04 NOV 2021
rubriche

America sociale - Conversazione settimanale con Giovanna Pajetta

RUBRICA | di Ada Pagliarulo - RADIO - 16:36 Durata: 30 min 10 sec
A cura di Guido Mesiti
Player
Segnali allarmanti per i Democratici dalle elezioni del 2 novembre.

Avanzata repubblicana negli Stati e nelle città al voto.

In Virginia vince il candidato governatore repubblicano Glenn Youngking: l'alta affluenza alle urne questa volta non ha premiato i Dem.

Youngking è riuscito a conquistare i voti degli elettori indipendenti, presentandosi come un candidato relativamente moderato.

Il peso delle polemiche intorno alla Critical Race Theory sulla campagna in Virginia.

Un dem moderato è anche il neo-eletto sindaco di New York, l'ex poliziotto afroamericano Eric Adams, con il suo forte messaggio
di lotta alla criminalità nello stile di Rudy Giuliani.

Bocciato a Minneapolis il referendum per smantellare il Dipartimento di Polizia.

Fluidità e volatilità del voto: cambiate le priorità e le preoccupazioni degli elettori rispetto ad un anno fa, secondo un sondaggio Gallup.

I democratici pagano anche le divisioni tra le due anime: moderati e progressisti restano distanti e fanno arrancare l'agenda Biden, dai piani sulle infrastrutture all'intervento sul welfare americano.

La Corte Suprema e la legge sull'aborto del Texas: anche i giudici conservatori esprimono perplessità sulle norme che prescrivono premi in dollari per i cittadini che denunciano chi renda possibile un aborto.

leggi tutto

riduci