oggi del Governo abbiamo dei processi a due velocità
Cioè oggi abbiamo una giustizia penale che funziona come quella civile male perché i risultati
Sono quelli che vediamo e quindi abbiamo un percorso invece veloce prima parlavamo dei tempi ascoltavo l'avvocato che prima intervenuto giustamente diceva ma abbiamo pochi tempi brevi per pochi giorni per esercitare il diritto della difesa
E qualcuno giustamente ha detto pensiamo a quelli del riesame
E oggi si interviene sui termini
Per quanto riguarda
I magistrati del riesame quei trenta giorni introdotti dalla Camera per depositare le motivazioni dell'ordinanza che diventi son diventati al Senato quarantacinque
In alcuni casi perché dai rivela una delle modifiche che il Senato ha introdotto rispetto alla Camera
è proprio il termine in alcuni
Casi da trenta a quarantacinque questo in Commissione però essendo andato all'unanimità dovrebbe reggere anche anche in Aula
E quindi questi quarantacinque giorni o trenta che inducono il giudice a depositare del riesame la la motivazione proprio perché
Si era verificato e questo però un problema di professionalità
Che la mancanza del deposito come termine ordinatorio perché
La Cassazione dava distinto entra al dispositivo e quindi
Come termine perentorio di dieci giorni che devono essere rispettati dal riesame
E invece ordinatori un termine della motivazione dei cinque giorni che poi
Purtroppo devo di purtroppo a volte avveniva anche intende in tempi molto molto molto più lunghi e quindi alla fine l'unico termine che garantiva
L'indagato sottoposto a questa misura erano quelli dei termini di fase
Del trecentotre perché era l'unica certezza che aveva l'indagate quindi così non poteva andare andare bene però è vero
Che è dovere del legislatore far funzionare il processo penale
E quindi l'altro provvedimenti importante che penso che la Camera approverà senza modifiche che in terza lettura dovrebbe diventare legge è quello della depenalizzazione
è quello della messa alla prova della sospensione delle processo pere nei confronti del di reperibilità dobbiamo snellire dobbiamo decidere
Quali reati comunque andare a perseguire dove incidere e riservare la giustizia penale
E quindi l'attenzione delle forze dell'ordine della magistratura I casi certamente più delicati e quindi
Di farla ritornare non di quantità ma di qualità ma non si può fare solo
Sì in qualche modo incide sulla sulle fattispecie penali si fa delle scelte legislative se no
è un altro tema di dibattito lancio solo decresce l'altro giorno leggevo la lettera del collega
Del collega Pignatone e piacerebbe sentire anche il collega Zuccarelli D'Amico Fosso Zuccarelli su questi temi
è
Pignatone insieme con il Presidente del Tribunale di Roma ed anzi che poi la norma che è stata adottata dal Presidente
Concorda concordata con me la Procura di Roma alla fine applicando quella norma mi pare centotrentadue bis disposizioni di attuazione del Codice procedura penale ha indicato all'ufficio delle priorità nella trattazione dei reati
E allora l'avvocatura
E mi dirà ma l'obbligatorietà dell'azione penale
A San tornate la discrezionalità
Allora come
Come come ci comportiamo
Nella rivediamo e tutto il dito e quello che è emerso nel dibattito e alla fine in tutto questo dibattito e mi son d'accordo con l'amico e collega D'Urso
Quando diceva non possiamo scaricare però la responsabilità
Perché in questo sistema che non funziona sui il giudice per l'indagine preliminare che oggi diventato poi
Il
Anche come carico di lavoro che le dà la risposta forse
Più immediata e con tutto quello che ne consegue legato ai riti alternativi occorre rivedere un po'un sistema a trecentosessanta gradi per capire
E nel garantire alle
I diritti
Quindi tutti in particolare quello della Difesa nello stesso tempo nel dare le risposte perché invece
Assistiamo
E su questo però la magistratura e lo dico anche radiocarbonio occorre fare
Anche un po'di autocritica perché così se no
Arriviamo al fatto che poi funziona solo il sistema cautelare
Perché ti dà quella risposta immediata e quindi con tutto quello che consegue né con il giudicato cautelare ed importante il giudicato cautelare porre chiara che c'è l'attenzione ma va bene quando
Sia il giudicato cautelare e nella mia esperienza ahimè
Molte volte io ho fatto il giudice dibattimentale anche quel giudicato cautelare
Ho visto persone essere assolte
E quindi anche su questo perché la prova comunque il nostro sistema il nostro Codice ci dice che va
Acquisita comunque nel contraddittorio nel dibattimento però è chiaro che a questo punto la custodia cautelare
E al all'attenzione dell'opinione pubblica perché quello che il cittadino non riesce più a comprendere
E chi
Scontata in anticipo la carcerazione preventiva
E poi viene assolto addirittura archiviato perché ci sono casi e ne possiamo elencare purtroppo diversi in cui
Il
Chi ha ristretto in custodia cautelare io ho visto anzi
E devo dire devo dare atto alla grande onestà intellettuale
Del Pubblico Ministero
Che arriva poi magari molte volte anche lui stesso a chiedere l'archiviazione quindi non c'è nemmeno il passaggio però disorienta tutto questo
E e disorienta non poco e quindi poi alla fine non aiuta nemmeno il cittadino quell'apporto che importante di fiducia tra la magistratura e il cittadino quindi secondo me
è stato importante
Comunque
Che il legislatore abbia acceso i riflettori
Sul problema della carcerazione preventiva del resto te citato prima quello che ha detto il Primo Presidente della Corte di Cassazione all'inaugurazione dell'anno dell'anno giudiziario e quindi occorreva
Comunque
Arrivare a focalizzare quello che già la Corte costituzionale aveva detto sul criterio di scelta quando va a incidere sulla libertà personale del minor sacrificio possibile
Del miglior sacrificio del minor sacrifici intero dice del mio sacrificio
E
Altro aspetto quello della gradualità delle misure allora io tra le novità importanti che segnalo secondo me
Perché occorre anche valorizzare quello che di buono c'è in un testo che secondo me c'è in questo testo
Una delle novità secondo me
Che occorre sottolineare
E quella della possibilità di cumulare le misure
Perché il messaggio che legislatore vuole dare secondo me alla magistratura comunque a tutti gli operatori del diritto
è quello che è davvero la custodia cautelare in carcere lo diciamo da danni deve essere l'extrema ratio allora non deve essere più uno slogan
Ma va davvero accompagnata come
Uno ultima soluzione e allora indica e rafforza quella gradualità che già poteva essere applicata che comunque viene
Inserita
E disciplinata meglio con una norma è secondo me importante anche il discorso di introdurre questo possibilità di cumulare
I due tipi di misure no quella interdittiva e quella custodiale e comunque di consentire anche attraversa le misure interdittive perché voi pensate a chi esercita impresa che un pubblico ufficiale
Molte volte e più deterrente
Ed è più incisiva
Mi quella interdittiva che oggi però anche nei tempi era molto limitata e quindi forse non era nemmeno utilizzata perché nemmeno
La magistratura ci credeva sull'efficacia viene portata a dodici mesi e questa secondo me è una grande novità per quanto riguarda l'autonoma valutazione
L'avvocato
Cerabona prima giustamente rispondeva a chi sollevava il problema è chiaro che sembra un concetto ovvio
è il le
Il legislatore l'ha voluto secondo me introdurre proprio per evitare
Il copia incolla è brutto dirlo ma
è stato quello per cercare di rendere ancora più autonomo
Il
Il G.I.P. in terre eliminare quelle ma anche nell'interesse della magistratura quel messaggio
Che spesso passa di appiattimento del G.I.P. al Pubblico Ministero io son d'accordo con Carbone che così non è nella maggior parte dei casi bastava vedere le richieste delle procure quante vengono accolte
Dai Gipe ma devo dire che anche in tema
Di intercettazioni telefoniche stanno diminuendo il re cessano aumentando i rigetti da parte del G.I.P. alle richieste del Pubblico Ministero
Nome nella percentuale delle misure della custodia cautelare però c'è un una
Una un la
Una diminuzione e quindi
Su questo ci ha voluto sancire un principio di Sharon principi oggi o che però vuole rafforzare
La valutazione del giudice nei confronti del richieste delle del pubblico del pubblico ministero e per evitare quello che
Ahimè talvolta sia perché si era verificato del cosiddetto copia e incolla l'altra novità che quella
Più sull'attualità
Ne avete già parlato un con l'attualità
è una concretezza che già la giurisprudenza aveva ridisegnato quindi qui non è stato altro non si è fatto altro che recepire
Quello che aveva detto la
Giurisprudenza che rispetto poi al Senato alla Camera leggevo
Prima che quell'articolo sul Sole ventiquattro Ore forse non era
Aggiornato perché comunque il Senato
Anche su questo che l'altra grande novità quella di sul pericolo di fuga
Ilarità inazione del reato sulla motivazione ed esclusivamente di cui prima si parlava
E quindi si è passati
All'esclusivamente dalla gravità del titolo del reato per cui si procede
Mentre la Camera faceva riferimento esclusivamente dalla gravità del reato e dalle modalità e circostanze del fatto per cui si procede comunque si è
In qualche modo migliorato il il testo
Anche se rimane il problema
Di per esempio e lascio a voi la riflessione
Dell'incensurato per esempio l'incensurato
Che uccide un familiare
Uccide un familiare incensurato e quindi
E oggi
Come Charles qualora venisse approvata questa norma
Come si può come
Come si può applicare si può applicare la custodia cautelare e basta
Perché chiaramente non ci sono quegli elementi relativi alla personalità
E quindi questa limitazione della gravità
Del reato poteva opporre
Poteva porre dei problemi altra cosa che secondo me merita di essere di essere evidenziata come
Modifica favorevole del Senato rispetto a quella della Camera
è il fatto che sia di consentito al Pubblico Ministero
Di ricorrere in Cassazione
Ai sensi dell'articolo centoundici della Costituzione era già intervenuta la Corte costituzionale la Corte costituzionale
Sulla legge Pecorella e quindi in qualche modo aveva già
Dettato affermato il principio
Però rispetto al testo approvato dalla Camera sono state soppresse quelle caro quelle parti che contenevano delle limitazioni al potere del pubblico ministero di ricorrere in Cassazione
E che riguardavano sia i casi in cui
Se fosse il giudice di questa sia al giudice prima istanza sia al Tribunale del riesame avranno rigettato dichiarato inammissibile la sulla richiesta di applicazione
La misura cautelare quindi su questo
Secondo me è stato fatto un miglioramento credo perché l'auspicabile perché poteva essere di nuovo ripercorre quei profili di incostituzionalità su cui si era già soffrono fermata
La Corte quindi
Ci sono sicuramente degli aspetti positivi
E secondo me e segnale
è evidente
Deve richiamare tutti a una grande cautela sulla custodia cautelare in carcere a lavorare
Sulle sulla gradualità perché occorre chiaramente da una parte garantire la certezza della pena ma proprio perché si parla di certezza della pena
Occorre
Che ci arrivi doppi gradi di giudizio sulle modifiche
E non vi voglio tediare oltre a cui faceva riferimento il professor Spangher sapete tutti che il precedente Governo aveva istituito delle commissioni di studio
Una quella mi pare proprio presieduta da Canzio parla anche
è affrontato il tema delle impugnazioni
E ci sono anche lì nella propone la Commissione ma ad oggi
Il ministro Orlando non ha preso alcun impegno quindi sono solo con i lavori delle Commissioni ce ne sono tante altre si parte dalla commissione Riccio ma ancora prima
Dove per esempio della commissione Riccio
Per quanto riguarda la custodia cautelare in carcere era prevista la collegialità
Di cui tanto si è parlato ed era è già stata introdotta dalle dalle dalla danneggiare come proposta dalla Commissione ricongiunti nella Commissione cantieri vero
Che ci sono delle proposte in tema di impugnazione ma sono proposte della Commissione che dal punto di vista politico dalla politica non sono state ancora valutate e quindi su cui
Ci sarà una grande Rifredi forse devo dire che il ministro urlando e lo ha dimostrato già né a da quando si è insediato
A un grande rispetto per l'Avvocatura così come per la magistratura
E quindi ama molto il confronto come tutti gli operatori e quindi
Giustamente su questi temi
Vuole confrontarsi vuole sentire tutti per arrivare davvero a garantire da una parte
La certezza della pena dall'altra però un processo che funzioni ed è chiaro che così non si può più andare avanti
Perché è così alla fine avremo una verità
Arriva tardi
E dovrebbe meno giusto
Che ci siano alcuni processi che vengano fatti velocissimi e altri no perché dobbiamo interrogarci anche su questi perché bisogna avere sempre un approccio garantisse quindi occorrono tempi certi per tutti per fare questi solo
Occorre però rivedere lo dico agli amici avvocati
Presenti
Anche alcune norme processuali alcune garanzie dilatorie io cito sempre l'esempio delle notifiche perché mi pare assurdo
Che è un pubblico ministero debba notificare lo stesso atto a proposito della carta a cui faceva riferimento prima il presidente D'Urso
E a
L'indagato e a due difensori
Qualora appunto l'indagato abbia eletto il domicilio a casa sua e abbia nominato due difensori o altre tipo di garanzie
Che sembrano più che di dilatorie che effettive quindi ragioniamo insieme per migliorare la macchina della giustizia penale
Per
Ridurre i tempi per garantire a tutti gli stessi tempi processuali facciamo una scelta legislativa su quello
Che dobbiamo perseguire penalmente e su quello e nello stesso tempo però questa riflessione questo terzo della custodia cautelare in carcere
Può aiutare tutti perché comunque davvero deve essere graduale
Anche perché risolve il problema di cui parlavamo prima del sovraffollamento carcerario ma poi comunque perché la carcerazione preventiva e comunque la limitazione della libertà personale che è giusto che ci sia
Quando i presupposti ci siano ma proprio perché è grave perché è un'anticipazione
Deve rimanere residuale quindi questo lo spirito costruttivo e sulle impugnazioni ed c'è solo questo studio non c'è nessun testo
Né nessuna sta valutazione politica c'è la voglia però di far funzionare il
Il processo penale quindi io penso che tutti insieme ci si possa arrivare
Io penso che questo testo sulla custodia cautelare sia un testo buono come tutte le riforme può essere migliorata
Però lancia comunque
Focalizza e l'attenzione di tutti e del legislatore in primis su un problema che era sentito anche dei cittadini e penso anche
Dalla stessa avvocatura ma anche dalla magistratura perché
Io vedo e conosco tantissimi magistrati e comunque ho sempre visto persone capaci
E attente
Nelle applicare misure che sono certamente invasive grazie e scusate grazie
Grazie possiamo concordare su queste salutarci buonasera a tutti
Devo dire così